Bauscia Cafè

Le Paggelle de Romolete Bologna Inter 1-2

Disclamescion:
Queste sò e paggelle de Romolete er più famoso tifoso dell’Inter che porta er latte ai bar de Testaccio. Sò scritte ‘ndialetto romanesco indi per cui poscia sò bai definiscion political scorrect. Romolete Scrive quello che pensa e nun je rompete li cojoni che pe’ lui, romano de roma, li froci, i negri e i fijidenamignotta sò tutti amici, perché come diceva Metastasio dumila anni fa: “Roma è madre comune d’ogni persona, razza e religione e nel suo grembo accoglie ognun che brama farsi parte di lei.” Qui dentro nun ce trovate solo e paggelle, trovate de tutto, citazioni, proverbi, frasi famose e detti romani. Leggete piano che sennò ve s’encastra a lingua e nun ce capite ‘ncazzo!

Premessa

Er carcio è ‘no sport pe’ tutti ma solo i determinati vincono perché ‘na partita è solo ‘na serie de cadute e de rialzi, si te rialzi più vorte de quante sei caduto, hai vinto! Pe’ sto motivo mezzo punto ‘npiù a tutta a squadra!

“Nun me giudicate pè li successi mia, ma pè tutte quelle vorte che sò caduto e sò riuscito a riarzamme.” Nerson Mandela Centrale der Suddafrica.

Handanovic: 6 – Già a scorsa partita cor Brescia ho visto che quarcosa è cambiato, dopo du’ minuti stavi già a cazzià Gajardini perché nun se sbrigava a liberasse. Anche cor Bologna t’ho visto ‘ncità Bastoni a portà su palla e a dà ritmo ar gioco. E bravo er mio ortolano ce lo sai che chi mena per primo mena du vorte e se vede che e leggi anche tu e Paggelle de Romolete! Sur gol c’è poco da fà, come cor Brescia c’è sempre quarcuno dei nostri che te tocca er pallone e te lo rende ‘mparabbile. A deviazzione dell’olandese te sposta a palla de quer tanto che dar parmo daa mano ariva alle dita e se er parmo regge er tiro e dita se piegano.  Ma tanto ggià o sapemo a corpa d’en gol preso è sempre der portiere e gira e rigira er cetriolo va sempre ‘nculo all’ortolano.

Skriniar: 7 – Bella Biondo! Chi nun more s’arivede eh! er Bologna davanti nun è cattivo e poi giocà de sicuro con più tranquillità, però va molto mejo così. Resta ancora a sensazione che ogni ‘ntervento po’ generà ‘ndisastro e ogni tanto te trovamo ‘nzone der campo che nun sò le tue ma me sembra che stai a comincià a ritornà quello de prima e se è vero che Acqua passata nun macina più è pur vero che a grinta che metti in campo macina sempre l’avversari.  Sur primo gol de Lukaku fai tutto tu e fai un numero straordinario, agganci artissimo metti a tera e tiri tutto in un unico gesto. Roba da leccasse li baffi e le guance fino ar collo…!

De Vrij 6,5: – mannaggia er padre curato so’ già na cifra de vorte che stai vicino a mettejela de capoccia, ogni vorta che sali’ n’area pe’ ‘ncarcio d’angolo già me viè barzotto, ma poi me se riammoscia sempre. A roma se dice vedé e nun toccà è ‘na cosa da crepà, tocca stocazzo de gol, magari popo co li crauti martedì e nun ne parlamo più. Certo è che stai a fa ‘na staggione da vero campione senza esse mai sopra le righe ma sempre presente ar momento giusto, d’artronde come diceva sor W. Somerset Maugham “er centrale elegante è quello de cui nun noti mai n’intervento!”

Bastoni: 6,5 – Anvedi te, er pischello s’è svejato! Se vede che pure lui s’è letto e paggelle de Romolete, perché finarmente quarche stecca l’hai tirata! Oddio ‘nparo de vorte hai pure esaggerato ma quello che nun strozza ‘ngrassa e ieri anche tu c’hai fatto ‘ngrassà de tre punti. Er Mister ce crede ‘nte a anche tu ce devi crede ‘nte stesso perché come diceva er famoso scrittore arcolizzato Italo Carvino “certe vorte uno se crede ‘ncompleto ‘nvece è sortanto ‘npischello!”. Ah na cosa regazzì sivvedi ad Appiano Scarpini che ‘ntelecronaca te chiama briscola dije che si nun la fa finita lo pija Romolete e je tira ‘na castagna ‘n petto così forte che co’ le costole ce giocamo a shangai. Briscola che soprannome demmerda!

Lazaro: 7 – Io me li ricordo quei grandissimi cojoni che dopo du partite du anni fa staveno a cacarcazzo a Cancelo. E anche quest’anno li stesso cojoni dopo du partite tue, sò riusciti fori più forti de prima a dì che sei ‘na sòla… ma come diceva er sindacalista Dalai Lamapure si perdi na vorta, nun perde a lezzione!” e tu sei stato bravo a capì dove hai sbajato! Partita eccellente ‘nvece, corsa e tattica sui livelli giusti, ar punto che er mister nun se l’è sentita de levatte e ha spostato Candreva a sinistra.  Ora e cose so’ due, se alla prossima partita fai schifo e er risurtato conferma le ipotesi dei cojoni, avemo fatto ‘na misura, se ‘nvece er risultato è contrario alle ipotesi dei cojoni, allora avemo fatto ‘na scoperta. Dajè Lazzaré facce fa sta scoperta!

Gagliardini: 6 – Ma come faccio a ditte che sei ‘na pippa dopo che te sei sbattuto come ‘nautoscontro ar lunapark. La cosa triste è che l’impressione è popo che giochi come ‘nautoscontro, sembra che giri ‘ncampo più perché rimbarzi da na parte all’artra ‘nvece de annà dove poi fa quarcosa de utile. Er fisico te regge ma c’hai li piedi de Panatta e se sei anche umile e volenteroso nun ce servi ancazzo! Ricrodete che l’umile ner carcio, così come tra li preti, nun serve pe’ cresce, nun è un caso che Fra Modesto non fu mai Priore.

Che poi c’hai sto nome così Gajardo me dispiace pure stroncatte così, però è pure vero che si eri forte te chiamavi Gajardone. Condividi il Tweet

Faccio finta de niente sull’amonizione che hai preso pe avè tajato er campo ma ringrazzia Iddio che nun so l’allenatore dell’Inter che sinnò quanno arrivavi ‘npanca te davo così tante pizze che quanno finivi de girà a juve aveva vinto a prima ciampions ner dumilanovecento!

Brozovic: 5,5 – Brutta a vita de chi nun se po’ fermà ‘nsecondo de guidà er purman, manco pe’ piscià. A cosa positiva è che stai tarmente ‘nriserva che nun hai più energie manco pe’ fa cazzate e te co la classe che c’hai anche solo a fa girà er pallone già fai er tuo. ‘nfatti er cross da cui nasce er gol der pareggio è er tuo. Però è assurdo che a parte Sensi nessuno po’ fa quer ruolo a centrocampo anche perché se vede a occhio nudo che arivi sempre ‘nritardo sull’attaccante, quando ‘nvece a tua migliore qualità è proprio quella de anticipallo. Dai resisti ste du’ partite e poi te riposi ‘npo’ che te stai a diventà così secco che c’hai le recchie che pareno li sportelli de na cinquecento…

Barella: 7 – Sei così basso che t’hanno fatto li pantaloncini co’ risvortino eppure ha fatto n’artra partita da gigante, n’artra maratona a ‘nseguì pure i raccattapalle. E dì che c’era pure gente che te schifava quanno sei arivato… Me dicheno che quanno finisce a partita er mister fa salì tutti sur purman, poi te dice che c’è na rota sgonfia, te fa scenne, chiude e porte e fa partì l’autista pe vedè se c’hai ancora fiato… sto firm finisce sempre che t’aritrovano ad Appiano che li stai aspettà a squadra da na mezzoretta… Scoperto da Matteoli e cresciuto nella scuola Giggi Riva se solo ha preso er 5 % de quei due sto pischello me diventa ‘nmostro! ormai è già Barellismo!

Biraghi: 6 – un pochino mejo de quello visto nelle urtime partite, meno cazzate e più sostanza, anche perché Sacco voto nun s’aregge dritto e er mister ce mette ‘nseconno a mannatte ‘npanchina. Che poi a dire er vero alla fine te ce manna pure, pè fa entrà Candreva che tanto er laterale de sinistra o de destra è tutta ‘na minestra. Dimosela tutta Birà resta sempre er problema che ner bene o ner male nun se ricordamo ‘ncazzo de quello che hai fatto ‘npartita e questo nun è er massimo pè ‘ngiocatore de carcio. Er problema è che Asamoah quest’anno ha fatto li trenta e na stagione ‘ntera su quella fascia nun gliela po’ fa o te dai na svejata tripla o finisci a stagione titolare nelle Inter Legends…

Lautaro: 7 – l’intesa cor negro sta annà na meravija, ormai ve trovate e ve passate le palle a occhi chiusi… e ce la sai ‘na cosa? Lukaku sta amparà da te, pè quanto sei fijodenamignotta, a protegge mejo er pallone. Che a te pè levattelo fanno prima a sparatte cor bazzuka. Pronti via, costringi belle ciglia a fa er miracolo poi me fai ‘no stop ar volo su lancio lungo de Lukaku che ho strappato a cerniera lampo e se quella palla partiva mezzo secondo prima sarebbe cascato o stadio. Ormai i difensori hanno capito chi sei e per loro sei simpatico come ‘na gomitata sur fegato e ‘nfatti er fallo da rigorete lo fa l’unico cojone d’attaccante dei bolognolesi che nun aveva capito che te doveva stà lontano. Mejo pè noi l’atteggiamento è quello giusto d’artronde se sa chi intigna (insiste), se la sbigna (la spunta), chi scommette ciarimette.

Lukaku: 7,5 – Anche tu negrone mio, me sa che hai letto e pagelle de Romolete e te sei cacato sotto che te venivo a cercà ad Appiano pe fatte fa du mijoni de stop contro er muro. Mejo tutto. Dai stop agli scambi ar volo coi compagni, dalla difesa della palla, alla costruzzione de gioco. Er primo gol è pura rapina er secondo su rigore è pura freddezza e siccome l’appetito vien mangiando accosta er pane ar dente che la fame s’arisente! Oggi so 9 gol in 11 partite. L’urtimo c’aveva fatto na cosa simile portava la nove sulle spalle e c’ha vinto ‘npallone d’oro, io nun credo che arivi a fa ‘ncampo quello c’ha fatto Ronaldo ma se tanto me da tanto a legge cosa ci hai detto della tua vita a livello de omo fori dar campo sei tre vorte mejo. Noi semo interisti e a noi l’aria der menefrego de vince ce l’ha data Gesù Cristo a noi ce piacciono le emozioni e tu ce ne stai a da già na carovana!

Er Mister: 6,5 – Stavorta bene tutto, la formazione, le sostituzioni e l’approccio alla partita. Me fa strano che l’unica cosa intelliggente ner dopo partita l’ho sentita dì a Der Piero ma considerando l’encefalitudine piatta dei giornalisti sky mediaset e rai anche un gobbo come Der Piero spicca. Er gobbo co l’uccello, evidentemente perché lo hai pure allenato, s’è accorto che a squadra subbìto er gol nun s’è scomposta anzi ha abbassato a testa e ha ricominciato a macinà gioco finchè nun l’ha ripresa e se l’è portata a casa. Questo è ‘nsegnale de grande forza mentale e fisica, i segnali quelli boni, quelli che te fanno sperà che quanno te chiederanno de girà er video de natale je risponni, amico mio con affetto e sentimento pè li video de Natale, meno te vedo mejo me sento!

Bonus track.

L’Anfame: 2 – Anfame sei tarmente anfame che si t’acciacco ‘n piede vado a cercà ‘n po’ d’erba pe’ pulimme la scarpa… Io te vorrei chiede comecazzo poi solo pensà de nun fischià fallo sulla ruleta de Lazzaro, limortaccitua! Nun è fallo quello, so’ tre falli! robba chemmanco a Nappi je la faceva a reggeli in un’unica azione!  E gnente t’avemo catalogato anche a te ormai ce lo sapemo che sei er solito stronzo che ‘nvece de gestì da bon padre de famija a partita e li giocatori, ‘nvece te fai rode er culo e la dirigi a seconda de chi te sta più sur cazzo o meno. De cojoni così n’avemo visti a centinaia nella nostra vita de tifosi e vojo pensà che sia così perché sò bono che si penso che c’è ‘ndisegno dietro pe facce perde è mejo che te perdi tu da sto pianeta che sitte pijo te smonto come i lego e te rimonto come ‘npuzzle da diecimila, a pezzetti piccoli piccoli!

Avatar

Oldman

Il Maestro: a sei anni si è perso nel parterre di San Siro in un Inter-juve, a dodici la madre lo sventola vestito di nerazzurro in Curva Sud, a trenta va in metro a Roma vestito da Ronaldo, quello vero, a quaranta fa caroselli seminudo a Piazza del Popolo, a cinquanta guarda di nascosto l'Inter nel reparto di terapia intensiva cardiologica, da ricoverato. A sessanta conta di perdersi ancora, nel nuovo stadio di Milano.

MVP INTER – HELLAS VERONA

Twitter

Archivio