Bauscia Cafè

Interpretazioni

1) Nei (quasi) 12 mesi trascorsi dal cambio di proprietà, la linea societaria sull’allenatore è emersa chiaramente: sostegno totale, continue dichiarazioni di fiducia, acclarata intenzione di stabilità, con le valutazioni rimandate alla fine dell’anno. Mai nessun messaggio che abbia fatto sentire l’allenatore in pericolo, che abbia indotto a pensare a ultime spiagge; mai frasi sussurrate e aperte a libere interpretazioni. Tutto molto chiaro.
2) In questo contesto, da un giorno all’altro appaiono le parole del socio di minoranza: totalmente svincolate da quella che è la linea societaria e contrastanti con quest’ultima. Trapela scarsa fiducia nell’allenatore, si fa capire che se le cose fossero ancora come un tempo probabilmente sarebbe già stato esonerato. Il tutto col consueto tono confidenziale, a cuor leggero: pensieri liberi affidati a giornalisti.
3) La società, che immagino abbia sott’occhio i risultati sportivi e che comunque, nonostante questi, cerca di continuare a far sentire la propria fiducia al tecnico, “ammonisce severamente” (eufemismo) il socio di minoranza, che non si trova più nella posizione di poter esprimere le proprie opinioni con libertà davanti a dei microfoni. Evidentemente, si ritengono non tollerabili dichiarazioni che contrastino con quella che è la linea societaria: non è ammissibile che da una parte della società trapeli un messaggio e da un’altra si esprima l’opposto. Oltretutto, con l’aggravante che l’unico azionista di F.C. Internazionale che abbia criticato l’allenatore sia proprio colui che poco più di un anno fa lo ha ingaggiato, colui che nella prefazione ad un libro di scarso impatto editoriale scriveva, riferendosi proprio al suddetto, “credo di essere stato fortunato nella scelta e che debba ringraziare Marco Branca per aver insistito che lo conoscessi”.
4) Il socio di minoranza, “offeso” dalla presa di posizione della società nei suoi confronti, si dimette dalla carica di presidente onorario; rassegnano le proprie dimissioni anche tre membri del CdA a lui strettamente legati.
Difficile immaginare uno scenario simile a questo?
A quanto pare, sì. E’ molto più facile parlare del cattivone venuto da chissà dove per cacciare il presidentissimo, usurpargli il trono e vessare la sua progenie. E il tutto senza cacciare una lira, pensando solo ai bilanci, senza l’amore, senza l’appartenenza, senza niente; un grinch indonesiano arrivato per spazzare via lo spirito Bauscia e mandarci in serie C.
Perché è così che stanno le cose, giusto?
a35c07db21ff6eaa8a100488928e17aa-018-kOEH-U430404800693872UD-593x443@Corriere-Web-Sezioni

Avatar

Grappa

Acquavite ottenuta dalla distillazione della vinaccia, dal contenuto alcolico non inferiore a 37,5% in volume. Molto in voga fra gli screanzati d'ogni genere.

217 commenti

MVP INTER – MILAN

Twitter

Archivio