La medaglia di legno

2010/2011: Mourinho saluta l’Inter, arrivano Benitez e poi Leonardo – l’Inter lotta, si ingarbuglia, ci riprova, inciampa ancora, ma è seconda.
2011/2012: la follia Gasperini, Ranieri quando ancora era soltanto un perdente e non il protagonista di un miracolo sportivo, la meteora Stramaccioni e l’operazione-simpatia: l’Inter è sesta, un brodino triste e tiepido.
2012/2013: l’entusiasmo di Strama, l’infermeria sempre piena, i nervi che saltano, una infinita striscia di sconfitte. È uno dei punti più bassi della recente storia dell’Inter: nono posto, una posizione che, non a caso, suona come una doppia negazione.
2013/2014: ecco Mazzarri, con Icardi e poi Thohir. Si limitano i danni, si dà la colpa alla pioggia, gli argentini danno l’addio definitivo al club. Il quinto posto finale sancisce l’assuefazione del tifoso al piazzamento da squadra tecnicamente ridimensionata. Cresce l’insofferenza generale.
2014/2015: dopo un mercato all’insegna delle sottomarche, i tifosi chiedono a gran voce la testa di Mazzarri, mai entrato nelle corde dell’interista medio. Ritorna Mancini, ma non ritorna l’Inter.
L’ottavo posto finale sancisce ancora una volta il mancato accesso alle competizioni europee, e l’assuefazione diventa rabbia mista a rassegnazione.

2015/2016: con la stentata, sofferta, stanca vittoria casalinga per 2-1 sull’Empoli di Pucciarelli e Paredes, l’Inter conquista matematicamente il quarto posto che consentirà l’accesso diretto all’Europa League senza passare dai preliminari e, quindi, dover modificare una preparazione atletica che persino quest’anno, senza alcun impegno internazionale, non è mai sembrata all’altezza della situazione, vuoi per il richiamo di inizio anno in quel di Dubai, vuoi per la cattiva predisposizione di alcuni, vuoi anche per una programmazione effettivamente sbagliata.
Non possiamo saperlo. Quello che sappiamo è che sabato pomeriggio D’Ambrosio e Biabiany sembravano reduci dalle 4 settimane del Centro Addestramento Reclute.

Beh, direte voi, va bene, la squadra ha giochicchiato, ha perso molte partite in modo sconcertante, ma alla fine un quarto posto è pur sempre un netto miglioramento rispetto al passato e consente di avere finalmente una base tecnica sulla quale puntare per il futuro. E qui entra in gioco un ragionamento potenzialmente eterno sul valore che ciascuno di noi tifosi può dare a questo piazzamento, parametrandolo alle aspettative riposte nella squadra ad inizio anno, alle avversarie viste durante la stagione e al lavoro svolto da Mancini.

Rompo il silenzio dicendo a chiare lettere che il terzo posto, con un pizzico di presunzione in meno e più continuità nelle scelte, sarebbe stato obiettivo alla portata di questa squadra. Gli scontri diretti con le squadre arrivate in Champions League, eccezion fatta per il disgustoso approccio nella gara di ritorno contro la Juventus, hanno raccontato di gare giocate alla pari contro rose più complete e di maggiore qualità; la differenza l’hanno fatta, alla lunga, le cosiddette “partite facili”, dove abbiamo clamorosamente mancato non solo il bottino pieno, ma persino la capacità di provare a giocare a calcio. Tracolli clamorosi come quello nel derby o come il match di andata contro la Fiorentina hanno soltanto reso ancor più amaro il boccone da mandar giù.

Essere capolista dopo 20 giornate dubito avesse illuso qualcuno, se non i più ottimisti, quelli che ancora credono che uno juventino possa ammettere Calciopoli o che Juan Jesus sia un centrale e non un terzino. L’Inter di Mancini non ha mai convinto fino in fondo, persino durante quella serie di 1-0 che alla stampa non andavano bene, mentre a noi andavano benissimo. C’era sempre la sensazione che bastasse una piccola crepa nel muro per portare alla luce tutti i limiti e i difetti di una squadra vittima soprattutto di sè stessa, delle sue paure e della presunzione di un allenatore che adesso, forse, ha esaurito il credito e dovrà affrontare la prova del nove per far capire al pubblico interista di poter ancora vincere in nerazzurro.

Ed è proprio da Mancini che partono le mie perplessità: ad un certo punto gli schieramenti e la posizione di certi giocatori in campo sono diventati talmente cervellotici da farmi chiedere se non lo stesse facendo di proposito. Anche le rotazioni sistematiche di inizio stagione, che oltretutto sembravano per assurdo tenere tutti sulla corda e funzionare a dovere, hanno finito con il creare uno spaesamento totale in elementi abituati a dare il meglio in un determinato ruolo e quello soltanto.

Non ho particolarmente apprezzato neppure alcune sparate fatte a caldo e in diretta televisiva contro alcuni giocatori, manna dal cielo per televisioni e giornali che riuscivano a sputtanarci anche quando dominavamo in lungo e in largo, né il voler ribadire ad ogni occasione valida che la squadra non fosse da primi posti e che ci fossero almeno 4/5 compagini più forti ed attrezzate (parere forse condivisibile, ma estremamente utile ai giocatori per disimpegnarsi alle prime difficoltà), mentre ai cambi perennemente in ritardo ormai ho fatto il callo e mi stupirei del contrario. Contro l’Empoli ero persino convinto non avrebbe sostituito Icardi perché infortunatosi prima dell’85’, minuto fatidico del CambioDiMancini®.

"Questa macchina quaaaa devi metterla lààààààà"

“Questa macchina quaaaa devi metterla lààààààà”

Si poteva fare di più, inutile nascondersi dietro a un dito.
E la cosa più fastidiosa di tutte ha il famigerato nome di ATTEGGIAMENTO.

Mai come quest’anno si capiva chiaramente come sarebbero andate le cose valutando i primi 5-10 minuti di gioco dell’Inter: sia chiaro che non parlo di una squadra che voglia perdere la partita di proposito, o di vendette trasversali contro l’allenatore. Parlo semplicemente del fatto che tutti i difetti di questa rosa siano spesso emersi da subito e in modo lampante anche contro avversarie decisamente inferiori sotto qualsiasi punto di vista: e quindi ecco la scarsa, scarsissima attitudine al sacrificio di Jovetic e Ljajic, ecco Perisic, Brozovic e Kondogbia, potenzialmente decisivi o comunque in grado di dare un apporto tecnico e fisico superiore, annullati da una posizione discutibile o dalla necessità di coprire anche la magagne altrui, ecco l’immaturità di Murillo o la solita insolenza difensiva di JJ, ecco l’incapacità di palleggio del nostro centrocampo e le voragini che si aprono non appena uno scambio tra un terzino e un mediano non va a buon fine (cfr. gol di Pucciarelli), ecco il grigiore tecnico/tattico dei nostri terzini, che o non spingono, o non fanno la diagonale, o non sanno crossare, o riescono a NON fare tutte e tre le cose in contemporanea. Unite a questo un Mancini sovente incapace di trasmettere un certo spirito battagliero al gruppo, se non quando tutto sembrava perduto e si sentiva aria di impresa puntualmente mandata comunque a puttane (la semifinale di ritorno di coppa Italia), e capirete perché questo piazzamento finale, per molti perfettamente in linea con le capacità della rosa, mi lascia l’amaro in bocca.

Voglio comunque pensare che l’intento fosse quello di capire chi epurare definitivamente e chi provare a non mettere sul mercato per continuare a costruire una squadra competitiva. Il problema nasce dal fatto che Mancini stesso ha bocciato quasi tutte le sue scelte stagionali, e non si è dimostrato esattamente un fenomeno nello scegliere i giocatori necessari a colmare le tante mancanze in rosa.

Noi però vinciamo i campionati di Conference a Football Manager, lui allena l’Inter e ha giocato a calcio ad altissimi livelli per una vita, quindi è lecito pensare che qualcosa di valido possa ancora combinarlo, così come è lecito pensare che dopo questa medaglia di legno abbia finalmente un’idea chiara sul tipo di calcio che dovrà impostare la sua Inter, senza scommesse né strambi esperimenti che complicano la sua vita da allenatore e la nostra di tifosi.

Non credo a un cambio in panchina, a meno che non sia lo stesso Mancini a stufarsi e piantare tutti in asso (sappiamo che ne è capace): i pochi nomi in grado di portare un valore aggiunto alla guida dei nostri ragazzi sembrano irraggiungibili, e comporterebbero comunque un’ennesima rivoluzione tecnica francamente molto improbabile, data la situazione delle casse societarie.

“Godiamoci” quindi l’ultimo match di campionato e poi mettetevi comodi, perché sarà tempo di calciominchiate e finalmente capiremo quanti peli nel culo ha Icardi, se Pogba risolleverà il PIL italiano, cosa riusciranno ad allegare alla GdS pur di vendere qualche copia in più (punto su un giardino in 24 uscite settimanali) e soprattutto chi avrà il coraggio di comprare il Milan.

Quanto a noi, si sa: c’è solo l’Inter.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

133 commenti

  1. e sono 36

    Nk – Intanto #Higuain la mette per la TRENTASEIESIMA VOLTA in stagione. Record assoluto in Serie A— Buscai Cafè (@BausciaCafe) 14 maggio 2016

    Mazzarri l’hanno che poteva vincere lo scudetto, NEANCHE ci ha provato

    ma di cosa stiamo parlando.. imprese memorabili l’essere andato in CL in anni in cui non è che co fosse poi tutta questa gran concorrenza, con una squadra di quel genere…

    infatti De Laurentis stesso lo congedò dicendo l’equivalente di “bravo ragazzo, ma per stare a certi livelli, in europa specialmente, ci vuole ben altro che mazzarri”

    ve ne accorgete di che pasta è Mazzarri, vedrete appena scaduto il contratto e quindi non rischiando più nulla per le sue dichiarazioni, perché non più tesserato, quanto fango ci vomiterà addosso…

    salvatevi questo mio commento, che fra non molto tornerà attuale… lo vedrete bene Mazzarri che livello è….

    ce lo ho avuto persino al Livorno…. dove vivo…

  2. Sandrex:
    Fabio

    Coi top si va ovunque,grazie tante.
    Ricordi quando dicevo che era auspicabile che la società desse persino a Mazzarri degli Hamsik,dei Cavani per andare in CL come aveva già fatto a Napoli?
    Ecco,era il 2013,3 anni fa.
    Ben venga che ora l’han capito tutti

    “A mio vedere siamo in un gruppone che può giocarsi il terzo posto”

    (Sandrex, settembre 2014)

  3. ovviamente è l’anno – non l’hanno, maledetto correttore automatico

  4. Sì infatti l’abbiamo visto l’upgrade del Napoli con Benitez,mentre Sarri ad oggi ha uguagliato quella capra di Mazzarri.
    Certo avete una capacità di mistificare la realtà…che poi,la Juve non rubava ai tempi del Napoli di Mazzarri?forse ha iniziato dopo,è vero

  5. Abbandoniamo le cose tristi e facciamo un grande applauso a Higuain che fa 36 gol e batte il record di Nordal che durava da quasi 70 anni…

  6. Che poi,chi parla di imprese memorabili?
    A noi serve andare in CL dislerstamente no?
    Senza campioni non ci riesce Mancini,doveva riuscirci Mazzarri?
    Io dicevo di dare campioni a Mazzarri 3 anni fa e di darli ora a Mancini..che magari ad arrivare sul podio finalmente ci riusciamo

  7. Secondo me eravamo da terzo posto (o per lo meno per giocarcelo; altro che a -13)… Mancini è stata la variabile che ci ha affossato

  8. New Thoreau:
    Secondo me eravamo da terzo posto (o per lo meno per giocarcelo; altro che a -13)… Mancini è stata la variabile che ci ha affossato

    Per fortuna ci sono i nostri prodi giocatori. Loro sì che sputano sangue e danno l’anima per questa maglia.
    #ètuttacolpadimancini

  9. Finiamo indegnamente una mediocre stagione che da continuità alle ultime mediocri quattro.

  10. Sandrex:
    Che poi,chi parla di imprese memorabili?
    A noi serve andare in CL dislerstamente no?
    Senza campioni non ci riesce Mancini,doveva riuscirci Mazzarri?
    Io dicevo di dare campioni a Mazzarri 3 anni fa e di darli ora a Mancini..che magari ad arrivare sul podio finalmente ci riusciamo

    “A mio vedere siamo in un gruppone che può giocarsi il terzo posto”

    (Sandrex, settembre 2014)

  11. giulio19: Per fortuna ci sono i nostri prodi giocatori. Loro sì che sputano sangue e danno l’anima per questa maglia.
    #ètuttacolpadimancini

    In una organizzazione verticistica il primo responsabile è quello che comanda… Il comandante del settore tecnico è mancini

  12. ma poi anche basta con Mazzarri, eh.. Mazzarri chi? quello è stato fermo due anni a nostre spese?

    daglieli i top, si..

  13. Fabio1971:
    ma poi anche basta con Mazzarri, eh.. Mazzarri chi? quello è stato fermo due anni a nostre spese?

    daglieli i top, si..

    Bisognava darglieli.
    Come bisogna darli ora a Mancini.
    Tutto qui.
    Ora speriamo in Thoir

  14. New Thoreau:
    18 mesi di zero assoluto… nessuna formazione tipo, nessun gioco, giocatori demotivati (e non solo all’ultima partita), spogliatoio dove ognuno si fa i cazzi propri e si chiede di andarsene… Proprio un bel lavoro

    No, non dire queste cose. Il mister ha fatto il massimo, la colpa e’ dei broccacci che gli hanno preso, tipo Melo. Poi, sai l’Inter era da quarto posto sulla carta, e il mister quarto e’ arrivato. Lazio, fiore, sassuolo sulla carta erano inferiori e ci hanno pippato 18 punti. Ma qui a quanto pare il discorso carta non vale piu’. Lasciamo perdere. La prossima stagione ci sara’ da ridere quando si giochera’ il giovedi’ li salcazznistan.

  15. #vogliohamsikcavaniemazzarri

  16. Sandrex: Ora speriamo in Thoir

    Io spero anche di trovare un allenatore che dia uno straccio di gioco, orgoglio e spirito di squadra a questi giocatori che non mi paiono peggiori di Vardy e soci…

  17. New Thoreau: Io spero anche di trovare un allenatore che dia uno straccio di gioco, orgoglio e spirito di squadra a questi giocatori che non mi paiono peggiori di Vardy e soci…

    Montella!

  18. Ss61: No, non dire queste cose. Il mister ha fatto il massimo, la colpa e’ dei broccacci che gli hanno preso, tipo Melo. Poi, sai l’Inter era da quarto posto sulla carta, e il mister quarto e’ arrivato. Lazio, fiore, sassuolo sulla carta erano inferiori e ci hanno pippato 18 punti. Ma qui a quanto pare il discorso carta non vale piu’. Lasciamo perdere. La prossima stagione ci sara’ da ridere quando si giochera’ il giovedi’ li salcazznistan.

    Hai ragione…
    Dopo “l’è tutta holpa di Hovacic”
    arriva “E’ tutta colpa di Melo” (non so scrivere il marchigiano)
    😉

  19. E’ una buona stagione alla fantastica media di 1,7 punti a partita…

  20. New Thoreau: la colpa e’ dei broccacci che gli hanno preso, tipo Melo.

    Melo lo ha voluto lui…..sta squadra l’ha creata lui o meglio non ha creato nulla: non si sputa nel piatto che si è voluto e lui lo sta facendo da un sacco………….se vuole rimanere bene….se no si sbaracchi pure dal cazzo che io non lo rimpiango di certo

  21. New Thoreau: In una organizzazione verticistica il primo responsabile è quello che comanda… Il comandante del settore tecnico è mancini

    Cacciamo tutti allora, anche Thohir, Moratti e Provera.
    Che sia il primo responsabile è ineccepibile, che sia l’unica variabile negativa, permettimi, ma è una stronzata.

  22. Sandrex: Bisognava darglieli.
    Come bisogna darli ora a Mancini.
    Tutto qui.
    Ora speriamo in Thoir

    No
    È qui che ti sbagli

    Non è allenatore minimamente in grado di gestire giocatori di quel livello

  23. Liaijc bocciato: torna a roma

  24. Fabio1971: No
    È qui che ti sbagli

    Non è allenatore minimamente in grado di gestire giocatori di quel livello

    Vabè allora le 2 qualificazioni Champions (cioè il nostro obbiettivo) le avrà comprate dal rigattiere

  25. Ma ponetevi una domanda, meta’ squadra dell’Inter vuole fare fagotto (quelli buoni, gli scarponi restano attaccati come le zecche), e da mesi che sono scoglionati, il manager ha attaccato briga con quasi tutti facendoli fuori a turno. Giocatori voluti dal Manager. Massi’, lasciatemi godere del calcio, l’impresa di Higuain.

  26. Sandrex: Bisognava darglieli.
    Come bisogna darli ora a Mancini.
    Tutto qui.
    Ora speriamo in Thoir

    Male che vada…

    “A mio vedere siamo in un gruppone che può giocarsi il terzo posto”

    (Sandrex, settembre 2014)

  27. Nefario: Melo lo ha voluto lui…..sta squadra l’ha creata lui o meglio non ha creato nulla: non si sputa nel piatto che si è voluto e lui lo sta facendoda un sacco………….se vuole rimanere bene….se no si sbaracchi pure dal cazzo che io non lo rimpiango di certo

    Lo rimpiangerai eccome

    Il prossimo sarà uno yesman di thohir, scelto apposta perché non rompa i coglioni sul mercato

    E ci sarà un prossimo. Perché Mancini ci molla, se non lo avete ancora capito

  28. Problema

    Mazzari prendeva 3,5 ed ha fatto la media 1,6 punti a partita;
    Mancini prende 4,5 ed ha fatto 1,7 a partita.

    Per fare almeno 2 punti a partita quanti soldi bisognerà dare al prossimo allenatore?

  29. Sandrex: Vabè allora le 2 qualificazioni Champions (cioè il nostro obbiettivo) le avrà comprate dal rigattiere

    Con una squadra da scudetto, non dimenticare

    E in Europa che ha fatto?

  30. Oh mi raccomando, mai una critica a thohir

  31. Fabio1971: Con una squadra da scudetto, non dimenticare

    E in Europa che ha fatto?

    Ahahahah ma quale squadra da scudetto? Ma allora dai della capra pure a Sarri e Garcia,scusa..
    In europa ha solo mandato a casa il Mancini degli sceicchi,quisquilie

  32. Fabio1971: Perché Mancini ci molla, se non lo avete ancora capito

    Vabbè, tanto se avesse ricominciato lui ad ottobre sarebbe stato esonerato dopo i primi balbettii in campionato e la prima sconfitta in EL con il Zabraksky Zarbrezasky F.C.

  33. Fabio1971: Oh mi raccomando, mai una critica a thohir

    Cazzo hai ragione!!!
    Provvedo subito.
    Thohir come cazzo hai fatto a raccattare uno come mancini? Scandaloso. Dimettiti anche tu e lascia il posto ad un emiro

  34. Fabio1971: Lo rimpiangerai eccome

    Il prossimo sarà uno yesman di thohir, scelto apposta perché non rompa i coglioni sul mercato

    E ci sarà un prossimo. Perché Mancini ci molla, se non lo avete ancora capito

    quindi preferisci sopportare sta merda? pensi veramente che il prossimo anno sarà diverso? pensi che il mancio saprà cambare rotta e proponendo una squadra che sappia giocare e sappia dare l’anima in campo? sta squadra la fatta lui, l’ha voluta lui e ci sputa sopra……..vedo altri allenatori che usano la tattica….. che stanno muti, usano al meglio il materiale umano a loro disposizione e ci UMILIANO………

  35. Sandrex: Ahahahah ma quale squadra da scudetto? Ma allora dai della capra pure a Sarri e Garcia,scusa..
    In europa ha solo mandato a casa il Mancini degli sceicchi,quisquilie

    Vabbeh sposati Mazzarri, da ora x legge si può fare… :-)

  36. Sandrex: Ahahahah ma quale squadra da scudetto? Ma allora dai della capra pure a Sarri e Garcia,scusa..
    In europa ha solo mandato a casa il Mancini degli sceicchi,quisquilie

    E poi la diarrea fece il resto…

  37. basta tiare fuori mazzarri che era cosi inadeguato che faceva pena.

  38. Onestamente siamo questi….quindi mi chiedo quel filotto di vittorie per 1 a 0 cosa è stato? Probabilmente solo culo e bravura di handa e difesa..Ma sicuramente non è merito di Mancio. Non trovo nient3e di positivo di suo in questa stagione..e sopratutto mi chiedo Perché non ha mai mai mai fatto giocare gnoukuri quando l’anno scorso invece lo fece giocare un Po e a quel He ricordo non giocò neppure male….

  39. Fabio1971: Vabbeh sposati Mazzarri, da ora x legge si può fare…

    Nè Mazzarri nè Mancini (come vorrebbero fare molti qui)..cerco solo di guardare i fatti.
    Posso almeno augurarmi dei campioni,visto che senza siamo fuori dalla CL pur con Mancini in panca?

  40. Nefario: pensi veramente che il prossimo anno sarà diverso? pensi che il mancio saprà cambare rotta e proponendo una squadra che sappia giocare e sappia dare l’anima in campo? sta squadra la fatta lui, l’ha voluta lui e ci sputa sopra……..vedo altri allenatori che usano la tattica….. che stanno muti, usano al meglio il materiale umano a loro disposizione e ci UMILIANO………

    Parole sante.
    In regime di FPF non è che arriveranno dei fuoriclasse, perciò l’allenatore deve essere un abile costruttore ed in grado di estrarre il massimo da ciò che ha… Mancini senza campioni in squadra ripeterebbe paro paro l’ultima stagione e mezza ed anzi potremmo trovarcelo sul groppone post esonero ad ottobre/novembre

  41. Nefario:
    basta tiare fuori mazzarri che era cosi inadeguato che faceva pena.

    Fanno più pena di Mazzarri solo quelli che tirano ancora fuori Mazzarri.

  42. Mauro: Onestamente siamo questi….quindi mi chiedo quel filotto di vittorie per 1 a 0 cosa è stato?

    Prova a calcolare la media punti a partita senza quelle cinque botte di culo…

  43. Sandrex: Nè Mazzarri nè Mancini (come vorrebbero fare molti qui)..cerco solo di guardare i fatti.
    Posso almeno augurarmi dei campioni,visto che senza siamo fuori dalla CL pur con Mancini in panca?

    Male che vada…

    “A mio vedere siamo in un gruppone che può giocarsi il terzo posto”

    (Sandrex, settembre 2014)

  44. BBilan di Brocchi (allenatore) media 1,3 punti a partita
    Inter di Mancini stesso numero di partite media di 1,5 punti a partita

  45. giulio19: Fanno più pena di Mazzarri solo quelli che tirano ancora fuori Mazzarri.

    Forse perchè pare di rivedere le stesse cose in loop da anni ormai,a volte un po meglio a volte un po peggio.
    Beati gli ottimisti,a me è dal 2012 che viene la nausea a fine stagione

  46. Sandrex: Forse perchè pare di rivedere le stesse cose in loop da anni ormai,a volte un po meglio a volte un po peggio.
    Beati gli ottimisti,a me è dal 2012 che viene la nausea a fine stagione

    è impossibile non essere leggermente più ottimisti rispetto alle scorse annate e ti posso assicurare che qui nessuno è felice. Ciò che non concepisco è demonizzare esclusivamente il mister.
    Sono stato l’unico a entrare nel merito della partita di stasera visto che siamo partiti da lì: Telles, Murillo (due che per tutti i tifosi fanno parte di diritto della formazione titolare) e scelte arbitrali “infelici”.
    Ho elencato quattro episodi dei cinque negativi che abbiamo avuto stasera, anche perché il Sassuolo non ha fatto nient’altro.
    Dimmi anche solo una colpa di Mancini in questi quattro episodi e giuro che metto la testa sotto la sabbia per almeno un mese.
    è un esempio, anche stupido se vuoi, ma demonizzare solo Mancini è da prostitute intellettuali.

  47. Sandrex: Beati gli ottimisti,a me è dal 2012 che viene la nausea a fine stagione

    “A mio vedere siamo in un gruppone che può giocarsi il terzo posto”

    (Sandrex, settembre 2014)

  48. Giulio

    Frega nulla di Mancini stasera,io guardo all’annata.
    Errori individuali si facevano anche,e soprattutto, ai bei tempi di Ranocchia e JJ titolari.
    Mancini doveva essere un uograde?ha cambiato 7-8 titolari e siamo quarti a -13 dal terzo posto; la precedente annata “migliore” era quinti a -18.
    Scusa,ma se sento parlare di uograde e “palesi progressi” mi viene da ridere

  49. Sandrex: Scusa,ma se sento parlare di uograde e “palesi progressi” mi viene da ridere

    E’ corretto.
    Io cerco di non usare due pesi e due misure: ho stroncato mazzarri ed ora con lo stesso metro stronco pure mancini.

  50. Sono come Robespierre…

  51. giulio19: Ho elencato quattro episodi dei cinque negativi che abbiamo avuto stasera, anche perché il Sassuolo non ha fatto nient’altro.
    Dimmi anche solo una colpa di Mancini in questi quattro episodi e giuro che metto la testa sotto la sabbia per almeno un mese.
    è un esempio, anche stupido se vuoi, ma demonizzare solo Mancini è da prostitute intellettuali.

    Perdonami, ma una sciocchezza del genere è difficile da sentire.

    È evidente, a chiunque sia dotato di almeno due neuroni connessi (quindi Balotelli è escluso), che non si possono attribuire colpe relativamente ad un episodio negativo – sarebbe come andare a dargli un merito quando un giocatore la mette sotto l’incrocio – ergo capisci da solo che non è questo il punto.

    È altrettanto evidente che quando una stagione (l’ennesima) va a puttane nonostante legittime aspettative (e decine di punti di vantaggio!) le responsabilità sono molte e divise. Ci sono responsabilità dirigenziali (un management competente, ma “povero” e lontano, un insieme di giocatori che non ha creato gruppo né fatto appello a carattere e orgoglio e, soprattutto, una fallace guida tecnica.

    Perché nel 2014 l’Inter ha sostituito Mazzarri? Perché vi era un diffuso senso di inadeguatezza. Una squadra penosa sotto vari aspetti (e molto inferiore a questa) gestita in maniera eufemisticamente provinciale. Insomma, c’era la sensazione che non ci fossero prospettive nonostante il raggiungimento di determinati obiettivi (difficile, in quel contesto, fare meglio). L’avvento di Mancini doveva portare chiari miglioramenti sul piano del gioco, della gestione umana e della gestione tecnico-tattica.

    Ebbene, tre epic fail. Sul piano umano, grazie al suo appeal telefonico, si sono rivisti a Milano giocatori diversi da Alvarez e Gargano; peccato che o li si sia mandati via oppure non si sia riuscito ad ottenere quasi nulla da essi (Jovetic, Ljaic, Kondogbia, Eder). Nessun giocatore esce da questa stagione valorizzato nel senso vero del termine.: permangono potenzialità (Kondogbia, Brozovic, Murillo) quasi ancora inespresse. Sul piano tecnico e tattico la squadra non ha gioco, schemi, idee, automatismi, il tutto condito da un’avvilente mancanza di qualità (cosa di cui ci si stupisce difficilmente se si passa dalle potenzialità di Kovacic al nulla cosmico di Melo con accanto Medel). Tutto questo nell’ambito di una stagione in cui non si sono patiti infortuni seri e non c’erano le coppe. Ciliegina sulla torta la mancanza di concentrazione, grinta e cattiveria: decine (!!!!) di punti di vantaggio “mangiati” da una gestione dilettantesca di molte partite.

    Insomma, dove la gente veda l’upgrade non è chiaro.

    Però va bene così, non importa. ormai ci stiamo assuefacendo alla sconfitta. Se se ne andrà amen, di certo non ha fatto nulla per meritarsi una riconferma. Se resterà, avrà il pieno appoggio di Società e tifosi, il che è un bene, nella speranza che, con maggiore modestia, ammetta le colpe e impari dai propri errori.

  52. mattoinh7: nella speranza che, con maggiore modestia, ammetta le colpe e impari dai propri errori.

    speriamo veramente ma………..non sono molto ottimista purtroppo

  53. mattoinh7: Perdonami, ma una sciocchezza del genere è difficile da sentire.

    È evidente, a chiunque sia dotato di almeno due neuroni connessi (quindi Balotelli è escluso), che non si possono attribuire colpe relativamente ad un episodio negativo – sarebbe come andare a dargli un merito quando un giocatore la mette sotto l’incrocio – ergo capisci da solo che non è questo il punto.

    È altrettanto evidente che quando una stagione (l’ennesima) va a puttane nonostante legittime aspettative (e decine di punti di vantaggio!) le responsabilità sono molte e divise. Ci sono responsabilità dirigenziali (un management competente, ma “povero” e lontano, un insieme di giocatori che non ha creato gruppo né fatto appello a carattere e orgoglio e, soprattutto, una fallace guida tecnica.

    Perché nel 2014 l’Inter ha sostituito Mazzarri? Perché vi era un diffuso senso di inadeguatezza. Una squadra penosa sotto vari aspetti (e molto inferiore a questa) gestita in maniera eufemisticamente provinciale. Insomma, c’era la sensazione che non ci fossero prospettive nonostante il raggiungimento di determinati obiettivi (difficile, in quel contesto, fare meglio). L’avvento di Mancini doveva portare chiari miglioramenti sul piano del gioco, della gestione umana e della gestione tecnico-tattica.

    Ebbene, tre epic fail. Sul piano umano, grazie al suo appeal telefonico, si sono rivisti a Milano giocatori diversi da Alvarez e Gargano; peccato che o li si sia mandati via oppure non si sia riuscito ad ottenere quasi nulla da essi (Jovetic, Ljaic, Kondogbia, Eder). Nessun giocatore esce da questa stagione valorizzato nel senso vero del termine.: permangono potenzialità (Kondogbia, Brozovic, Murillo) quasi ancora inespresse. Sul piano tecnico e tattico la squadra non ha gioco, schemi, idee, automatismi, il tutto condito da un’avvilente mancanza di qualità (cosa di cui ci si stupisce difficilmente se si passa dalle potenzialità di Kovacic al nulla cosmico di Melo con accanto Medel). Tutto questo nell’ambito di una stagione in cui non si sono patiti infortuni seri e non c’erano le coppe. Ciliegina sulla torta la mancanza di concentrazione, grinta e cattiveria: decine (!!!!) di punti di vantaggio “mangiati” da una gestione dilettantesca di molte partite.

    Insomma, dove la gente veda l’upgrade non è chiaro.

    Però va bene così, non importa. ormai ci stiamo assuefacendo alla sconfitta. Se se ne andrà amen, di certo non ha fatto nulla per meritarsi una riconferma. Se resterà, avrà il pieno appoggio di Società e tifosi, il che è un bene, nella speranza che, con maggiore modestia, ammetta le colpe e impari dai propri errori.

    Come stanno i tuoi amichetti rossoneri ?

  54. mattoinh7: Perdonami, ma una sciocchezza del genere è difficile da sentire.

    È evidente, a chiunque sia dotato di almeno due neuroni connessi (quindi Balotelli è escluso), che non si possono attribuire colpe relativamente ad un episodio negativo – sarebbe come andare a dargli un merito quando un giocatore la mette sotto l’incrocio – ergo capisci da solo che non è questo il punto.

    È altrettanto evidente che quando una stagione (l’ennesima) va a puttane nonostante legittime aspettative (e decine di punti di vantaggio!) le responsabilità sono molte e divise. Ci sono responsabilità dirigenziali (un management competente, ma “povero” e lontano, un insieme di giocatori che non ha creato gruppo né fatto appello a carattere e orgoglio e, soprattutto, una fallace guida tecnica.

    Perché nel 2014 l’Inter ha sostituito Mazzarri? Perché vi era un diffuso senso di inadeguatezza. Una squadra penosa sotto vari aspetti (e molto inferiore a questa) gestita in maniera eufemisticamente provinciale. Insomma, c’era la sensazione che non ci fossero prospettive nonostante il raggiungimento di determinati obiettivi (difficile, in quel contesto, fare meglio). L’avvento di Mancini doveva portare chiari miglioramenti sul piano del gioco, della gestione umana e della gestione tecnico-tattica.

    Ebbene, tre epic fail. Sul piano umano, grazie al suo appeal telefonico, si sono rivisti a Milano giocatori diversi da Alvarez e Gargano; peccato che o li si sia mandati via oppure non si sia riuscito ad ottenere quasi nulla da essi (Jovetic, Ljaic, Kondogbia, Eder). Nessun giocatore esce da questa stagione valorizzato nel senso vero del termine.: permangono potenzialità (Kondogbia, Brozovic, Murillo) quasi ancora inespresse. Sul piano tecnico e tattico la squadra non ha gioco, schemi, idee, automatismi, il tutto condito da un’avvilente mancanza di qualità (cosa di cui ci si stupisce difficilmente se si passa dalle potenzialità di Kovacic al nulla cosmico di Melo con accanto Medel). Tutto questo nell’ambito di una stagione in cui non si sono patiti infortuni seri e non c’erano le coppe. Ciliegina sulla torta la mancanza di concentrazione, grinta e cattiveria: decine (!!!!) di punti di vantaggio “mangiati” da una gestione dilettantesca di molte partite.

    Insomma, dove la gente veda l’upgrade non è chiaro.

    Però va bene così, non importa. ormai ci stiamo assuefacendo alla sconfitta. Se se ne andrà amen, di certo non ha fatto nulla per meritarsi una riconferma. Se resterà, avrà il pieno appoggio di Società e tifosi, il che è un bene, nella speranza che, con maggiore modestia, ammetta le colpe e impari dai propri errori.

    Mi sono fermato alla prima riga, non ho neanche continuato a leggere.
    L’esempio era stupido, come io stesso avevo ammesso, ma mi rendo conto che non arriverà mai ai livelli di Matto e dei suoi insulti gratuiti.
    Quotare senza poi neanche capire da dove partisse il discorso, con tanto di appunto nello stesso post, è un altro tocco di classe.

    Grazie di cuore.

  55. Sandrex:
    Giulio

    Frega nulla di Mancini stasera,io guardo all’annata.
    Errori individuali si facevano anche,e soprattutto, ai bei tempi di Ranocchia e JJ titolari.
    Mancini doveva essere un uograde?ha cambiato 7-8 titolari e siamo quarti a -13 dal terzo posto; la precedente annata “migliore” era quinti a -18.
    Scusa,ma se sento parlare di uograde e “palesi progressi” mi viene da ridere

    Si poteva fare molto di più, Mancini in primis che di errori ne ha fatti tanti.
    I progressi anche se leggeri sono però evidenti. Base da cui ripartire e migliore piazzamento in classifica degli ultimi cinque anni. senza andare nel dettaglio più di tanto. è poco, ma proprio poco, ma è sempre meglio dello zero assoluto che Mazzarri mi propinava ogni domenica riuscendo a farmi odiare la mia stessa squadra.

  56. Su Facebook sono riusciti a dire, in merito a questo post, che avrei dato a Perisic dell’indolente e indisponente.
    Ne deduco che quel social rende mediamente la gente imbecille e incapace di leggere.

  57. @NicolinoBerti
    sicuro dipenda da FB? Io credo che molti riescano senza FB ad essere mediamente imbecilli ed incapaci di leggere. L’analfabetismo potrebbe essere “di ritorno”, l’imbecillità no, è proprio costante.

  58. Bei tempi quando gridevamo al miracolo dinanzi al telefax…