Bauscia Cafè

Dialoghi nerazzurri / Sotto l'ombrellone

[tabs type=”horizontal”][tabs_head][tab_title]Dialoghi Nerazzurri[/tab_title][/tabs_head][tab]La cosa più frequente che capita in un bar -o meglio, in un Caffè- è incontrare altri avventori. Che alla lunga diventano amici. Incontrarli e chiacchierarci del più e del meno, e quasi sempre di calcio. Succede a voi tra i commenti, succede (e succederà?) a noi qui sopra.
Stamattina si sono incontrati Vujen e NicolinoBerti.[/tab][/tabs] Vujen: “Buongiorno carissimo Uccio, fatti offrire subito un caffè, anche se con questo caldo… sarebbe meglio una granita, non trovi? A proposito di bollenti spiriti, nel tuo ultimo post sei stato molto preciso e deciso nel puntualizzare come le ultime amichevoli possano dare l’illusione di una squadra più completa e competitiva di quanto in realtà sia. Il lupo perde il pelo ma non il vizio si dice, e sono sicuro che i nostri mediocri terzini, “ammirati” – se così possiamo dire – negli ultimi anni non siano diventati di botto dei campioni, così come le lacune difensive dei nostri centrali saranno sempre dietro l’angolo. Oramai mancano poco più di due settimane dall’inizio del campionato, e di cose da fare (in entrata ma soprattutto in uscita) ce ne sarebbero una miriade, eppure l’uscente mese di Luglio è stato caratterizzato da un incomprensibile immobilismo, fatta eccezione per Vecino, da parte della nostra società. Ecco, questo è ciò che non mi spiego: leggo di interessi per Murillo, per Candreva, per Kondogbia, aldilà di quelli “storici” ormai, per Perisic. Non sarebbe stato meglio cedere prima questi giocatori, anche incassando qualcosa meno, ma impostando prima la costruzione della nuova squadra? La mia impressione è che siamo un po’ bloccati, tra obiettivi difficili da ottenere, cessioni che vanno a rilento e valutazioni – comprensibilissime, sia chiaro – dei nostri giocatori da parte del mister. Ed ogni giorno che passa, la matassa mi sembra sempre un pochino più difficile da sbrogliare. Tu cosa ne pensi?”
NicolinoBerti: “Buongiorno a lei! La granita la offro io, ma l’ombrellone per stare al fresco lo paghi tu perché anche quest’anno hanno aumentato i prezzi del 15%.
Sì, mi trovi d’accordo, Sabatini arriva da Roma con la fama da Mister Plusvalenza, ma in molti si dimenticano che in quel caso si trattava di rivendere giocatori da lui acquistati. A Milano invece il buon Walter si ritrova a dover gestire cartellini poco appetibili, al limite dell’invendibilità, mentre per i nomi da te fatti resta da capire dove finiscano le invenzioni giornalistiche e cominci la realtà. La sensazione è che Murillo sia realmente con le valigie in mano (e non credo mancherà a molti), e che questa cessione darà il via libera definitivo all’arrivo del nuovo centrale difensivo. Io a Kondo voglio bene, e sono tra i pochi a sperare che possa ancora diventare un giocatore di calcio completo. Su Candreva invece asseconderei l’interessa del Chelsea, ma sarà vero? E soprattutto, chi sarebbe il sostituto? Non possiamo certo affidarci a Karamoh, che neppure gli appassionati di Football Manager fino a ieri conoscevano. Inoltre credo che su Perisic molto abbia fatto l’agente del croato, forse per strappare un rinnovo a condizioni migliori. Lo United taccagno proprio non riesco ad immaginarlo. Certo, lavorare con un gruppo incompleto ad agosto iniziato non sarà il massimo per Spalletti, ma resto convinto che prima di ferragosto si sbloccheranno altre trattative. Tu ad esempio chi vorresti? Hai nomi che ti sconfinferano? Nagatomo te lo tieni come nano da giardino?”
Vujen: “Ma sai, adesso pare vada di moda indicare i “profili” dei calciatori, e allora ti ripeto che a mio avviso non possiamo esimerci dall’acquistare un terzino normodotato (a sinistra) ed un centralone veloce brutto e cattivo. Sul davanti rimango più conservatore. Nel senso che ammettendo che siano vere le voci che vogliono United e Chelsea a caccia dei nostri esterni d’attacco, mi chiedo cedendoli chi mai potremmo prendere, visto l’appeal scarsissimo che abbiamo attualmente. Se devo vendere Perisic per prendere un altro Eder (con tutto il bene che si può volere al rincalzo italo-brasiliano), mi tengo il croato scazzato. Ma riguardo questo, solo Ausilio e Sabatini possono sapere la caratura dei nomi che stanno trattando. Però, visto come stanno andando le cose nelle altre zone del campo, non sarei così positivo, in linea generica. Sia chiaro, io non sono uno di quelli che vuole il grande nome a tutti i costi. Si parla di Vidal ad esempio, e la cosa mi fa paradossalmente storcere un po’ il naso. In questo spero molto in Sabatini, nella sua storia. Si può spendere anche un botto (e c’è chi ha speso 222 milioni per un solo giocatore), ma poi questi investimenti devono rientrare in qualche modo, altrimenti tra due anni siamo punto e a capo. Offrire, se son vere le cifre lette, un quadriennale a 7.5 milioni netti ad un classe ’87 non mi sembrerebbe una genialata, per usare un eufemismo. Ovvio, non si campa di soli Karamoh, come hai giustamente detto tu, ma la preoccupazione che poi tra due anni si debba vendere il Karamoh di turno, magari reduce da due bei campionati, per pagare lo stipendio dell’invendibile e 32enne Vidal, non mi pare ci discosti molto dalla situazione attuale, no? Non so te, ma io vorrei più Berardi e meno Vidal.”
Chissà il livello di scazzo.
Chissà il livello di scazzo.
NicolinoBerti: “Son tutti direttori sportivi in pectore ormai, il fatto che poi lavorino al Lidl è dovuto al destino avverso che si è accanito contro di loro, come scrisse qualcuno dei nostri su Twitter mesi fa…
La penso come te, l’appeal nerazzurro adesso è quel che è e l’ormai famigerato agreement non aiuta, ed è qui che il lavoro dei nostri diesse dovrà fare la differenza: i Vidal non li voglio neanche io, perché il rischio bollito in salsa rosa è elevato e ti ritroveresti un giocatore destinato a svalutarsi nel giro di un paio d’anni, con una incidenza sul bilancio a dir poco demenziale. I Berardi gli Schick, i Keita, quelli credo siano i profili giusti per cercare di aggiungere alla rosa freschezza, valore tecnico e qualcosa di futuribile che, anche in caso di annata storta, non diventi invendibile nel giro di pochi mesi.
Certo non è facile, perché il mercato ormai è drogatissimo – e l’affare Neymar non aiuta – e girano cifre deliranti per nomi che da noi sarebbero incognite assolute…tuttavia situazioni come quella di Neymar potrebbero anche esserci d’aiuto, perché per arrivare ai grandi nomi nelle condizioni attuali non resta che puntare sugli esuberi dei grandi club, sperando (e prevedendo, se possibile) un effetto Cambiasso o un effetto Lucio. Esuberi che possano diventare un valore aggiunto, che possano incrementare il loro valore con la maglia nerazzurra e, perché no, diventare punti di riferimento assoluti. Io credo che Sabatini stia in effetti puntando gli scontenti, soprattutto in quel di Parigi, e magari potrebbero arrivare buone notizie proprio da lì. Io un out Candreva dentro Draxler, o un Rabiot oppure ancora una scommessa Kimpembe non li rifiuterei a priori. E per il terzino sinistro stai sereno, Damiani ha detto che Dalbert è il Maicon mancino… Quindi sarà verosimilmente un buco nell’acqua clamoroso. Certo che averlo atteso 2 mesi strapagandolo fa pensare. A te piace? Io prenderei anche un terzino destro, a meno di non volerci fidare di Danilo Hairstyling D’Ambrosio fino a fine stagione.”

Vujen: “Siamo d’accordo, anche un nuovo terzino destro non farebbe male e soprattutto sì: su Dalbert ormai, ci sono più aspettative che altro. Per quanto mi riguarda, aldilà del valore del giocatore che è tutto da capire, questa mi sembra proprio la classica situazione da evitare come la peste. Una trattativa sbandierata pubblicamente ormai da quasi tre mesi, che non fa altro che creare pressione ad un giocatore che comunque vada, dovrà ambientarsi in una nuova squadra, in un nuovo campionato, in una nuova nazione. Ti dirò di più: l’affare-Dalbert è a mio modestissimo avviso l’emblema di quanto confusionaria ed a tratti contraddittoria sia stata finora l’estate interista. “In silenzio e bene”, è il mantra 2017. Appurato il fatto che tutte le trattative concluse siano state scoperte ben prima del completamento, ci riserviamo il dubbio anche sulla seconda preannunciata qualità di questa torrida, torrida estate.”
Avatar

Bauscia Café

Dal 2008, il blog che ha servito sempre e solo l'Inter.

1.566 commenti

MVP INTER – HELLAS VERONA

Twitter

Archivio