Recensioni

Recensione: La scienza nel pallone

51lAOFpGOeL._

Questa cosa che i tifosi siano solo beceri animali da stadio non mi è mai andata giù e il pregiudizio che la letteratura calcistica si fermi al livello “biografia dei calciatori scritta da Pardo” mi fa andare su tutte le furie. La letteratura calcistica è ampia e valida, che si tratti di biografie o di manuali di tecnica, si trovano ... Continua a leggere »

Il giorno in cui il Torino è morto

779px-Grande_Torino_1948-49_6

Nascondi le cose lontane, tu nebbia impalpabile e scialba, tu fumo che ancora rampolli, su l’alba, da’ lampi notturni e da’ crolli, d’aeree frane! G. Pascoli Il 3 maggio 1949 il Torino di Valentino Mazzola aveva affrontato il Benfica di Francisco Ferreira. I due erano amici e quando Ferreira chiese a Mazzola di giocare un’amichevole per il suo addio al calcio, ... Continua a leggere »

Alla ricerca dell’intelligenza calcistica

FUNINO-OFFICIAL-DIMENSIONS

Oggi abbiamo deciso di ospitare un articolo di Blueprint for Football, un’intervista a Horst Wein, l’allenatore degli allenatori.  Si parla tanto di crescere i giovani, ma come farlo? Horst Wein se ne occupa da decenni, partendo dall’educazione calcistica dei più piccoli, fino all’introduzione al calcio giocato vero e proprio, in squadre di 11 giocatori. La sua esperienza è a servizio della ... Continua a leggere »

Come eravamo – Herrera: vento del Sud

2013-01-30 09.52.51

Una volta il calcio era diverso. Ce lo diciamo spesso, ne parliamo tanto, ma in fondo quanto ne sappiamo? Io faccio outing: di calcio del passato so pochissimo, però grazie a Gabriele Porri (Watchdogs) me ne sono innamorata e ho cercato poco a poco di saperne un po’ di più. Per questo quando mi sono trovata fra le mani delle ... Continua a leggere »

La perfezione Bauscia

Il Milan? Ho forti timori che quest'anno rimarrà in Serie A.

Sono diventato appassionato di calcio e tifoso dell’Inter in una lontana domenica del 1929. Avevo poco più di sette anni e la sera, come tutte le domeniche, vennero a casa nostra gli zii Pasquale e Antonietta Bussola. Lo Zio Pasquale, avvocato come mio padre, era socio vitalizio dell’Inter e, avendo l’Inter battuto quel pomeriggio il Milan sul campo di via ... Continua a leggere »

Anteprima: Coaching Mourinho

Coaching-Mourinho1-500x758

Ieri sera all’Hall of Fame a Milano c’è stata l’anteprima italiana del libro “Coaching Mourinho”, che uscirà in libreria domani, giovedì 15 novembre. La “Serata Mourinho” è stata un’occasione per parlare di Mourinho e parlare del suo impatto sul calcio nelle varie squadre in cui è stato protagonista (quasi sempre) assoluto. A farlo sono stati Antonio Bartolomucci (Sport Mediaset) e ... Continua a leggere »

Helenio Herrera, Il Mago (10.04.1910 – 9.11.1997)

nter, 1963-Giuliano Sarti, Giacinto Facchetti, Aristide Guarnieri, Carlo Tagnin, Tarciso Burgnich, Armando Picchi; Jair, Bruno Petroni, Luis Suarez, Sandro Mazzola, Mario Corso

Ci sono dei nomi che ci portiamo dentro dalla nascita, noi interisti, nomi che fanno parte del nostro imprinting, dopo la voce e l’immagine di mamma e papà,  i cognomi dei protagonisti della Prima Grande Inter. Oggi sono 15 anni che ci ha lasciato il Mago, l’architetto di quella grande squadra, il suo nome è per un interista un ricordo ... Continua a leggere »

Icaro e Dedalo Srl

Bausciacafe

Siccome su Bauscia Cafè non si parla solo di calcio ma si fa anche cultura, ci permettiamo di presentarvi la seguente rappresentazione teatrale, consigliandovene la visione. Che poi, come vedrete, non è proprio del tutto slegata dai colori del cielo e della notte. Accorrete numerosi! La compagnia Facchetti / De Pascalis – CRT Centro di Ricerca per il Teatro presentano ... Continua a leggere »

Alberto Reif, io me lo ricordo bene

alberto_reif

La memoria è strana, fa strani giri, non sai perché ma basta un nome per riaccendere ricordi. Ho appena saputo che è morto Alberto Reif, 66 anni, uno che ha giocato nell’Inter appena sedici partite. Eppure, ancora prima di cercare sue notizie nella rete, sapevo che “viso avesse” quel biondino, il cui nome si ricollega a uno degli scudetti più ... Continua a leggere »

Il primo derby su un campo (quasi) perfetto

Milito, l'erbetta verde, un goal. Che sia d'auspicio.

Come detto qualche tempo fa proprio su questi schermi, l’erba di San Siro è cambiata. Purtroppo per i giornalai italiani però, che continuano a riempirsi la bocca di “campo sintetico” e “campo semisintetico”, si tratta di un campo naturale rinforzato, che vuol dire che solo una minima parte di tutto il verde che vedete è artificiale. Dal momento in cui ... Continua a leggere »