L’arte di arrangiarsi

La vittoria -netta, sicura, per certi versi anche inaspettata- contro la malcapitata Fiorentina alla prima di campionato ha restituito alla tifoseria, accorsa in massa a San Siro nonostante il caldo, le ferie e le disillusioni ataviche delle nostre trattative estive, un accenno di positività; in effetti solo a pensare a dodici mesi fa, con un nuovo allenatore straniero subentrato da una manciata di giorni al fuggitivo Mancini, con una squadra completamente da ricalibrare e con la prima delle troppe asfaltate stagionali ad opera del roboante Chievo di Maran, c’è di che star su di morale. I primi pensieri relativi ad un nerazzurro addirittura corsaro a Roma il prossimo sabato si insinuano nei meandri delle menti più ottimistiche, ed anche chi si è sempre dimostrato molto critico nei confronti dei ragazzi deve ammettere che beh, la scorsa domenica si è vista una squadra molto migliore rispetto a ciò che si pensava. Piena di difetti, per carità, con alcuni punti deboli ormai ben noti, ma sicuramente con la voglia di portare a casa una partita finalmente giocando con e per i propri compagni. Una roba che nemmeno pensavamo fosse concettualmente possibile, con questi uomini, sino a qualche tempo fa.

La nostra preoccupazione ora è far si che non passi il concetto del “siamo a posto così”, ipnotico mantra che riecheggia negli ambienti della Pinetina da ormai parecchi anni e che, anno più anno meno, si dimostra essere presto o tardi per ciò che è: una colossale vaccata.
La buona partita impostata da Mister Spalletti, oggettivamente il personaggio di maggior carisma di tutta la parte tecnica della Milano mai retrocessa, non deve illudere: la coperta è corta, cortissima, per certi versi corta in maniera colpevolmente ridicola. L’allenatore toscano di solito riesce a cavare il sangue da una rapa (ricordiamoci che fu sua l’intuizione di mettere Totti come “falso nove”), ma certe situazioni qui presenti sono oggettivamente più da Mago Merlino che da bravo allenatore. Proviamo a spiegarle brevemente, così che non ci siano dubbi sul fatto che beh… non siamo apposto così”.

spall

Partiamo dalla difesa. In porta tutto bene, e possiamo dire finalmente anche per quanto riguarda le fasce. Anzi, a questo punto, con gli ultimi arrivi di Cancelo e Dalbert, siamo anche paradossalmente in sovrannumero! Oltre ai due già citati, ci sono D’Ambrosio, Nagatomo, Ansaldi e Santon. Sei giocatori per due posizioni. Ci sarebbe da dire che non è la quantità a fare la qualità, ma speriamo che in questo i due nuovi ci stupiscano positivamente. E’ indubbio comunque come la coperta troppo lunga sulle fasce sia strettissima, cortissima in mezzo. Ad oggi, considerando il fatto che come ammesso da Spalletti andrà via Ranocchia, abbiamo due centrali per due posti. A Miranda e Skriniar possiamo aggiungere il giovanissimo e promettente Vanheusden e sì, in momenti d’emergenza D’Ambrosio è in grado di fare il terzo centrale con discreti risultati, ma tant’è, siamo solo questi qui. E’ impensabile affrontare un campionato con due centrali (ed un primavera). Abbiamo proprio ieri definito l’acquisto -costoso, come da prassi ormai- di un prospetto atalantino, che arriverà solo nel 2019. Nel frattempo, un altro centrale almeno pare serva come il pane, o anche meglio come l’aria. Arriverà? Beh, spero proprio di sì.

Spostandoci più avanti, la situazione è più complessa, perché meno lineare e decifrabile sarà la disposizione in campo. Di buono c’è che i nostri mediani, vecchi e nuovi, sono in grado di fornire al Mister la liberà di poter strutturare le partite decidendo se giocare a 2 o a 3 in mezzo, con tutto ciò che ne consegue dal punto di vista tattico. Vecino, Gagliardini, Joao Mario, Borja Valero, lo stesso Brozovic (se rimarrà) possono infatti dar luogo a combinazioni interessanti, a sfumature tecnico-tattiche di volta in volta diverse, a seconda dell’avversario da affrontare. Ciò che salta all’occhio è però la mancanza di un giocatore che sappia far da collante tra centrocampo ed attacco, e soprattutto che abbia nelle proprie corde quell’abilità da incursore che tanto piace e serve al gioco di Spalletti. Un centrocampista da una decina di gol a stagione, gol che per ammissione di Sabatini “dobbiamo comprare”, ancora non c’è in rosa, e chissà a questo punto se arriverà. Per carità, va detto che il mister è colui che ha fatto diventare Naingollan, polmone d’acciaio in quel di Cagliari, una macchina da 10 gol e passa a stagione a Roma, e non c’è da escludere che possa cercare di far evolvere alla stessa maniera un Joao Mario o un Brozovic, per non dire un Vecino. Da tentare a riuscire però il passo è lungo, e non sempre arriva a compimento. Di sicuro c’è che questo “trequartista solido” a Milano non s’è visto, e non credo arriverà in questa sessione di mercato. Speriamo di sbagliarci, ma non si hanno notizie in tal senso.

joao

In avanti la situazione è invece semplicissima: abbiamo Icardi, Perisic, Candreva e Eder, che al momento è la riserva di tutti e tre. Andato via Biabiany, in partenza Jovetic e Gabigol, rimane l’oriundo a dare “sicurezza” ad un reparto nevralgico per le nostre fortune. Pinamonti è più un desiderio che una realtà, ed è indubbio come non si possa affrontare in maniera competitiva un campionato con quattro uomini in totale, per coprire tre posizioni. Anche qui qualcuno dovrebbe arrivare, si parla con insistenza, e anche con una certa confusione di Schick. Il ceco, il cui prezzo lievita di giorno in giorno ormai, è sicuramente in grado di fare da vice-Icardi. Difficilmente mi permetto di dire, può fornire la stessa efficacia in fascia, e ci sarebbe da capire se vale la pena spendere 30 e più milioni per una riserva. Per un giocatore di prospetto senza dubbio, ma che ha dalla sua 11 gol in serie A in un campionato, in tutto. Non sta a noi fare mercato ci mancherebbe, ma di sicuro questo è un pensiero che abbiamo bello prepotente in testa.

Alla fine della fiera quindi, analizzando con un minimo di criterio la rosa ci accorgiamo di come manchino almeno due giocatori, volendo essere pignoli tre, per avere una rosa in grado non dico di affrontare il campionato senza pensieri, ma se non altro di non trovarsi in crisi ed a corto di uomini ad ogni acciacco o squalifica. La partenza roboante contro una squadra più in alto mare di noi non deve illudere: l’Inter ha bisogno di fare ancora tantissimo in sede di mercato. Ad una settimana dalla chiusura ci sono molti giocatori in partenza (Ranocchia, almeno uno tra Santon e Ansaldi, Jovetic, Gabigol, forse anche Brozovic) e sicuramente altri dovranno arrivare.

Speriamo che Ausilio e Sabatini facciano in tempo. Sarebbe sinceramente un peccato -per questi tifosi, per questo mister, finalmente “giusto”- non completare un progetto di rinascita che si nutre della voglia di tutti, indiscutibile e forte, per poter finalmente sbocciare appieno.
Non perdiamoci proprio sul più bello, per favore.

About Vujen

Classe '85, marchigiano, ex-petroliere in carriera e musicista fallito. Appassionato di fotografia, Balcani e di calcio straniero, specialmente francese. Non ha mai visto l'Inter vincere al Meazza. I suoi pupilli sono Walter Samuel e l'indimenticabile Youri Djorkaeff.

617 commenti

  1. valero avanzato non mi convince perchè poi perdi l’unico che sappia impostare dietro.

  2. modd:
    dalla prossima vedremo almeno uno dei nuovi. i meccanismi della difesa sono più rischiosi di quelli dell’attacco. contenere la roma, resistere, e poi dal 60o cambiare squadra e attaccare.
    e vincere.

    indubbiamente sarà così e sarà un inserimento graduale mi immagino e con magari avversari meno pericolosi …ad ogni modo è dannatamente frustrante stasera andare allo stadio ed aver 2 terzini mediocri schierati come titolari..

  3. Sandrex:
    Se l’accoppiata vecino-borja Raccoglie sì tanti apprezzamenti pare un po’strano che la Fiorentina sia riuscita a far pure peggio di noi schierandoli..mah,speriamo bene

    eh Sandrex questo offre la casa. di certo nn abbiamo comprato 2 fenomeni! dopodiché sono 2 buoni giocatori che potranno far comodo per la corsa al …4 posto !!!

  4. Sandrex:
    Se l’accoppiata vecino-borja Raccoglie sì tanti apprezzamenti pare un po’strano che la Fiorentina sia riuscita a far pure peggio di noi schierandoli..mah,speriamo bene

    Beh però la fiorentina aveva anche Tatarusanu e Kalinic invece di Handanovic e Icardi…. giusto x dirne 2….

  5. Sandrex:
    Se l’accoppiata vecino-borja Raccoglie sì tanti apprezzamenti pare un po’strano che la Fiorentina sia riuscita a far pure peggio di noi schierandoli..mah,speriamo bene

    E con l attacco della Samp Icardi Eder arrivammo quarti…che vuol dire?

  6. Sandrex:
    Zemario

    Dei giovani me ne sbatyo tendenzialmente,se poi vengono usati come porta bandiera di chissà cosa allora vado a sfruculiare.
    Bonazzoli spero faccia bene,perché se non erro abbiamo il diritto di recompra; buona mossa al tempo,per cui tu ti eri strappato i capelli.
    Sulla coppa,ricordi il disastrato (come noi) Milan chi affrontó per arrivare in finale?secondo me sì che ricordi.
    Comunque diciamo pure che Mazzarri,Pioli,Mancini sono stati proprio capre a snobbare la coppa italia in questi anni così tutti contenti

    E vero che il Milan incontrò squadre di B e C cosi come è vero che se in Europa con la coppa Italia ci arrivo’ l’Atalanta stando in B ci potremmo arrivare anche noi. Diciamo pure che quelli dell’Atalanta o del Vicenza sono casi estremi e lontani nel tempo ,diciamo che il Milan ha avuto culo nel sorteggio, noi pero se ci toccava l’Udinese facevamo gli splendidi con Mudingay. ma possibile che la Lazio arriva sempre in finale e noi non ne siamo capaci?Penso dovremmo entrare nell’ottica di considerare questo torneo il primo obiettivo della stagione mentre questi risparmiano energie per arrivare settimi. Circa i ragazzi, e qui auspicherei di mettere la parola fine io non sopporto la politica di sottovalutare i giovani spesso per trentenni bolliti e vederne poi il valore decuplicato da altre societa che è quel che é stato fatto sistematicamente negli ultimi decenni. Non è che ti devi tenere sempre tutti i giovani ma le grandi societa’ tipo il Real o il Barcellona la “cantera” la valorizzano sempre e comunque indipendentemente dal fatto che si tratti di Montoya o Bartra o Messi o Callejon per cento lire non fanno mai andar via nessuno e men che meno come arrotondamento di cessi tipo Ansaldi, Ranocchia o D’Ambrosio.

  7. se i giovani non fossero migliori dei vecchi saremmo ancora all’età della pietra.

  8. Michele69: E con l attacco della Samp Icardi Eder arrivammo quarti…che vuol dire?

    Che bisogna aspettarsi una evoluzione di Vecino ai livelli di Icardi

  9. Ze mario

    Infatti l’apposizione della recompra su Bonazzoli fu molto intelligente ma a te non andava bene perchè volevi tenerlo già 2 anni fa come primo cambio. Eppure in 2 anni manco in B si è affermato,finora.a me sembra ancora la scelta migliore si potesse fare a quel tempo

  10. 6.5M per bonazzoli, questo è stato un colpo di genio

    checchè se ne dica della gestione dei canterani, negli anni ci abbiamo fatto un bel pò di soldi…

  11. In genere c’è il vizio di cristallizzare il valore di un giocatore senza immaginare l’evoluzione in termini di valore che lo stesso può avere con il passare del tempo. Certe volte basta poco tempo.
    Non sto qui a far esempi perché il mondo del calcio ne é pieno.
    Aggiungo che al di là di talenti clamorosi per noi che non abbiamo l’occhio clinico é difficile spingerci dieci cm oltre il nostro naso

  12. Sandrex:
    Ze mario

    Infatti l’apposizione della recompra su Bonazzoli fu molto intelligente ma a te non andava bene perchè volevi tenerlo già 2 anni fa come primo cambio. Eppure in 2 anni manco in B si è affermato,finora.a me sembra ancora la scelta migliore si potesse fare a quel tempo

    Firmerei per questa formula con tutti i primavera, a patto di non tenere come alternativa in prima squadra un ex giocatore come Palacio che negli ultimi 3 anni ha fatto un gol ogni 900 minuti in campionato .Piuttosto che il nulla meglio piuttosto.

  13. Scik le fric andrà alla bjuve con buona pace del tossico della Roma e dell’Inter ! Speriamo almeno in Keita !

  14. Eddie:
    6.5M per bonazzoli, questo è stato un colpo di genio

    checchè se ne dica della gestione dei canterani, negli anni ci abbiamo fatto un bel pò di soldi…

    Pippinho , bonucci , destro, benassi, duncan , laxalt poco più di 20 milioni…da leccarsi i baffi.

  15. ZeMario: Firmerei per questa formula con tutti i primavera, a patto di non tenere come alternativa in prima squadra un ex giocatore come Palacio che negli ultimi 3 anni ha fatto un gol ogni 900 minuti in campionato .Piuttosto che il nulla meglio piuttosto.

    Longo,ad esempio,oltre a fare 0 gol in milioni di minuti nemmeno risulta capace di fare quel minimo di movimenti in campo che possano risultare utili alla squadra,motivo per cui gli venivano sempre preferiti i palacio e gli eder

  16. più sui 30M, senza contare che alcuni erano cmq inseriti in operazioni di scambi.
    E non mi pare che si possa rimpiangere nessuno di quelli lì, tolto bonucci.
    Poi metti anche tutti quelli che dovevano essere fenomeni, sono stati venduti per lo scorno di molti e non han combinato quasi nulla… es caldirola, faraoni e molti altri.. per non parlare di balotelli anche se forse è impreciso citarlo visto che ha gicoato stabilmente in prima squadra.

    Pippinho non so chi sia, ma se ti riferisci a coutinho, non era un canterano.

  17. ma Bomberone Longo è ancora dell’inter?

  18. Schick ha chiesto di non essere convocato perche’ non e’ tranquillo… PD! hai vent’anni , devi tirare calci ad un pallone, guadagni milioni, e non sei tranquillo?
    In finale di champions che cazzo fa, si caga in mano in albergo?….. abbiamo il nuovo Silvestre che e’ andato on analisi perche’ Pagliucone gli ha gridato di svegliarsi…. questi non sono campioni sono figli di puttana!

  19. Eddie:
    ma Bomberone Longo è ancora dell’inter?

    oh yess…35€ di tribuna per vederlo in un Como Inter di fine luglio 2012….. lo descrivevano come il nuovo Boninsegna… quella sera mi parve il fratello scarso di Livaja

  20. livaja altro colpo di genio, ceduto all’atalanta per 5M (che a dirla tutta lo rivendette al rubin per 6.5M)

  21. Luca: oh yess…35€ di tribuna per vederlo in un Como Inter di fine luglio 2012….. lo descrivevano come il nuovo Boninsegna… quella sera mi parve il fratello scarso di Livaja

    Nel blog era Longo’o e veniva ostracizzato dalla gang degli argentini per non soffiare il posto agli amici

  22. duncan a quanto lo abbiamo venduto?
    a quanto lo ricompriamo

  23. Sandrex: Longo,ad esempio,oltre a fare 0 gol in milioni di minuti nemmeno risulta capace di fare quel minimo di movimenti in campo che possano risultare utili alla squadra,motivo per cui gli venivano sempre preferiti i palacio e gli eder

    Veramente Longo non ha mai giocato con Eder e non so se abbia manco mai giocato in prima squadra.comunque con Longo hanno adottato la politica giusta quella di prestarlo in giro, pensa che disdetta se avessero adottato la politica giusta con l’uomo sbagliato. Pero cerca di andare oltre il singolo nome, mi sembra evidente che a parte qualche raro esempio tipo Balotelli o Kovacic abbiano sempre utilizzato i giovani come pedine di scambio per risparmiare qualche soldo nell’acquisto di giocatori “pronti”. La dimensione di Longo sicuramente è quella li ma qui si sono sempre derisi i ragazzini, da pippinho a Bonazzoli a Puscas senza che fossero manco arrivati ai venti anni.

  24. Gianluca:
    Scik le fric andrà alla bjuve con buona pace del tossico della Roma e dell’Inter ! Speriamo almeno in Keita !

    purtroppo andrà alla roma e Keita alla rube

  25. dei fenomeni canterani dell’ultimo periodo l’unico che IMHO ha buone possibilità di diventare un giocatore decente è puscas

  26. Un giocatore di calcio se è forte gioca, che sia al Carpi o che sia al Manchester. Sicuramente in Italia il processo è più lungo, avendo molta più tattica e molti più meccanismi “di reparto” da oliare, ma prima o poi se uno è forte in alto ci arriva. Se nessuno dei nostri gloriosi giovani ha retto il salto di qualità significa che non valgono la serie a, pace e amen, ce ne si fa una ragione senza particolari stracciamenti di vesti.

    L’ultimo potenziale fuoriclasse della nostra primavera è stato balo, uno che nel calcio che conta poteva starci eccome ma, purtroppo è nato senza cervello, una menomazione incurabile

  27. Un giocatore di calcio giovane*

  28. Zec:
    Un giocatore di calcio se è forte gioca, che sia al Carpi o che sia al Manchester. Sicuramente in Italia il processo è più lungo, avendo molta più tattica e molti più meccanismi “di reparto” da oliare, ma prima o poi se uno è forte in alto ci arriva. Se nessuno dei nostri gloriosi giovani ha retto il salto di qualità significa che non valgono la serie a, pace e amen, ce ne si fa una ragione senza particolari stracciamenti di vesti.

    L’ultimo potenziale fuoriclasse della nostra primavera è stato balo, uno che nel calcio che conta poteva starci eccome ma, purtroppo è nato senza cervello, una menomazione incurabile

    Quotone…Santon debutto , senza sfigurare, contro cr7, Balo sembrava in prima squadra da una vita…. e comunque , nella loro categoria, vincevano le partite da soli…. uno bravo… e’ bravo

  29. Eddie:
    dei fenomeni canterani dell’ultimo periodo l’unico che IMHO ha buone possibilità di diventare un giocatore decente è puscas

    Concordo, anche perche’ ha le palle, e’ sfrontato, non mi sembra uno da certificato perche’ stressato dalle voci di mercato

  30. Luca:
    Schick ha chiesto di non essere convocato perche’ non e’ tranquillo… PD! hai vent’anni , devi tirare calci ad un pallone, guadagni milioni, e non sei tranquillo?
    In finale di champions che cazzo fa, si caga in mano in albergo?….. abbiamo il nuovo Silvestre che e’ andato on analisi perche’ Pagliucone gli ha gridato di svegliarsi…. questi non sono campioni sono figli di puttana!

    Pensa invece a Cancelo che già dell’ Inter ha chiesto d giocar e x salutare il pubblico.

  31. Dei canterani oltre a Puscas, occhio a Palazzi. L anno scorso ha fatto 1 ottima campionato d B a Vercelli e quest’ anno giocherà da Zeman a Pescara. Da tenere d occhio.

  32. Michele69:
    Dei canterani oltre a Puscas, occhio a Palazzi.L anno scorso ha fatto 1 ottima campionato d B a Vercelli e quest’ anno giocherà da Zeman a Pescara. Da tenere d occhio.

    Pensa che io Zeman lo metterei, con Mandorlini, responsabile delle giovanili….. quelli che escono potrebbero partire per il Vietnam!!!

  33. Luca: Pensa che io Zeman lo metterei, con Mandorlini, responsabile delle giovanili….. quelli che escono potrebbero partire per il Vietnam!!!

    Sono d accordissimo. E 4 3 3 modulo dai giovanissimi alla 1 squadra

  34. vi siete dimenticati di uno:
    zeman
    mandorlini
    sgtPepper

  35. inter, lascia perdere sia keita che schick.
    ti vai ad immerdare in un trappolone con lotito e il tossico.
    fai una sorpresa ai tuoi tifosi…

  36. Michele69: Sono d accordissimo.E 4 3 3 modulo dai giovanissimi alla 1 squadra

    sai che questa è una bellissima idea e sono convinto che lui stesso accetterebbe ?
    ma che vuoi questi so ragionamenti di chi programma…ad ogni modo vecchi mi sembra una parte sana della società…una delle poche che sa di interismo ..

  37. Andrea CN69: sai che questa è una bellissima idea e sono convinto che lui stesso accetterebbe ?
    ma che vuoi questi so ragionamenti di chi programma…ad ogni modo vecchi mi sembra una parte sana della società…una delle poche che sa di interismo ..

    Vecchi sa anche di allenatore….

  38. Tutti confermati,
    ma Cancelo gioca? o entra solo con il risultato al sicuro?
    Vada come vada, ordine, disciplina sacrificio e bel gioco.
    Sudare la maglia e rispetto per il pubblico.
    In bocca al lupo, forza ragazzi e FORZA INTER!!!!

    P.S.:Povero Thoir se non spara cazzate non lo caga nessuno.

  39. e jovetic rifiuta il brighton

    a sto punto riserva di icardi, e se prova a lamentarsi o a fiatare tribuna.

  40. No. Riserva di eder riserva di Icardi che al mercato mio padre comprò!

  41. Zec:
    Un giocatore di calcio se è forte gioca, che sia al Carpi o che sia al Manchester. Sicuramente in Italia il processo è più lungo, avendo molta più tattica e molti più meccanismi “di reparto” da oliare, ma prima o poi se uno è forte in alto ci arriva. Se nessuno dei nostri gloriosi giovani ha retto il salto di qualità significa che non valgono la serie a, pace e amen, ce ne si fa una ragione senza particolari stracciamenti di vesti.

    L’ultimo potenziale fuoriclasse della nostra primavera è stato balo, uno che nel calcio che conta poteva starci eccome ma, purtroppo è nato senza cervello, una menomazione incurabile

    Alla luce dei fatti di forti forti ne avevamo almeno 3 perche andrebbero aggiunti Coutinho e Bonucci. Poi ci sono stati 4 o 5 buoni giocatori tra cui Benassi, Duncan o Destro (ceduto per 1/4 di Ranocchia)comunque migliori della media dei nostri panchinari pagati milioni tipo Melo o il codino che non segnava mai “ma faceva respirare la squadra” poi ci sono terzini tipo Biraghi che quest’anno si capira se è buono o no perche andra a giocare in una squadra di medio livello,a me non piace particolarmente ma non penso sia peggio di taluni cessi pagati sempre milioni in questi ultimi anni. Poi ci sono esterni tipo Laxalt che hanno gia un valore di una decina di milioni e anche per lui giu pernacchie dai bausciacafe quando ancora giovanissimo segnava qualche doppietta ai bilanisti e che abbiamo dato via per fare spazio al fondamentale Ansaldi. Metti insieme i pezzi da novanta ceduti ai saldi e la volenterosa manovalanza con valore dai 7 ai12 milioni e chiediti se non sono dei decerebrati. Credo che bisogna mettersi d’accordo su cosa vuol dire “salto di qualità ” che per qualche strana ragione i primavera che vanno in prima squadra pare che debbano essere solo i fenomeni, poi guardi le formazioni o le panchine degli ultimi anni e ti accorgi che ti potevi tenere qualche ragazzotto risparmiando un bel po di soldi facendo un mercato mirato su due o 3 elementi di qualita l’anno invece di collezionare i Kuzmanovic, Melo, Pereira, Ansaldi , Silvestre,Botta,Vidic e altre amenità.

  42. spero che con spalletti nasca una voglina di provare qualche ragazzo. sarebbe una inversione di rotta. se è vero che vanheusen è forte, sia il 4″ centrale non il 5″. se è vero che pinamonti è forte sia la 4″ punta non la 5″. etc.
    quando leggo a me dei ragazzi non interessa niente, mi vien da pensare a non amore la seconda squadra di milano

  43. “Sempre Forza @Inter” (Murillo cit.)

  44. Intanto fdb ne prende due in casa anche dallo Swansea. Grande Frank!
    Quanto a noi, sono ormai quasi 10 anni che non vinciamo a Roma in campionato, all’epoca ne facemmo 4. Questa sera mi va bene anche un gol di nagatomo.

  45. e così anche quest’anno compriamo da lotito?

  46. Con la var dal 98 avremmo le stelle di Negroni sulla maglia!

  47. deki593:
    Intanto fdb ne prende due in casa anche dallo Swansea. Grande Frank!
    Quanto a noi, sono ormai quasi 10 anni che non vinciamo a Roma in campionato, all’epoca ne facemmo 4. Questa sera mi va bene anche un gol di nagatomo.

    E’ perche’ fa un gioco troppo offensivo…. tre partite , zero goal…. bravu fioeu…. ma al momento va bene in Olanda

  48. Viva la Var!

  49. Due rigori in due partite contro la rube non li avevo mai visti. AMO IL VAR!

  50. bellins:
    Viva la Var!

    Viva la figa!