Prendi i soldi e scappa

Missione compiuta, popolo nerazzurro!

Ci sono voluti mesi di sforzi inenarrabili da parte dei nostri beniamini (?) nerazzurri, ma da ieri giustizia è fatta: azzerato il vantaggio sul Milan, finalmente non siamo più terzi in classifica e smetteremo di dover sopportare questa assurda pressione del dover finire sul podio ad ogni costo. Sospiro di sollievo per chi, ad ogni turno di campionato, avrebbe il dovere di giocare da professionista senza farsi prendere per il culo dal primo attaccante o centrocampista avversario di passaggio.
Adesso è tutta discesa, verosimilmente verso gli inferi.

Se volete facciamo anche una analisi tecnica di Cagliari-Inter, ma siete davvero sicuri di voler affrontare il discorso?
Io ho il dono della sintesi, e potrei riassumere per voi i 90 minuti di gioco + recupero con uno slogan a effetto: merda liquida fumante.
Arbitraggio indecoroso? Sì, indubbiamente, tra punizioni inventate, Cigarini che sopravvive impunito ai ripetuti tentativi di omicidio preterintenzionale e i nostri che si vedono sventolare cartellini senza capirne esattamente il perché. Poi c’è l’altrettanto indecorosa prestazione della squadra, capace di presentarsi a Cagliari facendosi fagocitare dal ritmo avversario e di sbagliare tutto quello che sia possibile sbagliare imitando il gioco del calcio: passaggi, cross,occasioni da rete, movimenti senza palla, diagonali difensive. Ancora una volta, sorprendentemente, non paga l’idea di giocare senza centrocampo e non aiuta neppure quella di schierare gente che, forse, a regolamento di conti interno completato ha pensato bene di tornarsene in modalità Gatteo Mare (i croati, per inciso).

Per un Lautaro che trova conferme, si sbatte, segna e sbaglia dimostrando comunque di essere vivo e di voler sudare in campo, ci sono compagni in infradito o con le pinne, in affanno perenne, terzini somiglianti a esperimenti di laboratorio falliti, attaccanti esterni che si divorano gol ai quali neppure Giacobbo saprebbe dare una spiegazione, logica o illogica che fosse.

E poi la sublimazione della merda: la Punizione di Candreva.

Tutti noi ci siamo chiesti cosa possa passare per la testa di un giocatore, o presunto tale, quando sei sotto di una rete ed hai una sola necessità: buttare il pallone in mezzo all’area, sperando accada qualcosa di buono per non collezionare una nuova figura di palta. Lui invece no, lui è come i Geni, ma al contrario: vede oltre la logica, va dritto verso il baratro, raschiando il fondo del bidone dell’umido, compenetrandolo per capire se ci siano biomasse al centro del nucleo terrestre. Lui calcia, sbagliando postura, forza, piede, tutto. Lui spara alle stelle, e le stelle purtroppo non sparano a lui.

Lui è la didascalia perfetta dell’Inter che non ce la fa.

La Terza C della Scuola Media Statale Gianni Rodari di Milano in gita a Cagliari.

La Terza C della Scuola Media Statale Gianni Rodari di Milano in gita a Cagliari.

Archiviata Cagliari però, parliamo di cose concrete: il terzo posto è andato, certo, ma in una situazione di crisi gestibile avremmo la piena consapevolezza delle 12 partite ancora da giocare, tra le quali un derby che potrebbe valere un controsorpasso. Basterebbe una seria assunzione di responsabilità, su tutti da parte di quel fenomeno da social che da un mese ormai ci delizia con sfoghi degni di un bambino viziato con una perenne incapacità di dimostrare, con i fatti, tutto quello che lui, o Biasin, o chi ne fa le veci, dichiara di rappresentare, quando invece la sua è una semplice ripicca: la ripicca di chi non ama l’Inter, ama soltanto la sua condizione di primadonna all’interno dell’Inter e guai a chi la tocchi o la mette in discussione.

Perché questo è quanto: se a Icardi interessasse il bene dell’Inter, le parti si sarebbero già incontrate per un chiarimento e lui si sarebbe subito messo a disposizione della squadra per evitarle altre figuracce e per aiutarla a uscire dalla crisi di risultati.

Invece no, il trono è stato minato alla base e al buon Mauro pare interessasse soltanto quello: difendere lo status quo, non la maglia, non l’Inter, non la possibilità di salvare una stagione recuperando i troppi punti persi per strada. Lui ha a cuore se stesso, essere l’unico, vero punto di riferimento in una squadra povera di qualità, ben venga che volino gli stracci se questo serve a rafforzare l’idea che soltanto lui deve e dovrà essere il numero uno del club. Per chi scrive, l’intera vicenda è puro egoismo sportivo. Basterebbe una ammissione di colpa, un gesto da Capitano vero, non da hashtag buono solo per Instagram, e forse saremmo qui a raccontare qualcosa di diverso.

E poco importa l’effetto Marotta, la destabilizzazione, il “si poteva gestirla meglio”: tutto vero, tutto legittimo, ma la differenza devono farla quelli che scendono in campo e il più pagato di tutti, il bomber, il trascinatore delle Inter difettose e sgangherate degli ultimi anni, ha pensato bene di lavarsene le mani e nascondersi dietro la moglie e qualche ghost writer amico.

Ancora una volta siamo stati grandiosi nel creare un motivo originale per l’ennesima crisi da smaltire: uno spogliatoio di mentecatti che si fanno la guerra tra di loro a colpi di gnegnegne e di “e io non corro, così impari, e io non te la passo così impari” e vanno in campo a farsi prendere per il culo non appena l’effetto-sollievo si attenua. A tutto questo aggiungete una povertà tecnica che senza Keita e Icardi diventa quasi fastidiosa, uno Spalletti costretto a gestire una situazione tra il paradossale e il fuggi-fuggi generale (l’ennesimo) ed ecco il solito effetto liberi tutti che non ci permette neppure di gestire un problema che, in condizioni normali, avrebbe ancora ampi margini di risoluzione.

Non voglio sapere chi sarà il successore di Spalletti, né come verrà gestito il prossimo mercato. Mi accontenterei di vedere 11 professionisti in campo e, tra questi, quello più pagato di tutti che finalmente fa l’unica cosa utile che dovrebbe fare: uscire dal nascondiglio, caricarsi sul groppone la squadra e tirar fuori i gol che servono per non mancare l’obiettivo finale.

Se poi a giugno vorrà andarsene, sarà sufficiente, come già detto da Python, che uscendo porti via l’umido (Candreva) e chiuda la porta.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

412 commenti

  1. pearl:
    …e un gobbo.. cmq vada sarà una Caporetto…senza difendere nessuna causa persa…il vs nuovo ad intendevo.

    È un professionista. Come lo erano Trap Ibra Vieira ecc. Poi ognuno è libero di pensarla come crede ma dopo 25 anni posso finalmente tornare a credere che abbiamo una società. Era dai tempi di Pellegrini Giuliani Beltrami …l ultima vera società. Poi il circo.

  2. @Michele no non ce l hai una società…mi spiace disilluderti ma te ne accorgerai…o almeno e spiego non una società come te la immagini o come dovrebbe essere per il bene dell’ Inter..25 anni? cosi nemmeno tra 50 anni.

  3. pearl:
    @Michele no non ce l hai una società…mi spiace disilluderti ma te ne accorgerai…o almeno e spiego non una società come te la immagini o come dovrebbe essere per il bene dell’ Inter..25 anni? cosi nemmeno tra 50 anni.

    C è…mancano solo 2 persone che portino un Po ‘ + d interismo al suo interno. Uno è Oriali ad aiutare Marotta nella trasmissione tra squadra e dirigenza. Con via Ausilio. L altro è il Drago come Team Manager. È quando sarà pronto Cuchu allenatore. Ma l ingresso d Marotta va in quella logica d organizzazione societaria che da tempo auspicavo. Sperando lo lascino (lasciamo) lavorare in pace.

  4. io spero che faccia la fine di sabatini…ma ovviamente abbiamo 2 opinioni diverse ognuno pensa per il bene dell’ Inter…qualcuno mi dice dove posso trovare il link??? prima che iniziano le partite nella Europa che conta? dove doveva esserci l Inter, thank.

  5. Michele69: È un professionista. Come lo erano Trap Ibra Vieira ecc. Poi ognuno è libero di pensarla come crede ma dopo 25 anni posso finalmente tornare a credere che abbiamo una società.Era dai tempi di Pellegrini Giuliani Beltrami …l ultima vera società.Poi il circo.

    quale circo?
    me l’hai alzata…. 😀

  6. Ops…

    Juve, Cancelo è un campione a metà: non sa difendere, Allegri lo ha bocciato

    https://m.calciomercato.com/news/juve-cancelo-e-un-campione-a-meta-non-sa-difendere-allegri-lo-ha-26122?utm_campaign=autopost&utm_medium=account&utm_source=t.co

    Ps i tifosi però nel dubbio insultano Allegri che pensa solo a difendere e non lo sa utilizzare e valorizzare

    Risate …. 40 ml buttati nel cesso per la Rube
    Voglio vedere fino a dove possono perdere soldi senza conseguenze

  7. Nic!: Imparziale, insomma, da giudizi di valore personale in tutto l’articolo ahahah
    L’ha per caso scritto Wanda? O direttamente Mauro?

    Dai su..
    E poi non cita nessuna fonte agli eventi che tratta, tutti strumentalizzati e usati collateralmente.
    Ma si potrà fare i giornalisti così?
    Ho fatto 3 anni di Scienze della Comunicazione prima del DAMS e così ti insegnano che non puoi scrivere un articolo.
    Ma lavora chi scrive falsità e porta “click”.

    Interessante crediate alle PI che vi fanno comodo adesso.
    Ma non è giornalismo questo, è un romanzo.

    La cosa grave è che l’autore viene ospitato su fcintrernews per scrivere articoli di snslisi…

  8. Analisi…

  9. Fabio1971:
    Ops…

    Juve, Cancelo è un campione a metà: non sa difendere, Allegri lo ha bocciato

    https://m.calciomercato.com/news/juve-cancelo-e-un-campione-a-meta-non-sa-difendere-allegri-lo-ha-26122?utm_campaign=autopost&utm_medium=account&utm_source=t.co

    Ps i tifosi però nel dubbio insultano Allegri che pensa solo a difendere e non lo sa utilizzare e valorizzare

    Risate …. 40 ml buttati nel cesso per la Rube
    Voglio vedere fino a dove possono perdere soldi senza conseguenze

    A 15 lo riprenderei ..

  10. C’è chi ha i Gagliardini/Vecino e chi ha i Tadic.

  11. modd: quale circo?
    me l’hai alzata….

    A MM vanno cmq riconosciute alcune cose. Ha sempre agito nel bene e nel male x amore dell’ Inter. Amore vero. Mi ha fatto riemergere l essere bauscia che è dentro in ognuno d noi. Il fatto di pensare di rendere possibile anche l impossibile specialmente sul mercato. L hanno fregato spesso. Ed alle persone fregate bisogna solo stare vicino. Non ha mai saputo organizzare una società vera ed organizzata. Ma perché pensava che non ce ne fosse bisogno xché lui decideva tutto. Non gli perdonero mai non aver difeso adeguatamente la memoria di Facchetti. Mai. Ma quando sarò in punto d morte e penserò alle Inter che ho visto, lui sarà sicuramente il primo personaggio che mi tornerà in mente. È sarà cmq un bel ricordo.

  12. mah…io non ho particolare simpatia per il Real…a parte Caseimiro ronaldo ronaldo Asensio.. credo sia una squadra da rifondare..poi le assenze e che assenze…poi il 3 gol ajax è farlocco poi ancora mi si cita, ancora, gli ic? a pari ic quello del Real il più famoso ha fatto stasera icschifo….contenta per il Tottenham.

  13. Michele69: A MM vanno cmq riconosciute alcune cose. Ha sempre agito nel bene e nel male x amore dell’ Inter. Amore vero. Mi ha fatto riemergere l essere bauscia che è dentro in ognuno d noi. Il fatto di pensare di rendere possibile anche l impossibile specialmente sul mercato. L hanno fregato spesso.Ed alle persone fregate bisogna solo stare vicino. Non ha mai saputo organizzare una società vera ed organizzata. Ma perché pensava che non ce ne fosse bisogno xché lui decideva tutto. Non gli perdonero mai non aver difeso adeguatamente la memoria di Facchetti. Mai. Ma quando sarò in punto d morte e penserò alle Inter che ho visto, lui sarà sicuramente il primo personaggio che mi tornerà in mente. È sarà cmq un bel ricordo.

    ti quoto quasi in toto.
    quasi perche in punto di morte io mi ricorderò di suo padre. e di mio nonno che mi portò al prater.

  14. Se le merde escono agli ottavi, nello stesso turno del real, a Vinovo finisce che si strappano le vesti :)

  15. mah era una eliminazione scritta ottavi o quarti..dopo 3 champions non c è più nulla da chiedere mentalmente ad una squadra che ha vinto 3 champions…ragazzi!! 3 champions e chi mai più…e’ storia del calcio.

  16. e un po’ trovo una similitudine con l Inter post triplete…non rifondare e guadagnare ci ha condannati…certo il Real economicamente è altra storia…ma anche loro i potenti hanno toppato nel mercato la scorsa estate…si sono sopravvalutati..era una sentenza che non hanno colto.

  17. Tadic ?
    Ma non ci abbiamo giocato contro in UEL 3/4 anni fa ?
    Southampton …, si scrive così ?
    Non mi sembrava così tosto …, madònna !
    Ha fatto un gran gol e due assist, non si poteva toglierglielo e
    anche il VAR NON ce l’ha fatta.

    Ci sarebbe voluto Abisso !!!
    Maccosaloddiccoaffare ???

  18. si, un fenomeno…d altra parte la storia del terracqueo sentenzia pare così.. li compriamo tutti? si.

  19. novembre 2016, noòo, bisognava averlo “visto” allora …

  20. e a me sembrò molto scarso.

  21. mah francamente a vedere tutti gli ic dell’ universo mi sarei anche frantumata gli zebedei cosmici…andate avanti voi che a me non me ne coglie zero.

  22. Però messo in questo contesto …
    Fine di un ciclo, embeh !
    Stanno arrivando i Lancieri.
    Noi il Ns Lanciere l’abbiamo cacciato come un cane.
    Preso alla traditora e … buttato ai porci, ma l’unico spezzone
    di partita che mi ricordo giocato “a questa maniera” noi lo
    giocammo contro la gdm(cit.interella) e furono cazzi amari per la gobba signora.
    Sono un po’ stordito, per la verità.
    Non sono più abituato a vedere certi ritmi di gioco.
    E sbagliano niente.
    Queste cose mi calmano modd, bella partita, mi sono divertito.

  23. @interella
    LapoDeCarlo1
    Caso #Icardi: l’amara verità che sta emergendo
    (link: https://sportnews.snai.it/calcio/caso-icardi-lamara-verita-sta-emergendo-05032019-41483) sportnews.snai.it/calcio/caso-ic…
    Caso Icardi: l’amara verità che sta emergendo | Sportnews.snai.it
    sportnews.snai.it

  24. @Suzie ho letto, grazie…ma qui il sig.Lapo De Carlo mi pareva tenuto in un certo qual modo in grande considerazione…tempo fa a mia domanda su un suo editoriale non essendo particolarmente introdotta e social..mi era stato confermato di un suo interismo al di sopra di tutte le parti…non provate a smentirmi perché i post si trovano…ho letto ecco…tristezza.

  25. In un caso o nell’altro comunque tristezza, buonanotte

  26. pearl:
    @Suzie ho letto, grazie…ma qui il sig.Lapo De Carlo mi pareva tenuto in un certo qual modo in grande considerazione…tempo fa a mia domanda su un suo editoriale non essendo particolarmente introdotta e social..mi era stato confermato di un suo interismo al di sopra di tutte le parti…non provatea smentirmi perché i post si trovano…ho letto ecco…tristezza.

    Anche tu sei interista. Una grande interista. Eppure da sempre sostieni che Albano e Romina abbiano ragione e la società torto.

    Non vedo perché non possa farlo anche il sig Lapo. Purché sia chiaro però che siano intesi come vostri pareri, sensazioni. Che di fonti e riscontri reali non ce ne sono. Ma neanche uno che sia uno.

  27. @Suzie notte e ancora grazie.

  28. @Melito io ieri mi sono già espressa…ma sono ansiosa di conoscere se mai si potrà i retroscena quelli veri quelli che puzzano….io da interista pretendo di conoscere che non vuol dire cambiare la mia posizione….detto questo ovunque ci sia una realtà…VIA TUTTI.

  29. Il Carnevale se ne va, tra scherzi e colpi di scena, comincia la Quaresima,
    o non é mai finita (?)…. penitenze e ceneri per tutti. :)
    Buonanotte.

  30. “L’amara verità”(sulla quale Biasin fa il furbo e ci marcia con tutto il carozzone mediatico) è che
    gli hanno detto a brutto muso (a Icardi) che per rasserenare l’ambiente e provare a compattare la truppa, doveva mettere da parte l’orgoglio e fare 4/5 mesi sabbatici senza la fascia per raggiungere gli obiettivi minimi stagionali. Poi, a bocce ferme, si sarebbe parlato di tutto e … tirata una riga.
    FINALMENTE
    Tutto qui, solo non doveva “sbracare di brutto”, ma accettare in silenzio e nel limite del possibile, ‘silenziare’(mission per lui impossible) anche … la loquace mogliettina.
    Il problema è (e non se lo aspettavano i Direttori) è che Mauro ha dato di matto. immediatly !
    Subito ! Saranno volate parole grosse, volato sedie, sbattuto porte e … finestre.
    Amen.
    Poi il resto l’hanno fatto il gossip, i social, i cani sciolti, le P.I. e … IL CAROZZONE (Semperfi).

    ‘Notte.

  31. Black&Blue:
    C’è chi ha i Gagliardini/Vecino e chi ha i Tadic.

    Quel Tadic di quasi anni 31 che mi ha sempre giocato nel Southampton? Se mi dici che i ns 2 non giocherebbero nemmeno in maglia biancorossa ti do ragione. Che Tadic sia da top club anche no.

  32. http://www.fcinter1908.it/copertina/inter-wanda-sbotta-con-un-tifoso-non-hai-capito-un-cazzo-molto-comodo-farvi-credere-che/

    Ma a prescindere da chi ha torto o ragione …ma una così può fare il procuratore? …Secondo voi un Raiola un Canovi un….tutti….avrebbero mai risposto così? Ma di che parliamo? Ma di cosa parliamo??

  33. ….di una donna incazzata, a torto o ragione incazzata…le donne anche nel torto si incazzano…pare che non avete mai avuto a che fare con una donna…ma a casa nel privato…vostro privato? notte.

  34. RobyAndria66

    Be raiola non lo vedo ad oxford..

  35. Intersempre: La cosa grave è che l’autore viene ospitato su fcintrernews per scrivere articoli di snslisi…

    FcInterNews è solo un aggregatore di notizie, non ha legami con l’Inter se non quello di cercare e contenere TUTTE le notizie sul web sull’Inter. Ma non è un sito che “tifa” Inter.

    Fabio1971:
    Ops…

    Juve, Cancelo è un campione a metà: non sa difendere, Allegri lo ha bocciato

    https://m.calciomercato.com/news/juve-cancelo-e-un-campione-a-meta-non-sa-difendere-allegri-lo-ha-26122?utm_campaign=autopost&utm_medium=account&utm_source=t.co

    Ps i tifosi però nel dubbio insultano Allegri che pensa solo a difendere e non lo sa utilizzare e valorizzare

    Risate …. 40 ml buttati nel cesso per la Rube
    Voglio vedere fino a dove possono perdere soldi senza conseguenze

    Ma era visionario Spalletti.
    Che poi è quello che l’ha saputo valorizzare più di tutti.

  36. A quelli del team Icardi chiedo..
    Quale scenario lo giustificherebbe??

    Perché anche il peggiore dei casi io non riuscirei a giustificare questo comportamento.

  37. Quindi i like ai gobbi li ha messi Marotta, hackerando il profilo di Icardi?

    Guardate che può servire rifiutarsi di andare alla Juve, eh. La sentenza Bosman è in vigore da 25 anni ormai, sono i giocatori che decidono cosa fare.

    No perché un like di qua, um following di là, un post di su, una firma di giù…sta storia del povero giocatore costretto a essere ceduto contro la sua volontà imbarca acqua da un po’ troppi lati, mi pare

  38. pearl:
    ….di una donna incazzata, a torto o ragione incazzata…le donne anche nel torto si incazzano…pare che non avete mai avuto a che fare con una donna…ma a casa nel privato…vostro privato? notte.

    sono avvezzo alle donne incazzate. o rompono i maroni o danno il meglio di sé, se si è capaci di calmarle nel.modo giusto.

  39. Melito: Anche tu sei interista. Una grande interista. Eppure da sempre sostieni che Albano e Romina abbiano ragione e la società torto.

    Non vedo perché non possa farlo anche il sig Lapo. Purché sia chiaro però che siano intesi come vostri pareri, sensazioni. Che di fonti e riscontri reali non ce ne sono. Ma neanche uno che sia uno.

    si può dire che i lapo rompono i maroni?

  40. pearl:
    ….di una donna incazzata, a torto o ragione incazzata…le donne anche nel torto si incazzano…pare che non avete mai avuto a che fare con una donna…ma a casa nel privato…vostro privato? notte.

    Eh no….Non fai la donna incazzata in pubblico se sei una professionista. Pensi che i procuratori non siano mai incazzati? Pensi che Raiola sia felice quando gli danno del ciccione pizzaiolo xché chiede più soldi x i suoi assistiti? Vuoi mandare a fare in culo ed insultare i tifosi? …fai la MOGLIE. E basta.

  41. La partita di ieri a Madrid smentisce le certezze di molti che sproloquiano di calcio. Se non bastasse il caso Zaniolo o Donnarumma per citare due di casa nostra, si è dimostrato che con una società sana e competitiva, le idee chiare di un allenatore, un gioco corale, una perfetta preparazione fisica e l’idea di imporre un gioco a prescindere dall’avversario, talento e tanta energia fisica e corsa si possono schierare squadre a larga maggioranza di giovani. Dedicato soprattutto ai cacciatori di bolliti a modico prezzo, ai mestieranti che regalano il vivaio per vecchi scarponi che non hanno più voglia o che fanno giocare gli stopper falliti come centravanti, piuttosto di provare per 10 minuti le punte di ruolo della primavera, oltre a quelli che sbavano ancora per i residui ultratrentenni del Real Madrid. Infine un piccolo merito anche a colui che ha allenato molti di questi giocatori vincendo quattro volte il Campionato Olandese, prima di rovinarsi definitivamente la carriera con Pierino.

  42. Nic!: FcInterNews è solo un aggregatore di notizie, non ha legami con l’Inter se non quello di cercare e contenere TUTTE le notizie sul web sull’Inter. Ma non è un sito che “tifa” Inter.

    Vero, Nic: fcinternews è fondamentalmente un aggregatore di notizie, ma sul sito si trovano anche “pezzi” giornalistici validi, tra tutti quelli della interista doc Giulia Bassi.
    Poi ci sono anche quelli del citato Lapo De Carlo, autore del riportato brano fantasioso e che vengono proposti come analisi…

    Oggi, con tutto il bombardamento mediatici a cui siamo sottoposti in ogni campo, è più che mai necessario saper discernere e aguzzare il proprio spirito critico

  43. intersempre: Vero, Nic: fcinternews è fondamentalmente un aggregatore di notizie, ma sul sito si trovano anche “pezzi” giornalistici validi, tra tutti quelli della interista doc Giulia Bassi.
    Poi ci sono anche quelli del citato Lapo De Carlo, autore del riportato brano fantasioso e che vengono proposti come analisi…

    Oggi, con tutto il bombardamento mediatici a cui siamo sottoposti in ogni campo, è più che mai necessario saper discernere e aguzzare il proprio spirito critico

    Due tra le uniche e rare ottime firme di fede interista non imbevute di tifo idiota o aziendalismo peloso, certo per il tifoso medio Cavasinni e i suoi articoli da curvaiolo cinese vanno benissimo.

  44. La metà. A me basterebbe che i nostri eroi corressero la metà dei giovanotti dell’Ajax.
    Mai vista in vita mia (purtroppo già piuttosto lunghetta) una superiorità fisica di tale portata, quelli del Real – Bale a parte, che ha retto con la strapotenza fisica – sembravano fermi; anche quando partivano 3 metri dietro, i corridori olandesi puntualmente anticipavano i blancos.
    Tecnica sì, ne hanno, in modica quantità; il gioco è quanto di più semplice si possa immaginare: triangoli lunghi quasi a buttare palla avanti, tanto si sa che il compagno arriva sempre primo sulla palla; belli da vedere, ma in lunghi momenti a me è sembrato che giocassero un altro sport, un misto atletica-calcio che, se dovesse reggere nel tempo, probabilmente li porterebbe persino alla vittoria finale.

  45. Brehme: Dedicato soprattutto ai cacciatori di bolliti a modico prezzo, ai mestieranti che regalano il vivaio per vecchi scarponi che non hanno più voglia o che fanno giocare gli stopper falliti come centravanti, piuttosto di provare per 10 minuti le punte di ruolo della primavera, oltre a quelli che sbavano ancora per i residui ultratrentenni del Real Madrid.

    Applausi a scena aperta, caro Brehme. Purtroppo siamo in una posizione minoritaria qua dentro e soprattutto (almeno per ora) in ambito dirigenzial-tecnico nella nostra Inter.

  46. Spero che nessuno si metta in testa di fare shopping con le macerie onuste di gloria del Madrid, approfittando della probabile epurazione che verrà. Modric, Marcelo, Sergio Ramos , Benzema, … tutti da evitare.
    Interessanti per noi sarebbero solo Isco, Carvajal, Asensio e Kroos.al netto di Varane, Casemiro e Vinicius che non molleranno mai. Ci sarebbe anche Bale, ma fa 30 anni a luglio e sulla sua integrità fisica nutro dei dubbi. Mediaticamente Isco, Bale e Marcelo sarebbero colpi fantastici. Ma il secondo e il terzo vanno presi solo se hai o se compri una riserva di livello, perché non reggono una stagione intera da titolari. Il cambio per Bale lo avremmo (Perisic), ma va ceduto il prima possibile (e andava ceduto ieri, come in pochi dicevamo qui). Il cambio per Marcelo non può essere né il monopiede ghanese né l’ombroso francese

  47. DrJ:
    La metà. A me basterebbe che i nostri eroi corressero la metà dei giovanotti dell’Ajax.
    Mai vista in vita mia (purtroppo già piuttosto lunghetta) una superiorità fisica di tale portata, quelli del Real – Bale a parte, che ha retto con la strapotenza fisica – sembravano fermi; anche quando partivano 3 metri dietro, i corridori olandesi puntualmente anticipavano i blancos.
    Tecnica sì, ne hanno, in modica quantità; il gioco è quanto di più semplice si possa immaginare: triangoli lunghi quasi a buttare palla avanti, tanto si sa che il compagno arriva sempre primo sulla palla; belli da vedere, ma in lunghi momenti a me è sembrato che giocassero un altro sport, un misto atletica-calcio che, se dovesse reggere nel tempo, probabilmente li porterebbe persino alla vittoria finale.

    Interessante

    Solita questione, quando il gioco è così corale, capire chi è quanto poi fuori da quel contesto potrebbero mantenere le aspettative

    Per me non tutti, ma diversi si, da prendere al volo, ovviamente non con allenatore di scuola italica, sarebbe un suicidio

  48. Propostona: chi ci sta ad andare a San Siro per il ritorno di coppa? Brehme? Interella? Michele? Estecambiasso? Insomma, i milanesi o quasi ce la farebbero? Vox? Altri che vanno spesso allo stadio?

  49. Strano che l’Ajax non abbia vinto tutte le partite disputate in stagione. O queste meravigliose caratteristiche, la voglia, imporre il gioco eccetera eccetera ce le ha una volta sì è una no?

    Bale lo prenderei di corsa, altro che. Scambio alla pari con lui o Isco e ci abbracciamo forte.

  50. I “competenti” tifosi dell’Inter, quelli pronti a fischiare al primo passaggio sbagliato, darebbero tempo di far crescere i ragazzini come succede all’Ajax? Non mi risulta che l’Ajax venga da anni di trionfi… dopo la partita di ieri è facile parlare…