Inter – Hellas Verona: la partita

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

117 commenti

  1. @pacific, fabio
    c’è anche un altro motivo, visto che ci odiavano anche prima di moggiopoli. L’Inter, per quanto inserita nel “sistema”, io non mitizzo Moratti, è un imprenditore italiano di una certa cerchia (non è un complimento…), ha comunque, almeno parzialmente, rappresentato una anomalia. Dalla nascita, l’Internazionalità rivendicata, la rivalità (maggiore di chiunque altro) con i PADRONI juventini, una serie di “atipicità” magari casuali…e non idealizzo nulla, non sono di quelli che reputano l’Inter o gli interisti “diversi” geneticamente…gli interisti men che mai, non tutti di certo. Ma ci sono storie, tradizioni…l’altra sera, ormezzano, che non è tra i peggiori, lamentava la scarsa presenza di “italiani”, e ti pareva, ed all’obiezione ” si chiama Internazionale” rispondeva “ai miei tempi era l’Ambrosiana”, dimenticando che, UNICA squadra in Italia, il nome fu imposto dal regime fascista. Non voglio farne un “titolo di merito” però è un fatto, che si unisce ad altri fatti, fossero anche tutti casuali…
    Aggiungi che delle 3 “grandi” del Nord, l’Inter è sempre stata solo una squadra di calcio, la juve non è MAI stata solo una squadra di calcio ed il milan, da berlusconi, idem. Quindi espressioni di potere…nei media della (dis)informazione italiana conta moltissimo, si attacca, si odia una “grande” senza farsi male…

  2. che poi, ci hanno dato lo scudo, ok, ne abbiamo uno in più, facciamo la gara col milan, ecc.

    ma nessuno ci restituirà tutte le delusioni cocenti di quegli anni
    nessuno toglierà loro tutte le gioie e tutti i festeggiamenti per le vittorie

    anni persi, i ronaldo, vieri, seedorf, baggio, zamorano, recoba, ecc. a che servivano? solo delusioni
    moratti scemo, allenatori coglioni, e invece dall’altra parte ti rubavano da sotto il naso

    avrei voluto vincere, non ce l’hanno permesso, e adesso il nostro albo riporta 18 invece di 17 e si incazzano?

  3. In quanto allo scudo “assegnato” è una favola juventina. La classifica finale si stila in base ai risultati acquisiti ed in base alle (eventuali) decisioni della giustizia sportiva. La juve NON è stata mandata in B ma retrocessa all’ultimo posto in classifica, di conseguenza è RETROCESSA, il milan penalizzato, l’Inter è risultata la prima classificata, la roma seconda (con CL diretta, nessuno ha parlato di qualificazione di “cartone”). Negli albi ufficiali esiste la classifica finale della stagione 2005-2006 ed è questa descritta. Inter prima juve ultima. Si fottano.

  4. Metto la firma per giocare sempre così e ottenere sempre lo stesso risultato, fino all’ultima di campionato. Sì, lo so, è lo stesso messaggio che ho scritto dopo le altre quattro vittorie, esprimendo lo stesso identico concetto. Mi auguro di poterlo continuare a scrivere da qui alla trentottesima di campionato compresa.

  5. Secondo me giochiamo fin troppo bene, preferirei vincere sempre 1 0 giocando anche peggio.

    Frantjsek:
    Metto la firma per giocare sempre così e ottenere sempre lo stesso risultato, fino all’ultima di campionato. Sì, lo so, è lo stesso messaggio che ho scritto dopo le altre quattro vittorie, esprimendo lo stesso identico concetto. Mi auguro di poterlo continuare a scrivere da qui alla trentottesima di campionato compresa.

  6. il punto è che se giochi sempre così di sicuro non vinci sempre, altrimenti chissenefrega.

  7. Sì sì, mi basavo sull’assunzione del tutto ipotetica che vinciamo sempre 1 0

    Eddie:
    il punto è che se giochi sempre così di sicuro non vinci sempre, altrimenti chissenefrega.

    Secondo me giochiamo fin troppo bene, preferirei vincere sempre 1 0 giocando anche peggio.

    Frantjsek:
    Metto la firma per giocare sempre così e ottenere sempre lo stesso risultato, fino all’ultima di campionato. Sì, lo so, è lo stesso messaggio che ho scritto dopo le altre quattro vittorie, esprimendo lo stesso identico concetto. Mi auguro di poterlo continuare a scrivere da qui alla trentottesima di campionato compresa.

  8. alebianchi73:
    che poi, ci hanno dato lo scudo, ok, ne abbiamo uno in più, facciamo la gara col milan, ecc.

    ma nessuno ci restituirà tutte le delusioni cocenti di quegli anni
    nessuno toglierà loro tutte le gioie e tutti i festeggiamenti per le vittorie

    anni persi, i ronaldo, vieri, seedorf, baggio, zamorano, recoba, ecc. a che servivano? solo delusioni
    moratti scemo, allenatori coglioni, e invece dall’altra parte ti rubavano da sotto il naso

    avrei voluto vincere, non ce l’hanno permesso, e adesso il nostro albo riporta 18 invece di 17 e si incazzano?

    Guarda che non s’incazzano per questo.
    Si incazzo perché noi dal 1997 siamo il terzo incomodo da tutti i punti di vista:

    Sul campo.
    Per immagine.
    Per blasone.
    A spartirsi torte milionarie.

    Loro vorrebbero anche nel calcio che ci si spartisca la torta in 2 e bona.

    Noi siamo ormai da 20 colui che rompe le uova nel paniere ai signori che vorrebbero ad ogni livello l’imperare della Repubblica del Congo.

  9. l’invidia è una brutta bestia

    e tutti i cattojuventini giornalisti non riescono a sopportare l’idea di essere in fondo alla classifica

  10. @Maigob.
    Guarda che il ciclo e’ molto, ma molto piu’ lungo.
    1961- Un Agnelli presidente che fa e disfa le regole per come gli fa comodo= scudo ai ladri.
    1964= Vinca chiunque tranne l’Inter= Scudo al dopato Bologna che la stagione a seguire fini’ ad una ventina di punti e fuori dalla coppa campioni al primo turno.
    1967- A forza di manipolare ne fregano un’altro di scudo.
    Quindi il ciclo e’ molto piu’ lungo, solo che la gente ne era talmente abituata che non ci faceva nemmeno piu’ caso.

  11. In un articolo della rivista internazionale ed autorevole “Science” si legge che alcune ricerche approfondite sembrano aver scoperto l’esistenza di una specie di buco nero nella provincia di Como…
    Sembra anche che un terzino spagnolo proveniente dal Barcellona vi sia caduto dentro.

  12. Ahhahhaghhhhjaggh

    New Thoreau:
    In un articolo della rivista internazionale ed autorevole “Science” si legge che alcune ricerche approfondite sembrano aver scoperto l’esistenza di una specie di buco nero nella provincia di Como…
    Sembra anche che un terzino spagnolo proveniente dal Barcellona vi sia caduto dentro.

  13. Amstaf: UNICA squadra in Italia, il nome fu imposto dal regime fascista.

    mentre il milan dei gerarchi non divenne mai Milano, ma per loro non è cambiato molto

  14. New Thoreau:
    In un articolo della rivista internazionale ed autorevole “Science” si legge che alcune ricerche approfondite sembrano aver scoperto l’esistenza di una specie di buco nero nella provincia di Como…
    Sembra anche che un terzino spagnolo proveniente dal Barcellona vi sia caduto dentro.

    lol

    mi sa che montoya a gennaio saluta

  15. Amstaf:
    @pacific, fabio
    c’è anche un altro motivo, visto che ci odiavano anche prima di moggiopoli. L’Inter, per quanto inserita nel “sistema”, io non mitizzo Moratti, è un imprenditore italiano di una certa cerchia (non è un complimento…), ha comunque, almeno parzialmente, rappresentato una anomalia. Dalla nascita, l’Internazionalità rivendicata, la rivalità (maggiore di chiunque altro) con i PADRONI juventini, una serie di “atipicità” magari casuali…e non idealizzo nulla, non sono di quelli che reputano l’Inter o gli interisti “diversi” geneticamente…gli interisti men che mai, non tutti di certo. Ma ci sono storie, tradizioni…l’altra sera, ormezzano, che non è tra i peggiori, lamentava la scarsa presenza di “italiani”, e ti pareva, ed all’obiezione ” si chiama Internazionale” rispondeva “ai miei tempi era l’Ambrosiana”, dimenticando che, UNICA squadra in Italia, il nome fu imposto dal regime fascista. Non voglio farne un “titolo di merito” però è un fatto, che si unisce ad altri fatti, fossero anche tutti casuali…
    Aggiungi che delle 3 “grandi” del Nord, l’Inter è sempre stata solo una squadra di calcio, la juve non è MAI stata solo una squadra di calcio ed il milan, da berlusconi, idem. Quindi espressioni di potere…nei media della (dis)informazione italiana conta moltissimo, si attacca, si odia una “grande” senza farsi male…

    Concordo su tutto, aggiungendo che anche nel wrestling ci vuole un grande avversario per vincere i titoli. Con un certo milan (che vediamo se adesso torna) è più vantaggioso e comodo spartirsi la torta anziché litigarsela (infatti non appena sorgono contrasti questi vengono subito fatti rientrare), ma poi alla gente devi vendere la favola che hai battuto un nemico degno di questo nome. E nel corso del tempo l’Inter, pur con qualche intervallo, è stata il nemico perfetto.

    Il problema è che secondo me, causa mancanza di palle, ne siamo stati troppo a lungo complici, accettando di fatto la situazione.

    So che il pensiero è estremo, ma soprattutto in questi anni di calcio-prodotto da commercializzare e di strapotere delle tv, quanto avrebbe pesato la minaccia (seria) di non iscrivere la squadra al campionato italiano? Quanto sarebbe stata letale l’eventualità per il già sgangherato movimento italiano e per la serie A come prodotto? Insomma, non ci si taglia il cazzo per fare un dispetto alla moglie, ma a volte muoia Sansone e tutti i farisei.

    Poi non dico che si debba arrivare a tanto, ma spero che la nuova proprietà, che non deve nulla e non fa parte di questa cricca, sia più cazzuta e ci tuteli maggiormente. Che degli ultimi anni, soprattutto, le cose che hanno fatto più male non sono stati né i noni posti né i 50 allenatori cambiati.

  16. Robin: ma a volte muoia Sansone e tutti i farisei.

    Mi sa che era “Simone” che doveva morirei con tutti i farisei…
    😉