Bauscia Cafè

Primavera: un nuovo periodo di stop

Negli alti e bassi di questa stagione, la Primavera nerazzurra dopo la serie di vittorie consecutive si ferma in campionato contro il Sassuolo per poi perdere contro la capolista Atalanta. In mezzo la Coppa Italia, dove la squadra di Madonna viene eliminata clamorosamente dal Frosinone.

Dopo la sequenza di 4 vittorie consecutive tra campionato e Youth League, l’Inter Primavera arresta il proprio cammino contro il Sassuolo, in una gara molto combattuta. A metà ripresa sblocca il sinistro a giro del capitano, Thomas Schirò: la squadra di Madonna sembra controllare la situazione, ma ad inizio recupero il pareggio dei neroverdi con il neo entrato Manzini ferma i nerazzurri, non solo nella striscia di vittorie ma anche nell’imbattibilità della propria porta, arrivata a 370 minuti.

Molto più cocente la prestazione ed il risultato in Coppa Italia, anche perché la gara era da dentro o fuori. A Milano è arrivato il clamoroso ko contro il Frosinone, squadra appartenente al campionato di Primavera 2, una sorta di Serie B per gli Under 19. Al vantaggio nerazzurro di Mulattieri dopo un quarto d’ora, la squadra di Madonna sembra vicina a chiudere l’incontro già nel primo tempo. Sottovalutando l’avversario, nella ripresa arriva la rimonta dei ciociari con la doppietta siglata da Vitalucci.

I giovani nerazzurri falliscono quindi uno degli obiettivi stagionali, non approdando ai quarti di finale.

La serie di impegni ravvicinati ed un atteggiamento in queste due sfide non all’altezza della situazione, oltretutto contro avversari alla portata, sono stati il maggior deterrente dei nerazzurri.

Il successivo impegno della Primavera interista, a chiudere il 2019, è stato quello contro la capolista Atalanta nella trasferta di Zingonia. Sfida molto complessa sulla carta, ma ben giocata dalla squadra di Madonna, sfortunata però sul palo colpito da Fonseca, in una delle prime occasioni, passano i bergamaschi con Colley dopo una mischia in area su calcio d’angolo. Il pari dell’Inter arriva ad inizio ripresa con il rigore guadagnato da Colombini e poi trasformato da Fonseca. Alla mezzora, arriva però il nuovo vantaggio atalantino con Traorè.

L’ultima prestazione della squadra di Madonna è stata in ogni caso positiva, ma è mancato il cinismo necessario per contrapporsi ai forti avversari.

In campionato, l’Inter si trova terza con una giornata in meno disputata, a pari merito con la Roma e con 5 punti di distacco dal Cagliari secondo, reduce da 2 ko di fila. Ricordiamo come le prime due in classifica accedano direttamente alla Final Four di fine stagione. Il prossimo impegno è dopo la sosta, quando i nerazzurri riceveranno in casa l’Empoli.

Avatar

Jorginter

Nato nel 1987 in Sicilia, sin dall'infanzia ho dovuto sopportare troppi gobbi. Grande appassionato di sport e di imprese sportive, da sempre tifoso dell'Inter: una passione mai retrocessa, proprio come la storia della squadra nerazzurra.

MVP LUDOGORETS – INTER

Twitter

Archivio