Bauscia Cafè

Gli improponibili

Si può parlare di turnover scellerato per la partita di ieri sera. Poi si potrebbe effettivamente analizzare la formazione scesa in campo.
E si scoprirebbe che (aspettando Ansaldi) sono scesi in campo 3/4 di difesa titolare, insieme alla prima – e unica – alternativa come centrale difensivo. Che a centrocampo sono stati schierati gli unici due incontristi in rosa, insieme a un potenziale titolare alla prima occasione dal primo minuto. E che davanti, infine, hanno giocato i primi ricambi, gente che (Biabiany a parte) è già entrata e entrerà stabilmente nelle rotazioni offensive.
Quindi, si può parlare di turnover scellerato, ma si può anche parlare – dopo un mercato da più di 100 milioni – di una rosa incompleta ed inadeguata per affrontare il doppio impegno settimanale. Si può parlare di un corposo gruppo di giocatori improponibili, alcuni dei quali pesano sul groppone di questa squadra già da anni, e che rappresentano una costante, una certezza in tutti gli episodi negativi. Ci sono questi da anni, e da anni si perde. Un’equazione di primo grado, ma nemmeno, di grado zero. È inutile stare a fare discorsi come “per quanto possano fare schifo, quelli di ieri devono bastare per vincere contro l’Hapoel Be’er Sheva”. È inutile perché con questi in campo tutti insieme non vinci contro nessuno. Nessuno. Perché questi qua non possono giocare con la maglia dell’Inter, e soprattutto non possono farlo tutti contemporaneamente. Perché basta la loro presenza per trasformare il Lúcio Maranhão di turno in Rivaldo. Perché gli manca tutto, non solo le capacità tecniche.
Sono cose che si sanno benissimo, chiare da anni, alle quali però non si è posto rimedio. Ed è inevitabile pagarne le conseguenze.
14352544_10153943717968494_4838872732274841792_o

Avatar

Grappa

Acquavite ottenuta dalla distillazione della vinaccia, dal contenuto alcolico non inferiore a 37,5% in volume. Molto in voga fra gli screanzati d'ogni genere.

88 commenti

MVP INTER – MILAN

Twitter

Archivio