Inter-Lazio: la partita

19_lazio

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

149 commenti

  1. interella:
    ….non mi ricordo quel gesto di ibra alla curva…strano, ibra professionista del suo marketing potrebbe non averlo mai fatto….e se fosse….non ha sputato contro i suoi tifosi….giustamente non e’ un pippa insignificante…non e’ nelle corde di ibra.

    Andò sotto la curva e fece, CHIARAMENTE, la “richiesta” di “succhiarglielo”. Tutti zitti…
    Non ho bisogno di youtube, so cosa ha detto Ausilio. Se per te è questo il motivo per attaccarlo, io credo di avere motivi più forti di critica. Ma ognuno la vede a modo suo. In quanto all’aziendalismo, a parte che non mi offende, io do modeste opinioni libere, cercando di essere onesto intellettualmente. Se ci riesco bene, se non ci riesco cercherò di fare meglio. Candreva è tra i giocatori che gradisco MENO, mi sforzo, nei miei personali giudizi, di non farmi condizionare. Non ho sentenze e non ho odio per nessuno, sino a quando è all’Inter. Ho disprezzato alcuni tesserati, mentre erano all’Inter, ma raramente: per esempio HH2 (eh, sono vecchio), lippi, tardelli (anche da giocatore), ma sono eccezioni. Ognuno ha il suo stile, senza mai voler dare lezioni a chicchessia.

  2. Simone hai ragione su tutto ma fidati…Cancelo e’ un esterno basso, quello che una volta si chiamava terzino e che oggi nel calcio moderno esige un altra fisionomia di calciatore….lui e’ perfetto in quel ruolo, l ho osservato bene, e’ il ruolo moderno del ”terzino” dei vecchi tempi…e’ anche meglio per me di alex sandro….ragazzi il calcio e’ cambiato….i d’ambrosio esempio non funzionano a niente….bisogna guardare oltre…i marcelo, sempre esempio.

  3. Amstaf….non mi e’ mai passato il pensiero di offenderti….mai…sto solo dicendo che il piero sta facendo danni, tanti, danni da troppo tempo in questa societa’ e per assurdo quelli peggiori non rientrano nemmeno negli acquisti alla minchiam….e’ che lui a mio parere, modesto, ma parere rimane non dovrebbe piu’ mai piuì essere a libro paga dell’Inter….e questa cosa che tanti di noi hanno capito ma noi contiamo zero non capisce, non vuole capire, frega niente, non so alla proprieta’….e’ dannoso anche solo se respira.

  4. …spetta e poi chiudo…che mi ero dimenticata tra un infame e l’altro di dire/segnalare di quanto infame sia quel tale inzaghi pare fratello della pippa inzaghi piu’ conosciuto…..all’infame che ha rotto i maroni con i presunti torti di una ”moviola” piantala…abbiamo capito tutti che la prox destination e’ la gobbaladradimerda….ma fai il bravo…che per ora alleni la laziettta….pagliaccio.

  5. Candreva l’ho schifato per tutto l’anno scorso.
    L’apoteosi fu col rigore sbagliato apposta a Genova.
    A giugno lo volevo lontano anni luce da Appiano.
    Poi Spalletti ha puntato su di lui.
    Da luglio ho deciso di stare dalla parte della squadra e ho forzatamente dimenticato le schifezze di Candreva della scorsa stagione.
    Mi sono tappato il naso, ma se si decide di remare tutti falla stessa parte va fatto.
    Tutto sommato i primi tre mesi li ha giocati molto bene.
    Ora è in netto calo.
    Ma non ho voglia di ricominciare col tiro al piccione.

    Oggi però è anche caduto nel brutto vizio di essere offensivo e cafone verso parte del pubblico.

    Sono curioso di vedere gli sviluppi.

    Di sicuro non lo sostituirei con Cancelo. Cancelo si sta dimostrando eccellente terzino.

  6. Solo in Italia.
    Solo in questa Italia Repubblica delle banane.
    Solo da noi……uomini di sport, personaggi pubblici strapagati, teoricamente esempi di sportività per i giovani……..possono impunemente dichiarare che preferirebbero il loro sport “truccato o pieno di errori ma che lascii le emozioni forti ed immediate intatte”

    E nessun opinionista che ribatta o incalzi:

    “Ma brutto stronzo, emozioni di che!!!!!! Quali emozioni sarebbero se mi assegni vittorie o sconfitte tarocche??????? Brutto bastardo, se ragioni così non sei degno di far parte di un mondo detto sportivo, sei una faccia di merda, a meno che non stai scrivendo i curriculum vitae per lo sguercio Marotta……ecco allora si, tutto ok caro il mio nuovo uomo immagine Respect UEFA…..”

    Come immaginavo nessuno ha apostrofato così il caro Simone. E su nessun quotidiano domani leggeremo nulla del genere.

    Quindi……

  7. ….quindi voi che non vi sentite, orrore, italiani, solo perché i mondiali li vedete in tv, ovvio lo scrivo in senso lato, vi dovete beccare in religioso silenzio anche le esternazioni di tale macchiette fa parte di tutto il marcio che voi sempre in senso lato, difendete, sempre in senso lato….il campionato da oratorio i fenomeni italiani inteso come calciatori….i media…i pseudo fenomeni…quelli che pensano che uno sfigato come cutrone che ha affossato l’INTER…….potrebbe essere pallone d’oro…..che l’INTER a parte la pippa di candreva non possa competere per lo scudetto….quindi…..

  8. Spiego la mia contentezza di qualche ora fa.
    Non sono contento perché mi sono rassegnato.

    Oggi ho visto una partita contro una squadra molto forte e ben costruita. Guardando la Lazio ho visto qualità tecniche e fisiche veramente notevoli.
    Gli avversari hanno giocato bene, ma riguardando gli Highlights ho avuto modo di notare un numero di occasioni anche da parte nostra non indifferente.
    Siamo tornati a non subire gol.
    Abbiamo finito il girone di andata nelle prime 4 mantenendo il distacco invariato da Roma e Lazio.
    2 sconfitte in un girone ci stanno. Avessimo incontrato Udinese e Sassuolo prima del cambio panchina forse saremmo ancora imbattuti. Fatto sta che quelle formazioni hanno fatto bene con tutti da quando hanno cambiato allenatori.

    Tornando a oggi, ho rivisto una squadra solida e che vuole vincerla dall’inizio alla fine.
    Negli ultimi minuti abbiamo guadagnato corner e mantenuto la pressione.

    Ci sono dei problemi e sono strutturali. Spero che il mercato possa risolverli.
    Non per forza spendendo grandi cifre, ma con buone idee.

    Tuttavia ci sono periodi dell’anno in cui si fa fatica e non dubito del fatto che le prossime partite saranno altrettanto dure.
    I 6 punti buttati contro Sassuolo e Udinese fanno arrabbiare perché senno la situazione sarebbe stata golosa. Ma non si sarebbe trattato di questa squadra. Non di una squadra in rifondazione.
    Se guardano i numeri e si ha fiducia che si possa superare questo calo di forma fisiologico allora ecco che siamo perfettamente coerenti con le nostre ambizioni. E, anzi, stiamo facendo un ottimo percorso visto la velocità delle squadre del quartetto di testa.
    Non credo che l’Inter sia quella che ha trucidato la Samp, ma nemmeno quella che fatica così tanto a fare gol.
    Ora serve la fortuna di Sabatini, ci aveva promesso si sarebbe riaccesa.

  9. Quanto a Inzaghi inqualificabili le sue parole.
    Sappiamo di che emozioni parla.
    Le conosciamo bene.

    Per quanto mi riguarda sono quelle emozioni di impotenza e rassegnazione davanti a un torto palese, smaccato, quasi esibito.

    Qualcuno gli presenti il conto quando la Var porterà punti alla sua Lazio.
    Quando annulleranno un gol subito dalla sua difesa gli si chieda se le emozioni non sono più importanti di gol che decidono qualificazioni milionarie che gli pagano lo stipendio.

  10. inzaghi si è dimostrato persona meno seria di quello che pensavo. non vorrei che si fosse sputtanato la futura panchina della giuve, là dei piangina non li vogliono, al contrario vogliono gente dura.

  11. buon anno a tutti

  12. Inzaghi e Rocchi due pezzi di merda. Non aggiungo altro.
    Buon anno a tutti gli interisti.

  13. Tanti rimarcano l’enorme amore del popolo nerazzurro per l’Inter. Vero.
    Ricordo anche però le contestazioni ad personam ai tempi di Moratti, con gli incidenti negli euroderby causati appositamente per far danno. Ricordo una vagonata di giocatori distrutti psicologicamente perché fischiati a ogni sospiro.Ricordo una partita surreale contro il Cagliari nella quale la nostra curva si schierò apertamente contro il nostro capitano.
    L’interista ama l’Inter ma sa anche essere un grandissimo rompicoglioni.
    Candreva non è Garrincha, ma su impegno e dedizione non gli si può dir nulla. Eppure, a prescindere , giù fischi e insulti. Leggo di multe, tribune punitive…provate a pensare che se Lucianone preferisce mettere il cadavere dell’ex laziale al posto di chiunque, un motivo ci sarà. Comunque Candreva ha negato che il suo fosse un gesto contro i tifosi.

  14. Modd Inzaghi è da juve sa bene quando stimolare il potere. E sulla gente dura alla juve avrei da ridire. È facile esserlo quando hai Figc, giornali , politici , arbitri al tuo servizio.
    Vieni a farlo all inter. Personalmente ritengo di dover assegnare la patente di duro solo dopo che hai fatto un anno all’Inter. Dalle altre parti non saprei,

  15. Maigob: Ma vi rendete conto questi bastardi col loro metro arbitrale at personam quanti punti spostano a loro piacimento in un campionato????

    Certo, ma se lo dici ti arrivano i vari Bonjour Tristesse che ti danno del piangina

  16. @mauro. hai ragione, ho detto una mezza cazzata. qualcuno mi spieghi cosa vuole intendere allegri quando dice che la var deve essere applicata solo nei casi oggettivi. imho la var deve essere applicata sempre, nei casi oggettivi e soprattutto nei casi soggettivi, in modo da renderli oggettivi.

  17. Per rispondere a interella, dalla mia posizione si è visto solo un veloce battibecco, apparentemente con i tifosi laziali. Per la fredda cronaca io e altri lo stavamo mandando vigorosamente a cagare per non aver preso la palla e soprattutto per non averci nemmeno provato.
    Qualche gesto di stizza in campo ci sta sempre. Lo accetto specie da chi in campo prova a dare tutto, come di consueto fa Candreva. Che poi il suo tutto oggi sia poco è un altro discorso.
    Ma sempre meglio una reazione a caldo che dichiarazioni a freddo come quelle di Inzaghi o buffone…

  18. Scampato pericolo.
    Credo che questo sia il succo di Inter-Lazio. Se avessimo perso si sarebbero riaperti gli scenari che ben conosciamo: morale e autostima a pezzi, spogliatoio in balia dei soliti mestatori, tifosi inferociti pronti a fare processi sommari, media scatenati, allenatore contestato e via delirando.
    Per venire alla partita.
    La Lazio è una squadra costruita con buonsenso che pratica un buon calcio, essenziale ed efficace.
    All’inizio del campionato nessuno osava pronosticare che alla fine del girone di andata saremmo stati davanti.
    Ripeto che per me l’unica cosa nuova da tre anni a questa parte è una maggior determinazione e un nuovo spirito di squadra. Lo Skriniar (nuovo) e il Ranocchia (vecchio) sono oggi i testimonial di questo nuovo spirito.
    E’ l’unica novità, per altro non banale, che Spalletti è riuscito a dare alla squadra.
    I difetti sono gli stessi semplicemente perché gli interpreti sono sostanzialmente gli stessi. Il centrocampo è sempre desolatamente vuoto di intelligenza calcistica e le fasce sono affidate a due cavalli pazzi (uno un po’ più bolso) che alternano sgroppate entusiasmanti a errori tecnici nei fondamentali intollerabili anche nelle scuole calcio.
    La mancanza di fosforo nella zona strategica del campo comporta un gioco macchinoso, lento, prevedibile e quindi facilmente neutralizzabile. Non a caso Cancelo, che esce un po’ dagli schemi ripetitivi dei compagni, diventa un elemento di imprevedibilità promettente.
    Senza un intervento intelligente sul mercato (intelligente non vuol dire faraonico) non c’è motivo di ribaltare il pronostico di inizio campionato: quarto posto nel caso migliore, quinto nel peggiore.

  19. Dimenticavo. Buon anno nuovo a tutti gli interisti.

  20. l.b.:
    Scampato pericolo.
    Credo che questo sia il succo di Inter-Lazio. Se avessimo perso si sarebbero riaperti gli scenari che ben conosciamo: morale e autostima a pezzi, spogliatoio in balia dei soliti mestatori, tifosi inferociti pronti a fare processi sommari, media scatenati, allenatore contestato e via delirando.
    Per venire alla partita.
    La Lazio è una squadra costruita con buonsenso che pratica un buon calcio, essenziale ed efficace.
    All’inizio del campionato nessuno osava pronosticare che alla fine del girone di andata saremmo stati davanti.
    Ripeto che per me l’unica cosa nuova da tre anni a questa parte è una maggior determinazione e un nuovo spirito di squadra. Lo Skriniar (nuovo) e il Ranocchia (vecchio) sono oggi i testimonial di questo nuovo spirito.
    E’ l’unica novità, per altro non banale, che Spalletti è riuscito a dare alla squadra.
    I difetti sono gli stessi semplicemente perché gli interpreti sono sostanzialmente gli stessi. Il centrocampo è sempre desolatamente vuoto di intelligenza calcistica e le fasce sono affidate a due cavalli pazzi (uno un po’ più bolso) che alternano sgroppate entusiasmanti a errori tecnici nei fondamentali intollerabili anche nelle scuole calcio.
    La mancanza di fosforo nella zona strategica del campo comporta un gioco macchinoso, lento, prevedibile e quindi facilmente neutralizzabile. Non a caso Cancelo, che esce un po’ dagli schemi ripetitivi dei compagni, diventa un elemento di imprevedibilità promettente.
    Senza un intervento intelligente sul mercato (intelligente non vuol dire faraonico) non c’è motivo di ribaltare il pronostico di inizio campionato: quarto posto nel caso migliore, quinto nel peggiore.

    +1

  21. Avete mai provato a confrontare l’anno della ricostruzione juventino ,2011 ed il nostro? Aldilà del discorso stadio regalato che ha portato fatturato e punti e mi chiedo in questo caso che Fair play sia, vi ricordate gli arbitri di quell anno? Ci sarebbe da fare davvero un inchiesta , ci sarebbe da mettere tutto alla luce del sole.
    Quelli sono stati lanciati nel grande calcio dalla Figc senza se è senza ma. Altro che gente dura…buffone vi sembra un duro? Vorrebbe essere un duro . Chielliji vi sembra un duro? Ora che è a fine carriera e ha preso la laurea sembra più umano ma 7o 8 anni era un autentico macellaio che Montero impallidisce a confronto
    Quelle sono merde alla ennesima Potenza,.E quando vinceranno la cl diranno che visto che hanno perso 7 finali la loro coppa varrà 8 cl…..E non sto dicendo una fesseria.
    Non aspettano altro per far passare questo msg.

  22. l.b.:
    Scampato pericolo.
    Credo che questo sia il succo di Inter-Lazio. Se avessimo perso si sarebbero riaperti gli scenari che ben conosciamo: morale e autostima a pezzi, spogliatoio in balia dei soliti mestatori, tifosi inferociti pronti a fare processi sommari, media scatenati, allenatore contestato e via delirando.
    Per venire alla partita.
    La Lazio è una squadra costruita con buonsenso che pratica un buon calcio, essenziale ed efficace.
    All’inizio del campionato nessuno osava pronosticare che alla fine del girone di andata saremmo stati davanti.
    Ripeto che per me l’unica cosa nuova da tre anni a questa parte è una maggior determinazione e un nuovo spirito di squadra. Lo Skriniar (nuovo) e il Ranocchia (vecchio) sono oggi i testimonial di questo nuovo spirito.
    E’ l’unica novità, per altro non banale, che Spalletti è riuscito a dare alla squadra.
    I difetti sono gli stessi semplicemente perché gli interpreti sono sostanzialmente gli stessi. Il centrocampo è sempre desolatamente vuoto di intelligenza calcistica e le fasce sono affidate a due cavalli pazzi (uno un po’ più bolso) che alternano sgroppate entusiasmanti a errori tecnici nei fondamentali intollerabili anche nelle scuole calcio.
    La mancanza di fosforo nella zona strategica del campo comporta un gioco macchinoso, lento, prevedibile e quindi facilmente neutralizzabile. Non a caso Cancelo, che esce un po’ dagli schemi ripetitivi dei compagni, diventa un elemento di imprevedibilità promettente.
    Senza un intervento intelligente sul mercato (intelligente non vuol dire faraonico) non c’è motivo di ribaltare il pronostico di inizio campionato: quarto posto nel caso migliore, quinto nel peggiore.

    Non c’è altro da dire. Quoterrimo!!!

  23. Secondo me Spalletti ha fatto qualcosa in più che creare un gruppo coeso.
    Anzi, io uscirei dall’equivoco che l’allenatore è solo un motivatore e che in campo ci vanno i giocatori.

    Lo dicevano anche di Mourinho (quando faceva scoppiare i fegati gobbi), ma se bastasse quello Gattuso sarebbe il nuovo Ferguson, invece la squadra bisogna saperla allenare.

    L’Inter non gioca male, a mio parere. Difende bene, sta migliorando di brutto la fase di palleggio, e guadagna facilmente la trequarti.
    Il problema, lo si è detto più volte, è avanti. Siamo monocorde e prevedibili.
    Cross su cross sempre per la stessa punta.

    O segna Icardi o segna Icardi.
    Ogni tanto Perisic.

    Se uno di questi due, o entrambi, attraversano una fase di calo fisiologico, l’attacco si sterilizza.

    Per risolvere i problemi bisogna focalizzarli. Avanti siamo in emergenza.
    Da anni.

  24. esatto @estecambiasso, io mi chiedo sempre con un certo timore se si dovesse rompere Icardi, chi cavolo gioca al suo posto?
    perché non si pensa a prendere una sua riserva credibile (non il cuoco o il ragazzino)? un mio chiodo fisso da anni.

    poi, chiaro, il trequartista che si inserisce e segna ci vuole, la seconda punta da affiancare a Icardi per uscire dal solito schema del cross a cazzo ci vuole, però io tremo al pensiero di dover magari affrontare 3 o 4 partite con Eder centravanti o, che so, Perisic adattato (sempre meglio del cuoco, ovvio!)

  25. estecambiasso:
    Cross su cross sempre per la stessa punta.

    O segna Icardi o segna Icardi.
    Ogni tanto Perisic.

    Per me è per via delle caratteristiche di questi 2. E di chi sta loro intorno.
    Allora o gli metti attorno dei giocatori che consentono variazioni sul tema e non comprimari o loro saranno sempre un pianeta a parte da cercare con i cross.

    Per intenderci questi comprimari renderebbero di più se al posto di Icardi e Perisic ci fosse qualcun altro.

    Ma visto che sono anche i migliori della rosa si può pensare di risolvere il problema con un centrocampista totale/sconda punta/trequartista (o lo scopri o sono 80 milioni sul mercato)

  26. XEvaristoX: una sua riserva credibile (non il cuoco o il ragazzino)?

    chi è il cuoco?

  27. Ma, a parte tutto, mi spiegate il motivo per cui l’ Inter (intesa come dirigenza ) continua a negare la necessità di avere in rosa un credibile vice-Icardi? Ma è davvero solo incompetenza? Io non credo.

  28. estecambiasso: chi è il cuoco?

    Credo Eder

  29. Simone:
    Ma, a parte tutto, mi spiegate il motivo per cui l’ Inter (intesa come dirigenza ) continua a negare la necessità di avere in rosa un credibile vice-Icardi? Ma è davvero solo incompetenza? Io non credo.

    Mancano addirittura i titolari in alcuni ruoli, se ci sono risorse si vanno a mettere in rosa dei giocatori che hanno caratteristiche che servono, non si compra un giocatore che deve fare la riserva di Icardi che se non ha problemi le gioca tutte e per tutti i 90 minuti.

    Non siamo l’Inter di anni fa, con 3 competizioni, vincente, che un buon giocatore viene anche a fare della panchina pur di stare nel gruppo. Chi viene meglio di Eder a giocare 20 minuti in un intero girone di andata?
    Icardi resta all’Inter se metti in dubbio il suo ruolo prendendo un titolare che competa con lui? Probabilmente no.

    E allora meglio le risorse siano spese per integrare la difesa e le fasce e il trequartista.

  30. @Vox

    sì, il cuoco è Eder…non è mia la definizione, l’ho letta da qualche parte, ma calza perfettamente al nostro oriundo, che sembra appunto un cuoco tipo quelli dei programmi da cucina in tv (prova ad immaginartelo vestito così con tanto di cappello!), peraltro anche di quelli che non disdegnano più di un assaggino, vista la panza.

    @Nic!

    ripeto, se si rompe Maurito (non sia mai, ma può capitare), giochiamo qualche mese col cuoco centravanti?
    non si parla di prendere un titolare, ma di una buona riserva che garantisca GOL, cosa che da noi garantiscono in pochi.
    qualcuno si metterà ridere, ma prendersi un Pavoletti qualsiasi o anche, udite udite, un centravanti di serie B di quelli che segnano, costerebbe così tanto da intaccare in modo irreparabile le risorse?
    certo, una volta si prendevano gli Zamorano e i Cruz per questo ruolo, appunto, una volta…
    si ride di Cutrone (che per l’amor di dio, è solo un ragazzetto che la butta dentro, magari fa la fine di Paloschi), intanto qualcuna gliel’ha risolta a quelli là (derby incluso), noi abbiamo Pinamonti che per quel poco che ho visto vale un Nello Russo (anzi meno, quello fece anche gol).
    e non abbiamo uno da buttar dentro quando si fa dura, si deve rimontare o sbloccarla, e non bastano più i cross a cazzo per quel povero cristo (che magari ha già fatto venti volte il movimento e ha sempre visto la palla o in curva o addosso al primo difensore), ma serve un cagnaccio d’area che sappia giocare anche di rapina e di palle sporche (esempi abbastanza recenti: Inter-udinese del novembre 2008 sbloccata con gol di Cruz al 92°).
    Oh, prendiamo un buon trequartista di quelli CHE SEGNANO, un’alternativa a Candreva (Karamoh no? io lo proverei), un buon rincalzo dietro, ma un cazzo di centravanti serve come il pane.

  31. Quello che mi fa incazzare è guardare la rosa dei ladroni della Rubentus…mamma mia questi hanno non due squadre ma tre…i loro centrocampisti che erano in panchina sono tutti più forti dei nostri titolari…si permettono di tenere in panca roba da 200 milioni di euro…non ho mai pensato che potevamo lottare x il titolo ma adesso finito il girone di andata spero con tutto il cuore di essere tra le prime 4 di quest’anno! Però se guardo in prospettiva mi prende la depressione calcistica noi a fare i conti con il Fpf è il blocco dei Cinesi, Rubentus e Napoli che anno dopo anno si rafforzano sempre di più…x il momento il lavoro fatto da Spalletti è eccellente….ma ho paura che anche lui a fine anno farà due conti e senza garanzie non gli resterà altro che salutarci!!!!! Buon 2018 a tutti i tifosi INTERISTI…..

  32. Mi inserisco con una riflessione forse controcorrente. Vista dal vivo, la Lazio è senz’altro una buona squadra, ma non mi ha fatto lustrare gli occhi. Anzi, a dirla tutta, sono partiti con molti appoggi molli e svogliati, pallette date ad mettila canis, rinvii sbilenchi e una sensazione di scarsa concentrazione. Inzaghi (che avevo proprio sotto di me) era molto stizzito, e mi sembra che nel secondo tempo siano entrati più decisi. Però dico che se avessimo avuto la condizione atletica e la presenza di spirito di un mese fa, potevamo chiudere avanti il primo tempo, e piazzare qualche buon contropiede nel secondo. Invece attacchiamo con lentezza, trpppi tocchetti inutili al pallone, troppi appoggi banali, e intanto la difesa avversaria si sistema. E poi certo che se butti la palla in mezzo faciliti la vita di portiere e difensori.
    Comunque la Lazio è buona ma non irresistibile, e lo stesso vale per la Roma. Ce la giochiamo con loro per i due posti Champions, e con un paio di inserimenti a gennaio e un recupero di brillantezza (e magari anche qualche strategia di attacco nuova, caro Mister) riusciamo sicuramente a mettere dietro una delle due.

  33. estecambiasso: chi è il cuoco?

    Eder :)

  34. Condivido la linea di Simone.
    Sicuri che la riserva di Icardi non si compri solo per mancanza di risorse?
    Io ho la netta sensazione che il principino lì davanti non voglia ALCUNA concorrenza..
    Vedi brutta fine di JoJo.

  35. XEvaristoX: sì, il cuoco è Eder…non è mia la definizione, l’ho letta da qualche parte, ma calza perfettamente al nostro oriundo, che sembra appunto un cuoco tipo quelli dei programmi da cucina in tv (prova ad immaginartelo vestito così con tanto di cappello!), peraltro anche di quelli che non disdegnano più di un assaggino, vista la panza.

    Infatti, calza a pennello!

  36. MaistatiinB:
    Mi inserisco con una riflessione forse controcorrente. Vista dal vivo, la Lazio è senz’altro una buona squadra, ma non mi ha fatto lustrare gli occhi. Anzi, a dirla tutta, sono partiti con molti appoggi molli e svogliati, pallette date ad mettila canis, rinvii sbilenchi e una sensazione di scarsa concentrazione. Inzaghi (che avevo proprio sotto di me) era molto stizzito, e mi sembra che nel secondo tempo siano entrati più decisi. Però dico che se avessimo avuto la condizione atletica e la presenza di spirito di un mese fa, potevamo chiudere avanti il primo tempo, e piazzare qualche buon contropiede nel secondo. Invece attacchiamo con lentezza, trpppi tocchetti inutili al pallone, troppi appoggi banali, e intanto la difesa avversaria si sistema. E poi certo che se butti la palla in mezzo faciliti la vita di portiere e difensori.
    Comunque la Lazio è buona ma non irresistibile, e lo stesso vale per la Roma. Ce la giochiamo con loro per i due posti Champions, e con un paio di inserimenti a gennaio e un recupero di brillantezza (e magari anche qualche strategia di attacco nuova, caro Mister) riusciamo sicuramente a mettere dietro una delle due.

    Sono d’accordissimo, mi sembrava di rivedere Inter Lazio 3-0 dell’anno scorso con una Lazio che ci temeva.

    Avessimo fatto un gol l’avremmo portata a casa

  37. Partita che l’anno scorso sbloccammo con un tiro da fuori di Banega, cosa che quest’anno non tentiamo di fare mai: tra tutti i nostri centrocampisti solo Brozovic ha il tiro da fuori (e solo quando ne ha voglia poi).

  38. Quasi dimenticavo. Se non compri un altro centravanti il modulo non lo cambierai mai, manco per sbaglio.. ma ancor peggio, ad essere sempre uguale, sarà la nostra offensiva. Sciatta, prevedibile e senza spunti.
    Inutile poi comprare le riserve di Perisic e Candreva. Voglio giocatori diversi, che giocano un calcio diverso e che non si intestardiscano su quelle dannate fasce.
    Ergo, ecco la mia lista della spesa in ordine di preferenze:

    1 – Centravanti. Meglio una seconda punta che non disdegni comunque l’area di rigore. Insomma, qualcuno in grado di far rifiatare Icardi ma allo stesso tempo di affiancarlo.

    2 – Trequartista. Pastore in, il portoghese molliccio out. Il tutto senza spendere una lira.

    3 – Un bel centrale. Uno come Rolando non lo schiferei affatto, vi dirò.

  39. @ Nic
    Guarda che io non dico di prendere un vice-Icardi da 80 milioni di euro ci mancherebbe, semmai con quella cifra ne prenderei uno al suo posto o da affiancare ad Icardi quindi una seconda punta ( modulo a 2 punte al posto del modulo del cavolo attualmente in uso…..). Ma una punta seria, di spessore che abbia confidenza con il goal: non sta a me individuarla , ci sono addirittura due direttori sportivi lautamente retribuiti per questo lavoro.

  40. Dei cambi di ieri sera mi è piaciuta una cosa, e pure molto: Spalletti ci ha risparmiato l’ingresso del Cittadino. Lo prendo come il segnale di un arretramento dello chef italibrasliano nelle gerarchie del mister, e con l’arrivo del 2018 mi auguro che sia il prodromo alla sua definitiva partenza per altri lidi. Nel derby è stato di una pochezza imbarazzante.
    Dei tre subentrato ieri, ho visto abbastanza tonico Brozovic, lento come sempre Joao Mário (ma ammettiamolo, non è semplice far girare la palla in fretta quando molti tuoi compagni sono col fiato corto e il pubblico, me compreso, se la prende con te solo perché respiri…). Dalbert? Lo avevo proprio davanti a me, sotto gli occhi. Diciamo che ho visto spettacoli migliori… Diciamo che il primo tempo, con Cancelo a fare su e giù, me lo sono goduto molto di più. Però aspettiamo ancora a bocciare Dalbert: ha giocato poco e spesso solo spezzoni di gara. Visto l’investimento fatto, bisogna provarci ancora.

  41. Io farei una cosa del genere:

    Comprerei un giocatore come Verdi o Ilicic per la trequarti e una punta d’area ma intelligente (Non solo fisica) tipo Thereaux

    Spendi 40 pali non di più.

    Inizi la partita col trequartista in appoggio a Icardi e le 2 ali un po’ più accorte. Sfrutti bene ogni corner e ogni punizione……e te la giochi.

    Non la sblocchi lo stesso?? vai sotto??? Metti una seconda punta vera. Non come oggi che inseriamo la matrioska dell’omino Michelin.

    Si fa male qualcuno dei 3 attuali davanti hai cmq 2 buone opzioni.

    Insomma, con intelligenza e competenza si può arricchire la rosa senza per forza spendere 150 milioni per il nuovo Wes + il nuovo Cruz.

    Ma a gennaio servono giocatori integri che conoscono il ns campionato, i vari difensori e i tatticismi.

    Non vorrei arrivasse uno da nome ma che ti dicano che ha bisogno di 3 mesi per adattarsi.

  42. Maigob: tipo Thereaux

    … poi con Interella te la vedi tu … detesta il “vintage”

  43. Maigob: Io farei una cosa del genere:

    La strategia potrebbe anche andare , ma sai bene che al mercato di Gennaio spuntano (più che a Giugno) i “veti più o meno incrociati” per non rafforzare certe squadre : l’INTER è da sempre tra le certe …

  44. Edoardo: …poi con Interella te la vedi tu … detesta il “vintage”

    Ne sei sicuro? Giorni fa mi ha rimbrottato perché ho espresso i miei serissimi dubbi sull’utilità di nomi alla Robben o alla Ribéry… Gente forte, intendiamoci, ma come dire? Fin troppo stagionata.

  45. Buon anno ragazza e ragazzi. E che il culo sia con noi.

  46. … certo che la Lazio ne ha messe di punte …
    Lukaku ci sa fare , Marusic pure ; solo quel pirla di A.Sorrentino (La Repubblica) gli ha dato 6,5 e 6 ; poi ha dato 5 a Skriniar … allora tutto torna.

  47. Maigob:
    Io farei una cosa del genere:

    Comprerei un giocatore come Verdi o Ilicic per la trequarti e una punta d’area ma intelligente (Non solo fisica) tipo Thereaux

    Spendi 40 pali non di più.

    Inizi la partita col trequartista in appoggio a Icardi e le 2 ali un po’ più accorte. Sfrutti bene ogni corner e ogni punizione……e te la giochi.

    Non la sblocchi lo stesso??vai sotto??? Metti una seconda punta vera.Non come oggi che inseriamo la matrioska dell’omino Michelin.

    Si fa male qualcuno dei 3 attuali davanti hai cmq 2 buone opzioni.

    Insomma, con intelligenza e competenza si può arricchire la rosa senza per forza spendere 150 milioni per il nuovo Wes + il nuovo Cruz.

    Ma a gennaio servono giocatori integri che conoscono il ns campionato, i vari difensori e i tatticismi.

    Non vorrei arrivasse uno da nome ma che ti dicano che ha bisogno di 3 mesi per adattarsi.

    Sono sicuramente spunti intelligenti, e spero che Sabatini e Auxilium leggano con attenzione. Un punto mi sembra decisivo: gente DUTTILE, che sappia interpretare più di una posizione, altrimenti il modulo lo cambi solo se hai TANTE alternative.
    Prendi Candreva: inutile ipotizzare che giochi da trequartista, non ne ha il passo né la tecnica sullo stretto, e ormai nemmeno il tiro dal limite. Fa l’ala destra e stop, risultando importante se sta bene, poco incisivo se è spompo. Faccio notare che ieri, dopo meno di un minuto, si massaggiava già il ginocchio…
    Prendi Perisic: è un esterno di sinistra, stop. Non sarà mai una vera seconda punta, e al limite potrebbe giocare a destra, alla Robben, per convergere e tirare col mancino (senza la classe dell’olandese, però). Per un giocatore così monodimensionale, per quanto splendido atleta, 40-50 milioni sono tanta roba. Ed ecco perché io e pochi altri qui, l’estate scorsa, lo avremmo portato a spalle all’Old Trafford. Poi sentivo Mourinho sotto voce: “non sono un pirla”. E in più Spalletti si è intestato a tenerlo: secondo alcuni perché credeva in lui, secondo altri (per esempio per me) perché lo vedeva funzionale al suo gioco a tre davanti, secondo interella perché temeva che Suning non gli avrebbe preso nessun altro in cambio. Sia come sia, quei soldi per Perisic non li vedremo mai, a meno che non faccia un mondiale devastante.

  48. Sì, però io mi concentrerei sul rovescio della medaglia.
    Andando avanti di questo passo l’Inter in Champions ci tornerà, forse, di rado, estemporaneamente “tipo Lazio”.
    Ne piglierà una caterva nel girone (partiremo terza o quarta fascia) e se ne tornerà a casa.

    Io non ci posso e non ci voglio credere che il fpf ci ridimensioni così tanto.
    Cioè, signori, in casa con la Lazio e ci diamo pacche sulle spalle per un pareggino strappato?

    Rispetto le spiegazioni di Nic e gli altri, ma faccio fatica a credere che sia tutto riconducibile al fair play finanziario.
    Non abbiamo un giocatore che strappi la partita, non abbiamo un giocatore

    che sappia
    tirare
    le punizioni

    No, dico, ci rendiamo conto? Da quanto tempo l’Inter non segna una punizione? Mi sa che l’ultimo è stato Banega l’anno scorso.
    Cioè, che diamine, anche squadre come Atalanta, Udinese o Sampdoria hanno il De Paul, il Papa Gomez o il Quagliarella col calcio da fermo, la staffilata o la giocata in canna.

    Nessun pallone d’oro, d’accordo. Ma uno che ogni tanto becchi la porta da lontano? Niente?
    Io continuo a vederci sostanziale strafottenza da parte della proprietà. Si continua ad andare avanti col marketing e le minchiate annesse e connesse, la canzone di Natale, la tazza personalizzata, le maglie all’estero

    tutto bello eh, e probabilmente porterà soldi e immagine, a Suning e, si spera, anche alla nostra società
    (aldilà di tutto, volete mettere il nostro marchio col leoncino stilizzato?)

    ma del campo ho l’impressione che ce ne fotta solo a noi.

    Andando avanti così, anche i pochi buoni che abbiamo ci molleranno. Già Perisic quest’anno lo abbiamo tenuto per il rotto della cuffia.

    Questo si chiama ridimensionamento.
    Il mercato di Gennaio ci dirà molto, se non tutto sulle reali intenzioni della proprietà. Se si vivacchia come finora, sprecando il tesoretto del girone d’andata, senza neanche tentare di fare il salto di qualità neanche in un’annata in cui, tutto sommato, la struttura c’è

    non c’è fpf o altro alibi che tenga, significherà che ci attendono anni grami.

  49. Edoardo:
    … certo che la Lazio ne ha messe di punte …
    Lukaku ci sa fare , Marusic pure ; solo quel pirla di A.Sorrentino (La Repubblica) gli ha dato 6,5 e 6 ; poi ha dato 5 a Skriniar … allora tutto torna.

    Dal vivo, garantisco che Skriniar è una sicurezza. Ovviamente nell’arco di una partita un errori lo può commettere, un attaccante gli può anche andar via, ma il mix di velocità, forza, senso della posizione, anticipo, colpo di testa, uscita palla.al piede, tranquillità nel palleggio, serenità (non lo si vede mai protestare o litigare con nessuno) è davvero impressionante, roba da top 10 mondiale subito tra i difensori centrali. Mi ricorda il giovane Hummels. E aggiungo che vicino a lui perfino Frog sembra trasformarsi in un principino.
    Solo un caveat: ha la tendenza ad aggredire con troppa foga e irruenza gli attaccanti avversari, quando sono spalle alla porta e lontani, tra metà campo e trequarti. Cosa utilissima per far capire all’altro chi comanda, ma cosa che potrebbe portarlo a beccarsi qualche cartellino di troppo, visto il metro che di solito hanno gli arbitri con noi,specie quando diventiamo potenzialmente pericolosi in classifica.

  50. A tutti piacerebbe acquistare un fuoriclasse; non possiamo farlo. A quel punto dovremmo scegliere giocatori “funzionali”, ovvero con caratteristiche che i nostri non hanno. Faccio un esempio, i nostri centrocampisti+candreva, in tutto 6 giocatori, hanno segnato 5 goals, di cui uno su punizione. Un buon giocatore, non un campione sia chiaro, come Cristante, da solo, ne ha segnati 6, ma sopratutto importanti, ovvero non triplette nei 5-0 bensì uno per volta ed a milan, lazio, juve tra le altre. A noi manca un tipo di giocatore così, se non possiamo permetterci i fuoriclasse. Non dico lui per forza (per quanto i costi sarebbero normali e, oggi, con i Percassi ci potresti parlare…) dico la tipologia. Io speravo in Vecino, qualche golletto in più, invece siamo a uno+una traversa…
    Poi leggo quanti tifosi schifino un Cristante, manco avessimo Mattheus…schifavano Skriniar…
    Ci vorrebbe “memoria”.

  51. estecambiasso:
    Sì, però io mi concentrerei sul rovescio della medaglia.
    Andando avanti di questo passo l’Inter in Champions ci tornerà, forse, di rado, estemporaneamente “tipo Lazio”.
    Ne piglierà una caterva nel girone (partiremo terza o quarta fascia) e se ne tornerà a casa.

    Io non ci posso e non ci voglio credere che il fpf ci ridimensioni così tanto.
    Cioè, signori, in casa con la Lazio e ci diamo pacche sulle spalle per un pareggino strappato?

    Rispetto le spiegazioni di Nic e gli altri, ma faccio fatica a credere che sia tutto riconducibile al fair play finanziario.
    Non abbiamo un giocatore che strappi la partita, non abbiamo un giocatore

    che sappia
    tirare
    le punizioni

    No, dico, ci rendiamo conto? Da quanto tempo l’Inter non segna una punizione? Mi sa che l’ultimo è stato Banega l’anno scorso.
    Cioè, che diamine, anche squadre come Atalanta, Udinese o Sampdoria hanno il De Paul, il Papa Gomez o il Quagliarella col calcio da fermo, la staffilata o la giocata in canna.

    Nessun pallone d’oro, d’accordo. Ma uno che ogni tanto becchi la porta da lontano? Niente?
    Io continuo a vederci sostanziale strafottenza da parte della proprietà. Si continua ad andare avanti col marketing e le minchiate annesse e connesse, la canzone di Natale, la tazza personalizzata, le maglie all’estero

    tutto bello eh, e probabilmente porterà soldi e immagine, a Suning e, si spera, anche alla nostra società
    (aldilà di tutto, volete mettere il nostro marchio col leoncino stilizzato?)

    ma del campo ho l’impressione che ce ne fotta solo a noi.

    Andando avanti così, anche i pochi buoni che abbiamo ci molleranno. Già Perisic quest’anno lo abbiamo tenuto per il rotto della cuffia.

    Questo si chiama ridimensionamento.
    Il mercato di Gennaio ci dirà molto, se non tutto sulle reali intenzioni della proprietà. Se si vivacchia come finora, sprecando il tesoretto del girone d’andata, senza neanche tentare di fare il salto di qualità neanche in un’annata in cui, tutto sommato, la struttura c’è

    non c’è fpf o altro alibi che tenga, significherà che ci attendono anni grami.

    Brozovic a Benevento. Ma il succo non cambia.

  52. MaistatiinB: Dal vivo, garantisco che Skriniar è una sicurezza. Ovviamente nell’arco di una partita un errori lo può commettere, un attaccante gli può anche andar via, ma il mix di velocità, forza, senso della posizione, anticipo, colpo di testa, uscita palla.al piede, tranquillità nel palleggio, serenità (non lo si vede mai protestare o litigare con nessuno) è davvero impressionante, roba da top 10 mondiale subito tra i difensori centrali. Mi ricorda il giovane Hummels. E aggiungo che vicino a lui perfino Frog sembra trasformarsi in un principino.
    Solo un caveat: ha la tendenza ad aggredire con troppa foga e irruenza gli attaccanti avversari, quando sono spalle alla porta e lontani, tra metà campo e trequarti. Cosa utilissima per far capire all’altro chi comanda, ma cosa che potrebbe portarlo a beccarsi qualche cartellino di troppo, visto il metro che di solito hanno gli arbitri con noi,specie quando diventiamo potenzialmente pericolosi in classifica.

    Pensa che, nonostante l’irruenza, in tutto il girone d’andata ha un solo cartellino. Miranda 5, Ranocchia credo 2, giocando molto meno.
    I falli si fanno, ma bisogna saperli fare (o essere chiellini alla juve). Samuel fu un maestro, che di legnate ne diede a iosa…

  53. estecambiasso: Non abbiamo un giocatore che strappi la partita, non abbiamo un giocatore

    che sappia
    tirare
    le punizioni

    No, dico, ci rendiamo conto? Da quanto tempo l’Inter non segna una punizione? Mi sa che l’ultimo è stato Banega l’anno scorso.
    Cioè, che diamine, anche squadre come Atalanta, Udinese o Sampdoria hanno il De Paul, il Papa Gomez o il Quagliarella col calcio da fermo, la staffilata o la giocata in canna.

    Nessun pallone d’oro, d’accordo. Ma uno che ogni tanto becchi la porta da lontano? Niente?

    Sono certamente d’accordo. Però vi faccio un’altra domanda, un pochino provocatoria: di cosa c’è bisogno prima che di uno specialista delle punizioni?
    DI AVERE DELLE PUNIZIONI DA BATTERE.
    A memoria,senza andare a cercare, quante ne abbiamo avute quest’anno? E occhio, non sto facendo partire la solita invectiva ad arbitres… Dico che il nostro modo di attaccare, così pesantemente sbilanciato sulle ali e cross, è destinato a produrre poche percussioni centrali, che sono quelle che ti possono far avere una punizione dai 20-22 metri. Io ricordo solo Brozo a Benevento e poi nientepopodimeno che Joao Mário contro la Spal: fu rigore solo grazie al VAR, altrimenti avremmo avuto una punizione con barriera.
    Resta il fatto che se anche ne avessimo di più, gli unici potenziali tiratori sarebbero Brozo è forse Candreva. Delle qualità di goleador di Vecino non mi fido, e lo avevo detto in tempi non sospetti: buon centrocampista, che io personalmente cercherei di impostare come centromediano in un 433 (proprio per avere mezzali più avvezze a trovare la via del goal), ma non sarà mai un trequartista col vizietto della rete. Una traversa contro il Toro non ne fa un tiratore temibile (vedi caciottina scagliata ieri contro Strakosha nel primo tempo).
    Come tiratore di potenza, proverei Skriniar, figuriamoci come siamo messi…

  54. estecambiasso:
    Sì, però io mi concentrerei sul rovescio della medaglia.
    Andando avanti di questo passo l’Inter in Champions ci tornerà, forse, di rado, estemporaneamente “tipo Lazio”.
    Ne piglierà una caterva nel girone (partiremo terza o quarta fascia) e se ne tornerà a casa.

    Io non ci posso e non ci voglio credere che il fpf ci ridimensioni così tanto.
    Cioè, signori, in casa con la Lazio e ci diamo pacche sulle spalle per un pareggino strappato?

    Rispetto le spiegazioni di Nic e gli altri, ma faccio fatica a credere che sia tutto riconducibile al fair play finanziario.
    Non abbiamo un giocatore che strappi la partita, non abbiamo un giocatore

    che sappia
    tirare
    le punizioni

    No, dico, ci rendiamo conto? Da quanto tempo l’Inter non segna una punizione? Mi sa che l’ultimo è stato Banega l’anno scorso.
    Cioè, che diamine, anche squadre come Atalanta, Udinese o Sampdoria hanno il De Paul, il Papa Gomez o il Quagliarella col calcio da fermo, la staffilata o la giocata in canna.

    Nessun pallone d’oro, d’accordo. Ma uno che ogni tanto becchi la porta da lontano? Niente?
    Io continuo a vederci sostanziale strafottenza da parte della proprietà. Si continua ad andare avanti col marketing e le minchiate annesse e connesse, la canzone di Natale, la tazza personalizzata, le maglie all’estero

    tutto bello eh, e probabilmente porterà soldi e immagine, a Suning e, si spera, anche alla nostra società
    (aldilà di tutto, volete mettere il nostro marchio col leoncino stilizzato?)

    ma del campo ho l’impressione che ce ne fotta solo a noi.

    Andando avanti così, anche i pochi buoni che abbiamo ci molleranno. Già Perisic quest’anno lo abbiamo tenuto per il rotto della cuffia.

    Questo si chiama ridimensionamento.
    Il mercato di Gennaio ci dirà molto, se non tutto sulle reali intenzioni della proprietà. Se si vivacchia come finora, sprecando il tesoretto del girone d’andata, senza neanche tentare di fare il salto di qualità neanche in un’annata in cui, tutto sommato, la struttura c’è

    non c’è fpf o altro alibi che tenga, significherà che ci attendono anni grami.

    Io sono d’accordo e anche la società, e ciò che dici verrà fatto, solo non in una sessione di mercato per via dei vincoli.
    Semplicemente non potrà essere fatto tutto subito.
    Speriamo che il tempo con noi sia clemente e che la champions arrivi lo stesso.
    Perché aspettiamo da tanto (e non c’erano i Cinesi), e il problema è stato che ancora una volta siamo ripartiti dall’anno 0. Anno 0 che è tale per una società nuova, ma non per l’Inter e i tifosi che ne hanno vissuti già 5-6.

    Questo è il mio parere.

  55. Buon anno nerazzurro a tutti!!!
    E…juve merda,naturalmente!

  56. Nic!: Semplicemente non potrà essere fatto tutto subito.

    Una delle pochissime cose che ho capito del calcio è che tempo a disposizione non ce n’è. Mai.
    Abbiamo l’occasione di fare un salto di qualità importante con due acquisti mirati e decisi.

    Non si può sempre aspettare l’anno prossimo.
    Anche perché abbiamo visto cosa succede ad aspettare sempre.
    Siamo a 5 punti dalla vetta, non siamo da scudetto e non lo saremo neanche a febbraio, ma il dovere di tentare il salto ce lo imporrebbe anche solo il blasone.
    È un attimo tornare alla mediocrità.
    E ci vuole ancor meno per cominciare ad abituarcisi (leggo nomi che un tempo ci avrebbero fatto dare di gomito).

    Se poi proprio non si può spendere (e io ho i miei dubbi) perché ce lo impedisce la Uefa, almeno che si faccia un lavoro sul fronte politico, cercare di trovare un accordo con la Uefa.

    Se conosco i miei polli, la pila in genere risolve tutto. All’Uefa non credo faccia schifo se l’Inter inizia a far girare i soldi.
    Ma ci dev’essere la volontà di farlo. Altrimenti si rimane al palo.

  57. Una delle pochissime cose che ho capito del calcio è che tempo a disposizione non ce n’è. Mai.
    Abbiamo l’occasione di fare un salto di qualità importante con due acquisti mirati e decisi.

    Non si può sempre aspettare l’anno prossimo.
    Anche perché abbiamo visto cosa succede ad aspettare sempre.
    Siamo a 5 punti dalla vetta, non siamo da scudetto e non lo saremo neanche a febbraio, ma il dovere di tentare il salto ce lo imporrebbe anche solo il blasone.
    È un attimo tornare alla mediocrità.
    E ci vuole ancor meno per cominciare ad abituarcisi (leggo nomi che un tempo ci avrebbero fatto dare di gomito).

    Se poi proprio non si può spendere (e io ho i miei dubbi) perché ce lo impedisce la Uefa, almeno che si faccia un lavoro sul fronte politico, cercare di trovare un accordo con la Uefa.

    Se conosco i miei polli, la pila in genere risolve tutto. All’Uefa non credo faccia schifo se l’Inter inizia a far girare i soldi.
    Ma ci dev’essere la volontà di farlo. Altrimenti si rimane al palo.

  58. Ormai ci conoscono tutti.
    Mettono tre a chiudere la fascia sinistra e tre a chiudere a destra.

    Centralmente i aspettano mettendo 2 difensori fissi su Icardi e centralmente non se ne curano tanto siamo innoqui.

    Da qui zero punizioni (anche perché nessuno dei nostri prova a saltare l’uomo).

    Poi zero pericoli se non i soliti traversoni anche dalle fasce ormai.

    Su Cristante: l’ho visto giocare 10 volte in tre mesi, è molto migliorato, .ma non credo che il suo contributo, avendo zero spazi se gioca per noi, diventi molto maggiore a quello che ci da uno degli attuali ns CC.

    Chi arriva deve avere caratteristiche diverse da chi abbiamo ora, altrimenti (a meno di spese folli impensabili) non cambierebbe il copione.

  59. estecambiasso:
    Una delle pochissime cose che ho capito del calcio è che tempo a disposizione non ce n’è. Mai.
    Abbiamo l’occasione di fare un salto di qualità importante con due acquisti mirati e decisi.

    Non si può sempre aspettare l’anno prossimo.
    Anche perché abbiamo visto cosa succede ad aspettare sempre.
    Siamo a 5 punti dalla vetta, non siamo da scudetto e non lo saremo neanche a febbraio, ma il dovere di tentare il salto ce lo imporrebbe anche solo il blasone.
    È un attimo tornare alla mediocrità.
    E ci vuole ancor meno per cominciare ad abituarcisi (leggo nomi che un tempo ci avrebbero fatto dare di gomito).

    Se poi proprio non si può spendere (e io ho i miei dubbi) perché ce lo impedisce la Uefa, almeno che si faccia un lavoro sul fronte politico, cercare di trovare un accordo con la Uefa.

    Se conosco i miei polli, la pila in genere risolve tutto. All’Uefa non credo faccia schifo se l’Inter inizia a far girare i soldi.
    Ma ci dev’essere la volontà di farlo. Altrimenti si rimane al palo.

    Per me la volontà c’è tutta.

    Ma è tempo guadagnato se compri 2 giocatori che ti fanno svoltare a Gennaio e poi a Giungo devi cedere giocatori per rientrare di un centinaio di milioni? E visto che lo sanno tutti se la Uefa ti diffida ti offrono tutti la metà del vero valore dei calciatori.

    Non so, io azzardi non ne farei, ma è il mio carattere in tutte le cose.
    Con una buona programmazione in 1-2 anni avrai fatturato intorno ai 400-450 milioni. Poi puoi forzare la mano.

    Poi sono in accordo con te, si deve lavorare su tutti i fronti. Politico, economico, tecnico.

    La UEFA ha piacere se girano soldi veri, non debiti. Noi abbiamo debiti e siamo esattamente ciò che combattono.

  60. Dopo 4 giorni passati sulla neve servito e riverito, ora, appena arrivato a casa, mi metto a cucinare.

    Serata semplice, intima e rilassata.

    Cucina rustica, semplice accompagnata da ottimo vino.

    Quindi, onde evitare di perdere il controllo, auguro a tutti voi un fantastico 2018 con la speranza che sia la volta buona per la nostra cena.

    Tanti Auguri.

    ……e che se deve andar male che vada così.

  61. Maigob:
    Ormai ci conoscono tutti.
    Mettono tre a chiudere la fascia sinistra e tre a chiudere a destra.

    Centralmente i aspettano mettendo 2 difensori fissi su Icardi e centralmente non se ne curano tanto siamo innoqui.

    Da qui zero punizioni (anche perché nessuno dei nostri prova a saltare l’uomo).

    Poi zero pericoli se non i soliti traversoni anche dalle fasce ormai.

    Su Cristante:l’ho visto giocare 10 volte in tre mesi, è molto migliorato, .ma non credo che il suo contributo,avendo zero spazi se gioca per noi, diventi molto maggiore a quello che ci da uno degli attuali ns CC.

    Chi arriva deve avere caratteristiche diverse da chi abbiamo ora, altrimenti (a meno di spese folli impensabili) non cambierebbe il copione.

    Può essere. Ma è un giocatore, un centrocampista, che va in area più di tutti i nostri, compresi i panchinari, insieme, escludendo i calci da fermo…se in area NON vai…se poi, ma non credo, ci fosse l’ordine di girare al largo…Auguri.

  62. Auguri a tutti, belli e brutti!
    Belli noi tutti, gli altri farabutti!
    E domani via per Monaco + Praga: slavine di birra in vista…

  63. AUGURI A TUTTI NOI FRATELLI DEL MONDO…. come raccomanda il nostro atto di nascita! Stasera niente bicchieri, mezzi vuoti o mezzi pieni, ma solo calici, colmi, di un nostro ottimo vino spumante meravigliosamente costruito in ciascuna delle nostre belle regioni! Un sereno 2018 a noi ed ai nostri cari in questa ultima, prima notte colorata di Nero e di Azzurro!!

  64. Auguri ragazzi e ragazza.
    Grazie di quest’anno, e al prossimo, che il nero e l’azzurro tornino in alto, e che il prossimo capo d’anno si brindi non con un calice ma la coppa dalle grandi orecchie.

  65. Auguri a tutti e che l’anno nuovo porti soddisfazioni

  66. Auguri a tutti, e attenti al gomito, mi raccomando.

  67. Auguri ragazzi e ragazza
    =====>
    non ho capito perché dobbiamo averne una sola. è vero che ha una personalità dirompente… non vorrei che facesse come icardi con la seconda punta. adesso mi preparo alla risposta: né lei né icardi mettono dei veti.

  68. Perché il modulo di gioco prevede solo UNA raffinata finisseuse

  69. Ci vorrebbe una Maigobba o una Michela69 o una Simona o una Leonarda, o anche una MaistatainB, da affiancare a interella… Speriamo che arrivi, o che venga…

  70. MaistatiinB: Sottpscrivo au Lukaku. Visto anche in Europa League, grosso e veloce come pochi. Stasera era sulla fascia opposta alla mia, e ho intravisto avanzate e progressioni da paura. Il confronto con Dalbert o Santon o Nagatomo è semplicemente impietoso

    Lukaku molto forte come scrissi dalla semifinale di coppa dell’anno scorso con la Riomma. Su Candreva aggiungo che criticai l’acquisto per prezzo e età ma foss’anche stato un solo tifoso a fischiarlo a San Siro me ne vergogno.. Caro Sabatini trovaci due Lukaku a 5 milioni per le due fasce difensive e avremo risolto una gran parte dei nostri problemi.

  71. Buon anno bauscioni.

  72. Ci vorrebbe una Maigobba o una Michela69 o una Simona o una Leonarda, o anche una MaistatainB, da affiancare a interella… Speriamo che arrivi, o che venga…
    =========>
    birichino birico’ (cit. dalla!!!)

  73. Ci vorrebbe una Maigobba o una Michela69 o una Simona o una Leonarda, o anche una MaistatainB.
    ======>
    Io ci ho provato piu’ volte ma non mi accettano

  74. Woow! Ritiro.
    Eccomi, femmina ed interista doc.
    Buon anno a tutti.