Quale futuro?

C’è una domanda che mi gira continuamente per la testa da un paio di giorni, da quando è scoppiato il caso-Leonardo. E trovo che Vujen nel post di ieri sia riuscito a descrivere molto bene il contesto che sta dietro a questa domanda:

Un allenatore sceglie una squadra, in via teorica, quando vengono soddisfatte due condizioni sine qua non: la prima è economica, la seconda è di progettazione. Chiaramente a certi livelli il problema economico acquista un sapore, un peso specifico diverso rispetto a quello che possiamo avere noi, con stipendi (per chi li ha) con alcuni milioni di zero in meno.  Ecco quindi che la rilevanza principale viene acquisita dall’aspetto gestionale puro, dalla programmazione a breve, medio, e lungo termine.

La domanda, dicevo. Brevemente: perchè un qualsiasi professionista del calcio dovrebbe lasciare la panchina dell’Inter per andare al Paris Saint-Germain? Vogliamo davvero berci le panzane dei centomila euro in più, dell’invivibilità di Milano (?), del fascino parigino? Vogliamo davvero credere che basti questo per lasciare la panchina dei Campioni del Mondo in favore di una scommessa in quella che -volenti o nolenti- è per ora la Serie B d’Europa? Davvero “non si può dire di no a un’occasione del genere”, è davvero irrinunciabile l’ipotesi di diventare il dirigente di Kombuaré?

Presidente, dove stiamo andando?

Non riesco a crederci, mi dispiace.

Non c’è cifra che tenga, non ci sono condizioni ambientali che tengano per giustificare il passaggio di un professionista dalla panchina di FC Internazionale Milano a un ruolo nella struttura dirigenziale del Paris Saint-Germain.

Quindi delle due l’una: o Leonardo non è un professionista, o non resta che considerare la seconda delle condizioni introdotte da Vujen. La progettazione. La programmazione societaria a breve, medio e lungo termine.

E’ questo l’aspetto che ha attratto Leonardo? E di conseguenza: esiste questa programmazione all’Inter? C’è qualcosa nella testa di Moratti e della dirigenza? C’è una strada da seguire, un progetto da realizzare, degli obiettivi da raggiungere? Esiste davvero, come suggerito da qualcuno, un progetto che non prevede la presenza di Leonardo? O davvero il Paris Saint-Germain ha prospettive migliori di FC Internazionale?

Ci penso da tre giorni, e non riesco a trovare una risposta.
O forse non voglio trovarla.

About Nk³

Il calcio è uno sport stupido, l'Inter è l'unico motivo per seguirlo. Fermamente convinto che mai nessun uomo abbia giocato a calcio come Ronaldo (ma anche Dalmat non scherzava). Vedovo di Ibrahimovic, ma con un Mourinho in panchina persino i Pandev e gli Sneijder possono sembrare campioni. Dategli un mojito e vi solleverà il mondo.