Che cos’è un Capitano?

E insomma…una bella partitina di Europa League, eliminazione diretta, ci si gioca l’accesso agli ottavi di finale, avversario da rispettare ma non da temere, tutti incollati alla tv, forza Inter, viva l’Inter. No?

No eh? Sarà dura trattenere gli insulti in questo post, ve lo anticipo. Però due paroline da dire probabilmente ci sono.

Ieri sera Vujen parlando di tutto questo all’improvviso mi fa “ma che cos’è per te un Capitano?”. E io in un primo tempo ce l’avevo chiaro, chiarissimo eh. Poi però ho iniziato a pensarci, e il significato sembrava sfuggirmi dalle mani ogni secondo di più.

Fino a due giorni fa probabilmente avrei saputo rispondere senza difficoltà: lo so -lo sapevo- che cos’era un Capitano, e Mauro Icardi con tutti i suoi pro e i suoi contro incarnava abbastanza bene il concetto. Guardandola da fuori -perché dentro lo spogliatoio non ci sono io, né voi, né i giornalisti con cui qualcuno continua a parlare troppo- e facendo la tara a tutto il circo messo quotidianamente in piedi dal suo procuratore, era abbastanza pacifico che Mauro Icardi potesse senz’altro essere un Capitano: innamoratissimo e fedelissimo all’Inter (non accetto discussioni su questo, vi sfido a trovare una sola uscita fuori posto dalla viva voce di Icardi in questi anni, o un solo comportamento non professionale), aveva rinunciato più volte a offerte più o meno vantaggiose per restare qui, portavoce e portabandiera pubblico e di determinati valori propri della Società, miglior giocatore della squadra (non che ci volesse chissà cosa, ok), trascinatore della carretta nei momenti più bui, in continua ascesa tra i goleador all-time della Serie A e indiscutibilmente uno dei migliori attaccanti al mondo. Cosa gli mancava? Certo non era Zanetti o Maldini, ma sicuramente neanche Bonucci o Nagatomo.

Poi però da ieri sera, da quella domanda di Vujen, mi sono reso conto di non saper più rispondere. E oggi forse mi verrebbe più facile dire che cosa non è un Capitano. Un Capitano non è uno che ha questo titolo in forza o in virtù di una fascia sul braccio, tanto per cominciare. E un Capitano non è uno che si rifiuta di scendere in campo per la sua Squadra -perché un Capitano “Squadra” lo dice con la maiuscola- e tantomeno di accompagnarla in una trasferta importantissima per la stagione in corso. Un Capitano trascina i suoi compagni, in qualsiasi situazione, sul campo e fuori. Di più: un Capitano non permette a nessuno, a NESSUNO, di parlare male della sua Squadra e dei suoi Compagni. A nessuno. Un Capitano è una cosa unica con i valori della sua Squadra, e non è disposto a negoziarli: al punto di diventare una guida morale, oltre che tecnica e disciplinare. Un Capitano non manda nessuno a parlare per lui, e quando parla lo fa con i valori di cui dicevo un secondo fa: perché li sente suoi, perché ce li ha dentro. Un Capitano non dice le cose tanto per dire, e non parla per frasi fatte. Un Capitano è pronto ad amarla quando perde, per poi onorarla quando vince. Lui per primo e sul campo, non su Instagram.

164555158-560a1f85-bd7d-47b3-b7ff-00fd78d18eb2

Detto questo, poi è liberissimo di avere il procuratore che vuole, la famiglia che vuole, gli aumenti di stipendio che vuole, l’esposizione mediatica che vuole: non è mai stato e non sarà mai questo il problema, per me. Ma tutto quello che un Capitano non deve essere, a quanto pare, Mauro Icardi lo è stato. Al punto da perdere la fascia “per il bene dell’Inter”.

Poi il resto è tutto discutibile, ma proprio tutto.

E’ discutibile un allenatore che, per l’ennesima volta, mette tutto in piazza senza filtro (ieri pomeriggio Icardi era fuori rosa, ieri sera aveva rifiutato lui, oggi è infortunato: almeno decidetene una prima) e che non esita a lanciare frecciatine qua e là ad ogni conferenza stampa, da un mese a questa parte.

Sono discutibili dei compagni che pubblicamente -esattamente come Wanda Nara, né più né meno- non nascondono la gioia per il cambio di Capitano invadendo il web di like e i giornali di indiscrezioni. Dei compagni che nulla fanno da par loro per tenere unito uno spogliatoio e impegnarsi quantomeno a far finta di giocare a calcio, cosa che hanno smesso di fare da un mesetto a questa parte.

Sono discutibili dei dirigenti e una società che sembra abbiano deciso di sguazzare in questo clima di follia, mettendo fuori rosa in rapida successione Nainggolan, Perisic e Icardi (ovvero tre dei pochissimi giocatori di calcio presenti in rosa. Quanti saranno in tutto, 5? 6?). Completamente incapaci di gestire qualsiasi cosa: da un giocatore che chiede un rinnovo a un procuratore più sopra le righe, dal solito middle management che passa le giornate al telefono con i soliti giornalisti -che gli si secchino la lingua agli uni e le dita agli altri- all’incapacità di inseguire un obiettivo tanto semplice quanto banale: far sì che una squadra di calcio, giochi a calcio.

Sconvolgente, vero? Rivoluzionario.

Eppure questo vi stiamo chiedendo, solo questo da otto cazzo di anni: giocare a calcio. E’ così difficile?
Cosa serve affinché una cazzo di squadra di calcio riesca a giocare a calcio per…toh, mica un anno intero eh? 10 mesi bastano. 10 mesi di fila.
Si può fare? O è troppo difficile a causa -che so- della latitudine di Appiano Gentile, del colore dei muri di San Siro, dell’asfalto che c’è su Viale Caprilli? Perché solo queste sono le cose rimaste uguali da otto anni a questa parte. Le altre -proprietà, top management, allenatori e giocatori- sono cambiate tutte. Solo queste, e alcuni manager. E i risultati.

Quindi, per cortesia, o riasfaltiamo Viale Caprilli o facciamo tabula rasa di tutte le mele marce che ammorbano questo ambiente da troppo tempo.
Altrimenti smettetela di prenderci per il culo.

Tutti, da Capitan Handanovic in giù.

About Nk³

Il calcio è uno sport stupido, l'Inter è l'unico motivo per seguirlo. Fermamente convinto che mai nessun uomo abbia giocato a calcio come Ronaldo (ma anche Dalmat non scherzava). Vedovo di Ibrahimovic, ma con un Mourinho in panchina persino i Pandev e gli Sneijder possono sembrare campioni. Dategli un mojito e vi solleverà il mondo.

2.341 commenti

  1. Davvero? Io l’ho visto simulare e nonostante ciò prendere qualsiasi fallo.
    E ho visto solo mezz’ora di gara

  2. chi scommette con me che contro elliott questo rigore non l’avrebbero mai dato?
    ho detto elliott, neanche la fiat.

  3. Quello che in Spagna non giocava più e aveva fatto 1 gol in 15 partite.

  4. Centrato il punto

  5. senti facciamo prima tagliamo le braccia ai difensori, secondo me si inventerebbero l’arto fantasma

  6. mi dai il nome del tuo spacciatore?

  7. Se per questo da quando c’è il VAR è il primo che danno per fallo di petto.
    Quindi nemmeno al Frosinone lo avrebbero dato contro.

  8. ancora? un bel sospiro e con calma riguardare.

  9. Io non prendo in giro, tu perculi sempre i nostri, in un modo o in un altro.
    E di fronte a un furto conclamato te ne esci con “doveva stare fermo”?!?

  10. Senza il VAR avremmo preso il 3-2 molto prima. È andata bene così.

  11. già fatto con uno

  12. Spalletti superincazzato

  13. quindi sulle punizioni nessuna protezione alle palle?

  14. Oh, finalmente! Spalletti manda a fare in culo tutte le merde di sky

  15. cosa fumo io? petto? sicuri? proprio sicuri?

  16. Una bella dichiarazione da troll senza colori. Occhio che ti manca poco a saltare il fosso, se ricordo la frase sulla disfatta annunciata mi girano ancora i coglioni. E abbozzala con il solito sproloquio sulla società e sulla dirigenza e sull’allenatore e sui giocatori perché sarebbero solo CAZZATE. Abbiamo giocato bene e ce lhanno rubata. È così e basta. Che ti piaccia o no, TUTTI la pensano così Fatti delle domande, risponditi e vai da uno bravo, possibilmente esperto in miracoli perché con te ce ne vuole uno!

  17. va bene avete ragione.

  18. Ma scherzi o cosa?

  19. certo che abbiamo ragione

  20. Ora aspetto dal nuovo glorioso corso societario della linea dura una forte presa di posizione sugli arbitri da parte del più alto dirigente. Ooops ma è quello preso dalla Rube….., come non detto.

  21. Ultim’ora: accertata malformazione al braccio di D’Ambrosio, inizia dal capezzolo e termina con le unghie. Imminente ricovero in ospedale per un intervento correttivo.
    SCANDALO!!!

  22. Posa il fiasco interella, è petto non braccio. O le nuove regole obbligano a diventare trasparenti quando ti tirano la palla addosso da un metro e mezzo?

  23. Si!

  24. Ma lassala sta’

  25. Ma addirittura prima del tocco di petto c’è fallo di Chiesa su Ambrogio……
    Lo fanno vedere ora…..cazzo.
    5 minuti fermi per il Var e nessuno che da un’occhiata anche a quello.

  26. Tu si che te ne intendi

  27. Ma stai scherzando? Avesse preso te avresti una retta come un melone!! Ma guarda bene il replay, anche se si vede anche in diretta!

  28. Me lo confermi tu stesso.

  29. Come ci sveva abituato Moratti vero? L’unico a zittirli è stato ET!!

  30. Senti conosco un buon oculista se hai bisogno

  31. bssta. non ti sopporta piu nessuno

  32. Stasera sarà durissima ragazzi. Serve una grande prestazione. Forza Inter!

  33. Mi pare chiaro che per il bilan la Champions è vitale

  34. Il messaggio di oggi è chiarissimo

  35. Ma che cazzo dici???ma che cazzo dici??

  36. Non sai quanto mi sto divertendo. Intanto rispondi tu, cosa dirà e cosa dovrebbe dire il fustigatore per protestare contro gli arbitri (mi viene da ridere).

  37. Cmq é successo. Punto. Per crescere dobbiamo guardare ai nostri errori . Per esempio ho visto Handa insicuro sul primo gol che su un lancio lungo non è uscito in presa bassa e sul secondo gol un portiere di 195cm non può prendere gol su un tiro da fermo da 30m e per di più sul palo che doveva coprire lui. Poi scateniamoci pure su Abisso ma così facendo non otterremo nulla. Guardiamo ai nostri errori.

  38. Se così fosse la vittoria dell’inter era probabilmente migliore. Noi terzi, loro quarti, romane fuori e tutti son contenti

  39. E che il Fondo Speculativo che gioca a calcio da 3 mesi conta più dei miliardari che vendono frullatori in Cina.

  40. ve l’ho gia detto che fa apposta. si diverte a prendere per il culo. peccato perché sarebbe geniale. che spreco di natura…

  41. Comunque grande Gaglia con lo smartphone che fa vedere a abisso il petto di Dambro che NON AVEVA VOLUTO VEDERE prima

  42. E comunque cara interella,prima del presunto fallo di petto di dambrosio chiesa commette un netto fallo su un giocatore dell’Inter,e quando si da rigore o si convalida un gol si va sempre sempre sempre a rivedere tutta l’azione…quindi che cosa cianci,blateri stasera???

  43. io non ho detto che è rigore ho scritto altro…stanno applicando ripeto una regola fifa indipendentemente se il pallone tocca prima l alto petto o la nuca o la faccia e poi finisce su un arto superiore…stavo spiegando questo…e il prox anno vedremo rigori ancora meno capibili.

  44. Io no. Io sono contento quando i gonzi vanno in B

  45. Appunto ……
    Come ti stai divertendo.
    E lo dicevo che esageravi.
    Ora è tutto chiaro

  46. abbiamo vinto con quelli che pochi giorni fa ne hanno fatti 7 alla Roma ed in casa loro, poi il pelo nell’uovo….bla bla bla…ma quali errori, con 2 palle grosse come un toro l’avremmo portata a casa, tutto il resto è mafia.

  47. No. Il secondo NON lo prendi. Punto. NON lo prendi. Gira ed entra ad uscire sotto il 7. Non lo prende NESSUNO

  48. Hai scritto: sicuri che era petto? … o no?