Bauscia presents…Buon Natale!

Iniziamo con delle doverose scuse -e non a caso il post è a firma mia, e non di tutti come al solito- per il disagio di questi giorni con i commenti offline: problemi personali ci hanno impedito di aggiornare il blog, con le conseguenze che avete visto tutti. Non c’è comunque -non c’è stata e non ci sarà- l’intenzione di smobilitare, ma anzi presto speriamo di rilanciare molte cose da queste parti, e speriamo soprattutto di esserne in grado per farvi passare qualche ora piacevole in compagnia nostra e dell’Inter.

E’ un anticipo del bilancio di fine anno insomma, con i buoni propositi per l’anno nuovo. Chiediamo quindi scusa a tutti per questi giorni di silenzio, e con le scuse vi mandiamo anche i nostri migliori e più cari auguri di un sereno e felicissimo Natale rigorosamente a tinte nerazzurre.

Insieme agli auguri a voi però, e prendendo spunto dalla fortunatissima Inter Presents, ci terremmo anche a recapitare dei Bauscia Presents non ai tifosi ma direttamente all’Inter: regali personalizzati e ben specifici, per far sì che la stagione prosegua nel migliore dei modi per tutti.

La lista dei Bauscia Presents verrà aggiornata di volta in volta sotto questo post e sui nostri canali Twitter e Facebook,

Condanne Juventus Opera Omnia

Il primo regalo non può che essere per il neo Presidente Steven Zhang: lo legga, lo studi attentamente e ne faccia tesoro. Per capire bene con chi è accettabile dialogare, e con chi proprio no.

 

MAROTTA

Il secondo regalo è per il nostro nuovo Amministratore Delegato per l’Area Sportiva, Marotta. Certi che saprà cogliere il messaggio, e allinearsi immediatamente a esigenze dalle quali la Storia dell’Inter non può prescindere.

 

wanda

Il terzo regalo è per il nostro Direttore Sportivo Pierino Ausilio: un calendario pensato su misura per lui, per ricordargli gli impegni, le priorità e quegli appuntamenti che proprio non si possono perdere. In fondo, i cinepanettoni sono ormai una tradizione.

 

VISORE_

Il quarto regalo è per il nostro portierone, l’immenso Samir: l’accessorio definitivo per perfezionare la sua già straordinaria tecnica di base, il completamento decisivo per arrivare anche lì dove il suo sguardo laser da solo non arriva.

 

sveja

Il quinto regalo è per il pezzo forte del mercato estivo, il Ninja Nainggolan, e gli è già stato recapitato nei giorni scorsi come dimostrato dagli allenamenti notturni in Sardegna: una sveglia di quelle belle potenti, in romano come piace a lui. Per prendersi l’Inter e dimostrare quello che vale sul campo, come dice lui e ci auguriamo tutti.

About Nk³

Il calcio è uno sport stupido, l'Inter è l'unico motivo per seguirlo. Fermamente convinto che mai nessun uomo abbia giocato a calcio come Ronaldo (ma anche Dalmat non scherzava). Vedovo di Ibrahimovic, ma con un Mourinho in panchina persino i Pandev e gli Sneijder possono sembrare campioni. Dategli un mojito e vi solleverà il mondo.

1.744 commenti

  1. Vox: Se fanno il triplette vorranno stabilire il record del secondo triplette consecutivo

    pure questo è vero………

  2. Vox: Se fanno il triplette vorranno stabilire il record del secondo triplette consecutivo

    Facessero….vorrebbero…

  3. Simone:
    Sondaggio di fine anno.
    Capitolo riscatti.
    Premesso che che, per quanto mi riguarda, Vrsaliko può tranquillamente tornare al mittente visto che non sposta niente rispetto a D’Ambrosio (ed ho detto tutto….) vi faccio il seguente quesito:
    avendo la possibilità di riscattarne solo uno chi scegliereste fra Politano e Keita?
    A voi

    Vrsaliko è molto più forte di D’Ambrosio e non è vero che non sposta. Lo riscatterei tranquillamente se solo fosse più integro, in questo momento ha un grosso punto interrogativo.

    Keita è molto più forte di Politano, come base, imho.
    Se Keita trova la condizione per me 30 li vale tutti. Ha i numeri e anche giocando poco è quello che ha segnato di più dopo Icardi, 4 gol.

    Politano non mi convince, deve crescere e molto. 27 milioni non si danno via a cuor leggero. Politano anche ieri non ne ha azzeccata una, passa quando deve tirare e tira quando deve passare, per trovare un cross fatto bene bisogna cercare col lumicino. E’ importante per la squadra perché con l’assenza di Nainggolan era praticamente il regista offensivo, e questo spiega in parte la nostra sterilità.

  4. Politano é il miglior acquisto fatto quest’anno, col napoli ed in altre partite é stato decisivo, poi puó avere una partita in cui non brilla anche perché sará stanco, comunque quando esce lo senti.

  5. Simone:
    Sondaggio di fine anno.
    Capitolo riscatti.
    Premesso che che, per quanto mi riguarda, Vrsaliko può tranquillamente tornare al mittente visto che non sposta niente rispetto a D’Ambrosio (ed ho detto tutto….) vi faccio il seguente quesito:
    avendo la possibilità di riscattarne solo uno chi scegliereste fra Politano e Keita?
    A voi

    Keita 23 anni 126 partite in Seria A 30 gol
    Politano 25 anni 115 partite in Serie A 22 gol

    in generale valuterei il potenziale di crescita, la duttilità e aspetterei a fine campionato.
    al momento non saprei decidere, spero di tenere entrambi

    Vrsaljko è buono, 2 finali CL e una del Mondiale negli ultimi 4 anni parlano per lui. solo che non regge 2 partite a settimana, altrimenti col cazzo che il Cholo lo dava via.
    per me è un no, non possiamo permettercelo, vale il discorso di Rafinha. noi abbiamo bisogno di titolari da 50 partite a stagione

  6. Suzie Q:
    Politano é il miglior acquisto fatto quest’anno, col napoli ed in altre partite é stato decisivo, poi puó avere una partita in cui non brilla anche perché sará stanco, comunque quando esce lo senti.

    Non sono d’accordo.
    La palma del miglior acquisto se la contendono Nainggolan e De Vrij.

    Politano decisivo quasi mai. 2 gol e mi pare 1 assist. Contro il Napoli ha fatto pietà tutta la partita e l’unica nota positiva è stato far ammonire Koulibaly, che poi ha sbroccato. E’ lezioso e inconcludente, sbaglia spesso l’ultimo passaggio. Io ci vedo un buon potenziale, ma deve imparare come si gioca a calcio.

  7. abbiamo più soldi in panchina che nei titolari come investimento iniziale, qualcuno faccia presente questa cosa ad Ausilio

  8. Giacomo: Non sono d’accordo.
    La palma del miglior acquisto se la contendono Nainggolan e De Vrij.

    Politano decisivo quasi mai. 2 gol e mi pare 1 assist. Contro il Napoli ha fatto pietà tutta la partita e l’unica nota positiva è stato far ammonire Koulibaly, che poi ha sbroccato. E’ lezioso e inconcludente, sbaglia spesso l’ultimo passaggio. Io ci vedo un buon potenziale, ma deve imparare come si gioca a calcio.

    ha caratteristiche che nessuno ha in rosa, è complementare al nostro attuale parco attaccanti. aspetterei a bocciarlo.
    ha anche dimostrato di saper reggere il salto e questa non è poca cosa.
    è italiano, non che me ne fotta particolarmente, ma almeno non fa trasferte transoceaniche, ammesso che resti nella rosa della nazionale. gode di buona stampa

  9. Sandrex:
    Vi riempite la bocca sulle tensioni attorno al mondo del calcio e poi sparate a palla quotidianamente su campionati falsati,decisioni prese dall’alto che indirizzano le stagioni a priori. Ogni azione avversaria è sintomo di ruberie e tutti si accaniscano contro di noi.
    Proprio discorsi che non fomentano, già.

    Vi chi?

  10. Suzie Q:
    Politano é il miglior acquisto fatto quest’anno, col napoli ed in altre partite é stato decisivo, poi puó avere una partita in cui non brilla anche perché sará stanco, comunque quando esce lo senti.

    politano è l’unico che prova (e talvolta ci riesce) a saltare l’uomo. vedi giallo di koulibaly. e fu l’unico a farlo a qualcuno del barca.

  11. modd: Vi chi?

    il campionato, quello senza la giuve, non è falsato. quell’altro, quello con la giuve, è falsato. vedi inter-giuve l’anno scorso o giuve-samp al 90°

  12. Giacomo: Non sono d’accordo.
    La palma del miglior acquisto se la contendono Nainggolan e De Vrij.

    Politano decisivo quasi mai. 2 gol e mi pare 1 assist. Contro il Napoli ha fatto pietà tutta la partita e l’unica nota positiva è stato far ammonire Koulibaly, che poi ha sbroccato. E’ lezioso e inconcludente, sbaglia spesso l’ultimo passaggio. Io ci vedo un buon potenziale, ma deve imparare come si gioca a calcio.

    Keita è più giovane e talentuoso e anche in passato alla Lazio è stato uomo mercato. Politano è il brevilineo molto veloce che ci mancava ma forse ha meno talento in prospettiva ed è un giocatore che tutto sommato non ha voluto veramente nessuno tranne noi. Io non riscatterei il fragile e normale Vrsaljko e farei la questua che ancora reclama Pierino vendendo Perisic e il flop Nainggolan, così potremmo tenere i primi due e cercare un centrocampista con meno di 31 anni e i piedi buoni per il salto di qualità. Mancherebbe ancora il portiere e almeno un terzino ma in tal caso occorre che i cinesi versino l’obolo.

  13. politano è il migliore per ora,chi dice ilcontrario cambi sport che nn capisce unamazza. salta l uomo,crea superiorità,ha piede e visione di gioco. keita non mi fa’ impazzire ma è giovane. chi ha cannato per ora è naingolaan ,vrsaliko poca roba .

  14. intersempre:
    Se provate ad andare sul sito ufficiale della curva Nord interista (http://www.curvanordmilano.net), che per il resto è oscurato non so se per scelta dei suoi amministratori o per disposizione della Pubblica (In)sicurezza, ci troverete una foto del morto, sotto la quale campeggia la scritta: “CIAO FRATELLO”‘

    Ma fratello di chi???

    Dei suoi sodali che organizzano agguati con mazze, spranghe e roncole???

    E’ ora che questi cancri vengano estirpati.

    Anche (ovviamente non solo) con la collaborazione delle società calcistiche, le quali – quando addirittura non sono conniventi – quasi sempre tollerano il fenomeno di questi farabutti con atteggiamenti omertosi.

    Aspetta a fare processi sommari. Noi tifosi normali non possiamo comprendere il modo do vivere di un ultra. Ieri, per esempio, da Messina a Chioggia, da Osimo a Piacenza, da Roma a Parma i ed in tutte le curve d Italia, sono stati esposti striscioni Dede vive e cose così. Per loro, per il loro essere, l altra sera è morto un guerriero. È non è nemmeno vero che fosse 1 delinquente. Padre d famigllia, impegnato nel sociale. Capo ultras. A meno che non si consideri che avere daspo ti trasformi in delinquente.
    Credo c siano stati 3 film che possano spiegare quello che loro si sentono. 2 della fine anni 70 (I guerrieri della notte e The Wanderers) che parlano del controllo della città da parte delle bande giovanili. È credo sia questa la prima motovazione. Il controllo del territorio. Il fatto che tu napoletano sei quello che arrivi a Milano e devi portare rispetto. Perché Milano è il mio territorio. Difficile da capire per noi ma le curve ragionano così (a prescindere dal fatto che uno so a delinquente o no).
    L altro film è Fight Club. Con Pitt e Norton. Gente normalissima, impiegati, medici ecc. che ogni tanto la sera si ritrovano x pestarsi a sangue. E questo è quello che è successo. Era un appuntamento x menarsi. Di brutto. Comprensibile? Per me no. Ma io non sono 1 ultrà. Per le centinaia d migliaia d ultras europei (allargò all’ Europa considerando che c eran o anche quelli d Nizza) quel fatto è assolutamente normale. Compreso i napoletani che infatti non hanno fiatato ed eran o in lutto.

  15. Brehme: Keita è più giovane e talentuoso e anche in passato alla Lazio è stato uomo mercato. Politano è il brevilineo molto veloce che ci mancava ma forse ha meno talento in prospettiva ed è un giocatore che tutto sommato non ha voluto veramente nessuno tranne noi. Io non riscatterei il fragile e normale Vrsaljko e farei la questua che ancora reclama Pierino vendendoPerisic e il flop Nainggolan, così potremmo tenere i primi due e cercare un centrocampista con meno di 31 anni e i piedi buoni per il salto di qualità. Mancherebbe ancora il portiere e almeno un terzino ma in tal caso occorre che i cinesi versino l’obolo.

    Il tutto per arrivare secondo? Perché per me se vuoi competere servono almeno 3 cc da 50/60 l uno. Più un terzino dx alla Maicon . Così te la giochi x il primo posto. Altrimenti a Natale sarai sempre a 15 punti dalla prima.

  16. Mercato 2018 6 mesi dopo.

    De Vrj ottimo
    Asamoah discreto
    Lautaro. In prospettiva più che buono

    Veniamo ai riscatti:

    Versaliko. Buono ma non regge 2 partite di fila.
    Da riscattare…..ma: accettano metà riscatto???

    Politano. Buono ma non è un esterno. Il mister lo impiega esterno. O il.mister cambia assetto o Politano tra un anno rischi di averlo o spremuto vicino al bollito ….oppure prevedibilissimo quindi inoffensivo.

    Keita. Buono ma non è un esterno. Ancora più punta di Politano ha senso solo se il mister cambia modulo oppure lui accetta di essere il primo subentrante davanti.
    A differenza di Politano non corri il rischio che scoppi…….tanto non rientra mai e se lo fa…..passeggia…….

    Morale: abbiamo 3 buoni giocatori davanti che però ognuno dei 3 non trova collocazione tattica da inizio partita nel modulo di LS a meno che non si snaturino…….e questo sacrificarsi però li rende un po’ inoffensivi.

    Se LS non passa all e 2 punte e se LS resta in sella ad agosto io non riscatterei ne Politano ne Keita……visto che torna a casa ancge Karamoh….

    Cercherei 2 veri esterni offensivi che in aggiunta a Lautaro e Icardi (punte centrali) completino il roster con Karamoh e Perisic (se resta).

    Queste le mie impressioni dopo 6 mesi.

  17. Michele69: Aspetta a fare processi sommari. Noi tifosi normali non possiamo comprendere il modo do vivere di un ultra. Ieri, per esempio, da Messina a Chioggia, da Osimo a Piacenza, da Roma a Parma i ed in tutte le curve d Italia, sono stati esposti striscioni Dede vive e cose così.Per loro, per il loro essere, l altra sera è morto un guerriero.È non è nemmeno vero che fosse 1 delinquente. Padre d famigllia, impegnato nel sociale.Capo ultras.A meno che non si consideri che avere daspo ti trasformi in delinquente.
    Credo c siano stati 3 film che possano spiegare quello che loro si sentono. 2 della fine anni 70 (I guerrieri della notte e The Wanderers) che parlano del controllo della città da parte delle bande giovanili.È credo sia questa la prima motovazione.Il controllo del territorio.Il fatto che tu napoletano sei quello che arrivi a Milano e devi portare rispetto. Perché Milano è il mio territorio.Difficile da capire per noi ma le curve ragionano così (a prescindere dal fatto che uno so a delinquente o no).
    L altro film è Fight Club.Con Pitt e Norton. Gente normalissima, impiegati, medici ecc.che ogni tanto la sera si ritrovano x pestarsi a sangue.E questo è quello che è successo. Era un appuntamento x menarsi.Di brutto. Comprensibile? Per me no. Ma io non sono 1 ultrà.Per le centinaia d migliaia d ultras europei (allargò all’ Europa considerando che c eran o anche quelli d Nizza) quel fatto è assolutamente normale. Compreso i napoletani che infatti non hanno fiatato ed eran o in lutto.

    +1

    io non capisco quelle posizioni, ma almeno non le giudico da un anestetizzato divano, al limite le combatto
    mi spiace solo per i figli, loro non c’entravano davvero un cazzo

  18. Sandrex:

    Vi riempite la bocca sulle tensioni attorno al mondo del calcio e poi sparate a palla quotidianamente su campionati falsati,decisioni prese dall’alto che indirizzano le stagioni a priori. Ogni azione avversaria è sintomo di ruberie e tutti si accaniscano contro di noi.
    Proprio discorsi che non fomentano, già.

    Questa però non sta in piedi.
    Che i discorsi in merito siano fondati o siano frutto di una sorte di sindrome da accerchiamento è un dubbio lecito che ci si può anche porre.

    Ma dire che certe perplessità più o meno complottistiche, non discuto, non debbano essere sollevate per non fomentare quattro idioti che si menano a prescindere da qualsiasi motivo legato al campo di calcio…
    beh… non ha proprio senso.

    Che poi, ricordo bene le censure alla dietrologia delle vittorie gobbe ai tempi di Moggi.

    Ci sono volute una quarantina di sentenze di soccombenza sul punto, per convincere buona parte degli interisti
    Mica tutti.

    Per i restanti, a quanto pare, ne servono un’altra cinquantina

  19. Mattia: +1

    io non capisco quelle posizioni, ma almeno non le giudico da un anestetizzato divano, al limite le combatto
    mi spiace solo per i figli, loro non c’entravano davvero un cazzo

    A proposito dei figli. Gli ultras si prenderanno cura dei loro studi. Gesto davvero delinqienziale.

  20. Michele69: A proposito dei figli.Gli ultras si prenderanno cura deiloro studi.Gesto davvero delinqienziale.

    avrei preferito avessero un padre più ragionevole, nel senso che usasse maggiormente la ragione.
    ma ribadisco, è un mondo che non capisco. la violenza fa parte di questa società, a mio modo di vedere il mondo ultras è solo la cartina tornasole

  21. Michele69: Aspetta a fare processi sommari. Noi tifosi normali non possiamo comprendere il modo do vivere di un ultra. Ieri, per esempio, da Messina a Chioggia, da Osimo a Piacenza, da Roma a Parma i ed in tutte le curve d Italia, sono stati esposti striscioni Dede vive e cose così.Per loro, per il loro essere, l altra sera è morto un guerriero.È non è nemmeno vero che fosse 1 delinquente. Padre d famigllia, impegnato nel sociale.Capo ultras.A meno che non si consideri che avere daspo ti trasformi in delinquente.
    Credo c siano stati 3 film che possano spiegare quello che loro si sentono. 2 della fine anni 70 (I guerrieri della notte e The Wanderers) che parlano del controllo della città da parte delle bande giovanili.È credo sia questa la prima motovazione.Il controllo del territorio.Il fatto che tu napoletano sei quello che arrivi a Milano e devi portare rispetto. Perché Milano è il mio territorio.Difficile da capire per noi ma le curve ragionano così (a prescindere dal fatto che uno so a delinquente o no).
    L altro film è Fight Club.Con Pitt e Norton. Gente normalissima, impiegati, medici ecc.che ogni tanto la sera si ritrovano x pestarsi a sangue.E questo è quello che è successo. Era un appuntamento x menarsi.Di brutto. Comprensibile? Per me no. Ma io non sono 1 ultrà.Per le centinaia d migliaia d ultras europei (allargò all’ Europa considerando che c eran o anche quelli d Nizza) quel fatto è assolutamente normale. Compreso i napoletani che infatti non hanno fiatato ed eran o in lutto.

    Se fanno quelle cose sono probabilmente dei delinquenti
    (l’avverbio dubitativo è mero ossequio alla presunzione di innocenza)

    sicuramente dei trogloditi.

    Una rissa alle 19 di sera in una via pubblica, turba l’ordine pubblico, rischia di coinvolgere della gente che passa lì per caso, ivi compresi bambini, anziani, donne…
    soggetti che girano armati di oggetti contundenti o armi bianche
    che provocano lesioni al prossimo
    per tacere di potenziali interruzioni di pubblico servizio

    (si pensi ad un’ambulanza costretta a fare il giro e perdere tempo perché di lì non ci si può passare).

    E, in subordine, perdonate se guardo al mio orticello e penso che mi hanno rovinato una vittoria dell’Inter e fatto perdere partite (dunque, soldi) dell’abbonamento.

    Perciò no, non è il daspo in sé, è tutto il resto.

    Se vogliono ammazzarsi lo facessero in luoghi privati e senza la sciarpa della mia squadra al collo.

  22. Maigob:
    Mercato 2018 6 mesi dopo.

    De Vrj ottimo
    Asamoahdiscreto
    Lautaro. In prospettiva più che buono

    Veniamo ai riscatti:

    Versaliko. Buono ma non regge 2 partite di fila.
    Da riscattare…..ma: accettano metà riscatto???

    Politano. Buono ma non è un esterno. Il mister lo impiega esterno. O il.mister cambia assetto o Politano tra un anno rischi di averlo o spremuto vicino al bollito ….oppure prevedibilissimo quindi inoffensivo.

    Keita. Buono ma non è un esterno. Ancora più punta di Politano ha senso solo se il mister cambia modulo oppure lui accetta di essere il primo subentrante davanti.
    A differenza di Politano non corri il rischio che scoppi…….tanto non rientra mai e se lo fa…..passeggia…….

    Morale: abbiamo 3 buoni giocatori davanti che però ognuno dei 3 non trova collocazione tattica da inizio partita nel modulo di LS a meno che non si snaturino…….e questo sacrificarsi però li rende un po’ inoffensivi.

    Se LS non passa all e 2 punte e se LS resta in sella ad agosto io non riscatterei ne Politano ne Keita……visto che torna a casa ancge Karamoh….

    Cercherei 2 veri esterni offensivi che in aggiunta a Lautaro e Icardi (punte centrali) completino il roster con Karamoh e Perisic (se resta).

    Queste le mie impressioni dopo 6 mesi.

    Corretto, cambiare allenatore e scegliere il meglio dell’ultimo Calciomercato. Effettivamente con Karamoh abbiamo due esterni che non coprono tutta la fascia e che sono più punte. Keita potrebbe sostituire Perisic a sinistra con un terzino decente di ruolo in sostegno.

  23. Sui nuovi DeVrji è un titolare fisso. Asa a zero comunque un buon colpo. Politano ti soariglia gli assetti avversari perché è l’unico che ti crea superiorità. Ma con quei compiti può fare 1 match a settimana sennò paga dazio. Keita ti dà l’impressione di essere, alternativamente, un grande o un grande vagabondo. Vrsalijko in metà partite ha fatto gli stessi assist del nuovo Roberto Carlos, ahahahaah, il nuovo Roberto Carlos uno che in un anno in Italia ha fatto 1 gollonzo!, e che è stato brutalizzato proprio da Politano! Nainggolan finora da 5,5 perché deve rendere minimo il doppio, nonostante abbia più reti ed assist (quello di ieri a Mauro è stato un bijoux, cazzo) con metà partite di quel Vidal che diversi volevano al suo posto, con stipendio doppio, che gioca nel Barcellona dove segnerebbe chiunque.
    Da riscattare ad oggi Politano, Keita a 25-30 a seconda arrivi o no a 10 gol, Vrsalijko rinnovo del prestito per capire se è un post mondiale o se è un altro Rafinha. Se l’Atletico accetta bene, se no torna a Madrid.
    Secondo me ovviamente

  24. @estecambiasso

    quanta gente si mette la mia sciarpa al collo senza rappresentarmi? tutti i militari italiani ad esempio
    la delinquenza è un concetto relativo, abbiamo delinquenti perfettamente a norma di legge
    il pubblico servizio dovremmo un po’ capire cosa è. da quando hanno fatto l’alta velocità fra Milano e Bologna, il mio pubblico servizio ha un ritardo di almeno 20 minuti

    per il resto completamente d’accordo

    e faccio volutamente il bastiancontrario, giusto per sollevare un po’ di confronto

  25. Secondo me sia Politano che Keita sono esterni. Purissimi. Keita è un po’ più atipico, forse, è decisamente più offensivo e ha più istinto del gol, ma quando provato prima punta ha fatto male.

    Ma sarà che io non condivido la vostra ossessione per le 2 punte, e nemmeno la capisco, a dire la verità.

    Comunque tra i due per me quello forte è Keita. Politano può crescere, e sicuramente non lo boccio, ma io in quella posizione vorrei altro.

  26. i militari italiani??? ma rob de matt!!! meglio conversare di calcio…le esternazioni di ausilio confermano che lui fa il mercato e l altro boh?? per ora porta solo tanta sfiga.

  27. Secondo me quello che l’ultras deceduto a fatto ai propri figli è imperdonabile

    Altro che morte di un guerriero che difende il territorio

    Gli ha potenzialmente rovinato la vita

    Sei single, orfano (così non soffrono neanche i genitori) e allora per me puoi fare anche paracadutismo senza paracadute.

    Ma dal momento che metti al mondo dei figli (e già ci sarebbe da discutere del dolore causato alla moglie) ogni altra parola che non sia responsabilità viene dopo

    Responsabilità
    Responsabilità

    Non esiste altro, non puoi rischiare la vita giocando alla guerra ultrà se hai messo al mondo dei figli

    Mi chiedo sempre di piu perché in questa società tutti scappino dalla responsabilità

    Se giudicate tutta la questione in questa ottica, tanti discorsi neppure possono iniziare

    Altro che diversa logica degli ultras, magari pure da non condividere, ma rispettare

    Ed inoltre il discorso va esteso pure alla pietà per i figli di quei disgraziatissimi che hanno pure loro partecipato all’assalto

    Altre vite, di figli, rovinate, per le conseguenze penali delle azioni dei padri (padri… non esageriamo)

  28. sì @Fabio1971 quella per me la colpa più grave.
    sei un padre, non più un ultras. prima erano solo cazzi tuoi e del tuo modo di percepire la società, dopo no. 2 orfani e probabilmente una moglie nella merda, ogni motivazione individuale viene dopo

  29. Maigob:
    Mercato 2018 6 mesi dopo.

    De Vrj ottimo
    Asamoahdiscreto
    Lautaro. In prospettiva più che buono

    Veniamo ai riscatti:

    Versaliko. Buono ma non regge 2 partite di fila.
    Da riscattare…..ma: accettano metà riscatto???

    Politano. Buono ma non è un esterno. Il mister lo impiega esterno. O il.mister cambia assetto o Politano tra un anno rischi di averlo o spremuto vicino al bollito ….oppure prevedibilissimo quindi inoffensivo.

    Keita. Buono ma non è un esterno. Ancora più punta di Politano ha senso solo se il mister cambia modulo oppure lui accetta di essere il primo subentrante davanti.
    A differenza di Politano non corri il rischio che scoppi…….tanto non rientra mai e se lo fa…..passeggia…….

    Morale: abbiamo 3 buoni giocatori davanti che però ognuno dei 3 non trova collocazione tattica da inizio partita nel modulo di LS a meno che non si snaturino…….e questo sacrificarsi però li rende un po’ inoffensivi.

    Se LS non passa all e 2 punte e se LS resta in sella ad agosto io non riscatterei ne Politano ne Keita……visto che torna a casa ancge Karamoh….

    Cercherei 2 veri esterni offensivi che in aggiunta a Lautaro e Icardi (punte centrali) completino il roster con Karamoh e Perisic (se resta).

    Queste le mie impressioni dopo 6 mesi.

    devrji = titolare fisso
    asamoah = da tenere
    lautaro = da tenere
    vrsaliko = da rivedere, più no che si
    politano = da tenere
    keyta = da rivedere, più no che, dato karamoh
    perisic = da vendere finche’ si prende qualcosa
    karamoh = da tenere
    candreva = da vendere
    ranocchia = da vendere o tenere è indifferente
    miranda = da vendere
    nainggo = se chiede scusa da tenere, se no via
    spalletti = se viene un super top via, se no resta

  30. Giacomo:
    Secondo me sia Politano che Keita sono esterni. Purissimi. Keita è un po’ più atipico, forse, è decisamente più offensivo e ha più istinto del gol, ma quando provato prima punta ha fatto male.

    Ma sarà che io non condivido la vostra ossessione per le 2 punte, e nemmeno la capisco, a dire la verità.

    Comunque tra i due per me quello forte è Keita. Politano può crescere, e sicuramente non lo boccio, ma io in quella posizione vorrei altro.

    Io non ho l’ossessione per le 2 punte.
    Io avrei la ossessione di vedere i giocatori nei propri ruoli più consoni.
    Riguardo i nostri io non li vedo esterni puri.
    Soprattutto non li vedo freschi e pericolosi dentro l’area dopo che gli si chiede di fare km in fascia.
    Politano sta dando il 100% …..ma al momento del cross, dell’assist o del tiro spesso arriva con zero lucidità
    Con le squadre deboli (in serie A sono almeno 25 partite) io giocherei sempre con 2 punte.
    Tanto più che i ns 4 li vedo più adatti.
    Tutto qui.

  31. D’accordo con Maigob, i nostri esterni sono di nascita, sia Politano che keita, delle seconde punte, che hanno sempre giocato così. Con spalletti il ruolo non lo possono fare nella maniera corretta, per cui o teniamo spally o keita – Politano è gia sicuro imho. Spalletti gioca con esterni che rientrano tantissimo, da cui il suo amore per perisic anche fuori forma, che comunque ci terremo perché 40 pali ormai non ce li da nessuno post mou al MU.

  32. L’agente di Keita lo disse subito che non era un esterno, era persino perplesso. Questo subito dopo la firma.

    Forse, ma sbaglio, discorso analogo per Politano.

    Il punto è che per come usa gli esterni d’attacco Spalletti in questo modulo, più che i piedi super servirebbero 4 polmoni.

    Chiunque non sia Superman alla decima azione di seguito a tutta fascia perde lucidità in attacco.

    Infatti sia Perisic che Politano spesso arrivano ad essere in apnea nel momento clou.

    Letteralmente con le mani sulle gambe piegati s rifiatare.

    Il nostro modulo ed il modo nostro di interpretarlo secondo me è fisicamente dispendiosissimo.

    Si dice che Politano si stia “candrevizzando”

    Però magari io ricordo che Candreva era diverso prima di fare un anno con noi.

    Magari il lavoro richiesto da Spalletti agli esterni finisce con il “candrevizzarli”

    In nome del fantomatico equilibrio, secondo me finisci per avere un centrocampista (Brozovic) e due esterni teoricamente d’attacco che vanno letteralmente ai matti, dallo sforzo che devono sostenere…

  33. mattia:
    sì @Fabio1971 quella per me la colpa più grave.
    sei un padre, non più un ultras. prima erano solo cazzi tuoi e del tuo modo di percepire la società, dopo no. 2 orfani e probabilmente una moglie nella merda, ogni motivazione individuale viene dopo

    Voglio essere cinico, forse i suoi figli crescono meglio senza l’esempio di un padre così.
    Poi non lo conoscevo, magari era li per sbaglio…

  34. Pierino ha rotto gli argini e contunua a rilasciare dichiarazioni tra il ridicolo e il folle, ma soprattutto molto irritanti per noi tifosi attenti. Finalmente ha svelato la nobile discendenza della sua stirpe calcistica : la ProSesto. Già finito come calciatore a 16 anni nella prestigiosa compagine, che qui a Milano si usa per le barzellette sul calcio, ha iniziato per pura nostra sfiga la luminosa carriera che lo ha condotto immediatamente a trasfondere tutto il suo background da campetti di periferia industriale nord nelle brillanti operazioni di mercato di F. C. Internazionale, che ancora oggi sono debitrici della sua primissima prestigiosa formazione professionale. Svelato l’ultimo “segreto”, ci resta da capire per quale motivo, con il nuovo dirigente di ampie vedute, costui esiste ancora e continua a blaterare, forse più di prima.

  35. Il nostro grosso problema è il ninja, che se spalletti salta a fine anno non ce lo togliamo più senza un bagno di sangue (il mercato cinese è semi-chiuso, vedere le nuove regole di investimenti/salary cap). Se fa bene dopo la pausa (sperem) può aiutarci ad andare avanti in EL , altrimenti ci blocca il mercato prossimo a meno di una vendita pesante. Non bene.
    Anche perché se non hai l testa a 30 anni suonati, non ce l’hai più.
    Perché è facile dire maicon e cassano snejder altri bevevano e non si comportavano da professionisti pure loro, ma difatti voi ve li ricordate a 25-27 anni. A 30 erano praticamente finiti pure loro, in realtà.

  36. Keita (che cmq nel complesso non disprezzo e che qualche punto ci ha portato) nelle sue 10 o più apparizioni non ha ancora recuperato una palla dopo un contrasto.
    Nemmeno una.
    Ma semplicemente perché si vede che non lo ha mai fatto.
    La fascia la fa, ma si vede lontano un miglio che il suo avversario a metà campo non sarà bloccato.
    LS gli chiede quel lavoro e lui lo fa.
    Ma di sicuro LS gli preferirà sempre anche se mezzo spompo Perisic.
    Diverso il discorso di Politano che si applica di più.

  37. Fabio1971:
    L’agente di Keita lo disse subito che non era un esterno, era persino perplesso. Questo subito dopo la firma.

    Forse, ma sbaglio, discorso analogo per Politano.

    Il punto è che per come usa gli esterni d’attacco Spalletti in questo modulo, più che i piedi super servirebbero 4 polmoni.

    Chiunque non sia Superman alla decima azione di seguito a tutta fascia perde lucidità in attacco.

    Infatti sia Perisic che Politano spesso arrivano ad essere in apnea nel momento clou.

    Letteralmente con le mani sulle gambepiegati s rifiatare.

    Il nostro modulo ed il modo nostro di interpretarlo secondo me è fisicamente dispendiosissimo.

    Si dice che Politano si stia “candrevizzando”

    Però magari io ricordo che Candreva era diverso prima di fare un anno con noi.

    Magari il lavoro richiesto da Spalletti agli esterni finisce con il“candrevizzarli”

    In nome del fantomatico equilibrio, secondo me finisci per avere un centrocampista (Brozovic) e due esterni teoricamente d’attacco che vanno letteralmente ai matti, dallo sforzo che devono sostenere…

    Pedalare dietro il pallone come ti grida il parroco all’oratorio e l’allenatore dopolavorista nei campi di periferia. Questa La Sapienza infusa dal contadino toscano.

  38. E adesso si corre parecchio di più anche solo di 10 anni fa. Il gioco è cambiato, se ne sta accorgendo pure mou, che mi sembra un po’ passato ormai. Niente di male, succede a tutti i grandissimi, prima o poi, e ai profeti prima degli altri, proprio perché sono profeti e fanno fatica ad accettare la rivoluzione che loro stessi hanno contribuito a creare.
    Einstein non accettò mai la meccanica quantistica, per esempio. Così per cambiare teme dalle idiozie della curva etc.

  39. Ilbiagio:
    Il nostro grosso problema è il ninja, che se spalletti salta a fine anno non ce lo togliamo più senza un bagno di sangue (il mercato cinese è semi-chiuso, vedere le nuove regole di investimenti/salary cap). Se fa bene dopo la pausa (sperem) può aiutarci ad andare avanti in EL ,altrimenti ci blocca il mercato prossimo a meno di una vendita pesante. Non bene.
    Anche perché se non hai l testa a 30 anni suonati, non ce l’hai più.
    Perché è facile dire maicon e cassano snejder altri bevevano e non si comportavano da professionisti pure loro, ma difatti voi ve li ricordate a 25-27 anni. A 30 erano praticamente finiti pure loro, in realtà.

    +10000 perfetta sintesi dell’affaire Barman e del suo sponsor, da applausi

  40. @Fabio.
    Dove vivo mi abuffano di “Premier”, spesso 6 partite in concomitanza su altrettanti canali.
    Come scrissi, facendo l’esempio pel Liverpool, le 3 punte si scambiano continuamente di ruolo , e fanno sia la fase offensiva che quella difensiva. Ma allo stesso tempo il centrocampo e difesa fanno altrettanto. Nel senso che tutti attaccano e tutti difendono. Il problema e’ che richiede un tipo di condizione fisica che per l’Italia e’ pura utopia.
    F.D.B. ci ha provato e gli hanno scavato la fossa. Ma nell’unica partita che hanno eseguito i suoi consigli , e’ stata la piu’ bella del dopo 2010, Inter – Juve 2 a 1.
    Il problema principale e’ che giocano troppo distanti tra i reparti e’ questo porta a coprire molto piu’ spazio, ecco perche poi gli esterni finiscono con la lingua sotto i tacchi.

  41. Vero Brehme, anche a me piange un po’ il cuore a vedere il lavoro rischiesto da Spally ai nostri esterni (che sarebbero offensivi) rispetto a quello chiesto da klopp, guardialo, sarri o persino allegri ai propri esterni difemsivi.
    Il nostro è un buon allenatore, ma a proposito di profeti invecchiati di un calcio passato… temo siamo in zona. E mi dispiace.

  42. Pacific, tutto verissimo. Quasi sport diversi a volte. E pensare che una volta eravamo all’avanguardia per preparazione etc…

  43. Il fatto è che non abbiamo un centrocampo degno di questo nome. Il nostro unico incontrista in questo periodo sembra essere Brozovic. Finché non avremo un centrocampista serio, che dia equilibrio, gli esterni sono costretti a rientrare molto. Questo spiega l’involuzione di Perisic che in attacco è un uomo in meno.

    Ma non perché Politano contro l’Empoli non azzecca un cross e sembra non aver ancora ben chiaro quando si deve tirare e quando si deve passare la palla. E dal 1′, non dopo le migliaia di km macinati (ma quanti, poi?).

    Comunque non so dove lo abbiate visto seconda punta, è sempre stato un esterno anche al Sassuolo.

  44. c’entra poco … scusate …
    ma gli “osservatori” della mia città si stanno innamorando di tale Bastoni . Chi è ???

  45. Giacomo: Ma non perché Politano contro l’Empoli non azzecca un cross e sembra non aver ancora ben chiaro quando si deve tirare e quando si deve passare la palla. E dal 1′, non dopo le migliaia di km macinati (ma quanti, poi?).

    Infatti temo che per quanto sopra non sia “da INTER”

  46. Giacomo, Politano l’anno scorso ha giocato 17 partite da seconda punta a sinistra e dieci da centravanti, scambiandosi con berardi che ha saltato un sacco di partite. Gli esterni da 442 o 4231 sono una cosa diversa. E anche con di francesco l’anno prima era molto aveanzato, perché per difra che fa un 433 vero gli esterni sono attaccanti. O pensi che anche berardi sia un esterno?

  47. Cos’è che dovrei rispettare?
    Dai, su, non scherziamo.

    Sta gente non merita neanche il mio disprezzo, figuriamoci il rispetto.

    Con il loro onore da bulli di periferia m’hanno “ciulato” Inter-Sassuolo.
    Fosse per me, come minimo, class-action per il risarcimento del danno e se tutto va bene gli si pignora tutto ciò che rappresenta l’Inter e sono indegni di possedere.

    Fosse anche una spillina o una sciarpetta.

    E giù a dar tutto in beneficenza, ci mancherebbe.
    Solo per il gusto di spogliarli della nostra passione.

  48. Succede raramente, ma sono perfettamente d’accordo con estecambiasso.

  49. Ilbiagio:
    Giacomo, Politano l’anno scorso ha giocato 17 partite da seconda punta a sinistra e dieci da centravanti, scambiandosi con berardi che ha saltato un sacco di partite. Gli esterni da 442 o 4231 sono una cosa diversa. E anche con di francesco l’anno prima era molto aveanzato, perché per difra che fa un 433 vero gli esterni sono attaccanti. O pensi che anche berardi sia un esterno?

    Seconda punta a sinistra. Se intendi che ha giocato in un tridente, quello è un esterno.
    Perché vero che gli esterni sono diversi tra loro, ma è anche vero che una seconda punta è un’altra cosa.
    A mio avviso, le seconde punte vere sono sempre più rare, e Politano è un esterno, un’ala, poi l’interpretazione del ruolo è un’altra cosa. Una seconda punta è Dybala, che gioca in maniera completamente diversa da Politano e molto più simile a Lautaro pur con le dovute proporzioni.

    Poi è vero anche che l’anno scorso ha fatto anche il riferimento centrale, tipo falso nueve. Ma voi ne parlate come se in questo ruolo fosse snaturato, e non è così, sta giocando nel suo ruolo naturale.

  50. Vi faccio presente che in occasione del famoso libro di Icardi, in società abbiamo bastonato lui e non gli ultras

    Al limite, entranbi
    Ma di sicuro, quelli da bastonare erano gli ultras