Archivio per il tag: Roberto Mancini

Quel pasticciaccio brutto

image

Ci sono tante occasioni, nella vita e ancora più spesso nel calcio, in cui in una discussione risulta difficile stabilire da che parte sia il torto: troppi intrecci, troppe condizioni, capita spesso che tutte le parti in gioco abbiano un po’ di ragioni sul punto del contendere. Ecco: quanto successo all’Inter in questi giorni non è decisamente uno di quei ... Continua a leggere »

Nemmeno gli occhi per piangere

debiti bancarotta

Se tutto va bene, siamo rovinati. Sono stati -anzi, lo sono e lo saranno ancora- mesi difficili per noi tifosi della sponda sfigata del Naviglio, noi poveri, frignoni e complessati. Mesi in cui le scorte di speranza stipate in cantina negli ultimi anni sono andate via via esaurite. È vero, ci abbiamo provato, ma non è andata. Vuoi per colpa ... Continua a leggere »

L’Inter di Mancini

INT

Samir Handanovic, Mauro Icardi. In molte delle “formazioni spettacolo” fatte girare in queste ore dai media sono gli unici due titolari dell’Inter che erano già in rosa prima del ritorno a Milano di Roberto Mancini. Non andrà così nella realtà e troveranno facilmente spazio anche Juan Jesus, Medel, Guarin e Palacio oltre agli “invernali” Santon e Brozovic, ma il significato ... Continua a leggere »

Clandestino Inter

unnamed1

(Nota: questo post è stato scritto prima dell’acquisto di Kondogbia) Per gli amici di Bauscia Café, con i quali, uno a uno, Adriano 5th of November ha fatto asilo-elementari-medie-liceo, un post tra il malinconico e il tragico, scritto da persona ‘matura’ affetta da senilità precoce. Ascolto consigliato: The Passenger – Siouxsie and The Banshees (Iggy Pop cover) Clip originale Il ... Continua a leggere »

Sempre e per sempre

34_Inter_Milan

Un derby non è mai inutile. Un derby non sarà mai una partita come le altre. Così fosse, al fischio finale, non avremmo la faccia da sfinge in caso di sconfitta o l’espressione inebetita figlia della vittoria. Un derby come questo non può, ovviamente, salvare una stagione, ma può renderne un po’ meno amano il ricordo, almeno per qualche settimana. ... Continua a leggere »

Un lavoro di fino

IndividualMasterImages_0002s_0006_Guanciale-12

Cagliari, 22 febbraio. Vigilia della 24esima giornata di campionato. Roberto Mancini, col volto parzialmente nascosto da un cappellino e da due robusti occhiali da sole, si aggira per il reparto profumeria della Conad di via della Pineta, nei pressi dello stadio Sant’Elia. Un ragazzo gli si accosta. “Eccomi, capo”, gli dice il ragazzo, senza guardarlo in faccia. Mancini sussulta. “Zitto…non conosci le ... Continua a leggere »

Lo svantaggio di essere in svantaggio

28_Svantaggio

Il fatto di passare in svantaggio nel corso delle partite di una stagione è una variabile che dipende da diversi fattori: sistema di gioco, assetto tattico, equilibrio, motivazioni, forma fisica, talento, classe dei singoli ecc. La situazione di svantaggio a inizio partita o a partita in corso non è necessariamente una diretta conseguenza del valore delle due squadre in campo ... Continua a leggere »

Inter-Lazio: infografica

21_Inter_Lazio

Inter-Lazio è l’ultima partita dell’anno, Inter-Lazio è l’ennesimo tentativo dell’Inter di dare un piccolo segnale a questo campionato. Centrare la seconda vittoria di fila dopo la convincente prestazione contro il Chievo per provare a dare una piccola scossa alla classifica, per provare quantomeno a riavvicinarci alle posizioni che ci competono. In attesa del mercato di Gennaio dovremmo scendere in campo ... Continua a leggere »

Inter-Dnipro: infografica

16_inter-dnipro

“Dobbiamo chiudere il discorso qualificazione. Dobbiamo puntare alla Champions, con il 3° posto o vincendo l’Europa League”. Queste le parole che Roberto Mancini ha affidato a twitter ieri. E non so, purtroppo torna ancora in mente Mazzarri e i vari “il Dnipro è una squadra forte e aggressiva, dovremo stare attenti“, “il Saint Etienne è una squadra difficile da affrontare e ben organizzata“, “col ... Continua a leggere »

Mancini in nerazzurro: gli 11 momenti d’oro (sul campo)

Cattura

1. Parma, maggio 2008 La doppietta di Ibra sotto la pioggia, un grande Balotelli e Nelson Rivas al centro della difesa. 2. Torino, settembre 2005 Il gol di Veron nei supplementari porta alla Supercoppa in casa della Juve. E ancora piove. 3. San Siro, agosto 2006 Al minuto 34, la Roma sta 0-3, poi segna Vieira e comincia la rimonta ... Continua a leggere »