Io che amo solo te

About Maty & Oldman

1.266 commenti

  1. Brehme:
    Dopo queste serate di gloria è mirabile vedere come le schiere dei Cinafili e degli Spallettiani si disperdano e si moltiplichino automaticamente quelle opposte. È anche inutile aggiungere fotogrammi a un film già ai titoli di coda, anzi per me fermo ai titoli di testa. Esistono ancora irriducibili in buona o malafede che giustificano i mandanti abboccando alla loro esca e non sanno quanto male stanno facendo ai nostri colori.
    ###Ritornati a pulire le stalle

    ascolta coccobello, ti ho appena dato ragione. ma evidentemente non e0′ nelle tue corde saper vincere. mettiti chieto ed impara a stare zitto, soprattutto quando vinci. li’ si vede la classe.

  2. Merda totale…non mi vengono altre parole !
    Ma tranquilli : da luglio cambieremo 3/4 di squadra,allenatore,ds e magazzinieri….
    e poi torta per tutti !!!

  3. Mauro:
    Michele +1
    Questa signorilità stile Moratti nel mondo del calcio non ha mai pagato mai.
    Io non so chi sia a decidere queste cose. La torta al presidente dell eintracht….ma perché.
    Come dicevo prima non puoi pretendere dai giocatori cattiveria quando tu quadro dirigenziale sei l’esempio del lassismo. Mass media e giornalai ci,piscianomin testa. Già immagini mio titolo della cassetta domani.basta basta basta linea duraon giornali e giocatori che si impuntano . Far firmare ad,ogni procuratore una lettera di non divulgazione dimognimcosa riguardante il,mondo inter, solo a nominare la,parola inter ai giornali scattano 100000 europei multa..
    Un Po di sano,e utile militarismodi Appiano

    +1

  4. Melito:
    È un periodo un po’ così (cit.)

    A fine stagione dovranno saltare parecchie teste. Perché possiamo dirlo, è un’annata fallimentare.

    Ora però non è il tempo di tagliarci le vene, rimane un ultimo obiettivo da rincorrere. Non è entusiasmante, ma è fondamentale per il nostro futuro.

    Bisogna fare quadrato. Stringere i denti e dare il tutto per tutto.

    Sei sicuro che salteranno ste teste? A me pare siano davvero cazzari se si arriva dopo due mercati a giocarsi l’Europa league con questa squadra. Come le altre italiane abbiamo alimentato la squadra canaglia con fior di giocatori loro per soldi, noi per insipienza salvo tenerci Pierino il collezionista compulsivo di terzini scarsi e/o rotti(e non solo terzini) che compra al massimo del prezzo i Kondo o Ciao Mario e vende al minimo o forse non riesce proprio a vendere. Uno che da anni ha il secondo budget della serie a ma non riesce non dico a vincere una coppetta nazionale ma manco ad arrivare in finale e ad arrivare in Champions. Per quanto l’atteggiamento di Wan Danara sia non dico non professionale ma eticamente disgustoso dovremmo pur chiederci perché i più forti se ne vogliono andare oppure sono messi alla porta dai nostri sapientoni, finanche quelli della primavera. Se resta Pierino vuol dire che a loro sta bene così e quindi sono dei cazzari come i 60.000 abbonati.

  5. ZeMario: Se resta Pierino vuol dire che a loro sta bene così e quindi sono dei cazzari come i 60.000 abbonati.

    ecco qua la verita’. al di la delle pernacchie e delle cadute di stile.
    o i cinesi mettono in pratica il metodo gengis khan, o si meritano i cinesi cvazzari, insieme ai 60mila abbonati e ai leoni da tastiera ai quali apparteniamo.
    via tutti i rimasugli di pazza inter, rivoluzione totale. dai marotta adesso tocca a te. basta buonismo e vivere di ricordi

  6. si ma a noi INTER cosa è rimasto? e mi assumo tutte le responsabilità di quello che scrivo e penso…un capo che non sa nemmeno dove siano le coordinate geografiche di Milano, un presidente idiota che millanta una laurea ad Harvard ma che nemmeno pagando al cepu…ma si trastulla con le app i tweet e le serate Milanesi..quando c è…una società fatta di molte troppe testine pseudo pensanti ognuna che si eleva credendo di essere la più furba…di un gobbo bastardo ultimo arrivato che leggenda metropolitana indica come fenomeno che fuori dal suo insano contesto ha gestito un problema da dilettante idiota…un allenatore povero di suo nel merito di origine che impone una campagna acquisti demenziale ad un altro nullafacente segnato da anni di insuccessi che lo avvalla…si ma è nel frattempo..in questa merda? si ma…l INTER?

  7. modd: ecco qua la verita’. al di la delle pernacchie e delle cadute di stile.
    o i cinesi mettono in pratica il metodo gengis khan, o si meritano i cinesi cvazzari, insieme ai 60mila abbonati e ai leoni da tastiera ai quali apparteniamo.
    via tutti i rimasugli di pazza inter, rivoluzione totale. dai marotta adesso tocca a te. basta buonismo e vivere di ricordi

    Via anche chi ha deciso di regalare mezzo stadio alla squadra ospite.
    Oggi si giocava fuori casa, con secondo anello vuoto. Mai visto niente del genere, con torta annessa fra l’altro.
    Società buonista e insopportabilmente radicale chic.
    E poi Spalletti. Ci vuole la sveglia per gli smidollati, credo che il mister debba andare via subito.
    Se si dovesse perdere il quarto posto.. quanti altri anni di mediocrità assoluta dovremo sopportare?

  8. modd: ascolta coccobello, ti ho appena dato ragione. ma evidentemente non e0′ nelle tue corde saper vincere. mettiti chieto ed impara a stare zitto, soprattutto quando vinci. li’ si vede la classe.

    Ecco uno dei grandi disertori delle folte schiere. Se non vuoi capire tappati le orecchie, gli occhi e altri orifizi che si rilassano quando vedono questi spettacoli calcistici. Non ho vinto io, hanno perso i mandanti del disastro annunciato e purtroppo FC Internazionale, quella del 1908.

  9. estecambiasso

    La cosa più grave è che si sta perdendo la mentalità vincente.
    Ci stiamo incanalando nel loop delle varie Lazio, Roma e Napoli, con alterne fortune.

    Dico come mentalità, perché sul campo è molto peggio.

    L’Inter che ricordo io poteva vincere o non vincere, non è questo il punto,
    ma veniva ogni anno assemblata per giocarsi la vittoria.

    Si poteva dare 1 o 2 anni di tempo, ma poi si doveva parlare di Inter (quanto meno) in lotta per lo scudetto.

    Sono anni, dico anni, che parliamo di fatturati, bilanci, attivi, passivi, fair play finanziari, salari, ammortamenti, piani di rientro e via contabilizzando.

    Quando una società di calcio distrae i tifosi dai risultati del campo è il momento di preoccuparsi.

    Non so se ricordate i processi e le assurdità giuridiche sparate a casaccio ai tifosi gobbi (che ripetevano a pappagallo delle autentiche castronerie) per calciopoli.

    Tutto magicamente sparito quando sono tornati a vincere.

  10. pearl:
    si ma a noi INTER cosa è rimasto? e mi assumo tutte le responsabilità di quello che scrivo e penso…un capo che non sa nemmeno dove siano le coordinate geografiche di Milano, un presidente idiota che millanta una laurea ad Harvard ma che nemmeno pagando al cepu…ma si trastulla con le app i tweet e le serate Milanesi..quando c è…una società fatta di molte troppetestine pseudo pensanti ognuna che si eleva credendo di essere la più furba…di un gobbo bastardo ultimo arrivato che leggenda metropolitana indica come fenomeno che fuori dal suo insano contesto ha gestito un problema da dilettante idiota…un allenatore povero di suo nel merito di origine che impone una campagna acquisti demenziale ad un altro nullafacente segnato da anni di insuccessi che lo avvalla…si ma è nel frattempo..in questa merda? si ma…l INTER?

    Da incorniciare e affiggere su lastra di marmo all’angolo del palazzo della Fabbrica del Duomo lato corso Vittorio Emanuele, luogo di fondazione di FC Internazionale, quale nuova Colonna Infame a eterna maledizione di questi furfanti.

  11. estecambiasso:
    La cosa più grave è che si sta perdendo la mentalità vincente.
    Ci stiamo incanalando nel loop delle varie Lazio, Roma e Napoli, con alterne fortune.

    Dico come mentalità, perché sul campo è molto peggio.

    L’Inter che ricordo io poteva vincere o non vincere, non è questo il punto,
    ma veniva ogni anno assemblata per giocarsi la vittoria.

    Si poteva dare 1 o 2 anni di tempo, ma poi si doveva parlare di Inter (quanto meno) in lotta per lo scudetto.

    Sono anni, dico anni, che parliamo di fatturati, bilanci, attivi, passivi, fair play finanziari, salari, ammortamenti, piani di rientro e via contabilizzando.

    Quando una società di calcio distrae i tifosi dai risultati del campo è il momento di preoccuparsi.

    Non so se ricordate i processi e le assurdità giuridiche sparate a casaccio ai tifosi gobbi (che ripetevano a pappagallo delle autentiche castronerie) per calciopoli.

    Tutto magicamente sparito quando sono tornati a vincere.

    Abbiamo perso la mentalità vincente, ma ne abbiamo guadagnato in cucina.
    Fanno certe torte in società da leccarsi i baffi.

  12. A me dispiace davvero tanto per de Vrij, che è stato uno dei migliori in questa stagione disgraziata. Mi dispiace per Handanovic, che come tante altre volte ha tenuto in piedi la barca che affondava. Mi dispiace per Skriniar, che le ha provare tutte, compreso il tiro da fuori. Mi dispiace per Cedric, che è arrivato in un periodo balordo e si ricorderà i mesi da noi come.i più turbolenti della sua vita. Mi dispiace per l’Abuelo, che nei suoi due anni qui si è sempre comportato bene, pur essendo un acquisto inutile e senza prospettiva. Mi dispiace per Politano, che in mezzo a errori e pasticci almeno ci ha messo il cuore. Mi dispiace per Lautaro che non c’era e sconta il fatto di andare su ogni pallone come fosse l’ultimo.
    Basta.
    E poi mi dispiace per chi era allo stadio, specie per il nipotino di l.b. (mi pare fosse lui), e a cui auguro di tornare a San Siro per vedere spettacoli migliori. E mi dispiace per noi, che poi litighiamo sa dietro le tastiere. Coraggio, fratelli e sorelle nerassurre. Resta un derby da onorare, il quarto posto da inseguire (anche se mi viene da pensare che arrivare sesti favorirebbe la rivoluzione), e il solito divertissement del gufaggio anti-gobbi.
    Sono tempo bui. Ma è nell’ombra che si nasconde l’aurora.

  13. Brehme: Ecco uno dei grandi disertori delle folte schiere. Se non vuoi capire tappati le orecchie, gli occhi e altri orifiziche si rilassano quando vedono questi spettacoli calcistici. Non ho vinto io, hanno perso i mandanti del disastro annunciato e purtroppo FC Internazionale, quella del 1908.

    eh no caro mio. non traspare il dolore. accecati dalla vanagloria dell’io l’avevo detto si sente l’aria trionfante. fai una cosa, ma falla davvero. appendi la parabola di nostra sognora di calcutta santa interella in piazza del duomo e mettici la tua firma . ma fallo però

  14. MaistatiinB: Sono tempo bui. Ma è nell’ombra che si nasconde l’aurora.

    +1

  15. tu sei pericoloso..modd..nel tuo pensiero…mollami proprio e l incazzatura da interista convergila verso altri lidi…non mi nominare senza causa.

  16. …un qualunquista.. mi sovviene un qualunquista…l ultimo pirla che parla per i qualunquisti ha sempre ragione…ho scritto.

  17. Ma quindi se perdiamo il derby arriva Vecchi o Stramaccioni?

  18. Oggi ho letto che il giovin rampollo ha avuto una splendida idea. Oltre a festeggiare compleanni di cui non dovrebbe fregarcene un cazzo, sta progettando di chiamare la sua squadra di merda (Di merda xché non vince) cinese, Jangsu Inter. Sarebbe la degna conclusione di una proprietà che non ha capito un cazzo di NOI, della nostra storia e della nostra identità. Con Suning non vinceremo MAI. Nemmeno una CI. E non perché non spendono. Ma perché si vince solo se si ha 1 anima. E quella non si compra.

  19. Era dai tempi dei promessi sposi, che non si vedeva tanta piscia e spazzatura per le vie di
    Milano, neanche per Italia 90 mi ricordo tanti crucchi ubriachi e sporcaccioni, ho scritto che
    Vorrei sapere il perché si sono consegnate al “nemico” gradinate e cittá, a cambio di che cosa?
    Girano voci che il motivo é la vendita di qualche biglietto in piú…….la partita….in primis grazie
    A Handa,Skriniar Dvraj (anche I migliori sbagliano), per aver evitato una disfatta che poteva
    Provocare persino incidenti, alla fine il resto per i loro motivi non é sceso in campo, siamo
    Usciti da una competizione per demeriti nostri, pazienza, adesso peró la prossima é il Derby,
    Un´altra sfida che deve essere onorata, pregherei tutti gli interessati di mettersi una mano
    Sul cuore e pensare a fare bella figura, poi si vedrá, personalmente, mi mantengo sui miei
    Pensieri, aspetteró la fine dei giochi per tirare le somme, ma posso affermare che questa
    Stagione partita bene non si merita di essere buttata nel cesso, si puó salvare con sforzo e
    Dignitá, in molti pensano che é possibile arrivare in fondo con un posto in CL, lo penso anche
    Io, ma dipende dalla Societá corpo tecnico e giocatori, io come gli altri possiamo solo tifare.
    A voi . Bionanotte.

  20. Michele69: Ma perché si vince solo se si ha 1 anima. E quella non si compra.

    Sono stanco …, molto avvilito e amareggiato.
    L’anima …, appunto.(vedi sinonimi)
    Boh ?
    Domani è un altro giorno.
    Andiamo a dormire …, va !
    E … chi dorme ?

  21. Io ho seguito il consiglio del saggio Maigob.
    Mi son fatto una bella camminata di 3 ore tra i boschi ed ho detto favvan…o al calcio.
    Guardando la partita, non sono riuscito a resistere dopo 10 min. di strazio e sono dirottato sulla contemporanea.
    Ed anche cosi’ e’ risultato doloroso constatare che forese l’unica partita decisa ancor prima di scendere in campo era quella di Milano. Questo non segnavano nemmeno se la partita durava 10 anni. Ed averla sfangata per 0-1 e’ stato un lusso.
    Comunque , dal 12 Dicembre, non mi attendo niente da questa squadra. Per me la stagione e’ finita l’11.
    Ed era da li che serviva una sterzata, perche’ ogni giorno che passa le cose peggiorano.
    Gli alibi sono finiti per tutti.

  22. La cosa piu’ deplorevole e’ che dopo una prestazione del genere nessuno abbia la dignita’ di tenere la maledetta bocca chiusa, o almeno chidere scusa. Tutti a battersi il petto con le solite vergognose stronzate.
    Ma andate a lavorare per una volta nella vostra vita . Mercenari senz’anima o dignita’.

  23. Michele69:
    Oggi ho letto che il giovin rampollo ha avuto una splendida idea. Oltre a festeggiare compleanni di cui non dovrebbe fregarcene un cazzo, sta progettando di chiamare la sua squadra di merda (Di merda xché non vince) cinese, Jangsu Inter. Sarebbe la degna conclusione di una proprietà che non ha capito un cazzo di NOI, della nostra storia e della nostra identità.Con Suning non vinceremo MAI. Nemmeno una CI.E non perché non spendono. Ma perché si vince solo se si ha 1 anima. E quella non si compra.

    Ecco, jiangsu Inter. La ciliegina sulla torta.

  24. pearl:
    …un qualunquista.. mi sovviene un qualunquista…l ultimo pirla che parla per i qualunquisti ha sempre ragione…ho scritto.

    ti metto nel calderone insieme a pochi pochissimi altri come artefici di quelli che hanno rovinato lo spirito del blog. non me ne frega niente se alla lunga avete avuto ragione, col vostro pessimismo cosmico saputello sarcastico avvelenato e crudele avete rotto i maroni.

  25. Non si tratta di avvelenare il blog, scoramento e amarezza evidenziano invece proprio il dolore e l’avvilimento nel non vedere reali possibilità di cambiamento della situazione attuale. Ieri è andata anche bene, dopo pochi minuti sembrava di assistere ad un inevitabile negativo copione già scritto, la formazione era palesemente inadeguata ad affrontare una qualsiasi partita di calcio professionistico, poteva essere una Caporetto storica. Pensate se fossimo stati agli ottavi di Champions con magari il Barcellona.. È vero che Icardi, gli infortuni, le squalifiche ecc. ecc., ma non possono essere giustificazioni, anzi aumentano le responsabilità della proprietà e della dirigenza, non ci si può ridurre così contati ed inadeguati. I tifosi non lo meritano, tutto qua. E domenica c’è il derby, spero che con il ritorno dell’unico attaccante disponibile (Lautaro intendo) ed altri che non potevano essere inseriti nella lista UEFA ci sia un “pazzo” sussulto di interismo storico, per poter andare a dormire con l’umore sereno e non sotto il pavimento come ora.. Scusate lo sfogo e Forza Inter

  26. Che il blog non sia più quello di un tempo l’ho detto anche io ben prima. A meno che non abbiano cambiato nick, non c’è più nessuno (o il 95%) di chi lo frequentava una volta (2007/2012 circa) e la qualità dei discorsi si è ora livellata su quella della squadra. Troppa gente livorosa o flamer che non contribuiscono a nessuna discussione e si limitano ad interventi caustici che non dovrebbero mai indirizzarsi a fratelli nerazzurri. Giusto il principio di autoregolarsi, ma ad un certo punto forse bisognerebbe intervenire, per me nel tempo la moderazione, che saluto, senza rancore bagai, ha gestito la situa come la dirigenza ha gestito lo spogliatoio dell’Inter.

  27. Spalletti e i suoi amici zingari con la complicità del cavallo di Troia arrivato da Torino hanno fatto fuori Icardi queste sono le conseguenze assieme ad una condizione atletica imbarazzante è un certo numero di calciatori non all’altezza

  28. Robin:
    Che il blog non sia più quello di un tempo l’ho detto anche io ben prima. A meno che non abbiano cambiato nick, non c’è più nessuno (o il 95%) di chi lo frequentava una volta (2007/2012 circa) e la qualità dei discorsi si è ora livellata su quella della squadra. Troppa gente livorosa o flamer che non contribuiscono a nessuna discussione e si limitano ad interventi caustici che non dovrebbero mai indirizzarsi a fratelli nerazzurri. Giusto il principio di autoregolarsi, ma ad un certo punto forse bisognerebbe intervenire, per me nel tempo la moderazione, che saluto, senza rancore bagai, ha gestito la situa come la dirigenza ha gestito lo spogliatoio dell’Inter.

    Non sarà che nel 2007/2012 si vinceva?
    Tanto per dire eh.

  29. UltraNerazzurro

    modd: ti metto nel calderone insieme a pochi pochissimi altri come artefici di quelli che hanno rovinato lo spirito del blog. non me ne frega niente se alla lunga avete avuto ragione, col vostro pessimismo cosmico saputello sarcastico avvelenato e crudele avete rotto i maroni.

    Robin:
    Che il blog non sia più quello di un tempo l’ho detto anche io ben prima. A meno che non abbiano cambiato nick, non c’è più nessuno (o il 95%) di chi lo frequentava una volta (2007/2012 circa) e la qualità dei discorsi si è ora livellata su quella della squadra. Troppa gente livorosa o flamer che non contribuiscono a nessuna discussione e si limitano ad interventi caustici che non dovrebbero mai indirizzarsi a fratelli nerazzurri. Giusto il principio di autoregolarsi, ma ad un certo punto forse bisognerebbe intervenire, per me nel tempo la moderazione, che saluto, senza rancore bagai, ha gestito la situa come la dirigenza ha gestito lo spogliatoio dell’Inter.

    Quotone a tutti e due..io c’ero in quegli anni in questo blog.

    Un’altro mondo, altra gente, altra testa. Adesso, con tutto il rispetto, mi sembra pieno di troll

  30. Robin:
    Che il blog non sia più quello di un tempo l’ho detto anche io ben prima. A meno che non abbiano cambiato nick, non c’è più nessuno (o il 95%) di chi lo frequentava una volta (2007/2012 circa) e la qualità dei discorsi si è ora livellata su quella della squadra. Troppa gente livorosa o flamer che non contribuiscono a nessuna discussione e si limitano ad interventi caustici che non dovrebbero mai indirizzarsi a fratelli nerazzurri. Giusto il principio di autoregolarsi, ma ad un certo punto forse bisognerebbe intervenire, per me nel tempo la moderazione, che saluto, senza rancore bagai, ha gestito la situa come la dirigenza ha gestito lo spogliatoio dell’Inter.

    Bel discorso, sembrate dei giapponesi rimasti nella foresta mentre è finita la guerra da 10 anni e che pretendono che gli americani si arrendano. Chiedete pure l’epurazione dei dissidenti come nella DDR, dove tutti potevano godere della povertà e della censura. Nel caso sarebbe quasi un onore lasciarvi a giocare a briscola mentre l’aereo precipita.

  31. Vorrei dire qualcosa, ma come direbbe l’interista Ligabue “ho perso le parole”.

    Anzi no, una cosa sola: l’Eintracht aveva giocato il posticipo di campionato lunedì (!!!), e ha corso il triplo di noi.
    Un po’ una questione fisica, molto una questione mentale: si sa che la depressione rende deboli.

    La cosa peggiore dell’orrenda serata? Non mi sono neppure arrabbiato, sono depresso anche io.

  32. Avete rotto, nessuno se la prenda, con la storia della torta di compleanno

    Ferguson invitava a bere dell’ottimo vino prima della partita l’allenatore avversario, teoricamente il nemico

    Era una sorta di rito

    Mou in primis lo apprezzava grandemente

    Ormai ci si attacca a tutto pur di far polemica

  33. Buongiorno, lo sentite anche voi questo odore di ultima spiaggia per quello che porta il nickname che porto?
    Ho la vaga sensazione che Icardi sia contro il mister attuale, o che il mister attuale sia contro Icardi, fate un po’ voi.
    Ho la sensazione un po’ meno vaga che domenica sera conteremo i danni di un derby che davvero non riesco a capire come possiamo vincere e anche pareggiare, in queste condizioni.
    Ho la sensazione ancora meno vaga che lunedì saremo senza allenatore e che Icardi tornerà in rosa.

    Personalmente la mia unica curiosità è quella di capire quale sarà il prossimo mister. Che sia lunedì prossimo o a giugno, mi sembra evidente che Spalletti non sarà più il nostro allenatore, poi potremo fare tutti i discorsi su chi della rosa mandare al cesso per primo, e perché proprio Perisic.
    Continuare con Spalletti sarebbe un suicidio, pur restandogli riconoscente per averci fatto “riveder le stelle”.

  34. Fabio1971:
    Avete rotto, nessuno se la prenda, con la storia della torta di compleanno

    Ferguson invitava a bere dell’ottimo vino prima della partita l’allenatore avversario, teoricamente il nemico

    Era una sorta di rito

    Mou in primis lo apprezzava grandemente

    Ormai ci si attacca a tutto pur di far polemica

    Guarda che ci si attacca a ironizzare su quello perché se dovessimo parlare di tecnicismi, campagne acquisti e giocatori smidollati vomiteremmo anche l’anima..

    Al Francoforte si poteva regalare anche iginio Massari in persona, però poi in campo devi lasciare il sangue.
    Nemmeno una goccia di sudore invece.

  35. Fabio1971: Avete rotto, nessuno se la prenda, con la storia della torta di compleanno

    Sono sulla tua linea. Secondo me è stato un gesto da signori, una carineria che sarà stata molto apprezzata. È un modo sano di vivere la rivalità sportiva a livello di due dirigenze. E magari torna buona pure per favorirci nella corsa a qualche loro buon giocatore, tipo quel N’Dicka (19 anni, signori) che di talento e fisico ne ha da vendere e che se aspettiamo di prendere tra 4 anni, quando sarà “pronto”, costerà almeno 40 milioni.
    Non abbiamo fatto schifo per la torta, e non sono queste le cose che si devono rimproverare alla dirigenza. Se parliamo dei 13mila biglietti, della rosa cortissima, degli acquisti sbagliati e dei rinnovi fatti troppo presto, per di più da anni e perseverando negli errori, è un altro discorso.

  36. A me di tutta questa orsa di geni che a seconda del momento pontificato salvo poi dimenticarsi quando da comodo faccio volentieri a meno, specie quando tutto viene girato a proprio piacimento.
    Inter Schalke 2 a 5 e subito dopo 3 pere beccate nel derby dicono niente? Eppure era una squadra campione del mondo e in condizioni molto meno ad handicap di ieri sera.
    Ma la colpa è della società.
    Allora diciamo anche che la proprietà di allora, che tutti incensano, nella figura del suo Massimo rappresentante ha dichiarato or non è guari che rifiutò di riprendere Ibra che gli aveva telefonato quando stava per andare al bilan dicendogli che alle stesse condizioni sarebbe immediatamente venuto a firmare. Assicurandosi così uno ma forse anche due scudetti. Ma disse di no.
    Quindi? Moratti cazzaro? Avremmo gestito il cambio generazionale in maniera ottima. Così invece ne paghiamo ancora le conseguenze, con 5 ragazzini in lista per via del SA. Con Ibra saresti stato fisso in CL per altri 4 anni

  37. Chi continua a tirare in ballo Moratti ha veramente seri problemi, a maggior ragione tentando buffi paragoni tra i 2 anni finali di una proprietà in dismissione (che peraltro ha vinto tutto facendoci vedere in campo fior di campioni per 20 anni) rispetto ai 3 anni iniziali di una proprietà in entrata,con tutti gli annessi e connessi.
    O forse il virile Massimo ha davvero trombato molte mogli, quel bricconcello

  38. Fabio1971: con quali soldi dovremmo pagare questi allenatori?

    Guarda che questa situazione non è figlia della mancanza di soldi

    È figlia della mancanza di competenza

    E di scelte progettuali sbagliate che ci portiamo dietro dai tempi di Mancini

    Tipo che facciamo il modulo più dispendioso dell’universo senza averne gli interpreti

    Perché come disse Mancini, le grandi squadre giochi così

    Le grandi squadre, appunto

    Dopo l’ennesima notte degli orrori tentò di raccogliere le idee e commentare la situazione, ma mi riesce impossibile non scivolare in toni tragici, dopo l’apoteosi al contrario di ieri sera.

    Dico solo cbe ieri sera guardando la partita, mi è venuto n mente che da ragazzo, quando giocavo a calcio, crossavo e battevo i corner meglio. E in campo davo veramente tutto. E lo facevo solo per passione.

    Ma sono onesto:ero veramente scarso.
    Ma scarso-scarso.

    E quindi ho capito presto che non dovevo fare il calciatore nella vita.

    Questi???

  39. Comunque per puntualizzare serate come quella di ieri ne abbiamo vissuta mille anche con i super campioni che affastellava in campo papà Moratti, la prima che mi viene in mente….helsimborg e poi aiutatemi voi. Quindi muoia Sansone con tutti i dimostri ma di riscrivere il passato non se ne parla

  40. Dimostri=filistei

  41. Defjam:
    Comunque per puntualizzare serate come quella di ieri ne abbiamo vissuta mille anche con i super campioni che affastellava in campo papà Moratti, la prima che mi viene in mente….helsimborg e poi aiutatemi voi. Quindi muoia Sansone con tutti i dimostri ma di riscrivere il passato non se ne parla

    Forse che comunque si partiva con l’obbiettivo di vincere ogni stagione puó essere una leggerissima discriminante?

  42. Sandrex: Forse che comunque si partiva con l’obbiettivo di vincere ogni stagione

    D’accordo in linea di principio.

    Unica precisazione, è sull’ OGNI STAGIONE

    Con il senno di poi, alcune volte non lo eravamo davvero in grado di vincere, per rose palesemente inadeguate e spesso costruite a caso, con due o tre superattaccanti (per carità, avercene) ma il resto della squadra messo insieme con lo scotch assemblando pezzi di Salvatore Orlando uniti a brandelli di Shalomov (cito a caso per i precisini :-) magari alcuni sino di Pellegrini)

    Molto spesso già allora era molto una montatura mediatica il fatto che ogni anno fossimo in lotta per lo scudetto

    Infatti il gioco dell’estate era quello di farci affibbiare lo Scudetto sottonl’ombrellone, era famosa come frase, ma poi la squadra falliva miseramente la prova sul campo, rispetto almeno alle aspettative estive, e senza neanche che ci fosse bisogno dell’intervento di Calciopoli

    Ricordo benissimo le mie estati di ragazzo speranzoso che questo sarebbe stato l’anno buono dello Scudetto e poi immense frustrazioni per i giocatori spacciati come acquisti fenomenali che fallivano senza neanche sapere loro perché, forse perché non eranonpin così fenomenali

    Ci ho vissuto per anni con queste prese per il culo perenni dei compagni di scuola

    E non credo di essere stato l’unico.

    Il passato è sempre migliore di default e le merendine di una volta non le fanno più e questo vale in assoluto, anche riguardo al nostro passato interista

    Comunque a parte questo discorso, è vero, si parte adesso per forse raggiungere il quarto posto dichiarato

    Ai tempi si partiva comunque con l’illusione o il potenziale per lottare per lo scudetto, nessuno avrebbe neanche mai immaginato un quarto posto come un obiettivo raggiunto e soddisfacente

  43. Di annate dove non siamo andati vicino a vincere nessuna delle competizioni giocate io ricordo, a memoria, 95/96 (la prima di Moratti), 98/99 e 03/04.
    A cui aggiungere 11/12 e 12/13 (con Moratti in uscita dopo aver vinto tutto) che tanti usano come metro di paragone con l’attuali

  44. E 00/01 aggiungo

  45. La battuta che circolava era quella di tappezzare il “Meazza” con la carta perché su quella eravamo i più forti….

  46. Giulio19: Non sarà che nel 2007/2012 si vinceva?
    Tanto per dire eh.

    Direi, quella sottile differenza……

  47. La maggior parte delle persone che frequentano il blog manca delle più elementari regole di buona educazione, ma proprio le più elementari

  48. Defjam:
    La battuta che circolava era quella di tappezzare il “Meazza” con la carta perché su quella eravamo i più forti….

    Erano le battute di juventini e milanisti che in quel periodo rubavano a braccetto?

  49. Dai su ….é chiaro che la torta di compleanno sia solo presa ad esempio a significare che in questo momento alla nostra proprietà interessi il contorno e non il campo; interessa la forma e non la sostanza, l’apparire e non l’essere. Se mi prendono giocatori forti, se mi allestiscono una squadra degna di tale nome e non una sorta di squadra amatoriale come si era ieri sera, per quanto mi riguarda possono fare uscire anche la donnina nuda dalla torta di compleanno……………suvvia..

  50. Straquoto il discorso di Fabio, penso che per molti della nostra generazione, ovvero scuole medie e superiori tra 80 e 90, più eventuale università poco dopo (era Fraizzoli – Pellegrini, insomma), sia stato proprio così. Poi è arrivato Moratti, e con tutte le critiche possibili e le decisioni folli abbiamo vissuto vent’anni di campioni, furti subiti, delusioni cocenti anche sul filo di lana e vittorie imperiture, con l’orgasmo máximo del triplete che i pigiamati sabaudi anche quest’anno faranno l’anno prossimo.
    Da ET in poi è stato tutto un doversi accontentare. E ci sta, eh? Purtroppo è una fase storica che ci è toccato vivere, con colpe che ricadono certamente anche sugli ultimi e decadenti anni di MM, ma che non possono non essere addossate, almeno in parte, a chi è venuto (o rimasto) dopo. Nessun de profundis, per carità, e anzi ancora un mio grazie a Suning per esserci e mettere i quattrini, sperando che magari da luglio comincino a metterne di più. Ma sappiamo tutti che non è tanto questione di quanto spendi, ma di come spendi. Per questo io parlo sempre di colpe della dirigenza, e non della società. Certo, se poi la società persevera nel mantenere gli stessi dirigenti, le colpe si allargano.
    Quest’anno molti pensavano: lo scudetto no, non ce la facciamo, ma competere per il secondo posto magari Sì, senza finire ad anni luce dai ladri. La Champions non la si vince, ma ce la giochiamo e proviamo a passare il girone. Se ci tocca andare in EL, lottiamo per vincerla o arrivare almeno vicini alla fine. La coppa ItaGLia proviamo a vincerla o almeno andare in finale.
    Il primo obiettivo era sfumato dopo un mese, il secondo è stato buttato via il famoso 11 dicembre ma io direi già il 24 novembre a Londra. Tra gennaio e marzo buttato tutto il resto. Alla fine si lotterà per quello che era il nostro scudetto dell’anno scorso, ovvero il quarto posto, che nel caos tecnico e nello smidollamento generale in cui ci troviamo sembra appeso solo all’eventuale masochismo delle due romane. Ieri sera Handanovic ha detto (testuale): “Abbiamo perso perché ci è mancata la qualità e la mentalità”. Punto, non c’è bisogno di dire altro. In un panorama di macerie e detriti in rovina, invasi dalle erbacce, si ergono solo alcune colonne malferme o bisognose di restauro: il portiere, i due difensori centrali, il croato tenuto a riposo per il bbilan, il torello che ieri mancava, e si è capito perché alcuni qui, lo invocavano titolare fin da subito in barba all’età. Lasciamo perdere l’altra colonna crollata rovinosamente, perché quella è una storia così spiacevole che fa male solo pensarci.