Bauscia Cafè

Ravioli al Nero di seppia e Azzurro del pacifico

Questa rubrica è dedicata a tutti coloro che amano l’inter e la buona cucina, ma anche a coloro che in modo spiritoso e soprattutto appetitoso vogliono fornire ricette che possono allietare le tavole, non solo con manicaretti da chef ma anche con gli splendidi colori della nostra squadra del cuore!

Forza, sotto con le vostre ricette nerazzurre preferite, mandateci qui le foto dei vostri piatti e le pubblicheremo in questa rubrica!

Ravioli al Nero di seppia e Azzurro del pacifico

Ricetta di Piemme

Ovvero ravioli al nero di seppia con alici affumicate al finocchietto.

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta al nero di seppia
–  300 gr. di farina
– 2 uova
– 8 gr di nero di seppia
– sale blu

Per il ripieno
– 150 gr. di ricotta
– 150 gr. di radicchio
– olio extravergine
– aglio
– noce moscata
– pepe

Per il sugo
– 300 gr. di alici del pacifico
– olio extravergine
– aglio
– scalogno
– falanghina
– finocchietto selvatico in rametti e semi
– pomodorini  
– peperoncino

Descrizione della preparazione

  1. Pasta

    Impastare la pasta come una comune pasta fresca, con i guanti, evitando così di ritrovarsi con le mani nere (un po’ come quando date la mano ad un milanista).

    Fate riposare l’impasto per mezz’ora circa, poi stendetelo a mano o con la macchinetta. Spennellate con dell’uovo e con l’aiuto di un sacchetto da pasticceria distanziate il ripieno per ottenere un raviolo abbastanza grande.

  2. Farcitura

    Preparate la farcitura facendo saltare in padella il radicchio lavato e tagliato a listarelle con olio aglio e un pizzico di sale.

    Quando è quasi del tutto cotto strizzarlo per bene eliminando l’aglio e passandolo col frullatore. L’impasto apparirà secco ma con l’aggiunta della ricotta il tutto si ammorbidisce, aggiungete pepe nero e noce moscata q.b. lasciando riposare l’impasto in frigo.

  3. Acciughe

    Per preparare le acciughe prima di tutto pensate ad un milanista o uno juventino a caso, vedrete che sarete più accurati nel lavoro. Poi apritele e ripulitele della testa, delle interiora e della lisca con attaccata la coda. Lavatele e asciugatele con la carta da cucina.

  4. Ibra-Time

    Mette su una piastra i rametti del finocchetto selvatico (nessuno si azzardi a pensare a Ibra) e le alici disposte su una griglietta non a contatto con la piastra e il finocchietto (aridaje…). Quando lo stesso inizia a fumare spegnete e coprite con un contenitore di vetro in maniera che il fumo di finocchietto (ma insomma, la finite!) insaporisca le azzurre. Potete ripetere l’operazione se le volete un po’ più asciutte.

  5. Odori

    Mondate lo scalogno (che non è un nuovo acquisto del’Inter), la maggiorana e preparate un trito. Scaldate l’olio in un tegame e, a fuoco moderato, fatevi appassire il trito preparato.

    Quando lo scalogno comincia ad imbiondirsi aggiungete ½ bicchiere di falanghina spumantizzata, appena sfumata unitevi i pomodorini (passati prima in acqua calda e poi spellati) e alzate la fiamma per 7/8 minuti. Aggiungete le acciughe spezzettate (non tutte) e qualche seme di finocchietto. Insaporite con sale e peperoncino.

  6. Impiattare

    Cuocete i ravioli, scolateli al dente e fateli insaporire nel sugo di pesce per un minuto guarnendo con qualche azzurra semplicemente affumicata.

Buon Appetito!

Avatar

Oldman

Il Maestro: a sei anni si è perso nel parterre di San Siro in un Inter-juve, a dodici la madre lo sventola vestito di nerazzurro in Curva Sud, a trenta va in metro a Roma vestito da Ronaldo, quello vero, a quaranta fa caroselli seminudo a Piazza del Popolo, a cinquanta guarda di nascosto l'Inter nel reparto di terapia intensiva cardiologica, da ricoverato. A sessanta conta di perdersi ancora, nel nuovo stadio di Milano.

MVP INTER – HELLAS VERONA

Twitter

Archivio