Bauscia Cafè

Primavera Inter: analisi ad un terzo di stagione

Arrivati a questo punto della stagione, la Primavera nerazzurra si trova messa bene in Youth League e meno in campionato. Analizziamo meglio quanto accaduto alla squadra di Madonna.

Se fino ad inizio ottobre le cose andavano molto bene, l’Under 19 nerazzurra ha subito un brusco calo nell’ultimo segmento di gare, bloccando la striscia di vittorie di fila in campionato con il doppio poker subito contro Genoa e Roma, e in Youth League con la sconfitta con il Dortmund: i tedeschi hanno avuto la meglio anche se 2 settimane prima, come la prima squadra, era giunta la vittoria con la quale i nerazzurri si trovano ad essere vicini alla qualificazione agli ottavi. Ancora primi nel girone, i ragazzi di Madonna hanno ora 3 punti di vantaggio su Slavia Praga e Dortmund con due partite da giocare.

Nel torneo nazionale, i giovani nerazzurri sono scivolati al quinto posto a 7 lunghezze dalla capolista Atalanta, ma con una o due gare in meno rispetto a chi ci precede. Di sicuro il prossimo ciclo di partite ci dirà di più sulle ambizioni della nostra primavera: è da specificare infatti come abbiano pesato le assenze dei giocatori convocati al Mondiale Under 17 e la presenza ormai fissa di Esposito in prima squadra.

A questa età però, più delle ambizioni di classifica, interessa sapere quale talento possa emergere tanto da esserci utile in futuro: cinicamente come plusvalenza, o nel migliore dei casi in pianta stabile per la prima squadra. Oltre al già citato Esposito, elementi molto validi e promettenti sono il difensore mancino Lorenzo Pirola ed il centrocampista Agoume -entrambi protagonisti al Mondiale Under 17- il laterale Colombini e l’attaccante figlio d’arte Matias Fonseca. Vedremo chi tra questi riuscirà a crescere maggiormente nel futuro prossimo.

Nato 12 marzo 2001 a Napoli, dove papà Daniel aveva lasciato il cuore: Matias Fonseca

Le partite della Primavera interista riprenderanno sabato 23 ottobre, quando al Breda l’Inter ospiterà il Torino in campionato.

Avatar

Jorginter

Nato nel 1987 in Sicilia, sin dall'infanzia ho dovuto sopportare troppi gobbi. Grande appassionato di sport e di imprese sportive, da sempre tifoso dell'Inter: una passione mai retrocessa, proprio come la storia della squadra nerazzurra.

8 commenti

  • @Jorginter concordo e credo che quando tutti i ragazzi saranno a disposizione potremmo recuperare punti e classifica…aggiungo ai tuoi nomi Persyn Vergani…a mio avviso molto promettenti con sempre la segreta speranza che facciano un giorno parte della prima squadra da titolari e protagonisti…almeno qualcuno.

    • Concordo, specialmente su Persyn, qualora dovesse limitare gli infortuni, potrebbe diventare un ottimo laterale

    • Concordo, specialmente su Persyn, qualora dovesse limitare gli infortuni, potrebbe diventare un ottimo laterale

  • Grande Jorginter! Ma invece, per chi segue più assiduamente la primavera, questo Gnonto che è andato al Mondiale non è in categoria? Gioca ancora con gli allievi?

    • è stato il mattatore dello scudetto allievi 2 anni fa, indovina chi abbiamo asfaltato e di brutto? credo che rimarrà in primavera il piccolino a sostituire Esposito.

    • Grazie NK. Gnonto è’ un 2003 ed è ormai in pianta stabile con la Primavera, con Esposito in prima squadra, si alternerà spesso con gli altri attaccanti, di sicuro, per l’età è quello con più margini di miglioramento.

    • Grazie NK. Gnonto è’ un 2003 ed è ormai in pianta stabile con la Primavera, con Esposito in prima squadra, si alternerà spesso con gli altri attaccanti, di sicuro, per l’età è quello con più margini di miglioramento.

MVP INTER – ROMA

Twitter

Archivio