Inter-Palermo: la partita

Finalmente tre punti, finalmente aria!

I numeri non sono stati smentiti: l’Inter ha di nuovo la meglio sul Palermo a San Siro, e non c’è nient’altro da aggiungere. Niente se e niente ma, niente asterischi e niente dubbi: una vittoria piena, sicura sia nel risultato che dal punto di vista del gioco, senza ansie e senza (troppi) pericoli. Scende in campo ordinata l’Inter e schiaccia subito il piede sull’acceleratore: come con Torino, Empoli e Sassuolo sì. La differenza fondamentale è che stavolta il gol entra: c’è subito, come da copione, una grande occasione di testa di Juan Jesus respinta da Sorrentino, ma poi su un calcio d’angolo pennellato alla perfezione da Shaqiri (il primo di una lunga serie) Guarin anticipa tutti e la mette. E’ 1-0 e, a parte una occasione clamorosa sciupata da Dybala da mezzo metro a porta vuota, l’Inter va avanti fino al 90′ in assoluto controllo.

In campo brillano in tre tra gli altri: Brozovic, Shaqiri e Santon. Tutti e tre arrivati a gennaio, tutti e tre qui da nemmeno un mese, tutti e tre ancora agli inizi dell’inserimento nella squadra di Mancini. Tutti e tre, forse, colonne dell’Inter che Mancini ha in mente. Il giovane croato canta e porta la croce, dando un contributo enorme sia in fase di interdizione che in impostazione in un debutto a San Siro che pochi altri hanno saputo sostenere a questi livelli. Xherdan sta ormai diventando una certezza: costantemente il più pericoloso, con un piede che su calci da fermo o in corsa gli consente di mettere il pallone dove vuole con traiettorie quasi da videogioco. E poi c’è il Bambino tornato a casa, quello che aveva giocato solo 59′ in stagione e non aveva i 90 nelle gambe: seconda di fila da titolare, resta in campo dall’inizio alla fine badando soprattutto alla fase difensiva con una concretezza che non ricordavamo. Oltre a loro tre ci sono i due bad boy, quelli fuori dal progetto, i cattivoni che litigano con i bravi ragazzi della curva: Guarin e Icardi. Il colombiano autore di una prestazione che non vedevamo da tempo con qualche solita disattenzione, sì, ma tantissima concretezza, un assist (e un altro per il palo di Icardi), tanta corsa e una naturalezza tattica che fa pensare che in quella posizione e con quei compagni lì (Medel e Brozovic) riesca davvero a dare tutto.

E poi Maurito.

13 gol in campionato (secondo nella classifica marcatori, 1 gol meno di Tevez con alle spalle una squadra che vale la metà, la regola del fuorigioco sempre attiva e quella dei calci di rigore spesso su off), 18 gol in stagione e un impatto sul match imbarazzante. 6 tiri contro il Palermo di cui 2 nello specchio: 2 gol e 1 palo. E che palo, con un colpo di testa da due metri fuori area in un gesto tecnico e atletico pazzesco. Classe 1993 per un cecchino come non se ne vedevano da tempo: forti così ce ne vengono in mente proprio pochi, altro che chiacchiere su macchine e tatuaggi.

Inter-Palermo in fondo è tutta qui: in una serie di eccellenti prestazioni individuali inserite in un contesto di squadra. Quel contesto che secondo Mancini non è mai mancato, quel contesto che ci sta portando, dice il mister, a costruire una squadra forte come tanti anni fa.

Inter-Palermo è tutta qui e le dichiarazioni di Mancini sono tutte qui: nella #twintercronaca di Nk e Python.
Finalmente con tre punti portati a casa.

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

368 commenti

  1. tagnin: ai nostri però non succede mai

    Ai nostri non succede mai perche dopo 2\3 anni di prestiti li abbandoni al loro destino…

    Se siamo arrivati al punto di invidiare uno come Babacar, allora ci dovremmo chiedere perchè gente come Donati, Destro e Bonucci non hanno mai indossato la nostra maglia in serie a…

    La nuova politica intrapresa con il Mancio, giovani piu o meno costosi provenienti da tutta europa, mi sta bene…

    Bisogna pero vedere se è finanziariamente sostenibile anche senza la CL, altrimenti bisognera capire “perche da noi non succede mai”

  2. @Alestacco.
    Ecco il vero problema. Il mondo calcio italiano, in tutto e per tutto. finche’ rimane in queste condizioni non ci sara’ mai possibilita’ di progresso. Perche’ non e’ solo l’eta’ e l’esperienza che frena l’innesto dei giovani, ma la mentalita’ di tutto il sistema, tifosi inclusi. All’estero non c’e’ quella asfissiante pressione 24/7 su giocatori, allenatori e via discorrendo. Mou. a Londra puo tranquillamente fare shopping in santa pace senza essere asfissiato da curiosi.
    Ce’ molto piu’ rispetto per il prossimo. Ecco perche’ gli allenatori all’estero sono molto piu’ propensi nel dare possibilita ai ragazzi.
    @Tagnin.
    Ai nostri non succede perche’ quando arrivano ad essere in quelle condizioni , sono gia’ finiti in qualche altra squadra.

  3. bellins: Se siamo arrivati al punto di invidiare uno come Babacar

    ecco, questo un altro aspetto fastidioso che accomuna un po’ tutti i progggettisti: quelli degli altri son sempre scarsi, quando invece un po’ di umiltà non guasterebbe

    fa specie per chi guarda avanti conservare questo atteggiamente che mi fa taaaaanto 2010

  4. tagnin: ecco, questo un altro aspetto fastidioso che accomuna un po’ tutti i progggettisti: quelli degli altri son sempre scarsi, quando invece un po’ di umiltà non guasterebbe

    fa specie per chi guarda avanti conservare questo atteggiamente che mi fa taaaaanto 2010

    Attenzione…stiamo per assistere al rebaltamento number three di mattonh7…

    Si parla di umilta, quando uno che odia i soprannomi li ha utilizzati per pippinho e pipparez…

  5. bellins: Ai nostri non succede mai perche dopo 2\3 anni di prestiti li abbandoni al loro destino…

    Se siamo arrivati al punto di invidiare uno come Babacar, allora ci dovremmo chiedere perchè gente come Donati, Destro e Bonucci non hanno mai indossato la nostra maglia in serie a…

    La nuova politica intrapresa con il Mancio, giovani piu o meno costosi provenienti da tutta europa, mi sta bene…

    Bisogna pero vedere se è finanziariamente sostenibile anche senza la CL, altrimenti bisognera capire “perche da noi non succede mai”

    quoto in toto

  6. tagnin: ai nostri però non succede mai

    Ai nostri non succede mai perché succede poco in generale,nei top club italiani a memoria mi vengono in mente solo MArchisio e Giovinco dai ladri,nessuno al bilan,Florenzi alla Roma,Insigne al Napoli e appunto Babacar alla viola che però è uscito dalla Primavera a 17 anni,come Balotelli. E gli unici che hanno fatto il salto dalla Primavera alla prima squadra sono stati solo Balotelli,Santon e Desciglio. Parliamo di poca roba. Potrei dirti che Obi e Santon sono ancora da noi ma giustamente mi risponderesti che non sono al livello di quelli citati sopra e però potrei risponderti che il migliore di tutti l’avevamo noi e l’abbiamo dovuto cedere per motivi “neurologici” e Destro l’abbiamo ceduto per motivi economici.

  7. a me pare invece che quelli degli altri son sempre meglio per molti che leggo qui…:)

  8. Scusate il ritardo…

    La non-esultanza dopo i gol decisa a tavolino con il procuratore.

    Cosa???!!!

    Siamo al delirio ragazzi. Questa è molto, ma molto peggio di quella sparata da Milito a pochi minuti dalla conquista della coppacampioni…

    E noi tifosi siamo ancora qui che ci emozioniamo, gioiamo per un gol o c’incazziamo per un dribbling sbagliato e dall’altra parte ci sono calciatori di 20 anni che non esultano per un gol perché si sono messi d’accordo con il procuratore…

    Sono questi i calciatori che vogliamo in squadra? Sono questi i calciatori a cui devo far affezionare i miei figli acquistandogli la maglia nerazzurra con il loro nome sulle spalle?

    Non credo proprio…

  9. Icardi non esulta su suggerimento del procuratore? O tempora o mores…
    A proposito…è finito stocazzo di festival della canzone italiana?

  10. nino44:
    Icardi non esulta su suggerimento del procuratore? O tempora o mores…
    A proposito…è finito stocazzo di festival della canzone italiana?

    Si ha vinto un tal cantautore pugliese, dal dubbio copricapo di capelli… con una canzone in quasi-dialetto… si intitola “AGGGGHHIIIACCCIAAANDEEEEE!!!!!”

    ma la vittoria potrebbe essere sub-judice a causa di alcune intercettazioni ai parenti che lo hanno votato al televoto…

    ci avrei scommesso :-)

  11. Ma questo Napoli così superiore alla nostra squadraccia che ne prende 3 dal Palermo?

    Chissà se sarà lanciato l’hashtag #rosascarsa anche da loro 😀

  12. Kiba:
    Ma questo Napoli così superiore alla nostra squadraccia che ne prende 3 dal Palermo?

    Chissà se sarà lanciato l’hashtag #rosascarsa anche da loro

    Non sarà così superiore ma per ora ci stacca di 13 punti,si spera 10 da oggi pomeriggio

  13. Kiba: Ma questo Napoli così superiore alla nostra squadraccia che ne prende 3 dal Palermo?

    quindi noi che abbiamo battuto il Genoa che ha legnato la giùve?

    io veramente boh

  14. Un miserabile cagatone ineludibile ha colpito Icardi che salterà la partita di oggi.

  15. icardi col mal di pancia

  16. Speriamo sia un cagatone serio…e comunque detto puscas e Poldi…visto mai che tutti i mali non vengono per nuocere…eppoi uno che non esulta su ordine del procuratore puo benissimo andare a cagare!

  17. …dentro puscas…non detto…
    Ovviamente

  18. Ma se ha risolto con i tifosi nel garage di San Siro allora il fatto di non esultare col rinnovo centra poco… #pensarbene