Il Film di Steven Zhang

Riduttivo definirlo ‘video di presentazione’, video è il mezzo, il nome giusto è “il FILM di Steven Zhang”.  

Si, un film, con una idea, un messaggio e una caratura artistica che raramente si vede nella comunicazione del mondo del calcio che, in genere, si limita a filmare cose, situazioni o o accadimenti con racconti lineari, quasi mai a creando storie.

LA SCELTA

La scelta comunicativa è interessante e deriva da una logica che definirei vincente in origine, ovvero la creazione della Inter Media House. 

Una entità ‘parte di’ ma diversamente ‘destinata a’ che formalmente slega le attività di calcio da quelle di comunicazione comportandosi come una produzione vera e propria (come una Warner Bros interna), motivo per il quale oggi possiamo dire “Inter Media House presenta il film di Steven Zhang”.

Sottigliezze, dettagli, linguaggio…ma in realtà fattori determinanti per cogliere la prospettiva e l’approccio con cui l’Inter intende la comunicazione da 15 mesi a questa parte. 

Abituati a figure presidenziali accentratrici e che hanno lavorato per far coincidere la squadra, la società, i trofei con la loro immagine (anche a scopo commerciale, politico e pubblicitario) fa strano vedere una presentazione che, pur celebrando il personaggio, conservi separate l’entità: la grande società storica e il nuovo giovane Presidente, ognuno nella sua natura senza sovrapposizione. Un segnale di rispetto, di dovuta cura nei confronti della storia espressa anche dalle parole dello stesso SZ.

Il film non è finzione, racconta davvero un atteggiamento reale con cui SZ ha vissuto l’Inter. Una fase di studio iniziale, la scelta di vivere la città in prima persona, di vivere la storia, le emozioni, i luoghi prima di prendere le redini. Il film è il mezzo con cui vengono esposte la vision e la mission della nuova presidenza, ed è qui il gioiello di comunicazione: niente foto banali, niente scrittoio o pulpito delle promesse, nessun comunicato da fiumi di banalità, ma un essenziale e impattante film.

IL BACKGROUND

Altra cosa interessante: il linguaggio, la patina e la sintassi del video sono una novità per il mondo del calcio e sono presi in prestito del mondo della comunicazione legato alla moda. Lo dico perché ci ho vissuto dentro negli anni del boom video, e tutto quello che vedo in questo film è maledettamente familiare.

La traccia dell’uomo che ragiona tra sé e sé compiendo gesti comuni, con gestualità fluida e lenta, che al termine della narrazione sfonda la quarta parete parlando direttamente con lo spettatore è molto comune nel teatro, nel cinema, ma se parliamo di film promozionali il riferimento di qualità è appunto la moda del lustro 2013-18. Eccone uno dei tantissimi esempi, Gucci.

La metafora, l’allegoria della pittura presente nel video mi è parsa familiare, quantomeno visivamente e come ritmo. Mi ha ricordato un film di Canali 1934 di qualche anno fa.

Anche se, in realtà, istintivamente ho pensato a questo altro video epocale.

IL FILM – l’analisi 

Il film è la narrazione del Pensiero di SZ, in un luogo preciso. In questa narrazione si aprono altri due scenari: Flash Back e Allegoria che si alternano e sovrappongono alla narrazione principale.

Scena A – Il Pensiero

Scena principale del film è il pensiero di SZ che si conclude, come già detto, abbattendo la 4a parete e chiedendo allo spettatore “io sono pronto, e voi?”.

Questa è la scena principale, ovvero SZ (del quale sentiamo i pensieri inizialmente) che sta parlando con noi, nel tempo principale presente (adesso) e nel luogo principale (qui), ovvero la terrazza del Samsung District in Viale Liberazione (in realtà è via Mike Bongiorno), di fronte alla futura sede dell’Inter*.

Non so perché ma nel film il frame dedicato alla futura sede è specchiato, qui sotto lo trovate con l’orientamento corretto, riga 1 n.3. 

1_pensiero

location_1

SCENA B – Flash back

Subito all’inizio del film entrano in gioco i flash back (per comodità raggruppiamo in unica scena, ma sono momenti e lunghi differenti): la narrazione visiva fa dei passi indietro rispetto al momento e al luogo principale iniziando un percorso geografico, temporale e culturale. SZ cammina nei luoghi dell’Inter a Milano.

Il primo flash mostra il Duomo visto dalla galleria Vittorio Emanuele, lato Nord, come la parte di San Siro dedicata ai colori nerazzuri. 

d

Il secondo flash riguarda il retro della cattedrale: SZ cammina tra Arcivescovado e Palazzo Orologio guardando alla sua destra, ovvero verso quello che fu il ristorante L’Orologio dove l’Inter nacque il 9 Marzo 1908. (il passato)

ert

Il terzo è un frame che mostra la fontana di Piazza Castello.

dd

Il quarto è SZ in piazza Liberty che guarda verso l’alto sulla sua destra, ovvero in direzione delle finestre delle sale della attuale sede dell’Inter. (il presente)

dddd

Il quinto flash è sotto il Bosco Verticale e sul passaggio pedonale di piazza Gae Aulenti, simbolo della Milano post Expo, della modernità. Qui si vede SZ che incrocia lo sguardo con 3 giovanissimi milanesi, il futuro di Milano e il futuro dell’Inter. 

hjkl

SCENA C – Allegoria

In parallelo tutto ciò, c’è la scena allegorica della pittura: un artista dipinge con una scopa di saggina e pennellesse la parola Inter con i colori sociali e con movimenti simili ad un danza, un tono orientale ed una attività che richiama l’atto di creazione (leggendario*) dello stemma da parte di G. Muggiani che dipinse lo stemma dell’Inter in quella serata del 9 marzo.

*La tradizione vuole che Muggiani, al momento di realizzare lo stemma del club, scelse i colori nerazzurri perché in quei giorni erano gli unici a sua disposizione sulla tavolozza.

rty

34_Il controllo e la qualità della propria immagine

Altro aspetto interessate riguarda il controllo del messaggio. Con la creazione di un contenuto video di questo livello e con il servizio fotografico annesso (degno di un catalogo di Zegna o di un editoriale su Robb Report) l’Inter ha imposto un standard comunicativo di qualità molto alto ma soprattutto inconfondibile. Mi spiego: senza questi materiali un direttorino qualunque di testata avrebbe fatto la corsa (e qualcuno lo ha fatto – come con ET) alla ricerca della peggiore foto di stock con smorfia di SZ o qualche foto di archivio che avrebbe creato un muro di immagini poco credibili e sconnesse a descrivere un momento importante. Con questo tipo di contenuti è stata invece impressa una immagine al momento, chiunque e qualunque media ne abbia scritto o parlato con materiali differenti da questi è risultato non credibile perché per il pubblico l’immagine del presidente è e rimarrà quella del Film per parecchio,  sarà l’immagine residua di una intera epoca.

ghConclusione

Queste sono alcune chiavi di lettura di un prodotto che risulta unico nel panorama del calcio, soprattutto per quanto riguarda il lato aziendale delle società. C’è chi cambia tre presidenti in tre stagioni, chi non conosce nulla del proprio presidente, chi ha ben chiaro che il presidente vuole solo fare cemento e poi telare, c’è chi i presidenti li rincorre o li vede in tribunale, poi c’è l’Inter che il suo Presidente lo presenta così a tutto il mondo come nessuno mai…esponendo la Vision e la Mission aziendale con un artificio narrativo e un monologo tanto semplice quanto profondo.

Menzione speciale per Alkemy, il partner che ha seguito questo progetto in collaborazione con Inter Media House.

Specifico che tutti questi elementi di analisi sono frutto solo di una lettura esterna, non mi è dato conoscere le vere dinamiche di progetto o lo script del film, sono per lo più deduzioni o interpretazioni di cose per me evidenti. Non tutti i fratelli del mondo sono cresciuti a pane, piazza Duomo, Luini e Hoepli, ecco perché mi è sembrato giusto condividere con tutti quel che ho avuto il pacere di cogliere.

About rupertalbe

#InterDesigner Vagavo nel buio in balìa di un sistema che via via cercava di farmi subire la mia fede interista, convincendomi di meritarmelo e a scannarmi con i miei simili a causa dell'insovvertibile potenza ladra che tutto torbido rendeva…un giorno comparve la luce Mourinhana, fulminato, impugnai le mie armi (immagini&grafica) per combattere la Prostituzione Intellettuale, senza pietà.

2.966 commenti

  1. mattia: ci sarebbe anche Cancelo, girano le balle, ma di certo non ha perso valore

    Cancelo è rimasto riserva di D’Ambrosio per mesi e quando giocava lo criticava pubblicamente a mezzo stampa, naturale che per incompetenza della società e ambizioni del giocatore lo troviamo dai ladri.

  2. Brehme: Adesso ZTL ha inventato Skriniar e Brozovic : il primo si è imposto da solo sin dal suo primo precampionato, altrimenti ci saremmo bevuti Miranda tutto l’anno, il secondo era già sul mercato ed è diventato titolare per la pubalgia di Vecino e la senescenza di Valero. Perisic è lo stesso da 3 anni, Icardi segnerebbe il triplo con una punta a sostegno, Joao Mario è riapparso ed è già scomparso. Cosa stai a dire ? Non ero nel blog all’epoca di Mazzarri ma sono sicuro che avresti fatto le stesse sparate anche in difesa dei suoi provincialismi da perdente.

    Cosa stai dicendo?
    Miranda e Skriniar hanno giocato assieme tutto l’anno.
    Brozo l’ha bloccato proprio Spalletti….

    Dai ahahah, va beh, spengo tutto, così proprio è chiaro che si sta facendo dell’umorismo, non puoi essere serio..

    Ascoltate prima di andare a letto ripeterò le vostre teorie fino a convincermene:

    “Spalletti boicotta APPOSITAMENTE gli investimenti societari”
    “Spalletti è al livello di Iachini”
    “Spalletti usa due pesi due misure perché odia Lautaro”
    “Spalletti diffonde l’ebola”

    Ah per inciso, Mazzarri lo ho odiato da subito, l’ho crocifisso da subito, il peggior allenatore che abbiamo mai avuto per come ha occupato la panchina e per quanto tempo l’ha occupata.

    Buona notte.
    Chissa che domattina dopo essermi ripetuto questi mantra io non mi risvegli in quel mondo magico.

    Ma la cosa importante è io non difendo Spalletti perché gli devo qualcosa, per me è intollerabile come non si sappia riconoscere chi lavora bene. E’ proprio una questione morale di principio.

  3. Brehme: Cancelo è rimasto riserva di D’Ambrosio per mesi e quando giocava lo criticava pubblicamente a mezzo stampa, naturale che per incompetenza della società e ambizioni del giocatore lo troviamo dai ladri.

    Tu non segui l’Inter, non l’hai seguita anno scorso, non c’è altra spiegazione:

    30 Agosto 2017:
    “Brutte notizie per l’Inter di Spalletti, che dovrà rinunciare a Joao Cancelo almeno per un po’. Tagliato fuori dalla lista dei convocati per un infortunio al ginocchio, Cancelo ha rimediato la distrazione al legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Brutta notizia per l’Inter. Questo il comunicato rilasciato dai nerazzurri attraverso il proprio sito ufficiale.”

    https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwjV8t-Z7P_eAhVBqxoKHa0ODnIQFjABegQIBBAB&url=https%3A%2F%2Fsport.sky.it%2Fcalcio%2Fserie-a%2F2017%2F08%2F30%2Finter-infortunio-joao-cancelo-ginocchio-destro.html&usg=AOvVaw0IVzxscBGpPPHpeQ73x82B

    https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=4&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwjV8t-Z7P_eAhVBqxoKHa0ODnIQFjADegQIBxAB&url=https%3A%2F%2Fwww.calcioweb.eu%2F2017%2F09%2Finfortunio-cancelo-le-ultime-sulle-condizioni-sul-rientro-dellesterno-portoghese%2F10147269%2F&usg=AOvVaw2ctvgdCQX5M2ROwZhKY1WO

    ERA INFORTUNATO DIO CRISTO!!!!!!

  4. Brehme: Cancelo è rimasto riserva di D’Ambrosio per mesi e quando giocava lo criticava pubblicamente a mezzo stampa, naturale che per incompetenza della società e ambizioni del giocatore lo troviamo dai ladri.

    Cancelo ha dovuto imparare come si difendeva, poi si è rotto, poi non è più uscito dal campo.
    le critiche erano anche perché il giocatore dimostrava una testa di quiz. poi, al di là delle presunte antipatie personali, ha sempre giocato.
    se Martinez non gioca titolare è perché deve ancora imparare, Icardi è il titolare, il padre parla troppo e Spalletti ritiene che al momento non appartenga al miglior 11 iniziale, anche per equilibri di squadra che, al netto del tonfo con l’Atalanta, pare abbiamo trovato

  5. mattia: Cancelo ha dovuto imparare come si difendeva, poi si è rotto, poi non è più uscito dal campo.
    le critiche erano anche perché il giocatore dimostrava una testa di quiz. poi, al di là delle presunte antipatie personali, ha sempre giocato.
    se Martinez non gioca titolare è perché deve ancora imparare, Icardi è il titolare, il padre parla troppo e Spalletti ritiene che al momento non appartenga al miglior 11 iniziale, anche per equilibri di squadra che, al netto del tonfo con l’Atalanta, pare abbiamo trovato

    Lascia stare, ci sta palesemente trollando.

    In due post ha affermato che:
    -anno scorso Skriniar ci ha evitato di vedere Miranda in campo
    -Cancelo non ha giocato la prima parte di stagione per scelta tecnica. (era spaccato)
    -Brozovic era pronto a partire ceduto da Spalletti, che è colui che lo ha trattenuto. (tra l’altro anno scorso si attaccava a questo per sparare sulla società)

    Ci sono articoli sul web che dimostrano tutto il contrario, questi sono dati di fatto, ma basterebbe aver seguito la squadra.

    due giorni fa ha definito Sissoko del Tottenham nella partita contro di noi terzino.

    E’ chiaro come il sole che l’Inter non la segue nemmeno con il binocolo.

  6. Prendetela in maniera più zen, ragazzi, non è mica una novità

  7. poi secondo me di Spalletti ci si dimentica anche la giostra del mercato cambiato in corsa lo scorso anno. hanno cambiato le carte in tavola a fine luglio, ha pestato un po’ i piedi sì, ma poi si è allineato e ha portato a casa l’obiettivo. Mancini o altri allenatori nella stessa situazione avrebbero sbroccato

  8. vero è che con tutta probabilità questa rimane l’ultima grande occasione per Spalletti di emergere, e lui lo sa bene. altri sulla nostra panchina le hanno fallite.
    per questo non dubiterei sull’impiego di Lautaro, vale il discorso per Cancelo, se è forte e migliorara la squadra in modo sostenibile, giocherà

  9. sul modulo a 2 punte Icardi Martinez ci si potrebbe lavorare durante la sosta invernale, soprattutto se Nainggolan non si riprende, non prima o durante una serie di partite così importanti.
    al netto della partita a Bergamo, la squadra pare avere i suoi equilibri, io non andrei a smontarli ora perchè il babbo di Lautaro ha le balle girate.
    doveva entrare Martinez per Miranda? forse avete ragione voi, facile dopo però

  10. Con Guardiola si rischierebbe la serie B, quel modo di giocare è ridicolo negli altri Paesi
    in Italia sarebbe un suicidio.

    Col Barcellona ci ha vinto quasi chiunque, e vorrei vedere, non fa testo.
    Poi ha portato a casa campionati scontati e la Champions non l’ha più vista.

    Al momento mi tengo Spalletti, che mi pare stia facendo più che bene e userei i soldi per prendere un certo tipo di centrocampista, una punta e un trequartista che salti l’uomo e fornisca l’ultimo passaggio.

    Che per prendere il vice di Mazzone con l’accento spagnolo ci sarà sempre tempo.

  11. Cagon. Che in altre parole = Cacasotto.

    Al posto del padre di Lautaro avrei detto di peggio, ma ” cagon” descrive perfettamente le mosse di Spalletti in troppi momenti decisivi. Non sempre troverai l’Inzaghino di turno che ti regala la partita su un piatto d’argento.

    Le prossime 3 partite diranno in che direzione andra’ il resto della stagione.

    @Este.
    Ma veramente qualcuno crede che Guardiola verrebbe all’Inter attuale????
    E’ Mou. di certo non torna. Se poteva , andava via il 21 Gennaio 2010, meno male che non lo ha fatto.

  12. Brehme:
    Intanto l’inutile Don Pioli continua la sua triste carriera da mezza classifica : un altro anonimo mestierante del calcio che i nostri attuali illuminati dirigenti ci hanno fatto provare. Sono stanco di vedere guidare i nostri destini da conduttori di carretti.

    sai cosa devi fare? 2 cose:
    1) venire al pranzo bauscia cosi ci conosciamo e vediamo se sei un leone da tastiera o anche dal vivo
    2) accettare la prova del 9, passare una notte con la parrucchiera di appiano, e poi “se passi” candidarti a direttore tecnico della beneamata. perché pare (cit. interella) che con marotta non sia tutto così liscio. dopo potrai licenziare finalmente TL7 e auxilium, e finalmente tutti noi del volgo potremo vedere cosa sei capace di fare. non saremo prevenuti ne’ nel bene ne’ nel male.

  13. Ieri non ho visto partite in TV.

    Ad eccezione dei primi 20 minuti del secondo tempo dei Ladri……

    In 5 minuti CONSUELO fa 4 robe assurde di cui 2 nella stessa azione ……che giusto una squadraccia come la Fiore (con il più grande giocatore pompato e sopravvalutato della storia….Chiesa, il Nippo Nappi di oggi) non ha saputo o voluto sfruttare.

    Alla quarta cagata, e con 2 di queste che hanno causato 2 potenziali azioni di pareggio ai viola, FACCIA DA CARPA Allegri è schizzato dalla panchina dentro il campo, inveendo e brandendo il pugno verso il portighese……tanto che FACCIA DI MERDA orsato ha dovuto rispedito al posto sgridandolo pure.

    Un Consuelo così da noi, con tanti tifosi così esigenti sarebbe crocefisso ad ogni fine partita.
    Ad eccezione ovviamente di quella metà che bramerebbero Consuelo per le 4 o 5 finezze fini a se stesse e incolperebvero del pareggio o sconfitta LS.

    Cancelo è un buon giocatore, come ce ne sono tanti, buon giocatore che però da terzino ed in Italia per non fare danni ha bisogno di un’aspetto che funziona come un orologio svizzero.

    Non è Maicon ma è più forte di Ambrogio (sulla fascia, in difesa aiuto).

    Non porta punti. E anche A noi nelle 20 partite che ha giocato non ha portato punti, nel senso che prendeva l’occhio, era un’i.portante opzione in più, ma credo con lui in campo si siano vinte meno del 50% delle gare.
    Oggi con i ladri le vince tutte, ma non certo perché il fattore sua lui.

  14. Nic!: due giorni fa ha definito Sissoko del Tottenham nella partita contro di noi terzino.

    Terzinaccio.

    Non solo un ruolo inventato, ma mo sissoko, pilastro della nazionale campione del mondo è pure scarso. :)

  15. Nic!:
    Chi assimila le 2 dichiarazioni lo fa in mala fede.
    Chi dice che Spalletti usa due pesi e due misure proprio non tollera il tecnico.

    “Ho sempre detto che IL MIO SOGNO è giocare in Premier League, nel calcio tutto è possibile, vedremo in futuro…spero che i tifosi nerazzurri possano capire il mio punto di vista”
    Queste sono parole di Perisic.
    Cioè lui gioca nell’Inter e SOGNA di andar via.
    Questo non è offensivo per l’Inter, vero? Se fosse stato Lautaro a dirlo, cosa avrebbe pensato?

  16. Nic!:
    Brozo l’ha bloccato proprio Spalletti….

    A me risulta che Spalletta lo abbia sì bloccato, ma solo per mancanza di centrocampisti: si aspettava l’acquisto di qualcun altro prima di lasciarlo partire, cosa che poi non è avvenuta e quindi lo ha trattenuto, non certo perché credeva in lui!

  17. estecambiasso:
    Con Guardiola si rischierebbe la serie B, quel modo di giocare è ridicolo negli altri Paesi
    in Italia sarebbe un suicidio.

    Col Barcellona ci ha vinto quasi chiunque, e vorrei vedere, non fa testo.
    Poi ha portato a casa campionati scontati e la Champions non l’ha più vista.

    Al momento mi tengo Spalletti

    Senza parole!

  18. mattia:
    vero è che con tutta probabilità questa rimane l’ultima grande occasione per Spalletti di emergere, e lui lo sa bene. altri sulla nostra panchina le hanno fallite.
    per questo non dubiterei sull’impiego di Lautaro, vale il discorso per Cancelo, se è forte e migliorara la squadra in modo sostenibile, giocherà

    e questa è la verità. applausi.

  19. Maigob:
    Ieri non ho visto partite in TV.

    Ad eccezione dei primi 20minuti del secondo tempo dei Ladri……

    In 5 minuti CONSUELO fa 4 robe assurde di cui 2 nella stessa azione ……che giusto una squadraccia come la Fiore (con il più grande giocatore pompato e sopravvalutato della storia….Chiesa, il Nippo Nappi di oggi) non ha saputo o voluto sfruttare.

    Alla quarta cagata, e con 2 di queste che hanno causato 2 potenziali azioni di pareggio ai viola, FACCIA DA CARPA Allegri è schizzato dalla panchina dentro il campo, inveendo e brandendo il pugno verso il portighese……tanto che FACCIA DI MERDAorsato ha dovuto rispedito al posto sgridandolo pure.

    Un Consuelo così da noi, con tanti tifosi così esigenti sarebbe crocefisso ad ogni fine partita.
    Ad eccezione ovviamente di quella metà che bramerebbero Consuelo per le 4 o 5 finezze fini a se stesse e incolperebvero del pareggio o sconfitta LS.

    Cancelo è un buon giocatore, come ce ne sono tanti, buon giocatore che però da terzino ed in Italia per non fare danni ha bisogno di un’aspetto che funziona come un orologio svizzero.

    Non è Maicon ma è più forte di Ambrogio (sulla fascia, in difesa aiuto).

    Non porta punti. E anche A noi nelle 20 partite che ha giocato non ha portato punti, nel senso che prendeva l’occhio, era un’i.portante opzione in più, ma credo con lui in campo si siano vinte meno del 50% delle gare.
    Oggi con i ladri le vince tutte, ma non certo perché il fattore sua lui.

    Nella trasferta precedente a Milano con il Bilan, ho amici gonzi che sono andati a vederla live. Risultato: ma Cancelo era vostro? Su quella fascia è stato devastante. Il valor e aggiunto della gobba.
    Ogni partita fa storia a se…

  20. Forzaneroblu: “Ho sempre detto che IL MIO SOGNO è giocare in Premier League, nel calcio tutto è possibile, vedremo in futuro…spero che i tifosi nerazzurri possano capire il mio punto di vista”
    Queste sono parole di Perisic.
    Cioè lui gioca nell’Inter e SOGNA di andar via.
    Questo non è offensivo per l’Inter, vero? Se fosse stato Lautaro a dirlo, cosa avrebbe pensato?

    e anche questa è la verità. applausi.
    quindi il problema è facilmente risolvibile.
    si vende perisic, al suo posto gioca lautaro (ci pensi spalletti come, è il suo lavoro) se lautaro fa cagare si mette keyta.
    voi soldi perisic si prende un centrocampista coi maroni.
    ps
    se fossimo la giuve, loro farebbero cosi:
    via perisic e icardi
    keyta e lautaro titolsri
    con i soldi dei 2 ne arrivano 3
    un’ala fortissima al posto di candreva (via)
    un terzino fortissimo
    un fuoriclasse centrocampo 25-28 anni
    loro sono spietati e farebbero cosi

  21. Passiamo ai freddi numeri.
    – Lo scorso anno dopo 13 giornate: 33 punti
    – Quest’anno dopo 13 giornate: 28 punti
    5 punti in meno dopo 13 giornate, e le partite più toste stanno per arrivare adesso: ok, chi critica Spalletti ha ragione.

    Ci rivediamo qui, diciamo… a fine marzo: se l’Inter avrà più punti dello scorso anno, chi adesso lo critica con ferocia dovrà riconoscere che sì, in fondo, tutto sommato, alla resa dei conti, dopo tutto, ripensandoci bene… il processo di crescita c’è, magari non siamo ancora pronti per vincere la CL ma c’è: ci state?
    Ovviamente, in caso contrario, marceremo tutti in direzione Appiano Gentile a chiedere la testa di Spalletti appesa ad una traversa 😀

  22. DrJ: Ovviamente, in caso contrario, marceremo tutti in direzione Appiano Gentile a chiedere la testa di Spalletti appesa ad una traversa

    gia’ che ci sei, impiccato a testa in giù, come l’altro pelatone. ma vaaa

  23. Michele69: Nella trasferta precedente a Milano con il Bilan, ho amici gonzi che sono andati a vederla live. Risultato: ma Cancelo era vostro? Su quella fascia è stato devastante. Il valor e aggiunto della gobba.
    Ogni partita fa storia a se…

    Non tutti i tifosi gonzi capiscono di calcio :)

    Sai chi è più devastante di consuelo nei gobbi:

    In mezzo: Bentancur Pianic Matuidi

    Davanti: Mandzukic Ronaldo co poi 2 opzioni: o Dibala a rimorchio oppure 2 niente male se si decide di giocare con le ali: Il Trans e Costa.

    Dietro Chiellini odioso come Ebola ma sicuro nelle chiusure.

    ……..poi al nono posto dei devastanti gobbi ……ecco Consuelo.

    AFDC…..DICO IO.

  24. Il valore aggiunto di Cancelo è la tecnica.
    La juve ha cambiato 4 titolari rispetto all’anno scorso: Buffon-Scszeszny, Benatia-Bonucci, Lichsteiner-Cancelo, Higuain-Ronaldo.
    In pratica, ha aumentato a dismisura il tasso tecnico nell’11 titolare e infatti si vede quando gioca, raramente perdono palla, in Italia come in Europa. In pratica, fanno il cazzo che vogliono.

    Difficile immaginarli a meno di 100 punti in A, e anche non campioni d’Europa. Prepariamo bamboline woodoo, ragazzi, quest’anno se non vincono è un miracolo.

  25. modd: e anche questa è ………
    se fossimo la giuve, loro farebbero cosi:
    via perisic e icardi
    keyta e lautaro titolsri
    con i soldi dei 2 ne arrivano 3
    un’ala fortissima al posto di candreva (via)
    un terzino fortissimo
    un fuoriclasse centrocampo 25-28 anni
    loro sono spietati e farebbero cosi

    Se fossimo la Giuve (ovviamente si fa per giocare, perché solo a scriverlo vomito)…..Non ci infarciremmo di giocolieri e ballerine.

    La Giuve comprando Ronaldo non ha venduto Mandzukic……..ha venduto Higuain.

    O gioca Dibala o gioca Bernardeschi.

    In mezzo per dare equilibrio e recuperare mille palloni (visto che Ronaldo e Dibala ne rientrano ne pressano alto) giocano con 2 super mastini e maratoneti ……..e aggiungo: almeno per più di un tempo fanno fare gioco agli avversari, se ne fregano dell’estetica dei media e puntano al recupero trovando davanti sempre 2 dei loro, niente male fra l’altro, in campo aperto.

    Poi che se giocasse alla Giuve Perisic starebbe muto……questo è un altro discorso.

    Ma mettiamoci d’accordo:

    Se vogliamo impostare una squadra modello Barcellona, eliminiamo pure giocatori di stazza, cavalli e saltatori…….puntiamo pure a funamboli fantasiosi e super tecnici.

    Ma se vogliamo guardare in casa Giuve non possiamo non considerare lo strapotere fisico…..

    Dite quello che volete ma noi a livello atletico abbiamo solo 3 elementi su 26 che oggi potrebbero essere titolari nelle top 6 inglesi + Bayern + AM + Giuve (escludo Barca e Real appunto per loro filosofia) :

    Skriniar
    Perisic
    Icardi.

    3

    Solo 3.

    Forse anche per questo non siamo ancora certi del passaggio del turno in CL.

  26. Chi dopo un mondiale da favola colleziona una ventina di presenze tutte insufficienti (svogliato? Demotivato?) chi nonostante un ingaggio favoloso dichiara di voler andar via, merita un solo numero di maglia: la numero 71. Al posto del tecnico panchina fino a giugno.

  27. Giacomo:
    Il valore aggiunto di Cancelo è la tecnica.
    La juve ha cambiato 4 titolari rispetto all’anno scorso: Buffon-Scszeszny, Benatia-Bonucci, Lichsteiner-Cancelo, Higuain-Ronaldo.
    In pratica, ha aumentato a dismisura il tasso tecnico nell’11 titolare e infatti si vede quando gioca, raramente perdono palla, in Italia come in Europa. In pratica, fanno il cazzo che vogliono.

    Difficile immaginarli a meno di 100 punti in A, e anche non campioni d’Europa. Prepariamo bamboline woodoo, ragazzi, quest’anno se non vincono è un miracolo.

    Ma i Gobbi non prescindono dalla stra….preponderanza fisica e atletica.
    Chiellini dietro
    Matuidi in mezzo (+ sorpresa Bentancur)
    Mandzukic davanti

    Garantiscono contrasti vinti, recuperi, pressione……ecc…..ecc….. poi ogni palla recuperata arriva nei piedi di super tecnici o frecce veloci all’ala……….e grazie al c……..

    Questo non vuol dire infarcirsi di Medel e Melo.
    Questo significa avere almeno un atleta fortissimo e resistente per ruolo, poi se anche tecnico meglio ancora.

    Io non amo Perisic in quanto tale, io amo nella mia squadra 2 o 3 giocatori con quelle caratteristiche fisiche e atletiche…….
    Poi che si chiamino Perisic Mandzukic Muller Gerard o Stankovic…….a me cambia zero…..io credo che sia all’ala sia in mezzo serva abbondanza di classe e finezza ma anche abbondanza di strapotere fisico e per tutti i 90 minuti.

  28. Ma infatti anche secondo me Mandzukic e Pjanic sono giocatori fantastici. I centrocampisti titolari sono Pjanic, Matuidi e Khedira, prima che si infortunasse. Direi che hanno la fisicità.

    Paradossalmente, il reparto peggiore secondo me è la difesa. Buona, eh, ma Chiellini e Bonucci non sono più quelli di qualche anno fa (anche se Chiellini è comunque fortissimo), i terzini titolari non sono molto abili in difesa (A. Sandro certe partite è una tragedia greca), i terzini di riserva sono ridicoli. Il portiere, inoltre, secondo me è sopravvalutato: giocando come riserva di Buffon e con quella difesa davanti, in A, praticamente non subisce mai pericoli, ma non dimentichiamo che è stato uno dei peggiori giocatori del mondiale.

    Vedremo, la juve non ha ancora affrontato squadre alla sua altezza, e ha mostrato di traballare già contro il Man Utd, forse per un eccesso di sicurezza. Speriamo ne abbiano altri.

  29. Michele:
    Chi dopo un mondiale da favola colleziona una ventina di presenze tutteinsufficienti (svogliato? Demotivato?) chi nonostante un ingaggio favoloso dichiara di voler andar via,merita un solo numero di maglia: la numero 71. Al posto del tecnico panchina fino a giugno.

    Su questo sono d’accordo
    Poi però mi guardo intorno e vedo che anche Skriniar dopo solo un anno a livello di dichiarazioni ha detto più o meno uguale.
    Io uscirei da queste trappole.
    Ma in ogni modo…….spererei di non vedere più Perisic in campo così le vinciamo tutte fino a luglio.

  30. Forzaneroblu: “Ho sempre detto che IL MIO SOGNO è giocare in Premier League, nel calcio tutto è possibile, vedremo in futuro…spero che i tifosi nerazzurri possano capire il mio punto di vista”
    Queste sono parole di Perisic.
    Cioè lui gioca nell’Inter e SOGNA di andar via.
    Questo non è offensivo per l’Inter, vero? Se fosse stato Lautaro a dirlo, cosa avrebbe pensato?

    Ecco tu sei più disposto al confronto e ti attieni ai fatti.
    Perisic ha detto tutte le parole che citi tu, ma è anche vero che sono 2 anni che riceve offerte migliori della nostra sia come ambizioni immediate (squadre senza FPF, già strutturate), che economicamente.
    Eppure è rimasto.
    Guarda altrove, quanti giocatori puntano i piedi invece.

    Per me venderlo alla fine di quest’anno può essere la giusta mossa sia per noi che per lui.
    Ma io come Maigob, che invece non lo venderebbe mai, lo considero di difficilissima sostituzione.

    Ma le parole di Spalletti in questo contesto ci stanno tutte.
    Da una parte c’è un giovane che si comporta da professionista impeccabile, a cui l’ottusità del padre rischia di creare problemi, a lui in quanto all’umiltà che ha, e a noi, perché il padre si svilisce il valore di Lautaro.
    Dall’altra un giocatore che al quarto anno di Inter, dopo aver deciso di rimanere e ascoltare le richieste della società per 2 anni rinunciando a contratti migliori, risponde ad una domanda dicendo che forse un giorno potrebbe accasarsi altrove.
    Parole che sono da me accolte con dispiacere, ma non ho dubbi sul fatto che Perisic potrebbe rimanere come partire, e che se partirà non punterà i piedi perché l’acquirente ottenga sconti o per mettere in crisi la società se essa volesse trattenerlo.
    Cosa non scontata nel calcio di oggi.

  31. Io comunque spero che almeno le parole di Perisic le abbiate ascoltate e non lette, visto come giudicate e puntate il dito

  32. Perisic non ha fatto bene da quando è tornato. Ma di partite insufficienti ne ho viste poche, forse nessuna.
    Io penso a fine anno farà la sua solita stagione. Anzi mi conforta vedere che con un Perisic sottotono abbiamo accumulato tutti questi punti, anno scorso non sarebbe andata così.

    Poi per chi dice che io non critico mai il mondo Inter.
    GRAVISSIMO essersi fatti scappare Cancelo.
    Cancelo è e sarà uno dei migliori terzini del mondo.
    Cancelo è quel terzino che serve per essere un top team.

  33. Che Perisic abbia fatto partite “sufficienti” io non ne ricordo quest’anno. E comunque ci sta che un giocatore possa desiderare di andar via ma
    1) evita di dirlo a novembre
    2) quando giochi dai l’anima fino alla fine come fai in Nazionale
    Comunque resta il fatto che alcune dichiarazioni come quelle del papà non si possono accettare da un club di livello. La società deve intervenire ed evitare altri casi in futuro.

  34. “Vediamo se c’è tempo, ho già 30 anni”

    Che Perisic stia dando il 100% è il minimo che gli si può chiedere, e sono sicuro sia così, queste pause realizzative le ha sempre avute, l’impegno non può essere in discussione.

  35. Nic
    Non è vero che io Perisic non lo venderi.

    Mi porti un Mane, Salah, Mbappe, ecc……..e lo vendo domani.

    Oppure mi prendi 3 campioni, uno per reparto, e anche se chi arriva davanti non ha le stesse caratteristiche ……mi va bene uguale.

    Io non vendo uno dei 3 più forti che abbiamo ……visto che 3 soli ne abbiamo.

    È diverso.

  36. stiamo dicendo le stesse cose in salsa diversa ma invertendo l ordine dei fattori il risultato non cambia, immagino siamo tutti d accordo che se la vendita di perisic comporta l arrivo di 2 pipponi sempre se il giocatore fosse d accordo meglio tenerlo ma la SPERANZA di milioni di tifosi interisti rimane quella che arrivi un giocatore di ben altro livello e spessore tecnico, speranza.

  37. Si beh, quella speranza vale più o meno per tutte le posizioni del campo, tranne quelle occupate da Skriniar, De Vrij, Vrsaliko se si aggiusta, Nainggolan, Icardi, Brozovic.

  38. Giacomo il sime non si “aggiusta” e il prezzo del riscatto francamente non è giustificabile, il giocatore avrà sempre delle ricadute e il contributo alla causa sarebbe ininfluente…radia probabilmente si riprenderà ma scordiamoci che possa ritornare a giocare 60 partite dovrà essere centellinato e come dice spalletti augurarci sopratutto nelle partite che contano davvero le sue “vampate”.

  39. Vrsaliko ottimo terzino secondo me, se a fine stagione riuscirà a mettere un po’ di continuità io lo riscatterei. Se continua così no. (E così continua la nostra tragedia greca sui terzini, ne usciremo mai?)

    Nainggolan almeno un’altra stagione di livello alto te la fa. Poi si valuterà giorno per giorno.

  40. Giacomo al di là dei problemi fisici ottimo terzino mi pare eccessivo, che mica te lo dava Simeone in prestito, mica è un pirla (cit)..purtroppo i terzini all Inter non si capisce il motivo vengono toppati da anni..cioe’..uno buono lo avevamo trovato ma questa è storia morta e sepolta.

  41. A me Vrsaliko non fa rimpiangere Cancelo, se non fosse per il problema degli infortuni.

    Mi piacciono i giocatori così: corsa, discreta tecnica, intelligenza tattica, una buona dose di garra. Mi piace molto, spero che si possa recuperare. E spero giochi anche stasera, per dire.

  42. Giacomo lungi da me fare qualsiasi tipo di polemica con te che sei sempre educato ma spero non te la prenda se scrivo che io e te vediamo i giocatori in maniera diametralmente opposta, no dai, mezzo gradino in su di d ambrosio ci sta ma Cancelo? no per me no ma proprio no sia tecnicamente altro spessore sia come interpretazione moderna del ruolo dell’ esterno basso..e la garra eccome la tiene anche il portoghese.

  43. No, anche secondo me è più bravo Cancelo.

    Ma con un Vrsaliko me ne frego se non ho il portoghese, il terzino è un ruolo importante ma non il principale. Se Vrsaliko si dimostrasse affidabile e non di carta velina potremmo preoccuparci di rinforzare gli altri ruoli.

  44. Non riesco a capire tutto questo stracciarsi di vesti per Cancelo. Comunque sia, e’ andato via.
    Non e’ certo il nuoco Roberto Carlos o Maicon , quelle si che sarebbero , e’ restano perdite devastanti.
    E forte????Forse, forse no. Non e’ nemmeno considerato per la nazionale, dove gli viene preferito Cedric, seguito da un ragazzino 19enne del Man. U. Certo la fragilita’ fisica del Croato e’ una cosa seria, e spero che la societa’ cerchi di porre rimedio, ma continuare a rimpiangere uno che non ha inciso ne legato con l’ambiente non regge.

  45. Non sono rimpianti ma valutazioni sulle qualità tecniche di singoli giocatori..nessuno si straccia le vesti ormai e acqua passata ma non è che l amore vs l’ Inter mi fa foderare gli occhi con le fette di salame eh…e non è che tutti i giocatori che giocano nella mia squadra solo per questo fatto li debba considerare all’ altezza dell’Inter con tutto il rispetto, se sono inferiori non ho nessun problema ne a scriverlo ne a dirlo.

  46. Dimentichi un piccolo particolare, i 40 e piu’ M. del prezzo non possibili a quella data , & il fatto che per quella cifra puoi guardarti intorno che ce’ ne sono tanti in giro.

  47. pacific, cancelo è un buon giocatore (ottimo in fase di attacco, medio in fase di difesa) che è diventato una icona anti suning perché è andato alla rubentus. se fosse andato al borussia ci sarebbero rimpianti si ma molto meno.
    ps
    non poteva che andare alla rubentus nel momento stesso in cui l’inter aveva difficoltà di riscatto per il fpf, lui è portoghese come cr6.9, ed hanno lo stesdo procuratore.
    ps2
    il termine del riscatto era il 31 maggio, quindi fatto apposta l’anno prima affinché non fosse riscattabile.
    ps3
    non è né maicon ne carlo. ma neanche alla lontana. ma qui stiamo parlando di due fenomeni. a coloro che criticano spalletti con prevenzione, starebbe bene un hodgson. e se mi dicono che lo hanno già avuto dico loro che si meritano di riaverlo.
    ho detto con prevenzione, dia chiaro

  48. Pacific non dimentico nulla e sull’ argomento mi sono già espressa, di tutta quella operazione impostata così ci sono troppe zona d ombra e ovviamente la verità non la sapremo mai, poi esce che nello stesso bilancio ci abbiamo messo bastoni a 31..e ricordo bene la rabbia di sabatini che aveva portato a termine quella operazione, rabbia che mi mette il dubbio che forse le cose non stavano esattamente così…no al giorno d oggi gli esterni bassi validi sono merce rara e per 40 milioni temo che ti attacchi al tram, con rispetto.

  49. DrJ:
    Passiamo ai freddi numeri.
    – Lo scorso anno dopo 13 giornate: 33 punti
    – Quest’anno dopo 13 giornate: 28 punti
    5 punti in meno dopo 13 giornate, e le partite più toste stanno per arrivare adesso: ok, chi critica Spalletti ha ragione.

    Ci rivediamo qui, diciamo… a fine marzo: se l’Inter avrà più punti dello scorso anno, chi adesso lo critica con ferocia dovrà riconoscere che sì, in fondo, tutto sommato, alla resa dei conti, dopo tutto, ripensandoci bene… il processo di crescita c’è, magari non siamo ancora pronti per vincere la CL ma c’è: ci state?
    Ovviamente, in caso contrario, marceremo tutti in direzione Appiano Gentile a chiedere la testa di Spalletti appesa ad una traversa

    I freddi numeri in quest o caso non contano. 5 punti in meno con una CL in più da giocare. Ci sta.

  50. Quello che voglio dire io è che Vrsaliko in una squadra di livello internazionale ci sta benissimo. Poi Cancelo è più forte, ok, e anche fanculo a lui.

    Se il croato si dimostrasse un attimo più robusto e riuscisse a trovare continuità, potremmo investire in altri ruoli.