Bauscia Cafè

Il Borussia, il sogno e il grande incubo

Fa male. Una sconfitta del genere fa male. Per 45 minuti abbiamo cullato il sogno di aggiungere al nostro mosaico un altro tassello. Quello della vittoria  in una trasferta europea contro una grande squadra. E come successo al Camp Nou contro il Barcellona, ce ne torniamo a casa con una sconfitta e con 0 punti.

Sulla falsariga di Barcellona la squadra scende in campo convinta dei propri mezzi e sfodera una prestazione eroica nei primi 45 minuti. Anzi riesce a fare pure di più: trova il doppio vantaggio, cosa che al Camp Nou era mancato, e sembra pronta a difenderlo per portare a casa il risultato.

I primi tempi di Barcellona e Dortmund tra le cose più belle viste all’Inter negli ultimi 9 anni.

Ma non è oro tutto ciò che luccica. E infatti dopo lo 0-2, nei minuti finali della prima frazione, la squadra stacca la spina e permette al Borussia di avere due opportunità di accorciare il risultato. In entrambi i casi è bravo Handanovic a neutralizzare le chances di Sancho e Hazard: staccare così la spina non è una grande idea, segno che quando ci addormentiamo un po’ non ci siamo con la testa e produciamo minuti brutti da vedere.

Nel secondo tempo succede tutto quello che speravamo non succedesse mai: i nostri rientrano in campo molli, forse con l’idea di averla già portata a casa, si lasciano schiacciare nella propria metà campo (e alcune volte anche nella propria area) dai tedeschi e subiscono passivamente le loro fiammate, sopratutto dalla loro fascia destra con l’accoppiata Hakimi-Sancho. Il marocchino dopo 6 minuti trova un gol fortunoso che permette al Borussia sia di accorciare le distanze sia di trovare ulteriore entusiasmo. Da questo momento in poi sarà soltanto un monologo dei gialloneri, che nel giro di 20 minuti concludono la rimonta con le reti di Brandt e nuovamente di Hakimi.

Dal sogno del primo tempo si è passati al grande incubo del secondo, nel quale non abbiamo tenuto nessun loro uno-due, siamo morti di testa e siamo rimasti in balia degli eventi. Abbiamo giocato solo in difesa senza provare minimamente ad impensierire la loro fase difensiva e abbiamo concesso numerose ripartenze con continui errori in uscita, che ci hanno portato a corse disperate per recuperare e stanchezza extra. A differenza di Barcellona, dove i gol se li sono inventati dei fuoriclasse, ieri sera abbiamo concesso occasioni già a fine primo tempo, siamo usciti di testa e abbiamo regalato 3 gol su 3.

Emblematico è il secondo gol del Borussia, una cosa che non saprei nemmeno commentare. Mi limito a dire che un gol come questo non si può concedere.

Quindi cosa resta di questa serata tedesca? Oltre all’ennesimo amaro in bocca e gli 0 punti, restano i primi 45 minuti e la consapevolezza di potersela giocare con tutti. Restano i movimenti degli attaccanti e come si dividono gli spazi tra di loro. Nel primo gol troviamo Lukaku solo a porta libera mentre nel secondo, bellissimo, gol il belga porta via il centrale liberando spazio a Vecino e Lautaro apre il gioco uscendo sulla trequarti. L’argentino inoltre arriva al terzo gol consecutivo in Champions, confermando i progressi fatti in questa stagione.

Serate così lasciano l'amaro in bocca, ma il nostro percorso prosegue. twittalo

La Champions, volenti o nolenti, ci mette davanti ai nostri limiti. La squadra non è scarsa, sa giocare su un campo pesante come nel primo tempo e come a Barcellona, ma quando c’è da remare e stare stretta indietro si perde.

Avatar

El Giuanín

Sono il Chief Games Officer di Bauscia Café. La prima partita vista dal vivo è stata un Perugia-Inter 2-1 del 1999 e da quel giorno ho capito che l’Inter andava piano, ma lontano. Walter Samuel e Maicon mi hanno lasciato un vuoto incolmabile.

156 commenti

  • stanchezza (quasi ai limiti della miastenia) dopo 45′? ma stiamo impazzendo ? se dopo un tempo non riesci a correre (perchè questo è successo) significa che sei malato !
    non è stanchezza, è psicologia, è abitudine al compitino, è assenza di carogne in campo; non voglio rivangare sempre il nobile passato, ma samuel e lucio erano 2 animali, e materazzi un assassino, in partite come quella di ieri servono; squadra imbambolata , in attesa che si realizzi l’inevitabile destino, ed in questo il mago assoluto, l’interprete più affidabile, rimane brozo, straordinario esemplare di centrocampista moderno, con più paturnie di una donna incinta; conte è questo , lo sapevamo, è quello che serve ad una manica di mezze seghe, per convincerli ad essere , non dico campioni, ma giocatori di una nobile società : volete contestarmi il termine (mezze seghe) in riferimento a candreva, ranocchia, d’ambrosio, biraghi, gagliardini, politano ? sì come no crogiolamoci all’idea , finalmente, di una squadra italiana, con una forte identità italiana, come la juve del 1982 o il milan di baresi, maldini, ancelotti, costacurta ecc, facciamoci prendere pure per il culo; in rosa un sacco di italiani nel periodo tecnicamente più nero del nostro calcio (mancata qualificazione ai mondiali dopo mille anni), avendo regalato l’unico talento a vista di questi anni : zaniolo.
    mi raccomando per completare l’opera a caccia di chiesa, alla modica cifra di 80 milioni un attaccante da ben 10-11 gol/anno; ma per piacere, voi e questa cazzo di italianità; io mi sento europeo, farei il pazzo per rivincere in europa, non sento più dolore in caso di morte di un operaio italiano, piuttosto che thailandese o cinese, odio i confini ed i recinti, e se devo vincere con 11 stranieri (finale inter-bayern) lo faccio con grande, immenso piacere

    • Non posso che richiedere l’intervento dei moderatori.
      Come ha detto Melito un commento come il tuo non si vedeva da anni, almeno su questo blog…E per fortuna.

    • Credo di non aver mai letto qui dentro una serie di minchiate così condensate in un unico commento. Anzi si, ma il partoritore di tale idiozie non si fa vedere da parecchio, grazie a dio.

      Sostieni che è impossibile che la rosa sia stanca. E subito dopo osanni Conte. Peccato che a dire che la rosa è stanca perché giocano sempre gli stessi interpreti, sia proprio il Mister.

      Mezze seghe. Parliamo delle stesse mezze seghe che hanno battuto il Borussia all’andata? Le stesse mezze seghe che hanno fatto 28 punti
      in 11 gare di serie A?

      Parli di periodo tecnicamente più nero del nostro calcio (mancata qualificazione ai mondiali dopo mille anni). Peccato che nel frattempo,
      la nuova generazione di italiani abbia qualificato la nazionale ai prossimi europei con millemila turni di anticipo (come non capitava da secoli).

      Zaniolo unico talento a vista di questi anni. Ma lo dici solo perché lo abbiamo ceduto? Per carità, grosso errore certo, il ragazzo è forte forte. Ma Barella lo hai visto giocare? Poi ci sarebbero i chiesa, i tonali, gli esposito.

      Poi, ti ripeto la domanda: con chi ce l’hai quando dici “voi e questa cazzo di italianità?” ma lo sai che sei su un blog interista? Fratelli del mondo, ricordi? Proprio a noi fotte sega che in rosa ci siano 0-2-5-11 italiani!

      Ti senti europeo? E perché non mondiale? Non capisco. Se odii i confini e i recinti, l’Europa dovrebbe starti stretta.

      Su Brozo nemmeno mi voglio esprimere.

      Ah, hai dimenticato il “moriremo tutti”.

      Escludendo gli spunti di cui sopra, è stato un piacere leggerti 🙂

  • Quindi ora abbiamo deciso che servivano 20 milioni per Dzeko?
    E io che ricordavo fosse la cifra offerta dall’Inter, con la Roma che ne chiedeva 30…pensa te com’è strano il mondo.

    Posto che anche 20 sarebbero stati una follia per un attaccante che gioca quest’anno (o meglio FORSE gioca quest’anno, che le prime stagioni di Dzeko nei nuovi club sono storicamente state un po’ naif, diciamo così) e poi diventa l’ennesimo invendibile a 5 milioni a stagione. Ma forse è questo il gusto, no? Frignare quando qualcuno non arriva o insultarlo quando arriva.

  • I #cinesicazzari hanno comprato Lukaku, Sensi, Barella, Lazaro e non so neanche più chi altro senza ricavare neanche un milione dalle cessioni, eh.

    Perché vi dovete mettere d’accordo: o Conte è pazzo che con 150milioni di mercato si lamenta della rosa, o i cinesisonocazzari che non spendono. Tutte e due insieme non stanno in piedi.

    • La verità sta nel mezzo.
      Conte si lamenta della rosa, ma lui è stato accontentato (Lukaku è costato fior di soldoni) e si è sempre dichiarato soddisfatto.
      In sede di mercato qualche errore è stato fatto, oggi quello che pesa di più è Dzeko, ma serviva anche un centrocampista.

      • Secondo me quello che pesa di più è un centrocampista superiore a Vecino e Gagliardini. In attacco alla fine ce la siamo cavata finora, è a centrocampo che siamo già cotti.

        Quanto a Conte, ha sempre detto che gli altri hanno aggiunto e noi solo sostituito, ma mai si era espresso in questi modi, addirittura ha detto che ha sbagliato a fidarsi….ma di chi? Di Marotta? Di Ausilio che comunque deve riportare a Marotta??

        • Per me, mancando Sanchez, pesa di più l’assenza di un attaccante. Quando gli attaccanti giocano bene la squadra gira.
          Poi sulle parole di Conte… boh, non ho nemmeno voglia di fare dietrologia, so solo che è incazzato e mi sta bene, vediamo dove si va

          • Anche a me sta bene che sia incazzato, ma non che spari sulla società dicendo che ha sbagliato a fidarsi per poi dire che la strategia l’ha decisa e/o avvallata anche lui, quindi ritrattando parzialmente. Invocando un intervento davanti alle telecamere di qualche non meglio precisato dirigente.
            Queste sfuriate le fai in privato, sono decenni che auspichiamo di lavare i panni sporchi in famiglia e pareva avessimo ingaggiato Marotta, e quindi Conte, anche per questo.

            • Ma infatti proprio da quei passaggi che evidenzi si vede che sono parole di pancia, di rabbia, non ragionate.

    • È mancato solo l’ultimo passettino, che era poi il primo da fare.
      Dzeko, manca Dzeko, ma ricordo che qualcuno mi tacitò
      amaramente quando a giugno imploravo di chiudere per il serbo
      (si trattava di una manciata di milioni), perché a loro dire c’era
      tempo, il mercato non era ancora iniziato ed io già … piangevo , manca … manca anche Nainggolan (vero sì, non sostituito da … Vidal?) e, manca un bel, o buon terzino sinistro (?).
      Mercato di gennaio da fare robusto con calciatori pronti (De Paul, Darmian) anche se si esce dalla CL per provare a mettere qualche paletto tra le gambe (meglio nel culo) dei gobbi.

      • Ma quando dite “manciata di milioni” ve lo ricordate che la Roma parlava di 25-35 e che lui ha 33 anni?

          • si, non scendeva sotto i 25 la Roma intendo più bonus e più ricco contratto triennale appunto per un 33enne….la nostra proprietà ha detto no e giustamente e non per una questione di soldi.

              • scusa mi ripeto, non è mai stata una questione di soldi in questo caso…non intendono spendere per i cartellini di over 30 sia dzeco o chiunque…il target è giovani e possibilmente italiani.

                • Ah ! Ho capito.
                  Hanno riscattato NapolitaNò per non prendere Dzeko.
                  Bravi.

                  • coerenti, come fanno in uk, non ho scritto che acquistino solo i politano di turno possono comprare pure M’bappe’ giovane ma già affermato li i soldi non sarebbero a fondo perduto, spero di essermi spiegata.

    • la proprietà ( non riesco a scrivere quella frase) ha accontentato il tecnico come poteva, non è dato sapersi se c’erano accordi diversi o promesse diverse….non è pazzo solo non ha pazienza per un progetto che lui vorrebbe subito, ergo vincere per me in Italia questo scudetto.

  • Immaginatevi la reazione di Mou, Zidane o simili dopo aver perso malissimo una partita in cui hai fatto un primo tempo stellare, oltre probabilmente le proprie possibilità

    Conte pensa sia un delitto aver perso così per colpe non dei giocatori e non sue ma per via di errori di programmazione che pure aveva segnalato a suo tempo

    Giusto? Sbagliato? Paraculo?
    Boh

    Di sicuro lo preferisco al solito discorso aziendalista alla Pioli tipo bel primo tempo peccato per il secondo ma tenteremo di fare in modo che … poi si sa la palla è rotonda

  • Comunque Conte reputa Ausilio il principale responsabile della situazione (è lui quello che non viene davanti ai microfoni, Marotta parla molto, Zanetti non conta in questo ambito, Zhang … Conte non è così stupido e poi non parla di non mettere soldi, ma di errori di programmazione e di rosa corta.

    Conte farà fuori Ausilio perché pretende da tutti il massimo del livello possibile e i risultati perché VUOLE VINCERE e chi vuole vincere e ne è ossessionato non guarda in faccia nessuno

    Nonostante tutto, non riesco a trovare questa situazione negativa per noi e per l’interesse primario che è appunto vincere, non garantire posizioni in azienda.

    • scusa ma non concordo stavolta e non per simpatie vs il piero nostro ma perché non capisco che ci azzecca…parlano in un club allenatore, ad e presidente…poi anche il piero fa con la moneta che gli mettono a disposizione.

  • Post interessante.. Ma appurato che la squadra in alcuni momenti si perde… Cosa fare per migliorare? Conte pensaci tu
    .

  • Comunque, a mio avviso, le esternazioni di Conte hanno aperto due possibili scenari :
    1. Entro luglio 2020 viene accontentato su tutto.
    2. Se.non viene accontentato si toglie dal cazzo, come fece alla bjuve (Marotta ne sa qualcosa) oppure si comporta come al chelsea, aspettando il licenziamento.

    Ognuno poi, “gioisca” come più lo aggrada.

  • Partiamo da una constatazione: ok il sentirsi top e pretendere il top, ma se a Novembre lo stato psicofisico di Conte è questo, non vedo come si possa pensare arrivi in fondo al triennale. A questo punto se non centriamo gli ottavi, come probabile, sarebbe meglio arrivare quarti e dare a Conte la possibilità di focalizzare la squadra sul solo impegno in campionato (magari provando a vincere la coppa Italia). Come nel primo anno con i gobbi, se non sbaglio. E come probabilmente, secondo me, avrebbe preferito fin dall’inizio.

  • No un momento, capiamoci.
    Al posto di Dzeko abbiamo preso Sanchez. Perché questo è. E già in quella partita e mezza ha fatto vedere che è uno bravo. Che, guarda caso, è anche uno che HA VINTO. E sa come si fa. Ma se te lo tronca un gobbo di merda per tre mesi, non andiamo in recap all’estate perché allora altro che Marty mc Fly. La società il terzo attaccante BUONO l’aveva preso, pochi cazzi. Certo se te lo troncano, ci puoi fare poco. Sul discorso lamento, il problema sono stati gli infortuni da trauma. Alexis, Dambro, Sensi. Hanno tolto titolari. Poi SAPPIAMO TUTTI che cinte è lo step per vincere oessere comunque in lotta fino all’ultimo, IN ITALIA. Come Mancini. Poi venne José. Che ci sta anche ritorni tra un paio di anni, quando mancherà l’ultimo passettino, o forse andrà bene anche il mister attuale. Certo pagare in parte qualcuno per giocare in un’altra squadra è un po’ come pagare in parte qualcuno per allenare un’altra squadra. O no? Ma fondamentalmente, non essendo soldi né miei né di nessuno di noi, importasega. Li spendano come pare a loro meglio. Tanto a gennaio un paio di giocatori arrivano. E con quelli in campionato grandi lacune non dovremmo averne

    • Sanchez è stato preso al posto di Dzeko. E fa comodo dire che l’ha rotto un gobbo, la verità è che l’intervento di Cuadrado era normalissimo, e Sanchez si è semplicemente rotto. La scommessa l’abbiamo persa. Capita.
      Dzeko, che avevamo in mano tipo da aprile, sgambetta invece felice e sereno in quel di Roma.
      Questo è.

      • vero, Sanchez è arrivato a costo zero e con più di metà ingaggio pagato dallo United, buona operazione come 3 punta non penserai che dzeco veniva a fare la 3 punta vero? o che Lautaro perdesse la sua titolarità…gli infortuni capitano e poteva capitare pure al bosniaco…li si erano dolori a pagamento.

        • Un infortunio può capitare sempre, anche se prendi uno che non ne ha mai avuti, ad esempio Nainggolan. Ovviamente è più probabile quando fai una scommessa tipo Ramsey o Sanchez che di infortuni ultimamente ne hanno già avuti.
          Ma se così non fosse stato lo Utd non te lo avrebbe mai dato a quelle condizioni, praticamente ce l’hanno tirato in testa.

          • posso scrivere che sono scocciata a leggere sempre naingolan? andato, stop, fine! e per quello che ho scritto buona operazione, a gennaio rientra e mi auguro dia il suo di contributo e a giugno ritorna da dove è venuto.

            • Ahah ma perché te la prendi? Era solo un esempio, non aveva mai avuto infortuni gravi e appena arrivato da noi taaaac.

              • Non me la prendo!! era solo una constatazione, oggi l ho letto almeno 50 volte…e sarà il karma per l infortunio.

              • Non me la prendo!! era solo una constatazione, oggi l ho letto almeno 50 volte…e sarà il karma per l infortunio.

          • Lo United ultimamente è un’accolita di tali premi nobel che Lukaku ha segnato DA SOLO più di tutto il Manchester. Dei geni. Da prendere ad esempio. A proposito, in che posizione di classifica sono? Noi secondi mi pare. Il bidone 9 gol in 11?12? partite..

        • ma cos’è quella roba li sul rettangolino a sx? ma io non ce l ho l avatar ma rob de matt.

      • L’intervento di cuadrado è per fermare COME CHE SIA, tanto è l’unica cosa che conta, uno che gli è scappato, in velocità, in controtempi, cone ti pare. E l’ha fermato. Certo è un fallo. Di gioco? Il gioco del calcio dice che l’avversario che ti scappa lo si ferma comunque? Perché QUALUNQUE fallo può causare esiti che magari chi lo compie non preventivava. Tipo Luis Figo. GUARDA CASO SEMPRE UN INTERISTA A CAUSA DI UN GOBBO. Ma sarà sicuramente un caso.
        Poi guardando il valore dei due, e il loro trascorso nei club, è meglio Sanchez o Dzeko? Anche se sono completamente diversi. Ma sul valore nessun dubbio. Sfiga? Sarà. Ma io preferisco non dovermi neanche contare le dita quando ci sono di mezzo LORO

        • L’intervento di Cuadrado è un fallo, normalissimo. Sanchez se non sbaglio viene colpito a una gamba e si fa male all’altra. Non è un infortunio provocato da un fallo brutto, è un infortunio e basta.

        • L’intervento di Cuadrado è un fallo, normalissimo. Sanchez se non sbaglio viene colpito a una gamba e si fa male all’altra. Non è un infortunio provocato da un fallo brutto, è un infortunio e basta.

  • Con questo non voglio dire cinesi cazzari, assolutamente no, ma diciamo che hanno una visione del calcio e della societa’ Inter diversa da come vorremmo.
    Loro sono disposti ad aspettare facendo le cose con tutti i crismi finanziari che la Uefa contempla ed inoltre non sopportano chi non si comporta secondo il loro modo di remare tutti in sincrono per raggiungere il risultato.
    Se uno toppa nel comportamento viene segato, costi quel che costi. Vedi Spalletti, Icardi, Perisic e Naingolan.

  • Da non sottovalutare il fatto che ieri e altre partite, non si é potuto contare su:
    Ambreous, Asamo, Sensi, Sanchez,
    Giocatori forti e in rosa………. quando saremo al completo si potrá sostenere di piú certe situazioni, ma in fondo, Il Sig. Marotta sa perfettamente che per la befana, ci sará bisogno di un po di dolci per arrivare con le energie giuste fino in fondo……….
    gli altri stanno offrendo il 110% ma non sono di ferro.

  • Riposto di qua il mio commento sul girone di Champions che avevo scritto nel precedente post.
    Aggiungo alla fine il mio punto di vista sulla situazione club/squadra.

    Per il girone di Champions dipende anzitutto da noi.
    Battiamo lo Slavia a Praga (che poi non era così scarso come le p.i. andavano millantando, visto che ha bloccato il Barcellona al Camp Nou) e poi i catalani al Meazza (quella sì che sarà una partita epica) e poi ne parliamo.
    Ma quello che nessuno qui ha valutato può essere un biscotto, specialità in cui i catalani (la seconda squadra più innominabile d’Europa) sono specialisti.
    Se i tedeschi saranno incorruttibili e andassero a vincere a Barcellona allora invece sì che ci sarebbe da divertirsi.
    E, in tale ipotesi, se facessimo il nostro dovere potrebbe materializzarsi lo scenario ipotizzato da Mod al momento dei sorteggi: passano Dortmund e Inter e Barcellona eliminato nel girone.
    Fantacalcio? vedremo.
    —-
    Per quanto riguarda la situazione club/squadra ci vorrebbe una presa di posizione da parte del club, anche come comunicazione puramente formale per smussare gli angoli.
    Non si può lasciare il solo allenatore come unico portavoce della squadra.
    Il mercato di gennaio dovrà certamente colmare le lacune, numeriche ma soprattutto tecniche, della rosa che sono sotto gli occhi di tutti, al di là delle esternazioni di Conte.
    Poi questa Inter ha le carte in regola per lottare punto a punto con gli innominabili per lo scudetto.
    Per la Champions quest’anno non la vinciamo (saremmo dei folli a pensarlo), ma se passiamo il girone sento che ci toglieremo delle soddisfazioni.

    • Di quale biscotto parli intersempre? Hai fatto male i conti. Se Borussia e Barca pareggiano e noi vinciamo le prossime due, i catalani se ne tornano in spagna con un biscotto su per il deretano. 🙂

      • Magari accadesse così.
        Ma non sono impazzito.
        Ripeto che tutto dipende da noi a Praga, anzitutto.
        Se vinciamo con i cechi hanno poco da fare il biscotto.
        Ma se non dovessimo vincere il biscotto è probabile (ma ce lo meriteremmo).
        Due cose vanno chiarite:
        1) si deve andare a Praga per vincere, non ci sono discussioni.
        2) Bisogna andare a Praga senza radioline o cellulari: chi trovato in possesso di tali dispositivi tra squadra, panchinari e staff deve essere avvertito che verranno distrutti sul posto

  • A me sembra che siamo più o meno nel solco degli ultimi anni. Squadra che tiene il ritmo delle prime in campionato ma che si perde a livello di personalità in Europa, (e che in inverno finisce per perdersi anche in campionato). Secondo me più della rosa centra la tenuta mentale e nervosa della squadra, perchè a novembre non giochi solo un tempo per gara per una questione fisica. Anche con gli impegni ravvicinati. E’ evidente che mancano due tre top abituati a vincere che prendano in mano la squadra. Non si è potuto raggiungere i campioni affermati, ma tanto si era preso Conte “il vero top player”… Il quale “vero top player” ha ben chiaro che le probabilità che ad un certo punto si comincino a mollare punti anche in campionato sono alte, e manda segnali di sbrocco non proprio benauguranti per il prosieguo dell’esperienza in nerazzurro. Ma di grazia con chi ce l’ha? Con Ausilio che gli ha portato gli ex Sassuolo? Con Marotta che non gli ha preso Dzeko? Con Zhang che è tirchio?

    • Zhang sarà anche tirchio ma 12 pippi netti l’anno CHI glielo dava,di grazia?

    • Prova te a giocare 6 partite alla media ogni 2.8 giorni.
      Dopo le prime 3 ti ritroverai con la lingua sotto i tacchi.

      • Amico, tu sottovaluti la mia preparazione atletica…
        Al di là delle battute. Non sottovaluto certo l’importanza di una rosa profonda (qualitativamente, non solo quantitativamente) ma nella partita di ieri sera io ho visto soprattutto un calo mentale e la difficoltà a reggere il ritorno del Dortmund, la pressione ambientale. Calo mentale che ho visto ad esempio anche con il Sassuolo. Limiti di tensione mentale che, ahimè, non mi sembrano dissimili da quelli degli ultimi anni.

    • l ho già scritto di la, alla base c è un equivoco di fondo, probabilmente vanno a 2 velocità differenti, proprietà/società programmazione medio lungo termine allenatore tutto il possibile e subito.

      • Si è evidente. Da Mancini, passando per Spalletti e arrivando a Conte. In estate si prospettano al nuovo tecnico tot investimenti e tot nomi che poi a fine mercato non corrispondono. Supponevo che la combo Marotta/Conte modificasse l’andazzo. Forse il problema è l’atavica difficoltà a fare mercato in uscita (e quindi liberare risorse per l’autofinanziamento).

        • La penso come te, ma non mi spiego perchè Conte non abbia chiarito a inizio stagione quanto fosse insufficiente questa rosa, numericamente e per mancanza di leader. Ricordo disse che gli avversari avevano aggiunto mentre noi solo rimpiazzato…..ma non fa il paio con la sbroccata di ieri, che per me è fuori luogo.
          Se avessimo pareggiato, avrebbe detto quelle cose? Eppure la contingenza sarebbe la stessa.
          E poi, la coppia Marotta/Conte ce la facciamo andar bene e poi a novembre uno dei due va a sputtanare l’altro dopo una sconfitta? Ha detto “Ho sbagliato a fidarmi”….mah

        • a parte il caso icardi unico nel suo genere il problema è quello che evidenzi ma bisognava essere previdenti e vendere quando almeno un giocatore aveva una buonissima valutazione e mi riferisco a perisic a suo tempo, poi per il resto non c’era molto da vendere.

          • Il problema è questo. A gennaio un pò di cash dovrebbe entrare da Barbosa. L’anno prossimo rientrano il ninja, Perisic, per i quali dubito si eserciterà il riscatto e…Mauro? E chissà quanto tempo dovrà spendere Marotta a cercare di monetizzarli se non a riprestarli in giro. Nel frattempo noi avremo Sensi da riscattare…insomma un faticoso circolo vizioso.

    • Gus non lo capisco neanche io. Ieri al 45simo ero pronto ad applaudirlo..poi il secondo tempo e le dichiarazioni mi sono sembrate surreali.
      L’allenatore per definizione è il solo reponsabile tecnico della squadra e dello staff che ne cura la preparazione.
      È stato fatto un mercato per lui come non è stato fatto per altri….non si può dire che sia un allenatore bistrattato dalla società.
      Sarà anche incazzato ma 12 mln per far funzionare un progetto che ha sposato li prende lui.
      Dovrebbe essere più amareggiato che incazzato.
      E non sono sfumature.
      Io sono incazzato.
      Lui amareggiato.

  • Si però serve un allenatore in grado di giocare in Europa, se no non serve qualificarsi
    Basta con sta stracazzo di difesa a tre, sono 40 anni che non si gioca più col libero e all’estero tutti nella propria area a spazzare
    Sono andati bene due contropiedi nel primo tempo, 100% al tiro. Non è bastato neanche quello

    • de vrij un libero che spazza?
      magari avessero spazzato, sul secondo gol.

  • Quando avevo 4-5 anni e mi comportavo come Conte mia nonna mi diceva: “tu sei come Giorgio Vinci o vinci o piangi!”
    Mi spiace che la mia nonnina non c’è più altrimenti la mandavo due ore ad Appiano e faceva di più lei di tutto questo stuolo di dirigenti strapagati che non sa come comportarsi.
    Dai Inter cazzo.!!!

  • “…ho una squadra, una rosa che non era quella dei miei sogni di due mesi fa e gli obiettivi di squadra saranno adattati alla rosa…adesso mi devo chiudere la bocca e lavorare con il potenziale che ho, con più voglia e più motivazione per dimenticare il mercato. Posso lavorare di più, quello che invece non posso fare sono i miracoli, io non sono Merlino o Harry Potter.”

  • Hanno segnato sia Perisic che Icardi.

    BENE BENE BENE 🙂 per i riscatti

  • Alla fine della fiera non sappiamo e mai sapremo cosa sia successo ieri nel secondo tempo: se la testa, se il fisico, se doveva andare semplicemente così. Ma ormai è andata.
    Le parole di AC non fanno piacere, possiamo farcele andar bene perché il momento è comunque positivo, in altri contesti sarebbero letali per un ambiente come il nostro. Ci si può ricamare sopra la sua voglia di vincere sempre, ma le sparate davanti ai microfoni personalmente le eviterei.

    Detto ciò è innegabile che si sia iniziato un percorso che sembra promettente, forse questa rosa semplicemente non può gestire (più a livello mentale che fisico) un impegno come la CL (col girone che ci siamo ritrovati, poi) insieme ad un campionato di alto profilo. Non al momento, almeno.
    Questa estate, fin dalle prime uscite, ci dicevamo che sarebbe stato un peccato non completare a dovere la rosa, non avevamo torto. Lo sa anche la società, evidentemente di più non si poteva fare. Si poteva fare meglio? Vedremo, è presto.

    Testa a Verona che ci son da prendere 3 punti.

    • Certo che è più a livello mentale che fisico, e infatti il suo vero sfogo ieri sera è quando dice ‘devo vincere con barella che arriva da Cagliari e sensi che arriva da Sassuolo?’

      Lui ieri non si è lamentato solo della quantità della rosa, ma anche e anzi soprattutto della qualità.

      • mi sono messa nelle vesti dei 2 ragazzi e personalmente non mi ci sono trovata bene, tu, voi, se foste barella e sensi come l avreste presa?

          • E quindi autorizzati a sbattersene? Perché negli ultimi 6 anni da noi questo vuol dire..

          • E quindi autorizzati a sbattersene? Perché negli ultimi 6 anni da noi questo vuol dire..

          • Secondo me cita loro due ma non sono il reale obiettivo dell’attacco. E’ sotto gli occhi di tutti quanto siano bravi e stiano facendo anche meglio del preventivato. Probabilmente li prende a esempio per il fatto che sono ancora giovani e senza esperienza a questi livelli, non perchè a questi livelli siano inadeguati, anzi. In questo modo chiede rinforzi di livello evitando di mettere in piazza i nomi di quelli in cui non crede proprio. E sono molti.

        • Male, idem fossi nei panni di un dirigente.

          Infatti per me ha cannato in pieno, ha esagerato e ha rotto il cazzo, si dia una regolata perché a una certa me ne sbatto dei meriti sportivi, serietà e lealtà professionale son condizioni di esistenza per sedere sulla nostra panca, e lui sta denotando carenza in tal senso

      • ‘devo vincere con barella che arriva da Cagliari e sensi che arriva da Sassuolo?’

        Ah…questa mi era sfuggita! Notevole.
        (poi uno guarda la provenienza dei giocatori del Liverpool…gli è proprio partita la brocca, ieri 😂)

        • Ad onor di cronaca, le parole sono state:
          “A parte Godin nessuno ha vinto niente qui… a chi chiedo qualcosa in più? A Barella che arriva dal Cagliari? A Sensi preso dal Sassuolo? Ai miei calciatori devo dire solo grazie, stanno dando l’anima”.

          • ma non deve mica chiedere qualcosa in più? ma cosa? deve solo capire che ci vuole tempo ed eventualmente analizzare perché la squadra è sparita nel secondo tempo…io continuo a pensare che non sia un problema fisico e anche il totalmente mentale che stai vincendo 2 a zero mi lascia perplessa.

          • ma non deve mica chiedere qualcosa in più? ma cosa? deve solo capire che ci vuole tempo ed eventualmente analizzare perché la squadra è sparita nel secondo tempo…io continuo a pensare che non sia un problema fisico e anche il totalmente mentale che stai vincendo 2 a zero mi lascia perplessa.

  • Parlando di altro, si dibatte tanto di Inter, delle crisi interne e spaccature fra dirigenza e mister

    Ma nel frattempo a Napoli succede una cosa senza precedenti nella storia del calcio, un ammutinamento in pieno stile contro la presidenza, con i giocatori che disertano il ritiro, pare appoggiati da allenatore, con i leader del gruppo che strillano al figlio del capo ‘noi ce ne andiamo a casa, dillo pure a tuo padre’; padre che l’indomani emette cominciato ufficiale in cui praticamente annuncia querele contro i tutti suoi giocatori. E non querele a titolo personale, querele a nome della società per cui i giocatori scendono in campo.

    Pareri?

    • hanno sbagliato tutti i giocatori e vanno multati, tu fai quello che ti dice chi ti paga lo stipendio anche se non lo trovi giusto…non ce l hanno solo per il ritiro punitivo ma anche con il figlio di ancelotti, invasivo e pare sia lui a fare le formazioni e decidere chi gioca e chi no….stesso leit motive andato in scena a Monaco.

      • Gli stracci nello spogliatoio, però, ieri sera son volati contro il figlio di de lamentis; la guerra al momento è contro il presidente, che infatti oggi non ha mancato di reagire pesantemente.

        • certo, c’era solo il figlio ieri, non mi piace adl ma fa bene a reagire pesantemente, non scherziamo, se tutti facessero così? perché hanno pochi poteri i giocatori, una vergogna.

      • Credo stiano già pensando di fare un’offerta per Fabian Ruiz Allan o Zielinski, se marotta è vispo come credo sia

        • Il primo e il terzo li prenderei, il secondo neppure se ci dessero dei soldi per acquistarlo (!). Sopravvalutato e, oltretutto, uno dei capi dell’ammutinamento in corso.

      • Credo stiano già pensando di fare un’offerta per Fabian Ruiz Allan o Zielinski, se marotta è vispo come credo sia

  • Fa strano vedere una squadra nerazzurra a San Siro, che non è l’Inter.

    Speriamo chiudano quarti nel girone così questo scempio termina in fretta.

    • penso proprio di si, ho guardato un pezzettino dal buco della serratura e come sparare sulla croce rossa…il city, il gatto con il topolino.

  • Io parto da un presupposto semplice: non c’è nulla nella nostra squadra che non si possa sistemare con un accorto lavoro. Impareremo anche a gestire certi momenti della partita. Basta lavorare.

    A gennaio e soprattutto a luglio la società farà quello che dovrà essere fatto per regalare a Conte una rosa adeguata per giocarsela su due fronti.

    Ricordo ancora le parole di Mou nel dopo eliminazione Champions del 2009 (mi sembra contro il MU): “quest’anno è andata così, ma so cosa serve per giocarsela il prossimo anno”. E l’anno dopo quella coppa l’abbiamo alzata al cielo.

    Conte deve avere pazienza. Il progetto è avviato. E siamo nelle condizioni economiche per alzare il livello della rosa, sia qualitativo che quantitativo.

  • Comunque è deprimente questa cosa che i calciatori entrano nel 2t con la testa fra le nuvole e diamo le colpe all’allenatore. Rende proprio l’idea dell’abitudine alle grandi sfide di questa squadra.

  • Credo che Dzeko con 20 milioni lo si portasse a casa, era il giocatore giusto per noi.
    Ma era ed è altrettanto importante l’acquisto di un forte centrocampista se non due per potere fare le rotazioni necessarie al dispendiosissimo gioco di Conte. Se in campionato si riesce comunque a reggere, in Cl le squadre sono di altro livello e ieri al 55 esimo erano cotti di gambe e di testa. Poi , ci ha messo del suo l’allenatore non schierando Lazaro che ora mi pare il più in palla degli esterni, mentre credo che Biraghi non sia all’altezza di questi palcoscenici. Brozo è in affanno e Vecino anche se ha segnato non mi sembra quello dell’anno scorso.

  • scusate ma a me sembra che molti non conoscano la storia dell’ allenatore della nostra Inter, non è più il giovane rampante di quando arrivava alla gldm, oggi si sente a torto o a ragione non entro nel merito tra i top five mondiali, se tu società lo ingaggi con uno stipendio monstre gli riconosci questo merito, non puoi pensare che venga per un progetto nel tempo ad allevare i barella i sensi o i papabili castrovilli e tonali.. .viene per vincere e per vincere chiede giocatori pronti….non ha tempo, non resta anni in una squadra e forse non ne ha nemmeno voglia.. vi ricordate come si era presentato al Chelsea? sono un vincitore seriale….ecco per lui l unica cosa che conta è vincere, no non è ironico in questo caso, quindi adesso la palla passa alla dirigenza.

  • Marotta come Sabatini ha a che fare con Zhang che non si smuove di un millimetro sul bilancio. Credo che la pensi esattamente come Conte e di certo il veto per il ninja non viene da lui, ne la negazione di quel paio di milioni in piu’ che mancavano per Djeko.
    Chi traccheggia sugli acquisti non e’ Marotta. Si deve sempre chiedere il permesso a Nanchino.
    Sabatini lo aveva spiegato bene.

  • A me sembra una follia criticare -nel modo in cui sta facendo qualcuno- un allenatore che sta ottenendo i risultati che sta ottenendo Conte, sia in termini di punti che di gioco.
    Ma proprio una follia, letteralmente, una roba da gente accecata dal pregiudizio nel migliore dei casi, per tacere del peggiore.

    E anche a proposito delle parole di ieri, molto semplicemente:
    – ha difeso la squadra (vi volevo vedere oggi a crocifiggere Brozovic, Candreva e Godin)
    – si è assunto le sue responsabilità (“non è un discorso di società, la pianificazione l’ho fatta io insieme alla società per filo e per segno”)
    – ha evidenziato che siamo numericamente pochi e che manca esperienza, che mi sembrano due concetti non solo sacrosanti, ma che molti di noi dicono chiaramente da agosto

    Voleva un cc e un attaccante di esperienza in più. Le idee per farli c’erano ma sono mancate le coperture.

    Dov’è lo scandalo?

    Ma FINALMENTE c’è qualcuno su quella panchina che soffre come un cane se perdiamo e si incazza come una bestia. Finalmente.

    • Sono d’accordissimo con te e questo a prescindere dalla “scarsa simpatia” che personalmente provo per Conte (il che avvalora ancor più quanto tu affermi).

    • insomma, qualche errorino ieri sera lo ha commesso anche lui a prescindere dalla rosa ecc ecc…già scritto che concettualmente ha ragione ma ci sono altri modi e altri luoghi che non sono le conferenze post partita internazionali per le esternazioni.

      • Da “qualche errorino” alle critiche che ho letto qui sopra c’è di mezzo tutto l’Atlantico.

    • Non si può negare che sia così. E fa piacere che il Mister sia incazzato nero.

      Certo se imparasse a dire le cose con un po’ di tatto, evitando di polemizzare non sarebbe male eh 🙂

    • Sono così d’accordo che per me non esiste alcun altro discorso da fare e cosa da dire sull’argomento.
      È troppo bello avere finalmente dalla nostra parte uno ossessionato dalla vittoria, dato che si tratterebbe di sport,eh.

      Direi che ce lo meritiamo, dopo anni di calcoli al centesimo

      Pensiamo alla prossima

  • Conte accusa chi gli ha fatto digerire la partenza del ninja senza rimpiazzarlo degnamente, ha detto che si e’ fidato, ma il centrocampista non e’ arrivato.
    Per me ha ragione.

    • Finalmente qualcuno ci è arrivato. Si riferisce alla mancata sostituzione di Nainggolan e Dzeko, nient’altro.

      Detto che anche la società sperava -legittimamente- di ritrovarsi le risorse per fare questi ulteriori due movimenti, ma è l’ultimo regalo lasciatoci dal bamboccetto di Rosario

      • Nkoso sei il ghost writer dell’allenatore?cmq vinciamo col Verona più sosta per rifiatare e ripartiamo con lo Slavia.. Io ci credo sono fuori di testa x la bellezza del primo tempo e sconfortato dal secondo…. Onestamente non mi è piaciuta molto la sparata di Conte ma la sua sana Arrabbiatura sarà sicuramente il miglior carburante x ripartire…

      • Se avessimo avuto Dzeko e il ninja in campo ieri sera non sarebbe finita 3-2. Sicuro!!

      • Il fatto che volesse Nainggolan od un suo sostituto, lo dimostra il fatto che l’ha portato anche nella tournée, forse nella speranza che la società ci ripensasse.

        Comunque Conte è stato chiaro con questa rosa non si può pretendere di far bene in campionato ed allo stesso tempo anche in CL.
        Che poi sono le stesse che dicevamo anche dopo la chiusura del mercato.

      • Icardi ha preso atto della realtà e si è convinto ad alzarsi dal letto ed entrare in aereo praticamente a 5 o 6 ore dalla chiusura del mercato….

      • Icardi ha preso atto della realtà e si è convinto ad alzarsi dal letto ed entrare in aereo praticamente a 5 o 6 ore dalla chiusura del mercato….

      • Nkoso sei il ghost writer dell’allenatore?cmq vinciamo col Verona più sosta per rifiatare e ripartiamo con lo Slavia.. Io ci credo sono fuori di testa x la bellezza del primo tempo e sconfortato dal secondo…. Onestamente non mi è piaciuta molto la sparata di Conte ma la sua sana Arrabbiatura sarà sicuramente il miglior carburante x ripartire…

    • comunque al posto di dzeko è arrivato sanchez, il vero problema è il vuoto creato da nainggolan (se in forma, altrimenti non c’era nessun vuoto da colmare)

      • Sì,è vero e Alexis si è infortunato, però, dal momento che non Ti regala niente nessuno, non si capisce perché Najnggolan giochi da un’altra parte, pagato dall’INTER.
        Spero ci sia stato uno sconto vistoso per, o nell’affaire Barella.

  • Non l’ho ancora superata. Anzi, ieri stavo meglio.
    Vincere subito contro il Verona e abbracciare questa sosta sperando non arrivino sorprese dalle nazionali.

    • È impressionante come e quanto l’Inter condizioni l’umore.

      Dei medici dovrebbero studiare questo fenomeno.

      Ieri sera ero fuori di me, mi sono ritrovato a fissare la parete con la tv spenta.. pensavo che so per 5 minuti, invece erano passate due ore. Mi sono quasi spaventato.

  • Marotta appena arrivato subì tutta una serie di dichiarazioni inopportune, a mezzo stampa, da Spalletti.

    Fece trapelare proprio fastidio tramite i media ma davanti alle telecamere non prese mai posizioni avverse all’allenatore, salvo attendere con pazienza fine stagione per dargli il ben servito.

    Bene, Conte stia molto attento con questo continuo tirar la corda.

    E francamente starei con Marotta, i comportamenti del parruccato sono semplicemente INACCETTABILI e denotano tutta la sua bassezza umana: quando va bene è merito mio, quando va male è colpa degli altri.

    È un grandissimo allenatore, ma come uomo vale ZERO.
    Lo prendo come necessaria medicina per questo momento, ma non vi nascondo che non vedo l’ora di liberarmene.

  • Alla fine, come facilmente prevedibile, è finita la benzina.
    E poco importa disquisire se il crollo sia stato fisico o psicologico.
    Questo è un gruppo che riesce a tener testa a qualunque squadra e produrre un gioco piacevole e redditizio solo andando sempre a mille all’ora. Non esistono partite tranquille, né momenti della partita in cui si ‘gestisce’ il gioco. O si attacca e si pressa a testa bassa, con un consumo enorme di energie psicofisiche, o si subisce l’avversario (qualunque avversario) pericolosamente rintanati nella propria area.
    E questo semplicemente perché mancano a centrocampo le figure che sappiano lavorare di piede e di cervello in modo da dare alla squadra i ritmi e i cambi di passo necessari per prendere fiato nei momenti critici, tenendo la palla e impedendo che l’assetto della squadra si abbassi troppo. Nella nostra linea di centrocampo il solo Brozo (e forse Sensi quando c’è) è dotato della classe e della visione di gioco per assolvere a questo compito. Non a caso è anche quello visibilmente più stanco e stressato, e sappiamo che in queste condizioni la sua perdita di lucidità lo induce a errori mortali.
    In conclusione, anche se è amaro averne la riprova dopo esserci illusi, questa non è una squadra in grado (titolari + panchina) di partecipare in modo competitivo a Campionato e Champions.
    Facciamocene una ragione ed evitiamo di far godere gli ‘amici del giaguaro’ con polemiche pretestuose e masochistiche. Parlare di cambi sbagliati o tardivi significa far finta di ignorare le condizioni ‘mediche’ della panchina, Sensi in testa. Naturalmente, se si vuole a tutti i costi cogliere il pretesto per mettere sotto accusa Conte, io non sono della partita.
    Comunque le premesse per continuare a fare un eccellente campionato ci sono.
    P.S. Conte fa benissimo a chiedere con insistenza un paio di rinforzi per gennaio e non credo proprio che Marotta si adonti.
    Adesso testa al Campionato e Forza Inter.

  • Eh …, capita, per me loro hanno studiato (bene) la partita
    di Reggio Emilia, però …, però il secondo gol se vuoi giocare lì,
    (hai ragione)nella sera della ‘musichetta’ dico, non si può prendere.
    No.
    Meglio starsene a casa che così facendo mi ammazzi
    e togli pure l’amore del pane anche a ‘quelli buoni’. (Lautaro?).
    Basta che sbagli uno e s’innesca l’effetto domino.
    Ci sia uno che ci metta mai una pezza …, ohi !
    Che s’immoli per la patria …, tzé !
    L’ultima CL l’abbiamo vinta rimanendo in 10 (più di una volta).
    C’è chi ha vinto (altri) delle Champions con dei falli tattici !
    Una svangata, una martellata*, una parata .., mai ?
    Fanculo.

    Samuel(tutti e due), Jiulio Cesare & Co. dove siete ?

    *Con PolitaNò l’hanno fatto.

  • riprendo quanto detto nel post precedente. giustamente l’allenatore chiede a dirigenti e proprietà di intervenire sul mercato, se si vuole gareggiare su due fronti, in modo da poter fare un turnover che, per i ritmi che vuole conte, è nella natura delle cose. però almeno nell’attesa, l’allenatore è pagato anche per trovare varianti di modulo che ti mettano al riparo da certe imbarcate.

      • Non mi piacciono le dichiarazioni di AC, ma è pur vero che il BVB per vincere certe partite in Bundes può giocare al 70%. Noi per vincere dobbiamo sempre dare il 100%.

        • Esatto…ma AC ha spostato l’attenzione solo sul crollo fisico come causa dell’imbarcata…crollo fisico per lui dovuto solo ad una cattiva programmazione della società che non consente turn over.
          Troppo facile.
          Deve saper rendere conto anche lui di quel che è successo…sia in termini di preparazione atletica dei giocatori che delle contromisure tattiche che io non ho visto nemmeno abbozzate nel secondo tempo.
          C’è stato un crollo mentale oltre che fisico…sbagliavano i passaggi più semplici.
          Poi come dice giustamente FBF tutto questo turn over degli altri non mi pare di vederlo.
          Fare volare stracci pubblicamente, sin da adesso, con la dirigenza non mi pare cosa saggia nè giusta.

  • @El Giuanin tutto giusto ma le partite durano 90 minuti non 45, hai 3 cambi a disposizione e il regolamento non ti vieta di utilizzarne anche a fine primo tempo, il modulo di gioco dovrebbe essere flessibile in base alle contingenze della partita, serve poco correre e correre come non ci fosse un domani con il risultato che abbiamo visto, mi hanno insegnato che a correre deve essere la palla che non suda…il pressing quello vero da noi lo fanno solo gli attaccanti per tutti i 90 minuti, ieri sera la squadra ha cominciato ad allungarsi già nel primo tempo…palla lunga e pedalare in Europa non funzia, buona giornata.

    • Concordo sulla questione dei cambi. Avrei inserito prima Sensi per cercare di avere più in mano il centrocampo, e soprattutto Lazaro che tra i due è quello entrato meglio e che ha dato sicuramente più spinta di Biraghi.

      • e infatti pensavo proprio a sensi, se era in panchina presumo fosse abile e presumo che 45 minuti li potesse giocare.

        • C’è da dire anche che una volta entrato non ha dato l’apporto sperato. Di certo non è colpa sua, era al rientro e ha subito l’ondata del BVB come tutti gli altri. Fosse entrato subito al 45° forse staremo parlando di un’altra partita e di un’altra prestazione

        • C’è da dire anche che una volta entrato non ha dato l’apporto sperato. Di certo non è colpa sua, era al rientro e ha subito l’ondata del BVB come tutti gli altri. Fosse entrato subito al 45° forse staremo parlando di un’altra partita e di un’altra prestazione

    • A proposito della palla che non suda …
      L’altra sera il Barca giocava con(il Levante?) credo.
      Ad un certo punto è uscito loscout del possesso, ecc., eccetera.
      Barca 60 a 40, ma il Levante aveva (se non ricordo male)
      fatto ~109 Km complessivi contro i soli 97 del Barca.
      Vorrà dire qualcosa ?
      Risultato a parte.

      • si, hai ragione, ma prendere ad esempio oggi il Barcellona….squadra involuta paurosamente…per me l allenatore ci sta capendo poco o nulla.

MVP LUDOGORETS – INTER

Twitter

Archivio