Sotto la campana

Alla fine della fiera quindi, tutte le nostre paure si sono dimostrate fondate: il mercato estivo è finito e la società nerazzurra non ha affondato il colpo per sopperire alle palesi mancanze di una rosa che ad oggi è, in difesa, con quattro giocatori nella zona del campo, di cui uno con zero presenze tra i professionisti e l’altro da recuperare completamente sotto il profilo psicologico ed in partenza per tutta l’estate. Non è arrivato nemmeno quel trequartista, o comunque quel giocatore offensivo, in grado di portare in dote quelle reti tanto cercate durante l’anno scorso per integrare la misura offensiva di una squadra completamente dipendente dal fiuto del gol di Capitan Icardi, nonostante l’ammissione chiara, palese, in tal senso di Walter Sabatini in una delle sue prime interviste nerazzurre. Non è arrivato nemmeno un attaccante che dia più garanzie sotto il profilo tecnico del giovanissimo e promettentissimo Pinamonti. Non sarebbe arrivato nemmeno il giovane Karamoh, rincorso tutta l’estate, e acquistato solo in seguito all’infortunio occorso in nazionale al fresco interista Cancelo.
Qualcosa è sicuramente successo nell’estate interista, più o meno all’altezza di metà luglio, inutile anche solo provare a negarlo. Siamo passati dallo snocciolamento di nomi altisonanti nemmeno fossero figurine, al tanto disturbante “siamoappostocosì”,  mantra che rimanda alla mente i più infausti giorni dell’ultimo dimenticabilissimo lustro.

Sia chiaro, Suning è libera di poter operare come meglio crede, per cercare di perseguire l’obiettivo che più di tutti dovrebbe essere nella testa di una società calcistica: l’essere il più possibile competitivi, in maniera tale da raggiungere (o quantomeno avvicinarsi il più possibile) la vittoria di uno o più titoli sportivi. La domanda che ci facciamo, che ci stiamo facendo da settimane non appena annusato il cambiamento d’aria, la domanda che ci facciamo nonostante ci abbiano anche tacciato di “remare contro”, di “cercare di destabilizzare un ambiente sereno”, è sempre la stessa: siamo sicuri che questa sia stata la scelta migliore?

Insomma, tra lo spendere 30 milioni per Gabriel Barbosa e l’adattare un terzino offensivo in prestito come trequartista, c’è anche una via di mezzo. E questa via di mezzo avrebbe potuto prevedere l’utilizzo di quella mostruosa rete di osservatori che una società come l’Inter ha indiscutibilmente a libro paga. Ad esempio, ci rifiutiamo di credere che nel globo terraqueo non esista un difensore centrale dalle capacità giuste per poter essere la prima alternativa ai titolari della settima squadra (classifica dello scorso anno alla mano) di questa decadentissima Serie A, permettendo così finalmente di cedere chi da anni non sembra in grado di reggere maglia e pressione, e che non costi una paccata di milioni. Oppure ci rifiutiamo di credere che non esista un centrocampista offensivo di buon livello, il cui prezzo non sia paragonabile al prodotto interno lordo dell’Uganda. Quello che servono a volte sono le idee, e -tanto per fare un esempio- gli arrivi in Italia negli scorsi anni di buonissimi giocatori come De Vrij o Vidal (lo stesso Vidal che adesso, a 30 anni ed imbolsito, avremmo voluto pagare una cifra assurda) sono lì a testimoniarlo. Paradossalmente l’unica operazione di mercato in cui si è dimostrata conoscenza al di sopra della media e volontà di sperimentare, è stato l’acquisto sul gong del giovane esterno francese Karamoh che, al di là di come potrà poi andare la sua carriera (noi speriamo fortissimamente possa diventare il nuovo Dembelè piuttosto che il nuovo Biabiany), sta lì a dimostrare che allora qualcosa di interessante può uscire fuori anche senza spendere a partire dai 20 milioni di euro in su.

XXXX during an official ICC Singapore Training Session at National Stadium on July 28, 2017 in Singapore.

Quello che non ci va giù quindi è che da parte di una coppia di direttori esperti come Ausilio e Sabatini non si sia trovato il modo, magari inconsueto, magari “artistico”, di puntellare una rosa che è fondamentalmente in emergenza perenne. Perché parliamoci chiaro: una squalifica ed un raffreddore e ci si può presentare in stadi difficili con “D’AmbrosioMirandaRanocchiaNagatomo”, cioè la difesa peggio assortita e meno di qualità della nostra storia recente, cioè la dimostrazione del fatto che si è fatto (perdonate la ripetizione) un misero 20% di quel processo di ristrutturazione (per alcuni rifondazione) che tutti auspicavano. Un cambiamento necessario per il bene dell’Inter, non per altro. Per dare nuovo slancio ad una fase della vita nerazzurra in cui purtroppo ci si sente atavicamente ancorati ad un qualcosa di marcio che non va via, ci si sente intorpiditi in un aura di mediocrità e di, forse la cosa peggiore di tutte, inevitabilità della sconfitta, che è assurdo anche solo accettare per un microsecondo per una realtà fatta di vittorie e tradizione, ma soprattutto di forza ed orgoglio, molto spesso in direzione ostinata e contraria (cit.) come la nostra.

Sarebbe bastato pochissimo, sarebbe bastato puntellare una rosa che è comunque giustamente competitiva, per permettere a giocatori come Skriniar e Miranda, o come Icardi (che ora dovrà cominciare a far spesso voli transcontinentali, complimenti a lui, era ora) di non dover vivere sotto la campana di vetro almeno fino a Gennaio. Sarebbe bastato una scintilla, un po’ di coraggio, da parte della società, per affrontare questo inizio d’anno con tutto un altro spirito. Due vittorie nelle prime due, eppure la sensazione che si stia appesi in un equilibrio precarissimo, pronti a cadere ai primi inevitabili (le potremo mica vincere tutte, no?) spifferi autunnali, con la speranza che Mister Spalletti riesca a non trasformare una caduta in una valanga. Noi ci affidiamo a lui, di gran lunga, e sono in molti a dirlo, il miglior acquisto della nostra estate. E questo forse spiega molte cose.

Ma la sensazione di un qualcosa che poteva essere magnifico e che ad oggi è semplicemente “interessante” è lì, sotto la pelle.
E ci fa un male cane.

About Vujen

Classe '85, marchigiano, ex-petroliere in carriera e musicista fallito. Appassionato di fotografia, Balcani e di calcio straniero, specialmente francese. Non ha mai visto l'Inter vincere al Meazza. I suoi pupilli sono Walter Samuel e l'indimenticabile Youri Djorkaeff.

680 commenti

  1. Un GRANDE abbraccio a tutti quegli sfortunati che si sono trovati faccia a faccia con la morte a causa di questi eventi e lacrime di commozione per chi non ce l’ha fatta. Ho tantissimi amici a Livorno e ci sono stato spessissimo,l’ultima volta a Effetto Venezia questa estate. Coraggio de’!

  2. Poi una riflessione: dopo tre giornate con la VAR due rigori dati e due non dati contro. Senza cosa sarebbe successo? Cosi per chiedere eh,non che non mi fidi degli arbitri…

  3. modd:
    @pacific
    èvero. tutti miriamo alla perfezione. dopo viene il saper riconoscere qual’è il proprio grado di soddisfazione. in ogni caso:
    #interPride
    #interiscuming

    +10

  4. Io dico solo questo!
    #InterPride
    #Interiscuming
    Secondo me qui dentro c’è qualche vedova di Fassone…

  5. Michele69:
    http://m.fcinternews.it/news/tardelli-il-var-non-e-chiaro-meglio-l-errore-umano-256498

    A VOI

    A proposito.
    Se la VAR fosse sempre esistita,quanti scudi avremmo in più e quanti ne avrebbero in meno i ladri?
    Datevi una risposta e incazzatevi per benino!

  6. Ogni volta che il Var ci da un rigore
    uno juventino, da qualche parte, muore.

  7. Vox: Nel senso che è “pre-unano” essendo stato associato ad uno spermatozoo?

    Bisognerebbe chiedere a Mirabelli, ma la tua pare una tesi lombrosianamente congrua

  8. @giuanin: …per i tournedos Rossini, i soufflé e lo Chateau Petrus dovremo aspettare ancora un po’…
    —>
    in alternativa ti propongo un menu contadino delle nostre montagne: borlenghi, ciacci, e tigellone al sugo di cacciatora. il tutto con un radice in purezza o un grasparossa castelvetro corte manzini. questo perché mi piace ogni volta riaffermare la (leggera) superiorità della cucina italiana su quella francese.

  9. A me sto Verdi piace.
    Un ottimo allunga-coperta in una zona del campo in cui siamo contati, e un gran tiratore di punizioni.

  10. Marco Tardelli,
    Ma va a cagher,va !!!

  11. tardelli continua alla ds con rizzoli ad essere contrario alla var (a me piace chiamarla al femminile, ha un sapore più sensuale).
    tardelli più gobbo di rizzoli. detto tutto.
    tardelli una merda, e più la mescoli e più puzza.

  12. verdi è da un po’ che gioca bene

  13. Se il Bilan quest’anno non va in Champions gli pignorano Bonucci, altroché.

  14. elliott vuole donnarumma più che bonucci

  15. Guarda caso anche a quel simpaticone di Massimo Mauro non piace la VAR…
    Anche “muscolo gonfiato” Vialli non gradisce troppo…

  16. Bonucci 15 M annui a bilancio. Invendibile.

  17. Ciao a Nic e a Vox, ben ritrovati.
    Bellins, smetti di polemizzare e rispondi a chi ti saluta.
    Ora bisogna vincere a Crotone, anche rubando.
    Quanto alla VAR, cercheranno di toglierla subito, come fecero col sorteggio integrale degli arbitri, dopo lo scudetto del Verona.

  18. Sconcerti sta parlando alla DS in chiaro stato di ebbrezza.

  19. roberto, stavo per scrivere io. mi hai preceduto. pensa dove siamo arrivati, arrivare a dare ragione a rizzoli.

  20. la società segreta gobba ha già lanciato la sua crociata. up patriots to arms

  21. Stanno uscendo i topi dalle fogne e cadono le maschere. Sconcerti s è sempre dichiarato tifoso viola. Dovrebbe essere l ultimo ad attaccare la Var. Quanti giornalai si dichiarano tifosi di altre squadre x farsi passare come neutrali? È anche così che uniformi il giudizio e lo manipoli a tuo piacimento.

  22. Che poi, sul nostro rigore di oggi, hanno rotto le palle per i sei minuti persi, quando il vero scandalo era la punizione che l’arbitro avrebbe concesso.

  23. Perché non provate a spegnere la tv?
    Relax ragazzi, relax.

  24. È nessuno che dica che con la Var non s perde più tempo rispetto a prima. PRIMA: arbitro assegna rigore. Viene circondato da almeno 7/8 giocstori che urlano di Tutto. Il rigore si tira dopo 3 minuti.
    VAR: l arbitro chiede la Var x vedere se è rigore. Nessuna polemica prima. E nessuna polemica dopo. Tempo perso 3 minuti. Si evitano discussioni in campo, proteste e possibili cartellini gialli o Rossi. Nessuno lo fa notare?

  25. Cmq quando spendi più di 200 M sul mercato e ti presenti a Roma con Borini Cutrone e Suso (giocatore che già avevi) se il presidente non fosse un fantoccio qual è, avrebbe già chiamato a Rapporto la coppia dei sogni invitandoli alle dimissioni

  26. Grande pranzo oggi sui colli piacentini, tra gnocco fritto, pisarei, ravioli, polenta e capriolo, coppa al forno… E l’Inter che per fortuna non me lo manda di traverso! Pomeriggio spettacolare con molti bbilanisti infuriati col montello per il doppio “regista” e borini e cutrão al posto di bonaventura o del turco e di kalinic… Saracche assortite contro bonucci e donnarumma, riemerso il disprezzo per de sciglio Bertolacci sosa mati fernández niang. Bellissimo quando uno ha detto: “beh, io Kucka l’avrei tenuto”, dopo che gliene avevano dette di ogni. Montella a rischio panettone, invocata la difesa a 3 come unica ancora di salvezza. No no, non butta bene per niente. La gonzitudine è emersa in tutta la sua drammatica bellezza (per noi).

  27. MaistatiinB:
    Grande pranzo oggi sui colli piacentini, tra gnocco fritto, pisarei, ravioli, polenta e capriolo, coppa al forno… E l’Inter che per fortuna non me lo manda di traverso! Pomeriggio spettacolare con molti bbilanisti infuriati col montello per il doppio “regista” e borini e cutrão al posto di bonaventura o del turco e di kalinic… Saracche assortite contro bonucci e donnarumma, riemerso il disprezzo per de sciglio Bertolacci sosa mati fernández niang. Bellissimo quando uno ha detto: “beh, io Kucka l’avrei tenuto”, dopo che gliene avevano dette di ogni. Montella a rischio panettone, invocata la difesa a 3 come unica ancora di salvezza. No no, non butta bene per niente. La gonzitudine è emersa in tutta la sua drammatica bellezza (per noi).

    Si chiamano tortelli non ravioli.. ..e se in brodo (ed il clima lo permetteva) anolini. Innaffiati col Gutturnio bevuto tradizionalmente nella scodella della colazione.

  28. Michele69: Innaffiati col Gutturnio bevuto tradizionalmente nella scodella della colazione.

    la famosa “tazza”…cià che tazzum!

  29. speriamo che montella non venga esonerato.. ..che magari pescano qualcuno che ci capisce qualcosa…

  30. Michele69: Si chiamano tortelli non ravioli.. ..e se in brodo (ed il clima lo permetteva) anolini.Innaffiati col Gutturnio bevuto tradizionalmentenella scodella della colazione.

    Scusate, tortelli, non sono di quelle parti… Ma non in brodo, erano quelli richiusi a caramella, ripieni di ricotta e spinaci e serviti in abbondante burro. E gli anolini non sono tondi? Ad accompagnare confermo il Gutturnio.

  31. Eddie:
    speriamo che montella non venga esonerato.. ..che magari pescano qualcuno che ci capisce qualcosa…

    Purtroppo credo che Montnutella verrá fatto fuori al suo posto il mitico……. Frenkie!!!
    É nel suo destino e a Faccione é sempre piauciuto, ancora una volta siete riusciti a farmi venire fame…..
    con tutti sti piatti uno meglio dell´altro vabbé faccio finta di niente.
    P.S.: Nutella, la sconfitta ci ha fatto bene….figurati a noi sei il massimo!!

  32. MaistatiinB: Scusate, tortelli, non sono di quelle parti… Ma non in brodo, erano quelli richiusi a caramella, ripieni di ricotta e spinaci e serviti in abbondante burro. E gli anolini non sono tondi? Ad accompagnare confermo il Gutturnio.

    Si quelli con la coda sono i migliori. Gli anolini sono tondi e sul perimetro hanno le punte. Sembrano dei piccoli soli.

  33. Godo come un riccio a vedere le facce di Montella e Fassone all’ olimpico dopo la débâcle dei “galacticos” , francamente non me lo aspettavo proprio….un bel regalo di questa fine estate che sembra già un inizio di autunno, tornando a noi 60000 spettatori per un Inter Spal sotto la pioggia ed alle 12 e 30 penso che sia un record per il campionato italiano…del resto non mi stupisco, nessuno in Italia ha il pubblico dell’ Inter, nemmeno il Napoli….per quanto riguarda la partita direi una vittoria di quella che piaccciono a me, senza tanti fronzoli, con la squadra compatta, concentrata e che segna quando deve, a proposito che gol ha fatto Ivan? Credo che Perisic sia davvero il nostro miglior acquisto (assieme a Spalletti ovviamente) una volta tanto devo dire bravi alla società che è riuscita a tenere il croato (sempre più decisivo) cmq teniamo un profilo basso e guardiamo quel che succede ma con un pizzico di ottimismo in più ! Visto che si parla anche di gastronomia vi consiglio (se capitate da quelle parti) di assaggiare le “ravioles” dei gnocchi ripieni di formaggi tipici delle valli occitane piemontesi, magari accompagnate con un bel purè di castagne….

  34. Leggo con piacere che la partita è stata digeribile e non vi ha mandato di traverso i sostanziosi pranzi, come spesso è accaduto nel recente passato. Però vedendo la punizione tirata da Perisic non ho potuto fare a meno di ricordare quando Mario Corso serviva la sua specialità “la foglia morta” uno squisito soufflé che oggi non si fa più.

  35. Domanda: forse è ancora presto per fare certe considerazioni MA: ” secondo voi Raiola xché voleva la clausola rescissoria nel nuovo contratto di Donnarumma?” ….forse xché aveva capito che stavano allestendo 1 squadra di merda?

  36. Buongiorno.

    Torno un secondo su Tardelli: se qualcuno ha bisogno di rinfrescarsi la memoria si riveda la telecronaca della doppia sfida di coppa Italia con la gobba del 2007/08. In un paese serio Tardelli potrebbe commentare solo su juve tv. Ad un certo punto gli sfuggi anche un “Vai capitano!” A Del Piero. Ignobile.

  37. Michele69:
    Domanda: forse è ancora presto per fare certe considerazioni MA: ” secondo voi Raiola xché voleva la clausola rescissoria nel nuovo contratto di Donnarumma?” ….forse xché aveva capito che stavano allestendo 1 squadra di merda?

    A me il milan ricorda l’Inter 2015/16. Tante scommesse, alcune le vinceranno, ma difficilmente le vinceranno tutte.

  38. E in ultima istanza, non per fare il complottista, ma ieri sembrava stessero cercando una qualsiasi scusa per non darcelo il rigore. Che era chiaro come il sole il fallo, 5 minuti per accertare un semplice fatto geometrico mi son sembrati davvero troppi.

  39. Comunque se tolgono la var voglio vedere come reggono il teatrino, poi.

  40. In quanti eravamo a dire che Bonucci pagato quella cifra era un gentile favore del gobbo doc Fassone ad Agnelli?

  41. l.b.:
    In quanti eravamo a dire che Bonucci pagato quella cifra era un gentile favore del gobbo doc Fassone ad Agnelli?

    Ed a Bonucci, considerando il suo ingaggio da 7.5 netti annui.

  42. Robin:
    Comunque se tolgono la var voglio vedere come reggono il teatrino, poi.

    Toglierla ora significherebbe falsare il campionato perché il suo utilizzo ha già indirizzato molti risultati. Diciamo che potrebbero tentare di “disinnescarla” con l’arbitro addetto che non segnala all’arbitro in campo una incongruenza tra la decisione presa e quella che verrebbe adottata riguardando il filmato.
    Comunque per quest’anno resta, per me.
    Curioso, in 3 partite due rigori concessi a favore e uno non concesso contro per noi…

  43. Mi correggo, 2 rigori non dati contro (dimenticavo quello presunto su Simeone)

  44. in tanti!!! e quanti eravamo a dire che la faccia da ebete non era un difensore e che il fondoschiena glielo paravano gli altri 2?….considerazioni sparse, il campionato e’ iniziato da 3 giornate e non solo i media farlocchi ma anche i tifosi delle 2 squadre che in questi anni hanno fatto finta di ”lottare” x lo scudo iniziano a dire che l’Inter ruba….l’Inter ruba capito? no caxxo l’Inter ruba!!!…..e via di var, abbiamo decenni di crediti eppero’ e’ bello risentire il rumore dei nemici…..e io vi pernacchio, bene cosi, buongiorno.

  45. faccio come Robin, torno un attimo sulla DS rai2 per dire che, se non ci fosse Riccardo Cucchi, sarebbe ignobile.
    non saprei dire se e’ stata peggiore la critica ALLA var fatta da sconcerti (sconcertante, LA var mette gli arbitri uno contro l’altro) o tardelli (sento ancora puzza di merda).
    per consolarmi mi faccio un bel panino alla coppa piacentina, per stare in tema.
    ps
    E’ evidente che LA var da’ molto fastidio a chi era abituato ad avere i favori.
    ps2
    commentatori ex gobbi in ogni dove. addirittura mi dicono bettega con elio-corno e tiziano-crudeli

  46. Giuanin:
    Leggo con piacere che la partita è stata digeribile e non vi ha mandato di traverso i sostanziosi pranzi, come spesso è accaduto nel recente passato. Però vedendo la punizione tirata da Perisic non ho potuto fare a meno di ricordare quando Mario Corso serviva la sua specialità “la foglia morta” uno squisito soufflé che oggi non si fa più.

    Dalla tribuna la squadra appare meglio organizzata, c’è una gestione del pallone fatta di passaggi fitti e insistiti a centrocampo per poi allargare in fascia o cercare l’uno-due per vie centrali. Fisicamente c’è più gamba e convinzione, purtroppo lo schema palla a Candreva e cross oltre a essere scontato è sempre meno efficace. J.M. avrebbe solo teoricamente i mezzi per fare il trequartista ma non sa fare le due fasi e non salta sempre l’uomo, Dalbert è stato molto timido in tutte le fasi probabilmente stressato dal dover difendere e messo a dura prova dall’ala velocissima della Spal. Ottimo Gagliardini nel recupero palla e nel corroborare il centrocampo, oltre a proporsi in avanti, con tuttavia i soliti limiti di precisione nelle conclusioni. Il problema grosso è la velocità nel proporre le azioni di attacco, B.V. è perfetto nella posizione arretrata in cui riesce ad aggirare il pressing e le marcature, come coordinatore negli scambi e nella geometria della manovra aiutando in qualità gli altri centrocampisti, ma è abbastanza lento nei movimenti e poi dura al massimo 70 minuti. Skriniar pressoché perfetto non solo negli anticipi e nel posizionamento ma anche nell’impostazione iniziale dell’azione, che poi tuttavia si ferma per i motivi suesposti. Il vero problema è la mancanza del trequartista puro alla Dybala, che sia in grado di saltare l’uomo centralmente e lanciare in profondità oltre a calciare decentemente le punizioni, ovvero quello che avrebbe dovuto essere il lento e inconsistente Banega. Tutto questo naturalmente in base ai titolari, tutto da valutare in caso di subentro delle riserve che nel caso di Brozovic è stato sicuramente non positivo. Aspettiamo di provare Karamoh a posto di Candreva e Cancelo in fascia, la squadra ha un’identità ed è in fase positiva, comunque la Spal è una squadretta ben allestita e ben allenata.

  47. modd:
    ps
    E’ evidente che LA var da’ molto fastidio a chi era abituato ad avere i favori.

    Eh Modd, è evidente che con la VAR diventa molto più difficile indirizzare le partite.

    Il problema di fondo è che i gobbi nel calcio italiano hanno disintegrato ogni qualsiasi forma di fiducia, che per me è l’elemento fondamentale in qualsiasi tipo di rapporto al mondo. E se vogliamo il 2006 ha peggiorato le cose, perché è stato certificato che il sistema è marcio ma non è stato fatto abbastanza per mondarlo.

    Poi, mi ripeto, io potevo capire perdere 5 minuti, per esempio, sul rigore o non rigore a favore della Roma l’altra settimana (per me non c’era, ma ammetto che a parti invertite forse non ne sarei ancora del tutto convinto), ma qui si trattava di appurare un semplicissimo fatto geometrico. E per la geometria è scandaloso che si sia dovuti arrivare al 2017 per implementare la tecnologia. Perdere o vincere una partita per la geometria, che non è o non dovrebbe essere un’opinione, non fa parte del “bello” del gioco, per me è proprio lammerda.
    Per questo dico che ieri sembrava come quando non sai più cosa inventarti per non portare tua moglie all’Ikea.

  48. possono dire fare quello che vogliono, il o la var sara’ confermato/a e non solo nel ns campionato da oratorio che magari diventera’ un pochino piu’ serio ma anche in tutti i campionati europei, indietro non si torna x fortuna aggiungo io…altra considerazione, speriamo che il montella rimanga a lungo sulla panca dei gonzi, molto a lungo, e’ la ns garanzia.