Non capisco, ma mi adeguo

Cominciamo dall’ovvio: l’Inter di Bologna è stata un  disastro.
Lenta, impacciata, sorpresa costantemente dal pressing e dai ritmi imposti dall’avversario, come se Spalletti non avesse la più pallida idea dell’atteggiamento che si sarebbe trovato ad affrontare:
il primo tempo è stato un continuo maramaldeggiare dei felsinei, con Verdi e Di Francesco eternamente imprendibili e i nostri storditi come 17enni di ritorno da una gita ad Amsterdam.
Questo lo hanno visto tutti, nessuno escluso.

Fanno riflettere però le reazioni lette e osservate dopo quello che, a tutti gli effetti, si è rivelato un pareggio prezioso, sia per come si erano messe le cose, sia perché l’Inter non aveva la più pallida idea di come arrivare al tiro, tra centrocampisti macchinosi e inebetiti dalle aggressioni bolognesi, esterni offensivi prevedibili, monotematici e sfavati e un Icardi imbrigliato troppo facilmente dai centrali di Donadoni.
Se leggiamo – fatelo voi, a me viene la nausea – i giornali del dopo-gara, ma anche molti commenti di tifosi e professionisti del giornalismo sportivo (o presunti tali), passa in realtà un solo concetto: l’Inter non soltanto ha fatto cacare a Bologna, ma ha totalizzato i 12 punti precedenti semplicemente perché le è andata bene.
Un misto di culo, demerito degli avversari e fortuna nostra, nient’altro.

Ora, al di là del fatto che emettere giudizi tranchant dopo l’ennesimo reset tecnico e con Spalletti al lavoro da 3 mesi con una rosa ancora incompleta e deficitaria mi sembri una enorme sega mentale, io francamente capisco che i fantasmi degli scorsi anni possano riemergere facilmente, ma proprio non riesco a concepire una teoria che sembra farsi strada prepotentemente: l’Inter è questa, non ha margini di miglioramento e NON PUO’ fare di più.
Quasi come a voler giustificare un nuovo “abbiamo mollato” o affermare che il lavoro dell’allenatore è inutile, perché da questi puoi pretendere solo il minimo sindacale.
Ecco, questo non solo non lo capisco, ma neppure lo condivido.
Perché possiamo parlare per giorni del perché Candreva non riesca più ad essere incisivo o centri sistematicamente il suo dirimpettaio ogni volta che crossa, o se Perisic sia un grande giocatore da stimolare quotidianamente o un discontinuo capace di regalare soltanto bagliori in mezzo a un mare di nebbia, ma accettare che la mancanza di giocatori capaci di creare superiorità numerica o risolvere da soli un match ci condanni alla mediocrità significa rassegnarsi, dopo 5 giornate, 13 punti e zero sconfitte, al fatto che Spalletti non riuscirà mai a plasmare un 11 capace di giocare a pallone, finché avrà questi uomini. E questo per me è inaccettabile.

Migliore in campo.

Migliore in campo.

Lo è perché sono pienamente d’accordo nel condividere i problemi evidenziati ormai da tutti sull’incompletezza di questa rosa, sulla mancanza di alternative adeguate e sull’assenza di fantasia e uomini capaci di cambiare il ritmo e ribaltare l’azione, ma credo altresì che ci siano modi diversi e comunque efficaci di creare un metodo e un approccio che possa funzionare sul campo.
E questo lo si può fare anche avendo centrocampisti più compassati o buoni giocatori che, però, non saranno mai campioni: certo, con squadre bloccate e aggressive resterà difficile fare quello che ha fatto il Napoli a Bologna, cioè subire tanto se non più di noi per poi sfruttare tutta quella incisività e qualità che noi non abbiamo, ma non deve mai passare in secondo piano quanto resti fondamentale avere un piano, un canovaccio da seguire costantemente.
In tal senso, e ribadendo quanto brutta sia stata la prova di Bologna, credo che comunque l’Inter non abbia mai svaccato, e questo resta un segnale positivo.
Meno positivo invece il senso di smarrimento percepito osservando cose viste e riviste troppo spesso negli ultimi tempi: è per questo che preferisco pensare che l’Inter, anche questa Inter da completare, valorizzare e rendere più forte senza tradire le promesse fatte a Spalletti e intervenendo subito, da gennaio, con nuovi e sensati investimenti di mercato, possa e debba fare meglio, e soprattutto possa giocare a calcio anche con questi uomini.
Molto passerà dalla volontà di sacrificarsi per il bene della squadra, dal correre, muovere il culo per tutti e novanta i minuti più recupero, fare quel movimento in più che faccia la differenza, trovare l’idea giusta quando quello che avevi preparato alla lavagna non trova alcun riscontro sul campo.

Si può fare, anche con D’Ambrosio terzino, Joao Mario da schiaffi e Candreva in versione tiro al piccione. Si chiama lavoro, perché è vero che servano i campioni, ma è altrettanto vero che l’allenatore è chiamato (e ben retribuito) per sfruttare al meglio le risorse che ha, cercando di trovare una quadratura efficace e aggirando gli eventuali deficit.
Un discorso che vale anche per chi allena squadre già imbottite di grandi giocatori, figuriamoci per noi che non ne abbiamo o quasi.

Perciò bando alle ciance e ai moriremo tutti preventivi. Non siamo da scudetto e ben vengano certe frenate, anche per spegnere gli entusiasmi creati ad arte da chi poi adesso si prepara a scrivere di crisi Inter e spogliatoio spaccato, ma non siamo neanche “questi qua”. Ci vorrà abnegazione e la nota positiva è che, verosimilmente, chi non remerà nella direzione del gruppo verrà messo alla porta anche a costo di far giocare un primavera.
Proviamo ad avere un briciolo di fiducia. Diamoci tempo, anche come tifosi.
Non si tratta di voler fare l’ottimista ad ogni costo o l’avvocato difensore di Spalletti: si chiama buon senso, e dopo la quinta giornata lo ritengo necessario, anche qualora andasse poi comunque tutto a puttane. In quel caso gli “io lo avevo detto” contribuiranno a rafforzare la convinzione di alcuni di essere direttori sportivi o allenatori mancati, ma non aiuteranno l’Inter a tornare l’Inter.

Ciò detto, la critica resta sacrosanta, così come l’andate a lavorare dopo partite capaci di deprimerci nonostante l’avvio positivo. Non ce lo meritiamo e non se lo meritano le persone che riempiono San Siro anche contro la Spal. Cerchiamo soltanto di fare un passo alla volta, anche solo per vedere come va a finire.
Anche perché tutte le candidate ai primi 4 posti hanno problemi da risolvere, pur partendo da situazioni tattiche e tecniche indubbiamente più consolidate e potendo, in 3/4 casi, contare su rose s più importanti e meglio assortite. Per fortuna le dinamiche nel calcio sono molteplici. E mai banali.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

640 commenti

  1. E ora ci tocca frog come primo cambio tra i difensori centrali !!
    AIUTOOOO……….

  2. …Il carletto dove lo metto,dove lo metto non si sá,
    Mi dispiace ma non c´é posto,non c´é posto per caritá………..
    Cit.Montella.
    Forse come preparatore atletico?
    I gonzi alla ribalta.

  3. Ma lo sapete vero che con il Benevento bisogna vincere?
    O no?
    Mi sembra che la si dia un po’ troppo per scontata la nostra vittoria… CONCENTRAZIONE! Anche a casa! 😉
    Detto questo, i nostri cari Zhang mi sembrano molto meno cazzari di quanto qualcuno,qui dentro, li voglia far passare…
    A me danno molta,ma molta,fiducia!
    #InterPride
    #Interiscuming

  4. Cmq il Papu Gomez in quest’ Inter di fianco ad Icardi (con cambio modulo) farebbe 1 figurone.

  5. Intanto in quel di Lisbona, rissa tra Gabigol ed il suo compagno di squadra Jardel. Per chi aveva speranze di riscatto da parte del Benfica, consiglio di non illudersi. Gabigol è un minchione che ci terremo sul groppone fino a scadenza.

  6. se mi tolgono dai coglioni kondocesso son disposto a tenermi gabinetto, almeno è più giovane.

  7. SgtPepper:
    Ma lo sapete vero che con il Benevento bisogna vincere?
    O no?
    Mi sembra che la si dia un po’ troppo per scontata la nostra vittoria…

    dò per scontato il fatto che il benevento prima o poi farà tre punti e noi siam molto generosi con le squadre ignobili.. ..per cui…

    cmq che putenza questo milan eh!

  8. Intanto quelli che hanno speso oltre 200 milioni la sfangano al 94′ contro il rijeka. Domenica contro la Roma li vedo malissimo. Spero soltanto che Montella non venga mandato via prima del derby..

  9. io spero in un bel pareggiotto con la roma, non giocando bene ma di garra, così perdono punti entrambe e montella rimane in bilico.

    e’ chiaro che non ci sta capendo nulla, e più rimane dov’è più danni fa. spero non venga esonerato prima di gennaio

  10. Visto Lione Atalanta e sono rimasto molto impressionato dagli altri neroazzurri. Per il quarto posto ci sono anche loro, quindi sarà meglio che a gennaio la società metta mano al portafoglio e acquisti un paio di elementi che possano darci più qualità.

  11. http://www.ultimouomo.com/innamorati-di-lucas-torreira/

    Un’analisi completa del nostro futuro regista.
    Ps. Potrebbe averla scritta il Casa. :-)

  12. Gabri:
    http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Benevento/28-09-2017/benevento-diktat-tifosi-arrabbiati-no-bandiere-o-cori-inter-curva-sud-220924867610.shtml

    Nel frattempo a Benevento…mamma mia come si può cadere in basso…

    Nel frattempo del frattempo il Benevento ha preso 3 pere dal Fregene. ….dico…Fregene.

  13. @gabri: come al solito, quando arriviamo noi e’ la partita della vita. vien da pensare che se avessimo la ndramgheta dietro starebbero un po’ piu’ calmini… anzi si scansano pure.
    a pensar male si commette peccato ma spesso ci si prende (cit. Andreotti)
    ps
    ridurre il numero delle squadre in serie A
    buon giorno a tutti

  14. Sta di fatto che l incazzatura della curva del Benevento é comprensibile. A nessuno piace avere tifosi avversari nella curva dove stai tifando. Credo che anche per motivi d sicurezza non si debbano vendere tiket online x il settore curva.
    Detto questo hanno sbagliato il modo do comunicare il dissenso…prstocsmente hanno detto: se esultate vi veniamo. (Dando per scontato che si debba esultare…e non è scontato)

  15. @Interella
    Riguardo il Cotechino nazionale ti riporto un sunto dell’articolo di oggi sul giornale di Düsseldorf (quindi abbastanza indifferenti/non tifosi di quanto succede al Bayern).
    Ancellotti era stato preso in quanto notoriamente buon “moderatore” (non buon allenatore) per gestire lo spogliatoio dopo la dipartita dell’odiato (dai giocatori) Guardiola.
    Esseperò come allenatore della “crante scvadra ti Bafiera” mandi in panchina/tribuna : Boateng, Hümmels, Müller per far giocare figurine spagnole vuol dire andare a cercarsela (Ribery 34 e Robben 35 sono a fine carriera e vanno sostituiti con qualcosa di meglio di duglas costa che difatti hanno spedito ai goBBi).

    Parere personale : il Bayern con Guardiola ha perso l’anima tedesca che aveva raggiunto il suo massimo (triplete) con Jupp Heykens (tra l’altro grande 11 degli anni ’70).
    Spero continuino con allenatore non tedesco e a comperare giocatori non tedeschi, cosi abbiamo speranza di poterci prendere Goretzka, se prendono Tuchel sarà molto più difficile e ci accontenteremo di Özil visto che Draxel ci snobba (il coglione).

  16. Michele69:
    Sta di fatto che l incazzatura della curva del Benevento é comprensibile. A nessuno piace avere tifosi avversari nella curva dove stai tifando. Credo che anche per motivi d sicurezza non si debbano vendere tiket online x il settore curva.
    Detto questo hanno sbagliato il modo do comunicare il dissenso…prstocsmente hanno detto: se esultate vi veniamo. (Dando per scontato che si debba esultare…e non è scontato)

    Se non riescono a riempire una curva con gli abbonamenti nemmeno al loro primo anno di serie A ( e parliamo di uno stadio piccolo),si facciano delle domande…
    Pena assoluta!
    Come tutto il mondo ultras,del resto!

  17. Ozil e Draxler lasciamoli dove stanno che di irrisolti ci basta Brozo. Goretzka o come cazzo si scrive sarebbe l’optimum ma con Nosferatu vedrei benissimo anche Torreira stile Pizarro( ma con piu’ garra)

  18. Tiziano, stai dicendo che Ozil e Draxler sono delle figurine? cioe’ degli strapagati che non valgono 1/10 del loro valore? il mondo pallonaro e’ pieno di questi, ecco che un acquisto come skriniar vale tanto oro quanto pesa. probabilmente LS quando diceva non dobbiamo sbagliare gli acquisti alludeva anche a questi casi.

  19. riguardo al cotechino nazionale, a forza di sentirne parlare me ne e’ proprio venuta voglia. un bel cotechino Maletti sulla tavola mi rendera’ felice.

  20. Tiziano:
    Ozil e Draxler lasciamoli dove stanno che di irrisolti ci basta Brozo. Goretzka o come cazzo si scrive sarebbe l’optimum ma con Nosferatu vedrei benissimo anche Torreira stile Pizarro( ma con piu’ garra)

    Perfetto, lasciamo i riciclabili agli altri e giochiamo più d’azzardo con giocatori futuribili.

  21. Giuanin:
    Visto Lione Atalanta e sono rimasto molto impressionato dagli altri nerazzurri. Per il quarto posto ci sono anche loro, quindi sarà meglio che a gennaio la società metta mano al portafoglio e acquisti un paio di elementi che possano darci più qualità.

    Non ho mai capito il motivo dell’ingaggio di Gasperini da parte di Moratti e poi della guerra interna ed esterna a cui è stato sottoposto : ha fallito totalmente come De Boer, ma perchè hanno corso un rischio evidente senza mettere in preventivo un mercato ad hoc e un minimo di sostegno ? Penso che entrambi, ahimè, non fossero in grado di attuare le proprie idee ma Gasperini sono ormai due anni che stupisce tutti, forse perchè le loro dimensioni sono in provincia. Ma allora Sarri ? Non è che con il sostegno di almeno una stagione si possa tirar su dal nulla degli allenatori capaci ?

  22. non commento nemmeno i deliri dei tifosi di tal Benevento, inutile non li reputo alla mia altezza, invece scorrendo qua e la leggo che tal baroni fara’ come modulo il 4 5 1? cioe’ tipo il 5 5 5 di oronzo cana’….siamo alla follia demenziale, cioe’ tu Benevento che sei stato miracolato a giocare in serie A che non ti ricapitera’ mai piu’, hai 0 punti nessuna chance di vittoria praticamente con nessuno ma giocatela!!!! giocatela!!! ecco cosa non sopporto di questo campionato e del nostro modo tutto italico di intendere il gioco del pallone….giocate scappati di casa, giocate invece di fare tatticismi che non servono a nulla….uno stadio che manco so come si chiama e dove si trova 7.500 posti? in serie A…..ridicolo, buongiorno.

  23. Ozil sono minimo due anni che sta brozoviceggiando,se uno lo ricorda al real,beh è un altro giocatore,e un altro che gioca o non gioca a seconda della luna che gli gira è bene che stia da wenger. Draxler è l’eterna incompiuta,fa scopa con gotze. Goretzka è quantità e qualità infatti sarebbe quello di gran lunga più difficile da prendere e penso proprio che sarà o bayern o premier

  24. ….Goretzka 0 possibilita’ che venga all’Inter, devi pagare bene e tanto anche di ingaggio, idem x Ozil se parte a parametro zero vuole 10 milioni di ingaggio, quindi stiamo discutendo di aria fritta, abbiamo altri prospetti futuribili diciamo dai 7 milioni ad arrivare a 20 e 3 milioni max di stipendio.

  25. ….????????? e perché???? mah!

  26. …se leggete post strani sappiate che non sono impazzita, tutti i miei post restano in attesa di revisione, mi hanno scambiato x una autovettura!!!!…..devo avere pestato i calli a qualcuno?…..sto scherzando…. speriamo sia un problema tecnico.

  27. Il post sul benevento della lady in nerazzurro è da quotare all’unanimità. Ma purtroppo ci aspetterà una specie di testuggine arroccata intorno alla sua area in un campo adatto alla coltivazione di tuberi. Speriamo solo che non si faccia male nessuno

  28. @breheme: gasperini, ripudiato dai bauscioni come un incapace, ci e’ arrivato davanti, nonostante l’errore di presunzione che fece l’anno scorso a sanSiro. probabilmente il suo calcio ed il suo approccio non sono da Scala, ma da teatro di provincia, pero’ i bauscioni dovrebbero fare un mea culpa nel giudicarlo incapace. sinceramente neanche io ho mai capito perche’ moratti lo prese, per poi tradirlo dal giorno dopo. forse che non riusciva a prendere nessuno di quelli che voleva ed il tempo stingeva? io non lo so. questo e’ un altro dei misteri del vangelo apocrifo di san massimo.
    qualcuno ne sa di piu’?

  29. ha parlato il padre del giocatore: “Zinho era estremamente abbattuto ieri, anche perchè quest’anno era stato premiato con l’approdo in prima squadra nell’Inter e con le convocazioni nelle nazionali giovanili belghe. Inoltre stavano proseguendo i discorsi riguardo il rinnovo di contratto con l’Inter. Questo è il momento peggiore della sua carriera, ma ci sono persone che stanno peggio nella loro vita. Oggi Zinho sta già meglio mentalmente“.
    —>
    ecco, una societa’ seria gli fa il contratto ADESSO

  30. Tiziano: brozoviceggiando

    L’Accademia della Crusca approva
    😉

  31. modd: ecco, una societa’ seria gli fa il contratto ADESSO

    Perfetto

  32. modd: qualcuno ne sa di piu’?

    Sembra che fosse un pallino del figlio e i figli so’ piezz’ ‘e core

  33. modd:
    @breheme: gasperini, ripudiato dai bauscioni come un incapace, ci e’ arrivato davanti, nonostante l’errore di presunzione che fece l’anno scorso a sanSiro. probabilmente il suo calcio ed il suo approccio non sono da Scala, ma da teatro di provincia, pero’ i bauscioni dovrebbero fare un mea culpa nel giudicarlo incapace. sinceramente neanche io ho mai capito perche’ moratti lo prese, per poi tradirlo dal giorno dopo. forse che non riusciva a prendere nessuno di quelli che voleva ed il tempo stingeva? io non lo so. questo e’ un altro dei misteri del vangelo apocrifo di san massimo.
    qualcuno ne sa di piu’?

    Scusate, latito, ma in questo argomento mi sento punto sul vivo (per modo di dire).

    Gasperini è uno che ha avuto l’occasione della vita e l’ha sprecata ed è giusto che si ricopra di gloria con le atalante et simila, che con le grandi squadre non ha nulla a che fare.
    Con mille e mille e mille scusanti, ma lui ha fatto male che peggio non si poteva nemmeno immaginare.

    “Non incontreremo sempre questa Roma”. Questa era da licenziamento in diretta che manco Cecchi Gori che esonera Radice…

  34. ecco, una societa’ seria gli fa il contratto ADESSO

    Si sarebbe un bel gesto da parte della Societá per un ragazzo in gamba,
    Giorno di riflessione, per un anniversario di una canzone di un gruppo che come altri dello stesso periodo, hanno fatto grande la musica pop Italiana, vedendo il filmato mi sono reso conto che viviamo ad anni luce da quei tempi, peró non troppo, pensare che per “UFO”(71) o “Spazio 1999″(75) dovevamo giá fare i conti con alieni invasori e andare in vacanza su Alfa Centauri mentre ancora oggi siamo costretti a seguire menate sull´Atomica si o no, come 30 anni fa.
    Non capisco ma mi adeguo…cit.

  35. @robin: con tutto che ti potrei anche dare ragione su gasperini, fu fatto fuori dalla societa’, e’ questa la cosa grave. non e’ come fdb fatto fuori dai giocatori con la societa’ che assiste in silenzio. sono 2 cose diverse. gasperini non sara’ da inter (e intanto si la europa lig con molto onore), ma l’inter con lui ha fatto schifo.
    pd
    @sergente: ti do’ una chicca, visto che e’ il 29 settembre. la famosa canzone “dio e’ morto” di francesco guccini non fu mai scritta dal guccini stesso. fu scritta dal mio amico (FU) romano rossi detto panzer, che vendette one-shot la canzone a guccini, che cosi’. pote’ mettere il suo nome e prendere i diritti d’autore. te ne potrei raccontare 1000 di queste cose

  36. @sergente: quanto alla foto, si tratta di alfio cantarella, batterista iniziale dell’equipe84 (li trovavi al bar elio alla sera nel parco, eravamo tutti li’, musicisti e tifosi del modena) che pero’ essendo scarso tecnicamente veniva sostituito in studio d’incisione da franz di cioccio, poi nella PFM

  37. scusa semperfi, erano per te, ho letto male senza occhiali

  38. modd:
    @sergente: quanto alla foto, si tratta di alfio cantarella, batterista iniziale dell’equipe84 (li trovavi al bar elio alla sera nel parco, eravamo tutti li’, musicisti e tifosi del modena) che pero’ essendo scarso tecnicamente veniva sostituito in studio d’incisione da franz di cioccio, poi nella PFM

    Incredibile, che coincidenze che storia, non lo sapevo, si impara sempre qualcosa ogni giorno…..
    :)

  39. “forse proverà Candreva trequartista visto che è l’intero paese a chiederglielo”

    L’intero Paese, con Milano nerazzurra in prima fila, lo vuole…………..in panchina.