Bauscia Cafè

Le Paggelle de Romolete: Inter-milan 4-2 Er massacro!

Disclamescion: Queste sò e paggelle de Romolete er più famoso tifoso dell’Inter che porta er latte ai bar de Testaccio. Sò scritte ‘ndialetto romanesco indi per cui poscia sò bai definiscion political scorrect. Romolete Scrive quello che pensa e nun je rompete li cojoni che pe’ lui, romano de roma, li froci, i negri e i fijidenamignotta sò tutti amici, perché come diceva Metastasio dumila anni fa: “Roma è madre comune d’ogni persona, razza e religione e nel suo grembo accoglie ognun che brama farsi parte di lei.” Qui dentro nun ce trovate solo e paggelle, trovate de tutto, citazioni, proverbi, frasi famose e detti romani. Leggete piano che sennò ve s’encastra a lingua e nun ce capite ‘ncazzo!

A Citazzione

Io nun conosco nessun altro segno de superiorità nell’omo che quello de rompe erculo alla terza squadra de Milano!Ludvig Van Beethoven, Ala sinistra dei Bonner SC Condividi il Tweet

Daniele PADELLI 5 – A Padè e dimosela tutta sei così fregno che si eri pure ‘nfenomeno a fa ‘rportiere Gesù Cristo era tu cugino! Io che so’ bono coi portieri devo dì che t’ha detto zella che a parte i du go poi nun hai avuto modo de riscattatte e de tuo s’è visto poco, ma se sà poco a gnente j’è parente e te becchi sto ‘nsufficiente. ‘Na cosa bona però l’hai fatta in queste du partite hai ricordato a tutti che ‘rportiere è fondamenale e quello che c’avemo noi è oro colato.
  
Diego GODIN 5,5 – Er mister ce lo sapeva che te de guere come quella der derby ne hai fatte parecchie, ma te lo devo da dì co’ tutta a stima der monno, ieri m’è mancato er pischello coraggioso! Strano perché se dice che naa pace li giovani seppelliscono li vecchi, e naa guera li vecchi seppelliscono li giovani. Peccato che davanti c’avevi uno più vecchio de te che t’ha seppellito lui. E poi er nasone nun se marca a 3 metri je se tira na crocca a fa male e se scappa popo come faceva Walterone Samuel.

Stefan DE VRIJ 9 – A Roma se dice Piove o nun Piove er Papa magna, che sarebbe un modo de dì che quarsiasi cosa accade chi sta bene magna sempre e tu stai bene, stai popo bene stai così bene che me lo vedo Peppino Prisco in tribuna Angeli da de gomito a Facchetti e dije “A Cipe e questo me sa che te leva er posto ner core mio!” Madre mia che trancio de sesso che sei Stefan!

Milan SKRINIAR 6 – A sfiga tua è che da te s’aspettamo sempre er 10 e quanno che fai na cazzata o vedono pure li pinguini ar polo sudde. Ora tu me devi da spiegà cosa cazzo stavi a guardà a palla quando er nasone c’ha fatto er gol? ce lo sanno pure li regazzini dell’oratorio che se guarda l’omo e no la palla. Che poi poco prima ne avevi già fatta n’artra, dando na palla a cazzo de cane ‘ndietro che c’hai fatto pijà ‘ncorpo, come se già nun ce bastano quelli che se prennemo naturalmente! A Skrì vabbé che co quer nome che t’aritrovi potevi confondete ar derby però nun fa scherzi che a Roma morto ‘nPapa se ne fa n’artro e ‘rpischello a soli 19 anni è già vescovo pe’ chi ce capisce! 

Antonio CANDREVA 6 – Prima de tutto devi trovà na soluzione pe quei capelli! Davero Tonì sembri scemo co qua cofana mezza ribartata! O te metti na retina come li mafiosi o te rovesci ‘ntesta ‘nbarattolo de ‘mpregnante, oppure prima de entrà ‘ncampo ficchi a testa dentro ‘nculo de na mucca! E che nun la trovi na mucca a Sansiro? ‘Nsomma fa quarcosa nun te se po’ vedè! A partita è sempre quella, certe vorte me chiedo se esci fori dall’universo de men in blek, c’hai presente l’alieni che c’hanno er corpo da omo e poi se aprono e dentro c’hanno na scimmietta che nun ce capisce ‘ncazzo. Certe vorte me sembri devid bekam co palloni girati alla perfezione. Tatticamente er Mister te mette titolare perché difendi mejo ma domenica, come tutti, ner primo tempo nun c’hai capito ‘ncazzo manco tu, che stavi sempre, sempre, sempre, troppo lontano dall’attaccante. A Tonì e se c’hai na cosa è che sei veloce e marcalo stretto sto cazzo de esterno!  

MOSES 6,5 – ancora devo da capì se tra te e Vecino quer gol ve lo siete cercato o v’ha detto culo! a me me sa che Vecino voleva guadambià ‘ncarcio d’angolo e tu te stavi a fà ‘ngiro pe li cazzi tua poi te sei ritrovato er pallone pè caso e sempre pè caso l’hai buttato ‘ntesta ar mostro. Ma va bene così Diogene er Cinico diceva che è mejo un goccio de fortuna che ‘na botte de saggezza.  

Matias VECINO 7 – Te sei n’artro che ‘nminuto sei utile come na forchetta cor brodo e er minuto dopo te porterebbi ‘nbraccio a magnà a trippa da Felice a Trastevere. Quell’assist meravijoso der negrone ner primo tempo grida ancora vendetta j’hai tirato na busta de piscio a quer pippone der portiere der milan chemmanco s’è dovuto buttà. Poi però quando semo ripartiti hai sonato a carica in tonalità Charrua e quei gamboni lunghi lunghi hanno cominciato a macinà chemmanco er Mulino Bianco te stava dietro! Daje Vecì tu sarai er dodicesimo de sta inter e ricordete che er triplete l’avemo vinto perché er dodicesimo era forte come li titolari.

Marcelo BROZOVIC 7,5 – Nun c’è ncazzo da fà, si te fermano a te se ferma l’inter. Sembra poco ma è tantissimo perché come diceva er terzino dei Glasgow Rangers Steve McQueen la vita è correre. Il resto è soltanto attesa. E si te fermi tu potemo solo aspettà che te rimetti ‘nmoto. ’Nfatti quanno ner seconno tempo te seri rimesso ‘nmoto l’avemo dominati ed è scesa dar cielo a scritta game over! E poi sei matto come ‘ncavallo, quanno ho visto che sei uscito co la fascia de capitano al riscardamento che a momenti t’ammazzi pure ar primo scalino… me so’ chiesto se Conte se fosse der tutto rincojonito, ma c’ha avuto raggione pure su questo! Pure er capitano poi fà, matto come ‘ncavallo ma co la fascia da capitano. Ma l’hai capito tutto matto che stai a diventà n’idolo vero? no non lo poi capì tu sei matto! Mammamia!

Nicoló BARELLA 7 – Tu stai a diventà er fratello der matto qui sopra, perché seconno me ancora nun l’hai capito quanto sei ‘mportante per la squadra. E nun lo poi manco capì perché quanno l’arbitro fischia l’inizio entri in una tale trance agonistica che manco le guardie co la maja gialla te possono fermà! Quando uno te viè contro cor pallone è come se scivolà su un tappeto de cazzi, ndo cade cade lo pija ar culo e nun vede più er pallone. Devi solo riuscì a contenè l’impeto e usà deppiù er cervello che fisico e piedi so’ robba sopraffina

Ashley YOUNG 6,5 – Young ‘ncazzo! Questo sembra che gioca nell’Inter da vent’anni, pulito preciso sempre pronto ad accorciare e a fà ripartì l’azione. Certo che è strano er carcio sto ragazzo era er Capitano der Manchester e nun posso pensà che stava a giocà peggio de come lo vedemo noi oggi, eppure se lo sò voluto levà dalle palle come ‘nPolitano quarsiasi… Me sembra chiaro che da lì nun lo sposta più manco Gesù Cristo ma Conte lo deve utilizza come diceva er centrocampista brasiliano dell’ompiakos Socrate Se bevemo con temperanza e in piccoli sorsi, er vino stilla nei nostri pormoni come a più dorce rugiada der mattino

Alexis SANCHEZ 6 – Me sarei giocato Callisto er cojone sinistro che domenica sera facevi ngol, ’nvece t’è sei dovuto fa na partita de sacrificio a fa ‘npressing inutile senza la squadra che te veniva dietro. ’Npo’ come quanno a scacchi se manna er pedone avanti pe’ smove a difesa avversaria ma ariva er primo alfiere che te becca scoperto e te fa fori. Poi ner seconno tempo quanno tutto è cambiato e potevi fa male er tempo de fà n’assist sublime e er mister t’ha fatto uscì! Ma noi che de carcio ce capimo ste partite s’apprezzano tre vorte de più. Nun t’encazzà er gol o fai ai lazioti che so’ pure più pericolosi de quelle pippe cacciavite.

ERIKSEN 6,5 – quanno hai preso quaa traversa ne ho tirate così tante che a Madonna der Divino Amore è scesa daa nicchia dell’Ardeatina è arivata all’Eur m’ha bussato a casa e m’ha cominciato a prenne a schiaffi che quanno ho finito de girà Caressa e Bergomi staveno a mignotte sulla tangenziale… A Erikse c’è na cosa che te la devo di co quelle ciglia ‘npo’ calate nun t’offende però a me me sembra che c’hai ‘npo’ a faccia da cojone. Ma in senso bono però, c’avete presente quelli che a scuola sembra sempre che nun ce stanno a capì ‘ncazzo poi ariva er professore de fisica e te fa a domanda sur moto parabolico? Ecco lui è l’unico che arza a mano e quanno già tutti o stanno a pijà per culo, lui je la spiega e je risponne chemmanco si fosse einstein! Ecco me sa che questo co sta faccia da cojone da qui in avanti fino alla fine daa stagione sarà a risposta a ogni domanda der tifoso interista!

Romelu LUKAKU 7 –

Nun sei un giocatore, sei na categoria porno!
…ormai stai tra Latina e Milf

Semo passati da uno che metteva un muro gigante di ostentazione tra orologi macchine e qui me fermo… tra lui e noi tifosi, a uno che mette un ponte senza nessuna barriera di simpatia, empatia, goliardia, allegria, bellodezia, funivia insomma tutte cose belle che finiscono in ia. Avemo trovato ‘nmiracolo de potenza e de generosità ‘ncampo questo a 26 anni nun lo fermi manco a fucilate e anche qui me chiedo ma come se fa a fa annà via ‘ngioocatore così? Boh!

Antonio CONTE 7 – Quanno a fine partita alla domanda ”che hai detto ai ragazzi alla fine der primo tempo?” hai risposto che ‘nvece de quello che se aspettaveno tutti ossia che te li eri magnati, hai detto che te sei preso e responabilità tu per primo de ‘mprimo tempo giocato a cazzo e parlando coi ragazzi hai rimesso in campo la squadra ‘nmodo de coregge li errori. Ebbene Mister io me levo er cappelo, li capelli ‘npezzo de scatola cranica e me prostro a tanta capacità. Nun era facile ripijà sta partita eppure lo hai fatto e questo è ‘nsegnale de grandisima maturità, grandissima.

BONUS TRACK
Zlatan IBRAHIMOVIC 5 –
A Ibra quanno t’hanno fatto er primo piano mica me ricordavo che eri così brutto! Ma quello è davero er naso tuo o te stavi a magnà na frappa? Comunque a me tutti sti elogi me so’ sembrati esagerati ner primo tempo se nun stamo ad ascortà li servi dei giornalisti, s’era visto che te mancava a zampata daa tigre. Un paro de vorte sei arivato davanti er portiere che a li tempi tua je tiravi na pigna che lo facevi arivà a piazzale Lotto. Poi un po’ li regali nostra un po’ li regali de Padelli è sembrato che fossi ancora ‘ngiocatore de carcio, ma a triste verità è che ormai sei vecchio. Però ‘nfonno a vecchiaia è come ’ntramonto e tu, per quanto stronzo, sei un tramonto che ancora tutti se fermeno a guardà!

l’anfame 4 – ancerto punto a pupa me chiede a papà ma st’anfame com’è che nun fischia gnente? allora j’ho risposto che questo era er classico anfame che fa giocà sempre e nun fischia ‘ncazzo, perché poi quanno vole decide a partita lo pò fa senza scandali. Er punto però è che quanno sò annato a vedè li falli a fine partita ho notato che l’inter aveva fatto 6 falli e s’era beccato 4 gialli i gonzi ‘nvece avevano fatto 13 falli e s’erano presi solo 2 ammonizioni. E ‘nfatti me ne ero accorto quanno pe’ un fallo de Skriniar, chemmanco c’era, ha tirato fori er giallo e 30 secondi dopo stesso fallo de Rebus ha tirato fori ‘npezzodecazzo! Io quanno vedo st’anfami che usano du pesi e du misure je darebbe ‘NA PIZZA ‘N FACCIA COSI FORTE CHE POI JE TOCCA RIFÀ TUTTI LI DOCUMENTI! Anfamiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

Avatar

Oldman

Il Maestro: a sei anni si è perso nel parterre di San Siro in un Inter-juve, a dodici la madre lo sventola vestito di nerazzurro in Curva Sud, a trenta va in metro a Roma vestito da Ronaldo, quello vero, a quaranta fa caroselli seminudo a Piazza del Popolo, a cinquanta guarda di nascosto l'Inter nel reparto di terapia intensiva cardiologica, da ricoverato. A sessanta conta di perdersi ancora, nel nuovo stadio di Milano.

MVP LUDOGORETS – INTER

Twitter

Archivio