Bauscia Cafè

Festa Tesseramento Bellideroma 2019

di Giulio Sarti

Cosa c’è di meglio di una serata che unisce beneficenza e divertimento? Ovvio, una serata che unisce beneficenza, divertimento e fede nerazzurra.

L’annuale cena romana di tesseramento dell’Inter club BellideRoma tenutasi lunedì al Salaria Sport Village ha offerto questo e molto altro ai tantissimi interisti presenti.

La serata, condotta dal mattatore Maestro Oldman, è iniziata con una poesia letta da due giovani iscritti e donata dalla dolcissima Maria, fantastica tuttofare della onlus Amici di Marco d’Andrea, l’Associazione di volontariato che opera nel Reparto Oncoematologia Pediatrica del Policlinico Umberto I. Maria tra le molte idee ed iniziative di beneficenza proposte negli anni questa volta ci ha portato le rose di carta al caffè fatte a mano e puntualmente tutte vendute nel corso della serata (d’altronde siamo il club di Inter Campus, di Fondaciòn Pupi e di Leoni di Potrero… l’altruismo e la solidarietà sono nel nostro dna da sempre).

Le dolcissime ragazze della Onlus Amici di Marco d’Andrea

Terminata la prima parte della serata con il buffet, la seconda parte ha riguardato le premiazioni dei primi tre classificati in ognuno dei 5 concorsi indetti dal club nella scorsa stagione: l’Espertone che ha premiato colui che ha azzeccato più volte risultati e marcatori delle partite della Beneamata, Il Re del covo per il più presente nei locali dove vediamo l’Inter (pub Shamrock e polpetteria AllBiBox a Roma, pub Football and Beer a Poggio Mirteto, e Caffé la Lira a Rieti) dove soffriamo e gioiamo insieme durante i 90 minuti. Il Fantacalcio tra iscritti, il Miglior giocatore di calcetto ed infine l’ultimo, forse il più ambito, quello del Trasferista cioè l’iscritto che ha percorso più km durante la stagione 2018-2019.

I premiati dei concorsi Trasfertista, Espertone, Re del Covo e Fantacalcio della stagione 2018/2019

Inutile dire chi se lo sia aggiudicato: il noto YouTuber Biapri che tra partite a Milano e trasferte italiane ed europee ha percorso più di 40 mila km, con il sorriso e l’ottimismo che lo contraddistinguono anche nelle sconfitte più dolorose.

La nostra splendida madrina Suzette Murdaca, le trasferte con i pullman Murdaca sono garanzia di qualità e professionalità.

La terza ed ultima parte della serata è stata dedicata a due ospiti d’eccezione: Penelope Riboldi, calciatrice della Roma e grandissima tifosa interista che ha raccolto molte ovazioni soprattutto quando ha dichiarato che sarebbe stata disposta lo scorso anno a scendere in B pur di giocare nell’Inter femminile.

Penelope Riboldi, bella e brava, Interista e fortissima unico difetto ci ha confidato che è fidanzata…

La festa si chiude alla grandissima con il più grande e bravo imitatore italiano e cuore nerazzurro Gianfranco Butinar. Un vero e proprio fenomeno capace di far rivivere come se si fosse dentro una macchina del tempo Tutto il calcio minuto per minuto degli anni 80, intrattenendo il pubblico tra imitazioni, barzellette e ovviamente battute anti juventine. Un regalo grandissimo da un grandissimo uomo e tifoso nerazzurro. Grazie Gianfranco!

Gianfranco Butinar con il Presidente Fedele Maurano

Si è conclusa così, tra le risate dei presenti, la serata di tesseramento (quasi 800 gli iscritti fino a oggi) di quello che più che un club è una comunità, anzi una grande famiglia, di cui ogni iscritto deve essere sempre orgoglioso di far parte.

I Bellissimi de Roma del Consiglio direttivo. Da sinistra Il Maestro, Elzo, Pierluigi con il suo cucciolo, Giancarlo, Giovanni, Pina, Roberto e il Presidente Fedele.
Il Maestro e il Presidente dei Bdr con Erika Eramo e Stefano Rizzo (sulle ali) Direttori Editoriali e Responsabili della rivista Passione del Calcio e al centro il mitico Nk di Bauscia Cafè
Avatar

Oldman

Il Maestro: a sei anni si è perso nel parterre di San Siro in un Inter-juve, a dodici la madre lo sventola vestito di nerazzurro in Curva Sud, a trenta va in metro a Roma vestito da Ronaldo, quello vero, a quaranta fa caroselli seminudo a Piazza del Popolo, a cinquanta guarda di nascosto l'Inter nel reparto di terapia intensiva cardiologica, da ricoverato. A sessanta conta di perdersi ancora, nel nuovo stadio di Milano.

MVP INTER – HELLAS VERONA

Twitter

Archivio