Al-Cholisti anonimi

d9810b55-a999-4ebc-be61-58d23b8dcfb2

Due istantanee:
Io e mio figlio che al gol di Carrasco saltiamo come due molle, gridando e rischiando di svegliare il resto della prole che dorme ignara e beata.
Il dolore quasi fisico, già tutt’uno con la cappa plumbea che ne è seguita, al palo di Juanfran durante i rigori.

Una domanda:
Perché?

Premetto in modo conscio e razionale, che dell’Atletico non me ne frega nulla.

Anzi.

Non dimentico che sono loro che nell’Agosto 2010 hanno provocato un brusco risveglio a tutti noi, interisti ancora sognanti e fluttuanti nella stratosfera dopo la stagione magica. Loro hanno inferto il primo colpo di piccone al nostro Taj Mahal, del quale restano oggi solo nostalgia e rovine sulle quali ricostruire faticosamente (con calma eh, lo ha appena detto Thohir…con calma…dategli quei venti-trent’anni e torniamo in Champions…)

Se anche guardo al lato passionale, poco mi frega pure di Simeone, nuova icona interista che non mi appartiene e del quale ho sempre fatto fatica, limite mio, a digerire in quel tragico 5 Maggio quella voglia di vendetta e di rivalsa verso ex-compagni ed ex-tifosi quando avrebbe potuto dire solo e semplicemente “Lippi sei un gobbo infame e la prossima volta che ti vedo ti do una testata sul naso”.

E spingendomi sino a un discorso tattico-stilistico-edonistico, il calcio del Cholo – del quale apprezzo organizzazione, grinta, spirito di sacrificio, squadra come corpo unico e quasi immanente – non mi piace (anche qui limite mio) perché dista anni luce dal modello olandese con il quale sono cresciuto a pane, salame e Michels.

Perché allora?

Con lucidità demagogica, devo forse ammettere che più che vedere vincere l’Atletico, volevo solo veder perdere il Real.

Già.
Il Real.

Non ne voglio alle nuove generazioni di interisti che non sanno cosa abbia rappresentato il Real per un giovane tifoso nerazzurro a cavallo tra fine anni ‘70 e inizio anni ’80. Io di quegli anni, per l’Inter e per altre faccende di poco conto, porto ancora le cicatrici sulla pelle. Cicatrici di quelle partite rubate o comunque influenzate da arbitri pavidi e intimoriti. Di quei 2-0 bastardi a S.Siro che venivano sempre e comunque ribaltati in un clima surreale di sputi, insulti, caccia all’uomo, biglie in testa, petardi in campo.

Santillana, Sanchez, Juanito, Butraguegno, Stielike, Michel, Chendo, Sanchis… una catena di Satana che ha forgiato a ferro e fuoco due generazioni, figli e padri interisti accomunati dalle lacrime alla fine delle telecronache di Bruno Pizzul o Guido Oddo o non mi ricordo chi dal Bernabeu (e come raramente accade, per una volta il destino si è mostrato galantuomo e in quello stadio maledetto ci ha fatto vivere l’emozione più bella di sempre). Ricordi indelebili: Bini che urla a S.Siro dopo il gol, bello quanto inutile, dell’1-0 nella semifinale di Coppa Campioni, Pasinato sempre azzoppato in modo chirurgico dopo dieci minuti a Madrid, la biglia sulla testa di Bergomi, quel terrificante urlo ‘cabron’ a ogni rimessa di Bordon prima e Zenga poi.

Il Real è Franco, è da sempre la squadra del regime e del potere, la squadra che ‘deve’ vincere sempre e comunque, la ‘Juve d’Europa’, la squadra dei campioni belli e depilati, ammassati alla rinfusa e accuditi dall’allenatore-badante di turno che deve solo starsene in un cantuccio disturbando il meno possibile.

Il Real.
Il Real, lo odio in quanto simbolo di tutto quello che detesto, nello sport come nella vita.

e223ea59-b045-489b-8e6e-598014894ac2

Ma se ‘l’amore per qualcosa’ non basta a spiegare l’atteggiamento dall’altra sera, nemmeno ‘l’odio per qualcos’altro’ riesce a rendere giustizia a un insieme di stati d’animo.

C’è dell’altro.

E l’altro è forse solo e semplicemente che nel tragico destino dei tifosi dell’Atletico, io, interista da una vita, mi ci ritrovo.

Ritrovo quelle attese infinite di vincere qualcosa d’importante. E il destino, beffardo, bastardo e stronzo, che te le toglie quando sei andato troppo lontano per restare indifferente e troppo vicino per non scottarti per sempre.
Ritrovo quelle lacrime, che a volte sgorgano semplici e naturali, altre volte restano dentro, a inondare e annacquare stati d’animo.

Ritrovo quell’inseguire un sogno, quel ricominciare ogni volta. Quella fierezza di sentirsi diversi da quelli là, chiunque essi siano.
Quelli là che vincono e ammassano trofei, così tanti che poi perdono il conto e inventano nuove frontiere dell’algebra per sommare scudetti, coppe e minchia-pleti .
Ritrovo quello spazio troppo angusto di una città per due squadre, perenne derby, 365 giorni l’anno, allo stadio, dal panettiere, al bar, mai un attimo di tregua, cosa faccamo noi e cosa hanno fatto loro, dio non fare vincere anche quelli là.

Mi ci ritrovo in quei tifosi che assistono anestetizzati a trionfi altrui, l’abitudine al commiserarsi, quasi una vera a propria cultura della sconfitta, bollata forse a ragione come ‘inter-tristismo’, fenomeno dal quale fuggire, per ribellarsi a maledizioni ataviche che non debbono ricadere sulle nuove generazioni.
Quella volontà di chiamarsi fuori, non dateci una squadra competitiva (ndr, desiderio ampiamente esaudito dal 2010 in poi…), ‘non tirateci dentro’ che poi una volta in gioco vogliamo andare fino in fondo, là dove fa veramente male.

Ritrovo le nostre vittorie provvisorie. Effimere e intense ma che ad altro non servono se non ad alimentare rimpianti futuri, falò impetuosi e bellissimi, brevi e intensi, straordinari nella loro inutilità.

Ritrovo il 5 Maggio, la semifinale di Champions con quelli là, Augenthaler a S.Siro dopo la cavalcata di Nicolino a Monaco, la rimonta folle con Aston Villa, il 5-1 a Bari con il Groningen, il recente 3-0 con i Ladri in Coppa Italia, 17 anni ad aspettare uno scudetto, 45 anni una Coppa Campioni (io la chiamo ancora così) che ancora non ci credo tanto è stata fulminea e inaspettata.

E comunque sia, mi ritrovo in quell’allenatore argentino, fiero e cazzuto che non vuole al collo la medaglia del piazzato, che dice che sentire la pressione di cent’anni di storia è quello che cerca, ma poi ammette che perdere due finali è una “tragedia”, per lui e per tutto il popolo colchoneros. Un allenatore dalla capigliatura improbabile e dai dubbi gusti in termini di abbigliamento, faccia da narco-trafficante e immancabile gesto a grattarsi i coglioni, uno che fai fatica a presentare alla futura suocera. Insomma, uno ‘sporco e cattivo’ come nella migliore tradizione nerazzurra.

E come un’eco lontana, vi sento, voi tifosi Atletico, mentre affermate che ‘alt, noi qualche cosa l’abbiamo vinto di recente, Coppa Uefa, Liga, Supercoppa’ (ndr, bastardi, ve lo ripeto ancora) ma non fa nulla, anche noi abbiamo vinto di recente, quanto e più di voi, non è quello il punto, è il destino che ci accumuna, la storia, il DNA, tutte cose che vanno ben oltre gli aridi palmares.
E vi sento pronunciare anche quel “ricominciamo domani, e che vuoi che sia, ne abbiamo passate tante, passeremo anche questa”, lo riconosco, mi è familiare. Quel calcio come epifenomeno infantile di tutta un’esistenza, simbologia da quattro soldi che a volte ci aiuta a tirare avanti.

Tifosi Atletico, qua la mano.
Frega nulla della vostra squadra ma da sabato sera vi sento vicini.
E forse, inconsciamente, da sabato sera siete un po’ più interisti anche voi.

Da nerazzurro, lo siento mucho.

Adriano ‘5th of November’

About Adriano 5th of November

Nasce già extra-extraparlamentare. Se un giorno sarà scelto per una missione sulla stazione spaziale in orbita attorno a Marte, si porterà la maglia di Bonimba, una scacchiera, la manovella di un winch e un erogatore. Forse.

143 commenti

  1. @Gionni

    grazie delle informazioni

    – Tourè

    vedremo

    non vi scordate però che ai cinesi servono come il pane giocatori di NOME, in questa fase, Biglia, in Cina, neanche sanno chi sia, Tourè e simili sono ben conosciuti

    in questa ottica mi aspetto anzi dal Suning un colpo davvero clamoroso, che li metta sui media online 24 ore al giorno al centro dell’attenzione globale e della opinione pubblica cinese

    ma clamoroso DAVVERO

  2. non è che la squadra dei cinesi ha bisogno di un allenatore?

    magari un presuntuoso casinaro isterico che però, in un posto dove ha vinto pure Lippi, potrebbe più che dignitosamente guadagnarsi i soldini per mantenere la barca
    chiedo, eh

  3. Io non so se ci sia un altro Jonny ma io di Vidic non ho mai parlato..anche perchè avrò scritto su questo blog al massimo 7-8 volte e tutte nel 2016 😀

  4. tagnin,,,,sperom tra l’altro sento parlare di simeone al psg e blanc all’inter…da un perdente all’altro namo bene

  5. domanda : sento che il genoa ha fissato il prezzo di laxalt a 5 mil. acquirente fiorentina. Ma non è l’inter proprietaria del cartellino? se cosi non fosse ora mi spiego perche giocava sempre

  6. E questa di Fassone? Ma non dicevano che gli asiatici hanno un quoziente intellettuale alto?

  7. Facciamo intellettivo sennò sembro abatantuono…

  8. Gionni, il riferimento era ai commenti in generale su Vidic, a quei tempi.
    Comunque , con la nuova proprieta’ che non ha bisogno di elemosinare, forse e’ veramente la volta buona.

  9. ZeMario:
    Facciamo intellettivo sennò sembro abatantuono…

    Preparati perche’ con l’avvento di Suning group ne sentirai di tutti i colori. La fantasia dei giornalisti fancazzisti prezzolati dei media e’ sconfinata.

  10. Speriamo sia una bufala. La fonte sarebbe Tuttosport e ciò avvalora la tua tesi.

    Ss61: Preparati perche’ con l’avvento di Suning group ne sentirai di tutti i colori. La fantasia dei giornalistifancazzisti prezzolati dei media e’ sconfinata.

  11. Nessuno sa niente, fidatevi

    Hanno chiuso la trattativa per la maggioranza senza spiffero ai giornalisti e in poco tempo. Io che significa che il grosso dell’affare era già stato realizzato prima quando nessuno sapeva niente e stavano, noi compresi, a flagellare le parti basse con il ffp o fallimento

    Nessuno sa nulla di quello che faranno prossimamente, per quello che sappiamo magari hanno già preso Simeone e uno fra Ibra e Messi

  12. Ragazzi avete visto la possibile nuova maglia home dell’Inter ? http://www.provehitoinshop.it/nuova-maglia-inter/

  13. La logica impone due semplici constatazioni:

    -Se devono dimostrare di essere credibili per motivi politici, finanziari e di marketing dovranno spendere. E se non nell’immediato, entro il prossimo anno dovranno per forza di cose comprare un top player che dia un colpo all’immagine del club davvero forte, e quindi parlo di gente che fa notizia in tutto il mondo e non podolsky o Banega, e di conseguenza andare in Champion’s e lottare per fare bella figura.

    -In quanto a spendere, questi simpaticoni hanno buttato via 100mln per prendere teixeira, Ramires e Joe portarli in cina. A noi onestamente basterebbe che ne spendessero in egual misura per prendere (faccio due nomi a cazz senza pensare a moduli o convenienza…)Alaba e Modric.

    Detto questo..siamo qui, e una volta toccato il fondo o scavi o risali. Questa non sembra gente a cui piaccia scavare.

  14. Gionni!:
    La logica impone due semplici constatazioni:

    -Se devono dimostrare di essere credibili per motivi politici, finanziari e di marketing dovranno spendere. E se non nell’immediato, entro il prossimo anno dovranno per forza di cose comprare un top player che dia un colpo all’immagine del club davvero forte, e quindi parlo di gente che fa notizia in tutto il mondo e non podolsky o Banega, e di conseguenza andare in Champion’s e lottare per fare bella figura.

    -In quanto a spendere, questi simpaticoni hanno buttato via 100mln per prendere teixeira, Ramires e Joe portarli in cina. A noi onestamente basterebbe che ne spendessero in egual misura per prendere (faccio due nomi a cazz senza pensare a moduli o convenienza…)Alaba e Modric.

    Detto questo..siamo qui, e una volta toccato il fondo o scavi o risali. Questa non sembra gente a cui piaccia scavare.

    Nessuno, tantomeno i cinesi, buttano mezzo miliardo di euro cosi’ per partecipare, per esserci. Ovvio che nell’immediato la cosa, visti gli accordi con gli strozzini uefa, sara’ un po complicata. Me se qualcuno pensa buttino soldi nel cesso sbaglia di grosso.

  15. No, il Genoa ha pagato 2.5 milioni di riscatto per cui ora è tutto di preziosi.

    mauro:
    domanda : sento che il genoa ha fissato il prezzo di laxalt a 5 mil. acquirente fiorentina. Ma non è l’inter proprietaria del cartellino? se cosi non fosse ora mi spiego perche giocava sempre

  16. 2,5 e lo rivende a 5….così per curiosità kakatomo quanto vale?

  17. Mettici pure i 500 mila euro di prestito oneroso il primo anno… Diciamo 3. Dopo Motta e Milito non è che con questo abbiamo fatto affari d’oro : 12milioni +Destro per Ranocchia ad esempio.

  18. Fabio1971: per quello che sappiamo magari hanno già preso Simeone e uno fra Ibra e Messi

    Messi…tutta la vita…

    Anche perché a forza di ripetere continuamente #vogliolarosadelbarca qualcuno ti ascolta e prende appunti…

    #voglioAlveseMascherano

  19. E’ andato a farsi benedire un’altro triplete. (discudetti, in questo caso.) Per i ladri.
    Ma questi sono davvero paranoidi sulla parola “triplete”. Ad ogni occasione la tirano fuori, solo per mangiarsi rospi su rospi, perche’ proprio non ci arrivano.

  20. Intanto sull’Inter U-18 che vince il campionato nemmeno una virgola.
    Soliti vergognosi servi!!!!!!!!!!!!

  21. Vedo , purtroppo che la” Gazza” , Oscura in totale la sconfitta dei ” mini gobbi ” ai rigori. Altro segnale di putrido servilismo verso i padroni di sempre. Piu’ in basso di cosi’ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  22. Pacific:
    Vedo , purtroppo che la” Gazza”, Oscura in totale la sconfitta dei ” mini gobbi ” ai rigori.Altrosegnale diputrido servilismo verso i padroni di sempre.Piu’in basso di cosi’ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Pacific:
    Vedo , purtroppo che la” Gazza”, Oscura in totale la sconfitta dei ” mini gobbi ” ai rigori.Altrosegnale diputrido servilismo verso i padroni di sempre.Piu’in basso di cosi’ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Inutile rimarcarlo sempre. La mafia ovina e’ padrona dell’informazione in italia, condiziona opinione pubblica ed e’ un vero e proprio investimento sulle ruberie calcistiche. Per ora e’ cosi’. L’unico antidoto e’ che parecchie squadre italiane finiscano in mani straniere che non penso siano disposte a farsi prendere per culo dal sistema ovino.

  23. Fantastica la prima foto di alves in bianconero. Peccato non si vedano le catene ai piedi…

    Ss61:
    Inutile rimarcarlo sempre. La mafia ovina e’ padrona dell’informazione in italia, condiziona opinione pubblica ed e’ un vero e proprio investimento sulle ruberie calcistiche. Per ora e’ cosi’. L’unico antidoto e’ che parecchie squadre italiane finiscano in mani straniere che non penso siano disposte a farsi prendere per culo dal sistema ovino.

  24. ZeMario:
    http://m.calciomercato.com/news/juve-dani-alves-carcerato-e-il-web-si-scatena-pronto-con-la-nuov-878325

    Dovrebbe uscire nel 2021…

    Da non credere. Questa rimarra’ negli annali del calcio. Ha capito subito con chi va a giocare.

  25. Primo autogol alla Giuventus… :) :)

    Ss61: Da non credere. Questa rimarra’ negli annali del calcio. Ha capito subito con chi va a giocare.

  26. Ma Dani Alpes che si presenta un questo modo con la sua nuova squadra. …questo li ha proprio presi per il culo ovviamente i mass media italiani né anche una parola

  27. Spero veramente che non sia vero che dietro i Cinesi ci sia Moratti.. che potrebbe diventare vice presidente dietro al presidente Zanetti.

    In pratica la società sarebbe in mano di nuovo a appassionati e non a imprenditori.
    Speriamo che Thohir resti al comando va.

  28. @Nicl
    è il sogno di Sky.
    Non sanno niente di Cinesi. I Cinesi comandano.

  29. Certo che se Moratti riesce nell’impresa di far mettere i soldi ai cinesi e lui tornare a comandare il nano fa proprio una bella figura di merda….spero che non sia così altrimenti il prossimo acquisto non sarà un calciatore ma il cigno di Grosseto…Marco Branca

  30. Lasciate perdere quel che leggete

    Sulla carta l’Inter diventerà la prima potenza economica della serie A. e questo è tutto

    potrebbe essere superata dal Milan, in teoria, ma a quel punto sarebbero i due colossi della serie A e allora il pensiero di mettere nell’angolo la Juve (no, a quei livelli non può competere, il mondo Fiat in mano a Marchiane non metterà mai le stesse risorse nella Juve rispetto a i cinesi, piuttosto la vende) e far finire quella specie di m+++a mi è molto dolce

  31. Fabio.. vedrai He appena si sentono con le spalle al muro cominceranno ,come hanno sempre fatto, a ricattare lo stato minacciando licenziamenti o cassa integrazione e qualcosa per mantenerli al potere verrà studiato tranquillo

  32. @Mauro.
    E’ cosa vuoi che cambia? Tanto in Italia fanno solo i profitti, dato che le tasse le pagano in Olanda, o qualcosa del genere. Se vanno via , non credo ci sara’ poi tanta gente a strapparsi i capelli.

  33. antoniodaroma

    Guardate che il fuoco ad alzo zero è già cominciato! Sia chiaro non sono esperto di finanza, non so chi sia il gruppo Suning, che interessi abbia ad entrare nel mondo del calcio italiano, se lo fa solo per fini commerciali, se intende sul serio investire per competere a livello sportivo e tutto quello che volete voi per ipotesi plausibili.
    Ma per chi compra la domenica Repubblica faccio notare che una intera pagina (delle 4 dedicate allo sport) è interamente occupata sul fallimento in itinere del Pavia Calcio, unica società di calcio in questo paese ad oggi in mano a cinesi guarda caso. Una domanda: in questi anni quando mai si sono inculati il Pavia Calcio su quel giornale, ma anche su altri quotidiani?
    Elmetto in testa, mi raccomando.
    Purtroppo i guasti post Triplete ci hanno messo in una condizione dove l’imperativo è – non solo tornare a competere – ma pararsi quotidianamente le chiappe da attacchi su tutti i fronti su qualsiasi tema

  34. Ma nemmeno ad ascoltarli! I livelli a cui si stanno svolgendo le trattative (oltre ad essere dall’altra parte del mondo con tutte le difficoltà del caso) non sono abbastanza bassi e accessibili in modo da consentire a giornalisti e servi di capirci qualcosa e sicuramente in quelle stanze non c’è gente che si vende le notizie. La verità domani in conferenza, la realtà il prossimo Gennaio.

  35. @antoniodaroma
    basta smettere. Di comprare e leggere Repubblica la domenica e tutti gli altri giorni. Non solo per il pavia calcio.

  36. Republica , una volta eraun giornale decente, come la Gazzetta . Ma col passare degli anni, ha seguito il cammino del resto degli italici quotidiani . Nemmeno buoni per usare nel cesso, in caso di emergenza.

  37. Nic!:
    Spero veramente che non sia vero che dietro i Cinesi ci sia Moratti..che potrebbe diventare vice presidente dietro al presidente Zanetti.

    In pratica la società sarebbe in mano di nuovo a appassionati e non a imprenditori.
    Speriamo che Thohir resti al comando va.

    Io penso di no, sono vaccate destabilizzanti dei media servi, ma se la gestione torna in mano al petroliere siamo spacciati. Gli idioti di cui si circondera’ saranno da manuale. Rivedermi brancamenta e fassone e’ roba da suicidio.

  38. Repubblica ovviamente fa cagare il c..o da decenni. Comunque il bbilan sta per essere ceduto ai cinesi , che una volta mangiavano i bambini e ora tolgono le castagne dal fuoco ai pedofili ….secondo me vista la reazione di questi giornali e ascoltando i commenti qua è là molto probabilmente chi credeva di vincere facile facile per i,prossimi cent’anni forse si deve ricredere. ..e la competizione ad armi pari a Torino non è vista di buon occhio

  39. http://www.fcinternews.it/news/il-sole-24-ore-inter-milan-cessioni-a-confronto-i-cinesi-mettono-200-milioni-in-piu-per-i-rossoneri-217634
    .. HO SEMPRE sentito che il bbilan oltre un miliardo e noi 300 miseri mil.invece guarda un Po…anche se il titolo sembra dica il contrario..

  40. FOLZA INTEL!!!

  41. antoniodaroma

    Amstaf:
    @antoniodaroma
    basta smettere. Di comprare e leggere Repubblica la domenica e tutti gli altri giorni. Non solo per il pavia calcio.

    amstaf, sarò romantico, ma il sabato e la domenica mi piace avere in mano la carta inchiostrata di petrolio visto che durante la settimana non lo faccio più. E’ un feticcio me ne rendo conto, ma per 2 giorni stacco dal rendiconto digitale mordi e fuggi. Sono vecchio, lo so, ma non sfuggo alle mie fisime! Era solo una constatazione di come pur di parlar male di noi hanno tirato fuori il Pavia! (rispetto per i suoi tifosi). rimane il dubbio di quando mai hanno parlato del Pavia cinese. Questo dovrebbe far riflettere sull’accoglienza che si prepara al Suning Group…..spero siano infornat su quello che li aspettai, tutto qui. Noi siamo vaccinati ormai, ma loro?

  42. amstaf, sarò romantico, ma il sabato e la domenica mi piace avere in mano la carta inchiostrata di petrolio visto che durante la settimana non lo faccio più. E’ un feticcio me ne rendo conto, ma per 2 giorni stacco dal rendiconto digitale mordi e fuggi. Sono vecchio, lo so, ma non sfuggo alle mie fisime! Era solo una constatazione di come pur di parlar male di noi hanno tirato fuori il Pavia! (rispetto per i suoi tifosi). rimane il dubbio di quando mai hanno parlato del Pavia cinese. Questo dovrebbe far riflettere sull’accoglienza che si prepara al Suning Group…..spero siano infornat su quello che li aspettai, tutto qui. Noi siamo vaccinati ormai, ma loro?

    Capisco il piacere della carta inchiostrata, ma scegli il male minore. A mio parere non è Repubblica, il male minore. Nelle pagine sportive, poi, NON esiste un male minore.