Bauscia Cafè

Debacle preoccupante contro la Roma

INTER – ROMA 1-4
Marcatrici: 25′ Andressa (Rig), 29′ Tarenzi, 55′ Thomas, 76′ Andressa, 92′ Thestrup.

INTER: Marchitelli 6, Merlo 6,5, Fracaros 4,5 (83’Goldoni sv), Auvinen 5; Santi 6 (83’ Colombo sv), Debever 6,5; Marinelli 6, Alborghetti 4,5, Van Kerkhoven 5 (69’ Baresi 6), Brustia 6; Tarenzi 7. 
A disposizione: Aprile, Quazzico, D’Adda, Capucci, Pandini, Norton. Allenatore: Attilio Sorbi 5.

ROMA: Ceasar 6,5, Soffia 6,5, Di Criscio 6 (41′ Pettenuzzo 6,5), Andressa 8,5 (78’ Bernauer sv), Hegerberg 7, Erzen 6,5, Serturini 6 (60’ Thestrup 7), Ciccotti 6,5, Thomas 6,5, Bonfantini 8, Swaby 6. 
A disposizione: Pipitone, Soffia, Zecca, Bartoli, Cunsolo, Greggi, Coluccini. Coach: Elisabetta Bavagnoli 7.

Arbitro: Maria Ferrieri Caputi di Livorno 7,5.

Arbitro: Ferrieri Caputi (sez. Livorno )
Ammonite: 28’ Erzen, 48’ Serturini, 58’ Alborghetti, 95’ Soffia

Julie Debever, una sicurezza

In una gelida Solbiate arriva la Roma di Coach Bavagnoli per una partita che è una novità assoluta nel calcio femminile. L’Inter in cerca di riscatto dopo la brutta prova di Sassuolo, le giallorosse per confermare i timidi segnali di ripresa visti con il Tavagnacco, la prima da ex di una grande giocatrice, Agnese Bonfantini, cresciuta nel vivaio nerazzurro, contro la sua “storica” squadra in cui ha militato per tanti anni.

Questi i temi della vigilia; durante il riscaldamento pre partita, la Roma, già priva del suo playmaker titolare, la grande Manuela Giugliano, deve rinunciare ad un’altra colonna, Capitan Bartoli. Mister Sorbi riparte con lo stesso assetto e, praticamente lo stesso undici della prima giornata di campionato, se si eccettua l’esordio dal primo minuto di Irene Santi per Marta Pandini, in riposo precauzionale.

La Roma cambia ancora assetto, presentandosi con la fuoriclasse brasiliana Andressa come playmaker di un centrocampo composto dalla norvegese Hegerberg, oggi particolarmente ispirata, e da Claudia Ciccotti, un ottimo rincalzo, storica lupacchiotta sin dai tempi della RES Roma.

Le nerazzurre si schierano quindi con tre punte, (Tarenzi, Ella e Marinelli) schierando a centrocampo a fianco della molto sottovalutata Brustia, anche oggi buona la sua prova, Santi e Alborghetti.

Martina Brustia, ancora una buona prova

Confermati i due pacchetti difensivi, con Coach Bavagnoli che preferisce ancora una volta Di Criscio a Pettenuzzo e Sorbi che ripresenta Fracaros nell’inedito ruolo stagionale di laterale basso in marcatura su Bonfantini, Auvinen al centro con Debever e Merlo sulla destra. 

In panchina Regina e Sofia Colombo, in barba alle buone prove del Capitano nelle partite precedenti ed al rendimento molto deludente di Alborghetti, oggi Capitano di giornata. Ancora in panca Leo Goldoni, nonostante la belga Van Kherkoven non si sia potuta quasi allenare in settimana per il fastidioso infortunio che la affligge da circa un mese.

Le nostre ragazze partono con un ritmo abbastanza sostenuto che crea qualche grattacapo all’assetto giallorosso, pur senza creare pericoli seri per la porta di Camelia Ceasar, salvo un paio di conclusioni sballate di Tarenzi e Marinelli; l’Inter prende il controllo del centrocampo, o forse la Roma preferisce lasciare l’iniziativa alle nerazzurre e ripartire velocissima sulle ali con le due nazionali Serturini, ben contenuta da Merlo e Bonfantini, mai vista da Fracaros… 

Caterina Fracaros, oggi in grave crisi contro Bonfantini

La partita così si trascina con le nerazzurre che ruminano calcio in maniera “scolastica” e le romaniste che si limitano a punzecchiarle sulle fasce e con qualche iniziativa centrale di Andressa che deve prendere confidenza con la nuova posizione… 

Al 28’ un lampo di luce abbaglia il Chinetti; Agnese Bonfantini semina un paio di avversarie in dribbling, entra in area e viene abbattuta da un goffo tentativo di Auvinen di anticiparla; rigore netto. La brasiliana prende il pallone e batte alla sinistra della Marchitelli, 0-1.

Quattro minuti e l’Inter pareggia con un gol bellissimo: punizione battuta dalla destra da Alborghetti, colpo di tacco di Stefania e palla in rete; veramente un gol di rara fattura, ma come spesso ci capita quest’anno, frutto di un episodio. Al 41’ bruttissimo infortunio a Federica Di Criscio, che viene sostituita dalla sempre brava Tecla Pettenuzzo; questa sostituzione sarà decisiva per il secondo tempo, da dimenticare, delle troppe punte nerazzurre. 

Stefania Tarenzi, un gol bellissimo ed una bella partita

Ci si trascina fino alla fine del primo tempo con schermaglie a centrocampo. Nell’intervallo in molti si domandano se le nostre ragazze riusciranno ad imbrigliare l’attacco giallorosso ed a tenere i ritmi alti.

Come prevedibile, appena si torna ad una velocità di gioco meno frenetica, la Roma si stabilisce nella metà campo interista ed Andressa ed Hegerberg dettano legge; da una invenzione di Ciccotti, ottimo il suo passaggio filtrante che taglia in due come un panetto di burro la difesa nerazzurra, Serturini lascia partire un buon tiro che Chiara devìa al centro dell’area, sopraggiunge la francese Thomas, libera e bella, che senza alcuna difficoltà deposita in rete da un metro. 1-2; solita crisi psicologica e partita praticamente finita li. Sorbi smette di urlare ad ogni passaggio.

Solo per la cronaca, al 60’ Coach Betty sostituisce Serturini con la danese Thestrup, che viene impiegata come centravanti, spostando Thomas nel suo ruolo congeniale di ala d’attacco, Andressa inventa una perla di goal ad un quarto d’ora dalla fine, e Thestrup arrotonda il punteggio nei minuti di recupero, dandogli contorni esagerati. Da notare che quando la partita era ormai “chiusa”, il Mister ha provveduto a far entrare Baresi, Colombo e Goldoni. Nonostante il limitatissimo impiego, Sofia Colombo si è fatta comunque notare per un paio di  brillanti iniziative.

Sofia Colombo 12 minuti di qualità

Si continua a scendere in classifica (l’Inter è settima a pari merito con Empoli e Verona) ma dovrà affrontare nelle ultime due gare di andata “l’ingiocabile” Fiorentina in Toscana e la molto insidiosa Florentia di San Gimignano a Solbiate, il rischio di chiudere il girone di andata nelle parti basse della classifica si fa reale, molte perplessità si sommano riguardo gli obiettivi stagionali, la gestione tecnica e quella manageriale.

Intanto la società ha pensato, in vista del Derby per gli ottavi di Coppa Italia con il Milan di mercoledì 11 dicembre a Solbiate (gara secca con eventuali supplementari e rigori) di mandare le ragazze in ritiro. Un provvedimento “originale”… e che ha il pregio di farci tornare giovani; speriamo che la stagione delle Nerazzurre non prenda la piega di quella del Napoli maschile.


Prossimi impegni (proibitivi) di Inter Squadra Femminile:

  • mercoledì 11 dicembre ore 14.30 FC INTER – AC MILAN a Solbiate Arno (VA) – Ottavi di finale Coppa Italia
  • domenica 15 dicembre ore 12.30 AC FIORENTINA – FC INTER a Firenze, Stadio Bozzi
  • sabato 11 gennaio ore 14.30 FC Inter – AS FLORENTIA SANGIMIGNANO a Solbiate Arno (VA), giorno e orario da confermare

Le partite della Squadra Femminile sono trasmesse in diretta da TimVision o SkySport e da InterTV (DAZN) qualche volta in diretta, più spesso in differita di due ore.


RISULTATI GIOVANILI FEMMINILI

PRIMAVERA UNDER 19 – All. Sebastian de La Fuente
Campionato 10^ giornata di andata: INTER – JUVENTUS rinviata al 5 gennaio 2020

ALLIEVE UNDER 17 – All. Stefano Torriani
Campionato, 13^ giornata di andata: riposo

GIOVANISSIME UNDER 15 – All. Roberto Casucci
Campionato 11^ giornata: INTER – COMO 4-0


NAZIONALE Under 23

Per il raduno della Nazionale U23, la CT delle Nazionali Femminili, Milena Bertolini, ha convocato ben sette nerazzurre: ROBERTA APRILE (portiere), BEATRICE MERLO e FRANCESCA QUAZZICO (difensori), SOFIA COLOMBO e ANNA CATELLI (centrocampisti), CATERINA FRACAROS e GLORIA MARINELLI (attaccanti).

ZioPino62

ZioPino62

Tifoso dell’Inter dal 1970; segue con passione da quasi 30 anni il calcio femminile.

MVP LECCE – INTER

Twitter

Archivio