“Contrattempi in preparazione”

Ipse dixit, virtuosisti a confronto

Galliani: “Siamo più forti dell’Inter”. Sì, la conosciamo già. E a Natale ci riprenderete.
Galliani: “In una gara secca siamo più forti noi”. Indagato per false comunicazioni sociali.
Galliani: “La differenza con l’Inter? I punti persi con le piccole“. Inter, J**e, Genoa e Roma hanno guadagnato punti contro una grande.
Ancelotti: “Con Beckham lo scudetto sarebbe più facile perchè David ha dato un nuovo impulso sotto il profilo della qualità e dell’entusiasmo”. Usando il condizionale si evitano querele. Galliani prenda nota.
Ancelotti (pre-derby): “Ottimisti per lo scudetto”. Tonino Guerra è il suo ghostwriter.
Ancelotti (post-derby): “Non pensiamo allo scudetto”. All’UniEuro, domenica, c’è il fuori tutto.
Pato (1 – agosto): “Il Milan quest’an­no è fortissimo. Io sono sicuro: vincere­mo il campionato. Non dico arriveremo tra le prime. Dico vinceremo lo scudet­to”. Pato (2 – gennaio): ”Dobbiamo vincere questo scudetto”. Pato (3 – febbraio): “Sono sicuro che possiamo vincere lo scudetto”. Sono sicuro, dobbiamo, possiamo. Il trend non è rassicurante ma sta studiando da futuro Galliani. Ah, ieri sera ha scelto saggiamente la strada del no-comment, anticipando di alcune ore il suo antennista.
Kakà (dopo Napoli ed il famigerato “Comanda il Milan”): “Ha ragione Ancelotti, ora che siamo primi possiamo solo peggiorare”. Anche Ancelotti ha un contatto diretto con Dio.
Kakà: (Beckham, ndl) porterà altra qua­lità al Milan e per vincere questo campiona­to ci vogliono giocatori che mantengano alto il livello della squadra. Come Beckham“. E’ evidente il piano mediatico rossonero: dare la colpa allo Spice Boy per il titolo mancato.
Gazzetta: “Effetto Beckham sul derby: tutto deciso in pochi secondi”. Gli addebitano anche la sconfitta del derby. Se tre indizi fanno una prova…
Kaladze: “Sono contento di essere ritornato dopo un mese di stop (contro l’Irlanda del Trap, ndl), ho fatto tutta la partita, da tempo sto lavorando con la squadra e ora sono a disposizione del mister, poi è lui che fa le scelte. Io sono pronto”. A disposizione del mister…Mourinho.
Ancelotti (luglio ’08) : “Gli infortuni di Nesta e Borriello? Non si tratta di problemi gravi. Sono contrattempi che in una preparazione ci possono stare. (Febbraio ’09) Nesta: operazione alla schiena, tempi di recupero sconosciuti”. Borriello: operazione con sorpresa, stagione finita”. Dalla scoperta della disfunzione tiroidea di Ronaldo quelli di Milan Lab non azzeccano più un ca**o.

Il contrappasso dei mediaservi

Studio Sport bolla (3 volte in 2 servizi) come viziata da un fallo di mani la rete di Adriano anche se Brandi, Alberto Brandi, scrive testualmente: “La linea del designatore è che il primo tocco di Adriano con la testa “sani” la deviazione col braccio” (leggi). Insomma, la teoria dell’intervento prevalente utilizzata per affermare, con la consueta dose di salivazione, che il rigore fischiato da Gervasoni in Inter-Parma 3-2 non fosse da concedere. Dà sempre una sensazione piacevole assistere all’applicazione della legge del contrappasso. Anche se la squadra diretta da Ettorino Rognoni cerca disperatamente di trovare qualche cavillo a cui appigliarsi per stravolgere quello da loro stessi affermato poco più di un anno fa. Il tutto per giustificare una sconfitta di misura del Milan: risultato bugiardo, come il circo dei mediaservi. Per fortuna, a rendere dura la realtà, ci ha pensato il circo vero: il Medrano sul campo.

Il rigore su Stankovic

Grazie a Miss e Watch, ecco i link(s) (video, video) che dimostrano come Ambrosini non tocchi minimamente il pallone nell’intervento su Stankovic. Rigore ed espulsione. Così, per fare un po’ di cronaca, la partita è stata viziata (cit.): eravamo sullo 0-0.

Aggiornamento

“Milan bene, Pato bene, Beckham bene, Kakà bene. Squadra con qualità…undici punti di meno”, José Mourinho (quasi cit.).

Commenti (294)

About Luis