Bauscia Cafè

Spreconi

Inter – Roma era sciaguratamente iniziata con l’articolo del Corriere dello Sport, e si chiude con questa immagine, pubblicata dall’account ufficiale dell’Inter:

Se inizialmente la reazione a caldo poteva essere pretendere di più dalla nostra società, devo ammettere la possibilità che in realtà la strategia societaria ancora una volta possa essersi rivelata giusta. Non si offre visibilità ad un titolo demenziale, volto solo a raccogliere click, e non lo si nomina nemmeno, destituendo il giornale e non riconoscendolo meritevole di una qualsiasi risposta.

La partita è attesa con ansia dal popolo nerazzurro. La Roma è un test probante, sta dimostrando ottime cose, e Dicembre è un mese storicamente difficile per l’Inter. In passato tutte le nostre difficoltà sono iniziate in questo periodo dell’anno, ed il tifoso aspetta speranzoso una discontinuità dal passato.

Entrambe le compagini arrivano al match incerottate. La Roma obbligata a schierare Zaniolo punta, l’Inter con un centrocampo a 5 che grida vendetta se paragonato a quello potenzialmente titolare.

Fonseca dimostra di considerare enormemente Zaniolo, eleggendolo come il giocatore più valido a ricoprire un ruolo che non gli appartiene, la mancanza di Dzeko tuttavia è enorme. La Roma manovra bene per i primi 20′, occupa bene il campo, mantiene il possesso e cerca di sfruttare l’uomo in più sulle fasce. Questo forcing iniziale tuttavia è sterile senza il bosniaco ed è l’Inter ad avere le occasioni migliori.

Sebbene il centrocampo nerazzurro sia lontano da quello titolare, il pressing viene portato con convinzione, inducendo in più occasioni gli avversari all’errore. Prima Lukaku conclude troppo centralmente, trovando l’opposizione di Mirante, poi Brozovic spreca un’occasione colossale, allo stesso modo Vecino non riesce a concretizzare un ottimo pressing cercando l’assist invece del tiro. A queste occasioni si aggiunge una conclusione alta in scivolata di Lautaro a porta sguarnita che certifica come lo 0-0 del primo tempo ci stia stretto.

Un arbitro “talmente confuso da colpirsi da solo”.

Il secondo tempo non muta lo spartito della gara. La Roma continua ad essere timida e sterile, e l’Inter offre ancora meno spazio alla manovra degli avversari, che spezzettata diventa ancora meno pericolosa e quasi assente. Purtroppo a ripetersi sono anche gli errori sotto porta dei nerazzurri che falliscono due occasioni a zero metri con Vecino prima e con Lautaro poi. Con il passare dei minuti la squadra non guadagna in convinzione e soluzioni, ma anzi rimane impantanata nelle difficoltà accentuate dalla stanchezza. 0-0 e sentimenti contrastanti al termine di una partita insidiosissima in cui si poteva senz’altro raccogliere di più.

Analizzando la partita pare chiaro come le difficoltà siano nate principalmente per via della mancanza di qualità del centrocampo rimaneggiato e martoriato dagli infortuni. Se tuttavia l’emergenza è in mezzo tra mediani e mezz’ali, la qualità e la spinta oggi è mancata prima di tutto sulle fasce.

Candreva, Vecino, Brozovic, Valero e Biraghi è una linea a 5 che manca terribilmente di qualità e frizzantezza. Se questo ammasso di gregari possono, presi singolarmente, dire la loro quando affiancati da giocatori di talento, tutti assieme sono un limite non indifferente.

Vecino, Brozo e Valero tuttavia giocano la loro partita, disciplinata ed onesta. In fase di pressione sono presenti, instancabili e volenterosi, tanto da creare, solo nel primo tempo, 3 occasioni a seguito di una riconquista a ridosso dell’area avversaria.

Prima Valero e Vecino, assieme agli attaccanti ingabbiano ottimamente Veretout, che sbagliando consegna palla a Lukaku.

Oltre a questa pressione ricorderete quella sul portiere ad opera di Brozo, poi sprecata dallo stesso croato, e poi quella di Vecino sprecata ancora una volta. Tre occasioni veramente facili da capitalizzare, che invece invalidano l’ottimo lavoro di squadra in pressione.

Allo stesso modo qualche lampo del centrocampo lo vediamo anche in fase di possesso. Nel secondo tempo Vecino smette di allargarsi per creare superiorità (capendo di non essere supportato adeguatamente dall’esterno) e diventa una vera spina nel fianco per la Roma inserendosi insieme agli attaccanti creando grossi problemi alla linea a 4 romanista. Alcune delle occasioni più ghiotte nascono proprio da questo canovaccio. Vecino prima servito da Valero pecca di freddezza e trova l’ottima opposizione di Mirante. Poi sempre l’uruguagio serve 2 palloni velenosissimi a Lautaro che però non riesce a trasformare da dentro l’area piccola.

Valero trova l’imbucata per Vecino, autore di una buona gara.

Una grossa mancanza oggi la si è avvertita sulle fasce, con Candreva, Lazaro ma soprattutto Biraghi incapaci di accompagnare l’azione, di preoccupare la Roma o anche solo di mostrarsi propositivi, troppo spaventati dalle ali giallorosse, che in realtà fanno molto poco per meritarsi questo timore reverenziale.

Questa serie di mancanze si somma diventando un limite, soprattutto quando la vena realizzativa degli attaccanti si inceppa. Ecco allora che emerge tutta la macchinosità di Vecino, la sterilità di Valero, e il timore di Biraghi e Lazaro. Soprattuto dopo l’entrata in campo di un ancor più spaesato e meno propositivo Asamoah.

Che Asamoah stasera non fosse in grado di prendersi responsabilità era già chiaro dal capello, lasciato crescere più incolto e sbarazzino del solito.

La soluzione sul lungo periodo è quella di sostituire in fase di mercato alcuni giocatori come Valero, Biraghi, Candreva, Gagliardini che possono essere solo comprimari. Oggi tuttavia va dato merito a questi ragazzi ed al loro allenatore di provare in ogni modo a sopperire ad una situazione di difficoltà che si accentua di partita in partita.

Non mi sono piaciuti i fischi al primo errore di qualche giocatore. Il tifoso deve capire che abbiamo bisogno di tutti, non è facile giocare a San Siro e ci vuole il loro aiuto. Tutti insieme dobbiamo proteggere questo gruppo e non diventare presuntuosi

Antonio Conte

Il centrocampo di stasera, che poi assomiglia paurosamente a quello dello scorso anno, è costituito da giocatori che dovevano essere i gregari, i portatori d’acqua per giocatori di altra qualità e che invece si ritrovano a dover disputare ogni gara senza alternative. Per questo diventa importate riconoscere ai giocatori in questione ed al mister una buona prestazione, macchiata oggi da una corale mancanza di freddezza (punte comprese).

Certamente l’orizzonte del Barcellona non può che preoccupare. Se si può restare positivi pensando al campionato con l’unica raccomandazione di non sprecare la mole di occasioni create infatti, per la Champions, serve qualcosa di più.

Dobbiamo tuttavia aver imparato a ragionare una partita alla volta, e stasera si è vista una squadra che, sebbene in crisi dal punto di vista numerico, quella discontinuità dal passato può tracciarla. Già da martedì.

Una delle occasioni su assistenza di Vecino non capitalizzate da Lautaro, che, siamo sicuri, ha tenuto in serbo qualcosa per martedì. Altra buona gara del Toro ad ogni modo.
Avatar

Nic92

Nato dall'incontro tra l'unico tifoso cagliaritano non isolano e una grande tifosa di Batistuta, fortunosamente incontra l'Inter e se ne innamora. Ha in Julio Cesar il suo spirito guida.

265 commenti

  • E così siamo a più 2 sulla seconda. Strano il calcio, pareggi in casa, quindi nella sostanza perdi due punti, e ti trovi ad allungare su chi ti insegue, anche se la Lazio, in verità, ha accorciato!

    Certo, loro hanno perso a Roma, con la Lazio appunto, ma ciò non era per niente scontato e dopo l’iniziale vantaggio, era addirittura impensabile.

    Si prospettava un fine settimana orribilis, quale vigilia di ciò che ci attende martedì sera, ed esserne usciti avendo addirittura allungato è tanta roba.

    Con la Roma abbiamo fatto anche troppo, e pur concedendo ai giallorossi il pallino del gioco per lunghi tratti, abbiamo avuto e sprecato almeno 6 palle gol, in un paio di casi è stato Mirante che, la battuta ci sta, non è certo stato a guardare: anzi, si è superato.

    A livello di formazione, siamo davvero a raschiare il barile e con Sensi e Barella fuori, il Gaglia, che cmq non è Iniesta, che va e viene, siamo un po’ in ambascia a centrocampo e dover far giocare Borja è davvero un bel rischio.

    Tra i laterali Candreva bloccato dà qualche preoccupazione, per fortuna Lazaro sta venendo fuori benino e sulla sinistra Biraghi non è male in attesa del pieno recupero di Asa.

    Le due punte sono ottime, ma non saltano mai un turno, e anche li, Sanchez lungo degente, e unica riserva un ragazzo che non va bruciato, non consentono di stare sereni.

    La difesa pare tenere bene, cambi ce ne sono e Godin parrebbe tornato a livelli eccellenti.

    Il recupero di D’Ambro offre sicurezze sia per il pacchetto arretrato che per i laterali di centrocampo di cui parlavo sopra, dato poi che laterale nei 5 di centrocampo gioca a destra ma si adatta anche sull’altra fascia.

    Ma la sintesi è una: se dovessimo riuscire nell’impresa martedì e arrivare alla sosta in testa o comunque a ridosso della vetta, servono rinforzi. Buoni rinforzi, e ho detto rinforzi e non rincalzi.

    Serve un attaccante “lungo” e ragionatore, stile Dzeko, da alternare a Lukaku, ed essere certissimi del pieno recupero del Niño.

    A centrocampo servono almeno 2 giocatori modello Sensi e Barella, cioè una valida mezzala, possibilmente in grado di giocare a destra o sinistra, e un ottimo regista in grado di fare rifiatare Brozo che altrimenti scoppia. Se poi si può, un laterale destro d’attacco perché Candreva, temo, sta poco a fermarsi.

    Lo so, non chiedo poco, ma per essere competitivi su 3 fronti, e saranno tre anche se non ce la ficciamo col barca, perché in quel caso ci sarà la EL, servono 18 titolari e 5/6 buone riserve. Noi ora siamo a 13 e 3.

    La vera risorsa in più in questo momento, va detto, è il tecnico, che alla squadra ha dato un gioco e sopratutto una mentalità.

    Ha saputo e potuto farlo perché è bravo e perché l’allontanamento di Icardi gli ha consentito, oltre a bonificare lo spogliatoio, di poter giocare a due punte, scegliersi Lukaku e così fare esplodere il crack Lautaro.

    Comunque ora pensiamo a Martedi, da primi in classifica + 2, dopo qualche anno di purgatorio e gli ultimi 2, quelli di Luciano, che non ringrazieremo mai abbastanza, nei quali abbiamo messo le basi per quello che stiamo, si spera, diventando.

    Forza Beneamata.

    PS. Come amo dire sono Interista, ma anche un Interologo.

  • La reazione di Conte alla notizia di Messi non convocato 🎉

    🍾://uploads.disquscdn.com/images/5de60f614fb7a5ebc2a5f45b2c9f33fcbc6bbc38078147f9f66aaac638939b59.jpg

  • E così siamo a più 2 sulla seconda. Strano il calcio, pareggi in casa, quindi nella sostanza perdi due punti, e ti trovi ad allungare su chi ti insegue, anche se la Lazio, in verità, ha accorciato!

    Certo, loro hanno perso a Roma, con la Lazio appunto, ma ciò non era per niente scontato e dopo l’iniziale vantaggio, era addirittura impensabile.

    Si prospettava un fine settimana orribilis, quale vigilia di ciò che ci attende martedì sera, ed esserne usciti avendo addirittura allungato è tanta roba.

    Con la Roma abbiamo fatto anche troppo, e pur concedendo ai giallorossi il pallino del gioco per lunghi tratti, abbiamo avuto e sprecato almeno 6 palle gol, in un paio di casi è stato Mirante che, la battuta ci sta, non è certo stato a guardare: anzi, si è superato.

    A livello di formazione, siamo davvero a raschiare il barile e con Sensi e Barella fuori, il Gaglia, che cmq non è Iniesta, che va e viene, siamo un po’ in ambascia a centrocampo e dover far giocare Borja è davvero un bel rischio.

    Tra i laterali Candreva bloccato dà qualche preoccupazione, per fortuna Lazaro sta venendo fuori benino e sulla sinistra Biraghi non è male in attesa del pieno recupero di Asa.

    Le due punte sono ottime, ma non saltano mai un turno, e anche li, Sanchez lungo degente, e unica riserva un ragazzo che non va bruciato, non consentono di stare sereni.

    La difesa pare tenere bene, cambi ce ne sono e Godin parrebbe tornato a livelli eccellenti.

    Il recupero di D’Ambro offre sicurezze sia per il pacchetto arretrato che per i laterali di centrocampo di cui parlavo sopra, dato poi che laterale nei 5 di centrocampo gioca a destra ma si adatta anche sull’altra fascia.

    Ma la sintesi è una: se dovessimo riuscire nell’impresa martedì e arrivare alla sosta in testa o comunque a ridosso della vetta, servono rinforzi. Buoni rinforzi, e ho detto rinforzi e non rincalzi.

    Serve un attaccante “lungo” e ragionatore, stile Dzeko, da alternare a Lukaku, ed essere certissimi del pieno recupero del Niño.

    A centrocampo servono almeno 2 giocatori modello Sensi e Barella, cioè una valida mezzala, possibilmente in grado di giocare a destra o sinistra, e un ottimo regista in grado di fare rifiatare Brozo che altrimenti scoppia. Se poi si può, un laterale destro d’attacco perché Candreva, temo, sta poco a fermarsi.

    Lo so, non chiedo poco, ma per essere competitivi su 3 fronti, e saranno tre anche se non ce la ficciamo col barca, perché in quel caso ci sarà la EL, servono 18 titolari e 5/6 buone riserve. Noi ora siamo a 13 e 3.

    La vera risorsa in più in questo momento, va detto, è il tecnico, che alla squadra ha dato un gioco e sopratutto una mentalità.

    Ha saputo e potuto farlo perché è bravo e perché l’allontanamento di Icardi gli ha consentito, oltre a bonificare lo spogliatoio, di poter giocare a due punte, scegliersi Lukaku e così fare esplodere il crack Lautaro.

    Comunque ora pensiamo a Martedi, da primi in classifica + 2, dopo qualche anno di purgatorio e gli ultimi 2, quelli di Luciano, che non ringrazieremo mai abbastanza, nei quali abbiamo messo le basi per quello che stiamo, si spera, diventando.

    Forza Beneamata.

    PS. Come amo dire sono Interista, ma anche un Interologo.

  • Solo a me non è piaciuta la partita di sabato? Premesso che, ai punti meritavamo di vincere (handanovic s.v.- mirante il migliore),ma troppi, troppi, troppi, errori tecnici, anche banali. Lautaro e Lukaku “mangiati” colpo su colpo da Mancini e Sterling, solo l’indisponibilità di Sanchez ne ha salvato uno dei due dalla sostituzione. Esterni praticamente nulli in fase offensiva e abbastanza traballanti in fase difensiva. Buona prova dei tre difensori, centrocampo abbastanza bene nell’interdizione e nel recupero palla ma farraginoso nella costruzione del gioco e molto impreciso in fase di rifinitura.

      • Il problema è quel “riparti”. Coè, se non ripartono da lì cosa succede?

    • Metteranno cristiana penaldo in una camera iperbarica fino a febbraio,altrimenti va in osteoporosi.
      Grazie Lazio!

  • Quello che deve preoccuparci davvero,
    non è tanto il becero insulto razzista da stadio. Non perché non rappresenti una vergogna, sia chiaro

    ma perché arriva da chi
    (e uso gli ultras della mia squadra per evitare che diventi una disputa faziosa)
    spara una supercazzola ridicola per spiegare che i versi da subumani sono finalizzare a… (ma si può…) disturbare l’avversario.

    Cioè, lì onestamente non sai se ridere o piangere, ma il problema da risolvere ce l’hanno loro e si chiama ignoranza. Io eviterei che infestassero lo stadio quando gioca la mia Inter, ma discuterci sopra proprio no.

    No, il vero razzismo, quello che mi preoccupa, è quella nube invisibile che non vedi, ma che c’è, che senti, che percepisci e che si insinua nella gente comune, mimetizzandosi in un finto perbenismo insito in chi proprio non ci arriva che una diversa pigmentazione non può, proprio da un punto di vista biologico o scientifico, essere causa di un fenomeno sociale.

    In soldoni: è razzista chi prova repulsione verso chi non è della sua stessa etnia, certo,

    ma è razzista anche chi vede razzismo ovunque, chi non si azzarderebbe mai a criticare uno di colore perché non riesce in ogni caso a vedere oltre il colore della pelle.
    Deve salvare le apparenze, loda e imbroda, ma continua nella sua mente a pensare “èneroèneroèneroèneroènero”.
    Questo spiega anche il perché il salviniano è un essere mitologico che vive nell’urna elettorale, ma a quanto pare non esiste nella vita sociale o comunque sono molti meno delle cifre che poi ti tocca constatare il lunedì post elezioni.

    Ecco perché mi ride il cuore quando vedo accrocchi di giovani adolescenti originari di diverse etnie che si insultano reciprocamente, perché il colore non lo rilevano affatto.
    I retrogradi della nutella turca e del “prima gli italiani” sono destinati ad essere schiacciati dal futuro,
    ma toccherà aspettare la solita ventina d’anni perché l’Italia si adegui.

    • Hai ragione sul fatto che per i giovani il problema del razzismo legato al colore della pelle è un non problema, almeno per la maggior parte.

      Dubito invece che basteranno venti anni, probabilmente non basteranno 50 e ci saranno nel frattempo crisi di rigetto, come già in altri paesi es Francia e Germania.

      Vero che questa epoca tecnologica ha aumentato drasticamente la velocità del progresso grazie alla tecnologia e in venti anni cambia molto.

      Vero è che però altrove il problema viene affrontato concretamente già da oggi e attivamente, ma non perché sono buoni, solo perché sono previdenti e capiscono che il problema in 30 anni se non gestito può frantumare le loro società civili.

      Quello che mi atterrisce invece dell’Italia è che sembra che viviamo in una bolla ovattata in cui le cose succedono come in Tv o in un reality e non hanno conseguenze reali, tutto è oggetto di cazzeggio e di opinioni slegate dai fatti, giusto per convenienza politica o personale, per fare show.

      Che poi il vero problema è non tanto o non solo il problema del colore, ma della fascia di povertà e non integrazione che quasi sempre contraddistingue la persona di colore / non italiana / non bianca ecc in buona parte perché immigrato recente. Da scolarizzare e integrare ancora pienamente.

      Ed anche per questo occorreranno decenni.

    • Boh, credo che una buona dose di ipocrisia esista in tutti i paesi.
      Solo che altrove viene imposta anche dalla società che sceglie il valore dell’uguaglianza. E così esiste rispetto, forse un po falso, che però le nuove generazioni respirano e che quindi crea una base per il futuro.

      Qua non credo basteranno i 20 anni di cui parli.

  • Dop SantAmbreous e i ohbej ohbej
    Le ura de pensa a la semana che ven……tanta roba ne. 😀
    Piccola parentesi a volte ho pensato che i moderatori sono troppo severi ma le azioni viste oggi mi trovano d’accordo in pieno perché ci sono persone che non usano un posto pubblico per condividere in compagnia ma per rompere,provocare e cercare di attirare l’attenzione su supercazzole senza senso pilotate a doc sullo scontro e affronto virtuale. Io visito questo café da tanto, ho sempre visto tanto lavoro e tanto impegno oggi posso dire senza problemi, che grazie a tutti é diventato un blog di Interismo vero,educato con tanta passione onesta da tutto il mondo, grazie e continuate cosí!
    Forza ragazzi.
    Buonanotte.

    • Semperfi, tu che sei un esperto in queste cose, cerca di postare il video di
      ” The Prayer” “La Preghiera” del grande interista Boccelli e La grandissima Celin Dion.
      Sarebbe perfetta in questo contesto.

  • volevo solo scrivere qualcosa che potesse mettere d accordo tutti gli utenti del blog..
    :GIUVEMERDAAAAAA

  • @disqus_HwEehZqv1t:disqus siamo al ventesimo messaggio eliminato.
    1) il tuo tentativo alla “ma sono loro, io gliel’ho detto di ignorarmi” da asilo mariuccia è stupido tanto nel contenuto (potresti evitare di rispondergli tu stesso, ci hai mai pensato?) quanto nei tempi
    2) fai in modo che non ci sia un ventunesimo messaggio da eliminare, perché sono stufo e la chiuderemmo qui definitivamente rivedendoci quando e se mi ricorderò di sbloccarti

    Grazie

  • Giusto l’altro giorno vi scrivevo quanto fosse piacevole leggere i commenti che stavate postando, era sul post di Nicolino.
    È durato poco.

    E dire che mi andrebbe bene la discussione accesa, incazzata, ma “umana”. Il non andare d’accordo, ma nel comune rispetto. Lo starsi proprio sul cazzo e come unica conseguenza l’evitarsi. Regole comuni che -sono sicuro- ognuno di noi osserva nella vita di tutti i giorni.
    A me va benissimo che ci siano i contiani, i morattiani, gli aziendalisti, i ribelli…tutte le fazioni che volete. Mi basta che ci sia l’interismo e il mettere l’inter sopra ogni cosa. E che i valori dell’inter non vengano messi in discussione né scherniti.

    E invece niente. Si estremizza tutto.
    Si entra con l’obiettivo unico di litigare o se non si riesce si semina la polemica gratuita.
    Fatevi dire una bella cosa: questo non è uno sfogatoio.
    Sono mesi che ripetiamo le stesse cose, ora basta.
    Non siamo nei forum anni 90 o su Twitter.

    Gente che vorrebbe entrare nella community che privatamente mi chiede “ma siete sempre così?”. Questo blog -e i suoi lettori- cresce costantemente, l’inter è prima e sempre più persone mi pongono la stessa domanda: “ma com’è che siete sempre così incazzati?”.
    E ancora “sono scappato dai social per venire qui e ci trovo gli stessi -odiosi- modi di fare”.
    Mi sono stancato di dover giustificare questo ambiente tossico.

    Ecco, non vi nascondo che sono molto amareggiato per questa situazione.
    Tengo molto, moltissimo, a questa che considero la casa di tutti, ma non posso -e non voglio- stare dietro alle moderazioni e a cancellare offese. Non voglio star qui a ripetere sempre le stesse cose, a dover richiamare questo e quello.

    Fare gli onori di casa è un piacere ma anche un impegno gravoso (sotto tutti i punti di vista), ci siamo messi in testa di continuare perché abbiamo -e voi fate parte di questo progetto- degli obiettivi da portare avanti, che sono più importanti di tutto.

    Bauscia Cafè VIVE di entusiasmo e non passerà a causa di chi non gli vuole bene, questi ultimi si fermeranno, ma BC andrà avanti .

    Vi ripeto per l’ultima volta che questa è casa vostra e ne dovete avere cura.

    • Signori, , avete piu’ pazienza di Madre Teresa.
      Vi ammiro e rispetto.

    • Solo una cosa, non credo di aver mai offeso qualcuno, al contrario di altri.

      Vi saluto definitivamente e vi auguro buona fortuna.

      Forza Inter.

      • Ma dài!
        A me dispiacerebbe non leggerti
        Non so cosa sia successo ma spero tu possa ripensarci
        Ciao

        • Niente, i soliti screzi tra me e quel simpaticone di sandrex.

          Ma poi visto che spesso si fa di tutta l’erba un fascio, mi premeva solo far presente che è dai tempi di Mazzarri che commento in bausciacafe e che nonostante tutto credo di non aver mai offeso qualcuno.

          • Bellins, visto che non mi hai scritto cerco di essere chiaro qui: nessuno ti sta mettendo alla porta, anzi, ho sempre letto i tuoi interventi e so che non sei il tipo che offende.
            Solo che se ti rivolgi a Sandrex con “simpaticone” quello ti risponde a tono e finisce che vi mandate 20 messaggi e dobbiamo cancellarli.
            Ti chiedo solo di evitare il confronto (parlo con te ma è come se parlassi anche con lui) se non può essere migliore di quello che state regalando da 24 ore.

            • Lui si rivolge a me con epiteti vari, che non ti elenco, da quando lo conosco, cioè dai tempi di Mazzarri, già dal mio secondo post.

              Comunque basta, per me è chiusa qua.
              Non vi annoiero’ più, soprattutto per il bene del blog.

              • mi spiace, prendo atto che non ti è possibile mettere in secondo piano le vostre beghe e che preferisci andar via da qui piuttosto che mettere una pietra sopra e ripartire “per il bene del blog”.
                Ti saluto, un abbraccio e ti ringrazio per gli anni passati insieme.
                Buon tutto, di cuore.

              • Quello che mi dispiace è che per colpa di pochi -di tre, quattro elementi che conosciamo fin troppo bene- debba rimetterci la discussione sotto un post del genere (a danno di @disqus_fMEY4d4ICc:disqus che ci ha perso del tempo) e debbano rimetterci utenti che si sono dimostrati irreprensibili negli anni.

                Bellins, sottoscrivo intanto quanto detto da Python e ti chiedo personalmente di restare.

                A questo punto l’unica soluzione che vedo -perché sono veramente stufo- è procedere alla prima occasione ad un paio di ban che in 11 anni abbiamo sempre voluto evitare, ma che a questo punto sono necessari.

                • non è vero, io sono stata bannata dopo 2 mesi che frequentavo il blog solo per aver difeso il vecchio blog e l Inter da un gobbo di merda, per 3 settimane, gobbo di merda che poi è stato bannato da tutti i blog interisti…vero che la retorica non serve a nulla ma mi domando dov’era tutto sto zelo quando ad una signora veniva candidamente concesso di essere apostrofata come puttana, che non è nemmeno l insulto peggiore che ho ricevuto, certo mi sono difesa, sicuramente non porgo l altra guancia ma tutta sta verginità, ben venga per carità, meglio tardi che mai…dopo quasi 6 anni.

                  • Mi pare evidente che ogni ulteriore commento a questo punto è inutile, figuriamoci se mi metto a discutere di cose successe sei anni fa quando sul blog c’era forse un post ogni 20 giorni.

                    Mi pare altrettanto evidente che cercare il dialogo è una strada che ha miseramente fallito.
                    Pazienza.

      • bellins, per la stima che nutro nei tuoi confronti ti chiedo a titolo personale di non abbandonare bausciacafe.
        sei una delle colonne portanti.
        anche io ho avuto piccoli problemi coi gestori. pero’ sono ancora qui, grazie alla loro pazienza, e grazie anche all’orgoglio che ho messo da parte.
        ti lascio la mia mail se vorrai scrivermi:
        modd.sola@gmail.com

      • Dai, Bellins, non fare cazzate, Solo quando vedi certi commenti , fai come il sottoscritto. ignorali e passa oltre.

    • Una volta si diceva che per cambiare il sistema bisognava “cominciare dal basso”. Oggi forse bisogna cominciare dai social.
      Per quel che vale, sposo il codice di autoregolamentazione bauscia.

        • solo una cosa, la neutralità al centro di tutto, ma siamo tutti esseri umani compresi gli autori e come tutti abbiamo simpatie e antipatie a pelle, basta riconoscerlo non è grave, buona vita.

    • Voto e applaudo non a causa delle dinamiche di questo blog che non conosco ancora bene…ma perché ne ho conosciute altre…ed il tuo commento per me ha una validità che va oltre le vicende “locali”.
      Sono anni che vedo interisti scannarsi per questioni stucchevoli e leggende metropolitane. Dai tempi del cd “asadismo”…nel nome di queste stupide guerre intestine ho visto fischiare in campo bandiere come il Cuchu…
      Sarebbe il caso di finirla.
      Si può avere simpatia o antipatia per il Mister di turno o quello passato e tifare conunque per la squadra.
      Questa ė la cosa che conta.

  • Resto convinto che il crocevia della nostra stagione passi dalla ripresa dopo le Festività Natalizie.
    E in questo senso risulterà decisivo l’apporto, e quindi il recupero, di chi oggi è infortunato.
    In particolare: Sensi, Sanchez e Barella.
    Se rientreranno in tempi accettabili e raggiungeranno presto la forma, potranno essere un’arma preziosissima in caso di calo fisico di chi oggi sta tirando la carretta.

    In punto di infortuni, gli ultimi anni non sono molto confortanti (e neanche questo scorcio di stagione). Anche l’infortunio più banale o le prognosi di 10-15 giorni si trasformano in odissee plurimensili e rientri a mezzo servizio che spesso si protraggono ad oltranza.

    La preoccupazione maggiore è Sensi: determinante nella costruzione del gioco per buona parte del girone, poi s’è infortunato proprio coi gobbi.
    Dopo un discreto periodo di stop è riapparso una mezz’oretta col Borussia, quindi è sparito di nuovo.

    Quando tornerà?
    Come tornerà?
    Quanto ci vorrà per rivedere “quel” Sensi?

    Non è roba da poco.

    • Si, concordo. Aggiungo che in mezzo e davanti qualcosa bisogna fare a gennaio, perchè sono troppe le incognite sul recupero (e sui tempi di) Sensi, Barella e Sanchez. Su Sensi ahimè temo che ci si trovi davanti ad un giocatore la cui carriera difficilmente non risulterà frenata dai troppi infortuni (e c’è in ballo un cospicuo riscatto).

    • Quei simpaticoni del Barcellona vorrebbero scambiare Sensi (24) e Lautaro (22) con Vidal (32) e Rakitic (31). Che burloni!!! Anzi che non hanno proposto Kubala e Koeman.

  • Ora speriamo che Gattuso chieda a Commisso di aspettare domenica sera ad esonerare Montella…

      • Dice che Rocchi abbia considerato la posizione di Pinamonti davanti al portiere ininfluente perché troppo lontano per disturbarlo

        così dicono

        • Sì, hanno anche intercettato un dialogo nel tunnel col capitano del Lecce. Onestamente una follia, non vedo come si possa considerare ininfluente

          • Già.
            Ormai le regole sono fuori moda, vale solo l’interpretazione dell’arbitro, una specie di sacerdote pgano del regolamento.

            Che di volta in volta fornisce un motivo di fantasia per giustificare il proprio operato

    • # 4
      Ma a sentire gli stronzi del corriere del cesso , l’arbitro e VAR hanno fatto perdere la juve. Questi ormai sono peggio di tuttocacca.

  • Comunque scusate se mi permetto di intervenire ma io ieri la partita l’ho vista e c’è stata una squadra palesemente danneggiata: la lazie.
    Spero che persino qui non passi il messaggio contrario, perché l’aria mi sembra questa

  • Purtroppo la sfortuna vuole che andiamo a giocare con le pezze al culo questa partita contro il Barcellona….peccato!!!!

  • I gobbi di nuovo tutti sull’iperuranio: vogliono far vincere l’Inter!! Ogni 3 rigori ne prendi 1, la sintesi della partita di ieri.
    Più che altro, ho visto gli highlights del Barca e di quello che han combinato Messi, Suarez e soci: agghiacciande.

  • https://pbs.twimg.com/media/ELNlTIKXYAAu94y?

    Ma come, non glielo hanno spiegato al M. City che non si tratta di razzismo ma solo di tifo contro volto a innervosire un avversario forte, che il problema è ben altro e tutti i mille distinguo da fare nel caso ecc ecc, il sessismo, il campanilismo, il benaltrismo…

    Strana gente gli inglesi, non devono aver letto la discussione qua su Bausciacafe cn tutte le abili sfumature dialettiche e retoriche dei Sandrex di turno…

    Tonnellate di pixel faticosamente prodotti e poi questi non li leggono neppure e quindi vogliono non solo bannare a vita i LORO tifosi protagonisti del video razzista che circola sui social, ma addirittura stanno attivamente collaborando con la Polizia perché siano identificato e processati

    Strana gente….

    Vanno avvisati, qualcuno conosce il numero o la mail di riferimento?

    • Quel tizio lo hanno anche licenziato, sono sicuro che farà piacere a tutti, bisogna essere sempre dalla parte giusta delle pietre

  • “Saturday…
    …football was such an easy game to play…
    …now I need a place to hide away…”

    ANCHE SARRI SI E’ MESSO A STUDIARE L’INGLESE…

  • Gli aromatici prendono tre sberloni e avrebbero potuto essere anche 5.
    Partita ancora più bella in quanto andati in vantaggio con il “giocatorepiúfortedelmondoancheseinparaboladiscendente “.
    Ma la cosa più bella di questa domenica mattina è leggere i loro commenti astiosi che vengono a fare sui blog o sui canali YouTube interisti!!!!@🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

  • Che bello vedere i gobbi che fanno gne gne e frignano perché l’arbitro ha fatto il killer secondo loro

    Ahahah ah magari fosse vero

    Qui il peggiore di tutti ( e chi l’avrebbe mai detto 😕😏 )

    #Juve, #Sarri: “L’espulsione di #Cuadrado non c’era, gara condizionata dagli episodi. #LazioJuve

    • Di sicuro ricominceranno, anzi continueranno con le lamentele nei confronti del var…perché fosse stato per l’arbitro, non avrebbero persa neanche questa.

  • La priorità ora è dare a Conte i rinforzi di cui ha bisogno questo ha sentito l’odore del sangue e non vorrà mollare la presa proprio adesso !

  • Incredibile!!!!!!!!!!!!!
    3 miracoli nella stessa partita.
    1 -La Lazio, che aiutandosi ci aiuta. E questa credo sia una ” prima”.!!!!!!!!!!!
    2 -Un rosso col VAR contro la juve. !!!!!!!!!!!!!!!
    3- Rigore contro la juve nella stessa partita!!!!!!!!!!.
    Poi ci ha pensato l ‘ex a farselo parare.
    Turno quasi perfetto, se solo i nostri avessero evitato di fare i “Babbo Natale”.
    P.S.
    Zazzaroni ha cannato il titolo, doveva mettere
    “Black Saturday”.

  • Ragazzi buona notte a tutti, e copriamoci bene perché in vetta le notti sono fredde. Ma l’aria è pura 🌌

  • In questo momento sto più fuori di un balcone, se il commento pare seguire le regole della grammatica è tutto merito del correttore automatico..

    Però le forze di mettere assieme un gobbi merde salutate la capolista ci sono ancora, quindi gobbi merda salutate la capolista

  • De Ligt per ora disastroso, ci andrei piano.
    La convivenza con Bonucci, anzi che con Chiellini, non sta aiutando.

    Detto questo il primo anno in A per un difensore è sempre molto difficile.

    Ovviamente spero non si riprenda mai più e inizi una totale involuzione.

    • Preferirei semplicemente cambiasse squadra, il giocatore era notevole, la scelta fatta in puro stile Raiola.

      Oh, a parte eccezioni che ora non ricordo, Raiola ti gestisce in modo da farti avere il massimo dei soldi e forse più, ma dal punto di vista puramente sportivo è come legarsi un macigno al collo e andare a fare il bagno al largo.

      Non ricordo uno che con Raiola abbia avuto una carriera sportiva strepitosa da quando ha iniziato a gestirlo lui

      • Ibra ha sempre detto che venne da noi perché Raiola gli disse che sarebbe stato più ambizioso anche se il Bilan gli offriva di piu.

        Diciamo che anche in questa situazione i gobbi sulla carta erano una scelta perfetta. Facile facile.
        Poi si è rotto il loro giocatore più importante Chiellini.

        Io spero si bruci. Non voglio gli risolvano il problema a bilancio perché glielo comprano.
        Anche se con raiola un acquirente si trova sempre ahime

  • Sentito Valverde?
    “Campionato è prioritario. Potrei cambiare alcuni giocatori. ”
    Dipende COMUNQUE da noi

  • Oggi i titoli erano: “STOP! Inter stanca e sprecona” e “FRENATI! La Roma mette in difficoltà i nerazzurri”.

    Vedremo i titoli di domani.

    Sante parole di un utente su twitter di cui non trovo più il Tweet

  • inzaghi sta preparando lo sbarco alla giuve.
    sarri paga l’equivoco cr6.9
    quello per cui marotta è stato cacciato via con infamia da agnelli

  • Comunque ridendo e scherzando le distanze cominciano ad accorciarsi e non mi stupirei di vedere un gruppetto di testa in pochi punti di qui a qualche mese. La Juve di Sarri è la stessa di Allegri, meno cinica e soprattutto le manca Chiellini. La Lazio mi sembra…la Lazio: mi piacerebbe tanto vedere Milinkovic nelle mani di Conte. La Roma è costruita bene in prospettiva futura. E’ il Napoli l’epic fail del momento: Ancelotti conferma che se non ha uno spogliatoio forte che viaggia in autonomia ci mette poco a perdere il controllo.

  • A sentire i commenti in TV sembra abbia vinto la juve…
    Intanto Messi tripletta e Suarez gol meraviglia…😳

  • Interisti che litigano per De Ligt, altri per il sistema Juve, altri perchè malvisti dai moderatori. Dev’essere sta cazzo di Inter che annoia…

  • no, ma mi fa piacere che per far piacere a chi non so, vengano cancellati i miei messaggi….quindi per andare d accordo con la massa devo forzatamente scrivere che de ligt è un cesso…ricevuto.

    • Quando l’arbitro è corretto i gobbi non vincono..chissà come cacchio è?

    • Tanto per chiarire: qui nessuno ha cancellato niente.
      Datevi una calmata. Se un giorno vi renderete conto che qualcuno non si fa vedere più, lì sì che saprete che siamo stati noi perché ci avete definitivamente rotto i coglioni.

      E sempre voi due, da un anno a questa parte sempre solo voi due.

      Poi mandate pure gli amichetti a frignare che “però almeno un avvertimento lo potevate dare”.

      • e continua la spy story, ho chiesto senza particolare enfasi, erano spariti il perché e per come non lo so, così era, domanda noi due chi? io presumo, una, strano che rompo i coglioni solo a te, per carità, il capo ha sempre ragione a prescindere, comanda lui, te lo ho già scritto, io mi sento a posto con la coscienza, tu hai la facoltà di fare quello che più ti aggrada, buon S.Ambrogio.

  • Per quanto visto finora e considerato che con gli aiuti minimo 6 punti la Juve li ha avuti più come omaggio, credo proprio che questo campionato lo vinceremo noi e con almeno 6 punti di distacco… altroché

    Forte de Light… in futuro, forse, ma per adesso vale e fa gli stessi danni di un Romagnoli

  • I funerali dell’arbitro quando ci saranno?
    Chiedo per i parenti…😂😂😂
    cit.Lineainter

  • ora, a Milano è festa, seduta a tavola con abbondanti libagioni mi godevo il momento…ma sopratutto leggevo e facevo leggere i commenti a prescindere, ma nel dubbio aspettare un cicinin?

  • Vabè con questa exoropoli non c’è speranza. Ritiriamo la squadra, è più dignitoso

  • Ha sbagliato cartellino. Pensava di aver preso il rosso e invece ha mostrato il giallo. Il VAR l’ha richiamato per correggerlo…..

  • gran gol di luis felipe, voglio vedere cosa si inventano nel secondo tempo per fargliela vincere

  • altra meraviglia: la Lazio batte una rimessa laterale con il consenso dell’arbitro, nonostante le immagini chiariscano che l’ultimo tocco era laziale. Dopo alcuni secondi, ad azione in corso con la Lazio al limite, il VAR comunica in cuffia l’errore all’arbitro che ferma l’azione e comanda la rimessa laterale per la juventus. La juventus è l’unica squadra al mondo per la quale il VAR interviene a favore anche per episodi non relativi a gol. rigori, fuorigioco o espulsioni.

    • È accaduta una cosa simile per un corner in Inter roma
      Ovviamente a nostro sfavore

  • Ho appena visto l’ennesima entrata di cuadrado, al confine tra giallo e rosso. Decisione dell’arbitro: non è fallo, l’azione della juventus prosegue indisturbata. Purtroppo siamo veramente degli illusi a pensare anche solo lontanamente di vincere un campionato.

  • Rileggendo i nomi del centrocampo che Conte ha rabberciato ieri sera e rivedendo l’andamento della partita non si può fare a meno di fare qualche considerazione.
    Conte sta facendo un grande lavoro in profondità, oltre che sull’aspetto tecnico anche su quello psicologico e motivazionale.
    La difesa e l’attacco sono oggi a mio parere tra i reparti più forti d’Europa.
    Se ci troviamo con un centrocampo così lento e poco propositivo non possiamo farne una colpa né alla società né al tecnico che avevano visto giusto nell’inserire Barella e Sensi. Con loro la musica sarebbe diversa.
    Tra mille difficoltà siamo in grado di dar fastidio ai gobbi in campionato (da quando non succedeva?).
    Mio nipote, con l’inconsapevolezza dei fanciulli, blatera apertamente di scudo (piccoli bauscia crescono).
    P.S. Sommessamente a Conte:
    Il pubblico di Sansiro è il più competente e appassionato d’Italia e tutti quelli che entrano nella sua erba lo sanno e lo sentono.
    Io francamente ieri sera di fischi ne ho sentiti pochi e per la maggior parte provenienti dalla numerosa e chiassosa rappresentanza romana.
    Invito per altro gli amici che seguono la partita da casa a pensare all’effetto che farebbe il loro commento sonoro all’ennesimo passaggio indietro di Lazaro o Biraghi o Asa, anche tra i denti e garbato, moltiplicato per sessantamila volte nello stesso catino.

  • Mi sbaglio o alla prossima in campionato manca anche Brozo?
    Oltre a forse Candreva..

    • Non ti sbagli. Da adesso vi saranno una caterva di squalifiche perche’ abbiamo un bel # di diffidati. Quanti credi ne abbia la juve???????

  • Come al solito, complimenti per Nic.
    Comiciando col “black friday”, temo che quell’articolo sia stato fatto apposta per creare casini e distogliere concentrazione sulla partita stessa. Infatti, alla fine , entrambe le squadre hanno dato la sensazione di fare il compitino.
    Vero che l’Inter ha avuto e sbagliato occasioni mostruose, ma non ha mai dato l’impressione di furore agonistico visto finore, a parte Lautaro , che va a creare casini per tutti gli avversari che gli vengono acontatto. L’arbitro ce ne ha messo del suo , fischiando spesso a capocchia, ignorando falli netti e fischiando stupidaggini inutili.
    Anche sli cartellini e riuscito nell’impresa di darne 3 all’Inter per 12 falli. = 1 ogni 4,
    Mentre alla Roma 1 su 11 , con la bella differenza che a quest’ultima e stato praticamente permesso di tutto. Il solo Lautaro e’ stato randellato per tutta la partita , senza che l’arbitro battesse occhio, Anzi, per completare l’opera , ha deciso di atterrarlo anche lui. Sui falli di mano in area, ormai Tutte le istituzioni hanno fatto arrivare i gioielli di famiglia sotto i tacchi. E’ diventata una vera e propria farsa.
    Ad inizio stagione era cominciato col “tolleranza 0” . qualsiasi fallo di mano, volontario o meno era rigore. Poi giorno dopo giorno escono regole ed interpretazioni personalizzate a secondo delle squadre coinvolte.
    Per fare un piccolo esempio, andare a comparare quello di ieri, e quello dato dal grande Rocchi in Chelsea-Ajax in Champions con annessi 2 rossi per i tulipani.
    Stanno cercando in tutti i modi di eliminare la tecnologia dal calcio perche’ lo renderebbe troppo democratico.
    Il mondo calcistico e’ come le religioni secolari che vanno ancora avanti basandosi su regole scritte 3 millenni addietro.
    Il pubblico che fischia alla prima difficolta’ poi e la ciliegina sulla torta.
    Quando la squadra e’ in difficolta’ invece di aiutarla , la affondano, quando vince , saltano sul carro.

    • Disamina sull’operato dell’arbitro PERFETTA. Visto il match su un sito inglese e i commentatori avevano le stesse identiche perplessità

      • al contrario dello scorso anno, quest’anno con gli arbitri nulla da dire…..

        Per info chiedere ad Abisso…

        • Al contrario dell’anno scorso , la differenza la fa la squadra che sopperisce con grinta alle solite stronzate arbitrali.

    • Il Var, rispetto alla sua prima apparizione sembra sempre più caotico e confusionario.
      Doveva perfezionarsi, come hai detto invece è stato trascinato in basso da logiche perverse.

      • Stanno cercando di eliminarlo, perche’ se usato correttamente rende il gioco troppo democratico, e toglie margini di maneggio.
        Il calcio oltre all’uso corretto della tecnologia , ha bisogno di parecchie modifiche che lo portino al passo coi tempi.
        Prima di tutto tempo di gioco reale di 1 ora. Basta con le assurde perdite di tempo per le piu stupide delle ragioni. A volte si perde un min. per una rimessa laterale o dal fondo, dai 2 a 5 min, per un fallo dal limite o rigore. E che dire di tutte le sceneggiate su infortuni immaginari per far perdere tempo??????
        Un’altra cosa , espulsioni e cartellini in genere.
        Solo nel calcio e permesso di giocare una partita 11 contro 7.
        I cartellini non rendono giustizia nella stessa partita ma a quelle a seguire. Se hai fatto una cosa sbagliata, dovresti pagarlo nella stessa partita, come una penalita’ di 5-10 min. di non gioco , come fanno in altri sports.

        • bischerate…
          sono regole che valgono per tutti, e se valgono per tutti va sempre bene….

            • le regole non devono accontentare nessuno, devo essere solo rispettate da tutti, contento o non contento.

  • Primavera 1, terza vittoria in sette giorni per Inter: Fonseca e Vergani mandano ko la Lazio 2-0. Ora la YL

  • “Non mi sono piaciuti i fischi al primo errore di qualche giocatore. Il tifoso deve capire che abbiamo bisogno di tutti, non è facile giocare a San Siro e ci vuole il loro aiuto. Tutti insieme dobbiamo proteggere questo gruppo e non diventare presuntuosi“

    Antonio Conte

    ————————–
    lui vuole solo applausi…

  • dice bene il marotta sul fatto della qualità, non mi convince sul fatto delle opportunità da cogliere, sappiamo che a gennaio e difficile muovere i giocatori ma se annusano l odore del grano il difficile diventa possibile…e non mi convincono i nomi fatti e spero siano idee partorite dal giornalaio di turno, perché i castrovilli i de paul ecc ecc magari se siamo fortunati cresceranno ma non possiamo riempire la rosa per un ipotetico futuro….l allenatore immagino non voglia fare più la balia di nessuno, ultima cosa, Biraghi e un terzino in media con i terzini che calcano i campi di serie a, ne meglio ne peggio.

  • @Nic concordo, spreconi, le occasioni ci sono state ma il calcio è anche questo, la partita per ampi tratti l ha condotta la Roma che aveva un centrocampo più di sostanza, noi siamo comunque li e il campionato a mio avviso sarà lottato punto su punto, ora testa cuore gambe a martedì.

  • La sensazione che mi ha lasciato la partita ieri sera, al netto delle assenze pesantissime (ma alla Roma mancava Dzeko eh), è di 2 punti lasciati sul campo. Spero più per mancanza di cattiveria che per mancanza di gamba. Mi unisco al mister, e dico che sarebbe benedetto il giorno in cui, insieme agli ululati, fossimo riusciti a evitare la storica tendenza ad inibire i giocatori meno tecnici e con meno personalità (leggi oggi Biraghi e Lazaro).

    • Improvvisamente l’asticella delle pretese si è alzata. Ma ha detto bene Conte quando l’ha chiamata presunzione

      • e cosa ti aspetti dai tifosi? l Inter è meritatamente in testa al campionato ovvio che l asticella si sia alzata, anzi più che ovvio assolutamente normale.

      • e ci mancherebbe altro che non si fosse alzata…

        180kk di mercato e 12kk all’allenatore

  • Bene così, non si possono comunque vincere tutte e anche se in emergenza è stato un buon punto, come detto da Conte.

    Le partite che non riesci a vincerle, è importante di riuscire anno perderle.

    Devo dire che sto con Conte anche rispetto ad una certa parte del nostro pubblico, davvero deludente con i vari fischi, specie a Lazaro, a partita in corso, in cui 5 cm in più ed eri in vantaggio magari e comunque da primi in classifica.

    Come se fosse poi così scontato che stasera i gobbi la vincano

    Non è neppure scontato che con il Barca si debba per forza vincere. Magari passiamo con due pareggi.

    Invece leggo di ariaccia pesante a San Siro se non superiamo il turno.

    Spero proprio di essere smentito dalla gran maggioranza del pubblico.

    Una cosa: siamo un pubblico meraviglioso per quanto sopportato, ma abbiamo anche una parte di pubblico incredibilmente idiota, e a volte un atteggiamento generale snobistico che in questa fase storica è veramente del tutto immotivato oltre che dannoso

    Meno male che Conte c’è…

    https://twitter.com/nonleggerlo/status/1203087832698494976

    • Infatti, il quadro di questa settimana lo avremo solo…a fine settimana prossima

      • Sul lato Champions.

        Per quanto al campionato ne dovremo riparlare ad aprile.

  • Grazie per l’ottimo post Nic!

    Direi che ieri abbiamo dato il massimo. E la verità è che il duo d’attacco ci ha abituato bene fin’ora.
    Ma ieri non è stato devastante come al solito.

    Dopo la sosta ci sarà da stropicciarsi gli occhi.

    Sull’arbitro ieri, ho avuto l’impressione che avesse arbitrato discretamente. Sul tocco di braccio in area il rigore mi sarebbe sembrato eccessivo. Ma ho voluto aspettare la disamina di Marelli: conferma anche lui. Giusto non assegnare il penalty.

    Contro il barca con questo centrocampo sarà dura. Ma parto da un presupposto semplice. Ci sono due partite in contemporanea da giocare. E a Dortmund non è scontata.
    Il destino è nelle nostre mani. E c’è sempre la possibilità che pur sbagliando la partita noi, lo slavia possa rifilare uno scherzo ai tedeschi.
    Ad oggi direi 55% di possibilità di passaggio del turno.

    Non vedo l’ora sia martedì.

      • Ciao Nicola.
        Io martedì ci sarò … sperando di poterci andare ancora.
        Letto dal basso il Tuo post fa venire i brividi…

        • Grandissimo Gatina! Non vorranno mica sfigurare sotto il tuo sguardo attento! Aspettiamo qui sul sito le tue impressioni a caldo!

  • Nel podio per la prima volta.
    Che emozione!

    PS: Forza Inter e juvemmerda!

  • secondo. come la giuve. adesso.
    ps
    comincio a pensare che il destino ci lasciato un compito: sbattere fuori la giuve dalla cl

  • Spreconi + arbitraggio sottilmente ostile = 0-0

    Primo, comunque, come l’INTER.

MVP LUDOGORETS – INTER

Twitter

Archivio