Bestialità

Molto semplicemente: in un paese civile Mughini verrebbe bandito da ogni tv e si vedrebbe stracciato ogni contratto e meriterebbe di fare 6/8 mesi di servizio civile nei centri di ascolto. Poi vediamo quanti secondi di incontro con le vittime gli servono per vergognarsi. Così come un’altra vergogna è sentire Cruciani dire delle bestialità in tema abusi sessuali, delle assurdità che spero nessuna vittima di abusi abbia dovuto sentire.

E tutto questo per cosa? Per leccare il culo ad una inutile squadra di calcio. Assurdo.

Si sta barattando la civiltà, la vita, la legalità e la dignità per difendere una cazzo di squadra di calcio, peraltro nell’unico e storico caso in cui non ha colpe. Si sta snaturando e storpiando il concetto di abuso sessuale solo per tutelare l’investimento di tre bambini viziati. In un paese civile i responsabili delle istituzioni che si occupano di questo argomento interverrebbero, quando invece alla radio e sui social sentiamo e leggiamo cose al limite dell’istigazione e della complicità, quasi al punto di far dubitare della condotta personale di alcuni.

Anche la falsa denuncia di abuso è una cosa bruttissima a sua volta abuso, intendiamoci, è una realtà che esiste: ma detto questo, non deve diventare un mezzo di diffamazione o -che è ancora peggio- di invalidazione della colpa a prescindere. La giustizia esiste appunto per tutelare le vittime, chiunque esse siano.

E se avete il macigno di essere o conoscere vittime di abusi, fategli un favore: consigliate loro di non guardare i programmi sportivi e di non ascoltare certe radio. Per il loro bene.

Ricapitolando quindi, nell’ordine:
– Ronaldo non ha bisogno di stuprare
– Non è Tyson, come fa a costringere
– Era una indossatrice
– Se l’è cercata, ha fatto pure la doccia
– Da donna dico che se vai in camera…e cmq se non vuoi nel culo non lo prendi
– Non è uno stupro, è un rapporto sessuale non consenziente
– E’ una troia lo fa per i soldi
– Dopo 10 anni non vale
– Ha cambiato avvocato
– Adesso saltano fuori tutte
– Sono invidiosi perché scopava
– Buone notizie, non ci sono prove
– Se ha accettato i soldi non c’è violenza
…una sequela di convinzioni sbagliatissime e assurde. Non dico di avere fondamenti di criminologia o una laurea con tesi sul predatore seriale, dico di avere il buonsenso per capire quanto è assurdo e dannoso il fiume di cazzate dette su questo argomento.

Se il calcio diventa veicolo di questa merda, allora va chiuso.

dal profilo twitter di Zer0Tituli, che ha prestato la voce a un lettore per dire due parole che in realtà sono urla.
Perché questa non è questione di tifo, ma di civiltà.

About Zer0Tituli

1.007 commenti

  1. “Kowalsky :occasioni nitide di segnare, partita in cui abbiamo sempre comandato il gioco eppure criticate Spalletti… ma è possibile immaginare uno scenario in cui entra Lautaro al posto di Naingo e poi perdiamo? O no? No, voi che avete allenato grandi club e siete sicuramente più bravi e competenti di Spalletti avete la certezza che entra Lautaro e fa una doppietta: Inter 3 Milan 0.”

    Sulla prima parte ti do ragione: l’Inter ha dominato il derby e bene ha fatto Spalletti a sottolinearlo a quegli incompetenti (per non dir peggio) di Sky.

    Ovviamente non c’è la controprova né a quello che dici tu (e tanti altri), né a quello che dico io (e altrettanti altri).

    Secondo noi (i “pro-Lautaro”) giocare con l’unica punta Icardi rischia di farlo finire nell’imbuto delle difese avversarie (anche se assai spesso Mauro è talmente forte da cavarci le castagne dal fuoco lo stesso): schierare un giocatore con caratteristiche in parte diverse in fase avanzata ci renderebbe piu imprevedibili e farebbe fruttare meglio la gran mole di gioco che produciamo (alla faccia di quelli che dicono che l’Inter gioca male).

  2. E’ stato un derby di risposte.

    Una bella risposta a chi diceva che il Milan giocava meglio e noi eravamo solo fisicità. E infatti loro rintanati nella loro metà campo, un solo tiro in porta, Suso e Calhanoglu addomesticati, Higuain non pervenuto, loro 6 ammoniti e noi 1 (o 2?, non ricordo bene).

    Una bella risposta a chi qui parlava del coraggio di Gattuso, come se lui volesse davvero vincere il derby e Spalletti no: il Ringhio nazionale al 90′ si inventa il cambio Calabria-Abate, passano 20 secondi e Abate si perde Icardi in concorso con Musacchio e palla nel sacco, con la gentile collaborazione di Gigione Donnarumma, portiere titolare della nazionale italiana di calcio per grazia di Mino Raiola.

    Soprattutto una bella risposta per tutti noi che avevamo bisogno di tante certezze e 7 vittorie consecutive ce le siamo meritate. Andiamo a Barcellona con la certezza di avere una coppia centrale da paura, una coppia di terzini normodotati finalmente, dei meccanismi di manovra che si stanno consolidando.

    Perdere Nainggolan è una brutta tegola, perdere anche Brozovic e Perisic lo sarebbe ancora di più, ma a Barcellona ci andiamo comunque senza paura. Questa squadra deve migliorare ancora tanto, certi meccanismi sono ancora un po’ rugginosi e alcuni uomini non si sono ancora inseriti al meglio. Piano piano, stiamo crescendo e cresceremo sempre di più. Un derby che non ci può non far guardare con fiducia al futuro.

    Nel frattempo, sotto con la Champion’s League!

  3. kowalsky: veramente ho letto critiche a Spalletti a partita finita da parecchio. Poi dite che chi vince ha sempre ragione ma se non segnava Icardi…. date giudizi in base alle simpatie personali, su quali basi fondate il ragionamento che se giocava Lautaro avremmo segnato prima? Ragionamenti allucinanti! 8 occasioni nitide di segnare, partita in cui abbiamo sempre comandato il gioco eppure criticate Spalletti… ma è possibile immaginare uno scenario in cui entra Lautaro al posto di Naingo e poi perdiamo? O no? No, voi che avete allenato grandi club e siete sicuramente più bravi e competenti di Spalletti avete la certezza che entra Lautaro e fa una doppietta: Inter 3 Milan 0.

    Allora, lo scorso anno con LS tutti eravamo concordi sul fatto che fossimo troppo prevedibili, sempre con lo stesso gioco e nessuno in grado di spaccare le partite o inventare la giocata se non la solita imbucata di Maurito su traversone di Perisic.
    Si diceva che non avevamo cambi in panchina, anche se karamoh poteva essere una posdibile mossa ma non lo buttava mai dentro se non a 3 minuti dalla fine quando ormai era tardi.
    Quest’anno hai Lautaro che è di 3 spanne superiore a Karamoh come cattiveria e che darebbe più spazio di manovra ad icardi e con il suo pressing e movimento continuo metterebe in apprensione tutta la difesa costringendo gli avversari a fare falli da giallo.
    Uno con questo atteggiamento costringe gli avversari a rimanere coperti per i raddoppi e mansa in affanno tutta la difesa avversaria.
    Poi se vogliamo puntare al piazzamento e mai al primo posto possiamo cintinuare a pensare all’equilibrio ecc ecc. Altrimenti servono le palle!
    Quelle cose cazzute che dopo Murinho non ha mai più provato nessuno, quei cambi e quegli atteggiamenti che fanno capire alla scquadra che le oartute vanni vinte TUTTE!
    LS è un fantastico allenatore,grande conoscitore di calcio ma per i miei gusti è troppo zen e non sempre porteremo a casa i risultati quando ormai sembrava impossibile.
    Non sto facendo mille chitiche a spalletti ma una sola, vorrei che fosse chiaro; deve tirare fuori il CORAGGIO.punto.

  4. KalleM: Idea intrigante … ma chi sarebbero i tre picchiatori da mettere in mezzo ?

    provo ad abbozzare una formazione
    handa
    vrsaliko skriniar devrji asamoah
    vecino nonno gagliardini candreva
    icardi martinez
    con dambroeus, miranda, keyta pronti ad entrare a seconda di come gira.
    partendo dal fatto che naninggolan perisic brozovic sono out

  5. kowalsky: ma è possibile immaginare uno scenario in cui entra Lautaro al posto di Naingo e poi perdiamo?

    io avrei desiderato lautaro al posto di keyta, non di nainggolan. e con questa sono 3 volte che lo dico e mi fermo qui.

  6. @Modd
    Gaglia è fuori dalla lista Champion’s

    @Ric
    A me ‘sta storia del coraggio fa ridere, e molto. Perché il coraggio per la gente sarebbe praticamente giocare in attacco e senza difesa, e a me non sembra che debba funzionare così. I famosi cambi di Mourinho poi andrebbero analizzati caso per caso, Mourinho ti metteva dentro anche 5 attaccanti quando si perdeva, ma quando si perde lo fanno tutti.
    Poi il coraggio è anche quella cosa che ti fa fare la cafonata e se però perdi ti appendono al duomo.

  7. modd: con dambroeus, miranda, keyta pronti ad entrare a seconda di come gira.

    naturalmente anche politano. scusate.

  8. Giacomo: Gaglia è fuori dalla lista Champion’s

    cazzo e’ vero. hai ragione! mmm lo avrei fatto giocare.
    allora dambroeus dietro e asamoah a centrocampo. ma mi mpiace meno.

  9. Nel filotto di 7 vittorie ad eccezione della partita con il PSV abbiamo sempre segnato il goal decisivo negli ultimi 13 minuti, con il Cagliari era il 2 a 0, unica partita vinta con più di un gol di scarto.
    Sicuramente abbiamo dimostrato carattere ma secondo il mio punto di vista gli ultimi minuti sono quelli in cui “saltano gli schemi” sul finire della partita la stanchezza e le emozioni rubano spazio alla razionalitá e quindi diventiamo magicamente. imprevedibili.

  10. leonardo calzoni

    Morale della favola alla fine del derby loro 6 ammoniti noi 1
    Noi 3 infortunati di cui 1 molto serio
    Noi 31 falli loro 58
    Noi la famosa squadra fisica e muscolare “gonfiata di botte” da una squadra di mezze seghe.
    Noi comunque ne pagheremo le conseguenze con il Barca e con la Lazio…loro no.
    Quando le chiacchiere sono più dei fatti…sti rotti in culo ci hanno MASSACRATO.

  11. Giacomo:
    @Modd
    Gaglia è fuori dalla lista Champion’s

    @Ric
    A me ‘sta storia del coraggio fa ridere, e molto. Perché il coraggio per la gente sarebbe praticamente giocare in attacco e senza difesa, e a me non sembra che debba funzionare così. I famosi cambi di Mourinho poi andrebbero analizzati caso per caso, Mourinho ti metteva dentro anche 5 attaccanti quando si perdeva, ma quando si perde lo fanno tutti.
    Poi il coraggio è anche quella cosa che ti fa fare la cafonata e se però perdi ti appendono al duomo.

    Ti ricordi il cambio Icardi Santon?
    Il coraggio si vede quando per esempio passi in vantaggio e metti dentro una punta veloce per chiudera la partita sapendo che l’avversario si dovrá sbilanciare e non farsi rintanare e pregare che non ci infilino,
    Non devi giocare a 10 punte per avere coraggio ma far capire alla squadra e agli avversari che vuoi purgarli e non cagarti sotto.
    E poi non esiste solo il 433 azzo! È possibile cambiare modulo a seconda dei momenti sopratutto quando stai dominando e non vinci.
    Ieri l’abbiamo fatto noi goal al minuto 93….ma nel calcio basta un tiraccio da 40 metri per perdere anche da chi si è difeso 90 minuti, vi ricordate quante volte è successo l’anno scorso?

  12. Intersempre:
    “Kowalsky :occasioni nitide di segnare, partita in cui abbiamo sempre comandato il gioco eppure criticate Spalletti… ma è possibile immaginare uno scenario in cui entra Lautaro al posto di Naingo e poi perdiamo? O no? No, voi che avete allenato grandi club e siete sicuramente più bravi e competenti di Spalletti avete la certezza che entra Lautaro e fa una doppietta: Inter 3 Milan 0.”

    Sulla prima parte ti do ragione: l’Inter ha dominato il derby e bene ha fatto Spalletti a sottolinearlo a quegli incompetenti (per non dir peggio) di Sky.

    Ovviamente non c’è la controprova né a quello che dici tu (e tanti altri), né a quello che dico io (e altrettanti altri).

    Secondo noi (i “pro-Lautaro”) giocare con l’unica punta Icardi rischia di farlo finire nell’imbuto delle difese avversarie (anche se assai spesso Mauro ètalmente forte da cavarci le castagne dal fuoco lo stesso): schierare un giocatore con caratteristiche in parte diverse in fase avanzata ci renderebbe piu imprevedibili e farebbe fruttare meglio la gran mole di gioco che produciamo (alla facciadi quelli che dicono che l’Inter gioca male).

    quindi Spalletti coglione, incompetente e masochista, tutti voi della linea “Lautaro titolare a prescindere” grandi maestri di calcio.
    P.s.: sia chiaro che anche a me piace Lautaro e che mi piacerebbe che l’Inter giocasse a 2 punte, ma ho come una vocina dentro, che nasce dalla consapevolezza che non sono un allenatore, che mi sussura che se Spalletti al momento non gioca a 2 punte FORSE è perchè. per come è stata allestita la rosa e per ragioni di equilibrio di squadra, non si può fare.

  13. ricviareggino: Ti ricordi il cambio Icardi Santon?
    Il coraggio si vede quando per esempio passi in vantaggio e metti dentro una punta veloce per chiudera la partita sapendo che l’avversario si dovrá sbilanciare e non farsi rintanare e pregare che non ci infilino,
    Non devi giocare a 10 punte per avere coraggio ma far capire alla squadra e agli avversari che vuoi purgarli e non cagarti sotto.
    E poi non esiste solo il 433 azzo! È possibile cambiare modulo a seconda dei momenti sopratutto quando stai dominando e non vinci.
    Ieri l’abbiamo fatto noi goal al minuto 93….ma nel calcio basta un tiraccio da 40 metri per perdere anche da chi si è difeso 90 minuti, vi ricordate quante volte è successo l’anno scorso?

    Tutto vero, ma nel calcio, in Italia in particolare, proprio perché puoi subire anche per un tiraccio, devi difendere così come devi attaccare. Devi segnare ma senza subire. Spalletti – e io lo apprezzo – è un convinto assertore di questo “equilibrio”, e se non stiamo perdendo è raro che si sbilanci.

    Si parla di coraggio ma si tira fuori sempre il solito vecchio cambio Icardi-Santon, ignorando che ci stavano assediando e che eravamo morti, e sai perché? Perchè quel fifone di Spalletti ha tenuto la squadra in campo senza fare manco un cambio, sono rimasti gli stessi per un’ora, con un uomo in meno e hanno giocato e ribaltato lo svantaggio. Poi c’è stato quel cambio ed è andato male, ma perché Santon è un asino, mica per altro.

    Parlate di cambiare modulo come cambiare i calzettoni, non è così facile. Il modulo lo devi saper interpretare, e infatti quando abbiamo cambiato modulo abbiamo giocato da cani.

    Critiche, critiche… intanto siamo a 7 vittorie consecutive, a -2 dal Napoli, a -6 dalla juve, ci stiamo riproponendo come la terza forza del campionato e sembrerebbe che abbiamo diminuito il gap almeno con il Napoli, e primi nel girone di Champion’s, dove anche senza coraggio abbiamo ribaltato due 1-0…
    Penso (penso) che abbia ragione Spalletti, 3-0 per lui e palla al centro.

  14. kowalsky: quindi Spalletti coglione, incompetente e masochista, tutti voi della linea “Lautaro titolare a prescindere” grandi maestri di calcio.
    P.s.: sia chiaro che anche a me piace Lautaro e che mi piacerebbe che l’Inter giocasse a 2 punte, ma ho come una vocina dentro, che nasce dalla consapevolezza che non sono un allenatore,che mi sussura che se Spalletti al momento non gioca a 2 punte FORSE è perchè. per come è stata allestita la rosa e per ragioni di equilibrio di squadra, non si può fare.

    Ed infatti Keita balde è un terzino!
    Fatto entrare e mesdo sull’esterno dove non ha mai fatto una cippa tutte le volte che ce l’ha messo e che non tirna mai a coprire e non pressa.
    Mentre non metti dentro Lautaro che pressa e prende falli di continuo facendolo partire largo per accentrarsi o fare la seconda punta quando l’attacco arriva dalla fascia opposta.
    Giusto ?

  15. kowalsky: ho come una vocina dentro, che nasce dalla consapevolezza che non sono un allenatore, che mi sussura che se Spalletti al momento non gioca a 2 punte FORSE è perchè. per come è stata allestita la rosa e per ragioni di equilibrio di squadra, non si può fare.

    infatti non si puo’ fare e mettw keita, che da’ piu’ copertura di martinez….
    se mi dici che non lo vede pronto si puo’ discutere. ma se mi dici che mette keita esattamente come mise santon non ci sta.
    guarda ti dico:
    spalletti ha ragione e meno male che decide lui e non noi. pero’ io non mi sono incazzato quando mise santon con la giuve. trovo invece che keyta e non lautaro sia stata una cazzata, perche’ se non veniva il gol al 92 saremmo tutti TUTTI qui ora a dire che ha sbagliato il cambio.
    e te lo dice uno che fiducia totale in spalletti, che lo ha difeso quando altri lo hanno massacrato.

  16. Giacomo: Tutto vero, ma nel calcio, in Italia in particolare, proprio perché puoi subire anche per un tiraccio, devi difendere così come devi attaccare. Devi segnare ma senza subire. Spalletti – e io lo apprezzo – è un convinto assertore di questo “equilibrio”, e se non stiamo perdendo è raro che si sbilanci.

    Si parla di coraggio ma si tira fuori sempre il solito vecchio cambio Icardi-Santon, ignorando che ci stavano assediando e che eravamo morti, e sai perché? Perchè quel fifone di Spalletti ha tenuto la squadra in campo senza fare manco un cambio, sono rimasti gli stessi per un’ora, con un uomo in meno e hanno giocato e ribaltato lo svantaggio. Poi c’è stato quel cambio ed è andato male, ma perché Santon è un asino, mica per altro.

    Parlate di cambiare modulo come cambiare i calzettoni, non è così facile. Il modulo lo devi saper interpretare, e infatti quando abbiamo cambiato modulo abbiamo giocato da cani.

    Critiche, critiche… intanto siamo a 7 vittorie consecutive, a -2 dal Napoli, a -6 dalla juve, ci stiamo riproponendo come la terza forza del campionato e sembrerebbe che abbiamo diminuito il gap almeno con il Napoli, e primi nel girone di Champion’s, dove anche senza coraggio abbiamo ribaltato due 1-0…
    Penso (penso) che abbia ragione Spalletti, 3-0 per lui e palla al centro.

    Ma spalletti è all’inter da un mese? No perché il tempo per insegnarli a cambiate modulo in corsa credo lo abbia avuto!

  17. ricviareggino: Ma spalletti è all’inter da un mese? No perché il tempo per insegnarli a cambiate modulo in corsa credo lo abbia avuto!

    Ci ha provato, in realtà. Anche quest’anno nelle prime partite abbiamo visto qualche esperimento. Ma poi Spalletti stesso ha dichiarato in conferenza che ha visto come la squadra si trovi bene con questo modulo, che conosce e che sa applicare. E ha deciso di continuare per questa via perché c’era bisogno di fare punti. Magari, con il tempo.

    Ma poi tanto lo sappiamo che le critiche non sono per il modulo, è che vogliamo Lautaro in campo e basta. Anche in porta, cazzo ci frega.

  18. ricviareggino: Ti ricordi il cambio Icardi Santon?
    Il coraggio si vede quando per esempio passi in vantaggio e metti dentro una punta veloce per chiudera la partita sapendo che l’avversario si dovrá sbilanciare e non farsi rintanare e pregare che non ci infilino,
    Non devi giocare a 10 punte per avere coraggio ma far capire alla squadra e agli avversari che vuoi purgarli e non cagarti sotto.
    E poi non esiste solo il 433 azzo! È possibile cambiare modulo a seconda dei momenti sopratutto quando stai dominando e non vinci.
    Ieri l’abbiamo fatto noi goal al minuto 93….ma nel calcio basta un tiraccio da 40 metri per perdere anche da chi si è difeso 90 minuti, vi ricordate quante volte è successo l’anno scorso?

    ti ricordi che giocavamo in 10 dal 20° del primo tempo? Ti ricordi Barcellona-Inter con Mourinho che aveva preparato la partita con la strategia di lasciare la palla al Barca fino alla nostra 3/4.
    Ripeto: ricordiamocele sempre tutte le cose, le belle e le cattive, altrimenti le simpatie personali ci fanno sballare ogni giudizio.

  19. leonardo calzoni:
    Morale della favola alla fine del derby loro 6 ammoniti noi 1
    Noi 3 infortunati di cui 1 molto serio
    Noi 31 falli loro 58
    Noi la famosa squadra fisica e muscolare “gonfiata di botte” da una squadra di mezze seghe.
    Noi comunque ne pagheremo le conseguenze con il Barca e con la Lazio…loro no.
    Quando le chiacchiere sono più dei fatti…sti rotti in culo ci hanno MASSACRATO.

    Ninja si è massacrato da solo

  20. kowalsky: ti ricordi che giocavamo in 10 dal 20° del primo tempo? Ti ricordi Barcellona-Inter con Mourinho che aveva preparato la partita con la strategia di lasciare la palla al Barca fino alla nostra 3/4.
    Ripeto: ricordiamocele sempre tutte le cose, le belle e le cattive, altrimenti le simpatie personali ci fanno sballare ogni giudizio.

    A me Spalletti sta simpaticissimo ma Lautaro deve giocare! O vogliamo fargli fare la fine di Roberto Carlos? Che sbilanciava la difesa perchè non copriva?

  21. Penso che semplicemente le dichiarazioni critiche su Spalletti a partita in corso derivino, almeno le mie, dall’ansia nel vedere che un certo punto del secondo tempo la partita si era completamente ingessata e sembrava impossibile riuscire a sbloccarla

    Come ci accade con molte piccole

    Da qui lo “Spalletti fai qualcosa” e metti Lautaro ecc ecc

    Mi sembra motivato

    Basta non eccedere

    poi è successo al 93º e ok .. ma ragazzi non succederà sempre qualcosa del genere

  22. Michele69: Ninja si è massacrato da solo

    Non sono del tutto d’accordo.
    Ninja allarga la gamba per proteggersi e magari per qualche vecchia ruggine con Biglia.

    Ma Biglia fa un’entrata a scivoloni con la palla a 7 metri ……stupido e pericoloso.

    A velocità reale tutti gli spettatori (gonzi inclusi) vista la inutilità dell’entrata e la pericolosità…..temevano il rosso diretto.

    Poi guardando in dettaglio si nota Biglia non affondare il piede……..e Ninja che si fa male per un suo gesto che poteva evitare.

    Ma ripeto: Biglia fa una cosa stupida inutile e a monte pericolosa.

    Se fosse un mio giocatore pascolerebbe in tribuna.

  23. Fabio1971:
    Penso che semplicemente le dichiarazioni critiche su Spalletti a partita in corso derivino, almeno le mie, dall’ansia nel vedere che un certo punto del secondo tempo la partita si era completamente ingessata e sembrava impossibile riuscire a sbloccarla

    Come ci accade con molte piccole

    Da qui lo “Spalletti fai qualcosa” emetti Lautaro ecc ecc

    Mi sembra motivato

    Basta non eccedere

    poi è successo al 93º e ok .. ma ragazzi non succederà sempre qualcosa del genere

    La formazione e la preparazione del match di LS ieri sera ha messo uno dei nostri libero di battere a rete almeno 8 volte già dal decimo minuto.
    Se poi non concretizzamo 7 palle gol e lo facciamo al 93……..ci sta.

    Ho criticato LS per la formazione e la preparazione di Sassuolo e Torino.

    Ieri sera mi è piaciuto tantissimo.

    Non ricordo derby da 40 anni con i gonzi che quando avevano palla non mi mettevano nessuna tensione o preoccupazione.

    Anzi no…….. ricordo la stessa rilassatezza in fase di non possesso solo in un Milan Inter 0 a 4.

    “Mister lo vuole il recupero?”

  24. Oggi mi sono svegliato felice.

    Il Derby l’ho vissuto con molta tranquillità. Poche altre volte ho provato sensazioni come quelle di ieri sera. Non ho pensato un solo istante che avrebbero potuto beffarci.

    Li abbiamo sovrastati tecnicamente, atleticamente e tatticamente. Al punto che ancora non riesco pienamente a comprendere dove finiscono i nostri meriti ed iniziano i loro demeriti.

    10 azioni pericolose per noi, 2 le loro. Possesso palla 57%. Nove corner. Higuain non pervenuto. Icardi che fa un gol pazzesco. L’ho rivisto 100 volte, fa un contromovimento impensabile. Il cross di Vecino è di difficile lettura in quanto parte una cannonata da fermo, infatti vanno tutti a farfalle, tutti tranne Maurito che la legge benissimo.

    Più in generale tutti bene bene: menzione speciale per i centrali difensivi, mostruosi! Brozovic metronomo indiscutibile (anche per merito di gattuso che decide inspiegabilmente di lasciarlo giocare) con 100+ palle giocate. Valero classe assoluta, sempre presente con giocate ottime. L’assist filtrante per Icardi, poi murato sul piu’ bello, è tanta roba.
    Un po’ sotto tono Asa, ma ha il merito di contenere bene Suso, che è bene ricordarlo, ci ha piu’ volte fatto male.

    Mi spiace non aver visto in campo Lautaro. Secondo me avrebbe potuto fare bene ieri. Ma il Mister è spalletti, e deve essere sempre supportato, a maggior ragione dopo sette vittorie consecutive.

    Peccato per l’infortunio del ninja. Ma abbiamo costruito una rosa completa che può sopperire ad alcune assenze, seppur eccellenti.
    Speriamo che i due croati non siano gravi.

    Ora si va a barcelona. Con la consapevolezza di non essere i favoriti (eufemismo! i bookmakers ci danno a 6,50) e che è possibile e probable che si possa tornare con le pive nel sacco. Spensieratezza è la parola d’ordine. Anche perchè la palla è tonda e non si sa mai. E soprattutto poi dovranno faci visita a casa nostra e li sono certo che i catalani dovranno sputare sangue per non uscire con le ossa rotte.

    Intanto godiamoci questo periodo. Siamo forti. Questo non è più negabile.

    #Amala

  25. Giacomo: Mourinho ti metteva dentro anche 5 attaccanti quando si perdeva,

    Ad onor del vero ne metteva 5 anche quando si pareggiava.

  26. Era una partita da vincere e la banda Spalletti l’ha vinta in modo chiaro e autorevole, lasciando pochi argomenti agli avversari e ai nemici di sempre.
    Tuttavia il Milan, a mio parere, si è rivelato squadra assolutamente evanescente, senza gioco né anima, che quindi non può rappresentare una pietra di paragone attendibile per misurare la nostra reale forza tecnica.
    Una sola conferma è stata chiara e solida: la tenuta psicologica e mentale che permette alla squadra di restare in partita e di provare a vincerla fino all’ultimo respiro. Se cerchiamo il pelo nell’uovo nel lavoro e nelle scelte di Spalletti è bene non trascurare il fatto che lui, che per natura cuor di leone non è, ha saputo infondere in una accozzaglia di conigli bagnati la ferocia di una ‘sporca dozzina’.
    Adesso è inutile nasconderci che col Barsa si fa dura col centrocampo, già poco munito, falcidiato dagli infortuni. Ma il calcio, per fortuna, è uno sport imprevedibile e l’importante è giocarsela.

  27. Maigob: La formazione e la preparazione del match di LS ieri sera ha messo uno dei nostri libero di battere a rete almeno 8 volte già dal decimo minuto.
    Se poi non concretizzamo 7 palle gol e lo facciamo al 93……..ci sta.

    Ho criticato LS per la formazione e la preparazione di Sassuolo e Torino.

    Ieri sera mi è piaciuto tantissimo.

    Non ricordo derby da 40 anni con i gonzi che quando avevano palla non mi mettevano nessuna tensione o preoccupazione.

    Anzi no…….. ricordo la stessa rilassatezza in fase di non possesso solo in un Milan Inter 0 a 4.

    “Mister lo vuole il recupero?”

    :-) Ti ricordi che io volevo una sconfitta sportivamente sanguinosa è una umiliazione per il Milan e tu ti accontentavi anche di un buon 1-0?

    beh credo che siamo stati accontentati entrambi

    Perché, beh, parliamoci chiaro, ieri è stata una autentica umiliazione

    Più per la partita che per il risultato

    Che è comunque maturato nella maniera più devastante posdibilevper loro

    Così la stanno vivendo i milanisti, stanne certo

    Chiaro che se non la vincevi era una visa che rimaneva a metà ed un vero peccato

    Comunque bene
    Criticate poi non vuol dire voler esonerare, eh

    Dopo un inizio davvero confuso e inspiegabile credo proprio Spalletti sia tornato davvero sul pezzo e adesso è ELETTRICO :-)

    Mai visto un allenatore e una perdona tanto fiero, carico (in Toscana diremmo “gonfio” per stare all’inter

    Ovvio Mou escluso, ma per me personalmente persino più sinceramente coinvolto, meno calcoli e prospettive

    Per Spalletti l’Inter è davvero l’ALL-IN e sembra volersela godere tutta

    FINALMENTE

  28. Giacomo: Ma poi tanto lo sappiamo che le critiche non sono per il modulo

    le critiche parola grossa… le osservazioni dei tifosotti sono che ogni tanto, quando non la sblocchi, cambi modulo e giochi a 2 punte. e a quel punto deve giocare lau con mau.

  29. modd: le critiche parola grossa… le osservazioni dei tifosotti sono che ogni tanto, quando non la sblocchi, cambi modulo e giochi a 2 punte. e a quel punto deve giocare lau con mau.

    Mi sento tifosotto al 100%

  30. Secondo me siamo stati a un passo dallo sfascio, quando – dopo aver giocato meglio la partita – ci siamo consegnati al milan negli ultimi 10 minuti con la depressione immanente. E’ andata bene, temevo che Cutrone ci castigasse come una nemesi. Ringhio ha tolto Kessie e ci ha reso il favore che gli avevamo fatto (Keita).
    Vivi complimenti a Vecino, uno che vuole vincere e che ha capito che le partite si vincono (e si giocano) negli ultimi 15 minuti. Icardi è mostruoso quando recupera la coordinazione: non era una finta quella di andare sul primo palo, solo che lui ha gambe da pattinatore su ghiaccio. Il povero Musacchio c’è rimasto male a vederselo ripassare dietro. Ora che siamo un pò incerottati forse verrà fuori un mio pallino (forse) ovvero di mettere Skrigno davanti alla difesa e la partita del camp nou si presta. Dite a LS che non sbandieri tanto di bel gioco, fottiamocene del bel gioco e cerchiamo un altro Vecino (o creiamolo).

  31. Maigob: La formazione e la preparazione del match di LS ieri sera ha messo uno dei nostri libero di battere a rete almeno 8 volte già dal decimo minuto.
    Se poi non concretizzamo 7 palle gol e lo facciamo al 93……..ci sta.

    Ho criticato LS per la formazione e la preparazione di Sassuolo e Torino.

    Ieri sera mi è piaciuto tantissimo.

    Non ricordo derby da 40 anni con i gonzi che quando avevano palla non mi mettevano nessuna tensione o preoccupazione.

    Anzi no…….. ricordo la stessa rilassatezza in fase di non possesso solo in un Milan Inter 0 a 4.

    “Mister lo vuole il recupero?”

    Braco Maigob! E’ così difficile comprendere questo ragionamento? Vecino ha sbagliato 1 delle 8 occasioni tirando alto un rigore in movimento, da solo senza pressione dei difensori. Il tecnico mette la squadra in condizione di segnare, se sbagliano il tiro è colpa del modulo?

  32. Per me Spally ha preparato la partita benissimo e ha bloccato il loro centrocampo, indi piguain nullo nelle sgrinfie dei ns centrali che sono i migliori del mondo.
    Asa non avra’ brillato, ma suso stanotte se lo sara’ sognato in uno dei suoi peggiori incubi.
    Valero finche’ ne ha é una delizia, io non lo lascerei mai in panca.
    Che dire di Maurito? Non ci sono parole sufficenti. E poi mi dicono che non é il migliore, ma che deve fare di piú?
    Il suo gol é un capolavoro di intuizione, tempismo, coordinazione, intelligenza e scaltrezza.
    Viva il capitano!
    Brozo guerriero, perisic va ringraziato per l’apporto difensivo nonostante gli acciacchi.
    Milan scarponi, gattuso alla paron rocco, gli ha detto di picchiare e cosí hanno fatto.
    Fossi bilanista non sarei molto fiera, la situazione mi ha ricordato la vernice rosso sangue sul nostro bel murale.
    #interpride