Gooo..ah no..ed è goooo..ah no…gooooool, sìììì!

Mi si perdoni il titolo fanciullesco, ma si è svolto più o meno così il sabato sera di ogni interista.
Un primo tempo a mezz’asta, con pochi rischi e qualche timida sortita offensiva, l’opprimente sensazione di non poter fare troppo male alla Samp e la sgradevole convinzione di prenderlo nel culo alla prima occasione utile.
Un gol arriva, uh che bello, ancora il Ninja, gran rasoiata ma hey! che succede? ma che cazzo fanno? fuorigioco di chi? D’Ambrosio? Icardi? Ah oggi quindi il/la VAR funziona, l’importante è che funga da supposta per il popolo nerazzurro, vabè ma sono andati a rivedere fino al calcio d’inizio?! ma andate in culo. Viva l’equità e l’applicazione del regolamento, non appena capiremo di cosa si tratti.

Poi una ripresa dal piglio aitante, fatta sì di errori, ma anche di gambe che si muovono con frequenze finora mai viste, il redivivo Candreva che sbatte contro il palo e contro i guanti di Audero, Brozovic e Asamoah che si ergono a punti di riferimento assoluti.
Segna proprio lui, il ghanese dal sorriso cordiale, ed è un gol davvero molto bello. Una liberazione.
O almeno così sembrerebbe, giusto il tempo di andare a vedere che il cross iniziale di D’Ambrosio era uscito di tanto così, diciamo non delle dimensioni tipo Rocco Siffredi, ma abbastanza da richiedere ancora l’intervento del/della VAR per ricacciarci in gola il secondo urlo della serata.

Il terzo urlo invece ha contenuti VM 18 e cita, verosimilmente, diversi animali, associandoli ai simboli religiosi più famosi d’Italia: per fortuna anche Defrel è costretto a tornare triste, l’esultanza dura lo spazio di un fuorigioco fortunatamente poi rilevato e fischiato, Marassi grida, poi mugugna, infine tace.
Non tacciono però i tifosi interisti, perché la squadra (finalmente) continua ad attaccare, ci prova, vede la Samp alle corde, sfiatata, sfilacciata, la aggredisce e viene premiata.
L’uomo della provvidenza è Marcelo in modalità ossigenata, tanto osceno da vedere quanto efficace in quella rasoiata che non richiede interventi arbitrali: è gol, è la rete liberatoria che porta i tre punti ai colori giusti, è espugnare un campo dove soltanto pochi giorni fa l’ottimo Napoli di Ancelotti era stato letteralmente preso a pallonate, è la dimostrazione che con il crescere della condizione fisica , le pedine al posto giusto e la convinzione di poter fare bene si possono portare a casa le partite nonostante tutto.

Diciamocelo chiaramente: la volontà vista a Genova non l’avevamo vista nelle due sconfitte stagionali contro le innominabili emiliane. Certo, c’erano stati episodi osceni e arbitraggi da cottolengo, ma ignorare la scarsissima vena dell’Inter era stato comunque impossibile.
Lo so, vale sempre il discorso che ci sia un regolamento da applicare, e che applicandolo avremmo 4, forse 6 punti in più, ma da tifoso e da amante del giuoco del calcio non posso far finta che la squadra, in quelle occasioni, avesse fallito l’approccio alla gara.

Capigliatura polemica.

Capigliatura polemica.

Ho avuto modo di discutere più o meno amichevolmente con molti utenti di Twitter sulla situazione attuale della classe arbitrale italiana e del trattamento riservato all’Inter, e ritengo utile e corretto fare una precisazione: non negherò mai quanto sia giusto avere abnormi perplessità sull’AIA e sul livello di preparazione degli arbitri italiani in generale.
Siamo un paese corrotto dove chi comanda è sempre rimasto al proprio posto, nel calcio come in ogni altro posto di potere, e un nuovo vaso di Pandora ripieno di merda non mi stupirebbe affatto, né pretendo che un semplice ricambio generazionale possa aver spazzato via qualsiasi dubbio sulla garanzia di un sistema che da una parte invoca più visibilità e una nuova verginità per il calcio italiano, e dall’altra fa di tutto per renderlo una comica continua.

Quello su cui mi sono impuntato è voler rifiutare, almeno al momento, la tesi del complotto, o meglio l’ipotesi che per una nuova Calciopoli sia solo questione di tempo: voglio rifiutarlo non tanto perché non lo reputi possibile, ma semplicemente perché vorrei salvaguardare la mia e la vostra capacità di tifare.
Abbiamo passato anni orrendi per colpe nostre e altrui, ma certamente non abbiamo mai smesso di supportare i nostri colori, persino nei momenti più bui: questo ci ha permesso di festeggiare con un impeto e un senso di liberazione che nessun altro sarà mai in grado di capire un’annata memorabile come quella del Triplete, il senso di aver compiuto un’impresa soltanto con le nostre forze, qualcosa capace di ripagare chiunque da da ogni amarezza o torto subìto.

È proprio per questo che, pur consapevole del rischio e del fatto che probabilmente tra qualche anno molti di voi avranno avuto ragione, voglio sforzarmi di credere in una classe arbitrale incapace di formare nuovi arbitri decenti e altrettanto incapace di far applicare un protocollo e un regolamento in modo univoco. Nient’altro.
Certo, la squalifica odierna di Spalletti racconta una storia diversa, un gol al 94′ festeggiato con “atteggiamento polemico”, un vomitevole processo alle intenzioni non corroborato da nessun tipo di offesa o insulto a chicchessia da parte di un allenatore che, semplicemente, ha lanciato un urlo liberatorio dopo essersi visto annullare (giustamente) due reti in un match decisivo anche per il suo futuro in nerazzurro.
Un gesto umano, sacrosanto, che la giustizia sportiva ha ritenuto scortese, mostrando una coda di paglia che rende difficile proseguire il mio percorso virtuoso alla ricerca di un tifo che non debba convincersi di star seguendo una versione pedatoria del wrestling.

Provo a restare ottimista, perché vorrei continuare a tifare Inter per il gusto di incazzarmi o urlare di gioia (anche con atteggiamento polemico, volendo) senza dietrologie e senza dovermi convincere che sarebbe meglio spegnere per sempre la tv, la radio, lo smartphone, mandare tutti a cacare e dedicarmi al Subbuteo.
Mi auguro che non riescano a togliere a me, alle generazioni presenti, passate e future, la bellezza di tifare Inter, perché vorrei che le prese per il culo delle altre tifoserie e i weekend con i travasi di bile dipendano soltanto dai nostri errori, da scelte tecniche o tattiche sconclusionate, da un mercato sbagliato, da un avversario più forte. E nient’altro.

Stasera Pioli torna a San Siro da avversario con la sua Fiorentina, probabilmente la squadra più in forma del momento: per noi è un banco di prova per capire se la via della guarigione sia stata definitivamente intrapresa, per il calcio italiano è una nuova occasione di dimostrare serietà e rispetto verso i tifosi di tutte le squadre.
Lo stesso rispetto che merita anche Stefano Pioli, cui auguro di togliersi un sacco di soddisfazioni con la viola. A partire però dalla prossima giornata.
Perché va bene essere sportivi, però e che cazzo.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

1.510 commenti

  1. Tiziano:
    Spalletti non rinuncerà mai a Ivan. Perche ti svolge un lavoro che non svolge nessun altro. E anche alla fine di una partita tirata, ma tirata davvero, ti imbuca un cioccolatino che Mauro deve solo scartare. Per tutti noi era sotto la doccia da un pazzo. Questo è uno dei tanti motivi per i quali noi scriviamo e lui allena

    Perche’ deve rinunciare a Perisic?
    Qui dobbiamo partire dal presupposto: Lautaro è un campione o no? Se SI gioca. Se NO non gioca. Visto che per me è un campione, io giocherei sempre con Icardi Lautaro. Sempre. Ed anche con Perisic. Che è un ala che come hai scritto fa un gran lavoro sulla fascia.
    E se l’Atletico si poteva permettere Griezmann e Gameiro (poi Costa) in attacco con Ferreira Carrasco a fare l’ala, io dico che Perisic Icardi e Lautaro possono e devono giocare insieme. Sempre.
    Chi si nasconde dietro ai moduli o al 4 2 3 1 o al 4 3 3 o al 4 fantasia è un perdente.

  2. Fabio.
    Riguardati l’azione. Handa dovrebbe intervenire al centro dell’area e non su Miranda o Paloschi, perche’ a quel punto e’ inutile’ . C’e’ molta similarita’ con la parata sul passaggio di Keyta verso Icardi. Solo che Handa non si e’ mosso di un millimetro. Che poi miranda finisca la frittata , nessuno lo mette in dubbio.
    Ma da che seguo il calcio, l’area piccola deve essere reame del portiere. Specie se non vi sono avversari vicini , come il quell’occasione. Ed in piu’ , dalla sua posizione, aveva la migliore visuale , mentre i compagni dovevano correre a ritroso.

  3. Vox:
    Dall’assenza di reazioni arguisco che la seconda maglia neroverde in fondo non dispiace

    Si parla di finiture verdi.
    Con il nero e l’oro potrebbe non essere male.

    Per le porcate c’è la terza.

    Ma io insisto con la class action!

  4. Santillana:

    C’è la foto sul web
    Bianca con tre strisce verticali laterali nero verde oro
    Sinceramente orrenda

  5. Michele69: Chi si nasconde dietro ai moduli o al 4 2 3 1 o al 4 3 3 o al 4 fantasia è un perdente.

    lo schema perfetto e’
    1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
    solo che richiede 10 fuoriclasse piu’ un super portiere
    :-)

  6. Riprendo il commento di pino sulla scadenza del post.
    Ho notato anch’io che dopo 15 giorni si bloccano i commenti.
    A nessuno interessa?

  7. modd: lo schema perfetto e’
    1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
    solo che richiede 10 fuoriclasse piu’ un super portiere

    Con chi gioca a tre io metterei il 4 4 2.

  8. Se volete farvi due risate…..
    su corriere.it hanno fatto una bel slideshow di “ieri e oggi” su exglorie del pallone e dintorni….
    la copertina é dedicata ad un nostro caro personaggio,
    con chioma alla Nino D’Angelo, Hawaiana e petto all’aria…..
    Un sacco bello!! :)

  9. Dalla gazza:

    “Non mi sorprenderei di vedere Beppe Marotta all’Inter…”. A Rieti, dove ha ritirato il Premio Scopigno, Fabio Paratici ha risposto anche alle domande sul futuro dell’ormai ex amministratore delegato della Juventus, un dirigente che resta una persona speciale per il direttore sportivo bianconero: “Il dottor Marotta è una persona che mi ha cresciuto, un padre putativo. Condivido questo premio con lui e con tutti i ragazzi che lavorano con me. Tengo molto a questo aspetto”. E ha aggiunto: “Non mi sorprenderei di vedere Marotta con l’Inter, è un grande dirigente, assieme a Galliani uno dei più grandi degli ultimi 15 anni. Spero che sia felice. Se essere felice è essere dirigente di un grande club italiano, va bene così”

  10. Stanno cercando in tutti i modi di appiccicarci marotta. Per fortuna i segnali che arrivano o meglio i NON segnali che arrivano sembrano scongiurare questa ipotesi

  11. Orsù messer, è scoccata l’ora di un altro post. Non fate gli accidiosi..!

  12. Tiziano:
    Stanno cercando in tutti i modi di appiccicarci marotta. Per fortuna i segnali che arrivano o meglio i NON segnali che arrivano sembrano scongiurare questa ipotesi

    qualche volta l’immobilismo di zhang al vec, detto anche fermo come una montagna, fa incazzare gli altri e non noi :-)

  13. Il peggiore della partita l’altro giorno per distacco Miranda. Qui dentro nessuno avrebbe steccato Felipe (avessi detto!) al limite dell’area a difesa schierata e probabilmente non ci sarebbe neppure scappato. Quella stecca è da oratorio, da uno che ha la testa un po’ per i cavoli suoi. E’ Felipe – cazzo – cosa vuoi che possa fare nel peggiore dei casi? BAM! Poi sul secondo gol la colpa è del difensore. Il cross è veloce e deviato, prende una traiettoria difficile da valutare per il portiere, ma se il difensore sta – di posizione – davanti all’uomo e lo taglia fuori parliamo di un altro libro. Quello che avrebbe dovuto fare (molto più facile) è quello che ha fatto Tiago Cionek su Icardi nel primo tempo, che ha fatto un intervento magistrale e molto più complicato, mentre la situazione del nostro gol da un difensore esperto come Miranda non posso non incazzarmi. Handanovic ha fatto parate importanti Domenica sera – eviterei di rompergli le balle. Per quanto riguarda la prestazione: in 20 giorni giochi 6 partite dove praticamente non puoi mai sbagliare, sempre dovendo giocare a mille, è naturale che alla fine del mini-ciclo tu sia meno brillante, anche solo mentalmente. Il nostro palleggio è stato a tratti poco qualitativo e anche qui per me la spiegazione rientra nella normalità: Borja Valero a certi ritmi di gara fa fatica e se non hai neppure De Vrij (che è il nostro regista basso e con i piedi è tanta roba) perdi qualcosa in uscita e gestione del pallone. Ci sta. Lo spagnolo è un giocatore che se si alzano i ritmi fatica ed è un giocatore che soffre parecchio (come tutti – ma nel suo caso è comprensibile il motivo) quando sei più lungo, perchè tendenzialmente gioca sul corto. Brozovic per dire – oltre ad avere comprensibilemnte un ritmo gara più alto – sa variare e giocare sia sul lungo che sul corto, sia a desta che a sinistra. Brozovic per me è fortissimo – sia chiaro. Mancava e si è visto. Poi dobbiamo fare meglio lo stesso, ma questa partita veniva dopo un filotto che ci ha spremuti parecchio e l’anno scorso ne saremmo usciti probabilmente con le ossa rotte, quindi abbiamo parecchie attenuanti.

    Sul discorso due punte. Due punte più Politano e Perisic e Nainggolan in mediana mi sembra un po’ eccessivo quando a 10 minuti dalla fine fuori casa stai vincendo. A me è parso un cambio di buon senso. Ci stava un giocatore in più a protezione della difesa (la Spal ha pure messo il terzo attaccante per giocarsi tutto), sei fuori casa ed in vantaggio. Non è paragonabile alla sostituzione contro la Juventus: in quel caso non avevamo più una punta davanti – qui c’erano ancora Lautaro e pure Politano (entrambi freschi), oltre a Perisic.

    Comunque, sono onestamente sorpreso. Abbiamo vinto sei partite di fila in 20 giorni tra campionato e Champion’s League affrontando tra le altre: Tottenham, Sampdoria (fuori casa), Fiorentina e PSV (fuori casa). Prima di giocare contro il Tottenham c’era chi pronosticava il “de profundis” e dopo queste sei partite ancora alcuni storcono il naso. Io personalmente mi fido del mio tecnico. E’ una persona seria e preparata. Può sbagliare, come sbagliano tutti, ma a me pare che oltre al lato tecnico (per me la squadra ha una sua identità) anche sul profilo dell’identità caratteriale e della gestione dei giocatori stia lavorando bene. Noi siamo l’Inter e – per carità – ma credo sia opportuno anche tenere presente che stiamo percorrendo una strada, che stiamo crescendo anno dopo anno, ma che di strada da fare ne dobbiamo ancora fare tanta. La dimensione di questa squadra è in buona parte “rispecchiata” dalla nostra posizione in campionato oggi: terzi vicino praticamente a tutte le nostre rivali per il posto CL. In CL invece al momento stiamo esprimendo un buon livello – da ricordare a tutti quelli che “cosa andiamo a fare in CL a farci prendere a pallata dalla qualunque?”, perchè ricordo di aver letto anche questo.

    Adesso dopo la pausa ci aspetta un calendario terribile. Terribile. Roba da pensare ad una partita alla volta e le cose potrebbero anche non andare come speriamo. La mia sensazione – tuttavia – è che se non sbrachiamo (anche come ambiente) e se ci si affidiamo al tecnico alla fine dell’anno la barca in porto ce la porterà, con le conseguenze sul piano della crescita che tutti ci auguriamo.

    Non sarà facile, ma sono ottimista. :)

  14. Vedo Tiki Taka e assisto al dibattito sullo stupro. Ci partecipano in tre/quattro (no Ferrara, no Tognazzi) con Mughini che appena sente parlare di violenza si sveglia improvvisamente e comincia una filippica sul rapporto sessuale non consenziente, che ammette pacificamente esserci stato. Poi uno da Roma gli dice che se non c’è consenso c’è stupro e allora biascica e si rimette a dormire. Spettacolo.
    C’è una donna (che non è la Wanda) che non si capisce cosa voglia dire e c’è uno che parla da donna che pare avercela con le donne. Altro spettacolo.
    C’è Cruciani in imbarazzo e quell’altro di Roma che dice di essere avvocato ed è per i gobbi, che sembra un mortorio vivente.
    Pillole.
    La prima è che Cristiano è un gran gonzo: va in un paese (l’America) dove la gente si fa i diritti (più che farsi i fatti propri), va a Las Vegas (mica a Carrapipi) e che pensava di trovare? donne che si fanno violentare in silenzio o avventuriere senza scrupoli?
    La seconda è che Florentino ha fatto il pacco, e i gonzi-bis sono quelli della juve. E se gli sponsor si tirano indietro? e quei babbi che hanno comprato (ai figlietti) la maglia dello stupratore? e se tutto l’affare fosse una sòla e CR7 fosse la negazione del mito? Magari lo protestano, il Ronaldo, lo respingono al mittente chiedendo i danni d’immagine.

  15. Lothar la descrizione di quello spettacolo d’arte varia (cit) che è stato chiticaca è strepitosa. Concordo alla virgola su quel che hai scritto. Ci mettiamo a guardare quel che accade con il popcorn e il fruttino? (ri-cit)
    😉

  16. Modd tu in oriente ci sei stato parecchio, un po’ anch’io ma tu di più, io in compenso sono stato, qua, a contatto con imprenditori cinesi (veri, non chi ha un ristorante). Un’idea ce la siamo fatta di come approcciano la vita e gli affari. Mi viene da sorridere quando qui si critica uno che ha creato un Impero partendo da un negozio. In Cina. Non in America. In Cina. E qui gli si vorrebbe dare lezioni di gestione di una società. Intanto siamo alle porte coi sassi per la quota di ET. Che, finito il suo periodo, ringrazio e tanto per diverse cose, non ultimo il famoso comunicato. Tutto a suo tempo. Se dominano da 8000 anni non è culo

  17. Tiziano:
    Lothar la descrizione di quello spettacolo d’arte varia (cit) che è stato chiticaca è strepitosa. Concordo alla virgola su quel che hai scritto. Ci mettiamo a guardare quel che accade con il popcorn e il fruttino? (ri-cit)

    come mai la storia di CRpicche salta fuori solo ora, appena uscito dal real madrid? gli ovini se lo son chiesto? che sia un grande giocatore nessun dubbio, ma come uomo fa cagare. stia la’, con la sua massa grassa di 0.001 grammi.

    quanto al cinesi cazzari, zhang al vec fermo come una montagna ha la mia ammirazione. lui ha detto solo 2 parole: fozza inda. alle mie orecchie suona bene. ad altri no, vedremo chi ha ragione.

  18. Intanto la EA videogiochi (un colosso del settore, tipo la Ford tra le macchine o la Pfizer nel farmaceutico) ha sbianchettato cristi-ano dalla cover di Fifa. Qui non capiamo a fondo quel che significa perché under 30,ma più adatto ancora under 25,credi siano meno delle foche monache in Sardegna. Ma se parlate con figli, come ho fatto io, o nipoti,… Cazzo è un INPUT. lui è out. Per una fascia di popolazione è out. Grosso guaio a vinovtown..

  19. Tiziano:
    Intanto la EA videogiochi (un colosso del settore, tipo la Ford tra le macchine o la Pfizer nel farmaceutico) ha sbianchettato cristi-ano dalla cover di Fifa. Qui non capiamo a fondo quel che significa perché under 30,ma più adatto ancora under 25,credi siano meno delle foche monache in Sardegna. Ma se parlate con figli, come ho fatto io, o nipoti,… Cazzo è un INPUT. lui è out. Per una fascia di popolazione è out. Grosso guaio a vinovtown..

    si, loo so che a molti fa ridere e non capiscono.

    ma FIFA che molla CR7 è una catastrofe REALE, non virtuale o ludica.

    specie per una società che aveva fatto ALL-IN su CR7 anche e sopratutto a livello marketing e adesso con il #metoo e le varie campagne mediatiche contro i reati sessuali diventa di colpo un reietto, ne faranno un caso si scuola, data la risonanza mediatica, oltre a passare enormi guai, e questo indipendentemente dal fatto che sia colpevole o innocente

    .
    Non me lo aspettavo. Ma evidentemente Florentino lo sapeva o aveva annusato l’aria e pure CR7 credo… non è che queste cose accadono all’improvviso in un giorno.

    Ps. hai presente i topi che fuggono prima che la nave affondi? Gli sponsor sono così. E poi, di solito finisce che la barca affonda davvero.

    Ps. 2 hai presente quelli che credevano di aver fatto un affare, che era persino troppo bello per essere vero, tipo 100 ml per CR7 che addirittura ti vuole? Ecco, non era vero, evidentemente

    storiaccia, comunque e in ogni caso, in cui c’è poco da essere contenti. Brutto anche da doverlo spiegare ai propri figlioletti, cosa sta succedendo e perché, al proprio idolo calcistico, seppur gobbi

    preferivo ben altro come causa della catastrofe gobba

  20. Ah sarà contento Modd, a me la cosa scalda il giusto…
    “Ore calde, la trattativa è in dirittura d’arrivo: addio Thohir, Suning prende il 100% dell’Inter. Zhang Jr. presidente”

  21. :-) Questi di TuttoSport :-) se non esistessero, andrebbero inventati, specie se c’è da prendere per il didietro i gobbi ,…

    questa la prima pagina

    https://pbs.twimg.com/media/DpCjo_5WwAEkyNl.jpg

    fiore fior di grafici e impaginatori, Direttori che rileggono, supervisionano e controllano, e poi escono con questa boiata… “#Ronaldoestamosc”

    hanno mandato a capo l’hashtag (lanciato dalla sorella di CR7, non un gran bel segno) #ronaldoestamoscontigoatéofim … perché troppo lungo (“stiamo con te fino alla fine”)

    invece di dividere così:

    #ronaldoestamos
    contigoatéofim

    hanno diviso così:

    #ronaldoestamosc
    ontigoatéofim

    #ronaldoestamosc :-) #ronaldoestamosc e tutti sui Social a dire che “Cr7 sta moscio”, moscio ovviamente cosa non c’è motivo di spiegarlo :-)

    ma guardate la pagina, il link, che rende incredibilmente meglio…

  22. Chi ha fatto il titolo su Tuttosport è un umorista involontario (o un interista).

  23. Fabio 1971: Ah sarà contento Modd, a me la cosa scalda il giusto…

    di cosa dovrei essere contento? io sono contento quando l’inda vince. il resto viene dopo.
    avere qualcuno/qualcosa che mi sta sul cazzo e’ una cosa, essere “contento” quando il male lo/la pervade e’ un’altra.
    esempio
    io sono contento se la giuve perde, non lo sono se AA prende l’AIDS

  24. piuttosto, mandiamo a cagare il mou che vuole skriniar?
    zhang al zoven, fai sto benedetto contratto al nostro vice capitano? o aspetti che te lo portino via? il ragazzo lo merita. gli dai 3 cucuzze e ce l’hai per anni. su da bravo, altrimenti mandiamo a cagare anche te.

  25. questa non resisto al postarla:

    Uno delle stelle della Primavera dell’Inter è sicuramente Marco Pompetti. Il centrocampista classe 2000 è un punto fisso dell’undici di Vecchi prima, e Madonna adesso, ma ha consensi anche in prima squadra. Luciano Spalletti e la società, infatti, lo stimano molto, come si legge su Calciomercato.com: “Spalletti lo ha osservato a lungo stringendo gli occhi, con il fare di chi vuole imprigionare la massima attenzione, di chi sente emergere qualcosa. Quel suono sordo del pallone all’impatto col piede, quel timbro in cui il tecnico riconosce la sintesi tra classe e personalità. Spalletti ci crede, ma ci crede anche l’Inter, che questa estate ha alzato barricate altissime per evitare il trasferimento di Pompetti alla Roma.

    te capii… volevano pompetti, ma hanno avuto zaniolo, che e’ comunque forte ma non cosi’ tanto.
    ps
    ho previsto che fara’ gol al bernabeu. un gol importantissimo.

  26. modd: di cosa dovrei essere contento? io sono contento quando l’inda vince. il resto viene dopo.
    avere qualcuno/qualcosa che mi sta sul cazzo e’ una cosa, essere “contento” quando il male lo/la pervade e’ un’altra.
    esempio
    io sono contento se la giuve perde, non lo sono se AA prende l’AIDS

    Si, ma che c’entra?

    Ti ho solo riportato una notizia che linea con quanto auspicavi

    Quindi, boh :-)

    io ad es avrei preferito fosse rimasto, pensa tu…

  27. ET per me poteva anche restare, ma con i poteri adatti ad un 30% non con un diritto di veto.
    Altrimenti è meglio salutarsi, così vedremo di che seta si veste davvero l’imperatore.
    Su Pompetti, beh ti piace vincere facile.. 😉
    (già lo aveva detto Vecchi che era quello da tenere insieme a Emmers, che infatti non se la cava male). Però così col ditino nel…. la piaga poi non chiedere perché qualcuno sparisce dai radar, soprattutto dopo 6 vittorie con scalpi non da poco e zero errori da parte del mister..
    :)

  28. Odegaard invece non batte chiodo, al Sassuolo, suppongo…

    Ne sapete qualcosa?

  29. leonardo calzoni

    Fabio1971:
    Odegaard invece non batte chiodo, al Sassuolo, suppongo…

    Ne sapete qualcosa?

    Fabio ti dico solo che la quarta punta al Sassuolo è Matri…

  30. leonardo calzoni: Fabio ti dico solo che la quarta punta al Sassuolo è Matri…

    Azz

  31. Fabio1971: Azz

    se odgaard fosse delle giuve o del bilan vala’ che gioca. poco, ma gioca.

    Fabio1971: Si, ma che c’entra?
    Ti ho solo riportato una notizia che linea con quanto auspicavi
    Quindi, boh
    io ad es avrei preferito fosse rimasto, pensa tu…

    ahhh chiedo scusa, avevo capito male. pensavo ti riferissi a CRpicche.
    ET e’ stato il nostro salvatore, diciamo la testa di ponte. poi si e’ tenuto troppi diritti di veto. poi pretende un interesse del 7% netto. se glieli danno ha fatto bene. vedremo.

  32. Il caso di Odgaard è ben strano. Ha fatto comparse in panchina alla prima con noi e alla terza col Genoa, il 2 settembre. Poi c’è stata la sosta per le nassionali (cit.) e lui è sparito. Non è nemmeno infortunato perché l’U21 danese lo ha appena convocato.
    Io dico semplicemente che è una mossa sbagliata da parte nostra. Mi spiego: ceduto a 5 gonfiatissimi pippi per farci fare plusvalenza e per abbattere il costo del prestito di Politano, sapendo (loro) che da noi, con le due competizioni avrebbe trovato spazio e che se non lo riscattiamo noi avrà comunque mercato e se lo potranno vendere l’estate prossima. Invece il nostro giovanotto è stato impacchettato solo in ottica affaristica per l’hic et nunc, senza pensare a trovargli una squadra dove potersi sviluppare. Lui che è una punta da 442 o altro modulo in cui dividersi lo spazio con un’alta punta, è stato ceduto a una squadra che da sempre fa il 433, con davanti piccoletti agili e tecnici (vedi appunto il Politano). Non se ne esce, non giocherà mai se non dopo infortuni a catena a Berardi, Babacar, Di Francesco, boateng, brignola e matri etc. Quindi si deprime e si deprezza. Voi lo ricomprereste a 10 milioni? Macché. E dopo due anni a 15? Uno che yokopoko oppure yokomai? Ma va… Ed ecco una recompra farlocca, che non rappresenta un’autentica “protezione” per noi. Lo venderanno o presteranno loro in Grecia o in Turchia. E un potenziale talento se ne sarà andato senza nemmeno poterlo valutare (che dovrebbe essere l’obiettivo di un prestito o di una vendita con recompra).
    Mi taccio.

  33. modd: se odgaard fosse delle giuve o del bilan vala’ che gioca. poco, ma gioca.

    ahhh chiedo scusa, avevo capito male. pensavo ti riferissi a CRpicche.
    ET e’ stato il nostro salvatore, diciamo la testa di ponte. poi si e’ tenuto troppi diritti di veto. poi pretende un interesse del 7% netto. se glieli danno ha fatto bene. vedremo.

    :-)

    Si chiarito, adesso ho capito

    Intendevo Thohir
    Cr7 è una brutta storia di cui è sbagliato essere contenti, al di là della maglia

  34. Quel che dici è giusto. Ma se uno è forte davvero, gioca. Perché è nell’interesse della squadra farlo giocare. Non vorrei che il famoso salto da primavera a serie A sia troppo alto anche per lui..
    Piuttosto, sul fatto quotidiano c’è un articolo di Ziliani che mette un altra tessera al puzzle dei gobbi. Leggetelo. Tanto per incazzarsi ancor di più

  35. MaistatiinB: Mi taccio.

    per non bestemmiare in pubblico.
    ps
    speriamo che la menata delle plusvalenze finisca e si possa giocare a mani libere, altrimenti altri ragazzi saranno sacrificati sull’altare della patria.
    mi taccio.

  36. crsottozero, ha commesso un delitto grave, in US ancora piú grave,
    Il rischio? estradizione e pena pesante, potrebbe solo rifugiarsi in Portogallo, la su House of card sta barcollando…..
    “M” ha abbandonato la nave in tempo……(?) nella nostra comunque non c’é posto siamo a posto cosí! :)

  37. Semperfi:
    crsottozero, ha commesso un delitto grave, in US ancora piú grave,
    Il rischio? estradizione e pena pesante, potrebbe solo rifugiarsi in Portogallo, la su House of card sta barcollando…..
    “M” ha abbandonato la nave in tempo……(?) nella nostra comunque non c’é posto siamo a posto cosí!

    Ma vogliamo parlare di ‘ste sgallettate che denunciano,una dopo l’altra, a 10 anni dai fatti???
    Posso dire che CR7 adesso mi sta un po’ più simpatico?
    Sempre per citare don Buro:” e a un gerdo pundo…!!!”
    Come quella che era salita in camera con Tyson,dico Tyson,pensando che questo gli offrisse una camomilla…
    E su,dai !!!

  38. Le offrisse

  39. MaistatiinB:
    Il caso di Odgaard è ben strano. Ha fatto comparse in panchina alla prima ………v vendita con recompra).
    Mi taccio.

    Ci sarebbe anche la possibilità che questo Odgaard, visto e provato, sia solo un buon giocatore e niente di più.
    Sta cosa dei giovani che devono essere coltivati, innaffiati e fertilizzati manco fossero piante mi fa strano.
    Posso capire che l’ambiente aiuti ma ad un certo punto si dovrebbero aiutare da soli.

    Signori ed i fratelli Inzaghi finita la primavera ricevettero un calcio nel sedere e finirono all’AlbinoLeffe.
    Con il tempo e il talento sono tornati in alto.
    Nota: Per Filippo Coppa del mondo e 2 Champions senza saper stoppare un pallone.

    Io dico che mandino Odgaard all’AlbinoLeffe 😀

  40. Mah

    – L’ha confessato agli avvocati

    – Ha pagato 375mila euro per il silenzio ed era felice – matto perché era una accordo assolutamente favorevole, a sentire i suoi avvocati

    – Non sembra un caso isolato, ma che ce ne siano altre tre

    – Se anche fossero “professioniste” ma ti dicono di no, non è che se le violenti allora è meno grave, eh, l’hai fatto lo stesso

    E lo hai fatto anche se per ipotesi l’altra avesse in mente di incastrarti. Lo hai comunque fatto, al di là delle motivazioni della altra donna.

    Per questo non capisco le difese a cuore aperto di tante donne juventine (e non) che leggo online

  41. Mahhhh solo a me cascano le braccia, per non dire altro????

    Una cosa SIMPATICA!!!!

    http://www.fcinter1908.it/copertina/moratti-agnelli-mossa-simpatica-cancella-arrabbiature-post-calciopoli-marotta-inter-io-sarei/

    Du’ parole a difesa di Facchetti, invece, no, eh??
    Quelle non erano una cosa simpatica

  42. Santillana: Ci sarebbe anche la possibilità che questo Odgaard, visto e provato, sia solo un buon giocatore e niente di più.
    Sta cosa dei giovani che devono essere coltivati, innaffiati e fertilizzati manco fossero piante mi fa strano.
    Posso capire che l’ambiente aiuti ma ad un certo punto si dovrebbero aiutare da soli.

    Signori ed i fratelli Inzaghi finita la primavera ricevettero un calcio nel sedere e finirono all’AlbinoLeffe.
    Con il tempo e il talento sono tornati in alto.
    Nota: Per Filippo Coppa del mondo e 2 Champions senza saper stoppare un pallone.

    Io dico che mandino Odgaard all’AlbinoLeffe

    Errate corrige: Simone inzaghi finì al Lumezzane poi prestato al Brescello (Don Camillo?).
    Mi sa che è pure peggio dell’AlbinoLeffe

  43. Quanto è sempre più stupido da parte nostra come tifosi lo stare a farci diventare marcio il fegato, quando poi la realtà è sempre stata questa ….

    Domanda: ‘È stata sotterrata l’ascia di guerra tra Inter e Juventus.

    Mm: “Il rapporto con Agnelli è sempre stato civile e affettuoso, lo conosco da quando era ragazzo. Continuare con quella polemica era anche abbastanza noioso.”

    Eh si, proprio una cosa noiosa :/)

  44. Fabio1971:
    Mahhhh solo a me cascano le braccia, per non dire altro????

    Una cosa SIMPATICA!!!!

    http://www.fcinter1908.it/copertina/moratti-agnelli-mossa-simpatica-cancella-arrabbiature-post-calciopoli-marotta-inter-io-sarei/

    Du’ parole a difesa di Facchetti, invece, no, eh??
    Quelle non erano una cosa simpatica

    non c’e’ niente da fare. moratti non capisce quando lo prendono per il culo.

  45. @ Fabio 1971
    Cane non mangia cane.

  46. Albert:
    @ Fabio 1971
    Cane non mangia cane.

    e allora meglio Suning. in cina il cane lo mangiano.

  47. modd: e allora meglio Suning. in cina il cane lo mangiano.

    Strepitosa, modd :)

  48. e Suning certo che è meglio, ça va sans dire!

  49. Stavolta ha ragione.
    Bisogna uscire dalla polemica Calciopoli.
    Oggi L’avversario è troppo forte per andare allo scontro.
    Domani vedremo……….

    Tra l’altro è stato sottile questa volta “Rimane di per sé la vicenda, ma non rimane il rancore”
    Calciopoli “finì” con Juve in B ed Inter scudettata: e ci credo che non porti rancore !!!

  50. SgtPepper:
    Le offrisse

    La “Gradisca” gli costerá un pacco!,
    Peró se dovrá andare in America per una vacanza “forzata”… me ne faró una ragione.! :)
    PS: Modd, la battuta sui cani te la potevi risparmiare, poi si sa, che le grigliate che organizza Steven,
    sono sempre deserte!! ci sará un perché!

  51. Semperfi: PS: Modd, la battuta sui cani te la potevi risparmiare

    era riferito agli ovini, non ai cani veri e propri.
    ps
    purtroppo ho visto davvero i cani appesi in macelleria, brrrr

  52. Albert: non c’e’ niente da fare. moratti non capisce quando lo prendono per il culo.

    beh, si… semplicemente, è così

  53. Albert:
    @ Fabio 1971
    Cane non mangia cane.

    no, il quote era per questa :-)

  54. Santillana: Bisogna uscire dalla polemica Calciopoli.

    Calciopoli non è mai stata una querelle ma una colossale e infamante truffa che ha infangato e disonorato tutto il nostro calcio.

  55. Semperfi: La “Gradisca” gli costerá un pacco!,
    Peró se dovrá andare in America per una vacanza “forzata”… me ne faró una ragione.!
    PS: Modd, la battuta sui cani te la potevi risparmiare, poi si sa, che le grigliate che organizza Steven,
    sono sempre deserte!! ci sará un perché!

    Mio nonno diceva sempre
    :”L’uomo,il pito e l’asino…”

  56. Santillana: Ci sarebbe anche la possibilità che questo Odgaard, visto e provato, sia solo un buon giocatore e niente di più.
    Sta cosa dei giovani che devono essere coltivati, innaffiati e fertilizzati manco fossero piante mi fa strano.
    Posso capire che l’ambiente aiuti ma ad un certo punto si dovrebbero aiutare da soli.

    Signori ed i fratelli Inzaghi finita la primavera ricevettero un calcio nel sedere e finirono all’AlbinoLeffe.
    Con il tempo e il talento sono tornati in alto.
    Nota: Per Filippo Coppa del mondo e 2 Champions senza saper stoppare un pallone.

    Io dico che mandino Odgaard all’AlbinoLeffe

    Per me Odgaard non vale più di una squadra di metà classifica in Lega Pro.
    Sono 2 anni che lo dico……..per ora ci sto prendendo.

  57. modd: era riferito agli ovini, non ai cani veri e propri.
    ps
    purtroppo ho visto davvero i cani appesi in macelleria, brrrr

    Immagino….. terribile.
    PS: Sgt.Pepper, Saggezza Popolare :)

  58. Memento.
    L’Inter con calciopoli c’entrava come i cavoli a merenda.
    L’inchiesta dei carabinieri e della magistratura era nata in modo autonomo dopo numerose segnalazioni di ‘sospetti’ malaffari da parte della triade. Anzi, Facchetti si rifiutò di andare dalla Boccassini, per avvalorare le accuse di un suo compaesano arbitro nei confronti di Moggi, per un eccesso di galanteria sportiva.
    Fu la tesi degli avvocati a libro paga Fiat (il famoso così fan tutti di Craxiana memoria) a tirare in ballo Facchetti.
    Anche lo scudetto revocato e assegnato all’Inter è un contenzioso tra federazione e Juve.
    Su calciopoli è stata montata una polemica pretestuosa e vergognosa a senso unico da parte dei gobbi, dei loro peones e dai giornalai a libro paga gobbo.
    Quindi da parte nostra non c’è da uscire da alcuna polemica.

  59. Visto che la discussione calcistica ristagna e si torna ririririparla di calciopoli, da cui son passati più di dieci anni, butto un sasso nello stagno:
    L’articolo di oggi sulla gazza – statische ed expected goals.
    Sarà che per deformazione professionale mi interessano molto gli studi di quel genere, e che confermano quello visto ad occhio, in campionato l’Inter sta staticamente sovraperformando, in maniera abbastanza chiara.
    Considerando gli expected goals, in difesa e in attacco, siamo in fase ‘fortunella’, ma non proprio sostenibile a lunga. Meno gol presi del previsto (circa 3) e più gol segnati (circa 4) e punti di conseguenza.
    Come diceva churchill, ci sono bugie, grandi bugie e poi le statistiche.
    Ma l’anno scorso era esattamente la stessa cosa, estrema sovraperformance sulle statistiche fino a fine novembre, e quello che poi noi definimmo il crollo. Che in effetti era solo il ritorno ad una media normale, e attesa.
    IMHO sarebbe meglio iniziare a difendersi meglio e ad attaccare meglio. Non è questione di carattere o che le grandi squadre vincono anche giocando male. È che alla fine i numeri si riequilibrano, in un modo o nell’altro. Vediamo di scegliere quello giusto, anche perché il milan è esattamente l’opposto. Ovvero ha raccolto meno di quanto seminato. Speriamo che il trend non cambi dal derby…

  60. SgtPepper: Mio nonno diceva sempre
    :”L’uomo,il pito e l’asino…”

    ce la spieghi? e se è riferita a qualcuno (me compreso) non avere paura.

  61. Ilbiagio: È che alla fine i numeri si riequilibrano, in un modo o nell’altro.

    questo succede con precisione matematica con un numero di prove ripetute ed indipendenti e psragonabili tendente all’infinito. nel calcio è applicabile in parte perché le prove non sono paragonabili, cioè l’evento non è perfettamente sovrapponibile ai precedenti, indipendente da quello che sia l’esito. ecco che possono accadere cose apparentemente impreviste guardando la storia passata. esempio il gol di vecino contro la lazio.
    scusate, ma la matematica rigida è applicabile al calcio in modo parziale.

  62. l.b.:
    Memento.
    L’Inter con calciopoli c’entrava come i cavoli a merenda.
    L’inchiesta dei carabinieri e della magistratura era nata in modo autonomo dopo numerose segnalazioni di ‘sospetti’ malaffari da parte della triade. Anzi, Facchetti si rifiutò di andare dalla Boccassini, per avvalorare le accuse di un suo compaesano arbitro nei confronti di Moggi, per un eccesso di galanteria sportiva.
    Fu la tesi degli avvocati a libro paga Fiat (il famoso così fan tutti di Craxiana memoria) a tirare in ballo Facchetti.
    Anche lo scudetto revocato e assegnato all’Inter è un contenzioso tra federazione e Juve.
    Su calciopoli è stata montata una polemica pretestuosa e vergognosa a senso unico da parte dei gobbi, dei loro peones e dai giornalai a libro paga gobbo.
    Quindi da parte nostra non c’è da uscire da alcuna polemica.

    applausi

  63. modd: ce la spieghi? e se è riferita a qualcuno (me compreso) non avere paura.

    L’uomo(maschio), il pito(tacchino) e l’asino,nella tradizione popolare della mia terra, erano accomunati da scarsa furbizia e intelligenza.
    Questo per dire che a noi maschietti è facile metterci nel sacco…

  64. Moratti più passa il tempo e più mi convinco che sia stato un bene che abbia passato la mano.
    Sui cani, modd battuta epica. Per i nostri però tranquilli, che Steven più che a mangiare un cane me lo immagino seduto da Nobu..

  65. In effetti,
    ammetto che la saggezza popolare ha ragione, l’importante dopo il sacco é che non te lo
    mettano nel…..puli puli pu fa il tacchinooooo….quaquaqua l’ochetta…..cicicici fa il pulcino……
    E di noi cosa sará!!!! :)

  66. Su cristi-ano mah..
    Evidentemente a Manchester e poi a Madrid era nella fase etero. Quando ha saltato il fosso si è cercato l’ambiente adatto. E su questo nessuno lo può smentire.. 😉

  67. onestamente (sdesso mi prenderò gli strali del blog) sta storia delle fighette violentate mi sembra una forzatura, per non dire una cazzata. sarebbe molto più pesante (ma le PI non hanno il coraggio) se saltasse fuori in maniera chiara la storia dei viaggi a casablanca per andare ad incontrare il lottatore marocchino. ma qui in italia se ne guardano bene.
    in america se violenti (?) una prostituta ti mettono in galera, qui in italia, in certi ambienti non a colori, sei un ganzo.

  68. SgtPepper: L’uomo(maschio), il pito(tacchino) e l’asino,nella tradizione popolare della mia terra, erano accomunati da scarsa furbizia e intelligenza.
    Questo per dire che a noi maschietti è facile metterci nel sacco…

    da noi dicono che
    il sangue che va all’uccello non va al cervello.
    abbiamo la passione per la rima…

  69. modd: da noi dicono che
    il sangue che va all’uccello non va al cervello.
    abbiamo la passione per la rima…

    :-)))
    Siam sempre lì…

  70. Ehi Modd, perfettamente d’accordo sulla matematica dura non applicabile al calcio, ma il mio discorso era diverso – abbiamo raccolto oltre le occasioni create finora, come l’anno scorso nelle prime 15 partite. Ma adesso dobbiamo crescere come gioco (non nel senso estetico,che conta sega), creando di più e concedendo meno, senno prima o poi paghiamo lo scotto. Perché segnare alla fine delle partite regolarmente fa figo, ma è spesso casuale. E capita anche di prenderli, i gol. Ma sembra che dall’anno scorso sia passato un secolo, quando invece lo sviluppo è per ora simile. Speriamo di cambiare marcia alla svelta, perché secondo me così non basta. E i risultati così come vengono, possono cambiare se non salgono le prestazioni. Questo ci dicono i numeri.

  71. Tiziano: er i nostri però tranquilli, che Steven più che a mangiare un cane me lo immagino seduto da Nobu..

    con la pagani zonda parcheggiata fuori… :-)

  72. Ilbiagio: E i risultati così come vengono, possono cambiare se non salgono le prestazioni. Questo ci dicono i numeri

    e qui ti do ragione al 100%