Inter-Bologna: la partita

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

260 commenti

  1. @maigob

    Anzi, ti invito ad un giochetto semplice semplice da fare quando hai due minuti di tempo senza porno interessanti da guardare :)

    Visto che per anni, post 2010, si è parlato di un Inter che non faceva mercato o che se lo faceva, lo faceva per “non creare competizione con quelli che c’erano (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! cit. stracult forever), fai un elenco della gente che è stata portata a Milano dal 2010 ad oggi senza contare 6/7 allenatori.

    Fallo, è un giochino illuminante. E dopo averlo fatto rileggi bene i nomi e prova a ricordarti le partite.

  2. @matto
    ricordarseli tutti diventerebbe un incubo.

  3. bobo12375: ricordarseli tutti diventerebbe un incubo.

    Eh lo so!

    Meglio il porno interessante giustamente! :)

  4. Ukyo The Vulture Beast

    Ma che è sta cagata che la Curva Nord sta in sciopero contro la Roma?

    Mica ci ho capito un cazzo?

    Dicono che è per le barriere di vetro dell’Olimpico, ma non capisco che cazzo di protesta è, ma soprattutto che cazzo gliene può fregare a quelli della Nord delle misure di sicurezza adottate in un’altro stadio.

  5. mattoinh7:
    @migob

    No, non sei tra quei 3/4 ebeti; tra l’altro, se leggi bene. ho scritto testualmente “che per fortuna non scrivono più”, quindi sei escluso.

    Io so solo cosa è stato detto e ridetto in quel periodo e me lo ricordo molto bene.

    Per fortuna che certi discorsi, come certa gente, sono spariti, visto che pur di non fare alcune ammissioni si stava arrivando a giustificare l’impossibile.

    no, bah…. volevo lasciar perdere, ma vedo che insisti, che ti devo dire, ognuno impiega il tempo come preferisce ed è insindacabile, beato tu che ne hai tanto

    diverso è invece se continui a ripetere all’infinito (con lenzuolate di testo illeggibile) una chiamiamola “opinione poco avveduta” (perchè il termine tecnico sarebbe un altro, ma non sono una persona maleducata e poi noi toscani abbiamo notoriamente problemi con la pronuncia delle C ad inizio parola… ed anche con le ZZ in mezzo alle parole :-) )

    una cosa, il fatto che tu la ripeta all’infinito e con malcelato astio verso gli altri che non capiscono, non la rende affatto necessariamente vera

    anzi, se fosse vera, anche gli altri se ne accorgerebbero e tu non avresti bisogni di ripeterlo allo sfinimento
    ah già… ma questo è inevitabile, dato che per te gli altri sono ebeti, come da tue parole

    .
    .
    a mio giudizio hai seri problemi con il rapportarti agli altri in un contesto NON TUO come un blog…

    per cui, tanto ora torno nell’oblio per non provocarti prurito, ti ringrazio per l’ebete, e mi confermi che facevo bene a non scrivere più…

    un saluto
    ci risentiamo forse a fie stagione, forse no
    ma chi se ne frega, alla fine…

  6. Ps. comunque per chiudere, NEL MERITO, visto che IO l’ho sempre citato, essere contenti in maniera sprezzante di aver venduto Cou a 10 quando era palese che se lo gestivi bene ci potevi fare almeno 40, ecco, questo rappresenta meglio di ogni altra cosa cosa siamo diventati dopo il triplete…. tifosi compresi e in primis… gente disposta a vendersi la poca argenteria, in maniera sprezzante facendo anche la faccia snob di è contento perché valeva poco e per sé vuole solo il meglio..

    il meglio poi però ha le pezze ai gomiti della giacca, tipo uno dei tanti giocatori sega di cui ci siamo imbottiti, ma vuoi mettere, almeno ci si può sfogare insultandoli

    badate bene,
    Cou è sicuramente IL MEGLIO che ci era capitato in questo disgraziato POST TRIPLETE, siamo noi che ci siamo dimostrati solo degli incapaci, poche chiacchere, il Liverpool per primo ci ha preso per il culo per il prezzo pagato per Cou.. …. dandoci dei pezzenti incapaci….

    CIALTRONI, in poche parole

    tipo quelli di FCinter1908.it, che stamani titolano in home “Senza CL i tre big lasciano” iniziando poi l’articolo con “come riportato da Tuttosport”…. (FC1908 Inter dico… )

    il giorno di Roma Inter, giusto per non fomentare tensioni

    arrampicatori di specchi professionisti, dato il nuovo assetto di marketing, niente da dire, mattoinh7, un curriculum prova a mandarglielo, secondo me potrebbe esserci molto posto per te, tipo quando c’è da sostenere una tesi indifendibile con argomenti fintamente logici… ne avranno da sostenere d’ora in poi… di giravolte, dato che comanda adesso la linea gazzetta e tuttosport

  7. un saluto agli altri, ci risentiamo poi

  8. mattoinh7:
    @maigob

    Anzi, ti invito ad un giochetto semplice semplice da fare quando hai due minuti di tempo senza porno interessanti da guardare

    Visto che per anni, post 2010, si è parlato di un Inter che non faceva mercato o che se lo faceva, lo faceva per “non creare competizione con quelli che c’erano (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! cit. stracult forever), fai un elenco della gente che è stata portata a Milano dal 2010 ad oggi senza contare 6/7 allenatori.

    Fallo, è un giochino illuminante. E dopo averlo fatto rileggi bene i nomi e prova a ricordarti le partite.

    Ho fatto il giochino.
    Una roba inquietante come profili e come valore di acquisto.
    …..ebbene di tutti e 50 2 dei 3 migliori come rendimento, prospettiva e investimento risultano essere proprio Cou e Kovacic. ……..

    Uno venduto strabene e uno venduto male.

    Punto.

    Senza rimpianti…..questa è storia e anche economia.

  9. Guarda, il confronto (senza senso) con Palacio (visto che ami tanto la parola contesto e derivate ) è stato fatto perché mi si diceva che Coutinho oggi non segna. Ho semplicemente voluto paragonare la sua media gol a due punti di riferimento : una prima punta piuttosto apprezzata (Morata) e chi oggi per noi ricopre un ruolo offensivo ed è titolare. Ma si sa, se non la butti sull’insulto gratuito non sei contento. Poi ci spiegherai che cosa è il contesto per te : una specie di corrente ineludibile alla quale la società non può sfuggire per cui se un allenatore (ammesso e non concesso che chi decideva fosse l’allenatore) si mette in testa che bisogna prendere Kovacic a tutti i costi è così : bisogna adattarsi ai desiderata del demente di turno come se si trattasse di una sciagura ineluttabile e ineludibile. Uno poteva anche forse porsi degli obiettivi tipo : caro Stramaccioni Álvarez per ora non lo vuole nessuno (anche se poi pare che il pollo lo abbiano trovato) per cui se riusciamo a vendere Coutinho per più di 20 milioni se ne parla altrimenti fattene una ragione perché ad oggi Kovacic è più scommessa di Coutinho e non possono essere ceduti /acquistati alla pari o quasi.

    mattoinh7:
    Siccome solo uno sciocco può credere che certe operazioni da oltre 10 milioni possano essere fatte l’ultimo giorno di mercato, cerchiamo di rinfrescare la memoria su quel Gennaio del 2013.

    L’Inter aveva puntato Kovacic su indicazione dello scemo che stava in panchina e per arrivare al croato aveva messo sul mercato Alvarez e Coutinho con la speranza di liberarsi del primo.

    Siccome per l’alzatore di baricentri non arrivò neanche un’offerta (ovviamente), – se si pensa poi che quegli scemi del Sunderland ci devono dare ben 10 milioni per quello scandalo di giocatore viene da ridere e tanto anche – l’Inter accettò l’offerta del Liverpool e con quei soldi prese Kovacic.

    Per cui, se si vuole recriminare sulla cessione di Coutinho (mi ricordo quando al tempo facevo le mie solite battaglie contro quei tre/quattro ebeti che per fortuna non scrivono più qui dicendo che bisognava tenerselo il brasiliano soprattutto lavorandoci sopra come vice Sneijder), bisogna ricordarsi che Coutinho è stato venduto per prendere Kovacic, non per intascare moneta e basta, lo stesso Kovacic che fu accolto e per oltre due anni tutelato come futuro pallone d’oro essendo stato visto, qui, come un mix tra Messi, Pelè, Maradona e Di Stefano.

    Detto questo, è inutile fare considerazioni di tipo economico sulle operazioni fatte dai grandi club, perché se è vero che il Real Madrid ti paga, senza senso, Kovacic 30 milioni perché ci vede un campione “in potenza”, è altrettanto vero che il Real è lo stesso club che pagò Illarramendi 35 milioni…così come il Barcellona pagò 25 milioni per Chigrinsky per poi rispedirlo allo Shaktar dopo sei mesi, così come il PSG ha pagato 43 milioni Pastore o il Man City 40 Otamendi o lo stesso Liverpool che ha pagato 31 Lallana. Tutto questo per dire che il mercato, ad oggi, è quasi solo una corsa al pollo da spennare, problema che certi club nemmeno si pongono avendo una forza economica quasi illimitata.

    Per cui, se si vuole recriminare per la cessione di Coutinho fatta con poca pazienza, ci si ricordi quello che era il contesto di quel momento e con quel valore di squadra, un contesto difficile a tutti i livelli. Io stesso recrimino perché ovviamente si è verificato ciò che pensavo già al tempo, ma siccome cerco di fare un’analisi un po’ più completa del confronto (senza senso) tra i numeri di Palacio e Coutinho, capisco che il tempo dei rimpianti, per una squadra che ha cambiato gestione, devono finire, a maggior ragione per una Società che l’assurdità più grande non la fa quando vende Coutinho a 13, ma quando compra Medel a 10, rinnova a Nagatomo o porta a Milano Felipe Melo senza che nessuno dica un cazzo.

  10. Non dare la colpa all’Inter. Era il contesto…

    Fabio1971:
    Ps. comunque per chiudere, NEL MERITO, visto che IO l’ho sempre citato, essere contenti in maniera sprezzante di aver venduto Cou a 10 quando era palese che se lo gestivi bene ci potevi fare almeno 40, ecco, questo rappresenta meglio di ogni altra cosa cosa siamo diventati dopo il triplete…. tifosi compresi e in primis… gente disposta a vendersi la poca argenteria, in maniera sprezzante facendo anche la faccia snob di è contento perché valeva poco e per sé vuole solo il meglio..

    il meglio poi però ha le pezze ai gomiti della giacca, tipo uno dei tanti giocatori sega di cui ci siamo imbottiti, ma vuoi mettere, almeno ci si può sfogare insultandoli

    badate bene,
    Cou è sicuramente IL MEGLIO che ci era capitato in questo disgraziato POST TRIPLETE, siamo noi che ci siamo dimostrati solo degli incapaci, poche chiacchere, il Liverpool per primo ci ha preso per il culo per il prezzo pagato per Cou.. …. dandoci dei pezzenti incapaci….

    CIALTRONI, in poche parole

    tipo quelli di FCinter1908.it, che stamani titolano in home “Senza CL i tre big lasciano” iniziando poi l’articolo con “come riportato da Tuttosport”…. (FC1908 Inter dico… )

    il giorno di Roma Inter, giusto per non fomentare tensioni

    arrampicatori di specchi professionisti, dato il nuovo assetto di marketing, niente da dire, mattoinh7, un curriculum prova a mandarglielo, secondo me potrebbe esserci molto posto per te, tipo quando c’è da sostenere una tesi indifendibile con argomenti fintamente logici… ne avranno da sostenere d’ora in poi… di giravolte, dato che comanda adesso la linea gazzetta e tuttosport

  11. Io penso che nell’Inter ci debba essere un elemento che prenda tutta la merda puntualmente spalataci addosso e vada giù pesante di comunicati ufficiali e quando necessario, querele.
    Ok la libertà di stampa, ma scrivere cazzate per tirare su il morale e dare motivo di parlare a qualche subumano che in questa settimana l’ha preso diretto nel culo senza lubrificante e per darenun contentino a milioni di deficienti che hanno ancora intenso bruciore anale per essere stati pescati con le mani nella marmellata 10 anni fa e sono stati pure graziati, ecco, anche no.
    Cazzo mene di Coutinho. Mi ha sempre fatto cagare, pure se segna un gol della madonna a stagione, come Kovacic con la Lazio e niente più. Non è certo per la sua cessione che siamo diventati la merda che siamo.

  12. @Fabio1971

    È inutile che cerchi di fare la vittima, il piangina e darci dentro di captatio benevolentiae, perché tanto il pietismo da due lire non attacca.

    È vero che ripetere una cosa non la rende vera, ma io la ripeto quanto voglio, primo perché faccio quello che voglio, secondo perché quello che dico è sostenuto da dati, date, numeri e fatti.

    Per cui puoi contestare me, ma non puoi contestare i dati perché sono oggettivi.

    I am sorry, try again.

  13. Vero : con i numeri ci puoi fare tutto,, ma se devo criticare un giocatore trovo più sensato analizzare le prestazioni del calciatore e l’evoluzione del valore di mercato piuttosto che la posizione in classifica della sua squadra nel campionato nazionale.

    tagnin:
    coi numeri si può fare di tutto, ad esempio, anche l’anno scorso e due anni fa fece lo stesso numero di reti, l’unica cosa che cambia è la posizione in classifica, che è sempre peggiore, ma del destino del giocatorino non me ne fregherebbe nulla se non vedessi intersiti che s’inorgogliscono a vederlo fare quattro cosette con un’altra squadra manco fosse un prestito

  14. @mattoinh7

    Tu : dati oggettivi = Cicciolina : verginità

  15. A certa gente le cose andrebbero spiegate per disegno e forse si farebbe fatica lo stesso.

    Quando il Real Madrid compra Kovacic a 30 milioni fa un’operazione senza senso, perché paga all’Inter un giocatore che non aveva fatto nulla per più che raddoppiare quanto pagato dall’Inter. Ovviamente, di fronte a quella cifra l’Inter non poteva dire no.

    Ma il Real (che ha una discreta potenza economica) “ragiona” così: pago (tanto) un campione in potenza, cioè se sarà un flop, amen, se mi diventa un top vero posso più che raddoppiare quei 30 milioni. Il CONTESTO economico e sportivo (di campo) del Real permette questo genere di operazioni, stesse operazioni che possono fare il PSG, il City, il Barcellona.

    Il CONTESTO Inter è ed era diverso, a maggior ragione 3 anni fa. L’Inter era in una situazione in cui non poteva rifiutare alcun tipo di offerta; inoltre, una volta deciso si prendere Kovacic (con lo stesso spirito con cui il Real lo ha preso da noi, è questo il punto) , l’Inter ha seguito l’unica strada in quel momento percorribile e cioè “vendo per comprare”. E quindi non ha venduto Coutinho in base a ” quello che sarebbe potuto valere “, ma in base a ” quanto vale adesso”, a maggior ragione trattandosi di un giovanissimo pagato quasi nulla. Per un Coutinho più o meno giustamente rimpianto, ricordiamoci dei Castaignos e dei Livaja.

    Ergo, il rimpianto ha ragione d’essere se contestualizzato. Ripensare a come veniva gestito il mercato da Branca in quel periodo dovrebbe, a chi è dotato di logica, suggerire di evitare estrapolazioni senza senso.

  16. @Fabio1971

    Si si, puoi provare a fare le proporzioni cercando di buttarla sul ridere senza far ridere nessuno tra l’altro.

    Ti ripeto: ci sono numeri, date, dati e cifre che sono cose oggettive.

    Vuoi confutarli? Benissimo, prova e io modifico la mia idea.

    Vuoi negarli per partito preso? Amen, si vive lo stesso.

    Vai a farti fare l’autografo di Olsen e preoccupati di giocatori dell’Inter che non fanno gli spot che tanto dormiamo lo stesso.

  17. ok, vendiamo Coutinho a 10 ( con presa per il culo annessa), paghiamo belfagor 20, paghiamo 2.5 di ingaggio a Melo che gioca di sicuro meglio di Duncan ( che la tifosaglia non voleva) che era tuo e lo pagavi 800000 euro, e vedrai che farai strada. Gnocu rigorosamente in panchina, sia mai che cresca,sia mai che melo non possa deliziarci di prestazioni come con la lazio e il coglione in panchina non lo sostituisca. Infatti si vedono i risultati.

  18. Si, ma siamo anche quelli che prendono Icardi a 13 per probabilmente rivenderlo a 45/50, siamo quelli che prendono Brozovic a 8 e contano di darlo via per almeno 25 e siamo sempre quelli che prendono Murillo a 5/6 milioni e che dal colombiano probabilmente ne prenderanno oltre 20.

    Purtroppo siamo anche quelli che prendono Medel a 10, che prendono Melo e che rinnovano a Nagatomo.

    Oggi, il nuovo mantra è Gnokouri. Il quale, però, non viene chiuso da Melo, ma da Medel visto che gli altri due a centrocampo sono Brozovic e quel Kondogbia inspiegabilmente pagato 35 milioni e visto che giochiamo o col 433 o col 4231. Non è quindi che ci si può dimenticare di queste cose.

    Poi sta all’allenatore fare le scelte e gestire i cambi. Ergo, citofonare casa Mancini.

  19. Ecco bravo Mattoinh, illuminaci. La tua supercazzola però non ci spiega PERCHÉ CAZZO eravamo OBBLIGATI a prendere Kovacic indipendentemente dalla miseria che ci hanno pagato per Coutinho . Ce lo ha ordinato il dottore di prendere Kovacic ad ogni costo? Per me invece Melo ha proprio fatto fuori Gnoukouri visto che era stato preso come prima alternativa ai 3 di centrocampo da te citati. Gnoukouri doveva essere la prima alternativa a centrocampo. Basta guardare le presenze di Melo a proposito di dati oggettivi. immaturo? Mandalo da qualche parte e possibilmente ti prendi una certezza no uno che a 32 anni fa la panchina in Turchia. Ma qui almeno concordo con te : citofonare Mancini.

    mattoinh7:
    A certa gente le cose andrebbero spiegate per disegno e forse si farebbe fatica lo stesso.

    Quando il Real Madrid compra Kovacic a 30 milioni fa un’operazione senza senso, perché paga all’Inter un giocatore che non aveva fatto nulla per più che raddoppiare quanto pagato dall’Inter. Ovviamente, di fronte a quella cifra l’Inter non poteva dire no.

    Ma il Real (che ha una discreta potenza economica) “ragiona” così: pago (tanto) un campione in potenza, cioè se sarà un flop, amen, se mi diventa un top vero posso più che raddoppiare quei 30 milioni. Il CONTESTO economico e sportivo (di campo) del Real permette questo genere di operazioni, stesse operazioni che possono fare il PSG, il City, il Barcellona.

    Il CONTESTO Inter è ed era diverso, a maggior ragione 3 anni fa. L’Inter era in una situazione in cui non poteva rifiutare alcun tipo di offerta; inoltre, una volta deciso si prendere Kovacic (con lo stesso spirito con cui il Real lo ha preso da noi, è questo il punto) , l’Inter ha seguito l’unica strada in quel momento percorribile e cioè “vendo per comprare”. E quindi non ha venduto Coutinho in base a ” quello che sarebbepotuto valere “, ma in base a ” quanto vale adesso”, a maggior ragione trattandosi di un giovanissimo pagato quasi nulla. Per un Coutinho più o meno giustamente rimpianto, ricordiamoci dei Castaignos e dei Livaja.

    Ergo, il rimpianto ha ragione d’essere se contestualizzato. Ripensare a come veniva gestito il mercato da Branca in quel periodo dovrebbe, a chi è dotato di logica, suggerire di evitare estrapolazioni senza senso.

  20. Ma quale supercazzola? Ma quale? Ma dove? Ma quando?

    Ma qual è il senso logico della domanda: “perché cazzo eravamo obbligati a prendere Kovacic”?

    Ma che razza di domanda è? Abbiamo preso Kovacic perché volevamo prenderlo su indicazione dell’allenatore del momento!!!

    Ma come si fa a fare una domanda del genere?

    Ma sullo stesso piano, visto che lo citavi sempre, chi ci ha obbligato a prendere Kuzmanovic? Chi ci ha obbligato a prendere Medel? Chi ci ha obbligato a prendere Belfodil? Chi ci ha obbligato a prendere Shaqiri e Podolski? Chi ci ha obbligato a prendere Melo? Chi ci ha obbligato a prendere Jonathan e Pereira? E, in chiave positiva, chi ci ha obbligato a prendere Icardi? Chi ci ha obbligato a prendere Miranda? Chi ci ha obbligato a prendere Perisic?

    Abbiamo preso chi abbiamo potuto e voluto prendere!

    Ma come cazzo si fa a venire a chiedere: ” perché cazzo eravamo obbligati a prendere Kovacic”?

    No, vabbe dai, bandiera bianca.

  21. Più la rileggo più non riesco a capirla:

    ZeMario: PERCHÉ CAZZO eravamo OBBLIGATI a prendere Kovacic indipendentemente dalla miseria che ci hanno pagato per Coutinho .

    Cioè…parlando di calciomercato…come si fa a venire a chiedere perché eravamo OBBLIGATI (?????????) a prendere un giocatore INDIPENDENTEMENTE (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) da quello dalla cui vendita abbiamo ricavato i soldi per prenderlo!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Lo stesso Kovacic, tra l’altro, difeso e spinto senza un perché per oltre due anni.

    “Perché cazzo eravamo OBBLIGATI” mi chiede questo.

    Boh, io non so davvero. Se qualcuno ha capito cose intende gli risponda pure perché io non capisco.

    Sarà perché volevamo prenderlo? :)

  22. Guarda che sei tu che lo sta dicendo che eravamo obbligati parlando di contestualizzare l’affare io faccio un discorso molto lineare e semplice : Kovacic – Coutinho = 1 milione = dirigenza di idioti. Quello che ha iniziato a contestualizzare l’affare a parlare del bilancio e del fatto che Coutinho ci era costato poco sei tu. Io non contestualizzo un cazzo. Poi sul fatto che Stramaccioni che non ha mai contato un cazzo in società potesse avere voce in capitolo su un affare del genere quando si è fatto mettere i piedi in testa persino su Snejder io ho i miei dubbi ma questo non cambia di una virgola il risultato dell’operazione di cui sopra che ha per risultato finale : dirigenza di idioti.

    mattoinh7:
    Più la rileggo più non riesco a capirla:

    Cioè…parlando di calciomercato…come si fa a venire a chiedere perché eravamo OBBLIGATI (?????????) a prendere un giocatore INDIPENDENTEMENTE (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) da quello dalla cui vendita abbiamo ricavato i soldi per prenderlo!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Lo stesso Kovacic, tra l’altro, difeso e spinto senza un perché per oltre due anni.

    “Perché cazzo eravamo OBBLIGATI” mi chiede questo.

    Boh, io non so davvero. Se qualcuno ha capito cose intende gli risponda pure perché io non capisco.

    Sarà perché volevamo prenderlo?

  23. Sto proprio dicendo : nessuno ci obbligava per cui non tiriamo fuori il contesto. Hai capito ora?

  24. Comunque ok Mattoinh non scrive supercazzole e guarda i dati oggettivi commentando con serenità, savoir faire e distacco. Bene così?

  25. @mattoinh7
    francamente trovo che il tono dei tuoi post è sempre perentorio, sprezzante delle opinioni diverse dalla tua e perciò mi risulta oltremodo fastidioso. Noto che per te il tempo trascorre invano e non lo utilizzi per riflettere sulle opinioni divergenti dalla tua, magari per giungere ad una più ampia percezione della realtà. In una tua risposta a Fabio1971 hai citato (..ancora!) un concetto che avevo esposto diverso tempo fa circa il sistema, o se preferisci, il contesto nel quale si trova ad operare l’Inter intesa non solo come squadra ma anche come società sportiva. Ai calciatori dell’Inter non vengono proposti spot pubblicitari non perché magari sono meno fotogenici degli altri, come da te astutamente ipotizzato al tempo del mio post. I calciatori dell’Inter, pensa allo squadrone del triplete, non possono contare su una fonte di guadagno molto redditizia perché la pubblicità è nelle mani di Berlusconi, di Infront e di gruppi editoriali con i quali l’Inter non ha niente a che fare. Questo significa, te lo esplicito affinché anche tu possa comprendere quanto tanti ebeti sanno benissimo, avere meno “appeal” quando ci si trova a trattare i compensi diretti e indiretti con un calciatore di un certo livello e a provare a convincerlo a venire da noi. Hai capito ora?
    Spero di sì e mi auguro che tu possa trovare anche altri interessi oltre a scrivere incessantemente su questo blog. Se proprio non puoi trattenerti, mi permetto di suggerirti maggiore umiltà e rispetto per gli altri.

  26. Bene così si, per forza.

    Io non ho scritto da nessuna parte che “eravamo obbligati”. Porca troia, c’è nero su bianco!

    Ho contestualizzato dicendo che, al tempo, abbiamo venduto Coutinho PER comprare Kovacic.

    Che la cosa, col senno di poi, possa non andare a genio, amen, ma tre anni fa le cose andarono così: per tirare fuori i 13 milioni richiesti dalla Dinamo abbiamo venduto a quella cifra, registrando una plusvalenza, Coutinho sulla base di quanto, IN QUEL MOMENTO, era la valutazione del giocatore.

    IN QUEL MOMENTO, 20/30/40/50 milioni per Coutinho non ce li avrebbe dati nessuno. Questo vuol dire contestualizzare, soprattutto vuol dire ricordarsi con che ” spirito ” venivano fatte le operazioni di mercato in quegli anni e alla luce delle quali vedere oggi che prendiamo Melo, che rinnoviamo a Nagatomo o che abbiamo pagato 10 milioni Medel fa ancora più male.

    Come si fa a negare l’evidenza io, boh, non so.

  27. @Pastorius

    Si mamma.

    Ora vado in cameretta e rifletto nuovamente sull’assenza di giocatori dell’Inter negli spot pubblicitari perché la pubblicità è in mano a Berlusconi.

    Un grave problema insomma.

  28. Guarda, Montolivo fa lo spot del dopobarba della Nivea: mmmmmm che manna per il Milan!

    Io sarò anche fastidioso, ma almeno non sono un pirla.

    Per cui meglio così.

    Pure gli spot tirano fuori questi.

  29. Questo qua è davvero venuto a scrivere che la scarsa presenza in potenziali spot pubblicitari si “traduce in meno APPEAL per i giocatori di alto (!!!!!!!!!!!!) livello nel in momento di trattare compensi DIRETTI e INDIRETTI (!!!!!!!!).

    No, vabbe, mi arrendo. Dopo questa non posso competere.

    Saluti.

  30. Vedi di non distrarti in cameretta che diventi cieco.

    mattoinh7:
    @Pastorius

    Si mamma.

    Ora vado in cameretta e rifletto nuovamente sull’assenza di giocatori dell’Inter negli spot pubblicitari perché la pubblicità è in mano a Berlusconi.

    Un grave problema insomma.

  31. Se sto attento a non schizzarmi negli occhi non corro questo rischio

  32. @zemario @pastorius

    Ma che state seriamente a rispondere a mattoinh7?

    Ma davvero?

    Questo nel migliore dei casi ci sta perculando, nel peggiore.. Lasciamo stare

    Fra l’altro è doppiamente coglione, perché 1, erano settimane che dopo averlo detto non scrivevo piu, per fastidio e mancanza di tempo, per cui era un problema in meno per lui,

    E 2, perché quando dissi che mi.prendevo una pausa gli dissi anche parole di saluto particolarme gentili e riservate espressamente a lui…

    E cosa devo vedere, sono in Fiera a lavorare, non tempo x nulla, apro 5 minuti il blog per rilassarmi un attimo e devo stare a leggere uno che non richiesto, provocato o neppure pensato, mi parla alle spalle su cose dette settimane prima e che ricorda nei dettagli solo lui

    Ma curati piuttosto, e da uno bravo bravo

  33. IN QUEL MOMENTO 20 milioni non ce li avrebbero dati per Pippinho, In QUEL MOMENTO pagammo la stessa cifra per Kovacic IN QUEL MOMENTO nessuno ci obbligava a portare avanti quello che fu in pratica uno scambio alla pari IN QUEL MOMENTO evidentemente avevamo una dirigenza di rintronati nonostante la plusvalenza su Coutinho. Vedi? Anch’io contestualizzo.

    mattoinh7:
    Bene così si, per forza.

    Io non ho scritto da nessuna parte che “eravamo obbligati”. Porca troia, c’è nero su bianco!

    Ho contestualizzato dicendo che, al tempo, abbiamo venduto Coutinho PER comprare Kovacic.

    Che la cosa, col senno di poi, possa non andare a genio, amen, ma tre anni fa le cose andarono così: per tirare fuori i 13 milioni richiesti dalla Dinamo abbiamo venduto a quella cifra, registrando una plusvalenza, Coutinho sulla base di quanto, IN QUEL MOMENTO, era la valutazione del giocatore.

    IN QUEL MOMENTO, 20/30/40/50 milioni per Coutinho non ce li avrebbe dati nessuno. Questo vuol dire contestualizzare, soprattutto vuol dire ricordarsi con che ” spirito ” venivano fatte le operazioni di mercato in quegli anni e alla luce delle quali vedere oggi che prendiamo Melo, che rinnoviamo a Nagatomo o che abbiamo pagato 10 milioni Medel fa ancora più male.

    Come si fa a negare l’evidenza io, boh, non so.

  34. E io che ho detto? Non distrarti e stai attento.

    mattoinh7:
    Se sto attento a non schizzarmi negli occhi non corro questo rischio

  35. Ss61:
    ok, vendiamo Coutinho a 10 ( con presa per il culo annessa)