Il Film di Steven Zhang

Riduttivo definirlo ‘video di presentazione’, video è il mezzo, il nome giusto è “il FILM di Steven Zhang”.  

Si, un film, con una idea, un messaggio e una caratura artistica che raramente si vede nella comunicazione del mondo del calcio che, in genere, si limita a filmare cose, situazioni o o accadimenti con racconti lineari, quasi mai a creando storie.

LA SCELTA

La scelta comunicativa è interessante e deriva da una logica che definirei vincente in origine, ovvero la creazione della Inter Media House. 

Una entità ‘parte di’ ma diversamente ‘destinata a’ che formalmente slega le attività di calcio da quelle di comunicazione comportandosi come una produzione vera e propria (come una Warner Bros interna), motivo per il quale oggi possiamo dire “Inter Media House presenta il film di Steven Zhang”.

Sottigliezze, dettagli, linguaggio…ma in realtà fattori determinanti per cogliere la prospettiva e l’approccio con cui l’Inter intende la comunicazione da 15 mesi a questa parte. 

Abituati a figure presidenziali accentratrici e che hanno lavorato per far coincidere la squadra, la società, i trofei con la loro immagine (anche a scopo commerciale, politico e pubblicitario) fa strano vedere una presentazione che, pur celebrando il personaggio, conservi separate l’entità: la grande società storica e il nuovo giovane Presidente, ognuno nella sua natura senza sovrapposizione. Un segnale di rispetto, di dovuta cura nei confronti della storia espressa anche dalle parole dello stesso SZ.

Il film non è finzione, racconta davvero un atteggiamento reale con cui SZ ha vissuto l’Inter. Una fase di studio iniziale, la scelta di vivere la città in prima persona, di vivere la storia, le emozioni, i luoghi prima di prendere le redini. Il film è il mezzo con cui vengono esposte la vision e la mission della nuova presidenza, ed è qui il gioiello di comunicazione: niente foto banali, niente scrittoio o pulpito delle promesse, nessun comunicato da fiumi di banalità, ma un essenziale e impattante film.

IL BACKGROUND

Altra cosa interessante: il linguaggio, la patina e la sintassi del video sono una novità per il mondo del calcio e sono presi in prestito del mondo della comunicazione legato alla moda. Lo dico perché ci ho vissuto dentro negli anni del boom video, e tutto quello che vedo in questo film è maledettamente familiare.

La traccia dell’uomo che ragiona tra sé e sé compiendo gesti comuni, con gestualità fluida e lenta, che al termine della narrazione sfonda la quarta parete parlando direttamente con lo spettatore è molto comune nel teatro, nel cinema, ma se parliamo di film promozionali il riferimento di qualità è appunto la moda del lustro 2013-18. Eccone uno dei tantissimi esempi, Gucci.

La metafora, l’allegoria della pittura presente nel video mi è parsa familiare, quantomeno visivamente e come ritmo. Mi ha ricordato un film di Canali 1934 di qualche anno fa.

Anche se, in realtà, istintivamente ho pensato a questo altro video epocale.

IL FILM – l’analisi 

Il film è la narrazione del Pensiero di SZ, in un luogo preciso. In questa narrazione si aprono altri due scenari: Flash Back e Allegoria che si alternano e sovrappongono alla narrazione principale.

Scena A – Il Pensiero

Scena principale del film è il pensiero di SZ che si conclude, come già detto, abbattendo la 4a parete e chiedendo allo spettatore “io sono pronto, e voi?”.

Questa è la scena principale, ovvero SZ (del quale sentiamo i pensieri inizialmente) che sta parlando con noi, nel tempo principale presente (adesso) e nel luogo principale (qui), ovvero la terrazza del Samsung District in Viale Liberazione (in realtà è via Mike Bongiorno), di fronte alla futura sede dell’Inter*.

Non so perché ma nel film il frame dedicato alla futura sede è specchiato, qui sotto lo trovate con l’orientamento corretto, riga 1 n.3. 

1_pensiero

location_1

SCENA B – Flash back

Subito all’inizio del film entrano in gioco i flash back (per comodità raggruppiamo in unica scena, ma sono momenti e lunghi differenti): la narrazione visiva fa dei passi indietro rispetto al momento e al luogo principale iniziando un percorso geografico, temporale e culturale. SZ cammina nei luoghi dell’Inter a Milano.

Il primo flash mostra il Duomo visto dalla galleria Vittorio Emanuele, lato Nord, come la parte di San Siro dedicata ai colori nerazzuri. 

d

Il secondo flash riguarda il retro della cattedrale: SZ cammina tra Arcivescovado e Palazzo Orologio guardando alla sua destra, ovvero verso quello che fu il ristorante L’Orologio dove l’Inter nacque il 9 Marzo 1908. (il passato)

ert

Il terzo è un frame che mostra la fontana di Piazza Castello.

dd

Il quarto è SZ in piazza Liberty che guarda verso l’alto sulla sua destra, ovvero in direzione delle finestre delle sale della attuale sede dell’Inter. (il presente)

dddd

Il quinto flash è sotto il Bosco Verticale e sul passaggio pedonale di piazza Gae Aulenti, simbolo della Milano post Expo, della modernità. Qui si vede SZ che incrocia lo sguardo con 3 giovanissimi milanesi, il futuro di Milano e il futuro dell’Inter. 

hjkl

SCENA C – Allegoria

In parallelo tutto ciò, c’è la scena allegorica della pittura: un artista dipinge con una scopa di saggina e pennellesse la parola Inter con i colori sociali e con movimenti simili ad un danza, un tono orientale ed una attività che richiama l’atto di creazione (leggendario*) dello stemma da parte di G. Muggiani che dipinse lo stemma dell’Inter in quella serata del 9 marzo.

*La tradizione vuole che Muggiani, al momento di realizzare lo stemma del club, scelse i colori nerazzurri perché in quei giorni erano gli unici a sua disposizione sulla tavolozza.

rty

34_Il controllo e la qualità della propria immagine

Altro aspetto interessate riguarda il controllo del messaggio. Con la creazione di un contenuto video di questo livello e con il servizio fotografico annesso (degno di un catalogo di Zegna o di un editoriale su Robb Report) l’Inter ha imposto un standard comunicativo di qualità molto alto ma soprattutto inconfondibile. Mi spiego: senza questi materiali un direttorino qualunque di testata avrebbe fatto la corsa (e qualcuno lo ha fatto – come con ET) alla ricerca della peggiore foto di stock con smorfia di SZ o qualche foto di archivio che avrebbe creato un muro di immagini poco credibili e sconnesse a descrivere un momento importante. Con questo tipo di contenuti è stata invece impressa una immagine al momento, chiunque e qualunque media ne abbia scritto o parlato con materiali differenti da questi è risultato non credibile perché per il pubblico l’immagine del presidente è e rimarrà quella del Film per parecchio,  sarà l’immagine residua di una intera epoca.

ghConclusione

Queste sono alcune chiavi di lettura di un prodotto che risulta unico nel panorama del calcio, soprattutto per quanto riguarda il lato aziendale delle società. C’è chi cambia tre presidenti in tre stagioni, chi non conosce nulla del proprio presidente, chi ha ben chiaro che il presidente vuole solo fare cemento e poi telare, c’è chi i presidenti li rincorre o li vede in tribunale, poi c’è l’Inter che il suo Presidente lo presenta così a tutto il mondo come nessuno mai…esponendo la Vision e la Mission aziendale con un artificio narrativo e un monologo tanto semplice quanto profondo.

Menzione speciale per Alkemy, il partner che ha seguito questo progetto in collaborazione con Inter Media House.

Specifico che tutti questi elementi di analisi sono frutto solo di una lettura esterna, non mi è dato conoscere le vere dinamiche di progetto o lo script del film, sono per lo più deduzioni o interpretazioni di cose per me evidenti. Non tutti i fratelli del mondo sono cresciuti a pane, piazza Duomo, Luini e Hoepli, ecco perché mi è sembrato giusto condividere con tutti quel che ho avuto il pacere di cogliere.

About rupertalbe

#InterDesigner Vagavo nel buio in balìa di un sistema che via via cercava di farmi subire la mia fede interista, convincendomi di meritarmelo e a scannarmi con i miei simili a causa dell'insovvertibile potenza ladra che tutto torbido rendeva…un giorno comparve la luce Mourinhana, fulminato, impugnai le mie armi (immagini&grafica) per combattere la Prostituzione Intellettuale, senza pietà.

2.966 commenti

  1. bellins: Vi lovvo!

    E’ reciproco.

    Giulio19: Dai Nic!
    Dimentichi le tre coppe UEFA.

    Oggi ci scambiamo tutti le identità :)

  2. per gli uomini che abbiamo al momento è secondo me impossibile giocare 442, già prendiamo imbucate centrali senza giocare in linea a centrocampo, la vedo davvero dura passare a questo modulo. se rientrasse Nainggolan forse si potrebbe giocare 442, ma quando rientra secondo me Spalletti va avanti 4231. ci vuole un’altra sessione di mercato per passare 442, amesso che sia una necessità

  3. pearl:
    Giulio ti potrai giustamente lamentare quando l Inter ritornerà veramente competitiva, oggi, ma che te li dico a fare con tutto lo schifio possibile, è solo una comparsa per qualsiasi odore di vittoria.

    suning cazzari, dai dillo. lasci sempre le frasi a metà

  4. pearl:
    Giulio ti potrai giustamente lamentare quando l Inter ritornerà veramente competitiva, oggi, ma che te li dico a fare con tutto lo schifio possibile, è solo una comparsa per qualsiasi odore di vittoria.

    Certo, e rispondo anche a Nic, ma inizio ad avere sempre meno pazienza.
    Ne ho le scatole piene. Sono sette anni che non solo non vinciamo nulla, ma nemmeno ci giochiamo qualcosa fino alla fine.
    Se non è questo il periodo più buio di sempre, ditemi voi.

  5. Nic!: E’ reciproco.

    Oggi ci scambiamo tutti le identità

    Bellins me l’ha servita su un piatto d’argento Nic :)
    Si scherza eh!

  6. Giulio19: Certo, e rispondo anche a Nic, ma inizio ad avere sempre meno pazienza.
    Ne ho le scatole piene. Sono sette anni che non solo non vinciamo nulla, ma nemmeno ci giochiamo qualcosa fino alla fine.
    Se non è questo il periodo più buio di sempre, ditemi voi.

    Tu hai tutte le ragioni del mondo per lamentarti dei 7 anni senza trofei.

    Quello che trovo strano io è che i 7 anni senza trofei spuntino fuori dopo ogni sconfitta o pareggio. Lo sappiamo già che probabilmente anche quest’anno non vinceremo nulla, al massimo la coppa Italia o se proprio ci dice bene l’Europa League, ma dubito fortemente.

    La squadra è questa qui, non può competere con la juve nè con le altre big d’Europa. Dobbiamo crescere, e molto.

    Noi siamo l’anti-Napoli, al massimo.

  7. Martinez in quei 10 minuti giocati ha avuto una buona palla a centro area da appoggiare, ma ha cercato la giocata personale.
    si può dire?

  8. Nic!: Si è vero, ho rivisto, era Florenzi che teneva Mario molto basso

    Di Francesco ha problemi a centrocampo, Cristante e Zaionlo due bravi ragazzi, Nzonzi uomo di pietra.
    l’anno scorso aveva Strootman e Nainggolan. ha giocato a schiaffoni e gli è andata bene per nostra incapacità

  9. pearl:
    Pierocic il campionato non èmai iniziato, fattene una ragione

    balle. il campionato è iniziato ed il tuo eroe ora zebrato sta aumentando il divario. ma è iniziato. la gente gioca quindi c’è. quelli che fanno finta a se stessi che non sia mai iniziato non riescono più ad accettare l’idea che la giuve vinca tutto

  10. Giacomo: Tu hai tutte le ragioni del mondo per lamentarti dei 7 anni senza trofei.

    Quello che trovo strano io è che i 7 anni senza trofei spuntino fuori dopo ogni sconfitta o pareggio. Lo sappiamo già che probabilmente anche quest’anno non vinceremo nulla, al massimo la coppa Italia o se proprio ci dice bene l’Europa League, ma dubito fortemente.

    La squadra è questa qui, non può competere con la juve nè con le altre big d’Europa. Dobbiamo crescere, e molto.

    Noi siamo l’anti-Napoli, al massimo.

    Se me ne lamentassi dopo una vittoria verrei giustamente linciato.
    Non era mica Roma il crocevia fondamentale per rendere questa stagione indimenticabile. Questo mi sembra chiaro.

    Di squadre che “non possono competere” e poi vincono la coppa o lo scudo ne è pieno l’almanacco. È da sette anni che ci comportiamo come un Cagliari qualsiasi che smette di giocare a febbraio.

  11. tu non stai bene, va in lett!! non è un consiglio è una supplica, poi che vinca che pareggi che perda per te è istess..intendo l Inter, sempre le solite minchiate, ci hai un tarlo con i cinesi non comprendo cosa ti hanno fatto di male.

  12. mattia:
    Martinez in quei 10 minuti giocati ha avuto una buona palla a centro area da appoggiare, ma ha cercato la giocata personale.
    si può dire?

    Prendiamo dieci minuti a caso di una qualsiasi partita di Icardi?
    Nella stragrande maggioranza dei casi ti sembrerà di essere alla ricerca di uno dei fantastici 4.

  13. Giulio19: Dai Nic!
    Dimentichi le tre coppe UEFA.

    Le “coppe dei perdenti” ?

  14. Giulio19: za dei casi ti sembrerà di essere alla ricerca di uno dei fantastici 4.

    Martinez non è il sostituto di Icardi, altrimenti ovvio che insieme non potranno mai giocare

  15. se Icardi si sposta dal centro dell’area e Martinez prende la sua posizione è perchè deve fare da boa e appoggiarla dietro a qualcuno che spari in porta (Icardi ad esempio), altrimenti gioca da solo a centro area e Icardi in panca

  16. Giulio19: Se me ne lamentassi dopo una vittoria verrei giustamente linciato.
    Non era mica Roma il crocevia fondamentale per rendere questa stagione indimenticabile. Questo mi sembra chiaro.

    Di squadre che “non possono competere” e poi vincono la coppa o lo scudo ne è pieno l’almanacco. È da sette anni che ci comportiamo come un Cagliari qualsiasi che smette di giocare a febbraio.

    Speriamo che non succeda, semplicemente.

    Stiamo andando bene, siamo terzi, non è bello da sentire ma noi dobbiamo colmare il gap col Napoli. Per quanto mi riguarda. Abbiamo scavalcato Roma e Lazio, ora tocca andare a prendere il Napoli, che è ancora davanti a noi.

    Non che mi freghi tanto di arrivare secondo rispetto che terzo, ma voglio vedere, come tutti, “monetizzata” questa crescita.

  17. Giulio19: Bellins me l’ha servita su un piatto d’argento Nic
    Si scherza eh!

    Lugano, Turun Palloseura, T9 permettendo…

  18. e cos’è lautaro, Martinez?? un portiere? mi pare leggendo la partita che sia entrato all’ 83esimo..non so poi come si sua comportato ma logica mi dice che non è valutabile, stasera.

  19. bellins: Le “coppe dei perdenti” ?

    Beh, secondi o terzi almeno si arrivava in campionato.
    Qui in sette anni abbiamo festeggiato un quarto posto come un mondiale.

  20. questo ad oggi ci passa il convento, ma mi dicono che step vi step nel 2021 saremo competitivi per lo scudetto, testuali dichiarazioni, quindi direi fino a quella data di sederci comodi e aspettare senza fare troppe polemiche.

  21. bellins: Lugano, Turun Palloseura, T9 permettendo…

    Perseveri eh. Di Nic ce n’è solo uno Bellins.
    Ripeto, a me questi sette anni sembrano decisamente peggiori rispetto alle annate 91/98, 99/2005.
    Tre coppe Uefa più Calciopoli più una semi di CL e due tre scudi giocati fino all’ultimo.

    Anzi, siamo anni luce lontani da quegli anni lì.
    E non vorrai far mica resuscitare Sandrex su questo argomento.

  22. Contate che in quegli anni con 85 punti ci vincevi un campionato…
    Ultimamente arrivi terzo..

  23. Giulio, per me hai ragionissima. Anni di merda, e infarciti di mediocrità.
    Ma se ne esce con il lavoro e con un progetto serio. Solo i progetti seri e ben fatti arrivano alla vittoria, e purtroppo ci vuole tempo. Speriamo che sia meno di quello che credo.

    Il nostro obbiettivo quest’anno è diventare una presenza stabile in Champion’s League, ossia mettere un po’ di gap tra noi e le inseguitrici che si contendono il quarto posto. La Champion’s non deve più essere qualcosa da raggiungere all’ultima giornata, ma un’abitudine, a iniziare da oggi. Tutto quello che faremo in più, sarà tanto di guadagnato. In Europa famo quello che possiamo.

    Per me sarebbe bello superare il Napoli perché ci indicherebbe che siamo a buon punto.

  24. Nic!:
    Contate che in quegli anni con 85 punti ci vincevi un campionato…
    Ultimamente arrivi terzo..

    Con 82 abbiamo vinto il campionato del triplete.
    Per me quest’anno saremo più o meno in quella quota lì, diciamo tra i 78 e gli 82.

  25. Non so davvero, non lo conosco, se il sig.lapo de carlo sia interista ma ho trovato veritiero e interessante il suo commento su un pseudo sito interista, l Inter è una ragioniera…leggetelo, inappuntabile a parere mio, anche su alcuni giocatori perisic e non solo.

  26. Nic!:
    Contate che in quegli anni con 85 punti ci vincevi un campionato…
    Ultimamente arrivi terzo..

    anche a 78 mi sa. la FIGC deve smontare la riforma Galliana post calciopoli, 20 squadre in Serie A sono un numero non ragionevole. e già 18 mi sa che sono ancora troppe

  27. Giacomo: Speriamo che non succeda, semplicemente.

    Stiamo andando bene, siamo terzi, non è bello da sentire ma noi dobbiamo colmare il gap col Napoli. Per quanto mi riguarda. Abbiamo scavalcato Roma e Lazio, ora tocca andare a prendere il Napoli, che è ancora davanti a noi.

    Non che mi freghi tanto di arrivare secondo rispetto che terzo, ma voglio vedere, come tutti, “monetizzata” questa crescita.

    Roma è Lazio non le abbiamo scavalcate x meriti nostri ma x demeriti loro che hanno disfatto la squadra. Per me la crescita è vincere. E basta. Partendo anche da una semplice coppa Italia. E non capisco xché non la si possa vincere. Così come non capirei perché non si possa vincere la EL se si arrivasse terzi. Basta scuse.

  28. sentendo amici e parenti tutti interisti, risparmiare 38 milioni e tenerci Zaniolo? gli ho detto si, per me era si, ma voi lo dite solo oggi dopo un pareggio, io lo pensavo in tempi non sospetti…che tanto tutti sapevamo che non si partiva mai per vincere nulla ma si teneva un ragazzo di bella prospettiva, anzi direi alla luce di oggi già mica tanto prospetto, mi fanno incazzate pure i familiari stretti quando poi mi danno ragione.

  29. pearl:
    sentendo amici e parenti tutti interisti, risparmiare 38 milioni e tenerci Zaniolo? gli ho detto si, per me era si, ma voi lo dite solo oggi dopo un pareggio, io lo pensavo in tempi non sospetti…che tanto tutti sapevamo che non si partiva mai per vincere nulla ma si teneva un ragazzo di bella prospettiva, anzi direi alla luce di oggi già mica tanto prospetto, mi fanno incazzate pure i familiari stretti quando poi mi danno ragione.

    I familiari stretti non ti danno sempre ragione!?

  30. Giulio19: Beh, secondi o terzi almeno si arrivava in campionato.
    Qui in sette anni abbiamo festeggiato un quarto posto come un mondiale.

    stai a vedere che se suning l’ha comprata da thoir che l’ha comprsta da mm… la colpa di tutto è di suning

  31. Giulio no, mio figlio esempio stravede per spalletti, ma è giovane e ha visto solo il peggio, gli sembra già un miracolo, pensa te come litighiamo discutendo di Inter.

  32. Michele69: Roma è Lazio non le abbiamo scavalcate x meriti nostri ma x demeriti loro che hanno disfatto la squadra. Per me la crescita è vincere. E basta. Partendo anche da una semplice coppa Italia. E non capisco xché non la si possa vincere. Così come non capirei perché non si possa vincere la EL se si arrivasse terzi. Basta scuse.

    La Lazio ha perso De Vrij e Felipe Anderson, non è stata demolita. La Roma si.
    Dico che la Coppa Italia e la Europa League sono difficili da vincere, non che non ci dobbiamo provare. Ma ad esempio squadre come Chelsea e juve ci sono superiori, se le dovessimo beccare si potrebbe perdere.

  33. pearl:
    sentendo amici e parenti tutti interisti, risparmiare 38 milioni e tenerci Zaniolo? gli ho detto si, per me era si, ma voi lo dite solo oggi dopo un pareggio, io lo pensavo in tempi non sospetti…che tanto tutti sapevamo che non si partiva mai per vincere nulla ma si teneva un ragazzo di bella prospettiva, anzi direi alla luce di oggi già mica tanto prospetto, mi fanno incazzate pure i familiari stretti quando poi mi danno ragione.

    Io dico ancora no..
    Se fai un buon lavoro, se proprio esplodesse, e ad oggi non è sicuro, lo ricompri con la mancetta.
    Oggi è un buon prospetto e questo si sapeva.

    E non lo dico per fare il fenomeno, la responsabilità ce la siamo presa, e penso che ancora non avrebbe senso rimpiangere un giocatore di questa Roma a -9.

    Anzi abbiamo fatto come la rube, togliendo Nainggolan, infatti stanno marcendo nel purgatorio i romanisti.

  34. @Bellins.
    Con tutto il rispetto, stavolta l’ai fatta un po fuori dal vaso.
    La coppa UEFA di quei tempi era quasi allo stesso livello della coppa campioni perche vi partecipavano seconde e terze, che spesso in quell’annata erano piu forti degli stessi campioni. Un po’ come la “Champions” attuale.
    Mentre la ” E L’ attuale e’ veramente diventata la coppa dei fessi, perche’ anche se fossero forti quelli che vi partecipano dall’Inizio, poi devono fare i conti con gli scarti della Champion che gia’ sono stati ben renumerati , mentre i primi prendono bricciole.
    Un po come la serie “A” attuale dove la Juve si abbuffa e gli altri si ammazzano per le pochissime bricciole lasciate cadere.

  35. modd: stai a vedere che se suning l’ha comprata da thoir che l’ha comprsta da mm… la colpa di tutto èdi suning

    Eheh stasera ti diverti a provocarla caro modd..

  36. pearl:
    Giulio no, mio figlio esempio stravede per spalletti, ma è giovane e ha visto solo il peggio, gli sembra già un miracolo, pensa te come litighiamo discutendo di Inter.

    Figliolo invidiabile. Tutto il meglio deve ancora venire per lui, e poi può seguire le partite con la mamma. Fortunatissimo.

  37. pearl:
    ma cosa vi succede? un de profundis per un pareggio che ci sta complessivamente, e un ma dai, va bene, partitona a Londra in fondo abbiamo perso per sfiga anche uno a zero? cioè vi incazzate per un pareggio e giustificate la partita più importante della ns annata, speriamo di no, ma quanto vi attizza sto cesso di campionato non è dato a sapersi, contenti voi.

    Brava

    Lo stavo pensando pure io ma tu lo hai scritto meglio

  38. Fabio1971: Brava

    Lo stavo pensando pure io ma tu lo hai scritto meglio

    Mah, sinceramente io e tanti altri eravamo incazzatissimi dopo Londra.
    Lo sono ancora..

  39. Giulio19: Mah, sinceramente io e tanti altri eravamo incazzatissimi dopo Londra.
    Lo sono ancora..

    sono doppiamente incazzato.
    londra: mancano 10 minuti e quello si fa 40 metri senza che nessuno vada incontro.
    roma: 2 volte in vantaggio…
    la regola è: manca mestiere cattiveria e imparare a rubare il campo per tenere il risultato = squadra molle senza il direttore d’orchestra a centtocampo.
    buon giorno
    ps
    stasera faremo la conta. per ora siamo in 6. attendo novità.

  40. Pearl:
    Non so davvero, non lo conosco, se il Signor Lapo De Carlo sia interista ma ho trovato veritiero e interessante il suo commento su un pseudo sito interista, l’Inter è una ragioniera…leggetelo, inappuntabile a parere mio, anche su alcuni giocatori Perisic e non solo.

    Lapo De Carlo è un interista vero e che usa il cervello oltre al tifo ed elegantemente dice due cose : la maggioranza dei nostri giocatori sono scolaretti di intelligenza media che eseguono i compitini di un maestrino delle elementari senza applicarsi più di tanto.

  41. Buongiorno!
    Io sono molto più incazzato del casino mediatico che si è scatenato per il presunto rigore su Zaniolo!
    Una roba tra il ridicolo e il grottesco!!!
    Quando succede a noi,per cose molto più evidenti,silenzio di tomba!
    Buon lavoro!

  42. Nic!: Io dico ancora no..
    Se fai un buon lavoro, se proprio esplodesse, e ad oggi non è sicuro, lo ricompri con la mancetta.
    Oggi è un buon prospetto e questo si sapeva.

    E non lo dico per fare il fenomeno, la responsabilità ce la siamo presa, e penso che ancora non avrebbe senso rimpiangere un giocatore di questa Roma a -9.

    Anzi abbiamo fatto come la rube, togliendo Nainggolan, infatti stanno marcendo nel purgatorio i romanisti.

    Ma come si può scrivere con questa sicumera delle tali sparate : a oggi la coppia Pierino e ZTL ha regalato l’unico prospetto prodotto dal vivaio, che regge la serie A a 19 anni, per scalare quattro soldi dal cartellino di un ronzino zoppo che va per i 31.
    La partita di ieri ha detto che siamo stati presi ancora a pallate dal centrocampo e attacco di riserva della Rometta, creando qualcosa davanti soltanto perchè dietro ci sono due nostri ex fenomeni come Jesus e Santon (da tirare bestemmie a discapito dei cognomi).
    Rammento al nostro esperto di calcio giovanile e non che venerdì sera i punti saranno 3 in meno e avremo dietro alle chiappe il Bilan di Gattuso, intanto il giovine è già nella Nazionale del nostro ex Ciuffo e si rivaluta ogni giorno al pari di Cancelo, mollato senza rimorsi per fiondarci sul terzino croato, anch’esso sempre rotto.
    Per fortuna che i cinesi continuano a guadagnare fra stadio e ventilatori e noi a perdere punti e reputazione.

  43. SgtPepper:
    Buongiorno!
    Io sono molto più incazzato del casino mediatico che si è scatenato per il presunto rigore su Zaniolo!
    Una roba tra il ridicolo e il grottesco!!!
    Quando succede a noi,per cose molto più evidenti,silenzio di tomba!
    Buon lavoro!

    Certo, se l’unica presa di posizione forte e chiara dei nostri Dirigenti risale ad anni fa e porta la firma dello speculatore indonesiano che ci ha venduto al giovin presidente cinese. Oggi ci si balocca con i video invece di occuparsi sul serio degli aspetti calcistici, che abbiamo delegato nel futuro a colui che ci dava dei perdenti mentre ci soffiava sotto il naso i giocatori.

  44. Brehme: Per fortuna che i cinesi continuano a guadagnare fra stadio e ventilatori e noi a perdere punti e reputazione.

    per fortuna! pensa se ci fosse la cordata dei poveretti brianzoli…

  45. brehme, insisto perché tu venga al pranzo bauscia a firenze. te l’ho detto, voglio vedere come stringi la mano.

  46. modd:
    brehme, insisto perché tu venga al pranzo bausciaa firenze. te l’ho detto, voglio vedere come stringi la mano.

    Fatelo a Milano, sede e luogo di fondazione di F.C.Internazionale.

  47. leonardo calzoni

    Brehme: Fatelo a Milano, sede e luogo di fondazione di F.C.Internazionale.

    Brehme fammi capire…ma tu cosa pensi dell’arrivo di Marotta ??? Secondo te a prescindere che è un ex gobbo non credi che ci possa far crescere ???

  48. Secondo me Marotta è stato scaricato per motivi che non ci sono noti ma mi sembrano inerenti lo scandalo bagarini con ‘ndrngheta : il loro solito stile carcerario, che non vorrei infangasse i nostri colori.
    Poi Marotta è uno che ha le mani in pasta con la federazione e con i club stranieri più di un Pierino o altri nostri sconosciuti dirigenti, però mi sembra che il mercato della Rube sia più direttamente gestito da Paratici, che è molto meglio di Pierino.
    I nostri precedenti con gentaglia a strisce non è favorevole, spesso ci hanno fatto danni gravissimi : Lippi, Tardelli, tentativi di M.M. di ingaggiare Capello e persino Moggi.
    A meno che il camaleonte sia una brava persona come Trapattoni, ma ho i miei dubbi.
    Dei cinesi non mi piace il dilettantismo nelle questioni prettamente tecnico/sportive, per cui si affidano con leggerezza e superficialità a persone che li fregano (l’agente che ha trattato gli acquisti di J.Mario e Gabibbogol), o si dimettono (Capello, Ciuffo 2 e Sabatini) oppure risultano inadeguate (Pierino, De Boer, Pioli, Spalletti).

  49. Domanda su Zaniolo.
    Noi abbiamo il diritto di recompra,vero?
    10 milioni il primo anno e 15 per il secondo.
    È così o me lo sono sognato?

  50. Pacific: @Bellins.
    Con tutto il rispetto, stavolta l’ai fatta un po fuori dal vaso.

    Ogni tanto capita…