Qualità

Se c’è una cosa che più di tutte le altre è emersa dopo la “super” sfida di ieri sera contro il Napoli dei Sarri e degli Insigne, è come ci sia una abissale differenza sul piano tecnico tra le due compagini.
L’Inter di Spalletti ha giocato forse la miglior partita dell’ultimo periodo, sicuramente più motivata ed arcigna rispetto alle ultime scialbe uscite, eppure la sensazione che più di questo non si possa riuscire a fare contro certe compagini è forte e ben presente nella mia mente e, penso, in quella di molti altri tifosi nerazzurri.

A fine partita il Mister ha, senza troppi giri di parole come da suo carattere, fatto intendere che forse questa squadra ha buone caratteristiche fisiche o mentali (non lo ha detto, sto indorando la pillola io), ma di sicuro dal punto di vista tecnico si può e deve fare di meglio.

Schermata 2018-03-12 alle 12.53.49

“Manca la qualità”. Questo il mantra.

Sebbene il tecnico di Certaldo possa aver qualche responsabilità nel recente passato in quanto a rotazione della rosa ed inserimento dei nuovi, non posso sostanzialmente non essere d’accordo con lui. E’ da mesi, ma forse anche di più, che si va ripetendo in coro come a centrocampo manchi qualcuno di tecnica e spessore, come le ali siano entrambi propense ad allargarsi e lasciare così sguarnito un Icardi (sempre più convinto che a fine stagione vada) abilissimo sotto porta ma poco in grado di aiutare la squadra, come i nostri terzini (ad eccezione del promettente Cancelo) siano quanto di più lontano dalla moderna idea del ruolo.
Preso singolo per singolo, la squadra non è malvagia. Il discorso è che messa insieme, alla squadra manca molto. Non si può pensare di superare squadre in corsa con noi per un posto in CL con dei centrocampisti nettamente superiori ai nostri (Milinkovic? Felipe Anderson? Nainggolan?) sperando di far prendere fiato al potenzialmente ottimo Rafinha fermo da due anni, e mettendo dentro un promettente ragazzino francese. Magari ci si riuscirà, ma più con fortuna o suicidio altrui che con una reale progettazione.

La rosa, si ripete ormai allo sfinimento, manca di ruoli fondamentali, di caratteristiche fondamentali. I difetti sono ben presenti da anni eppure ci si ritrova sempre a sputar sangue per cercare di cavare il sangue (appunto) dalle rape. Il mio pensiero personale è che la qualità che va cercando Spalletti forse va trovata più in chi li sceglie i calciatori, piuttosto che in chi scende in campo. Un undici fortissimo ma male assortito non va da nessuna parte. Estremizzando possiamo dire che con 11 CR7 non si vince nulla, così come con 11 Sergio Ramos. Sia chiaro, non è minimamente il nostro caso, forse più un “11 Medel” può essere adatto alla nostra realtà.

Schermata 2018-03-12 alle 12.57.02

Ieri bene (finalmente) Brozovic e Gagliardini, in ruoli di contenimento e distruzione dell’azione altrui. Anche questo serve sicuramente, ma ciò non è utile quando poi si va ad affrontare un Crotone o un Udinese, tanto per capirci. Non è colpa dei giocatori, i cui limiti sono evidenti da tempo e palesi, quanto di chi, avendo la responsabilità e la possibilità di sopperire a tali limiti, ci propina da tempo il “siamoappostocosì” di Branchiana memoria. Qualche acquisto azzeccato (Skriniar, Cancelo) non può cancellare le responsabilità di chi da anni sceglie calciatori che in nessun modo ci fanno fare il salto di qualità.

Se la frutta che ci portiamo a casa da anni si rivela essere meno buona di quello che ci si aspettava, forse sarebbe anche l’ora di cambiarlo questo fruttivendolo. Alla fine anche questa è “qualità”.

About Vujen

Classe '85, marchigiano, ex-petroliere in carriera e musicista fallito. Appassionato di fotografia, Balcani e di calcio straniero, specialmente francese. Non ha mai visto l'Inter vincere al Meazza. I suoi pupilli sono Walter Samuel e l'indimenticabile Youri Djorkaeff.

1.370 commenti

  1. interella:
    Fabio secondo me ha voluto lanciare una provocazione, sa benissimo che quel progetto, quello del via tutti andava fatto almeno un anno fa e andava fatto con la consapevolezza di rimanere fuori dalle coppe per avere il tempo materiale di una rifondazione che non e’ mai di fatto iniziata.

    :-)

    E brava

    Però secondo me su qualche punto invece merita di ragionarci sopra… esempio, così sicuri di voler riscattare per forza Cancelo a 35 milioni quando mi sembra impossibile che Sabatini non possa trovare un paio di terzini decenti a cifre inferiori?

    Sempre di un terzino, si tratta, tutti li hanno, normali, solo noi abbiamo questa ossessione storicamente

  2. si, ma Cancelo e Rafinha finche’ non ci sara’ il riscatto e di conseguenza diventeranno giocatori di PROPRIETA’ dell’Inter non possiamo considerarli, per ora, la ripartenza..”interismo deteriore”.

  3. Fabio1971: Sempre di un terzino, si tratta, tutti li hanno, normali, solo noi abbiamo questa ossessione storicamente

    se i terzini forti passano alla storia vuol dire che ce ne sono pochi. per tutti. altrimenti dallo alla giuve, che poi ne trovi uno piu’ forte dietro l’angolo. poi non ti lamentare del 10 scudetto consecutivo

  4. Fabio….ehmm….veramente sul terzino farei schiarire le idee al sabatini, visto o non visto il dalbert….magari anche il walter ha bisogno di una pausa di riflessione.

  5. interella:
    …poi scusate ma non resisto….ma una multinazionale puo’ avere una boccata di aria fresca per 9 milioni? ahahah

    Grande Interella. Sei brava a rigirare la frittata come ti fa più comodo.
    Il risultato incredibile sul bilancio è dato da 56 milioni introiettati da Suning a titolo di Sponsor.
    Così come i soldi spesi sul mercato, visto che di 40 dobbiamo ancora rientrare.
    Nella tua provocazione, anche piuttosto sterile, ti rendi conto che ti sbeffeggi da sola, ammettendo che non può essere una multinazionale da 60 miliardi ad avere bisogno di briciole appare chiaro che il problema è ciò che non vuoi vedere.
    Sei una che vuole tutto subito, che non accetta i compromessi, chissà se la vita è stata così facile per te (credo di no) da non richiedere un percorso che è richiesto a questa Inter da un sistema sbagliato ma che tuttavia è normativo.

    interella:
    …encomiabile il ”secondo” me…non saprei se qualche gobboladro si mette le mani nei capelli per l’uscita del ghanese non conoscendo e non frequentando nessun gobboladro….secondo me e lo ribadisco e’ una minchiata che pagheremo a caro prezzo se fosse vera e se le cifre che circolano sono veritiere…

    Accetto il tuo parere. E non seguendo la gobba non conosco i risvolti negli allenamenti di Asamoah.
    Ma gioco a calcio con rubentini che vivono di calcio. Per loro Asamoah è un terzino fisico, disciplinatissimo e con capacità di palleggio notevoli. (roba che a sinistra noi non vediamo da anni.)
    Ah, tu dici che rimpiangeremo di ingaggiarlo? Impatto sul bilancio di Asamoah circa 5 milioni, quello di Dalbert quasi una decina. L’unica differenza è che almeno il ghanese sa giocare a calcio.

  6. Nic! una cosa per volta….verissimo che l’unico sponsor dell’Inter e dei suoi 56 milioni proviene esclusivamente dalla proprieta’ cinese e qui mi farei qualche domanda sulla totale assenza di altri sponsor che sarebbero dovuti arrivare dall’oriente….i paventati soldi sul mercato ormai sono di piu’ di un anno fa, soldi buttati da loro e quindi loro ne devono rispondere non necessariamente bloccando di fatto un mercato….mah….che il ghanese sia ”fisico” lo vedono tutti, sulla proprieta’ del palleggio non saprei….di partitacce al ghanese ne ho viste fare tante….su dalbert citofonare il walter.

  7. ….la vita diventa piu’ facile per qualunque essere umano se non accetti compromessi e vai avanti spedito/a per la tua strada….la notte si dorme tranquilli e non si hanno rimorsi ne rimpianti, Nic!.

  8. OT….ma zola mi legge? ma legge bausciacafe’?….siamo uno sparring partner e’ una MIA cit!….e stasera vedro’ la partita, gioca la nassionale inglese.

  9. allora il walter ha fatto cagare con dalbert.
    pero’ skriniar e cancelo e rafinha non li ha portati lui.
    quindi walter come fantozzi: waaalteerrr…. merdacciaaaa
    no, certe cose non si possono leggere.
    ribadisco interismo autolesionista.
    ps
    quanto al voglio tutto subito e’ l’esatto contrario della strategia autolesionista. ci sono incoerenze in ogni dove.
    sto parlando di calciatori, non di dirigenti, a scanso di equivoci.

  10. Asamoah è quello del retro passaggio del 2 a 1 in Inter-Rube vinta con De Boer. Un vero piedino d’oro, eppure all’epoca non sapeva che avrebbe finito la sua luminosa carriera da noi.

  11. interella:
    Nic! una cosa per volta….verissimo che l’unico sponsor dell’Inter e dei suoi 56 milioni proviene esclusivamente dalla proprieta’ cinese e qui mi farei qualche domanda sulla totale assenza di altri sponsor che sarebbero dovuti arrivare dall’oriente…

    Si capisco cosa intendi, ma se unisci le briciole viene fuori che alla fine quello che si può fare lo fanno. Almeno economicamente.
    56 mln è il massimo che loro possono metterci viste le regole degli sponsor di proprietà.
    I denari sul mercato sono il massimo che si possono azzardare visto che si è speso oltre i paletti per una cifra di 40 milioni da far rientrare entro maggio.

    Allora l’unico motivo per cui posso prendermela con Suning è: che usi la sua potenza per forzare la mano con la UEFA.
    Ma da dei nuovi arrivati nel mondo del calcio che prendono in consegna degli accordi firmati e controfirmati è auspicabile una guerra alla UEFA?
    Per me bisognerebbe combattere la UEFA, perché adesso si parla di ristrutturare il FPF e alla fine della fiera gli unici ad aver dovuto sottostare al periodo più duro e insensato delle regole saremo stati noi, la Roma, il Malaga, il Valencia, il Galatasaray, qualche squadra ucraina e turca.
    Insomma una vaccata clamorosa che come spesso accade ha colpito con forza i deboli e in maniera ridicola i forti.

    interella:
    che il ghanese sia ”fisico” lo vedono tutti, sulla proprieta’ del palleggio non saprei….di partitacce al ghanese ne ho viste fare tante….su dalbert citofonare il walter.

    Concordo con te che se lo si dovesse pagare, vista l’età, Asamoah potrebbe rimanere a Torino. Ma a 0 il problema dell’investimento e della rivendibilità non si pone, e allora diventa a mio modo di vedere un buon colpo, perché sarebbe il primo terzino sinistro decente.
    Non dico che è un Top assoluto che non sbaglia una partita in tutto l’anno, ma un giocatore che rappresenta un upgrade rispetto alla nostra condizione attuale (ci vuole poco: il povero D’ambrosio a giocare sul suo piede debole) ma in più un giocatore di palleggio ma disciplinato e che da solidità: perfetto se dall’altra parte ci sarà un terzino di spinta come Cancelo.

  12. interella:
    OT….ma zola mi legge? ma legge bausciacafe’?….siamo uno sparring partner e’ una MIA cit!….e stasera vedro’ la partita, gioca la nassionale inglese.

    evidentemente non e’ l’unico, anche luigi garlando (mi pare, non sono sicuro sia lui) sulla gds ha usato le stesse parole per l’argentina.

  13. Modd…nin zo’ ma quello che sicuramente so e che hai ragione tu….nessuna possibilita’ del tutto e subito lo escludo a priori…e quando mai….Skriniar e’ arrivato solo Skriniar ad oggi di buono….il resto o non e’ dell’Inter o sono rincalzi di squadre finite dietro alle macerie dell’Inter dello scorso anno.

  14. Io diffido sempre di quello che viene dai gobbi, ma Asamoh a 0 è un buon colpo. Non sarebbe la mia prima scelta in quella mattonella, ma ci perdiamo poco e va bene.

    Del discorso di Fabio mi piace che non esistano incedibili. Di quelli che ha nominato io venderei solo Perisic, ma secondo me è giusto che ogni calciatore (e non solo) venga valutato giorno per giorno, e vengano tenuti solo quelli che danno un effettivo apporto all’Inter, senza dare nulla per scontato.

    Secondo me quest’estate vedremo un bel mercato. Ci siamo mossi con anticipo dove ci dovevamo muovere (De vrij e Asamoah in scadenza, L. Martinez prima che si fiondassero i lupi di tutta Europa, appena tre mesi prima che venisse convocato nell’Albiceleste). Probabile che vedremo qualche bel colpo quest’estate. Speriamo solo di non prendere qualche inculata post-mondiale, tipo J. Mario, per intenderci.

  15. Interella, è vero, anche nella Gazzetta ti hanno citato. Dovresti pretendere un copyright. :)

  16. un upgrade? e per quale motivo uno scarto quasi trentenne della gobbaladra a parametro zero dovrebbe interessare sul terracqueo solo ed esclusivamente all’Inter…questo upgrade intendo….no, la cosa mi puzza e tanto, nel bilancio ci andranno comunque i soldi, tantini a dire il vero, del suo ingaggio piu’ che triennale e no non lo rivendi e non fai nessuna eventuale plusvalenza.

  17. interella: .il resto o non e’ dell’Inter

    se hai il diritto di riscatto e lo eserciti e’ tuo.

    interella: Skriniar e’ arrivato solo Skriniar ad oggi di buono

    skriniar non e’ buono, e’ un fuoriclasse, c’e’ la sua differenza

  18. …prima esercitiamo sti riscatti va, prima di cantar vittoria intendo….okkei, top player, il senso si era capito comunque.

  19. interella:
    …prima esercitiamo sti riscatti va, prima di cantar vittoria intendo….okkei, top player, il senso si era capito comunque.

    Su questo concordo al 300%!

    interella:
    un upgrade? e per quale motivo uno scarto quasi trentenne della gobbaladra a parametro zero dovrebbe interessare sul terracqueo solo ed esclusivamente all’Inter…questo upgrade intendo….no, la cosa mi puzza e tanto, nel bilancio ci andranno comunque i soldi, tantini a dire il vero, del suo ingaggio piu’ che triennale e no non lo rivendi e non fai nessuna eventuale plusvalenza.

    i gobbi lo vogliono rinnovare, e stai certa che gli crei anche un problema.
    Andando via Asamoah e Lichtsteiner rimangono con i soli Sandro e De Sciglio.
    Proprio per questo dobbiamo riscattare Cancelo.

  20. Cancelo va riscattato a prescindere.
    Già un gran giocatore, ha un potenziale di crescita assurdo, mi sembra migliori partita dopo partita. Avere lui e D’Ambrosio fa pensare alla differenza che passa tra l’avere un buon terzino e un top player.