Bauscia presents…Buon Natale!

Iniziamo con delle doverose scuse -e non a caso il post è a firma mia, e non di tutti come al solito- per il disagio di questi giorni con i commenti offline: problemi personali ci hanno impedito di aggiornare il blog, con le conseguenze che avete visto tutti. Non c’è comunque -non c’è stata e non ci sarà- l’intenzione di smobilitare, ma anzi presto speriamo di rilanciare molte cose da queste parti, e speriamo soprattutto di esserne in grado per farvi passare qualche ora piacevole in compagnia nostra e dell’Inter.

E’ un anticipo del bilancio di fine anno insomma, con i buoni propositi per l’anno nuovo. Chiediamo quindi scusa a tutti per questi giorni di silenzio, e con le scuse vi mandiamo anche i nostri migliori e più cari auguri di un sereno e felicissimo Natale rigorosamente a tinte nerazzurre.

Insieme agli auguri a voi però, e prendendo spunto dalla fortunatissima Inter Presents, ci terremmo anche a recapitare dei Bauscia Presents non ai tifosi ma direttamente all’Inter: regali personalizzati e ben specifici, per far sì che la stagione prosegua nel migliore dei modi per tutti.

La lista dei Bauscia Presents verrà aggiornata di volta in volta sotto questo post e sui nostri canali Twitter e Facebook,

Condanne Juventus Opera Omnia

Il primo regalo non può che essere per il neo Presidente Steven Zhang: lo legga, lo studi attentamente e ne faccia tesoro. Per capire bene con chi è accettabile dialogare, e con chi proprio no.

 

MAROTTA

Il secondo regalo è per il nostro nuovo Amministratore Delegato per l’Area Sportiva, Marotta. Certi che saprà cogliere il messaggio, e allinearsi immediatamente a esigenze dalle quali la Storia dell’Inter non può prescindere.

 

wanda

Il terzo regalo è per il nostro Direttore Sportivo Pierino Ausilio: un calendario pensato su misura per lui, per ricordargli gli impegni, le priorità e quegli appuntamenti che proprio non si possono perdere. In fondo, i cinepanettoni sono ormai una tradizione.

 

VISORE_

Il quarto regalo è per il nostro portierone, l’immenso Samir: l’accessorio definitivo per perfezionare la sua già straordinaria tecnica di base, il completamento decisivo per arrivare anche lì dove il suo sguardo laser da solo non arriva.

 

sveja

Il quinto regalo è per il pezzo forte del mercato estivo, il Ninja Nainggolan, e gli è già stato recapitato nei giorni scorsi come dimostrato dagli allenamenti notturni in Sardegna: una sveglia di quelle belle potenti, in romano come piace a lui. Per prendersi l’Inter e dimostrare quello che vale sul campo, come dice lui e ci auguriamo tutti.

About Nk³

Il calcio è uno sport stupido, l'Inter è l'unico motivo per seguirlo. Fermamente convinto che mai nessun uomo abbia giocato a calcio come Ronaldo (ma anche Dalmat non scherzava). Vedovo di Ibrahimovic, ma con un Mourinho in panchina persino i Pandev e gli Sneijder possono sembrare campioni. Dategli un mojito e vi solleverà il mondo.

1.744 commenti

  1. Mattia:
    @Maigobb Zaniolo in campionato 7 partite dal 1° minuto e adesso rientra Pellegrini.
    poi gli auguro le migliori fortune e nel caso di riportarlo non dico a casa, perchè ha fatto 1 anno da noi, ma in rosa

    Aggiungo anche che sembra che la Roma voglia da subito De Pol……se succedesse Zaniolo rischierebbe di vedere il campo tanto quanto Pinamonti anno scorso.
    Ma ripeto, non glielo auguro e non lo valuto un cesso…….semplicemente mi sembra un buon giocatore da metà classifica di A o un buon rincalzo da quinta sesta squadra.
    Tutto qui.

  2. Tiziano:
    City Liverpool è divertente da vedere se non tifo nessuna delle due. Perche altrimenti ti incazzi come una bestia per la sequenza di errori nei 40 metri centrali che non ha fine. Ora capisco perché ancelotti conte e Ranieri hanno vinto il campionato.. Ah già, anche il Mancio. Basta un minimo di accortezza tattica ed a parità di squadre non c’è trippa per gatti

    Klopp in conferenza stampa ha dato la colpa alla concentrazione e al l’intensità del match. il problema è che gli allenatori italiani l’intensità l’abbassano apposta per fotterti al momento giusto e i gobbi sembrano giocare a 2 all’ora apposta perché sanno che poi la giocata arriva

  3. IlSire: E Mudingay???

    E Guarin ?

  4. Maigob: Aggiungo anche che sembra che la Roma voglia da subito De Pol……se succedesse Zaniolo rischierebbe di vedere il campo tanto quanto Pinamonti anno scorso.
    Ma ripeto, non glielo auguro e non lo valuto un cesso…….semplicemente mi sembra un buon giocatore da metà classifica di A o un buon rincalzo da quinta sesta squadra.
    Tutto qui.

    E fra l’altro anche De Paul è un fosso da scampare assolutamente
    Buona riserva ma anche basta di riempirci di buone riserve che da noi sono magicamente titolari

  5. da dove inizio? una cosa che qui non si vuole lasciare andare è il passato…chissa’ perché…il passato è passato, lasciamo il tempo che fu e i rimpianti per qualcuno o i ricordi che sono il passato…adesso, oggi alla ns proprietà dopo 3 anni gli si chiede doverosamente il salto di qualità importante, gli si chiede gli investimenti doverosi per l Inter che non signiflca svenarsi ma investire bene e pesantemente per ritornare competitivi…in po’ meno step by step un po’ più passo pesante.

  6. Tiziano:
    City Liverpool è divertente da vedere se non tifo nessuna delle due. Perche altrimenti ti incazzi come una bestia per la sequenza di errori nei 40 metri centrali che non ha fine. Ora capisco perché ancelotti conte e Ranieri hanno vinto il campionato.. Ah già, anche il Mancio. Basta un minimo di accortezza tattica ed a parità di squadre non c’è trippa per gatti

    pareggio del Liverpool a difesa schierata su un’apertura telefonata. mamma mia che difese

  7. certo mattia, con la ns difesa abbiamo preso un gol da coglioni con il psv….ma va bene tutto basta schifare in toto calcio e premier…che schifo City Liverpool…che meraviglia di giuoco empoli Inter.

  8. Per me gli errori di Suning (ET lo considero un un commissario che ha gestito in modo dignitoso una situazione di difficile approccio e definizione, con errori e perle ma direi da 6+ a 6 e 1/2) sono stati : non aver messo spalle al muro subito il Mancio e chiarito immediatamente la situazione, il che avrebbe evitato la parentesi FdB- Vecchii-Pioli-Vecchi. Neanche Zampa in acido. Ma questo lo addebito in piccola parte perché, novizi, si sono fidati della proprietà precedente, ET & il suo nume Massimo. Errore interamente di Suning, certamente dovuto al noviziato ma non per questo meno scusabile, Gabigol. Ammettendo che non ci si rimetta, hai bloccato un 35-40 milioni per 2 anni. Sarebbero serviti come il pane. Grosso errore fidarsi di una squalo come Kia. Ma l’hanno capito. Joao Mario invece non lo considero un errore, semplicemente non c’era l’allenatore giusto per inserirlo e trovargli un ruolo adatto. In più, visto che errori gliene addebito?, Rafinha e Cancelo li avrei tenuti molto volentieri. Pur NON considerando nessuno dei due un vero crack, ed essendo tuttora convinto di difetti mentali o fisici che li accompagneranno comunque per tutta la loro carriera, vedendo il progresso che avevano fatto nel orrido con noi credo che sarebbero stati utili, forse molto utili anche se nella partita decisiva a roma nessuno dei due ha brillato a differenza di caratteri forti come D’Ambrosio Vecino Mauro e Ivan. E per me, giammai marotta. Anche se probabilmente alla fine di questa stagione avranno avuto ragione loro. Per l’Inter sarebbe meglio. Ma comunque, con tutte queste riserve e disaccordi, mi rendo conto che il saldo di questi due anni è Nettamente positivo. E tralascio il capitolo allenatore perché avendo sempre apprezzato lo sviluppo del gioco delle squadre di LS non sarei stato obiettivo. A voi per un consuntivo, dopo 2 anni lo si può tentare

  9. pearl:
    certo mattia, con la ns difesa abbiamo preso un gol da coglioni con il psv….ma va bene tutto basta schifare in toto calcio e premier…che schifo City Liverpool…che meraviglia di giuoco empoli Inter.

    cosa c’entra la nostra difesa? stavo commentando un’altra partita in un’altra competizione. di certo se avessimo preso un gol del genere D’Ambrosio finiva sulla croce

  10. Periodo non orrido. T9 Orrico :)

  11. bellins: E Guarin ?

    E Pereira

    Comprato a 13 milioni dopo un tiramolla di mercato durato 3 mesi.
    Uno con 2 piedi che nemmeno se giochi con le pinne sbagli tanto.

  12. il 33 dell’ Inter è da tempi non sospetti non solo in croce ma proprio al rogo, impresentabile in qualsiasi competizione compresa la coppa del nonno…e di nuovo, ancora, oggetto di rinnovo…lui ogni caxxo di anno Icardi mercenario!!!

  13. Giacomo: E fra l’altro anche De Paul è un fosso da scampare assolutamente
    Buona riserva ma anche basta di riempirci di buone riserve che da noi sono magicamente titolari

    Quotoissimo.

  14. Maigob: Guarin

    e Schelotto? il levriero
    che se fosse per me gli avrei fatto fare la lepre

  15. Rilancio con un Ruben Botta…

  16. Pereira al porto diosanto e qui non me ne vogliano gli dei aveva fatto grande campionato e coppe…poi bisognerebbe anche analizzare chi ti allena e come ti considera…vedi j.mario.

  17. schelotto ci ha fatto vincere un derby.

  18. pearl:
    il 33 dell’ Inter è da tempi non sospetti non solo in croce ma proprio al rogo, impresentabile in qualsiasi competizione compresa la coppa del nonno…e di nuovo, ancora, oggetto di rinnovo…lui ogni caxxo di anno Icardi mercenario!!!

    sì, ma Danilo (era lui?) è stato pagato 30 milioni. io resto convinto che la Premier sia un campionato iperpompato a livello mediatico e finanziario, poi ad ognuno i suoi gusti

  19. pearl:
    schelotto ci ha fatto vincere un derby.

    e non ci credeva nemmeno lui infatti, eravamo in due che piangevamo increduli :-)

  20. pearl:
    schelotto ci ha fatto vincere un derby.

    Veramente 1-1

  21. no pareggiare, sorry, sto anche lavorando tra partita e altro, pareggiare il derby.

  22. IlSire:
    Rilancio con un Ruben Botta…

    Ruben Botta, il falco della pampa.
    quanti ricordi, quante emozioni..

  23. pearl:
    no pareggiare, sorry, sto anche lavorando tra partita e altro, pareggiare il derby.

    e allora cazzo piangevamo a fare?!? sono un empatico lo so

  24. Bene
    Prima di andare a letto per la rubrica “come eravamo” vi faccio leggere una formazione di gennaio 2013

    Inter: 1 Handanovic; 6 Silvestre, 23 Ranocchia, 40 Juan Jesus; 42 Jonathan (43′ st Mudingayi), 4 Zanetti, 24 Benassi (1′ st Cambiasso), 31 Pereira; 14 Guarin; 18 Rocchi (15′ st Palacio), 99 Cassano
    A disposizione: 27 Belec, 77 Di Gennaro, 17 Mariga, 21 Gargano, 26 Chivu, 33 Mbaye, 41 Duncan, 82 Bessa, 88 Livaja
    Allenatore: Andrea Stramaccioni

    Non c’entra un cazzo con quanto si è scritto prima.
    Ma adesso che l’ho copiata mi è pure venuto in mente che a gennaio 2013 avevamo appena venduto (regalato ) Cou al Liverpool per 12 milioni (quando per il cesso Pereira per esempio ne spendavamo 13. Col direttore che ancora oggi dice che Cou in quell’inter non poteva giocare.

    Aggiungo anche che in quella squadra per quella partita erano a riposo per scelta tecnica Nagatomo e Schelotto

    Scusate se è poco.

  25. Taider è già stato detto?

  26. con quella formazione se non sbaglìo più o meno abbiamo per primi ripassato lo cessum stadio….cosa che oggi con tasso, dicono, tecnico piu importante negli undicesimi non è successo…morale….la lascio a voi.

  27. pearl:
    con quella formazionese non sbaglìo più o meno abbiamo per primi ripassato lo cessum stadio….cosa che oggi con tasso, dicono, tecnicopiu importante negli undicesimi non è successo…morale….la lascio a voi.

    Samuel Zanetti Cambiasso e Milito, per il resto uguale uguale

  28. con tasso tecnico di una qual certa importanza…in Italia e giusto appena ieri sfangarla con il misero psv…
    oggi.

  29. Eravamo pieni di cessi, più di ora, ma quanto contava avere Zanetti, Cambiasso, Milito, Samuel? Avevamo bandiere e senatori. Avevamo un’identità, un blasone riconoscibile anche in campo.

    Il più grande errore di Thohir, dal mio punto di vista, è stato liberarsi di loro – in particolare Cambiasso – in nome dell’abbassamento del monte ingaggi. Perché non si è reso conto di quello che perdevamo – basti pensare al teatrino che abbiamo fatto per trovare un capitano decente, tra Guarin, Ranocchia e Icardi

  30. Giacomo:
    Eravamo pieni di cessi, più di ora, ma quanto contava avere Zanetti, Cambiasso, Milito, Samuel? Avevamo bandiere e senatori. Avevamo un’identità, un blasone riconoscibile anche in campo.

    Il più grande errore di Thohir, dal mio punto di vista, è stato liberarsi di loro – in particolare Cambiasso – in nome dell’abbassamento del monte ingaggi. Perché non si è reso conto di quello che perdevamo – basti pensare al teatrino che abbiamo fatto per trovare un capitano decente, tra Guarin, Ranocchia e Icardi

    e Palacio, unico giocatore degli anni seguenti in grado di stare nella rosa del Triplete. imho

  31. siamo tutti kouame!! notte.

  32. ora a mio avviso abbiamo una rosa così distribuita

    I° livello: Skriniar Brozovic Icardi
    II° livello: Handanovic, De Vrij, Nainggolan, Perisic, Vrsaljko
    III° livello: Miranda, Asamoah, Vecino, J. Mario, Valero, Keita, Politano

    capite quanta cazzo di strada e grana dobbiamo ancora fare?

    PS. su Martinez non mi esprimo, troppo giovane, ma penso potenzialmente dal II° livello a salire

  33. Giacomo: Il più grande errore di Thohir, dal mio punto di vista, è stato liberarsi di loro – in particolare Cambiasso – in nome dell’abbassamento del monte ingaggi.

    stai a vedere che adesso la fine di cambiasso è colpa di thoir, quando fu fischiato sonoramente dai bauscioni di sanSiro. in uno dei peggiori momenti della nostra storia.

  34. @Maigob.
    Quasi la fotocopia del goal preso dall’Inter contro gli Spurs a Londra. Allora Spalletti e tutti gli allenatori italiani???

  35. Cambiasso,come poi i fischi a Mauro,è stato giubilato dai gentleman della curva. Motta invece da Moratti in uno dei non rari suoi attacchi di coglionaggine. Mandando a puttane anche quell’annata. Per cui oggi,grazie ma rivoluzioni nella rosa o in panca (ancora peggio) anche no. Ok che ci sono dei confusi che invocano un progetto solido e duraturo e poi vorrebbero emulare Moratti dopo due partite non al massimo,ma un minimo di coerenza!

  36. Boia de’!
    Freccero ad alzo zero..!
    Domani ci sarà da ridere,dubito che i gobbi gliela lascino passare
    :)

  37. Tiziano:
    Cambiasso,come poi i fischi a Mauro,è stato giubilato dai gentleman della curva. Motta invece da Moratti in uno dei non rari suoi attacchi di coglionaggine. Mandando a puttane anche quell’annata. Per cui oggi,grazie ma rivoluzioni nella rosa o in panca (ancora peggio) anche no. Ok che ci sono dei confusi che invocano un progetto solido e duraturo e poi vorrebbero emulare Moratti dopo due partite non al massimo,ma un minimo di coerenza!

    Cambiasso fu fischiato da tutti i settori di uno stadio esasperato. gesto infame di sicuro, ma la curva non c’entra un cazzo.
    Motta se ne voleva andare, il procuratore aveva scassato il cazzo a più riprese e, il grande professionista, causò un rigore a dir poco criminoso in Coppa Italia contro il Napoli.
    se Moratti ha una responsabilità è quella che voleva smantellare, ma il professionismo altra cosa. mai rimpianto la cessione di Motta visti gli antefatti

  38. L’episodio dei fischi a Cambiasso onestamente non lo ricordavo. Ma dopo quell’episodio ci sono altri due anni di Cambiasso. E non mi par e che siano i fischi di uno stadio a far cessare rapporti di lavoro, altrimenti contro il Benevento giocheremmo a calcio a 5

  39. IlSire:
    Rilancio con un Ruben Botta…

    Rilancio con la comproprietà di Belfodil…
    E adesso vieni a vedermi se hai il coraggio :-)

  40. Vero Mattia. Ma una proprietà VERA prende il giocatore e il procuratore, ovviamente NON insieme ma lo stesso giorno alla stessa ora in due stanze separare e fa loro capire in modo fermo e irritato che LA STAGIONE LA FINISCI E BENE altrimenti stai in panca fino a giugno e allora COL CAZZO che il psg ti prende. Piccolo esempio, Nainggolan. Avete ricordanza di una cosa del genere successa in precedenza? Con giocatori di prima fascia, eh, che a dare i grossi coi ragazzini sono buoni tutti. Sneijder non è paragonabile perché in quel caso la ragione se uno va a ben guardare era dalla sua parte, vai a dire a qualunque autorità che lo hai messo fuori rosa perché non si vuole ridurre lo stipendio e senti come si sganasciano dalle risate. Maicon? Tutto ok. Adriano? Idem. Vieri? Ma figuriamoci. Devo continuare?
    La sola cosa finora che mi fa guardare non di mal’occhio ( eh eh ) marotta è che, se è lui che ha messo regole, o comunque che fa rispettare regole fino ad ora disattese, beh un piccolo + per me se l’è guadagnato. Forse ci vuole una merda per mettere in riga degli stronzi.
    Ma, sempre per me, ne deve accumulare di + per farmelo guardare di buon occhio.. (battuta voluta. No mercy. Per ora)

  41. Vox: Rilancio con la comproprietà di Belfodil…
    E adesso vieni a vedermi se hai il coraggio

    Azz……mi hai anticipato…………posso rilanciare con il “quasi” ingaggio di Carew?…….

  42. Pacific:
    @Maigob.
    Quasi la fotocopia del goal preso dall’Inter contro gli Spurs aLondra. Allora Spalletti e tutti gli allenatori italiani???

    Buongiorno

    Non mi è sembrato fotocopia.
    Detto ciò è innegabile che tatticamente gli italiani siano più bravi.
    Soprattutto se e quando affrontano squadre che sanno solo spingere infarcita di solo offensivi che fanno una sola fase.
    Queste ultime finiscono per spezzarsi in 2 tronconi …..da lì il guaio di subire talvolta imbarcare.
    Ma ieri sera si è visto di peggio
    Il terzino destro che si fa attirare al centro dove già co sono 3 dei suoi è errore da terza categoria.

  43. Simone: Azz……mi hai anticipato…………posso rilanciare con il “quasi” ingaggio di Carew?…….

    Di peggio, solo le ricorrenti voci di Messi all’Inter.

    Quando avevi quella rosa lì. E quella situazione finanziaria/FFP lì.

    Chissà come uscivano fuori…

  44. Marcelo come esterno destro di difesa, Milinkovic Savic e Modric per il centrocampo e mi sta bene anche Martial per l’attacco. Non cedere Scrigno ed Icardi. Poi altri …………..tra quelli che già ci sono……vuoi vedere che si sale di livello? Se si continua a pensare ai Barrella, Chiesa, Tonali e compagnia siamo sempre li; serve uno sforzo concreto per ritornare competitivo. Servono soldi é vero, ma é la legge del calcio attuale. Poi é vero che non sono soldi miei come scrive qualcuno….ma io sono un tifoso………………se decidi di acquistare l’ Inter chiaramente hai delle responsabilità economiche non indifferenti visto i milioni di appassionati che la seguono in ogni parte del mondo. Che a me, a dire il vero, dopo questi due anni non mi é chiara ancora una cosa e magari qualcuno mi sa rispondere; ma é Suning che serve all’ Inter o é l’ Inter che serve a Suning?

  45. Simone: Se si continua a pensare ai Barrella, Chiesa, Tonali e compagnia siamo sempre li; serve uno sforzo concreto per ritornare competitivo. Servono soldi é vero, ma é la legge del calcio attuale.

    Giusto

  46. Simone:
    Marcelo come esterno destro di difesa, Milinkovic Savic e Modric per il centrocampo e mi sta bene anche Martial per l’attacco. Non cedere Scrigno ed Icardi. Poi altri …………..tra quelli che già ci sono……vuoi vedere che si sale di livello? Se si continua a pensare ai Barrella, Chiesa, Tonali e compagnia siamo sempre li; serve uno sforzo concreto per ritornare competitivo. Servono soldi é vero, ma é la legge del calcio attuale. Poi é vero che non sono soldi miei come scrive qualcuno….ma io sono un tifoso………………se decidi di acquistare l’ Inter chiaramente hai delle responsabilità economiche non indifferenti visto i milioni di appassionati che la seguono in ogni parte del mondo. Che a me, a dire il vero, dopo questi due anni non mi é chiara ancora una cosa e magari qualcuno mi sa rispondere; ma é Suning che serve all’ Inter o é l’ Inter che serve a Suning?

    Boban “lancia una spada” (cit.) a favore di una revisione del ffp in modo da consentire a squadre come Inter e Milan dì rientrare nel giro europeo con organici all’altezza

    Anche all’UEFA mi sembra che stiano studiando la cosa.
    Spero solo che nel frattempo comminino le giuste penali al psg e a tutti i fenomeni che hanno fatto i furbi, anche per non passare noi come gli unici pirla che hanno osservato le regole

    Riguardo Inter-Suning penso che entrambi abbiano da guadagnarci. È finita l’epoca dei Moratti e del giocattolo di famiglia

    Non sono certo venuti qui per fare beneficenza
    C’è da sperare che si appassionino sempre di più
    Zhang jr mi pare sulla strada giusta da questo punto di vista

    Curiosità:
    Qualcuno sa a quanto ammonta l’ingaggio di Marotta?

  47. Barella e Tonali sembrano essere entrambi buoni, giusto puntare sui giovani.

    Poi logico che bisogna prendere campioni, ma a meno di occasioni proprio ghiotte a gennaio è proprio difficile. Raramente i calciatori top si spostano a gennaio.

    Se dovessi scegliere uno da pigliare, però, giocherei 60 milioni su Milinkovic-Savic.

  48. Simone: ma é Suning che serve all’ Inter o é l’ Inter che serve a Suning?

    Direi entrambe.

    L’Inter necessita di una proprietà in grado di valorizzare il Brand, specie in mercati dove Suning stessa ha un impatto prioritario. In questo modo si aumentano i fatturati. E in questo modo cresce conseguentemente il livello dei giocatori in rosa.

    Suning necessita di un Brand in grado di portargli ulteriore visibilità fuori dalle mura cinesi. Per non parlare dell’investimento. Se Inter valeva 300k e domani ne varrà 300k x 5, va da se che l’investimento ha fruttato.

    Ad oggi il valore brand e i fatturati crescono. Ne consegue che entrambi stanno traendo benefici.

    La parola d’ordine è: Pazienza. Tra qualche anno torneremo nell’elite che conta. Non è possibile affrettare i tempi. Esistono delle regole finanziarie e vanno rispettate. Chi dice il contrario non sa di cosa parla. Servino solo programmazione, professionalità e la fortuna di sbagliare il meno possibile.

  49. Edoardo: Giusto

    si, ma ho un dubbio

    servono GROSSI investimenti su campioni ecc ecc .. GROSSI.

    MA il nostro sistema calcio italiano può garantire un ritorno dell’investimento adeguato? Economico, intendo… può sopportare un certo livello di spesa?

    Ha davvero senso, acquistare tre calciatori da 100 ml più un paio da 60, per vincere? E se vinci, economicamente è ugualmente un bagno di sangue?

    Perché spendere, alla fine? Se tanto è un investimento in perdita?

    Nel senso, che spesso le motivazioni di certi acquisti risiedono in altro…

    Oppure sono fatte da appartenenti ad un sistema calcio economicamente molto, ma molto più ricco del nostro attuale (La Premier), anche nelle medie realtà.

    Quando risiedono in altro, ad es. il PSG, la sostenibilità dell’investimento esiste davvero? cosa sarebbe il PSG SENZA le sponsorizzazioni farlocche di stato? Interessa davvero, poi? A cosa serve il PSG agli arabi?

    Il City rischia l’esclusione dalle Coppe perché gli organi investigativi UEFA hanno – sembra – provato che certe sponsorizzazioni sono finte ed in pratica aiuti di stato.

    Se investi un miliardo in calciatori, è ovvio che lo fai in una ottica globale (che forse Suning potrebbe pure avere), ma ha davvero senso, dal punto di vista aziendale? Ce lo riprendi o no, quel miliardo, a medio termine?

    Se sei in Premier, probabilmente si, dati i fatturati e gli incassi complessivi, se sei in Serie A ho proprio paura di no…. Se lo fai per altri motivi, geopolitici, non ti interessa neppure.

    La vedo dura dura dura, per noi, e mi sa che i Barella, anche se non bastano, saranno la grossa maggioranza, con forse una ciliegina sulla torta ogni tanto, forse, ma su una torta fatta di Barella.

    Alla fine, persino il Bayern, per esigenze oculate di gestione, non strafa e non partecipa ad aste illogiche per giocatori “di moda” e non vuole spendere cifre folli e immotivate e si coltiva i migliori Barella in casa propria, inserendo la stella quando può e usandola per molti anni… non essendo costretta a vendere ed essendo piuttosto determinata far prevalere la volontà aziendale a chi, come Lewandowski, avrebbe voglia di andare al Real es… ma finisce per dichiarare “Lewandowski cuore Bayern Monaco: “Penso di chiudere qui la mia carriera”