Bauscia Cafè

Dall’altra parte del muro…

Torni a casa. Quanto manca? C’è ancora tempo. Porti fuori il cane. Tra quanto inizia? Rientri, ti siedi. Un occhio al telefono. Controlli di nuovo le formazioni. Certo che manca ancora parecchio. Meglio chiamare qualche parente, che se poi gli salta in mente di telefonarti proprio stasera scoppia un bel casino. Un saluto agli zii, ai nonni, fratelli e sorelle, madre, padre e ai cugini. Anzi, ai cugini no: non ne hai. Ormai ci siamo. Un salto al bagno prima dell’inizio e un’altra occhiata alle formazioni e all’orario dell’incontro. Torni in sala e posizioni strategicamente lattina e bicchiere sul tavolino come l’altra volta, che ha portato bene. Non si beve prima della fine del primo tempo, te lo sei appuntato sulla lavagna in cucina. Respiro profondo. Ti guardi intorno. Sembra tutto al suo posto. Coperta tattica sulle gambe e imposti il volume del televisore sul numero fortunato. Oddio, tra poco inizia. Meglio silenziare il cellulare. Anzi, spegniamolo del tutto. Sta per cominciare. Il cuore batte e ti senti tremare. Tra pochissimo si gioca. Mancano sei ore e mezza. Appena sei ore e mezza.

Questa tensione è insopportabile, speriamo che duri.

Oscar Wilde

Fratelli e sorelle interisti, tra poche ore la Beneamata scenderà in campo. Siamo in Germania. Dortmund. L’impresa da fare è di quelle che fanno battere i cuori. C’è da scalare un muro per passare il girone, un gigantesco muro giallo composto da oltre 80000 tifosi. Quindi imbracciate insieme a me corde e rampino e andiamo a capire meglio cosa ci attende in questa lunga notte europea.

Visto che siamo abbastanza accaldati, meglio partire con un approccio razionale: partiamo dai freddi numeri e cerchiamo di capirci qualcosa. Questa stagione il Borussia Dortmund ha giocato 8 partite al Westfalenstadion: 6 vittorie e 2 pareggi con 19 gol fatti e 4 gol subiti. Qui il Barcelona è andato molto vicino a uscirne sconfitto, mentre il Bayern Monaco ci ha perso la Supercoppa tedesca. Il primo esercizio di spirito che dobbiamo portare a compimento consiste nel cancellare completamente il ricordo della gara di andata a San Siro e capire che di fronte abbiamo una squadra che nel suo stadio riesce davvero ad esprimere tutto il suo potenziale. Si pensi – per agevolare il confronto e per completezza di analisi – che delle 8 gare giocate fuori casa il Borussia Dortmund ne ha vinte 3, pareggiate 3 e perse 2 segnando 12 gol e subendone 10. Una differenza netta – legata ovviamente ad una molteplicità di fattori – che suggerisce tuttavia come il peso del fattore campo sia enorme. Non amo banalizzare riducendo il discorso al mero giocare in casa, ma credo ci siano degli stadi speciali, dove l’impossibile diventa possibile: il Westfalenstadion è a buon titolo uno di questi.

Spettacolare.

Le differenze rispetto alla gara di andata come detto saranno molteplici e ovviamente dobbiamo tenere conto anche dell’aspetto tattico.

A Milano Favre era sceso in campo con un 343 che probabilmente ci ha in un certo senso agevolato. Brandt in fase di non possesso si doveva sdoppiare tra De Vrij e Brozovic, che godevano entrambi di una certa libertà, tanto che il gol di Lautaro arrivò proprio grazie ad una palla al bacio offertagli dall’olandese.

Stasera sarà con buona probabilità diverso, tanto che è pronosticabile che il Borussia Dortmund scenda in campo con il suo canonico 4231 e che ci venga a prendere alto pressando fin da subito con intensità, spinto dal calore dello stadio. Sono scesi in campo in questo modo contro il Wolfsburg nella gara di Sabato vincendo con tre gol di scarto e portandosi al secondo posto in Bundesliga e tutto lascia pensare che riproporranno lo stesso sistema di gioco.

Più che alla gara di andata quindi, come canovaccio tattico, la partita potrebbe assomigliare a quella che abbiamo giocato al Camp Nou, ma uscire con la palla potrebbe essere persino più complicato. In quest’ottica è per noi fondamentale il recupero di Sensi. La sua pulizia tecnica e la sua capacità di farsi trovare tra le linee sono armi chiave per noi. Vedremo se partirà dall’inizio oppure verrà inserito a gara in corso, ma è chiaro che l’apporto qualitativo che può portare il centrocampista italiano è molto superiore a quello che possono dare Vecino e Gagliardini.

Molto comunque passerà dalle scelte di Favre e – più nello specifico – da come il tecnico svizzero vorrà venire a prendere certe posizioni. A Milano non ha accettato il 2vs2 tra le nostre punte ed i suoi difensori, schierando un difensore in più. Ha provato – come anticipato – a “recuperare” quell’uomo chiedendo a Brandt di ballare in fase di non possesso tra due giocatori e l’Inter è stata bravissima a capitalizzare al massimo quella situazione, ma questa volta dovendo vincere non credo che faccia ancora una scelta di questo genere. Ci si può attendere che il trequartista del Dortmund graviti su Brozovic, mentre la punta potrebbe occuparsi di De Vrij. Agli esterni il compito di occuparsi dei centrali esterni della nostra difesa a tre. Questo è quello che dovremmo aspettarci ed in tal caso sarà ancora più importante la prova di Lukaku e Lautaro nell’andare a battagliare con i difensori, lavorando per la squadra. Se all’andata Favre ha preferito schierarsi a specchio è evidente che lui per primo temesse in particolare quella situazione in cui le due punte di Conte si posizionano in verticale l’una rispetto all’altra: se fatto con i tempi giusti – di fatto – quel movimento in un 2vs2 (attacco vs difesa) è estremamente pericoloso, tanto che oggi vedremo come il tecnico svizzero avrà pensato almeno di prevenirlo.

Comunque sia la sensazione è che Conte tatticamente abbia qualcosa in più nella lettura della partita e sono convinto che la squadra che vedremo in campo questa sera sarà pronta sotto il profilo dell’organizzazione e saprà come comportarsi nelle diverse situazioni di gioco cercando di trarne il massimo da ciascuna di esse.

Nella trequarti il Borussia Dortmund ha moltissima qualità. Paco Alcacer, Reus (in dubbio), Gotze, Sancho, T. Hazard: chiunque dovesse giocare è evidente che qualitativamente ci sia una certa abbondanza, con giocatori che possono davvero mettere in difficoltà qualsiasi difesa. Ne dobbiamo prendere atto. Sarà necessaria una fase difensiva concentrata e compatta ed è da mettere in conto che sia l’avversario a fare la partita. Non dovremo concedere la profondità, ma neanche schiacciarci troppo come fatto per esempio recentemente contro il Bologna nell’episodio del gol di Soriano.

Purtroppo una delle situazioni su cui stiamo concedendo qualcosa ultimamente è proprio questa: quando siamo costretti a difendere bassi, nonostante sulla carta la squadra sia fisicamente molto forte, talvolta non siamo aggressivi e finiamo per essere troppo lassi e poco reattivi in uscita, concedendo troppo spazio alla punta (Soriano, Suarez, Djuricic, Boga). Il Borussia Dortmund sa fare girare palla molto bene in fase di sviluppo muovendola da un esterno all’altro costringendo la difesa ad abbassarsi: serviranno una grande concentrazione e una certa prontezza di spirito per non offrire occasioni di tiro con spazio a disposizione.

I troppi metri concessi a Soriano nell’azione del gol del Bologna.

Comunque sia, sebbene quanto discusso finora possa avere la sua rilevanza, nel mio essere prima di tutto un tifoso credo che ad un certo punto sia saggio guardare oltre – almeno tra di noi. La partita che andiamo a giocare oggi merita di essere assaporata e vissuta nella sua interezza, nel suo essere unica, senza soffocarla. Una sfida che ha – certamente – un peso specifico enorme sotto tutti i punti di vista e ne siamo tutti consapevoli. Sul piano sportivo è la gara che può segnare la storia del girone e un nostro eventuale ritorno agli ottavi di Champions League da cui purtroppo manchiamo dal 2012. Oltre quel muro ci sono: una porta che conduce tra le grandi d’Europa, una rinnovata consapevolezza di sé stessi e una presa di coscienza delle potenzialità di questo gruppo. Il lato sportivo funge da traino per quello economico e allora diciamo anche che superato quel muro ci sono anche danari, visibilità e una crescita di appeal a livello internazionale che rappresenterebbero un altro passo in avanti del nostro ritorno ai vertici mondiali: ma questo non è tutto.

Dall'altra parte di quel muro giallo c'è soprattutto un sogno, la realizzazione di una speranza che accende i cuori e le menti di milioni di tifosi interisti. twittalo

Non un’ossessione. Un sogno. Stasera saremo di fronte al Yellow Wall, vivremo insieme – a prescindere – una meravigliosa scarica di adrenalina e un’altra occasione per tutti noi di celebrare il nostro essere interisti. Non esistono limiti, barriere o confini che possano impedirci di sognare. Non ci sono muri così alti da toccare l’azzurro del cielo ed il nero della notte.

Abbracciamoci forte: questa è la sera dove i sogni, i nostri sogni, possono diventare realtà.

Niente vi appartiene più dei vostri sogni.

Friedrich Nietzsche
Avatar

Il_Casa

Interista, fratello del mondo. Dal 1992 un'unica fede a tinte rigorosamente nerazzurre. Sobrio come Maicon, faticatore come Recoba.

213 commenti

  • resta il fatto che ieri Nacho e Hakimi hanno fatto a fette la nostra parte sinistra. ed è una situazione che prescinde dall’interprete perché possiamo anche ammettere come Biraghi sia giusto per giocare titolare contro la fascia destra della classifica del campionato italiano. però se i due del Dortmund avessero trovato un po’ più di traffico sulla corsia non sarebbe stato male. 442 o 451, come ti pare. ovviamente detto da uno che capisce una fava di calcio, che sarei io.

  • Alla fine, come facilmente prevedibile, è finita la benzina.
    E poco importa disquisire se il crollo sia stato fisico o psicologico.
    Questo è un gruppo che riesce a tener testa a qualunque squadra e produrre un gioco piacevole e redditizio solo andando sempre a mille all’ora. Non esistono partite tranquille, né momenti della partita in cui si ‘gestisce’ il gioco. O si attacca e si pressa a testa bassa, con un consumo enorme di energie psicofisiche, o si subisce l’avversario (qualunque avversario) pericolosamente rintanati nella propria area.
    E questo semplicemente perché mancano a centrocampo le figure che sappiano lavorare di piede e di cervello in modo da dare alla squadra i ritmi e i cambi di passo necessari per prendere fiato nei momenti critici, tenendo la palla e impedendo che l’assetto della squadra si abbassi troppo.
    Nella nostra linea di centrocampo il solo Brozo (e forse Sensi quando c’è) è dotato della classe e della visione di gioco adatta a certi palcoscenici. Non a caso è anche quello visibilmente più stanco e stressato, e sappiamo che in queste condizioni la sua perdita di lucidità lo induce a errori mortali.
    In conclusione, anche se è amaro averne la riprova dopo esserci illusi, questa non è una squadra in grado (titolari + panchina) di partecipare in modo competitivo a Campionato e Champions.
    Facciamocene una ragione ed evitiamo di far godere gli ‘amici del giaguaro’ con polemiche pretestuose e masochistiche.
    Le premesse per fare un eccellente campionato ci sono.
    P.S. Conte fa benissimo a chiedere con insistenza un paio di rinforzi per gennaio.
    Adesso testa al Campionato e Forza Inter.

  • Secondo me passiamo il turno…
    Dipende solo da noi e se non batti lo Slavia è giusto uscire.
    Inter-Barcellona sarà una partita d’altri tempi!
    Buona giornata!

      • Tutte e tre le squadre hanno il destino nelle proprie mani.

        Il Barca non è ancora qualificato.

        Anche se il Borussia vincesse le prossime due, noi potremmo passare.

        Ma siamo di fronte a un sogno. Battere lo Slavia in trasferta e poi il Barca è durissima.

        • Vediamo, il barca non sta passando un buon momento, dipende come siamo messi noi e loro tra un mese.

          • Il Barca è il Barca.

            Certo, se il Barca arrivasse a Milano in ciabatte, con qualificazione e matematica certezza del primo posto, potremmo farcela.

            Ma questo presuppone una nostra vittoria a Praga e la contestuale sconfitta del Borussia a Barcellona.

            • A barcellona abbiamo giocato alla pari per 80 minuti.
              Se poi siamo i primi a darci perdenti senza neanche giocarla…

          • Il Barca è il Barca.

            Certo, se il Barca arrivasse a Milano in ciabatte, con qualificazione e matematica certezza del primo posto, potremmo farcela.

            Ma questo presuppone una nostra vittoria a Praga e la contestuale sconfitta del Borussia a Barcellona.

      • Se facciamo 6 punti passiamo matematicamente. O mi sono perso qualcosa?😉

      • Ciao Nic92! Vero, ma anche il Barça non può più scherzare, quindi si presume batta il Dortmund in casa…..a quel punto battendo lo Slavia torneremmo davanti. Poi vabbè, dobbiamo solo battere il Barça all’ultima…..dettagli 😀

      • No, dipende da noi.
        Se le vinciamo tutte andiamo a 10.
        Se il borussia le vince tutte, il barca finisce terzo.
        Se il borussia vince solo con lo slavia e perde con il barca, finisce a pari punti con noi e con gli scontri diretti siamo in vantaggio per differenza reti.
        Se il borussia fa 4 punti vuol dire che il barca avrà 9 punti, sempre che noi li battiamo a milano.

    • Bravo Sergente.
      Dipende anzitutto da noi.
      Battiamo lo Slavia a Praga (che poi non era così scarso come le p.i. andavano millantando, visto che ha bloccato il Barcellona al Camp Nou) e poi i catalani al Meazza (quella sì che sarà una partita epica) e poi ne parliamo.
      Ma quello che nessuno qui ha valutato può essere un biscotto, specialità in cui i catalani (la seconda squadra più innominabile d’Europa) sono specialisti.
      Se i tedeschi saranno incorruttibili e andassero a vincere a Barcellona allora invece sì che ci sarebbe da divertirsi.
      E, in tale ipotesi, se facessimo il nostro dovere potrebbe materializzarsi lo scenario ipotizzato da Mod al momento dei sorteggi: passano Dortmund e Inter e Barcellona eliminato nel girone.
      Fantacalcio? vedremo.

      • Se Barca- Borussia finisce in pari , l’Inter co la virttoria si qualifica proprio a loro danno, sempre vincendo a Praga.

  • primo intervento dopo il restyling del sito (a proposito, complimenti a tutti). Dopo un bel po’ di giornate di campionato e alcune di champions mi viene da dire che uno dei problemi è la monotematicità di Conte. in tutti i sensi. nell’atteggiamento tattico e in quello mentale. dopodiché l’allenatore quello è: lo sapevamo noi (oddio, forse non così tanto), lo sapevano i dirigenti.
    Quando la squadra gioca bene, gioca veramente bene. Ma dura 45/60 minuti. Anche lautaro, nel secondo tempo, non ne ha vista mezza. siccome non si possono fare 10 sostituzioni, sarebbe il caso che l’allenatore imparasse ad avere un atteggiamento più conservativo e ad addormentare le partite. Io temevo moltissimo i primi 15 minuti del secondo tempo, non mi sentivo tranquillo anche dopo le due semi sbandate alla fine del primo.
    per contro devo ancora capire come mi pongo di fronte allo sbroccamento post partita. io, dopo Mou, ho sempre e solo sentito allenatori che lisciavano il pelo ai tifosi e alla società. con risultati che definirei catastrofici. l’unico che nel post Mou ha alzato la voce è stato spalletti dopo la prima campagna acquisti, quando disse chiaramente che alcune promesse fatte non erano state mantenute.

    per come la vedo io conte dice una verità sacrosanta: dare libertà alla stampa di affermare che sensi è come iniesta, barella come roy keane ed esposito come van basten vuol dire premdere per il culo allenatore, tifosi, ambiente e anche i giocatori stessi.

    con tutto che a me barella, sensi ed esposito vanno benissimo.

    • In effetti è così.. La squadra deve ancora imparare a gestire i momenti della partita.. Non puoi sempre andare a mille all’ora.. Cmq anche se non è facile oggi vedo il bicchiere molto pieno ed un futuro roseo… Il problema serio sono i troppi gol in difesa ultimamente… Ma ora che rientrano tutti e che ricominciamo ad avere alternative anche in mezzo( attenzione perché Lazaro sta uscendo molto forte) sono. Sicuro che da 45 minuti attiveremo a farne 90 anche oltre il confine…

  • Conte non ha detto nulla di nuovo, perché tutto questo casino? Lui è fatto così e grazie a come è fatto ci sta mostrando un Inter, a lunghi tratti, come non vedevamo da tempo.
    Noi sempre a cercare la colpa (quando si perde), ma la colpa arriva da lontano, anni di ffp gratuiti quando c’erano già le basi per superarlo, ma la uefa riserva la sua tolleranza a pochi intimi, la panchina corta arriva da lì, e arriva da giocatori che con pochissima professionalità si sono messi per traverso fino all’ultimo giorno di mercato rendendo impossibile ultimare il mercato (e non parlo solo di Icardi).
    Poi si, qualche dirigente avrà sbagliato, anche Conte ogni tanto sbaglia, però siamo a 28pt in 11 partite, un punto sotto una squadra che di riffa
    o di raffa di punti ne ha 6 o 7 più di quanti ne meriterebbe.
    Insomma io sono soddisfatto, incazzato ma soddisfatto. Per ora. Andare in psicodramma adesso sarebbe veramente da coglioni.

    • E son proprio queste inutili polemiche di Conte che creano psicodramma.

      • Abbiamo avuto allenatori che se la prendevano con la pioggia, preferisco questo che nei suoi deliri di onnipotenza tiene tutti i dirigenti sul chi va là. D’altronde semplificando le cose dare 20ML lordi ad un allenatore più 10-12 all’altro esonerato e poi rimanere con una panchina corta o rinunciare a Dzeko o lasciar partire il Ninja. Dai! Lui il suo lo sta facendo, dimostrino anche gli altri dirigenti di meritare lo stipendio. Ragazzi non dimentichiamo che qua parliamo di professionisti di altissimo profilo dove gli errori si dovrebbero contare su un dito.
        Poi oh, lui è così da sempre non lo scopriamo oggi. Come allenatore/motivatore è un top e a noi questo interessa.

  • Probabilmente la crescita della squadra è stata più veloce del previsto paradossalmente… Se Due mesi fa avessero detto che giocavi mezze partite così a Barcellona e Dortmund ti avrebbero preso per matto… Sono schiaffi dolorosi ma cresceremo ancora… E per la qualificazione.. Vinciamo a Praga e Giochiamocela…

    • Peccato che poi l’ultima col Barca te la ritrovi tra Roma e Fiorentina

      • Faremo ruotare i giocatori.. Dopo la sosta dovrebbe avere tutti integri quindi..

    • Obbligatorio vincere entrambe le partite per la qualificazione.
      La scorsa stagione di questi tempi la classifica era Inter 7- Tottenham 4.
      Un turno prima era Inter 6 , Tottenham 1.
      Alla fine sappiamo tutti come e’ andata, per cui non vedo perche stavolta non siano i nostri a rivoltare la classifica.

    • Obbligatorio vincere entrambe le partite per la qualificazione.
      La scorsa stagione di questi tempi la classifica era Inter 7- Tottenham 4.
      Un turno prima era Inter 6 , Tottenham 1.
      Alla fine sappiamo tutti come e’ andata, per cui non vedo perche stavolta non siano i nostri a rivoltare la classifica.

    • l’anno scorso abbiamo battuto il Tottenham che vale 100 volte il BVB (e infatti è andato in finale) e pareggiato col Barca
      Quest’anno non battiamo neanche lo Slavia
      Passi avanti

      • Sono deluso anche io ma le valutazioni sul girone le farei dopo Praga o auspicabilmente dopo Inter Barcellona.. Sul Tottenham 100 volte più forte del Borussia non so..

  • Brutto risveglio stamani ragazzi.

    Purtroppo non abbiamo ancora la maturità necessaria. Quando Conte dice che servono giocatori che abbiano giocato a certi livelli dice la sacrosanta verità.

    Dirlo con toni polemici in loop ai primi di novembre non ha senso. Speriamo solo che questo nervosismo rientri, perchè abbiamo bisogno di serenità.

    Detto questo, gran primo tempo. Il secondo gol è di una bellezza disarmante.
    Lautaro è un giocatore pazzesco. Ha 22 anni. Non riesco a immaginarlo a 27.
    Sensi è un giocatore fondamentale nel nostro gioco. Speriamo sia rientrato definitivamente. Con lui ci divertiremo.
    Lazaro in queste tipo di partite è molto a suo agio. Mi piacerebbe vederlo schierato dal primo contro il Barca.

    Il Napoli sembra essere esploso. Puntiamo forte al secondo posto in campionato. Poi chissà, magari le merde vanno in black out (inverosimile) e noi gli si fà uno scherzetto.

    Ora sotto con il Verona.

  • Mah, a me non sembra che Conte abbia detto chissà cosa, insomma sono le solite che ripete da tempo e per me ha ragione. Non è un attacco ai giocatori che ha in rosa. È semplicemente un ribadire che la squadra è incompleta, ed è un dato di fatto.

    • E allora dovrebbero farlo tutti gli allenatori di A eccetto Sarri, ma non lo fanno, come mai?

  • concettualmente l allenatore ha ragione ma sbaglia tempi e luogo per le sue esternazioni, a mio avviso qui c è un problema di fondo e spiego, se prendi un allenatore come conte, contenti? l ho nominato, devi mettere in preventivo che pretende di competere per vincere da SUBITO e quindi devi acquistare ANCHE giocatori fatti e già pronti per farlo, invece come temevo la programmazione societaria guarda molto più in la, ai barella e ai sensi devi dare il tempo di crescere e maturare.. se come leggo sei su castrovilli e tonali un allenatore come il ns non ti serve, non fa da chioccia e non lo ha mai fatto, non puoi partorire un progetto da step by step….questo è un grosso equivoco, ngiorno.

    • Beh questo è stato vero in Inghilterra, in Italia la rosa della juve e della stessa nazionale non era composta solo da top tutt’altro e lui si è distinto nel valorizzare giocatori. Cmq concordo sulla tipologia di allenatore, adesso, oggi, ragiona così. A parziale difesa della dirigenza va detto che hanno condotto un mercato tremendamente complicato dalla vicenda Icardi, e non solo, Perisic JM e Borca (Borca!!! sic) hanno reso impossibile portare a termine le cose con più facilità.
      Va puntualizzato per onor di verità che anche i ns dirigenti sono e vengono pagati come Top, che se fosse una passeggiata fare mercato per l’Inter allora bastavo io a 2mila euro al mese.

      • come ha sottolineato il ns allenatore a precisa domanda quando allenava la gldm aveva da gestire solo una partita a settimana, in uk aveva una signora squadra ma anche lì non ha gestito benissimo le competizioni.. io chiederei almeno 20mila!!

        • Io ho il sospetto che lui sappia come ottenere le cose. Metodo discutibilissimo, ma scommetto più efficace del modo di fare da signore di Spalletti.
          Nel calcio di oggi si va a render conto solo di quello di cui si parla.
          Questo vale dai falli alla campagna acquisti, ti faccio un esempio che apparentemente non c’entra nulla: nessuno ha fatto notare che (volontario o meno che sia) è stato fatto un fallo su Politano che in 100 altri casi è stato oggetto di infinite discussioni se da espulsione o meno, entra lateralmente sulla caviglia e la schiaccia, su cr7 sarebbe stato da galera, da noi neanche I tifosi sprecano un grazie a Politano che ha giocato con una distorsione che sono sicuro lo fermerà per una paio di mesi (vedrete).
          Noi le promesse e rassicurazioni che la dirigenza gli ha fatto non le conosciamo, lui si, e gli monta la carogna quando si volta verso la panca e pensa a quelli che gli avevano promesso, ma se nessuno ne sa nulla nessuno ne risponderà mai. In Italia (forse nel mondo, non so…) gli allenatori pagano 10 volte quanto pagano i dirigenti. A un allenatore contesti qualunque cambio o modulo ogni settimana anche quando hai 28 punti in 11 partite… , del dirigente parli 3 settimane in spiaggia e morta lì.

          • ti do amaramente ragione, noi non sapremo mai che tipo di promesse e se ci sono state ovvio…però sappiamo una cosa o almeno io ne sono consapevole, il fulcro della proprietà sta a nanchino.. le decisioni tutte vengono prese a nanchino…e chi diceva che marotta avrebbe avuto carta bianca per me si sbagliava…marotta fa o non fa con quello che gli mettono a disposizione.

  • Ottimo primo tempo, secondo da dimenticare.
    Il problema resta le troppe partite ammucchiate una sull’altra, che produce stanchezza ed infortuni. Oggi era la sesta partita in 17 giorni, una ogni 2.8 giorni.
    Allucinante solo pensare di poter reggere a questi ritmi. Non riescono a tenerlo nemmeno squadre come Barca, City, Real , Liverpool e via di seguito.
    Pensare che lo possa fare una squadra che sta’ ancora cercando la sua identita’ non credo sia possibile.
    P. S.
    Ci sarebbe anche da tenere conto che questo Borussia e’ una signora squadra, e che in casa ha un ruolino di marcia da far paura. Il Barca sarebbe dovuto tonare a casa con almeno un 3 a 0 , con annesso rigore sbagliato dai tedeschi.

  • Mazza che dramma, io speravo in una buona prova e sono stato accontentato, il primo tempo poteva finire 0-4 facile, con il muro giallo che si faceva i selfies, poi il secondo tempo hanno avuto la meglio loro, se finiva 2-2 era il risultato piú giusto, io non critico nessuno, il trend é positivo e la CL per quest´anno la vincerá un´altra, andiamo avanti che la prossima é pericolosa, abbiamo bisogno di tre punti per dimenticare questo svivolone . imao, buonanotte e Forza Inter !
    https://youtu.be/n4RjJKxsamQ

  • Occhio!
    Il napoli è esploso.
    Tutti contro tutti, ammutinamento dei giocatori contro il ritiro.
    Probabilmente Dela venderà tutto e andrà in Premier, come ha già minacciato.
    Se vogliamo uno BUONO a gennaio, io a Fabian Ruiz ci penserei.
    E forse anche a qualcun altro!

    • (Ah già, anche Allan non sarebbe male 😜 o Zielinski.. Ne hanno qualcuno buono!)

    • (Ah già, anche Allan non sarebbe male 😜 o Zielinski.. Ne hanno qualcuno buono!)

  • e ovviamente le mie pagelle sono assolutamente personali, da neofita, aspetto quelle del @maestro per capire se almeno minimamente potrebbero essere condivise.

  • Se togli un 9 devi mettere un 9. Se no gli fai prendere metri. E il ragazzo in dieci minuti all’andata gli ha fatto un culo che ancora se lo ricordano i crucchi. In più se capita una punizione la tira meglio di tutti. In più è 1,87 e Politano 1, 67. Se stai pagando dazio dal punto di vista fisico nkn c’è dubbio su chi deve entrare. Anche sui cross. Ed è veloce quanto Politano, il rigore lo prese dopo 40 metri di corsa tra due difensori. È la seconda volta che sbaglia questo cambio. Due sono errori. Tre sono cazzate.
    👁️

    • Già…Qui ho la sensazione che Conte stia gestendo lo scontento di Politano. E’ una questione di equilibri interni. Spero di sbagliarmi, ma se non mi sbaglio io lo fa Conte.

      • Sarebbe grave se fosse così. Non puoi anteporre il singolo al risultato di squadra. Esposito, pur 17enne, era il cambio secondo me più sensato, ma Conte pensava di tenere qualche pallone in più e ripartire con Politano…..non avremo mai la controprova anche perchè l’hanno azzoppato subito e di fatto abbiamo giocato gli ultimi 20′ in dieci.
        Resto convinto che Politano non abbia molto senso in questo modulo, tantomeno a questi livelli. Di certo non nel’Inter che si gioca la CL

    • Ha voluto provare a mettere freschezza, purtroppo si è fatto male. Anche da zoppo Politano è riuscito a mandare in porta con assist di tacco Sensi: poteva essere il 3a3 e su qua si sarebbe detto altro

      • No.
        Freschezza?
        Ne ha più Politano o Esposito?
        All’andata ci aveva portato in dono un rigore conquistato in un modo che Politano neanche in 7 vite. Senza contare che è 20 cm più alto e minimo 15 kg più grosso. In quel contrasto CHI si sarebbe fatto male, lui o il crucco? Non si sa. Ma si sa benissimo chi si è fatto male stasera.
        Lettura SBAGLIATA e cambi sbagliati.
        Ora che impari dagli errori

        • Politano a me piace molto, negli ultimi venti/trenta minuti lo metterei sempre. Ha dribbling, tiro, fantasia e si sacrifica. La caviglia si è piegata di brutto, è stata una fatalità di gioco. In quelle condizioni a quei livelli è davvero dura, rischi di sfasciarti:eppure non si è tirato indietro.

    • si vero anche questo, ma ripeto che secondo me l’abbiamo persa con quel pressing nella loro metà campo che ci ha sfiancato inutilmente, non serviva anzi era controproducente

      • Finchè c’è stato quel pressing stavamo vincendo 2-0 su uno dei campi più difficili al mondo. Il problema è che a questi ritmi duriamo 45’…..loro invece non sono calati, eppure avevano speso molto anche loro nel primo tempo

  • A me l’Inter é piaciuta, con tratti di grandiosità nel primo tempo.
    Cancellerei il secondo gol da polli e l’infortunio di Politano che ci ha zavorrati. Per il resto sempre in partita. Bisogna anche dare merito al Dortmun che ha spinto tantissimo nella ripresa. Avanti così.

  • Sensi dopo qualche minuto ha preso confidenza ridandoci in mano il pallino, anche Lazaro una volta carburato li ha messi in difficoltà sulla fascia: i cambi doveva spenderseli sul 2-1, prima che l’inerzia si mangiasse la partita.

    • Mi ripeto, quel pressing nel primo tempo era completamente inutile e stancante

      • Non sappiamo gestire la partita, non sappiamo aspettare perchè ci schiacciamo e perdiamo il bandolo. Sappiamo solo giocare con “quel pressing”, ma non abbiamo una rosa abbastanza profonda per farlo 90 minuti, E non reggiamo quei ritmi nemmeno a livello mentale. Questo è Conte, nel bene e nel male.

  • Brozovic che ciondola e si fa soffiare il pallone su quella rimessa è da uccidere

  • Errore da scuola calcio dì Candreva,che fa un bel passaggio in orizzontale alla cieca .
    E poi,imperdonabile calo di concentrazione sul fallo laterale che ha portato al pareggio!
    Da uno come Godin non me lo sarei aspettato…
    Comunque,il Barça batte il Dortmund e noi andiamo a vincere a Praga e ce la giochiamo in casa con i catalani!
    Blindare il mio “Torito”,please!
    C’è ancora da lavorare. Ma lo sapevamo!

    • Sul passaggio di Candreva l’errore cruciale è di Barella e Lautaro che non si capiscono e si fermano entrambi. Sulla rimessa la leggerezza è di Brozovic.

      • Non si fa mai una giocata del genere in quella zona del campo quando stai attaccando.
        Non ci sono scuse…
        Lo insegnano ai bambini di 10 anni…

        • Noi la facciamo sempre invece.
          L’errore non è di Godin, lui si smarca per ricevere il passaggio, ma il passaggio va a Brozo, se mai può essere anche colpa di Candreva che non doveva dare palla a Brozo.

          • di Brozo assolutamente, ma l’hai visto come ciondola verso il pallone?

            • Forse non è abbastanza reattivo, ma lui doveva smarcarsi per il passaggio, non marcare Brandt. E’ Brozo che perde palla (troppo molle) e sbaglia Candreva a darla a lui, è marcato.

              • Mia sensazione. Sbagliano in 3,4.
                5 se contiamo me che ero seduto sulla stessa sedia della partita col Barca

    • Io non son convinto il Barca di questi tempi faccia risultato col Dortmund, dovevamo uscire da ieri con almeno 1 punto per giocarci la qualificazione

  • Mamma mia che delusione! Dopo quel primo tempo mai avrei pensato ad un crollo mentale e fisico come a cui abbiamo assistito! C’è da crescere tanto nella gestione della partita nei momenti difficili e c’è da completare la rosa…..

  • Fine dell’avventura in Champions anche quest’anno. Non si può pensare di andare lontano giocando un tempo per partita. Detto e stradetto, o si va a mille, e si regalano scampoli di gran calcio (primo tempo), o si sbraca malamente (secondo). Per andare sempre a mille ci va panchina adeguata e tenuta mentale. Non abbiamo nè l’una nè l’altra. Peccato, perchè così fa male doppiamente, alla classifica ed al morale.

  • Tutto sommato il risultato esprime reali valori.

    Come a Barcellona, ti imponi sull’impeto iniziale, ma poi quello svanisce come un bluff e puntualmente la squadra più forte ci batte.

    La partita di dice, anzi conferma, che facciamo quello che possiamo, tutto fino all’ultimo punto, ma nulla più, per ora niente imprese, miracoli, risultati da ricordare dopo anni.

    Eccezione positiva l’andata coi tedeschi. Eccezione, non regola, PER ORA.

    Questa prima parte di stagione, IMHO, ci dice una cosa a chiare lettere: non siamo ancora grandi, ma ci siamo così dannatamente vicino.

    • Eppure , credo che con 2 vittorie , l’Inter puo’ ancora qualificarsi.
      E’ ancora padrona del suo destino.

  • ok schiantati al 60esimo come molte altre volte, ma che sfida però daiii, pure con il più fresco zoppo, viaaaa

  • Purtroppo il gioco di Conte è molto dispendioso e il fatto di avere una rosa corta è coinciso con diversi infortuni. Questi due fattori stanno determinando alcune prestazioni sotto tono, anche se parziali, poi mettici che le partite perse quest’anno sono state tutte contro squadre più forti di noi ed ecco che siamo qui a lamentarci.
    Tutto sommato mi sembra che le basi per fare bene nel prossimo futuro siano state messe e quindi si possa essere fiduciosi comunque vadano le cose in CL. Forse, come diceva qualcuno, per essere competitivi in campionato bisogna uscire dalla CL….

  • Facciamo 6 punti nelle prossime 2 partite che siamo in vantaggio negli scontri diretti col borussia.
    Ecco quello che dovrebbe dire l’allenatore
    Invece è preoccupato solo di difendere il personaggio che si è costruito. Mediocre, tatticamente scarso e egoista.

  • Dopo il sorteggio dei gironi, nessuno (o quasi) avrebbe scommesso un centesimo di euro sulla qualificazione dell’Inter agli ottavi. Ora tutti delusi, e giustamente direi, soprattutto dopo la qualità di gioco vista nei primi tempi contro Barca e Borussia!
    Io riparirei da qui, proprio da questi primi tempi, con un tantino di ottimismo!
    Siamo al 95% fuori dalla Champions, ma manca ancora un 5% (ricordiamoci del Tottenham l’anno scorso), senza tuttavia illuderci più di tanto.
    Abbiamo il diritto di criticare aspetti tecnici, tattici e societari che secondo ciascuno di noi non vanno come dovrebbero, ma evitiamo di sparare su tutto e tutti perchè faremmo solo il gioco dei nemici!
    A gennaio completiamo la rosa e giochiamocela in campionato!

    • Ma stiamo scherzando? Il BVB costa la metà dell’Inter, come cartellini e ingaggi: Ditemi che, a parte Witsel che giocava in Cina, e Gotze che giocava a calcio otto anni fa, conoscevate qualche giocatore
      Lo Slavia Praga forse il 10% del nostro budget
      Se però intendi dire che nessuno scommetteva un centesimo perchè in carriera il mister non ha mai vinto una partita oltre il Brennero, allora ok

      • Ad inizio dell’annata 19/20 noi nella classifica UEFA siamo di molto (ma molto, molto) dietro barsa e bvb e appena appena (ma appena appena) davanti a Slavia. Secondo me questa classifica UEFA conta molto di più dei fatturati e costi della rosa che sono importanti ma richiedono tempo per poi ritrovarli rispettati dai valori che si dimostrano sul campo.

      • Se non conosci giocatori del BVB vuol dire che il calcio non lo segui.
        Di Hakimi, Sancho e Brandt si parla da anni.
        Hazard anche, in modo diverso.
        Reus e Hummels sono fuoriclasse in declino.
        Paco Alcacer, Gotze, sono calciatori famosi.

          • Per Hummels avevo una passione smodata tempo fa.
            Il Dortmund è una bella squadra, pochi cazzi, anno scorso ha sverniciato tutti nel suo girone e ha lottato punto a punto con il Bayern.
            Sono superiori e non si scopre oggi.

      • La politica del Borussia non e’ “mai” stata diandare a buttare miliardi nel cesso per comprare nomi, ma di cercare talenti giovani e sconosciuti e farne campioni. E questo lo fa’ dai tempi di Klopp.
        Peccato che per motivo di bilancio, ogni anno deve privarsi dei pezzi migliori , altrimenti farebbe terra bruciata.

  • – E vai con la vecchia Inter della legge di Murphy: se può perdere in un modo ancor più doloroso del solito, lo farà.
    – Perdere così, dopo aver giocato un primo tempo grandioso, fa un male assurdo: ci siamo resi conto tutti, purtroppo, che quel primo tempo è stato pagato con un secondo da incubo.
    – Non c’è bisogno, peraltro, che Conte vada in TV a fare il pazzo urlando che la squadra è corta, mal programmata in estate ecc ecc: in estate c’era anche lui, non dicesse che non ha visto quel che succedeva.
    – Non ha commesso, peraltro, grossi errori a mio avviso: credo che Esposito non l’abbia fatto entrare perché ha pensato che comunque non gli sarebbe arrivata una sola palla giocabile, come era successo a Lukaku; con Politano e Sensi ovviamente sperava di tenere più palla, quando il punteggio era ancora positivo.
    – Il problema non è solo la squadra corta, purtroppo, ma che anche alcuni di quelli che giocano non sono a questi livelli neppure da freschi: Godin non regge più i ritmi, Vecino si inserisce 1 minuto, ma i restanti 89 sbaglia lo sbagliabile, Candreva idem, Biraghi non sta assolutamente reggendo il passaggio ad un livello più alto della Fiorentina. Bravissimi gli altri, con un Lautaro semplicemente fenomenale.
    – Chiusura con pessimismo: non vedo perché dovremmo andare a vincere a Praga, dopo aver pareggiato con lo Slavia in casa e dopo che loro sono andati allegramente a pareggiare a Barcellona: Conte mi stupisca e porti a casa la vittoria !!!

  • Il mio pensiero sulle parole di Conte.
    1. Volevi la bicicletta? Adesso pedali. Hai sposato in toto il progetto della società, ci hai fatto i maroni quadri sulla disciplina, sul proggetto ggiovani eccetera, hai chiesto e ottenuto sul mercato, non hai proprio un cazzo di cui lamentarti, soprattutto visto che a non avere i paraocchi queste cose erano abbastanza prevedibili sin da luglio.
    2. Ha ragione su tutto, ovviamente. Non sono questi i modi per dirlo, ma ha ragione.
    3. Se alla società gli viene un po’ di pepe al culo e a gennaio prendono non dico chissà chi, ma almeno un Vidal, per me può fare anche di peggio, che ne so, bruciando un’immaginetta di Marotta o cose così.
    4. I grandi allenatori pensano a sé stessi e molti perdono la brocca. Mourinho ha sclerato con noi, con il Real, alla dirigenza del Man U gliene ha dette di tutti i colori. Se prendi un grande allenatore certe cose le devi mettere in conto, soprattutto Conte che impazziva anche con la juve.
    5. Conte vuole vincere, le sconfitte gli bruciano. Bene così, che i “ci può stare” hanno rotto il cazzo, e i sorrisoni per poi andare in campo e prenderle non servono a nulla.

    • Ok tutto più o meno coerente, ma se poi sei stato bravo ad arrivare ad un passo dalla meta e sapendo che tanto la situazione è questa anche se spali merda sulla societá e sminuisci la tua rosa, potresti farti sentire in privato da Marotta invece di scaricare una tua lettura sbagliata della partita o cambi tardivi e sbagliati (politano) su altri.

      • Ma quale sarebbe la lettura sbagliata? Ogni volta che si perde c’è qualcuno che se la prende con i cambi, ma ieri ha messo Sensi che ha fatto poco ma fino a ieri leggevo sul blog che non si può giocare senza (anche giustamente visto le riserve), Lazaro che è stato uno dei più pericolosi, o almeno uno dei più vivi nel 2t, e Politano, che a me fa schifo, ma se non ha combinato nulla è perché si è rotto ed è uscito dallo stadio in stampelle.

        • Il cambio sbagliato è politano invece del bimbo, tutti e 3 i cambi divevano essere fatti prima e sopratutto abbiamo sprecato energie assurde in un inutile pressing pur sapendo che avremmo pagato dazio

          • A mio parere non possiamo trattare Esposito quale Salvatore della patria.

            Politano invece che Esposito ha molto senso. Lui e Sensi avevano il compito di mettere ordine e unire i reparti.
            Non abbiamo fatto arrivare una palla giocabile a Lukaku e Lautaro nel secondo tempo.
            Se anche ci fosse stato Esposito non sarebbe stato molto diverso.
            Politano la palla te la può portare su, anche senza incidere, visto che tutti improvvisamente lo schifate, con una accelerazione. È un altro tipo di giocatore.

          • Chiariamo due cose.
            1. Esposito non è Maradona. A leggere certi commenti ieri sembrava che bastasse mettere lui per vincere le partite in scioltezza. Ecco, è una stronzata. Conte stesso l’ha detto, Esposito non deve essere la panacea per tutti i mali, poi se volete insegnargli il lavoro fate pure, mi sembra uno abbastanza calmo e sereno che ascolta con piacere le critiche costruttive.
            2. Va bene il calo fisico e tutto, ma se prendiamo 1 gol su una rimessa laterale nostra, e 1 su un pallone sbagliato a metà campo, non sono le gambe la causa.
            Fra l’altro non capisco nemmeno la storia dell'”inutile pressing”, dovevamo stare in area a difendere e far passare 45′?

            • Allora chiariamo un’altra cosa. Che se Esposito non è Maradona, col cazzo che Politano è Caniggia . E i dieci minuti che ha fatto Esposito all’andata li abbiamo visti tutti. In più, se lasci una sola punta ai tedeschi basta tenere 2 difensori se ne hai due almeno tre li devono lasciare dietro, se nkn quattro. In più, se perde palla Esposito la perde sulla trequarti loro se la perde Politano la può anche perdere a cc e in due passaggi sono a dama. Oltre alla enorme differenza come fisicità a parità di velocità. Ma per piacere. È l’ABC

              • Ma quale ABC, ma per favore.
                Vi siete fissati con Esposito come 2 anni fa con Emmers, o con Zinho e compagnia cantante.
                Esposito è una punta e tiene palla bene, il problema è che di palloni in attacco non ne arrivava manco mezzo. Poi adesso Esposito entrerà (essendo rotto anche Politano), magari quando siamo in svantaggio, non combinerà nulla e tutti a cadere dal pero.
                Ma prendiamocela con Conte, è quello il trend tanto.

              • Non è prendendo di mira Politano che si risolvono i problemi o si da una lettura oggettiva della partita.

                Politano non è inferiore ad Esposito.
                Soprattutto non lo è solo perché non viene dalla cantera.
                Sono semplicemente due giocatori diversi.

                Politano aveva senso.

            • Nel primo tempo rimanendo più bassi dopo il vantaggio avremmo avuto più spazi per ripartire e dosato le forze, sai che non reggiamo questi ritmi per più di 60 minuti perchè arivare allo stremo? perchè non fare almeno 2 cambi al minuto 60 sul 2 a 1 ? . Esposito è una punta che ti costringe a sudare e rinculare e la butta dentro, Politano non è una punta. Ma comunque sono errori che possono capitarti nessuno lo stava condannando,nessuno lo aveva messo alla gogna prima che cominciasse a spaccare tutto con le sue accuse a tutti meno che a se stesso.
              Speriamo bene ma non è questo il modo giusto di fare.

              • Nel primo tempo giocando alti abbiamo chiuso 2 a 0, ma dovevamo giocare bassi, ok.
                Esposito la punta che la butta dentro 0 gol anche nelle amichevoli estive contro gli scappati di casa.
                Politano non è una punta ma quello che ha è il buon passo, evidentemente in quel momento serviva quello.

            • è quello che abbiamo fatto, tutti in area sperando che i minuti volassero

              • E’ stata una conseguenza del fatto che non ci fosse un cristo che azzeccasse un passaggio, ogni volta che si provava a ripartire abbiamo regalato palla

          • ha messo Politano al posto del bimbo perchè da 5 3 2 voleva passare a 5 4 1, Politano è andata sulla fascia a cc, Conte è stato inquadrato mentre gli diceva “Quattro” facendo anche segno con la mano. Eravamo 2 a 2 e ha tentato di chiudersi ancora di più.

  • Volevate il gobbo? eccolo in tutto il suo splendore, già mi girano i maroni per la sconfitta, poi questo se ne viene fuori con queste polemiche deleterie ed insensate, cakkio se potevamo spendere 500 milioni avremmo ripreso Murino!! e non te.

    sono più che sicuro che si riferisca a Dzeko e non vorrei anche alla cessione di Nainggolan

    • Non so nulla del naingolan, chi lo voleva chi, ma sono sicura, assolutamente, che dezco non lo abbia voluto la società, non a quei prezzi non ha quella eta’ non a quel contratto.

    • Non so nulla del naingolan, chi lo voleva chi, ma sono sicura, assolutamente, che dezco non lo abbia voluto la società, non a quei prezzi non ha quella eta’ non a quel contratto.

  • Dai, non può fare il bizzoso ai primi di novembre, a cosa serve? a chi serve? Questa cosa non mi piace è un modo di lavarsene le mani, o ti lamenti subito o tieni la cosa interna e a gennaio rimedi, non sbotti adesso.
    Mi dispiace ma stasera l’ha letta male lui, sapeva le nostre condizioni e doveva impostarla in ripartenza e avremmo tenuto 90 minuti.

  • A questi livelli o si gestisce il vantaggio o le si perde.
    Ed è meglio inizi a pensare in questo modo Conte. A tenere il pallone. Perche con la tecnica che ha è un peccato si gettano nel cesso tutte ste partite.

    Per ora siamo quelli dei precedenti anni, come gestione, sebbene con più qualita… per motivi diversi.
    Resto piuttosto convinto la differenza la si vedrà a gennaio.

    • A me non sembra che abbiamo tutta sta tecnica, anzi. Se ci ritroviamo così cotti fisicamente è anche perché non abbiamo tecnica. Io direi che non sappiamo leggere/indirizzare la partita, discorso più ampio.

      • Sicuro. Non sappiamo leggerla.
        La tecnica per me c’è.
        Abbiamo cercato alla disperata la verticalità anche sul 4a1 col Sassuolo. Fino a fine partita.

        • La partita la puoi bloccare anche lasciando il pallone a loro. Ma se prendi gol su una tua rimessa laterale il problema principale non è né fisico, né tecnico.

    • si si possono se non vai sempre a 2000, fisicamente impossibile, e se NON insegni la gestione della partita…scusa ma pirla.

      • Che non si sappia, o non si chieda, di consolidare il possesso è vero. E ci è costato già caro altre volte

      • ci sono anche gli avversari in campo. Fatevene una ragione. Quelli che nn hanno impressionato, la squadraccia… nel secondo tempo ci hanno asfaltato. Punto

  • che partita divertente, che squadrone! niente da aggiungere come detto non mi avevano impressionato…ndr società muoversi a rinnovare il contratto di Lautaro, 3 gol in champions e tanta roba in ogni parte del campo, prende una misera anche a confronto di chi non gioca mai che 111 milioni li pagano tutti.

  • Gran primo tempo ogni tanto rischiamo per foga.. Se usiamo la testa e la facciamo girare la portiamo a casa.. Sarebbe ideale il gol del. Gigante entro il 60..Dale Inter Dale…

  • Grande primo tempo, mi aspetto l’episodio che rimescola le carte… tenere…

    • cotto per i tifosi che esagerano sempre, giocare e giocare è allenante cit.

  • Lo Slavia sta giocando con un mai visto 6-3-1, con i i sei sulla linea di centrocampo. E il Bars a per ora in confusione.

  • Nella descrizione del pre-partita manca il rutto libero…forza ragazzi, voglio una notte da leoni

  • L’elemento più grave è il passo indietro della difesa rispetto all’anno scorso.
    Avevamo terminato la stagione con una certezza: dietro c’era solidità.

    Ora invece pigliamo gol con una semplicità imbarazzante.

    • Sicuramente si sarebbe potuti ripartire dal buon lavoro di Spalletti in difesa e restare a 4 dietro, ma tant’è….non si torna indietro, non finchè ci sarà questo allenatore. E ti assicuro che sono il primo a trovare assurdo depotenziare Skriniar mettendolo in quella posizione.

      Ma alla fine contano il gioco che esprimi e i risultati che ottieni: l’anno scorso in CL non perdevamo 2-1 e 3-2 ma 2-0 e 1-0 (a Londra avendo giocato per il pareggio, senza provarci mai hai perso una partita quasi fotocopia a questa per posta in palio)….è vero cambia poco, ma stasera te la sei giocata tra mille difficoltà (di fatto siamo pure rimasti in 10 nel momento clou) e dimostrato una crescita. Il problema è che a questi ritmi reggiamo 45 minuti.

      Ma secondo me adesso siamo più competitivi rispetto ad anno scorso.

      • ma state davvero paragonando il Tottenham a Sculz, Weigl e come cazzo si chiamano?

        • Sì perchè? Secondo te il Tottenham è di un altro pianeta rispetto al Borussia ?? Sono entrambe squadre forti che giocano la CL con continuità da anni, passando sempre il girone. Anzi secondo me il Borussia è un club meglio organizzato del Tottenham.

          Se poi la tua vuole essere una difesa di Spalletti caschi male perchè sono un suo sostenitore e l’avrei tenuto un altro anno.

          Ma adesso c’è Conte e non si torna indietro. Poi se non vedi alcun miglioramento rispetto ad anno scorso mi sa che vediamo due sport diversi

  • Si capiva che eravamo fragili già dalle ultime battute del primo tempo e da qualche sortita del Dortmund salvata da Handanovic.

    Quanto all’isteria di Conte
    (e alla lettura ad minchiam della partita fatta solo di parossismo e spreco di energie)

    non mi esprimo.
    Mi stupisce molto di più lo smarrimento di taluni del blog.

  • Siamo tutti molto provati da questa serata che prima ci ha illusi e poi presi a calci.
    Tutto viene condizionato dal risultato finale, e quindi dal giramento di palle funesto.
    È inutile dirsi che il processo di crescita è appena cominciato se poi si sbarella di fronte a una sconfitta come questa.
    Vale per noi, e non solo per noi, soprattutto per i protagonisti. E ci siamo capiti.

    Però le offese tra di voi, e quindi tra di noi, no. Stop.

    • Giusto .
      Attualmente siamo terzi nel girone, ma nel confronto diretto con il Dortmund siamo in vantaggio.
      Lo Slavia oggi ha bloccato il Barcellona al Camp Nou, non ci sono risultati scontati.
      Dovremo andare a vincere a Praga e il Dortmund andrà a Barcellona, poi avremo noi i catalani in casa .
      Dipende ancora tutto da noi e il girone è ancora incertissimo.

      Calma, ripeto, e FORZA INTER.

  • Conte, figlio mio, se leggi la partita come l’ultimo dei dilettanti, la colpa non è della società.
    Il cambio Politano Lukaku grida vendetta.
    Quante volte ti ho detto che Politano NON è una punta?

    Secondo tempo imbarazzante, con Candreva che torna ad essere il testabassa di spallettiana memoria. Un passaggino all’indietro vi seppellirà.

  • E’ controproducente andare a lamentarsi per l’ennesima volta dei limiti della rosa e degli errori dei dirigenti. Conte sa che con una rosa così non può competere per vincere come vorrebbe e come immaginava avrebbe potuto fare fin da quest’anno. Però veda di tenere i nervi a posto. I giocatori tendenzialmente non è che risultino particolarmente spronati dalle lamentele sulla loro inadeguatezza. D’altronde questo è l’uomo che mollò i gobbi nel bel mezzo della preparazione estiva perchè insoddisfatto del mercato. Speriamo la squadra regga il colpo fino al mercato di gennaio e speriamo che gli portino il Vidal del caso. Altrimenti teniamoci forte…

  • paggelle
    handa 7
    Godin 6
    Skriniar 5.5
    devrai 6
    candreva 4
    Biraghi 5
    barella 6
    brozo 8
    vecino 6 (il gol)
    Lautaro 9
    lukaku 6
    politano sv inutile
    Valentino 6 ha mosso inutilmente
    allenatore 1 di stima.

      • si, ma non funzia così credo, ho fatto la somma dei 90 e passa poco minuti, discutibili ma sono la mia percezione, ciao.

        • sì certo. intendevo che è stata talmente folle la differenza tra le due prestazioni che non si può nemmeno fare una media tra i due tempi.
          Ad esempio, per me Brozo era da 10 nel primo e da 4 nel secondo, ma sono io il primo a non condividere il 7 che ne viene fuori. Follia Inter.

    • Ti manca Sensi, 6 per ne, e forse avrei dato 5 a Candreva. Per il resto, mancano i commenti in coattesco ma i voti sono parecchio centrati

    • come diceva il sommo @Python prima vince, il campionato, e da vincente si tolga dai maroni, thank.

    • Si, e ha anche rotto un po’ il cazzo con ste interviste polemiche intestine.

      Gennaio arriverà, porti pazienza, una squadra di 22 titolari non si poteva fare in una singola estate, si rilassasse un attimo e pensasse piuttosto alle gambe tremolanti dei suoi uomini quando si alza la pressione

      • Ecco appunto, massimo rispetto per il professionista, ma Conte è una mina vagante. Ricordiamoci come se ne andò dalla Juve. La rosa è corta, lo diciamo tutti, ma non è che se lo ripete lui ad ogni uscita rende un gran servizio a quelli dietro i titolari.

  • ora serve il doppio miracolo, per me sarà più dura col Praga che col Barca, ma se le vinciamo tutte e due si passa quasi sicuramente

  • Peccato. Immaturità. Non c’è altro da dire.
    E l’infortunio di politano è stato un macigno.

    Cresceremo.
    Teniamoci un grande Lautaro. E devo dire che lazaro in Champions ci sta eccome.

    • ma quale immaturità? e basta! in ogni partita esistono momenti e momenti e vanno conteggiati e gestiti, noi siamo una ottima squadra ma non va mandata SEMPRE all’ arrembaggio! o in 9 dietro la palla? non esiste equilibrio.

  • ma io giuro che durante il primo tempo continuavo a dire ” Ma perché facciamo tutto questo pressing?? , spreco inutile di energia, sopratutto essendo in vantaggio” per me questo è stato un gravissimo errore

    • Forse è stato proprio quel pressing a farci dominare il primo tempo e a ritardare fino 54mo il loro rientro in partita. Chi lo può dire. Giocando lenti e chiusi magari perdevamo lo stesso 2 a 0. Almeno così abbiamo sperato per metà partita…

      • abbiamo fatto due gol in ripartenza, se invece di pressarli alti inutilmente e senza creare nulla li facevi salire magari li infilavi non 2 ma 4 volte, negli spazi eravamo devastanti, mi dispiace ma secondo me l’ha letta male conte, sapendo che non ce la facciamo a reggere a quei ritmi più di 60 minuti

        • Forse hai ragione. Sono troppo deluso dopo essere stato troppo gasato all’intervallo

  • Mamma mia che batosta, questa fa malissimo.
    L’Europa è in salitissima, ma tempo di più il contraccolpo che può dare alla stagione sta mazzata

  • Io ero più tranquillo prima di Barcellona, che è squadra supponente e quindi più “facilmente” aggredibile da chi mette intensità. Il Borussia Dortmund, soprattutto quando gioca nelle sue Mura, mette anima e corpo in tutto quello che fa. Servirà una prestazione monstre. I tedeschi un paio di occasioni grosse le concedono sempre, speriamo che i nostri due alfieri sappiano approfittarne. E spero che torni in campo il nostro piccolo genio, Sensi.

    • l ultima vera tensione da contorsionismo budellare l ho avuta lo scorso anno con il psv…sarà ma questo Dortmund non mi ha impressionato….mi sa che sensi parte dalla panchina.

  • che partita divertente, che squadrone! niente da aggiungere come detto non mi avevano impressionato…ndr società muoversi a rinnovare il contratto di Lautaro, 3 gol in champions e tanta roba in ogni parte del campo, prende una misera anche a confronto di chi non gioca mai che 111 milioni li pagano tutti.

  • Grande primo tempo, mi aspetto l’episodio che rimescola le carte… tenere…

  • Se non altro sappiamo che ospiteranno il Dortmund fra tre settimane col coltello fra i denti.

    Il rischio di un barca in ciabatte come all’ultima Vs Tottenham l’anno scorso, dovrebbe esser scongiurato.

    • Avrei preferito ospitare il barca in ciabatte.

      Ma se vinciamo stasera, il risultato del barca di oggi è perfetto.

    • finita 0 a 0, questo Slavia Praga non era poi così materasso come qualcuno sosteneva però

  • Siamo vicini alla ricorrenza della caduta di un altro muro, sempre in Germania…

  • Complimenti per il pezzo di cui condivido anche l’analisi tecnica e la tendenza ad abbassarci troppo da cui conseguono molti dei troppi gol presi ultimamente.
    E’ evidente che la partita di stasera per quanto estremamente complicata per il valore dell’avversario e per lo stadio in cui si gioca, funge da spartiacque per il nostro futuro in CL e non solo di quest’anno. E allora ecco che non dobbiamo perderla, siamo in vantaggio col Borussia anche pareggiandola, ma per favore non giochiamo per non perderla, giochiamo per vincerla. Andiamo !

  • @Il_Casa fa un post notevole ma quanta tensione, sono stranamente tranquilla, se i ragazzi fanno quello che sanno fare la partita farà il suo corso naturale che ovviamente non scrivo per scaramanzia, i muri crollano e in Germania lo sanno benissimo, C È SOLO L INTER #amala…ps… e juve merda, cosi, ci stava bene.

  • Nessuna tensione.
    Per me che avevo pronosticato l’uscita dal girone dopo l’1-1 col Praga, quanto verrà in più è tanto di guadagnato. Inoltre, pensando ai lati negativi dell’uscita dalla Champion’s, riesco a pensare solo a che rottura di cazzo sia l’Europa League e un tiepido “speriamo che non ci sia un contraccolpo psicologico in campionato”.
    Stasera basta 1 punto per stare nei giochi, vediamo cosa succede.
    Come dice giustamente IlCasa, è la Champion’s: godiamocela.

  • Oggi mi sono chiuso in casa, non ho toccato cibo, ho litigato con la mia ragazza perché non avevo alcuna intenzione di uscire e vederla. Tutto questo per la tensione che mi assale per questa fondamentale partita. Erano anni che non mi capitava di trascorrere un’intera giornata in spasmodica attesa di una partita dell’Inter. Oggi va così, spero di poter gioire e dire che ne è valsa la pena. Amala.

  • Comunque sia, il Borussia porta bei ricordi. La prima coppa campioni e’ passata anche da li’ , per la nostra grande Inter che fece 2 partitissime.

  • Onestamente a inizio settembre pensavo che il Dortmund fosse il favorito del girone.
    Il finale dell’anno scorso, l’acquisto di Brandt, Hazard, Sancho, il ritorno (a una discreta forma) di Götze, + Hümmels e Alcacer me li faceva vedere favoriti in Bundesliga e anche nel girone CL (il barsa continua a non convincermi, anche se sono sempre forti).
    Ma dopo il pareggio in casa con i catalani (il bvb avrebbe meritato di vincere, un 2 – 0 sarebbe stato ancora stretto) è successo qualchecosa che mi sfugge. Il Dortmund è sempre una bella squadra, sopratutto da metà campo in su, ma ha perso “fame”, sembrano meno “cattivi” meno tambureggianti e in difesa concedono sempre qualche cosa e non è solo una differenza di forma fisica, ma devono essere sopraggiunti problemi di chimica di squadra.
    Riassumendo a Settembre ci vedevo uscire solo con una possibile sconfitta, magari di misura, ora non sarei del tutto contento se uscissimo con un pari.
    Speriamo di aver ragione.

  • Bravo Il Casa.. Splendido post…Bauscia Cafe 3.0 è un salto nell’iperspazio per qualità dei contenuti.. Siete riusciti a migliorarvi partendo già da livelli eccelsi.. Bravi. Bravi
    .. Per stasera.. Godiamocela.. In fondo.. Noi siamo quelli che acchiappiamo i sogni… Quindi.. Nulla è precluso nulla ci spaventa.. Tantomeno un muretto giallo!!!

MVP LECCE – INTER

Twitter

Archivio