Mauro Icardi: priorità, ambizioni, valutazioni

Icardi aveva deciso di restare a vita all’Inter. Ma non perché fosse innamorato della maglia e volesse diventare una bandiera; semplicemente, perché si era creato una situazione ideale. Per lui il calcio è un lavoro come un altro. Aveva trovato il suo posto fisso, e non aveva più ambizioni particolari da soddisfare. Si sarebbe accontentato di quello che l’Inter poteva dargli: se avesse potuto combattere per trofei, bene, se invece fosse rimasto a lottare a vita per il quarto posto, bene lo stesso. Si è preso la moglie come procuratore perché convinto che le uniche trattative che avrebbe dovuto fare sarebbero state quelle dei rinnovi del contratto. Non c’era bisogno di affidarsi a chissà chi. Tutto in famiglia, perché di questo si tratta.

Non aveva mai messo veramente in conto di poter cambiare squadra, perché avrebbe significato tutta una serie di cambiamenti che non aveva intenzione di affrontare, perché avere la migliore carriera possibile non è mai stata una sua priorità. Avrebbe dovuto ricominciare daccapo, con la possibilità di fallire, perdendo la comodità acquisita. Aveva ottenuto tutto, pure la fascia da capitano, e sapeva di essere forte abbastanza da poter svernare all’Inter almeno fino a 32-33 anni, forse anche qualcosa in più. E poteva tranquillamente farcela, se non fosse successo tutto quel che è successo.

Questo non è un giocatore che si può mettere sul mercato, perché a lui non interessa stare sul mercato.

Queste sono tutte supposizioni di chi scrive, è chiaro. Derivano, però, da un’analisi dei fatti.
Icardi è stato messo alla porta già da febbraio. A giugno gli è stato chiarito in maniera inequivocabile che per lui non c’è più spazio, che deve trovare una nuova sistemazione. Ha passato l’intero ritiro fuori squadra, senza alcun segnale di possibile reintegro. Anzi, la società non ha mai perso occasione per ribadire la sua posizione, che non è minimamente trattabile. In una situazione del genere, è evidente che la soluzione migliore per salvaguardare la propria carriera sia quella di andarsene. Non ci sono altre possibilità.

Lui, però, vuole rimanere.
Proprio perché, evidentemente, preservare la sua stabilità, il giardino ovattato che si è creato in questi anni, è più importante che andare avanti con la sua carriera.

Tutto questo per dire che Icardi ha, con ogni probabilità, delle priorità diverse rispetto a un giocatore “normale”. E che, per quanto continuiamo ad augurarcelo tutti, ha sempre meno senso aspettarsi che l’esito di questa vicenda possa essere quello che, appunto, il bisogno di salvaguardare la sua carriera suggerirebbe.

Il valore di mercato di un giocatore che ragiona in questo modo è fisso, costante, non risente di alcuna fluttuazione.
Ed è zero.

inter-rottura-totale-icardi-1-661x445

About Grappa

Il mio sogno è vedere Klopp a San Siro con una tutaccia nerazzurra che si fa espellere ad ogni partita per aver staccato la testa al quarto uomo. Passo il mio tempo a ciarlare di santoni calcistici o presunti tali, ma in realtà mi ispiro a Fassone. Inoltre faccio una carbonara che te dico fermate.

2.041 commenti

  1. Dobbiamo ringraziare la radiazione di Moggi,
    altrimenti rischiavamo di ritrovarcelo in cravatta nerazzurra.

    E qualcuno avrebbe anche rivisitato calciopoli,
    che hai visto mai…

  2. Nic!:
    Eh già!
    Come ci ha fatto schifo Perisic in questi anni.

    4 anni: 40 Gol e 39 assist.

    10 gol e 10 assist all’anno da tuttafascia.

    Nic, Perisic si è fatto i suoi buoni campionati ma è stato onestamente frustrante in molte occasioni.
    Mai decisivo.
    Di quei 10 gol pochissimi sono risultati decisivi ai fini del risultato.
    Atteggiamento da leader ma quando c’era bisogno di un leader vero, in campo, è sempre sparito.
    Ha fatto anche bene, non lo si nega, ma è stato discontinuo e sinceramente sono contento che i leader di questo gruppo di perdenti vadano via.
    Poi io più che altro non tolleravo la sua fissa di battere i piazzati e la sua stupidità nelle scelte di gioco. Per il resto ha comunque portato a casa un buon bottino.

  3. estecambiasso:
    Dobbiamo ringraziare la radiazione di Moggi,
    altrimenti rischiavamo di ritrovarcelo in cravatta nerazzurra.

    E qualcuno avrebbe anche rivisitato calciopoli,
    che hai visto mai…

    E poi chi altri ?

    Dopo Marotta e Conte, aggiungiamone altri alla lista che già comprende Trapattoni, Lippi, Tardelli, Baggio, Davids, Vieri, Ibra, Vieira e chi più ne ha, più ne metta.

    Diciamoli tutti una volta per sempre, perchè la stagione non è ancora iniziata e sarà comunque lunga.

  4. @Nic! e cosa ci abbiamo vinto con il perisic? niente come con l icardi….se vale per uno vale anche per l’altro…i numeri non contano nulla, mi insegnate….sul ffp io non ho mai scritto che non esiste ho scritto sempre che mai doveva diventare un alibi.

  5. Giacomo: Poi io più che altro non tolleravo la sua fissa di battere i piazzati e la sua stupidità nelle scelte di gioco. Per il resto ha comunque portato a casa un buon bottino.

    +10000000

  6. Come fatto all’Inter, bisognerebbe far un bel repulisti anche nel blog. Senza fare figli né figliastri…

  7. Defjam:
    Come fatto all’Inter, bisognerebbe far un bel repulisti anche nel blog. Senza fare figli né figliastri…

    Mandaci una cartolina poi peró

  8. Ma perché la dovete personalizzare così…
    Si tratta di calcio, non eh
    Boh..

    Vale per tutti e due e per altri, suppongo, per me per primo

    “L’eccezione, il cambiar discorso, l’allegra diffidenza, il piacere della beffa, sono segni di buona salute: ogni assoluto appartiene alla patologia.”

    “Objection, evasion, joyous distrust, and irony are signs of health; everything absolute belongs to pathology.”

    F. Nietzsche

  9. Se tutti quelli che abbiamo preso dal 2011 in poi fossero costati 18 milioni e avessero fatto 40 reti e 40 assist in 4 anni avremmo cinque o sei scudi in più e minimo un’altra coppa.
    Chi dice che i numeri non dicono nulla bisognerebbe lavorasse nel marketing. O in pubblicità.
    I numeri non dicono tutto. Ma quel che dicono non è sindacabile

  10. Tiziano:
    Se tutti quelli che abbiamo preso dal 2011 in poi fossero costati 18 milioni e avessero fatto 40 reti e 40 assist in 4 anni avremmo cinque o sei scudi in più e minimo un’altra coppa.
    Chi dice che i numeri non dicono nulla bisognerebbe lavorasse nel marketing. O in pubblicità.
    I numeri non dicono tutto. Ma quel che dicono non è sindacabile

    Ma molto strano, eh, che con Handanovic che ci regala 10 punti a stagione ed è tra i top in Europa, con Icardi che fa 30 gol all’anno, con Skriniar e De Vrij, con Perisic che è un top player, Brozovic miglior regista del mondo, veniamo da 4 anni in cui facciamo schifo.

  11. oh…pero’ mettetevi d’accordo…i gol del perisic si che rompeva gli zebedei costantemente come l altro….i gol dell’ altro conta minga?…

  12. Ragazzi perisic ha fatto un ultimo anno imbarazzante, da schiaffi a ogni partita
    Per motivi “caratteriali” più che tecnici
    Per questo è stato mandato via
    I primi 3 anni è stato un po’ incostante ma comunque ottimo

  13. a me sembra che sia stato mandato via dall’ allenatore….è stato chiaro non rientra nei suoi piani tecnici…a lui non serviva come il tuttafascia.

  14. pearl:
    @Nic! e cosa ci abbiamo vinto con il perisic? niente come con l icardi….se vale per uno vale anche per l’altro…i numeri non contano nulla, mi insegnate….sul ffp io non ho mai scritto che non esiste ho scritto sempre che mai doveva diventareun alibi.

    Sei tu che devi mostrare coerenza.
    Eri innamorata di Icardi che è l’equivalente di Perisic.
    Due estranei al gioco in egual misura, che a fine anno portano numeri da paura ma non aiutano la squadra ad uscire dalla mediocrità.

    Io sono contento partano, come dice Giacomo.

    Ma mi fa strano vedere come in 4 anni per lunghissimi tratti si sia glorificato il 9, e per Perisic ci sia spesi solo in insulti.

    Per me sono due giocatori che possono anche essere fortissimi, ma se hanno dei Top attorno che gli fanno fare il salto di qualità. Quindi bene se ne vadano.

    Non capisco la disparità di trattamento.
    Che se Icardi non avesse fatto l’isterico lo si sarebbe continuato a trattare come Dio in terra, mentre Perisic come un appestato.

  15. Giacomo: Nic, Perisic si è fatto i suoi buoni campionati ma è stato onestamente frustrante in molte occasioni.
    Mai decisivo.
    Di quei 10 gol pochissimi sono risultati decisivi ai fini del risultato.
    Atteggiamento da leader ma quando c’era bisogno di un leader vero, in campo, è sempre sparito.
    Ha fatto anche bene, non lo si nega, ma è stato discontinuo e sinceramente sono contento che i leader di questo gruppo di perdenti vadano via.
    Poi io più che altro non tolleravo la sua fissa di battere i piazzati e la sua stupidità nelle scelte di gioco. Per il resto ha comunque portato a casa un buon bottino.

    Vero.
    Poi sei anche quello che dice: “A me non pare la rosa si sia alzata di livello, senza Icardi, Nainggolan e Perisic”
    E capisco le tue posizioni.

    Ma io saluterei la partenza di Perisic con indifferenza.
    Almeno per lui abbiamo intascato qualche milione e non dobbiamo pagare lo stipendio.

    Quanto alle punizioni, le batteva lui, perché non c’era di meglio. Questo non è certo una sua colpa..

  16. Ha ragione a Nic!

    Infatti Perisic ha più volte chiesto di andarsene, Icardi di aumentare l’ingaggio rinnovando senza che fossero stati raggiunti particolari obiettivi di squadra

    E soprattutto di andarsene non pare proprio averne la minima voglia

    Perisic neppure, questa volta, ma ha dovuto accettare di non rientrare più nei piani e si è procurato o ha colto una occasione che fra l’altro sul piano del prestigio non lo mortifica

    Qualche differenza la vedo, ecco

  17. Nic!: Vero.
    Poi sei anche quello che dice: “A me non pare la rosa si sia alzata di livello, senza Icardi, Nainggolan e Perisic”
    E capisco le tue posizioni.

    Ma io saluterei la partenza di Perisic con indifferenza.
    Almeno per lui abbiamo intascato qualche milione e non dobbiamo pagare lo stipendio.

    Quanto alle punizioni, le batteva lui, perché non c’era di meglio. Questo non è certo una sua colpa..

    Beh, Nic, io sono contento che Perisic vada via, è un giocatore medio, non un top player, anche se non sicuramente un brocco, ma ormai era una storia finita, viene da anni disastrosi in cui è stato nel bene e nel male uno dei leader, e per questo deve sparire.

    Allo stesso tempo, se mi vengono a dire che per sostituirlo prendono Rebic, beh vaffanculo io vado a Monaco di Baviera e mi riprendo Perisic.

    Lo stesso vale per Icardi (che comunque è sostituito da Lukaku e Dzeko, va bene) e Nainggolan.

  18. @Nic! io lo ho supportato e spesso sopportato da giocatore dell’ Inter e personalmente lo avrei venduto 3 anni fa quando aveva mercato e ce lo pagavano bene a mio avviso…con grossa plusvalenza….non è un top e solo un buon giocatore come ce ne sono a decine, per quanto riguarda il suo comportamento gli auguro di tenere un profilo basso al bayern…che i senatori della squadra ci mettono poco ad appenderlo all’ armadietto dello spogliatoio se solo si permettesse di fare un quarto di quello che ha combinato nello spogliatoio dell’ Inter.

  19. Che poi fondamentalmente lo sappiamo tutti perché Perisic è odiato.

    Perché è un calciatore frustrante.

    Secondo me è secondo solo a Candreva nella sua capacità di beccarsi insulti. Di quelli che quando non sono in forma ti fanno smadonnare a più riprese. Sempre quella solita finta, quel doppio passo con scatto sul fondo che conoscono tutti, tutti. Sempre i soliti tiri senza speranza. Sempre le scelte sbagliate.

    Sì, poi a fine anno la sua quota la porta a casa, però… che stanchezza.

  20. Il perisic visto al mondiale 2018 non è stato certo quello visto in campionato dello stesso anno, rimango del parere che quando un giocatore vuole andare, deve farlo e basta.

  21. io, invece, sono proprio contento che siano andati Perisic e Nainggolan, ora vada anche MI, ma con un bel bottino di milioni: sono l’emblema di questa Inter appena passata, quelli del “vorrei ma non posso”, giocatori buoni ma non in grado di guidare una truppa né di essere veri leader per una stagione, magari per qualche partita ma nulla più.
    Leggo di tanti distinguo per Marotta e Conte, personalmente ne auspicavo l’ arrivo e sono soddisfatto di averli perché dopo quasi 10 anni mi sarei rotto di stagioni finite a febbraio, di esaltare mediocri professionisti, di sperare nell’ anno che verrà, di “vorrei ma non posso”.
    Non vedo tutti questi problemi di interismo, visto che si parla di professionisti capaci e sicuramente motivati al massimo … e lo dico da antijuventino acclarato.
    Francamente, comprendo alcune perplessità, ma troppe di esse sottintendono ad un sottile piacere di fallimento e questo, per me, non rappresenta il tifo per la Beneamata.

  22. Alessandro Grassi

    Ma me lo ricordo solo io il broncio di Perisic l’anno in cui quell’altro campione di Mancini in ritiro sembrava ci facesse un favore ? O quando alla fine della stagione, ultima gara non ricordo contro chi (per fortuna), fece il giro del campo col figlio in braccio per salutare tutti, o ancora gennaio scorso con richiesta esplicita per tutto il mese di scasare…mah
    E poi : Mazzarri, Mancini, vecchi, pioli, Spalletti, Benitez, Gasperini, stramaccioni …e venite a scatenare la pizza che si è preso conte ?
    Ancora : 10 anni di ausilio, Antonello, Zanetti, …e avete da dire su Marotta. ..
    Mi sa che fa bene il gestore del Blog a respirare un po’ di aria pura ogni tanto!

  23. in questi momenti vorrei essere nata a cavallo degli anni 90….diciamo che nel 1998 avevo 5 anni e non capivo nulla e oggi magari sarei felice come una vispa Teresa…..sono invidiosa di chi è nato negli anni 90….ps Antonello è arrivato 2 anni fa circa ingaggiato dalla attuale proprietà, interista ex dirigente Puma.

  24. Ma cosa cazzo vuole Canovi che non petde occasione di sparare merda contro di noi?

  25. pearl:
    in questi momenti vorrei essere nata a cavallo degli anni 90….diciamo che nel 1998 avevo 5 anni e non capivo nulla e oggi magari sarei felice come una vispa Teresa…..sono invidiosa di chi è nato negli anni 90….ps Antonello è arrivato 2 anni fa circa ingaggiato dalla attuale proprietà, interista ex dirigente Puma.

    Beh, io sono un 91, il 98 è stata la mia prima stagione calcistica da tifoso…

  26. pearl:
    @Nic! io lo ho supportato e spesso sopportato da giocatore dell’ Inter e personalmente lo avrei venduto 3 anni fa quando aveva mercato e ce lo pagavano bene a mio avviso…con grossa plusvalenza….non è un top e solo un buon giocatore come ce ne sono a decine, per quanto riguarda il suo comportamento gli auguro di tenere un profilo basso al bayern…che i senatori della squadra ci mettono poco ad appenderlo all’ armadietto dello spogliatoio se solo si permettesse di fare un quarto di quello che ha combinato nello spogliatoio dell’ Inter.

    Che poi 3 anni è quando lo abbiamo comprato

  27. bellins: E poi chi altri ?

    Dopo Marotta e Conte, aggiungiamone altri alla lista che già comprende Trapattoni, Lippi, Tardelli, Baggio, Davids, Vieri, Ibra, Vieira e chi più ne ha, più ne metta.

    Diciamoli tutti una volta per sempre, perchè la stagione non è ancora iniziata e sarà comunque lunga.

    Il punto non è essere ex Juve
    (ne è piena la storia e, di per sé, non sarebbe neanche questo grande scandalo)

    è essere un simbolo di QUELLA Juve.

    La trasgressione delle regole nel nome della prevaricazione e dell’arroganza.
    Quella stessa arroganza che li porta a negare, ad aver non solo offeso la memoria di una nostra bandiera defunta, ma addirittura ad addossargli delle colpe sulla sicurezza che non avrebbe potuto replicare.

    Ripeto, se fanno il bene dell’Inter, e solo per il bene della nostra, ci si tura il naso.
    Ma certe cose non devono far parte del nostro DNA

  28. 4 anni…perisic è arrivato 4 anni fa, però ho sbagliato istess…cronologicamente l offerta grossa è arrivata 2 anni fa…post mancio 2.0.

  29. Che poi, chiediamoci perché un top team come il Bayern ti chiede Perisic e nessun altro Icardi

    Un motivo ci sarà e forse non è solo tecnico

  30. in prestito…è saltato Sane’ che poi a dirla tutta lo ha voluto kovac, che ha un solo anno per fare bene in champions…e non sono mica sicura che sia il prox anno ancora l allenatore del bayern…su icardi, se non vuole per ora andare chi lo cerca o non lo cerca direi che è ininfluente.

  31. Vedi Giacomo,tu scrivi cazzate qui sopra,come me intendiamoci,mentre Perisic quest’anno gioca nel Bayern,Nainggolan nel Cagliari,scelto da lui,handanovic e’ il nostro capitano mentre Skriniar è DeVrji sono le nostre colonne. I cardi non è ne’ in lista CL e neanche in quella campionato. Trova le differenze

  32. pearl: in prestito…è saltato Sane’

    E allora? Hanno chiesto lui non Lazzari (così per dire)

  33. Perché per esempio il MU non ha detto “Vuoi Lukaku? Dammi Icardi” ?

  34. Mi sa he non se lo fila nessuno e cara grazia che esistono i gobbi, va’…che mi sto convincendo sempre di più che sono la soluzione del nostro problema

  35. perché icardi avrebbe detto no anche allo United…non ve ne fate una ragione ma dice oggi no a tutto….detto questo tecnicamente cosa se ne faceva lo United di una prima punta? hanno Rashford che aveva già tolto dalle gerarchie lukaku…il ragazzo promettente Grenwood martial sanchez e per il gioco di solskjar…mi sa che non si scrive così….di icardi non se ne faceva una beata fava.

  36. e non solo lo United, negli ultimi 3 anni, ha pensato che in fondo di Icardi non se ne faceva una beata fava. appena è spuntato uno Jovic qualunque in bocca al primo cane che passava, il Real se lo è zanzato.

    game-set-match.

  37. cosa non è chiaro nelle parole del ns presidente? icardi mai alla gldm.

  38. tu che sei in contatto telepatico come biaseen: maurito dice no a tutto, ma almeno dice sì a valsoia?

  39. meno male che non compriamo giocatori dalla spal, sennò gli anti-suninghers sbaverebbero un “cinesi lazzàri”

  40. ma dove sta il problema che non intendo? il mercato va avanti cmq? si….il sostituto è stato preso? si…icardi non è più un ns problema ma non passa ora che lo nominate.

  41. “è che icardi non si muove egli da milano, sennò…eh cari miei, sennò…”

    ebbene: che il Real alzi il culo (cit.), cambi campionato e venga a giocare a San Siro: e il matrimonio del secolo che la cruda geografia ci nega si celebrerà.

  42. pearl:
    in questi momenti vorrei essere nata a cavallo degli anni 90….diciamo che nel 1998 avevo 5 anni e non capivo nulla e oggi magari sarei felice come una vispa Teresa…..sono invidiosa di chi è nato negli anni 90….ps Antonello è arrivato 2 anni fa circa ingaggiato dalla attuale proprietà, interista ex dirigente Puma.

    Sono del 1992, e ahimé non funziona, Conte rimane stampato nella mente da quell’intervista con Ronaldo.
    Poteva il capitano non sapere di calciopoli? Si. Da allenatore poteva non sapere di Calcioscommesse? Questo non credo proprio.
    Marotta non lo considero Gobbo al 100%, ma mi schifó non poco quando parlava in vece di Squinzi e Carnevali.
    Posso perdonarli?
    Forse, se faranno passare momenti particolarmente brutti ai bianconeri.

    Icardi lo hanno cercato Arsenal, Napoli, Roma..
    Tutte squadre che col nostro blasone centrano poco.
    Un timido sondaggio dell’Atletico e del Nizza ora.
    L’unica big è la Rube.

    Perisic negli ultimi 2 anni chiedeva la cessione ogni finestra di mercato. Ma il giorno dopo la chiusura del mercato era il solito professionista.
    E visto come sono andate le cose nel nostro spogliatoio, chi era in campo e chi no, chi è stato punito e chi no…
    Direi che Perisic aveva ragione a voler andare, e conveniva anche a noi…se solo le offerte di cui parlate fossero arrivate davvero.

    Che l’unica proposta concreta fu 35 dal Man Un., al netto degli ammortamenti di allora e di oggi, stessa plusvalenza in caso di riscatto del Bayern.

  43. Ah e su Perisic ultima cosa.

    Se per 3 mesi sta senza segnare, poi fa 2 mesi da ira di Dio, non è una questione di malavoglia, ma del tipo di giocatore che è.
    Lo dice la sua carriera.
    Se avessimo avuto alternative in altre zone di campo non avremmo patito i suoi periodi no, e anche lui, aggravato dall’essere unica soluzione, avrebbe fatto di più e meglio.

    Tecnicamente lo assimila in tutto e per tutto a Icardi, enormi pregi ed enormi limiti.
    Psicologicamente, sarà anche più testa di cazzo, ma almeno rimane nei limiti del professionismo il croato. L’altro vive nel mondo “mylittlePony”

  44. che poi sbolognare (a condizioni non certo ideali come ci si aspettava, tocca ammetterlo: ma tant’è) Perisic e Nainngolan ha tolto ai fan degli Icardashian pure l’ultimo alibi, cioè che Egli era un martire e vittima di un complotto che pagava solo lui.
    Marotta avrà tanti difetti, ma su certe cose è come la morte di cui parlava Toto’: una livella, e fino ad ora non ha guardato in faccia nessuno.

  45. @Nic! no, parto dall’ ultimo rigo del post….che so che hai capito gli anni 90 da ragazzo intelligente…eravamo qua e l offerta del mitico Mou….torna Mou, torna…era esattamente 45 più bonus…e lo ridico oggi come allora i bonus in England sono roba sostanziosa…ma qui tutti o tanti sostenevano che era una elemosina….su perisic….anche lui ha rifiutato di entrare in campo nella partita vs Torino….e al di là di questo piccolo dettaglio e non mi scuso per il francesismo e diciamolo…..è un rompicoglioni seriale.

  46. Tiziano:
    Se tutti quelli che abbiamo preso dal 2011 in poi fossero costati 18 milioni e avessero fatto 40 reti e 40 assist in 4 anni avremmo cinque o sei scudi in più e minimo un’altra coppa.
    Chi dice che i numeri non dicono nulla bisognerebbe lavorasse nel marketing. O in pubblicità.
    I numeri non dicono tutto. Ma quel che dicono non è sindacabile

    Scherzerai mica eh…..
    L’utente a cui ti riferisci è il Cristiano Ronaldo di Marketing & comunicazione…..mica cazzi.

    Poi: che ogni giorno scriva il contrario di ciò che scriveva il giorno prima.
    Che non azzecchi uno che un numero tra età, anni di contratto, stipendi, gol, assist, presenze, costi di acquisto, di vendita ………

    È tutto un altro discorso.

    Si chiama coerenza e competenza in materia.

    O anche semplicemente matematica.

    Ci sta……dobbiamo abituarci.

  47. ma che caxxo stai a scrivere? ma leggi….ho scritto che i numeri per voi a caso in base agli umori variano….i numeri di score del perisic in 4 anni sono tanta roba….i numeri di score di Icardi non valgono perché ehhh….lo riscrivo….mettetevi d accordo.

  48. pearl:
    in questi momenti vorrei essere nata a cavallo degli anni 90….diciamo che nel 1998 avevo 5 anni e non capivo nulla e oggi magari sarei felice come una vispa Teresa…..sono invidiosa di chi è nato negli anni 90….ps Antonello è arrivato 2 anni fa circa ingaggiato dalla attuale proprietà, interista ex dirigente Puma.

    guarda, io sono del 64, pensa te quante ne ho subite da tifoso, mi fa ancora salire il sangue al cervello il fallo su Ronaldo e mi brucia ancora tanto il cambio santon/icardi dell’anno scorso.
    Però così non si poteva più continuare, una società poco autorevole nei quadri tecnici ed una massa di smidollati tra i giocatori, aggiungiamoci il livello non eccelso ed ecco le vicende di spogliatoio e le figure barbine in campo con il rischio di buttare a mare un progetto che pare veramente importante.
    Occorreva un cambio di manico: serietà e disciplina imposta da chi la sa imporre, doveva passare il messaggio che viene prima il “noi”, la squadra, e poi l’ “io” e chi sgarra paga come avviene in tutti i campi della vita.
    Per me è stata una scelta azzeccata e sono sicuro che porterà i suoi risultati.

  49. pearl: dice oggi no a tutto

    Cupio dissolvi

  50. @Lucky buonasera non ho mai interagito con te….io sono più giovane ma non scherzavo sul post…io capisco benissimo il tuo pensiero e lo condivido ma ieri sera ho scritto un pistolotto che tra altro scriveva e si chiedeva….ma a fronte della disponibilità della proprietà crescita progetto ecc non si poteva NON copia incolla pensare fare agire rivolgendosi appunto ad altri professionisti sicuramente altrettanto validi…questo è il mio pensiero.