Italia vs. Inghilterra

Italia – Inghilterra è sempre stata e sempre sarà una partita di grande fascino. Prima di tutto si incontrano in campo due idee di gioco completamente diverse tra loro (più nella teoria che nella pratica, se parliamo di Nazionali) e poi si incontrano due culture calcistiche agli antipodi (per tifo) eppure così simili. Sia italiani che inglesi tendono a giocare nei propri campionati, sono poco cosmopoliti, non sono naturalmente emigranti. Dei 23 convocati albionici a Euro2012 nessuno gioca all’estero, dei 23 italiani, solo tre (Balotelli, Motta e Sirigu).

I precedenti tra Italia e Inghilterra sono 22 di cui 13 amichevoli e 9 partite ufficiali, per un totale di 9 vinte dall’Italia, 6 pareggiate e 7 perse.

I 9 precedenti ufficiali tra Italia e Inghilterra

In realtà c’è un’altra partita di cui volevo parlare, che non è nella tabella perché è un’amichevole, si tratta un Italia-Inghilterra legato allo stadio di San Siro e alla Storia.

Innanzitutto una premessa per chi non lo sapesse (ad esempio la sottoscritta prima di aver fatto le ricerche per scrivere questo post) l’Inghilterra fino al 1950 giocava solo amichevoli. Poiché si consideravano i veri inventori e maestri del calcio, snobbavano le competizioni internazionali e si lasciavano sfidare dalle altre nazionali in partite amichevoli, spesso vincendo e  ribadendo così ancora una volta la propria superiorità.

Un'immagine di San Siro gremito per la partita, pubblicata su un giornale dell'epoca.

Insomma, fatto sta che il 13 maggio 1939 Italia e Inghilterra si incontrano per un’amichevole a San Siro, in occasione di una delle varie inaugurazioni dello stadio a seguito di lavori di ammodernamento. C’è molto entusiasmo nel pubblico, lo stadio è esaurito in ogni ordine di posto e c’è una novità in campo, i numeri sulle maglie inglesi (la numerazione delle maglie delle squadre verrà introdotta con l’inizio del campionato successivo).

La partita, ancorché amichevole, è una partita vera perché gli inglesi sono venuti a Milano per insegnare il calcio ai Campioni del Mondo in carica. L’Inghilterra passa in vantaggio nel primo tempo, l’Italia pareggia proprio all’inizio della ripresa. La partita finirà sul campo 2-2, ma proseguirà fuori, oggetto di aspre polemiche.
Il goal italiano del 2-1 viene infatti segnato da Piola (capocannoniere di sempre in Serie A con 274 goal) in acrobazia, ma pare che abbia segnato con la mano e non con il piede. Il goal viene convalidato dall’arbitro tedesco Bauwens e gli inglesi iniziano a parlare di “aiutini”, dato che l’Italia e la Germania erano in procinto di sottoscrivere il Patto d’Acciaio (fatto che avvenne proprio 9 giorni dopo, il 22 maggio 1939).

Le polemiche andarono avanti per mesi, proprio come ai giorni nostri. Si interruppero, tristemente, con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale il 1º settembre del 1939.

ITALIA-INGHILTERRA 2-2

MARCATORI: Lawton 19, Biavati 49, Piola 64, Hall 77
ITALIA: Olivieri, Foni, Rava, Depetrini, Andreolo, Locatelli U., Biavati, Serantoni, Piola, Meazza, Colaussi Allenatore: Pozzo Vittorio
INGHILTERRA: Woodley, Male, Hapgood, Willingham, Cullis, Mercer, Matthews, Hall, Lawton, Goulden, Broome Allenatore: Whittaker
ARBITRO: Bauwens (Germania)

Biavati, Morselli, Piola, Meazza, Colaussi - Serantoni, Depetrini, Andreolo, Locatelli - Foni, Olivieri, Rava

 
Fonti: Gianni Brera, articoli – John Foot, Storia dello sport che ha fatto l’Italia, Rizzoli, Milano, 2007

About Miss Green⁵

Sono nata e cresciuta all’ombra dello stadio, nel piazzale ho imparato ad andare in bici e in motorino. Da piccola dicevo che Malgioglio era mio padre, si somigliavano molto.