Un declino inesorabile.

Gennaio come al solito ci vede come una banda di scappati di casa in attesa della primavera per andare a svernare in qualche amena località tropicale. Tutto umanamente comprensibile se non fosse che il tuo cazzo di lavoro è quello di fare il calciatore e le partite che devi giocare si svolgono tra Settembre e Maggio. Si capisce bene quindi che, non avere testa e concentrazione – non parliamo della forma fisica imbarazzante – a metà dell’opera, puntualmente, anno dopo anno, inizia a creare un certo nervosismo nella testa della tifoseria più affezionata.
Insomma, senza troppi voli pindarici, ci girano i coglioni.

Fuori dalla Champions dopo essere stati ad un passo da una bellissima e meritata qualificazione, non riuscendo nemmeno a vincere in casa contro il PSV. E vabbè.
Fuori dalla lotta scudetto dalla prima giornata praticamente, con un ritardo non dico dalla prima – irraggiungibile – ma anche dalla seconda, preoccupante, con le altre ritardatrici disastrate (ragazzi la Roma e il Milan di quest’anno sono imbarazzanti) che puntualmente rientrano in gioco per la corsa al terzo posto. E vabbè.
Adesso fuori dalla Coppa Italia dopo una prestazione casalinga surreale. E vabbè.

spalletti.inter.2018.19.urlo1.750x450

Va tutto bene per carità, ma alla fine ti rimane in bocca quel senso di mediocrità assoluta che un pochino – diciamo dopo quasi due lustri – stomaca.

La partita di ieri è emblematica sotto molti aspetti. Abbiamo dei problemi che – per la serietà ed il blasone della società che siamo – sono imbarazzanti, semplicemente ridicoli:

  • Non è possibile che si assista ancora allo scempio di vedere certi profili come il buon Candreva vestire ancora la sacra maglia. Un giocatore finito, con motivazione prossima allo zero, anche “tenero” nel vederlo costantemente tutta la partita tentare (e non riuscire) di fare l’unica cosa che è in grado di fare, e fallire un gol che è kitch anche solo provare a spiegare. Spiegateci come fa un giocatore del genere a stare ancora nella nostra rosa.
  • Non è possibile avere dopo anni ed anni di mercati movimentati un centrocampo non in grado di palleggiare in maniera normodotata. I Gagliardini, i Vecino, possono essere, presi singolarmente, pure dei buoni calciatori ma non è con profili del genere, o almeno con questi giocatori tutti insieme – che si può riuscire a costruire qualcosa di decente. Cioè non è fisicamente possibile dico, non riescono a stoppare il pallone. Capite bene che ci sono problemi oggettivi nella costruzione del gioco.
  • Non è possibile avere 20 anni, rompere i coglioni tramite il paparino per non giocare come e quanto si vorrebbe, e poi entrare in una partita importante, mangiarsi un gol terrificante e tirare un rigore da dopolavorista ubriaco.
  • A proposito di ubriachi: che quel rigore si fosse calciato forte e centrale lo avevano capito anche i ciechi in Afghanistan. Nainggolan e la sua parabola catastrofica sono l’emblema di questo anno un po’ ballerino, chiamiamolo così.
  • Non è possibile smettere di giocare a Dicembre perchè “si vuole andare via”. Perisic deve all’Inter molto più di quanto l’Inter debba al croato. Grazie all’Inter ha avuto le sue migliori stagioni, è passato da una anonima carriera al Wolfsburg alla finale dei mondiali, dopo aver scartavetrato la pazienza degli interisti con prestazioni bulimiche per anni ed anni. Portasse una offerta decente, e si levasse dai suddetti. Fino a quel momento facesse il professionista, oppure che venisse multato. La gestione di persone così poco professionali come il croato è quanto di più ridicolo ci sia.
  • Non è possibile non avere una minima idea per mandare in porta Icardi, Lucià.
  • Non è possibile rendere un rinnovo di contratto un talent show. Un capitano lo vedi dal coraggio, dall’altruismo, dalla fantasia, E DALLA DISCREZIONE.

Siamo al primo di Febbraio, manca ancora una vita. Che si portasse a casa la prossima Champions, e che si ONORASSE la maglia ed i tifosi nella competizione Europea che andremo ad affrontare tra qualche settimana. Che non si provasse minimamente a snobbare una competizione che – parliamoci chiaro – nessuno non ha mai non dico vinto, ma nemmeno giocato. Non siete poi così forti come vi credete, ve lo si dice sinceramente, da vostri tifosi. Quindi testa bassa e pedalare. Altrimenti ci si potrebbe anche iniziare ad incattivire. Grazie.

About Vujen

Classe '85, marchigiano, ex-petroliere in carriera e musicista fallito. Appassionato di fotografia, Balcani e di calcio straniero, specialmente francese. Non ha mai visto l'Inter vincere al Meazza. I suoi pupilli sono Walter Samuel e l'indimenticabile Youri Djorkaeff.

979 commenti

  1. Anche qui è semplice: se prosegue il trend Stramaccioni finiamo ottavi, se va come l’anno scorso – che dopo il periodo buio gennaio/febbraio poi ci eravamo ripresi almeno a livelli “discreti” – alla fine arriveremo dove normalitá dice dovremmo stare (nei 4 posti tranquilli)

  2. Fabio 1971: scusa la brutale franchezza, ma le partite le guardate, vero?

    perché molto spesso e non solo di recente, tirare la palla su muro in cortile e vederla rimbalzare per 95 min è più appagante e meno disperante

    il discorso sulla classifica cioè sull’essere terzo, lascia, quello si, davvero il tempo che trova, sia perché con questa tendenza fra poco terzi non lo siamo più, sia perché Roma e Milan finora hanno fatto semplicemente peggio di noi, per cui, figurati, la parte peggiore della stagione, intendo il Milan, potrebbe addirittura esserselo lasciata alle spalle, noi no, non ancora, per cui non vedo motivi di essere ottimisti lato classifica.

    proprio no

    ma a parte la classifica, in campo non funziona davvero NULLA e da tempo
    la difesa unico reparto che funziona, ma qualche crepa comincia ad emergere (es. perché nessuno era sul primo palo sul goal da corner preso con il bologna??)

    Ma che stiamo facendo cagare lo sappiamo.
    E no, non sono ottimista guardando la classifica, ho semplicemente detto che quello è il valore della rosa, la terza squadra del campionato. Finora, almeno.

    Non vinciamo in campionato da Empoli, un mese fa, e in assoluto dal Benevento. 1 gol nelle ultime 4 partite, al 120′ e su rigore. La difesa funziona ma un gol ridicolo lo prendiamo quasi a ogni partita.

    Per me è facile vedere che in questo casino c’è un po’ di tutto:
    il calo fisico dovuto forse a un richiamo di preparazione;
    le tante assenze, tra Keita e Nainggolan che sta recuperando a passo di lumaca, e poi BV, Perisic, ieri Politano;
    ai due risultati negativi di fila è seguito il solito scoramento di gennaio, i giocatori iniziano ad avere la tremarella e si involvono, perdono personalità, non tentano mai la giocata;
    il casino in società, tra l’arrivo di Marotta che parla di trofei mettendo pressione, Perisic che se ne vuole andare, Nainggolan che è un punto di domanda, il rinnovo a Icardi, le ombre di Conte, il mercato;
    il momento no di Icardi (da Roma-Inter l’ultimo gol non di rigore, da Lazio-Inter l’ultimo su azione);
    un problema di sterilità offensiva che avevamo anche prima di tutto questo.

  3. Giacomo: Tu invece sembra stia giudicando l’annata dall’unica partita contro il Bologna

    scusa, ripeto la brutale franchezza, ma evidentemente neanche leggete :-) per dirmi una cosa del genere

    è da inizio campionato che dico che – in questa stagione che doveva essere quella “buona” – siamo partiti non capendoci nulla e facendo inspiegabili esperimento di difesa a tre, dopo due mesi di preparazione estiva oltretutto

    ma capendoci proprio nulla, siamo partiti in campionato in maniera orribile uscendo subito dai giochi

    poi si sono ripresi, ed ero contento, la CL ecc

    poi abbiamo rovinato tutto con l’uscita CL
    poi il caso Ninja
    poi con Wanda
    poi con Icardi
    poi con Perisic

    spiegami tu cosa c’entra il Bologna in tutto ciò

    ho parlato di tendenza, non di sfortunato episodio

    sempre

  4. Sandrex:
    Anche qui è semplice: se prosegue il trend Stramaccioni finiamo ottavi, se va come l’anno scorso – che dopo il periodo buio gennaio/febbraio poi ci eravamo ripresi almeno a livelli “discreti” – alla fine arriveremo dove normalitá dice dovremmo stare (nei 4 posti tranquilli)

    esatto

    ma tu come pensi andrà? non lo dico polemicamente, chiedo solo

    per me, non lo so proprio

    Spalletti mi sembra in crisi irreversibile questo anno e parte de problema
    Lo scorso anno contavo sulla forza e solidità di Spalletti per venire fuori dal “solito” periodo buio e così è stato

  5. Giacomo: Ma che stiamo facendo cagare lo sappiamo.
    E no, non sono ottimista guardando la classifica, ho semplicemente detto che quello è il valore della rosa, la terza squadra del campionato. Finora, almeno.

    Non vinciamo in campionato da Empoli, un mese fa, e in assoluto dal Benevento. 1 gol nelle ultime 4 partite, al 120′ e su rigore. La difesa funziona ma un gol ridicolo lo prendiamo quasi a ogni partita.

    Per me è facile vedere che in questo casino c’è un po’ di tutto:
    il calo fisico dovuto forse a un richiamo di preparazione;
    le tante assenze, tra Keita e Nainggolan che sta recuperando a passo di lumaca, e poi BV, Perisic, ieri Politano;
    ai due risultati negativi di fila è seguito il solito scoramento di gennaio, i giocatori iniziano ad avere la tremarella e si involvono, perdono personalità, non tentano mai la giocata;
    il casino in società, tra l’arrivo di Marotta che parla di trofei mettendo pressione, Perisic che se ne vuole andare, Nainggolan che è un punto di domanda, il rinnovo a Icardi, le ombre di Conte, il mercato;
    il momento no di Icardi (da Roma-Inter l’ultimo gol non di rigore, da Lazio-Inter l’ultimo su azione);
    un problema di sterilità offensiva che avevamo anche prima di tutto questo.

    vedi che allora la pensiamo semplicemente alla stessa maniera? :-)

  6. Fabio 1971: scusa, ripeto la brutale franchezza, ma evidentemente neanche leggete per dirmi una cosa del genere

    è da inizio campionato che dico che – in questa stagione che doveva essere quella “buona” – siamo partiti non capendoci nulla e facendo inspiegabili esperimento di difesa a tre, dopo due mesi di preparazione estiva oltretutto

    ma capendoci proprio nulla, siamo partiti in campionato in maniera orribile uscendo subito dai giochi

    poi si sono ripresi, ed ero contento, la CL ecc

    poi abbiamo rovinato tutto con l’uscita CL
    poi il caso Ninja
    poi con Wanda
    poi con Icardi
    poi con Perisic

    spiegami tu cosa c’entra il Bologna in tutto ciò

    ho parlato di tendenza, non di sfortunato episodio

    sempre

    ovviamente non ti avevo ancora letto in risposta, anche se questo lo penso comunque :-)

  7. Fabio 1971: esatto

    ma tu come pensi andrà? non lo dico polemicamente, chiedo solo

    per me, non lo so proprio

    Spalletti mi sembra in crisi irreversibile questo anno e parte de problema
    Lo scorso anno contavo sulla forza e solidità di Spalletti per venire fuori dal “solito” periodo buio e così è stato

    Nemmeno io lo so; a naso credo che potremmo riprendere una navigazione “normale”, poi che ci si accartocci irreversibilmente non è da escludere a priori

  8. Fabio 1971:

    Ma infatti Fabio io non ti sto dicendo che va tutto bene, ti sto contestando che avevi detto “impossibile con questa rosa non battere Sassuolo, Torino e Bologna”. Sono episodi che in una stagione ci stanno, Mourinho perdeva contro il Catania e pareggiava con il Bari, più la squadra è forte e più si avvicina a vincere tutte le partite, semplice. Se non è forte, questi episodi sono più frequenti.

    Accadeva anche l’anno scorso e anche l’anno scorso sembrava non si dovesse vincere più. Per me ne usciamo bene o male anche quest’anno, fra l’altro c’è la coppa, e se non usciamo con il Rapid – non voglio nemmeno pensarci – anche quella sarà una scossa, porta motivazioni e energie.

    Fra l’altro, secondo me, sprofondiamo in questi tunnel proprio perché ci è già successo, in fondo molti di questi giocatori sono gli stessi delle 10 partite non vinte l’anno scorso, che non seguivano De Boer e che hanno mollato dopo il Torino con Pioli, quelli primi in classifica con Mancini e poi quarti a fine campionato, quelli che mollano Mazzarri e finiscono ottavi con Mancini.

    Per questo dico che dobbiamo assolutamente tenere Spalletti, non tanto per Spalletti in sé, ma anche perché sarebbe ora che questi giocatori escano da queste situazioni con le proprie gambe, sarebbe ora che la nostra squadra impari a reagire alle difficoltà, altrimenti la prossima crisi di gennaio, che arriverà anche se con un allenatore diverso, sarà ancora più profonda.

  9. Giacomo: il calcio è uno spettacolo, il tifoso è uno spettatore, e come nel teatro se lo spettacolo non ti piace si esprimi il tuo malcontento

    A dire il vero il sottoscritto quando vede uno spettacolo deprimente al teatro si alza e se ne va.

  10. Sandrex: Nemmeno io lo so; a naso credo che potremmo riprendere una navigazione “normale”, poi che ci si accartocci irreversibilmente non è da escludere a priori

    grazie

    è più o meno il mio timore, cioè il non poter escludere che si accartocci del tutto in stile straccioni o annate simili

    speriamo speriamo

  11. Stramaccioni assodato che non è un fenomeno era seguito nello spogliatoio ed il tracollo non era stato mentale ma fisico, gli si sono rotti tutti i giocatori…il paragone non regge…qui ci sono giocatori che se ne vogliono andare che lo dicano apertamente o meno perché non credono più nel progetto io penso che alla fine ci qualificheremo poi vedremo quello che succede nel prox mercato.

  12. pearl:
    Stramaccioni assodato che non è un fenomeno era seguito nello spogliatoio ed il tracollo non era stato mentale ma fisico, gli si sono rotti tutti i giocatori…il paragone non regge…qui ci sono giocatori che se ne vogliono andare che lo dicano apertamente o meno perché non credono più nel progetto io penso che alla fine ci qualificheremo poi vedremo quello che succede nel prox mercato.

    Certo, stramaccioni fu solo preso a sberloni da cassano in spogliatoio, cosa vuoi che sia . E vai a rileggere cosa diceva Cambiasso. Poi certo, strama era un bello scoiattolino quindi fa tenerezza ancora a molti

  13. Giacomo: secondo me, sprofondiamo in questi tunnel proprio perché ci è già successo, in fondo molti di questi giocatori sono gli stessi delle 10 partite non vinte l’anno scorso, che non seguivano De Boer e che hanno mollato dopo il Torino con Pioli, quelli primi in classifica con Mancini e poi quarti a fine campionato, quelli che mollano Mazzarri e finiscono ottavi con Mancini.

    Esattissimo. Ed ecco perché alcuni invocano DA ANNI la cessione di gente come Candreva Ranocchia D’Ambrosio Miranda Gagliardini, invece dei rinnovi preventivi a scatola chiusa per risparmiare due lire in bilancio. E con tutto il rispetto per quei 5, a cui (guarda cosa mi tocca dire…) io voglio bene lo stesso, perché hanno vestito la sacra maglia e incarnato i nostri sogni. E va già bene che abbiamo dato via Murillo Andreolli Santon Ansaldi Nagatomo Medel Melo Kondogbia Biabiany Eder (tutta gente che era in rosa nel pre-Sabatini, e che magari se fosse stato tutto in mano a Pierino sarebbe ancora tra i piedi). Non conto Jovetic Banega e Gabigol, che almeno erano o sono buoni giocatori o potenziali buoni, e nemmeno conto i giovani (alcuni ancora nostri).
    Poi però ci gonfiamo il petto perché opzioniamo un giovane 34enne per l’anno prossimo… Al di là di quanto spendi, bisogna spendere bene (cit. Michele69).

  14. mah cassano può dire quello che vuole…io non lo so ai tempi non c era lo scoperchiatore seriale però il dato di fatto rimane…si sono infortunati tutti con o senza l intrusione mentale degli scoiattoli.

  15. Io non scrivo molto in questo blog, ma leggo sempre e volentieri le opinioni di tutti…. Io ad esempio sono un estimatore di icardi , l’unico insieme ad skriniar da tenere assolutamente! Ritengo spalletti un discreto allenatore , ma dopo la partita col psv in casa per me possono mandarlo via quando vogliono…. Anche ausilio per me dovrebbe essere sostituito, ds appoggiato da stampa e tv, ma mediocre anche lui, mi ricordo quando aquistò m’vila e medel per la mediana …. Ci saranno stati pochi soldi, ma coon un pò di fantasia si poteva fare meglio !

  16. @Sandrex
    Anche De Boer è uno scoiattolino molto tenero

    @MaistatinB
    D’accordo in parte.
    Che si debba potare i rami secchi è sacrosanto. Che Gaglia e compagnia cantante debbano accasarsi altrove è sacrosanto. Io di quelli voglio bene solo a Ranocchia e Miranda, DD33 mi è indifferente, gli altri due mi fanno schifo. Ranocchia lo terrei tranquillamente, un quarto centrale che non gioca mai e non crea problemi per me va benissimo. Per Miranda è giunta l’ora (giugno).
    Tra i giocatori che hai definito buoni salvo solo Banega, che sarebbe ancora tra noi se non avessimo preso Joao Mario e ci avrebbe fatto ben più che comodo, mentre Jovetic è un giocatore buono solo le prime due giornate e Gabigol è un bidone di dimensioni colossali.
    Infine, Godin a ZERO non è spendere bene, è spendere benissimissimo.

  17. Tra Fabio e Giacomo non riesco a prendere una posizione.

    Sostanzialmente avete ragione entrambi. Se si continua con la media della stagione probabilmente centriamo l’obiettivo. Se si continua con la media dell’ultimo mese finiamo male male.

    Vedremo.

  18. Simone: questi sono scarsi davvero; non é che non vogliono non possono.

    non sono d’accordo. nonvogliono e possono fare di piu’. fenomeni no, ma di piu’ si.

  19. Melito:
    Tra Fabio e Giacomo non riesco a prendere una posizione.

    Sostanzialmente avete ragione entrambi. Se si continua con la media della stagione probabilmente centriamo l’obiettivo. Se si continua con la media dell’ultimo mese finiamo male male.

    Vedremo.

    anche perché mi sa che alla fine diciamo le stesse cose, partendo da due punti di vista diversi

  20. Melito: A dire il vero il sottoscritto quando vede uno spettacolo deprimente al teatro si alza e se ne va.

    esatto. ci si alza in silenzio e si va via, senza disturbare.
    ed e’ quello che dovrebbe fare la gente di sansiro.
    invece di stare a inveire a urlare a fischiare, nell’intervallo uscire in silenzio. finche’ son li’ il messaggio di qualche nostro giocatore (non tutti) e’: fischiate pure coglioni, tanto io sono qui a guadagnare un sacco di soldi e l’anno prossimo vado a farlo da un’altra parte. sapendo perfettamente che la proprieta’, in quanto cinese, lavora sui grandi numeri e quindi ha paura ancestrale di una sola cosa IL VUOTO, ecco appunto che lo stadio silenzioso e vuoto e’ quello che farebbe scattare le antenne, con stipendi sub judice.

  21. Fabio 1971: anche perché mi sa che alla fine diciamo le stesse cose, partendo da due punti di vista diversi

    Ma infatti stiamo dicendo le stesse cose su questo mese, solo che secondo me se vuoi analizzare la stagione non puoi parlare solo di gennaio, non è questo il nostro reale livello, come probabilmente non lo è nemmeno quello del mese dopo il Tottenham

    Per il futuro per me dipende dalle prossime due, il Tardini è sempre stato ostico e a Vienna se andiamo così fiacchi rischiamo davvero, ma la prima vittoria ci farà riprendere il cammino, anche se magari non sarà più così spedito

    L’Europa League, in questo caso, è una manna dal cielo: ci dà l’occasione di acquisire di nuovo energie mentali (fino a quando usciremo, in quel caso ci sarà la botta di delusione, e imho succederà ai quarti)

  22. Mattia: @Giacomo per le tue stesse ragioni prolisso, complottista, vatuttobenista anche io lo leggo meno. preferisco di gran lunga Vujen, i 7 punti indicati in queso post sono decisamente più sintetici e centrano meglio l’attuale situazione, compresa l’incazzatura che molti stiamo vivendo. ADV lo preferisco per le analisi tecniche, mi piacciano i video e gli screenshot delle varie situazioni di campo, anche perchè altro materiale in rete è difficile da trovare.

    A me sembra (non so se siete d’accordo) che ultimamente il Malpensante abbia ridotto la.percentuale di materiale tecnico-tattico di alto livello che offriva prima, e sia sempre più in modalità complottista e vatuttobenista (ottime definizioni, Mattia), quasi alla stregua dei tempi di #iostoconmancini.
    La prolissità pesa certamente sul giudizio. Però vorrei segnalare anche altri elementi, un pochetto disonesti, che magari nello sproloquio passano inosservati. Per giustificare la tensione e le gambe molli dell’altra sera, dice: “che vuoi, sono ragazzi di 20-25 anni”… Magari! A me non risulta, però, che avessimo in campo Zaniolo Pinamonti Emmers Valietti Bettella Vaheusden Lautaro e Gabigol…
    Vi ripropongo chi ha giocato contro il bologna:
    Handa 34 anni, a luglio 35 (ma ok è il portiere)
    Cedric 27
    Skriniar 23, settimana prossima sono 24
    De Vrij 27 oggi (ma tutti festeggiano solo il cumple di quello là)
    Dalbert 25
    Vecino 27
    Brozo 26
    Ninja 30 (tra tre mesi son 31)
    Candreva 31, a fine mese 32
    Icardi 25, tra un paio di settimane 26
    Perisic 30 appena compiuti

    La media è di quasi 28 anni, se togli Handa è di 27,1. Due giocatori hanno 25 anni e uno solo meno. Dove sono tutti sti giovanotti imberbi? Magari tra chi subentra dalla panca: e infatti ecco Lautaro (21, il più giovane della rosa, NON dimentichiamocelo e non pretendiamo che sa proprio lui a togliere sempre le castagne dal fuoco), ma anche Joao Mário, 26 appena fatti, e Frog (a breve 31). Ah beh, ma era squalificato il Politano (25 in effetti) e Keita è rotto (tra poco 24). Due under-25 che sono in prestito.. E in panca c’era Gajardo (24), wow. Sì, ma anche Miranda 34, Asamoah 30, dambroeus 30, per tacere del caro Abuelo (34 freschi freschi) e del buon Padelli (33, il futuro della porta è garantito).
    Ecco, vendere l’idea che abbiamo in campo dei giovani di belle speranze e che quindi i soliti maicuntent baüscia in tribuna non dovrebbero fischiare mai perché se no si sporcano le mutande, beh, è quantomeno tendenzioso. Mi chiedo da quanto tempo ADV non veda una partita allo stadio. Io purtroppo ci vado meno spesso di quello che vorrei, ma Brehme e altri abbonati confermeranno che, anni fa (diciamo pre-2006) il pubblico di San Siro era molto più severo di quanto non sia oggi.

  23. nuovo post!

  24. Giacomo: Ma infatti stiamo dicendo le stesse cose su questo mese, solo che secondo me se vuoi analizzare la stagione non puoi parlare solo di gennaio, non è questo il nostro reale livello, come probabilmente non lo è nemmeno quello del mese dopo il Tottenham

    Per il futuro per me dipende dalle prossime due, il Tardini è sempre stato ostico e a Vienna se andiamo così fiacchi rischiamo davvero, ma la prima vittoria ci farà riprendere il cammino, anche se magari non sarà più così spedito

    L’Europa League, in questo caso, è una manna dal cielo: ci dà l’occasione di acquisire di nuovo energie mentali (fino a quando usciremo, in quel caso ci sarà la botta di delusione, e imho succederà ai quarti)

    Sono d’accordo. E lo dice uno che tende a vedere il bicchiere sempre mezzo pieno (cit. IlBiagio)

    Ma l’andamento questa volta è davvero preoccupante. Uscire con questo senso di impotenza dall UCL e dalla CI, con due partite interpretate davvero male e l’involuzione di gioco delle ultime partite ci fanno ricadere in un profondo senso di vuoto più volte avvertito negli ultimi 8 anni.

    Lo scorso anno abbiamo invertito la tendenza, ergo ci sta rimanere fiduciosi. Ma serve svegliarsi al più presto.

  25. MaistatiinB: vatuttobenista

    è di @Giacomo non mia

    poi, secondo me fa molte meno analisi tecniche perchè di tecnico da un po’ di mesi a questa parte c’è ben poco da commentare ahimè. ADV secondo me il meglio lo ha dato con fabbricainter, poi non saprei perchè Nicoletti ha deciso di chiudere, forse troppa carne al fuoco, progetto troppo ambizioso e tante tante energie da metterci

  26. Anni fa, quando i calciatori facevano i lavativi, li si aspettava fuori e ci si faceva 4 chiacchiere per fargli capire l’antifona; poi vedevi alla partita dopo se qualcuno correva di più……chiaro se non lo erano non diventavano fenomeni ma almeno correvano. A me sembra che, i tifosi, invece, siano troppo passivi……

  27. Ed aggiungo che, dopo la partita schifosa col Bologna, quando sarebbe stato opprtuno il silenzio stampa, puntuale come un articolo inutile di Sconcerti é uscito il post del capitano a dirci in che modo si debba tifare…..mah…

  28. Approvo l’ultimo post di Simone e aggiungo anche (nonostante la stima per il calciatore) che andarsene a Madrid a vedere una partita che poteva benissimo seguire in tv, alla vigilia dell’incontro dentro o fuori della CL, non lo trovo professionale, specialmente da parte del capitano.

  29. Abbiamo dei centrocampisti che non sanno stoppare una palla, non facciamo mai un goal con un tiro da fuori, su calcio di punizione.