Così no

Il motivo per cui non si può fare a meno di dare la priorità agli episodi arbitrali di sabato rispetto alle considerazioni tecniche, è che le scelte di Manganiello e Rocchi stanno fuori dalle regole del gioco del calcio. Non sono classificabili come errori, perché commettere errori del genere non è possibile.

E la delusione, la frustrazione e la tristezza per ciò che è accaduto sono profonde. Per chi segue questo sport con passione, non c’è peggior cosa che vederlo trasformato in una farsa e assistere a delle partite palesemente irregolari.

Perdere, giocare male, sbagliare scelte di mercato, non fare le sostituzioni corrette, sono tutte cose che fanno parte del gioco. Ci si può arrabbiare, si può mettere tutto in discussione, contestare società e allenatore. Senza dubbio. Ma sono cose che possono accadere.

Quello che abbiamo visto sabato, invece, non può accadere.

Non ha senso analizzare una partita irregolare. Sarebbe come sparare sul piede di un centometrista subito dopo la partenza di una gara, e poi criticarlo se arriva ultimo al traguardo. “Poteva fare di più”, “avversari così doveva batterli anche con una gamba sola”, “pallottola o non pallottola doveva aver vinto la gara già nei primi dieci metri”.

Sabato si è giocato fuori dalle regole. Ed è questo, non il risultato, a fare male.

during the serie A match between FC Internazionale and Parma Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on September 15, 2018 in Milan, Italy.

About Grappa

Il mio sogno è vedere Klopp a San Siro con una tutaccia nerazzurra che si fa espellere ad ogni partita per aver staccato la testa al quarto uomo. Passo il mio tempo a ciarlare di santoni calcistici o presunti tali, ma in realtà mi ispiro a Fassone. Inoltre faccio una carbonara che te dico fermate.

185 commenti

  1. Fabio 1971: troppo facile, Ausilio ormai è un libro aperto per chi negli anni ha avuto la sorte di vederlo all’opera

    Ma se pensa veramente di pararsi il culo vuol dire che sa che è possibile, ergo sa che la proprietà resterebbe indifferente? Mah… non saranno così appassionati ma non li faccio così gonzi i cinesi…

  2. Comunque Spalletti faccia ogni pazzia che vuole ma stasera io voglio solo EMOZIONI e VITTORIA

    faccia come riesca, ma lo faccia

    è troppo importante e simbolica questa partita

  3. E poi, nel caso in cui avessimo bisogno di un miracolo abbiamo in casa l’opzione…Madonna

  4. il signore non farà miracoli non è interista e stasera l’inter come ogni volta fallirà nel peggiore dei modi. detto questo io non sono io che insulto è l’inter che insulta è offende i suoi tifosi con figure di tolla che a Torino e Milano sponda diavolo, e ci metto pure le romane, mai hanno fatto nella loro storia, il Milan ha mai perso con squadre tipo Hapoel Beer’sheva Sparta Praga e pareggiato con Anorthosis Neftchi Baku e Qarabag? io non ricordo questo oscenità da parte loro figurarsi alla Juve dove la vittoria è l’imperativo come confermato da De Zerbi e li accuamio pure di spocchia quando la spocchia è di casa all’inter mentre loro hanno un umiltà che in casa nerazzurra nemmeno sanno cos’è

  5. Peccato arrivare alla partita di stasera con questa condizione psicologica. I risultati di questo inizio di campionato mettono i ragazzi in una situazione non molto simpatttica nel suo insieme.

    Ed è un peccato perchè per la prima volta potremo vedere i ragazzi giocare una partita a viso aperto. Con la possibilità di attaccare la profondità con decine di metri alle spalle dei difensori avversari. Stasera si vedranno per la prima volta le caratteristiche di alcuni nostri ragazzi.

    Certo se il Var non fosse stato ucciso nella culla, con almeno 6 punti in piu’, saremmo arrivati alla partita di stasera con bel altro stato d’animo, specie se si considera che i favoriti non siamo noi.

  6. Ma non si doveva fare pulizia?(11.12)

  7. Almeno abbiamo scoperto che l’amico Bandt legge anche i nostri!

  8. Brandt: il signore non farà miracoli non è interista

    il signore ha fatto un patto col diavolo?
    ogni tanto faresti anche ridere,
    ma ti viene involontariamente.

    ps
    ausilio non vede l’ora che spalletti fallisca, in modo da avere il colpevole e giustificare il suo operato. per la ennesima volta scrivo che era da cacciare immediamente quando prese per il culo il suo presidente thoir. ogni altra considerazione sulla bonta’ o meno del suo operato non entrava piu’ nel merito. via il dente, pianta nuova.

  9. Leggevo i post e direi che IlCasa ha descritto perfettamente quello che penso io quando dico che la nostra squadra è immatura, di certo è stato più esauriente.

    Comunque finalmente torna l’Europa e il suo fascino, non vedo l’ora.
    Il Tottenham è una squadra ostica, ma non di certo imbattibile, e anche loro mi pare vengono da 2 sconfitte recenti (Liverpool e Watford), inoltre sono una squadra molto propensa a buttarsi via, in pieno stile british. Ma quello anche noi :)

  10. modd: per la ennesima volta scrivo che era da cacciare immediamente quando prese per il culo il suo presidente thoir.

    Ciao
    E avevi ragione.

  11. Ma Interella? mi piacerebbe sapere che sensazioni ha per stasera.

  12. modd: speriamo che tu non lo diventi adesso…

    No, faccio uso di un solo arto ed è quello corrispondente alla mia inclinazione sportiva.

  13. leonardo calzoni

    Che poi basterebbe fare il colpaccio questa sera x mettere a tacere tutto sto pessimismo…
    Io credo che stasera ce la giocheremo alla pari dalla loro parte solo più esperienza nel gruppo in Champions…
    Qualche assenza ce l’anno pure loro e poi x la legge dei grandi numeri ancora questo anno non abbiamo mai vinto in casa percui…l’importante è approcciare bene la partita se a quelli gli lasci un cm poi ti distruggono e davanti loro sono tanta roba ma tanta…se siamo scoglionati anche in Champions diventa una patologia cronica grave!!!

  14. Brandt ma senza andare lontano il Milan che straperde a Fiume o fa una doppi figura di palta con il Benevento non valgono?

  15. Giustissime le affermazioni sulla mancanza di personalità; c’è però un solo rimedio a questo. Inserire in rosa campioni affermati che abbiano l’abitudine a lottare per grandi traguardi, che abbiano già vinto qualcosa di importante; chiaramente non 11 ma almeno 1 per reparto da affiancare a giovani con capacità e grinta, con fame di vittoria. Un esempio per quest’anno; sarebbe stato bene prendere un Barella ma anche il Modric. Il centrocampo avrebbe dovuto essere con Barella, Modric e Brozovic. In questo modo si avrebbe avuto una sicura crescita di Brozo e Barella a fianco del maestro. Per l’attacco bene Lautaro da affiancare a Cavani ad esempio. Per la difesa bene i difensori centrali ma sarebbe servito un portiere sicuro ed un terzino (che magari già avevamo….). Le grandi squadre si costruiscono in questo modo; ci vogliono soldi ed anche tanti….altrimenti ci si accontenta di partecipare e, se va bene, di finire neli primi 4. Il resto é fuffa.

  16. Brehme: No, faccio uso di un solo arto ed è quello corrispondente alla mia inclinazione sportiva.

    vediamo se ho capito, il tuo arto preferito non e’ ne’ di qua ne’ di la’, ma giusto in mezzo… :-)
    ps
    leggi un po’ qui: simeone fischiato dai tifosi dell’atletico.

    ATLETICO MADRID BLOCCATO IN CASA SULL’1-1 – L’Atletico Madrid, a sorpresa, non va oltre il pareggio nell’anticipo dell’ora di pranzo con l’Eibar. Succede tutto nei minuti finali: all’87’ Sergi Enrich illude gli ospiti poi ci pensa all’ultimo secondo il giovane Borja Moreno a fissare il risultato sull’1-1. Più che per il pareggio inatteso, a destare curiosità, è stata però la reazione del Wanda Metropolitano alla sostituzione effettuata da Simeone al minuto 71 della ripresa.
    Quando il Cholo ha tolto dal campo il centrocampista Rodrigo per inserire Borja Moreno, il pubblico di casa ha sonoramente fischiato il proprio allenatore: per ironia della sorte, però, è stato proprio il neoentrato a regalare con un bel destro al 95′ il punto prezioso che porta i colchoneros a quota cinque punti in classifica.

    va a finire che viene qui davvero. e se poi l’inter gioca male (anzi, peggio) lo fischieremo anche noi? o in nome del suo interismo gli perdoneremo tutto? mah vedremo. intanto vinciamo stasera.

  17. modd: vediamo se ho capito, il tuo arto preferito non e’ ne’ di qua ne’ di la’, ma giusto in mezzo…
    ps
    leggi un po’ qui: simeone fischiato dai tifosi dell’atletico.

    ATLETICO MADRID BLOCCATO IN CASA SULL’1-1 – L’Atletico Madrid, a sorpresa, non va oltre il pareggio nell’anticipo dell’ora di pranzo con l’Eibar. Succede tutto nei minuti finali: all’87’ Sergi Enrich illude gli ospiti poi ci pensa all’ultimo secondo il giovane Borja Moreno a fissare il risultato sull’1-1. Più che per il pareggio inatteso, a destare curiosità, è stata però la reazione del Wanda Metropolitano alla sostituzione effettuata da Simeone al minuto 71 della ripresa.
    Quando il Cholo ha tolto dal campo il centrocampista Rodrigo per inserire Borja Moreno, il pubblico di casa ha sonoramente fischiato il proprio allenatore: per ironia della sorte, però, è stato proprio il neoentrato a regalare con un bel destro al 95′ il punto prezioso che porta i colchoneros a quota cinque punti in classifica.

    va a finire che viene qui davvero. e se poi l’inter gioca male (anzi, peggio) lo fischieremo anche noi? o in nome del suo interismo gli perdoneremo tutto? mah vedremo. intanto vinciamo stasera.

    Simeone è il massimo degli allenatori che al momento potrebbero occupare la nostra panchina. Il massimo. Fottesega se non è interista, di certo non è gobbo come Conte

  18. mattia: sì, ma è la mia posizione nei confronti di Suning in caso di fallimento sportivo in questa stagione. in altri termini ricominciare con un Giampaolo la considererei una presa per i fondelli

    Giusto

  19. Fabio 1971: Certo che lo sta mollando, come fa di solito in questi casi

    non hai letto la dichiarazioni tipo – a centrocampo l’allenatore aveva letteralmente l’imbarazzo della scelta – o simile, di Ausilio ?

    Probabilmente molto vero

  20. Stasera.
    Non auspico un approccio rivolto a una revanche ambientale tipo adesso facciamo sul serio (nel campionato è tutta colpa dell’arbitro) cari tifosi mi voglio riconciliare con un partitone suonate la carica, due tre punte e pressing (avanti Savoia). Stasera se scendiamo in campo con questo spirito ne becchiamo due veloci e poi ci guardiamo il fondo del bicchiere di Gin eppure sembrava (sembrava…) anche la Gazzetta l’aveva detto che eravamo forti.
    Il concetto: non è da Inter, non è gioco da Inter, noi siamo l’Inter, va ricontestualizzato alla luce dei noti limiti di varia natura. Senza vergogna. Dunque mi va bene una condotta prudente e mi va benissimo stare coperti a fare densità e non solo stasera ma anche col Cagliari. Il pari (il minimo) è uno stato mentale da fare entrare nelle zucche di tutti, partita dopo partita, coltivando una rabbia finale in progress. Se poi Ivan (o altri) ci regala una ciliegina la prendo eccome, ma le illusioni le lascio fuori di casa.
    Se qualcuno storce e pensa alla grandeur, rifletta sulle figure europee di Modric con la borsa vuota, quella è la vera infelicità e non la ricerca di prestazioni che potrei definire utilitaristiche.

  21. Melito: Però la parola “svendere” mi pare inappropriata.

    Sì, forse ho esagerato per non dilungarmi troppo in cose dette e ridette, da me e da altri. Alcuni ragazzi sono stati venduti anche bene, per carità. Ma io non ne faccio una questione di quattrini. La funzione della cantera non dovrebbe essere quella di servire da bancomat (credo sia una cit di interella, ma forse no) per il DS di turno (che poi è sempre il pierino). Dovrebbe lanciare anche solo un ragazzo all’anno in prima squadra e creare senso di identità e di appartenenza.

  22. I tifosi dei colchoneros, bullizzato per anni e ridotti a lungo a squadra di secondo piano, dovrebbero ricordarsi che con Simeone hanno rivinto la Liga, alcune coppe nazionali e una EL, oltre che una supercoppa europea. E con un briciolo di kulo si prendevano almeno una Champions.
    Sono solo cori ‘ngrati

  23. juan sebastian REDon

    disclaimer: non avendo letto il blog dopo la sconfitta di sabato forse nel post ripeterò concetti già espressi da altri, siate indulgenti

    -starting 11 vs tottenham
    ho una brutta sensazione vedendo la formazione con cui affronteremo la partita di stasera: la difesa a 3. non siamo in grado di giocare con questo tipo di linea difensiva, tendenzialmente non l’abbiamo mai provata e non abbiamo nemmeno uomini x farla. se stasera uno tra miranda, de vrij o skriniar accusano un problema o prendono un cartellino giallo nei primi minuti non abbiamo cambi all’altezza: o mette ranocchia, in cui però spalletti, checché ne dica, non ha fiducia o mette d’ambrosio che è un adattato; oppure siamo costretti a cambiare modulo in corsa tornando a 4, cosa che però sarebbe un problema dato che la partita l’hai preparata in altro modo.
    in sostanza credo che spalletti stasera si sia immesso in una strada a senso unico e senza via d’uscita… poi magari la sblocchiamo dopo pochi minuti e la partita si mette in discesa.

    -nainggolan
    su di lui apro una parentesi a parte perché non condivido ne la posizione in cui giocherà stasera, terzo d’attacco a dx, ne quella avuta vs parma e su questa mi soffermo riallacciandomi alle parole di spalletti ieri in conferenza che riporto:
    “Con il Parma la trequarti avversaria era fin troppo affollata, era meglio lasciarli avanzare un po’ per trovare più spazi, serve trovare scambi veloci o uno contro uno come può fare qualche giocatore. Se poi arrivano i palloni giusti lui (riferito a icardi) è uno dei più forti che ho allenato a buttarla in gol.”
    se la trequarti avversaria è troppo affollata fare uno contro uno è ben difficile perché sei subito raddoppiato quindi occorrono piedi molto educati x scambi veloci ecco allora che più che nainggolan come rifinitore sarebbe più indicato qualcun altro, sabato io avrei giocato con keita al posto di nainggolan e icardi centravanti. le obiezioni possibili sono sulle condizioni non perfette in cui versava icardi e su dove giocherebbe nainggolan a quel punto:
    –alla prima controbatto dicendo di iniziare con icardi, verosimilmente la partita nel primo tempo la si sblocca così nel secondo tempo lo puoi far riposare ma ormai la partita è indirizzata;
    –alla seconda rispondo che nainggolan, se vogliamo continuare con il 4-2-3-1 (e credo che possiamo farlo), x me deve giocare al fianco di brozovic, non solo x inserire un giocatore più tecnico subito dietro icardi, che nella mia visione deve essere lautaro martinez, ma anche x sfruttare mejo le sue capacità di incursore: se nainggolan parte già al limite dell’area si troverà sin da subito con l’uomo addosso limitandone l’imprevedibilità dell’inserimento, mentre partendo da più dietro avrà anche una visione più chiara degli spazi da attaccare.

    -questione arbitrale
    noi sabato abbiamo giocato maluccio ma il calcio non è il pugilato, dove la vittoria la possono assegnare discrezionalmente i giudici, e nemmeno il rugby, dove nel 99% dei casi chi è più forte vince perché nessuna tattica può contrastare efficacemente la superiorità tecnica e/o fisica.
    il calcio è un gioco dove la superiorità tecnica dell’avversario può essere praticamente annullata dalla tattica e per questo gli episodi sono estremamente determinanti perciò non vedo nulla di sbagliato nel recriminare x quel clamoroso rigore non concessoci (senza però dimenticare che saremmo dovuti rimanere in 10 x l’espulsione di gagliardini, altrimenti ragioniamo da j**entini).
    a proposito del ragionare come quella roba là, le accuse a dimarco sono proprio fuori luogo: il ragazzo oggi, pue essendo di nostra proprietà, lavora x il parma ed è a loro che deve impegno e fedeltà, poi dopo un gol del genere nessuno avrebbe potuto trattenersi.

    #interpride

  24. juan sebastian REDon: –alla seconda rispondo che nainggolan, se vogliamo continuare con il 4-2-3-1 (e credo che possiamo farlo), x me deve giocare al fianco di brozovic, non solo x inserire un giocatore più tecnico subito dietro icardi, che nella mia visione deve essere lautaro martinez, ma anche x sfruttare mejo le sue capacità di incursore: se nainggolan parte già al limite dell’area si troverà sin da subito con l’uomo addosso limitandone l’imprevedibilità dell’inserimento, mentre partendo da più dietro avrà anche una visione più chiara degli spazi da attaccare.

    questo sarebbe il primo passo. il secondo invertire a strappi la posizione di icardi e martinez

  25. La partita di stasera è da vincere.
    Gl’hammers non se la passano bene come noi.
    L’ambiente ( i calciatori ) ha bisogno di una vittoria per rilanciarsi per questo tour de force.
    Il girone è duro e se si vogliono speranze di passarlo i punti bisogna farli quando si può.

    Detto questo passando al campo la formazione sembra obbligata con un 3-5-2 che comunque è improvvisato.
    Con Perisic dietro Icardi e sugl’esterni Asamoah e Candreva.
    Una formazione così a me fà ….diciamo che non mi piace.
    Ma è secondario, le armi dell’Inter in questo momento possono essere solo una difesa attenta e la capacità
    di sfuttare qualche contropiede con gente che non manchi l’appuntamento con il goal.

    Ho sentito che Zenga si è fatto un giro alla Pinetina.

    Per me il prossimo allenatore che vincerà uno scudetto con l’Inter è Diego Simeone.
    Certo forse prima dovrebbe effettivamente allenarla questa squadra….

    Ma Walter sà cosa è l’Inter e se fosse invitato a tornare in questo momento
    firmerebbe un contratto in bianco.
    Per ora c’è da pensare di uscire da questa situazione con chi viene già pagato per farlo tra
    campo, panchina e scrivania.

    Domani chissà……ma proprio domani però.

  26. juan sebastian REDon

    modd: il secondo invertire a strappi la posizione di icardi e martinez

    certo, con icardi che vieni incontro al centrocampo e lautaro che scatta in profondità. il centrocampo a questo punto può lanciare x lautaro oppure icardi fa da sponda a dx o sin da dove parte un cross sul primo palo dove arriva il taglio di lautaro

  27. juan sebastian REDon

    Ronin: Gl’hammers non se la passano bene come noi.

    ti correggo ronin,
    gli hammers sono il west ham
    il tottenham sono gli spurs

  28. MaistatiinB: Sì, forse ho esagerato per non dilungarmi troppo in cose dette e ridette, da me e da altri. Alcuni ragazzi sono stati venduti anche bene, per carità. Ma io non ne faccio una questione di quattrini. La funzione della cantera non dovrebbe essere quella di servire da bancomat (credo sia una cit di interella, ma forse no) per il DS di turno (che poi è sempre il pierino). Dovrebbe lanciare anche solo un ragazzo all’anno in prima squadra e creare senso di identità e di appartenenza.

    Credo che non appena saremo più liberi sul piano del ffp verranno fatte valutazioni diverse anche col settore giovanile.

    Però penso sia anche giusto rammentare che dalla nostra cantera non è che sia venuto fuori granché nell’ultima decade nell’ottica del top team.

  29. Armistizio pre Champions please,
    Questa puó essere la svolta, un risultato positivo contro una di Premier puó far allontanare i nuvoloni di
    guerra e tempesta…. vada come vada sará comunque uno spettacolo in un torneo che appartiene al nostro
    DNA, quindi bisogna tifare e duro senza paura.
    Forza Ragazzi e forza Inter!!!

  30. modd: vediamo se ho capito, il tuo arto preferito non e’ ne’ di qua ne’ di la’, ma giusto in mezzo…
    ps
    leggi un po’ qui: simeone fischiato dai tifosi dell’atletico.

    ATLETICO MADRID BLOCCATO IN CASA SULL’1-1 – L’Atletico Madrid, a sorpresa, non va oltre il pareggio nell’anticipo dell’ora di pranzo con l’Eibar. Succede tutto nei minuti finali: all’87’ Sergi Enrich illude gli ospiti poi ci pensa all’ultimo secondo il giovane Borja Moreno a fissare il risultato sull’1-1. Più che per il pareggio inatteso, a destare curiosità, è stata però la reazione del Wanda Metropolitano alla sostituzione effettuata da Simeone al minuto 71 della ripresa.
    Quando il Cholo ha tolto dal campo il centrocampista Rodrigo per inserire Borja Moreno, il pubblico di casa ha sonoramente fischiato il proprio allenatore: per ironia della sorte, però, è stato proprio il neoentrato a regalare con un bel destro al 95′ il punto prezioso che porta i colchoneros a quota cinque punti in classifica.

    va a finire che viene qui davvero. e se poi l’inter gioca male (anzi, peggio) lo fischieremo anche noi? o in nome del suo interismo gli perdoneremo tutto? mah vedremo. intanto vinciamo stasera.

    Simeone mi sembra meno pirla del nostro : lui ha fatto una sostituzione mettendo un giovane e ha pareggiato una partita quasi persa, ma a inizio stagione, ZTL ha fatto una sostituzione a fine stagione e, nell’ordine : da 2-1 è finita 2-3, la Rube ha vinto lo scudetto quasi perso, abbiamo dovuto acciuffare il quarto posto a 15 minuti dalla fine campionato e non lo abbiamo nemmeno fischiato. Io stasera sono lì e ho già visto una formazione con difesa a 3, con quel cadavere di Miranda (e purtroppo con tutti rotti non si può pretendere) ma nuovamente con il somaro Testa Bassa titolare in Champions, roba da vergognarsi. Se ZTL ci fa perdere ancora lo riempio di insulti, così mi scarico e poi posso commentare nel blog in puro Bauscia’s New Polite Style.

  31. Leonardo Calzoni

    Brehme si sicuro…a quanto mi sembra tu segui il calcio anche di altri campionati e di sicuro avrai visto qualche partita dell’Atletico Madrid di Simeone, non penso che tu sia rimasto estasiato dal gioco di questa squadra….catenaccio puro tutti e 11 dietro la linea della palla in fase di non possesso e giù ripartenza o contropiede in base a come lo vuoi chiamare…io nutro tanti dubbi sul gioco italianissimo anni 70 di Simeone…

  32. Gente, nuovo post. Siamo iperattivi al momento.

  33. Brehme: Simeone mi sembra meno pirla del nostro : lui ha fatto una sostituzione mettendo un giovane e ha pareggiato una partita quasi persa, ma a inizio stagione, ZTL ha fatto una sostituzione a fine stagione e, nell’ordine : da 2-1 è finita 2-3, la Rube ha vinto lo scudetto quasi perso, abbiamo dovuto acciuffare il quarto posto a 15 minuti dalla fine campionato e non lo abbiamo nemmeno fischiato. Io stasera sono lì e ho già visto una formazione con difesa a 3, con quel cadavere di Miranda (e purtroppo con tutti rotti non si può pretendere) ma nuovamente con il somaro Testa Bassa titolare in Champions, roba da vergognarsi. Se ZTL ci fa perdere ancora lo riempio di insulti, così mi scarico e poi posso commentare nel blog in puro Bauscia’s New Polite Style.

    anche qui, su un post che argomenta di Simeone/Atletico Madrid, tu fai la solita, ennesima critica a Spalletti… e vabbè, posso dire “e che palle!” “che monotonia!” ?

  34. Brehme: Simeone mi sembra meno pirla del nostro : lui ha fatto una sostituzione mettendo un giovane e ha pareggiato una partita quasi persa, ma a inizio stagione, ZTL ha fatto una sostituzione a fine stagione e, nell’ordine : da 2-1 è finita 2-3, la Rube ha vinto lo scudetto quasi perso, abbiamo dovuto acciuffare il quarto posto a 15 minuti dalla fine campionato e non lo abbiamo nemmeno fischiato. Io stasera sono lì e ho già visto una formazione con difesa a 3, con quel cadavere di Miranda (e purtroppo con tutti rotti non si può pretendere) ma nuovamente con il somaro Testa Bassa titolare in Champions, roba da vergognarsi. Se ZTL ci fa perdere ancora lo riempio di insulti, così mi scarico e poi posso commentare nel blog in puro Bauscia’s New Polite Style.

    purtroppo ti devo dare ragione.
    ‘scolta…a proposito di insulti a ZonaTrafficoLimitato, non vorrei essere il tuo vicino di posto se sbaglia una sostituzione 😀
    quanto al puro Bauscia’s New Polite Style (che poi new non e’ e tantomeno puro ma tiremm innanz), non trovi una sottile soddisfazione nel dare il suo avere a qualcuno col sorriso sulle labbra, anziche’ con incazzatura? e’ molto piu’ raffinato. e anche piu’ efficace.
    ps
    #442