Bauscia Cafè

Giornata di ordinario Interismo

Tre punti. Lo scrivo, respiro, controllo di nuovo. Si, tre punti. Siamo in testa al campionato e oggi ci siamo davvero svegliati da primi in classifica. La partita? Una sofferenza. Una di quelle che ti fanno constatare la relatività del tempo sulla tua pelle, con i minuti che passano sempre più lentamente sul finale. Se potessi sintetizzare in poche parole come mi sono sentito al fischio finale direi: come se l’avessi giocata. Quindi bando alle ciance, andiamo subito a ricostruire i novanta minuti di ieri e riavvolgiamo il filo per orientarci in un mare di emozioni e sussulti che probabilmente ci saremmo in larga parte risparmiati.

La partita sembra promettere inizialmente molto bene, con i nostri ragazzi che fanno la gara nella metà campo avversaria e un Brescia che appare inizialmente passivo e poco propositivo. Corini si è messo per l’occasione a specchio, ma la sua squadra fatica a venirci a prendere alti e Brozovic in particolare gode di una certa libertà, tanto che alla fine del primo tempo l’Inter raggiungerà il 66% nel possesso palla (fonte: Corriere dello Sport). Una supremazia territoriale che raggiunge il suo apice con il gol di Lautaro Martinez, che con un destro da fuori trova la deviazione di Cistana e la benedizione degli Dei del calcio e ci porta in vantaggio meritatamente. Poi accade qualcosa. La partita si incattivisce, il clima allo stadio comincia a farsi burrascoso a seguito di episodi che nobilitano l’essenza del nulla e la gara comincia a farsi più sporca. Fatta eccezione per qualche palla inattiva, dopo il nostro gol non riusciamo a riproporci con qualità dalle parti di Alfonso e la prima frazione di gioco si chiude annegando nel nervosismo.

Al rientro in campo Corini apparentemente sostituisce gli undici bresciani con l’Ajax di Cruijff e l’Inter fatica letteralmente ad uscire dalla propria metà campo per un quarto d’ora buono, lasciando il tifoso interista tra lo sbigottito e l’impietrito. I bresciani alzano il pressing e si presentano più vivaci e convinti nel venirci a prendere alti e noi accusiamo tutto il peso di quattro partite giocate in dieci giorni. Siamo poco brillanti, le gambe si fanno pesanti e il Brescia macina gioco con buona qualità, prende coraggio e si presenta più volte con pericolosità dalle parti di Handanovic. Un’altra partita rispetto al primo tempo, dove si soffre, le energie sono poche e anche la lucidità a volte viene meno. Credo che tutti abbiano ancora negli occhi alcune entrate di Skriniar che definirei elegantemente ingenue e poco ragionate. Sono errori che vanno contestualizzati e compresi. Il punto della questione è che quando sei stanco, sei in affanno, attraversi quella sensazione di “apnea sportiva” dove l’avversario al tuo confronto ti sembra stia volando, allora cerchi di alzare i giri senza che la “macchina” possa farlo e finisci per commettere degli errori. 

Quando mancano ancora tanti minuti la sensazione è che, se il Brescia dovesse trovare il gol del pareggio, poi ne abbia anche di più per chiudere meglio di noi la partita.

There’s no sign of the mornin’ comin’
You’ve been left on your own
Like a rainbow in the dark
Just a rainbow in the dark

Minuto 18 del secondo tempo. Handanovic è svelto a servire con le mani Gagliardini, che pilota palla verso la metà campo avversaria e serve Romelu Lukaku, aperto sulla destra ed in posizione attiva. Il belga si mette in moto, punta l’avversario e rientra verso il centro del campo creandosi lo spazio per calciare di sinistro. All’altezza della lunetta dell’area di rigore calcia il pallone con forza e disegna un arcobaleno che curva e si insacca nel secondo palo. In un secondo tempo fino a quel momento buio e di sofferenza, Lukaku segna un gol pesantissimo. 10 partite e 7 gol in campionato, un bottino più che buono per un attaccante che – numeri alla mano – ha avuto un impatto innegabilmente positivo con il mondo nerazzurro. Al netto delle critiche che gli possono essere mosse per una pulizia delle giocate talvolta rivedibile è evidente che siamo di fronte ad un giocatore di spessore che sotto il profilo realizzativo è una garanzia.

Abbiamo a che fare con un ragazzo di 26 anni che viene da sette stagioni consecutive in doppia cifra in Premier League e che rappresenta il top scorer della Nazionale attualmente prima nel Ranking Fifa. Twittalo

Con il doppio vantaggio si può pensare che la partita sia segnata. I fantasmi sembrano tornare ad essere lenzuoli bianchi e il tifoso comincia minuto dopo minuto ad assaporare una classifica piacevole che certificherebbe un sonno di buona qualità ed un risveglio gradevole il mattino seguente. Progetti e speranze che tuttavia vengono drasticamente scalfiti quando ad un quarto d’ora dalla fine Bisoli sterza mandando per prati De Vrij e calcia in porta dalla corta distanza: respinta di Handanovic, palla che va a rimpallare sul ginocchio di Skriniar ed entra in porta. Il Brescia accorcia le distanze, la squadra riprende coraggio e Corini si gioca il tutto per tutto mettendo in campo anche Matri. Si soffre per ogni respiro che resta, in minuti che altro non sono che una riaffermazione della nostra identità, dove scriviamo la storia della gara con la penna che ci racconta meglio.

Ma dimmi cosa c’è di meglio
Di una continua sofferenza
Per arrivare alla vittoria
E poi non rompermi i coglioni
Per me c’è solo l’Inter

Mi sarebbe piaciuto chiudere offrendo questa visione romantica ed esistenziale degli ultimi minuti, ma credo sia opportuno cercare di interpretare tutta la gara più pragmaticamente per capire come inquadrarla. Questa partita ci rende presente di nuovo come la rosa sia corta e abbia dei limiti. Queste lacune emergono chiaramente quando affrontiamo tante gare consecutivamente e vengono persino ingigantite laddove dobbiamo confrontarci anche con defezioni di giocatori importanti (Sensi, Sanchez, D’Ambrosio e Vecino) che avrebbero avuto ampio spazio nelle rotazioni. Parlando più nello specifico possiamo avere qualche riferimento numerico per capire di fatto quanto giocare più partite in pochi giorni incida sulle prestazioni di un calciatore. Ne approfitto per riprendere quanto sostenuto in una brillante conferenza stampa, risalente a Settembre 2014, da Rafa Benitez: in genere – un giocatore che gioca più partite ravvicinate registra una perdita di alta intensità attorno al 5% nella seconda partita disputata e di circa il 17% nella terza partita. Con il calo della condizione fisica, aumenta di pari passo il rischio di infortunio. Questa con il Brescia era la quarta gara in dieci giorni ed alcuni giocatori chiave le hanno giocate tutte per novanta minuti: credo quindi che alcuni giudizi in merito alle prestazioni offerte dai nostri calciatori in questo filotto andrebbero almeno contestualizzate.

Ci tengo a soffermarmi su questo punto. Nonostante a prima vista il calendario in campionato possa fare pensare che queste partite siano relativamente alla portata (Parma in casa, Brescia in trasferta, Bologna e Verona), in realtà presentano difficoltà enormi sotto il piano della gestione delle energie fisiche e mentali. Ritenere che un impegno sia abbordabile ragionando esclusivamente sul confronto dell’undici a nostra dispozione paragonato – sulla carta – a quello dell’avversario di turno rischia di scivolare nella banalizzazione e minimizza un tema molto complesso. L’Inter è una squadra che in questo momento del suo percorso deve andare a mille in ogni partita per ottenere il risultato e che non ha ancora raggiunto una maturità ed un livello tale da gestire certe partite. Si pensi alla gara contro il Sassuolo, dove un calo della tensione ha portato una partita a riaprirsi pericolosamente, ma anche a momenti delle partite contro Udinese, Cagliari, Parma etc.:queste sono tutte situazioni con cui una squadra che ha iniziato da poco un percorso deve fisiologicamente confrontarsi.

Necessità di andare sempre al massimo, rosa ridotta dagli infortuni e calendario estremamente denso possono davvero rappresentare una sfida delicata, pertanto vorrei concludere sottolineando davvero l’importanza di vittorie come quella di ieri. Tutti noi ovviamente ce lo auguravamo, ma non era né facile né scontata. Stiamo attraversando un periodo che segnerà in modo chiaro la nostra stagione e oggi possiamo dire di essere in testa al campionato almeno fino a stasera e nella condizione di poterci giocare le nostre carte anche in Champion’s League. Soffriamo, stringiamo i denti, ma anche ieri la squadra ha dimostrato che, anche nei momenti in cui è poco brillante e in cui tutto riesce più difficile, questi ragazzi remano tutti nella stessa direzione e hanno ambizione, voglia di dare tutto e di spingersi fino al limite di quello che possono dare.

Avatar

Il_Casa

Interista, fratello del mondo. Dal 1992 un'unica fede a tinte rigorosamente nerazzurre. Sobrio come Maicon, faticatore come Recoba.

147 commenti

  • – Colpa mia, se continuo a non sfruttare queste occasioni… ieri sera sarei assolutamente dovuto andare su qualche sito che accettasse scommesse su un rigore alla GobbaLadra, e giocare una cifra spropositata: almeno si poteva monetizzare un evento certo.

    – Ladri 24 falli, Genoa 11: Ladri 1 espulso (a fine partita) e 2 ammoniti, Genoa 1 espulso (a metà partita) e 1 ammonito. Quando si dice “arbitraggio scientifico”.

    – Ancora sulla gara dell’altro ieri. Poco da dire: mi dispiace non essere per nulla d’accordo con il grande Il_Casa, ma anche nel primo tempo avevamo giocato da schifo, a 0 km/h e con la snervante ragnatela di passaggi all’indietro che era il triste marchio di fabbrica di Spalletti. Non siamo neppure riusciti a capitalizzare come si deve l’estrema botta di culo del gol di Lautaro (oddio, di Lautaro per modo di dire…), soffrendo un intero tempo dietro una squadretta davvero modesta.

    – Mi consola, peraltro, constatare che sono tutti più o meno nelle nostre pessime condizioni: La Gobbadimmerda continua a fare qualche punto solo perché gli arbitri sono in grandissima forma, al contrario degli strisciati tristi, ma stiamogli dietro e prima o poi anche i maledetti fischietti avranno un momento di crisi… 🙂

  • Da altre inquadrature in giro per il web (tipo in questo thread https://twitter.com/dondiegotheone/status/1189700827180609536) si vede che un lieve tocco c’e’ (tipo quello subito da Sanchez con la Samp). Pero’ si nota anche un’altra cosa: CR7 viene toccato sulla gamba sinistra, ma poi cade come se fosse stato agganciato sulla gamba destra. Insomma, pare che Dybala reciti meglio.

    • Per me questo rigore è la fine del calcio, dello spirito del gioco calcio.

      Sono anche convinto che in Premier non lo avrebbe mai fatto (perché è una cosa volontaria cadere così, ammesso che ti abbiano toccato), perché la sua immagine ne sarebbe uscita sporchissima.

      Qua lo applaudono.
      Per cui il problema è qua.

  • Forza ragazzi…sono solo episodi frutto del ca..so.

    Noi contro il parma, fuorigioco di gervinho sul tiro di karamoh, rigore netto su lautaro non fischiato.

    Loro, fallo di mano al 95esimo di de ligt contro il Bologna, non dato mentre contro il Lecce si, dopo che Rizzoli ha detto che vanno fischiati.

    Ieri…lasciamo perdere.
    Di solito ti mostrano 750 inquadrature diverse, ieri ho visto solo la solita, ripetuta all’infinito dove non si riesce a capire se c’è contatto tra sanabria e Ronaldo.

    Forse me la sono persa perché al fischio finale ho spento tutto, oppure, anche in questo caso, sono solo coincidenze.

  • Anche contro la Samp su Sanchez c’è un contatto.
    Poi si lascia morire. Come Cristiano.

    • Appunto, se quello è un rigore diventa rigore ogni contatto in area, basta lasciarsi cadere. Sanabria ingenuo ad allungare la gamba, perché alla fine è quello il movimento che “giustifica” il rigore, ma Cristiano si lascia cadere e a parti invertite non sarebbe mai stato dato.
      Espulsione ancora più ridicola.
      Spiace per Giua, primo arbitro sardo in serie A, alla seconda stagione.

  • A parte il rigore su ronaldo che ci potrebbe anche stare….un pirla sanabria… lo scandalo é stata secondo me l’espulsione ! Ma tanto con quelli la sará sempre cosi… contro di loro puoi vincere un campionato se sei nettamente più forte, se te la giochi punto a punto sei morto, un aiutino ogni partita da parte della terna arbitrale ci sarà sempre!

    • Beh, ma cosa dovrebbe fare il difensore? smaterializzarsi? evaporare? se guardi il video dal basso, tu sei lì ed il tuo avversario improvvisamente fa una sorta di bicicletta in area lasciandosi svenire in tuffo, così senza motivo apparente e senza poterlo prevedere… che puoi farci? Se c’è stato contatto è Ronaldo che lo va a cercare, e SE, c’è stato.

      Ammesso che sia rigore, che puoi farci?

      • Puoi anche avere ragione, ma secondo me ronaldo una volta preso la palla si capiva che avrebbe cercato il rigore…secondo me li , il difensore doveva solo accompagnarlo e nn intervenire, poi se calciava e segnava era un gran gol da quella posizione defilata…ti ripeto é una mia opinione !

  • Eh 🙄 ma Sanchez simula, pirla, è giusto che sia stato espulso…

    Casuale poi che….

    “ Alexis Sanchez, simulazione ed espulsione in Sampdoria-Inter: salterà la Juve per squalifica “

  • Ieri sera grandi porcate. Se aggiunte a quelle di Sabato (continuo a pensare che contro il Parma l’arbitro ci ha preso 2 punti) abbiamo una misura della farsa che è oramai da anni la serie a. De Laurentiis ha sbroccato, persino Ancelotti ha sbroccato, e francamente non gli si può dare torto. Noi siamo concentrati sulla panchina corta e neanche un cenno a due rigori non dati e un gol subito in fuorigioco, versione orientale di dirigenza “simpattica”. La corda è comunque troppo tesa, i tifosi frastornati e sollecitati, mi aspetto violenze gravi questanno.
    Grazie juve, hai rovinato il più bel gioco del mondo, vattene via dall’italia, vattene in America vattene su Marte, vattene affanculo ma vattene che non se ne può veramente più.

  • Bravo Thiago. E non incazzarti. Tanto qua, contro l’aia la ragion non vale

  • Beh? Il rigore al 95esimo per i gobbi fa parte del regolamento!
    Sapevatelo!!!
    Di che cosa vi meravigliate?
    Quanti ne abbiamo visti così?
    Ed è per questo che tu,Sanabria del menga, Ronaldo non lo devi neanche sfiorare!
    Pirla!!!

    • Che poi stasera il rigore è il meno grave degli episodi, paradossalmente

      • Bravo! Cosa ve lo dico a fare? Ma se poi un Sanabria qualsiasi gli concede questi assist?
        P.s. Bellissima la definizione che ho sentito ora della caduta di Ronaldo! Sembra che stia mettendo in moto la vespa😂😂😂

      • il rigore visto live sembrava proprio esserci, aveva ingannato pure me, epperò c è il o la var…il replay nemmeno e chiaro se ci sia veramente il tocco di sanabria…poi c è il piedino strascicato di cr7 che toglie qualsiasi dubbio, per me è simulazione.

  • Fare presto a completare il processo di crescita sportiva e mettersi nell’ordine di idee che conta solo vincere in CL. (Soldi, prestigio, sponsor globali, soldi ecc)

    Lasciamo ai gobbi anche 15 campionati. Tanto così non avranno alcun valore, verranno ricordati come quelli di regime tipo Bulgaria.

    A che serve, crederci?

    Se ne avranno bisogno, e ne avranno, perché la loro rosa, seppur fortissima é anche in alcuni aspetti problematica, e magari noi gli staremo sempre alle costole, accadranno delle porcate indicibili.

    Non ho fatto il conto, ma credo dovremmo essere a + 5 almeno, in un campionato normale di un paese normale (come se poi l’Italia lo fosse, ma questo è un altro discorso)

    Ah, Moggi lo aveva detto in TV, credo a Tramontana, che col cavolo che saremmo stati primi, stasera.

    Unica stranezza, annullato per VAR un goal poco prima del rigore, per fuorigioco, immagino sia una cosa praticamente obbligata e automatizzata… non una scelta dell’arbitro, credo ormai il fuorigioco sia una cosa informatizzata e oggettiva.

    • per me il tuo commento è ineccepibile ma credo che l allenatore dell’ Inter non sarebbe d accordo sul mollare il campionato farlocco.

      • Credo sia più facile vincere entro tre anni la CL o fare almeno semifinali piuttosto che vincere uno Scudetto.

        Indipendentemente dai tantissimo punti che farai ogni anno, da record, non basteranno

        • Se mantieni questi livelli, in tre anni lo scudettino da contentino te lo regalano.
          Vedrai, non può andar bene neppure a loro vent’anni di dominanza giuventina.

          Intanto, mi dicono da Pisa che tale Giua non abbia per nulla la fama di juventino sfegatato..

        • credo che per vedere l Inter in semifinale champions o adirittura in finale hai bisogno di fare gavetta in campionato e o in subordine di un mercato di una tanta importanza, intendo cambiare molto nel parco giocatori.

  • Dalla giornata odierna sarebbe bello un pari a Napoli ed un colpaccio Tiago.

      • Purtroppo contro la mafia , non c’e’ pronostico che tenga, altrimenti il Genoa avrebbe probabilmente vinto.
        E poi ti vengono a dire che calciopoli non e’ esistita.
        La verita’ e’ che seiste da quasi un secolo. Dall’avvento degli ovini nel calcio.

      • Comunque avrei preferito i risultati invertiti, perche con le altre 2 almeno hai la speranza di potertela giocare alla pari, ma coi ladri e’ qinpensabile.

    • Il primo è servito, ma non mi farei troppe illusioni per il secondo desiderio.

      Certi miracoli non te li fa manco il genio nella lampada

  • quello che è successo a Napoli é un altro orrore…se invece di lorente ci fosse stato lukaku il blog sarebbe esploso….mi puzza e non da oggi questa protezione sistematica della berghem….qui lo dico e non lo nego…viene dall’ alto, si mormora che percassi, si mormora, c è sempre un motivo, sappiatelo.

    • Piuttosto, sei ancora cosi’ innamorata di Cristiano ???????????
      Io direi che finalmente e’ arrivato dove veramente appartiene.
      Tra truffatori e ladri.

      • ma perché innamorata? ritengo che sia ancora il numero uno, certo ogni tanto simula lo faceva anche al Real ma nel dubbio lo vorrei cmq sempre nella mia squadra, tu no?

        • Assolutamente no. Perche’ e’ un uomo di merda.
          Preferisco avere gente che puo’ onestamente guardarsi allo specchio. Hai fatto, e continui a fare una crociata contro Marotta e Conte e continui a difendere questa persona infame!

          • Non difendo nessuno anzi, non faccio nessuna crociata non mi invento nulla che la storia non abbia già sancito con i fatti.

    • Se invece di lorente ci fosse stato Lukaku, il difendente dell’atalanta sarebbe rimbalzato sulla luna 🙂

  • Avete ancora voglia di parlare di Sport e di calcio? Io ho la nausea

  • Sono anni che alla tv guardo solo l’Inter.
    Oggi ho deciso di guardare un po’ di diretta gol.. mai l’avessi fatto.
    è stato tutto a dir poco vomitevole.

    Impossibile vincere con questi qui, meglio cambiare sport. O nazione.

  • Appena creata e messa su fb da me
    GLI SCUDETTI DELLA JUVE SONO COME I GOALS COL VAR..NON SAI.MAI SE VENGONO REVOCATI

  • Ma quella xxxxxd di nicchi domani farà l’editto come il.non rigore di de light col bologna secondo voi??

  • Sono confuso.

    Ho appena visto una pubblicità con Zanetti pianic e baresi.

    Sono confuso.

    • Perché??

      Anzi, leggiti perché i tifosi del Toro vogliono l’esonero di Mazzarri e fai un confronto

  • Se non sai arbitrare col VAR (Voi Arbitri Ridicoli)

    o non sei tagliato per fare l’arbitro
    o sei in malafede

    in entrambi i casi non va bene

  • miiiiiii un altro pippone conclamato rugani, la gldm in un mondo normale doveva essere in 8.

  • Il campionato congolese..sempre più ridicolo..il genoa oggi poteva far male bisognava azzopparlo

  • e niente ho deciso di guardare un po’ dell’ italico campionato e mi sono già pentita, na schifezza ne ho viste di tutte, quando si potranno avere arbitri di nazionalità diversa sarà sempre troppo tardi…confermo la mia impressione di sempre, il bernardeschi è proprio na chiavica.

  • Senza voler essere ruffiano, MA CHE BELLO, CHE BELLO, CHE BELLO QUESTO BLOG nuova versione !!!… ho davvero molto meno tempo di prima per scrivere, rispondere e leggere persino, ma che soddisfazione quando è possibile, che soddisfazione.

    Vi dico SOLO grazie. Tanto era dovuto.

  • Per i gentilissimi autori del blog..vi ringrazio per i vs sforzi inenarrabili ma qualche post in.meno grazie mi state facendo venire il mal di testa..è come vedere tante belle donne e non sai cosa scegliere e poi..😁😁😁😁😁

  • Grattatevi il sottobosco ma sto vedendo un.ottimo genoa..Gioca con personalità e tranquillità

  • Ma solo a me sembra che Conte i giocatori li abbia esaltati (“Stanno andando oltre qualsiasi aspettativa”) e non attaccati?

    Il messaggio era un altro e per altri. Non solo e non necessariamente interni alla società

    • Condivido. Conte tra l’altro apre la conferenza stampa post-partita dichiarando di essere “contento, super contento” e aggiunge “non mi PARLATE di niente stasera, ringrazio i ragazzi, sono stati eccezionali”. Si è subito posto in questi termini e l’interlocutore (“mi PARLATE di prestazione, ma sono super contento dei tre punti e di quello che hanno dato i ragazzi) a cui si rivolge erano i giornalisti che speravano di raccogliere critiche alla prova offerta in campo. Si pone come scudo ed evidenzia le difficoltà che stiamo attraversando. La sensazione è che Conte possa aver individuato un “gruppo nel gruppo” di giocatori che lui ritiene fondamentali per raggiungere gli obiettivi prefissati, a discapito magari di altri che a suo parere non gli possono concretamente dare ad oggi quello che chiede. Ciò traspare ed è un messaggio che ha più significati e più destinatari. Francamente ho visto molte persone criticare aspramente Conte dopo alcune dichiarazioni, ma credo che ci voglia equilibrio e che si debba dare il giusto peso alle parole del tecnico. E’ legittimo muovere una critica o non condividere certe uscite, ma penso oggi si possa vedere il bicchiere mezzo pieno.

    • L’ho sentito in diretta.
      Per buona parte era un rimarcare che non ha molto senso parlare della partita, degli episodi e dei giocatori perché giocano sempre gli stessi e questa non è una situazione normale, anche se può far parte di un percorso di crescita.

      • La parte polemica era verso chi ha fatto i calendari
      • La parte di richieste (non polemica) era un rendere noto alla società che c’è bisogno.

      Ma non era assolutamente un “Guarda con che scarsoni mi fate giocare” bensì un “Guarda con quanti pochi giocatori mi toccare giocare, li dovete SOLO ringraziare, io per primo, e rimediare, perché se giocano sempre gli stessi poi si fanno male e siamo ancora più in emergenza”

      Che poi, nel merito:

      1) Vecino, Sensi e Sanchez sono infortunati (non bocciati, eh, torneranno a giocare)

      2) Non poteva oggettivamente mettere Borja Valero, dato che sarebbe stato sopraffatto fisicamente, e per lui è fuori dal progetto, anzi, neppure dovrebbe essere lì.

      3) Non poteva mettere Politano, al di là che non sta giocando bene, ma finora ha giocato, perché già eravamo arretrati, con Politano si finiva a giocare solo dentro la nostra area di rigore, ti portavi l’intero Brescia in area. Con Esposito no, per caratteristiche diverse.

      4) Non poteva mettere Lazaro e togliere Candreva in una situazione così al limite, anche perché già successo che accadono guai seri. Amen, Lazzaro non risorge, per adesso.

      5) Lo ha detto chiaramente, E COME PRIMA COSA – neppure aveva ancora salutato – che eravamo in emergenza e in una situazione di anomalia, quindi, ottima la vittoria, e VOI INTERVISTATORI, non mi rompete i coooogl. con analisi, episodi e critiche, oggi proprio NO, non è aria. Ma non avete visto che abbiamo fatto 4 partite in 9 giorni e sempre con gli stessi? Di che volete parlare?

      6) Conte vuole vincere. Non sono i propri giocatori il suo nemico. Al limite non giocano se non crede sia il caso. Tutto qui.
      Non lo è neppure la società, ma vuole poter vincere e gli servono strumenti (giocatori e altro) e (secondo me) sta accarezzando la folle idea, per me sempre avuta in profondità, che questo è già l’anno. Magari il prossimo è pure più difficile, paradossalmente.

      7) Tutti danno alle “famose” frasi (vedi sotto***) l’interpretazione peggiore o unica, polemica e basta, ma per me non è così.
      Io gli darei anzi una interpretazione molto aziendalista, estremizzando:
      il bene della società è vincere, per quel che lo riguarda e per l’Inter e ovviamente per Conte stesso.
      I dirigenti sanno cosa fare e sanno che lo devono fare.
      Non ce l’aveva con i giocatori, in particolare.
      Perché avrebbe dovuto, poi? Avete visto gli abbracci al goal e alla fine della partita? Credo che anche chi gioca poco o meno sia dentro al gruppo e non insoddisfatto, facendo parte di un qualcosa che funziona e può dare soddisfazioni. Anche nell’Inter del Triplete c’era chi non giocava ma era nel gruppo e ha vinto un Triplete, e di sicuro non sono dispiaciuti per la cosa. Dispiaciuti sarebbero a non giocare se fossero alla Fiorentina o al Brescia.

      *** Mi riferisco a:
      “Sono quattro mesi dentro il pianeta Inter, ho iniziato a capire cosa c’è dentro”

      Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, ha risposto alle domande dei giornalisti in studio ed esposto i propri punti di vista sulla partita vinta contro il Brescia.

      Le parole di Marotta non l’hanno rasserenata?

      “Non è questione di rasserenare, non vado rasserenato. Bisogna fare tesoro delle situazioni che il percorso ti presenta. Sono quattro mesi dentro il pianeta Inter, ho iniziato a capire cosa c’è dentro, cosa che a giugno non sapevo. Ora la situazione mi è chiara, quindi dobbiamo migliorare cercando di evitare queste situazioni. Abbiamo fatto 25 punti portando la macchina al massimo dei giri con grandissime difficoltà”.

      Ma cosa ha scoperto che a giugno non sapeva?

      “Quando entri in una nuova situazione come si fa a sapere cosa si trova a livello di rosa, calciatori e tutto. Bisogna fare esperienza. Dovremo migliorare alcune cose perché ripeto, la classifica è lì ma non ci deve fare chiudere gli occhi e pensare che è tutto ok. Dobbiamo essere onesti e capire che c’è da migliorare se vogliamo iniziare un percorso. Queste vittorie sono molto sofferte, con la macchina al massimo dei giri. Non è una passeggiata, merito di questo gruppo che sta facendo cose oltre le aspettative”.

      ———-

      NB: Non è certo un atteggiamento che danneggia noi tifosi. Direi. Tanto con Suning non si fallisce, neanche se prendi Messi, e Conte lo sa, lo sa benissimo e sa che Marotta e la parte dirigenziale saprà come operare, senza andare in default.

      ———-
      Ps. scusate la lunghezza, ma visto in diretta mi aveva colpito e già pensavo di scrivere qui cosa ne pensavate

      • continuo a non capire una frase…sono qui da 4 mesi e ora ho capito cos’è l Inter…io ho letto esattamente così riportato dai siti di parrocchia….e non la capisco, poi per il resto da quel poco che ho letto non mi sembra abbia detto nulla di trascendentale.. ma quella frase, boh?

        • Molte possibili interpretazioni, sicuramente vera la più banale, che dall’esterno non poteva capire le cose che ha potuto capire dall’interno. Come del resto specifica lui stesso. Lo disse credo anche Mou e credo lo direbbe chiunque.

          Altra interpretazione, che vi piacerebbe (via, ci piacerebbe) tanto, è che stesse dicendo che vuole radere al suolo tutto quello che dell’ambiente Inter non gli va a genio, tipo ad es. chi gli ha comprato Lazzaro e non gli ha comprato Vidal, ma non credo sia questo, non del tutto, almeno, non solo.

          Ultima interpretazione a cui mi piacerebbe pensare, è che dall’interno dell’Inter ha toccato con mano quanto sia pesante il sistema tutto del calcio in mano ai gobbi, a partire dai calendari, dagli arbitraggi, dal VAR annacquato, dal metro di arbitraggio diverso, ecc ecc.

          Ma questa sarebbe davvero troppo bella da poterla credere.

          ps. Considerate che dopo una partita del genere hai l’adrenalina a pacchi in circolo, mi ha piacevolmente sorpreso sia stato anzi così controllato e misurato.

          • Non sono complottista fino a quel punto, ma non la ho capita, vabbè poco male, l unica obiezione è sulla scelta dei giocatori…anche Valentino e arrivato solo perché ha dato l assenso se no rimaneva in bundes.

            • Ma infatti, per interpretare quella frase dovremmo innanzitutto sapere per filo e per segno quali nomi ha voluto lui e quali no. E al netto di speculazioni e banfate, non lo sa nessuno

          • Io credo che la piu’ probabile e’ l’ultima .
            Ha finalmente capito la differenza di trattamento che c’e
            da parte di tutte le istituzioni e mezzi mediatici.

  • il sig.Palmeri analizza che il ns allenatore ce l avesse con la lega che stila i calendari, dice che effettivamente risulta strano che l Inter abbia giocato in champions mercoledì e poi il sabato.. mancano 24 ore di riposo, io so che la società ha facoltà di chiedere lo spostamento delle partite quindi mi domando e forse se lo domanda anche lui perché questa richiesta non sia stata fatta, svelato l arcano mistero, forse.

    • intanto bel post e grazie per avere riesumato una vecchia conferenza, interessante.

    • Ne abbiamo trovati tanti, di nuovi autori, ma vivaddio sono uno più psicopatico dell’altro. Quanto orgoglio.

    • Ahah! Io l’avevo già vista, grandissimo Rafa!
      Allenatore sottovalutatissimo fra l’altro, gli manca qualcosa, forse, per essere un vero vincente, ma il Napoli di Sarri non sarebbe esistito senza di lui, e ha un palmares di tutto rispetto (fra l’altro mi pare che anche l’ultimo trofeo del Napoli porti il suo nome).

  • Intanto gran post @il_casa:disqus.

    Per quanto riguarda il parallelo Conte-Spalletti -che vale quel che vale, per me, al momento, molto poco- non bisogna fare lo sbaglio di creare altri intoccabili.
    Io vi ricordo che di Icardi si doveva sempre e solo parlare bene, di Marotta è praticamente così da prima che arrivasse. Con Conte siamo sulla stessa strada.

    Solamente un pazzo lo criticherebbe per quello che sta facendo, ma solo i talebani si tappano occhi e orecchie, quindi se uno vede cose che mal digerisce non vedo perché debba sentirsi ripetere la filastrocca “e allora Spalletti? E allora FDB? E allora il PD?”.

    Stesso discorso per Lukaku, se gioca male si può dire, non è che poi ad ogni rete fatta -e quindi speriamo dopo ogni match- si deve andare a cercare lo @sgrigna:disqus di turno a cui Lukaku non piace.

      • Da quando ha iniziato a dire “mamma!” e dopo qualche giorno “papà Conte!”

      • Ma no. Non è quello il punto.
        Una sana polemica e quindi non fine a sé stessa è il succo di ogni blog/partito/comunità.
        Pura ripicca e lesa maestà un po’ meno e quelli sì che fanno passare la voglia di commentare.

    • Direi che si possono scindere le due cose.

      Che attaccare il Mister per il lavoro fin quì fatto è assurdo. E’ lesa maestà, si, lo è. 25 punti in 10 partite. A segno in ciascuna delle 13 partite fin qui giocate (record assoluto). Poi qualche errore tecnico lo ha pure fatto, ma chissenefrega, nessuno è perfetto.

      Ma si, lo si può criticare, anzi secondo me lo si deve criticare, quando da due settimane ci rompe le scatole con questa storia della rosa. Questa è. Lo sappiamo. Fattene una ragione.

  • Soffriamo, stringiamo i denti, ma anche ieri la squadra ha dimostrato che, anche nei momenti in cui è poco brillante e in cui tutto riesce più difficile, questi ragazzi remano tutti nella stessa direzione e hanno ambizione, voglia di dare tutto e di spingersi fino al limite di quello che possono dare.

    Quoto e secondo me questa e’ la differenza con l’anno scorso, quello che ti fa sempre pensare che alla fine la portiamo a casa.
    Carattere che magari Conte non vede nelle riserve, per cui preferisce ad esempio un Barella stravolto a chiunque disponibile in panchina.

  • Purtroppo per gestire gli impegni e gli infortuni servirebbero non meno di 18/20 titolari, noi ne abbiamo quanti?? 14? 15? E allora ne servono altri 3 o 4.
    Tra gennaio e la prosima estate sono sicuro che ne avremo 20.

    • Se guardi Klopp, che ‘gioca’ dove gioca, è appurato che ha impiegato(in 12/14 gare) meno uomini di quelli che ha usato Conte.
      Sì, l’ho letto da Rudi e mi sa che … abbia ragione.
      Più che corta la ns Rosa ha altri limiti: pochi sono in grado di giocare in più ruoli, o almeno chi potrebbe non viene all’uopo impiegato.
      Vedi Skriniar o Asamoh a centrocampo …
      Si mette Bastoni e Scrigno gioca di fianco a Brozo, si mette Biraghi e … Asa gioca …,ecc. eccetera.
      Poi, metti anche gli infortuni(mirati), ma chiunque si faccia male dei
      titolari creerebbe un problema e il mister (ci si mette anche) che ne ha già “segati” un paio (tre di sicuro) e la cosa si fa seria.

  • Il_Casa , semolicemente grande.
    Disamina perfetta fatta da uno che il calcio lo ha giocato e lo gioca ancora.
    Molta gente non si rende conto di quante energie una partita di calcio toglie al fisico di una persona. Io, quando giocavo, e giovcavo sempre con la bava alla bocca, a fine partita ero sempre stremato, E quando capitavano partite ogni 3 giorni erano sorci verdi. Figurati doverne fare 4 in 10 giorni!!!!!!!
    Di nuovo, complimeni a Il_Casa per il bel pezzo.

  • Vedo solo ora che balotelli ha rivolto un dito medio al settore ospiti.

    Squalifica di 3 giornate automatica. O no?

  • la scorsa estate, non tanti mesi fa, avevo scritto che ingaggiando questo allenatore si puntava decisi a competere punto su punto per lo scudetto e pare che le cose stiano esattamente così, la società ha fatto all in su di lui ribadendo più volte che è lui il top Player non giocatore perché da solo ti porta almeno una 15 di punti in più…la rosa nel suo completo e buona e attrezzata per battersi purtroppo oggi per una sola competizione…vedremo dove saremo a gennaio..se come mi auguro agli ottavi della massima competizione europea allora io mi voglio presentare in smoking ergo attingere nel mercato prossimo ad un top giocatore se no non vedo necessità ad oggi impellenti per il campionato…detto questo mio parere abbiamo 2 anni per ritornare a vincere…non credo che con questo allenatore si possano fare piani e progetti a lungo termine.

  • Qualche appunto sui singoli, molto random.
    Lukaku mi sembra lontano dal climax tecnico/fisico/mentale, anche così è dominante con le squadre piccole (anche se pecca un po’ di continuità nei 90′) ma fatica con le grandi. Se anche non dovesse migliorare il suo apporto resta importante. Migliorerà, anche se non so di quanto, sarebbe bello rivedere il Lukaku dell’Everton, chissà.
    Skriniar continua a essere la solita colonna, infaticabile, affidabile. Spesso è lui a pulire l’area, molti dei falli un po’ brutali (credo siano quelli cui si riferisce IlCasa) sono stati commessi a centrocampo, alzandosi a spezzare il gioco avversario come fa anche Godin (per cui è proprio un diktat tecnico, presumo). Presente anche in fase offensiva.
    Candreva è un martello. Per vedere il campo Lazaro deve aspettare che Candreva scoppi, seriamente.
    N’colo Barella è un top player assoluto.
    Spezzo una lancia in favore di Handanovic, che vedo ogni tanto uscire dalla porta, una piacevole novità. Non sempre pulitissimo, ma almeno si muove, è vivo.

  • Di certo il Mister sta puntando allo scudo. Su questo non ci sono più dubbi.

    Perché ha ragione Gus, si potrebbero mandare in campo le seconde linee alla prossima per preparare al meglio la sfida in Germania.

    Ma non lo farà mai. La priorità, nella sua testa, è il campionato.

    • Secondo me è giusto che sia così…anche perché dopo 10 giornate ti ritrovi con 25 punti su 30

      • Ambizioso il mister.

        Io sarei più realista.

        Ma mi sta bene. Sognare è lecito.

          • Si. Sarebbe importante arrivare alla fase a eliminazione.

            Per la nostra storia, per il piacere di noi tifosi, per gli introiti, e per evitare di scivolare in Europa League, manifestazione che spesso porta a trasferte ancor più “pericolose”.

            • Anche per me, ma visto che a un terzo del campionato ci ritroviamo, per fortuna, insieme alla bjuve, capisco anche quello che può passare nella testa di Conte.

  • È una situazione che abbiamo già vissuto in passato: l’allenatore forza la situazione non attingendo alla panchina non solo perché scarna, ma per mandare messaggi alla dirigenza. Il problema è che martedì prossimo c’è il Borussia. Senza gli ottavi dubito che lo sforzo sul mercato di gennaio sarebbe analogo. Ergo bisogna arrivare a Dortmund in condizione, a costo (esagero, ma mica tanto) di giocare a Bologna con Borja in mezzo ed Esposito Politano davanti.

  • Questa e le prossime due prima della sosta, per quanto riguarda il campionato sono partite da vincere anche facendo le barricate o con un gol in fuorigioco al 97mo dopo deviazione di culo dell’arbitro. Benissimo così visto che se è vero che si perde intensità giocandole così ravvicinate non è che le altre squadre abbiano settimane per riposarsi visto che ad esempio i tre turni di campionato ravvicinati sono per tutta la serie A. Ovviamente noi abbiamo anche la champions ma direi anche grazie a Dio, considerando che a 24 anni io ci avrei ficcato dentro dei festini con le mie fans nel trend settimanale e per non giocare mi avrebbero dovuto abbattere. Le chiacchiere post partita dei protagonisti sono più figlie della trans agonistica che di reali pensieri strutturati farci dei casi tra noi tifosi è letteralmente cascare nel tranello delle zoccole dei media che enfatizzano solo la parte che potrebbe sembrare polemica. Fuffa non serve alla causa del 19.

    • Vero.

      Effettivamente ne stiamo facendo un caso e non dovremmo.

      Però, anch’io trovo inutili le lamentele del mister (che dio l’abbia in gloria per ciò che sta facendo) quando ancora mancano più di due mesi al mercato di riparazione.

      A meno che queste dichiarazioni non abbiano un fine nascosto, che come tale, non riesco a cogliere.

  • Primo!
    Conte chiede rinforzi, perchè non dovrebbe? ….addirittura leggo confronti con Spalletti, come se non li avesse chiesti anche lui a suo tempo.

    • 1) Il problema è che è Conte a chiederli. Sporco brutto e cattivo
      2) Si dimentica che anche Spalletti chiedeva, ma purtroppo allenava ancora in una situazione societaria vincolata al ffp
      3) Conte ha fiutato il colpaccio già quest’anno

      • 1)Falso.
        2) vero solo in parte (quella del FPF). Spalletti chiedeva? Non gli hanno dato nemmeno ciò che gli avevano promesso.
        3) lo spero perché giustificherebbe questo modo di fare

        • Mi dispiace, ma la tua antipatia verso Conte traspare in ogni tuo post.
          Poi ognuno è libero di sentire i feeling che vuole, ci mancherebbe

          Io lo giudico e lo giudicherò sulla base dei risultati in funzione di tanti parametri tra i quali anche La Rosa.

          Per il resto di Conte mi interessa il giusto, ma non sarò mai prevenuto in un senso o nell’altro anche se la sua storia non me lo aveva fatto salutare con grande simpatia…

          • Ti chiedo di guardare con più lucidità le mie posizioni, di ri-leggermi, mi puoi accusare di provare simpatia verso Spalletti ma se mi accusi di antipatia verso Conte, scusami ma in questo caso, le tue sensazioni ti dicono male.

            Ti spiego il mio atteggiamento.
            Io riequilibrio.
            Quando tutti sono troppo negativi, cerco di mostrare il positivo, quando tutti sono entusiasti cerco di tirare le redini.

            Perché nel calcio manca equilibrio.

            Tutto qua, Conte è il mio allenatore che sta facendo benissimo, e sta mantenendo il passo dei gobbi.
            Fa bene a pretendere sul mercato, soprattutto se punta allo scudetto.
            Io avrei chiesto con altre modalità.
            Tutto qua.

          • Bellins.
            Valero e Vecino era il centrocampo della Fiorentina.
            A Spalletti gli avevano promesso di fare un mercato da 100 e lode quell’anno.
            Valero e Vecino glieli hanno presi piuttosto che rimanere senza nulla.

            E’ questo che mi manda ai matti.
            Prostituite la storia.

            Dopo quella campagna acquisti arrivò Spalletti in conferenza A GENNAIO e disse, “mi erano state fatte delle promesse che non sono state MINIMAMENTE mantenute sul mercato, ma a cosa serve che io mi lamenti. Per questo non avete sentito da me una parola da Settembre a oggi. C’è un obiettivo da raggiungere”

            • Se è il problema sono le promesse anche Conte si è lamentato a metà del mercato estivo…

              • Comunque non è un processo a Conte il mio.
                Spero si valorizzino i giocatori che ci sono in rosa, almeno fino a Dicembre. Serve che si sentano parte del progetto.
                In questa situazione di emergenza ci sono giocatori che hanno tanto da dare, anche a costo di essere eliminati brutalmente a Gennaio.

                La panchina di oggi erano i titolari di ieri.
                Se li considerate così inadeguati il vecchio mister ha fatto proprio un capolavoro anni scorsi 😉

                • Nella panchina di oggi, 30 ottobre, abbiamo un solo cc, Valero…
                  E non è perché lo consideriamo inadeguato…magari anche Conte non si aspettava che manchessero causa infortuni 2 cc, compresi Danilone e Sanchez(azzoppati con le rispettive nazionali).

                  • Certamente è una situazione dura.
                    E stanno facendo benissimo sia Conte che i giocatoriviste le defezioni.

                    Ma se completa questa rosa è buona. Quando si fa mercato si interviene su bilanci quinquennali. Non si può farlo per tamponare un esigenza passeggera.
                    Io voglio si inseriscano Top.

                    Io avrei chiesto in altra sede. Tutto qua

        • Spalletti , se non era contento di cio’ che gli era stato messo a disposizione potava anche fare come Conte alla juve, “dimettersi”. Invece sia lui, che Mancini e Mazzarri prima ancora , hanno munto per bene la vacca. Prima prendendosi lauti rinnovi e poi aspettando l’esonero per goderi vacanze dorate.

    • A me sinceramente dà fastidio che dopo averci martellato con le storie sul gruppo, sui valori e bla bla bla, esprime oggi le perplessità che molti avevano manifestato quest’estate: la rosa è corta e c’è poca qualità. Non è roba che scopriamo oggi.
      Poi se a gennaio cambiamo Valero con Vidal e Politano con Giroud io sono il più felice del mondo. Ma a gennaio bisogna arrivarci, prima.

      • Ma la rosa è corta e ha poca qualità se vuoi puntare a giocartela fino all’ultimo per lo scudetto, di certo non nel paragone rispetto all’anno scorso

        • Non è più corta dell’anno scorso, ma di sicuro non è molto più lunga. Addirittura io mi aspettavo un miglior utilizzo di alcuni panchinari. Ero certo che Valero fosse fuori dai piani, ma pensavo che Gagliardini, Vecino, Lazaro, Politano avrebbero avuto un certo utilizzo, e mi aspettavo molto di più da Vecino. Invece l’impressione di oggi è che Conte si fidi solo dei titolari di ieri (e nemmeno troppo di Asamoah e Gagliardini), e poi di Sensi, Bastoni, Esposito, D’Ambrosio, e il compianto Sanchez. Non è granché.

            • Lo so che Vecino è rotto, ma anche quando c’era ha fatto schifo, ha giocato giusto il tempo di dare a Barella il tempo di ambientarsi e poi è stato cestinato. Anche giustamente visto il livello delle prestazioni offerte da lui e da Sensi e Barella.

          • Beh Gagliardini le ultime le ha giocate tutte, Vecino è rotto, Politano fino all’altro ieri ne ha giocate parecchie. Sostituisci Sanchez con Esposito e l’unico fuori rispetto alle previsioni è Lazaro (sorvolando sui “prevedibili” Borja Valero e Dimarco)

            • Politano e Lazaro sembrano essere stati bocciati.
              Vecino e Gagliardini boh, quest’ultimo ha messo in fila qualche buona prestazione (niente di esaltante) ma non mi sembrano godere di grande fiducia, magari sbaglio.

    • L’unico confronto è sui tempi. Hai una rosa. La valorizzi.
      Conte taglia.
      Poi a due settimane dal mercato magari fai le tue richieste. Ma valorizza tutti.

      Conte, come dimostra il suo passato, sarà questo martello di 4 mesi in 4 mesi.

      • e continuasse a martellare! perché non dovrebbe farlo? Conte ha un solo obiettivo: Vincere! Vuole giocatori, come prenderli è un problema di Marotta, non suo.

        • Assolutamente.
          Infatti Spalletti non ha mai vinto nulla perché non ha mai preteso.

          Quindi Conte fa benissimo.
          Ma i bilanci sono quinquennali, non si può intervenire a Gennaio per tamponare una esigenza di Ottobre.

          Io dal prossimo mercato voglio Milinkovic, o Eriksen. Non voglio vederli sfumare perché a gennaio si è investito sull’Iturbe di turno perché il mister ha questo approccio

          • E se con l’Iturbe di turno arrivi a giocarti il titolo nelle ultime due?

            A volte l’uovo subito è un rischio, la gallina potrebbe essere magra poi.

            Ma magari rischiando arrivi a un risultato quasi clamoroso.

            Che Conte voglia e creda possibile vincere subito lo dimostra ogni volta che si accalora a dire che certi discorsi sono da pazzi e lo fanno ridere ecc ecc e non li vuole neppure sentire… 🙄

            Trasuda voglia di vincere eccome, ed infatti sono convinto che un minuto dopo starà martellando Marotta per l’Iturbe di turno.

            Quanto a Conte / Spalletti…
            È più aziendalista chi si batte anche all’eccesso per volere sempre di più (giocatori, impegno societario ecc) o chi si fa andare bene tutto dicendo mi avevano fatto le promesse e non le hanno mantenute (e quindi sottointendendo un bel non è colpa mia quindi)?

            Per me Conte o chi faccia come lui.

            Non è contro Spalletti. Ma mi fa stare più tranquillo da tifoso uno che sragiona come lui.

            • Per carità, io mi fido delle sue valutazioni.
              Se pensa di avere anche solo il 30% di vincere da subito con degli innesti io sto con lui.

              Anche perché poi le valutazioni necessarie sul bilancio le farà Marotta.

              Pero a Gennaio bisogna arrivarci. E bisogna sperare i giocatori non considerati dall’allenatore non si spengano dopo queste parole. Perche serviranno anche loro.

              Poi ci credo che Politano entra in campo esaurito e con la voglia di spaccare il mondo da solo, in una squadra che già gioca ognuno per sé perche cotta.

              • Conte sa quello che fa e quello che dice.
                Se ha usato quelle parole, vuol dire che quelle andavano usate.
                Va bene che siamo tutti tecnici… ma in quanto a psicologia, almeno, lasciamo fare a lui…. o no?

MVP INTER – ROMA

Twitter

Archivio