Intanto fischiacelo

Ci eravamo lasciati con i postumi di una sonora batosta casalinga e la speranza di non rivedere Guarin titolare, ci ritroviamo con un pareggio strappato con i denti ad una Sampdoria sprecona ma fragile e il colombiano puntualmente inserito nell’undici iniziale.
La cosa potrebbe anche andarmi bene, se non fosse per l’ennesima prestazione tutta anarchia e discontinuità, impreziosita da un delittuoso errore sotto porta quando ancora si era sullo zero a zero.
Alcuni dicono che Guarin sia, nel bene e nel male, quello che alla fine ci prova più di tutti e in qualche modo crea i presupposti per azioni pericolose: io guardo al bicchiere mezzo vuoto e dico che nell’economia dei novanta minuti un giocatore come lui resta dannoso, ci costringe al disordine, a giocare spesso in dieci e a creare difficoltà anche ai compagni di squadra, costretti a coprire le sue mancanze.
Meglio buttarlo nella mischia quando c’è bisogno di poca intelligenza e di un po’ di sana potenza, anche senza controllo.

Ma se l’Inter a Genova ha ancora una volta convinto soltanto a sprazzi, palesando peraltro qualche problema di tenuta difensiva, non è certo per colpa esclusiva di Guarin: meriti ne hanno i padroni di casa, scesi in campo con un attacco effervescente e fisicamente tirato a lucido, efficaci sulle fasce e facilitati nel compito da un’Inter apparsa stanca soprattutto a centrocampo, con Kondogbia e Felipe Melo spesso in affanno contro il dinamismo degli uomini di Zenga (mortiferi alcuni palloni persi in zone del campo a dir poco letali), mentre Telles sa proporsi con grande qualità in avanti, ma ha ancora troppe lacune in copertura per essere considerato una garanzia in quel ruolo. Vale comunque la pena dargli fiducia.

Schierare Palacio dal primo minuto non ha pagato: El Trenza ha palesato una volta di più una condizione atletica decisamente preoccupante che solleva pesanti dubbi sul fatto che Ljajic non abbia ancora avuto una nuova chance da titolare.
Non capisco se le scelte cervellotiche di Mancini (cervellotiche per noi che non capiamo un cazzo di calcio, ovviamente) siano dettate da ciò che vede in settimana o, semplicemente, da una naturale idiosincrasia per alcuni giocatori, ma vedere Brozovic in panchina mentre il centrocampo annaspa lascia l’amaro in bocca.

Flybiany

Flybiany

La rosa attuale ha perso creatività e fantasia, guadagnando invece muscoli che ancora stentano a funzionare a pieno regime, ma consente di avere a disposizione più di un modulo a seconda dell’avversario di turno: i giocatori da integrare sono molti, è vero, ma alcuni di questi sembrano non trovare una “pace tattica”.
Su tutti Kondogbia, autore finora di prestazioni non esaltanti, ma neppure mediocri come quelle descritte dalla stampa di regime che tenta in ogni modo di farci vergognare per l’investimento fatto sul giocatore francese. Il francese resta un talento destinato a crescere nel rendimento: ha bisogno di adeguarsi ai ritmi e alle caratteristiche del nostro calcio e magari di qualche piede buono in più attorno a lui, o semplicemente di una squadra che si muova con sincronismi migliori.

Maluccio anche Icardi, che stavolta non ci regala la gioia del gol dell’ex e si rende protagonista di una partita all’ombra del suo marcatore: rarissimi gli spunti degni di nota, poco servito sì, ma anche meno mobile del solito, quasi distratto. Può e deve fare di più, ed è proprio per lui e insieme a lui che la nostra manovra offensiva dovrà assolutamente crescere di intensità: sono ancora troppo poche le occasioni create per singola partita, e non sempre basterà un tiro per fare gol.
Ce ne siamo già accorti.

Resta difficile giudicare la trasferta di Marassi senza pensare al rigore grosso così (cit.) non fischiato su Manaj a pochi minuti dal termine, quando il vantaggio avrebbe potuto essere il sigillo definitivo su una rimonta forse non meritata appieno, ma legittima.
Prendersela con l’arbitro sa sempre un po’ di Mazzarri, ma è innegabile che l’episodio ci abbia penalizzati, e le chiacchiere sul “guadagnarsi un rigore con una prestazione decente” sono roba da matti.
Il fallo c’è, è enorme tanto quanto la topica di Rocchi, ma né lui né il cordiale assistente di porta (che effettivamente assiste, nel senso che guarda la partita e se ne frega di prendere una qualsiasi decisione) lo segnalano.
Ben fatto, mentre noi ce lo prendiamo nel culo, ma con allegria.

Il punto fa comunque bene al morale, potenzialmente a rischio depressione dopo la figuraccia rimediata contro la Fiorentina, e racconta un’Inter comunque viva, specialmente in quei venti minuti finali volenterosi e concreti.
È una squadra che ha il dovere di crescere sfruttando questa pausa delle nazionali che, sulla carta, dovrebbe permettere ai più stanchi di recuperare una condizione fisica accettabile da cui questa Inter grande, grossa e impacciata non può prescindere per rendere al meglio e vincere le partite.

Nel frattempo a Mancini il compito di trovare le posizioni giuste ai giocatori che possono fare la differenza, senza colpi di genio e con una tonnellata di pragmatismo in più: Perisic è un esterno offensivo e lo si è visto. Che lo faccia.
A due settimane dallo scontro contro I Signori Del Male la priorità è recuperare Jovetic, unica fonte di imprevedibilità in mezzo a tanta fisicità, ritrovare una logica in campo e mettere una volta per tutte le pedine al loro posto.
Perché battere quelli là non vorrebbe dire soltanto tre punti in classifica: in gioco, come sempre, c’è soprattutto la dignità di chi difende la memoria dei propri Campioni e vuole ribadirla anche sul campo.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

361 commenti

  1. ^^ quindi? ?_?

  2. che depressione la gente che festeggia il compitino impauurito

    la paura di perdere contro questa giùventus in regressione totale è il sintomo di come ci hanno ridotti, ci vorrà della gran pazienza quando cadrà la foglia di fico della classifica

  3. tagnin:
    che depressione la gente che festeggia il compitino impauurito

    la paura di perdere contro questa giùventus in regressione totale è il sintomo di come ci hanno ridotti, ci vorrà della gran pazienza quando cadrà la foglia di fico della classifica

    Mah, nel primo tempo non mi è sembrato avessimo paura.
    Il secondo insomma, ma a parte il palo di Khedira non abbiamo veramente mai sofferto in difesa.
    Il problema è che tra difesa e attacco c’è spesso un oceano e allora lanci lunghi, campanili e oscenità varie a servire i due malcapitati là davanti.
    Ci servirebbe un Cuadrado dal cui piede partivano parecchi palloni a destra e a manca e che è in grado di saltare l’uomo in velocità. Ma Liajic non potrebbe fare quel tipo di gioco?
    Detto questo in attacco la Juve non è che sia messa meglio di noi da quello che si è visto ieri.

  4. @Tagnin

    perdonaci se in attesa del calcio spettacolo stile Barca per il momento siamo appagati da quel che vediamo…

    e si, perdere ieri sera poteva essere pericolosissimo, sia per noi che per la Juve

    stranamente ne è uscito uno zero a zero

    quindi ben venga non aver scelleratamente buttato via la partita come fatto con la Fiorentina..

    Ps. nel primo tempo avevano più paura loro di noi, fra l’altro…

  5. Fabio1971: nel primo tempo avevano più paura loro di noi, fra l’altro…

    sei sempre in balìa degli atteggiamenti degli avversari

    la juve decideva quando salire e quando abbassarsi, noi a traino, a parte che se Khedira non avesse sbagliato un gol impossibile non saremmo poi così soddisfatti

  6. mah non è proprio vero, io mi ricordo un bel po’ di occasioni nel primo tempo in cui hanno sparacchiato via la palla perchè non riuscivano ad uscire dalla loro trequarti…

  7. Sì è vero, ma ci mancano i gol li davanti..

  8. infatti abbiamo fatto un buon primo tempo con buoni 15 minuti centrali a manetta, poi manca sempre qualcosina tipo il cross o l inbucata giusta il movimento senza palla ecc ecc cose gia dette, ma loro erano al completo se vogliamo e non penso da ora in poi cederanno molti punti. giocano insieme da una vita almeno nel nucleo centrale noi siamo un cantiere aperto , ma un cantiere a 17 punti niente male. All inizio pero co sti cazzo di lancilli a superare il centro campo lo vista un po male poi hanno preso le misure. Una cosa e certa murillo e matto dentro pero e una bestia. per me ottimo perisic. Ora e chiaro oramai che la riomma e il napoli sono squadre complete hanno i giocatori giusti nel ruolo giusto , la riomma poi ha due squadre . manca un terzino di valore a dx perche sto cazzo di davidino riesce a non farsi piacere mai. un soldatino triste mai no spunto. Vediamo icardi e kondo se si attivano regolarmente . al trofeo nano facciamo giocare gli allievi regionali che poi dobbiamo fare cassa a bologna

  9. le giocate offensive, anche tra gli unici due che parlano la stessa lingua del pallone, sono sempre troppo casuali e affidate al colpo di classe, l’imprevedibilità aiuta ma qua non c’è un cazzo di schema offensivo che sia uno

  10. Per me il problema è in fase di impostazione.

    Li davanti con una punta che non è capace di dialogare con i compagni (Icardi) è chiaro che ci si affidi un po’ ai singoli. Ma siamo pericolosi.

    Per me il problema è piuttosto nella fase di costruzione. Cioè si tratta di far arrivare la palla la davanti il più in fretta possibile. Ci servirebbe un regista o un terzino degno di questo nome capace di impostare il gioco. (ieri Santon imbarazzante)

    Se la palla arriverà con più velocità e in un numero di volte maggiore li davanti allora saremo soddisfatti nella nostra richiesta di maggiore pericolosità.

  11. Come al solito se l’aspettativa è esagerata si rimane delusi. Pensare che le decine di punti che negli ultimi anni ci separavano dalla Juve fossero stati annullati in poche settimane era una pia illusione.
    Mi limito a godermi il bicchiere mezzo pieno.
    Abbiamo giocato complessivamente una buona partita in difesa. Spero che qualcuno dica a Murillo che non è scritto nello statuto che debba fare cazzate al posto di Ranocchia o Lucio dei bei tempi.
    Non ho dubbi che Jojo e Perisic cresceranno giocando insieme. Purtroppo è triste constatare come Icardi in questo momento sia il centravanti peggiore che abbiamo avuto negli ultimi vent’anni. Senza scomodare Ibra, perfino Vieri qualche pallone lungo lo arpionava e lo insaccava o almeno lo teneva per fare salire la squadra. Icardi non ne prende uno che è uno. Un po’ di panca e spazio a Manaj non gli farebbe male.

  12. Icardi è un cecchino d’area di rigore. Non si diventa a 22 anni capocannoniere per caso.

    Vero è cmq che non è un centravanti di manovra: Milito, tanto per fare un esempio, segnava ma giocava con i compagni, Icardi deve crescere in questo senso.

    Se ci si aggiunge però il fatto che lo serviamo poco e male, è chiaro che i suoi difetti vengono esaltati. Ora come ora forse è più un attaccante da gioco con una seconda punta accanto piuttosto che punta unica.

    Per il resto, il problema principale è che facciamo una fatica boia a creare gioco a causa della poca qualità in mezzo al campo. Questa è una squadra che deve aumentare il suo tasso qualitativo per poter giocare meglio. Mancini però sembra preferire una squadra più solida.

    Capisco il senso di miseria di tagnin, però per ora va bene così. Piuttosto che niente meglio piuttosto.

  13. tagnin: sei sempre in balìa degli atteggiamenti degli avversari

    la juve decideva quando salire e quando abbassarsi, noi a traino, a parte che se Khedira non avesse sbagliato un gol impossibile non saremmo poi così soddisfatti

    Vabbeh pero’ mi sembra che pure noi abbiamo preso una traversa piena.
    Se entrava quello magari chissà magari gliene facevamo altri tre o magari ne prendevamo quattro.
    Magari se beccavamo il gol facevamo un arrembaggio e vincevamo 3-1.
    Va a sapere.

  14. paolo: Vabbeh pero’ mi sembra che pure noi abbiamo preso una traversa piena.

    su una specie di cross da 25 metri, non con un uomo liberato a due scarsi, aggiungi l’occasione di quadrado all’inizio e quella del secondo tempo, se tiro la riga vedo una squadra che ha forse rischiato di perderla meno del solito ma non ha fatto nulla per vincerla

  15. Credo sia stato un buon primo tempo e in generale avrei firmato per un pareggio prima della partita. Riguardo l’attacco sbeccato credo che come dice mattoinh qui sopra e come vado dicendo io da parecchio dipende dal fatto che non abbiamo qualità a centrocampo. O meglio, non abbiamo incursori ne verticalizzatori a parte il vituperato Guarin che ieri è stato messo a fare il mediano puro. Possiamo sbatterci quanto vogliamo ma a centrocampo c’è chi ha Pjanic e Nainggolan, chi hamsik e Allan, chi marchisio e Pobba ‘, chi Borja Valero Ilicic, chi medel Melo. Con questo non voglio dire che facciano schifo, dico che non è il loro mestiere quello di imbeccare Icardi. Tant’ è che fino ad ora Guarin ci ha regalato 1/4 dei gol fatti. Poi oh, lo so anch’io che è scostante e anarchico ma dopo le cessioni estive quello ci è rimasto e non dico il 3o o 4o centrocampista del Napoli , ma persino il buon Benassi sarebbe stato utile alla causa. Ennesima nota di demerito per la famiglia Cannavaro . Per me i giocatori andrebbero espulsi dopo certe simulazioni.

  16. tagnin: su una specie di cross da 25 metri, non con un uomo liberato a due scarsi, aggiungi l’occasione di quadrado all’inizio e quella del secondo tempo, se tiro la riga vedo una squadra che ha forse rischiato di perderla meno del solito ma non ha fatto nulla per vincerla

    Guarda, a parte Quadrado, la Juve è stata più inoffensiva di noi

    Primo tempo abbastanza emozionante per gli standard attuali, sono andato all’intervallo convinto di continuare a giocare così e di riuscire a sbloccarla, magari di culo, e di poterla portare a casa 1-0 a spregio

    Se il secondo tempo non fosse stato il calo, poteva anche andare così, non sarebbe stata la prima partita da 0-0 sbloccata da un episodio anche fortunato, nella storia del calcio

    Con il secondo tempo, mi sono rassegnato a considerare normale ed equo di pareggiarla 0-0, temendo al limite di perderla “vecchio stile” per una disattenzione CHE NON C’E’ INVECE STATA… e questo è il dato più confortante, insieme allo spirito del primo tempo (spirito MAI VISTO negli anni precedenti NB.)

    Ps. i pali sono pali ed i cm sono cm, quello della juve era un mezzo mischione, ma di che parliamo… il crossaccio di Brozovic era appunto un cromatico, ma se non è entrato solo per cm, quindi, che ci mettiamo adesso, a dare anche i giudizi stilistici e di valore sui pali? Qui siamo oltre tuffi e pattinaggio artistico, mi sa…

    se entrava il tiro di Brovovic sarebbe diventata semplicemente una altra gara, dannatamente difficile per la Juve, perché non davamo l’impressione di cedere facilmente e in contropiede avremmo potuto anche divertirci, perché, lasciatemelo dire, Barzagli è un campione, ma Chiellini è indecente e gli altri non sono certo di chissà quale livello… Bonucci ieri non l’ho visto bene….

  17. Ah… Santon.

    si è preso i peggio cazziatoni live da Mancini che ce lo aveva a portata di mano sulla fascia :-) ma alla fine Pogba non l’ha vista mai…

    mi sa che da ierisera vale 80, 85, non più 100 ML

  18. Fabio1971: Guarda, a parte Quadrado, la Juve è stata più inoffensiva di noi

    Primo tempo abbastanza emozionante per gli standard attuali, sono andato all’intervallo convinto di continuare a giocare così e di riuscire a sbloccarla, magari di culo, e di poterla portare a casa 1-0 a spregio

    Se il secondo tempo non fosse stato il calo, poteva anche andare così, non sarebbe stata la prima partita da 0-0 sbloccata da un episodio anche fortunato, nella storia del calcio

    Con il secondo tempo, mi sono rassegnato a considerare normale ed equo di pareggiarla 0-0, temendo al limite di perderla “vecchio stile” per una disattenzione CHE NON C’E’ INVECE STATA… e questo è il dato più confortante, insieme allo spirito del primo tempo (spirito MAI VISTO negli anni precedenti NB.)

    Ps. i pali sono pali ed i cm sono cm, quello della juve era un mezzo mischione, ma di che parliamo… il crossaccio di Brozovic era appunto un cromatico, ma se non è entrato solo per cm, quindi, che ci mettiamo adesso, a dare anche i giudizi stilistici e di valore sui pali? Qui siamo oltre tuffi e pattinaggio artistico, mi sa…

    se entrava il tiro di Brovovic sarebbe diventata semplicemente una altra gara, dannatamente difficile per la Juve, perché non davamo l’impressione di cedere facilmente e in contropiede avremmo potuto anche divertirci, perché, lasciatemelo dire, Barzagli è un campione, ma Chiellini è indecente e gli altri non sono certo di chissà quale livello… Bonucci ieri non l’ho visto bene….

    Altolà: Brozovic ha tirato in porta e non sbagliato un cross ! Buffone ha toccato con l’unghia la palla quel tanto che è bastato… parliamo invece di giocatori bolsi a fine primo tempo e cambi non pervenuti ! per il resto concordo con te, la squadra quadra

  19. Ottimo primo tempo, grintoso, ma il secondo tempo abbastanza sconfortante. Non siamo mai entrati in area gobba. Non un tiro in porta. Contro la peggior rube degli ultimi anni. Continuo a non capire perche’ giocando una volta a settimana, avendo solo una competizione giocano solo un tempo poi si sgonfiano. Alcuni interpreti non all’altezza, i due terzini, maledetta se mettono un cross dal fondo. Icardi se gioca cosi’ con questa squadra e’ inutile.

  20. Fabio1971:
    Ah… Santon.

    si è preso i peggio cazziatoni live da Mancini che ce lo aveva a portata di mano sulla fascia ma alla fine Pogba non l’ha vista mai…

    mi sa che da ierisera vale 80, 85, non più 100 ML

    Veramente la quotazione dopo le prestazioni di questanno era gia scesa da 100 a 50, dopo ieri sera magari siamo a 35 40 In calando……..

  21. Boh, ci risiamo con ‘sta storia del centrocampo che non rifornisce le punte di palle sopraffine. Ma qualcuno mi sa spiegare perchè a Perisic e a Jojo le palle arrivano e a Icardi no? Sarà per caso perchè questi due si smarcano con intelligenza e suggeriscono il passaggio mentre Icardi gira a vuoto facendo finta di fare pressing? E’ inutile giraci intorno, il ragazzo è completamente fuori forma per ragioni che io non conosco. Se tornerà in forma arriveranno anche i gol, d’accodo. Ma intanto? Non farlo giocare sarebbe un errore ma qualche assaggio di panca non sarebbe tanto dannoso.

  22. Nic!:
    Per me il problema è in fase di impostazione.

    Li davanti con una punta che non è capace di dialogare con i compagni (Icardi) è chiaro che ci si affidi un po’ ai singoli. Ma siamo pericolosi.

    Per me il problema è piuttosto nella fase di costruzione. Cioè si tratta di far arrivare la palla la davanti il più in fretta possibile. Ci servirebbe un regista o un terzino degno di questo nome capace di impostare il gioco. (ieri Santon imbarazzante)

    Se la palla arriverà con più velocità e in un numero di volte maggiore li davanti allora saremo soddisfatti nella nostra richiesta di maggiore pericolosità.

    io concordo e credo che con telles (ieri panchinato per evitare che cuadrado lo massacrasse, scelta giusta) e soprattutto kondogbia (o brozovic), nel contesto sempre di un CC a 2 quindi uno dei due più un interditore (melo o medel), si possa fare.

    Teoricamente quello è proprio il ruolo suo: uscire dalla difesa palla al piede e darla veloce in avanti.
    Per certi versi assomiglia a kovacic: buona tecnica, molto forte nel trattenere la palla, buona progressione, meno precisione nel passaggio ma in compenso (in teoria) molta più fisicità e molta più partecipazione (anche perchè meno è impossibile) nella fase di copertura.

    E’ ovvio che con melo-medel in mezzo, per quanto abbiano fatto anche bene, il giro palla ne risenta…

    E poi speriamo che davanti sia icardi ma anche gli altri incomincino a trovarsi di più (magari con l’ausilio di un esterno dx vero).

  23. Tagnin sei insopportabile :) abbiamo capito che ami mazzarri per “gli schemi d’attacco” ma cercare di rigirare la frittata in tutti i modi pur di dire su alla squadra e a mancini è masochistico:) #maicunteint

  24. La depressione mi è rimasta da quel bjuve – Inter di 20 mesi fa che ci fu spiegato perché l’1 vs 1 non aveva funzionato a dovere, oltre a Kovacic che doveva marcare pirlo e contemporaneamente fare la diagonale su lichcoso….

    Ma a quei tempi il “non abbiamo sbracato” andava molto di moda….

    Ieri ho visto una squadra grintosa che per la prima volta dopo 5 anni (tranne quel fuoco di paglia con strama) ha giocato alla pari contro i gobbi….

    Rimane solo l’amarezza per non aver dato continuità alla prestazione del primo tempo, contro una squadra che si difendeva come una provinciale, anche se avevano detto di venire a milano per riaprire il campionato….

  25. Mi pare di poter dire che 6 punti con palermo e bologna sono d’obbligo se si vuole ambire al podio.

  26. Dono un consiglio al nostro allenatore. Anzi tre.

    1) lavorare sugli schemi offensivi (banale) affinché non sia sulle spalle del solo Icardi tutta la responsabilità di finalizzare;
    2) recuperare al meglio il nostro acquisto più dispendioso (kondogbià) facendolo giocare in una posizione di campo in cui è in grado di dare il meglio;
    3) Melo – Medel in mezzo al campo significano “zeru costruzione di gioco”. O si lavora sulla spinta dei terzini mantenendo i due interditori oppure uno dei due deve essere un costruttore di gioco.

    Se mancini mi ascolta magari l’inter ne potrebbe trarre giovamento.
    😉

  27. New Thoreau:
    Mi pare di poter dire che 6 punti con palermo e bologna sono d’obbligo se si vuole ambire al podio.

    Ma tempo fa non avevi detto che, perculandomi, fare le tabelle di marcia portava sfiga ?

  28. Durante l’estate, si è spesso parlato dell’operazione che ha portato Montoya all’Inter, un’operazione di prestito con diritto di riscatto. In realtà, come si evince dal bilancio pubblicato oggi dalla società nerazzurro, per Montoya è in vigore l’obbligo di riscatto ma condizionato.

    Il terzino, infatti, è stato prelevato in prestito per 1,3 milioni di euro, con “obbligo di riscatto a 6 milioni nel caso in cui il giocatore effettui almeno il 33% delle partite ufficiali con almeno 30 minuti disputati in ciascuna partita nella stagione 2015/16”.

    direi che non c’è rischio.

  29. purtroppo non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca…la formazione scelta da Mancini è stata credo la migliore possibile per contrastare la Juve, ma non poteva allo stesso tempo garantire granchè in fase propositiva: con due terzini bloccati cone santon e juan jesus e due mediani con melo e medel, si è praticamente scelto di giocare con 6 difensori, il che era sicuramente la soluzione migliore per non perdere la partita ma allo stesso tempo la meno indicata per cercare di vincerla…ma tenendo conto conto che se si fosse cercato di vincerla, probabilmente si sarebbe finito col perderla, alla fine va bene così, ma è chiaro che il verdetto di ieri la dice lunga sul gap che ci separa da fiorentina,roma e napoli, le quali contro questa juve non hanno e non potrebbero mai giocare come da noi fatto ieri, giocherebbero comunque per vincerla a prescindere, perchè hanno i valori tecnici e io direi anche la personalità per farlo, mentre evidentemente la scoppola rimediata con i viola ci ha ancora lasciato dei traumi e delle scorie, tanto nei giocatori quanto soprattutto nel tecnico, forse mai razionale e oculato come ieri nelle scelte, ma forse nemmeno mai allo stesso tempo così pavido e provinciale (le 2 patetiche sostituzioni nei minuti di recupero per perdere tempo e respirare sono state emblematiche)…..insomma, non dimentichiamoci che a gennaio e a torino, contro una juve molto più forte e con un inter molto più scarsa (basti pensare a chi giocava al posto di murillo e miranda), mancini non ebbe paura di schierare nel secondo tempo contemporaneamente guarin,kovacic,podolski,hernanes e icardi, e poi addirittura osvaldo al posto di hernanes negli ultimi 10 minuti, nonostante fosse già stato raggiunto il pareggio: ma in quel caso la stagione era già quasi compromessa e si aveva da perdere ben poco, mentre ieri si è avuta la sensazione che ci fosse non solo la paura, ma il terrore di perdere, che una sconfitta avrebbe potuto totalmente ribaltare in negativo le prospettive per il resto della stagione e quindi si è giocato esclusivamente per pareggiare, è inutile nascondercelo, magari sperando di vincerla di culo, ma senza mai davvero dare la sensazione che potessimo vincerla grazie alla disposizione tattica ed ai valori tecnici espressi…ma forse è stato saggio così, non siamo del resto ancora una grande squadra, se e quando lo saremo allora potremo davvero sperare di vedere scendere in campo i nostri SEMPRE per vincere, prescindendo dagli avversari, come è giusto che sia, perchè va bene l’umiltà, ma siamo pur sempre l’Inter e non possiamo accettare con troppa soddisfazione che si festeggi quasi come una vittoria un pareggio interno contro i nostri più odiati rivali, si deve tornare a sognare, a osare e soprattutto a vincere i match che contano!

  30. Tutto vero, ma il problema è che non abbiamo molte alternative visto che comunque questa squadra necessita di un mediano , ma se diciamo lasci Melo (o Medel) con Guarin e Kondogbia perdi perisic che da il meglio sulla fascia nel centrocampo a 4. Poi mi sembra che con Ljajic il rapporto non vada granché bene come era ampiamente preventivabile. Insomma, poche alternative tattiche e poche alternative di giocatori (in pratica abbiamo 3 centrali buoni per 2 posti e 2 terzini sinistri decenti. Per il resto : niente alternativa a Icardi, un solo centrocampista offensivo (Guarin) un solo terzino destro (a proposito, la smetta di fare troppo il gradasso con santon e guardi chi ha in panchina) un solo portiere. Speriamo di arrivare a Natale lì e di rimediare col mercato invernale.

    Filini:
    purtroppo non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca…la formazione scelta da Mancini è stata credo la migliore possibile per contrastare la Juve, ma non poteva allo stesso tempo garantire granchè in fase propositiva: con due terzini bloccati cone santon e juan jesus e due mediani con melo e medel, si è praticamente scelto di giocare con 6 difensori, il che era sicuramente la soluzione migliore per non perdere la partita ma allo stesso tempo la meno indicata per cercare di vincerla…ma tenendo conto conto che se si fosse cercato di vincerla, probabilmente si sarebbe finito col perderla, alla fine va bene così, ma è chiaro che il verdetto di ieri la dice lunga sul gap che ci separa da fiorentina,roma e napoli, le quali contro questa juve non hanno e non potrebbero mai giocare come da noi fatto ieri, giocherebbero comunque per vincerla a prescindere, perchè hanno i valori tecnici e io direi anche la personalità per farlo, mentre evidentemente la scoppola rimediata con i viola ci ha ancora lasciato dei traumi e delle scorie, tanto nei giocatori quanto soprattutto nel tecnico, forse mai razionale e oculato come ieri nelle scelte, ma forse nemmeno mai allo stesso tempo così pavido e provinciale (le 2 patetiche sostituzioni nei minuti di recupero per perdere tempo e respirare sono state emblematiche)…..insomma, non dimentichiamoci che a gennaio e a torino, contro una juve molto più forte e con un inter molto più scarsa (basti pensare a chi giocava al posto di murillo e miranda), mancini non ebbe paura di schierare nel secondo tempo contemporaneamente guarin,kovacic,podolski,hernanes e icardi, e poi addirittura osvaldo al posto di hernanes negli ultimi 10 minuti, nonostante fosse già stato raggiunto il pareggio: ma in quel caso la stagione era già quasi compromessa e si aveva da perdere ben poco, mentre ieri si è avuta la sensazione che ci fosse non solo la paura, ma il terrore di perdere, che una sconfitta avrebbe potuto totalmente ribaltare in negativo le prospettive per il resto della stagione e quindi si è giocato esclusivamente per pareggiare, è inutile nascondercelo, magari sperando di vincerla di culo, ma senza mai davvero dare la sensazione che potessimo vincerla grazie alla disposizione tattica ed ai valori tecnici espressi…ma forse è stato saggio così, non siamo del resto ancora una grande squadra, se e quando lo saremo allora potremo davvero sperare di vedere scendere in campo i nostri SEMPRE per vincere, prescindendo dagli avversari, come è giusto che sia, perchè va bene l’umiltà, ma siamo pur sempre l’Inter e non possiamo accettare con troppa soddisfazione che si festeggi quasi come una vittoria un pareggio interno contro i nostri più odiati rivali, si deve tornare a sognare, a osare e soprattutto a vincere i match che contano!

  31. Filini: e non possiamo accettare con troppa soddisfazione che si festeggi quasi come una vittoria un pareggio interno contro i nostri più odiati rivali

    Non mi sembra ci siano stati caroselli in piazza…

  32. NOOOOOOOOOOOOHHHH

    hanno tolto Chiellini dalla lista finale per i candidati al Pallone d’Oro

    :-9 con il bianchetto :-), perché si sono accorti di averlo scritto per sbaglio, immagino….

    Ecco la lista finale dei 23

    Pallone d’oro 2015, la short list della Fifa: non ci sono italiani

    Il cerchio si stringe: dai 59 nomi annunciati il 2 ottobre, si passa ai 23 comunicati dalla Fifa questa notte.

    “Eliminati” Pirlo e Chiellini, gli unici due italiani presenti nella lista allargata. L’unico rappresentante della Serie A è Paul Pogba, il numero 10 della Juve.

    Ecco la lista ufficiale dei 23 calciatori in lizza:

    Sergio Aguero (Argentina/Manchester City), Gareth Bale (Wales/Real Madrid), Karim Benzema (France/Real Madrid), Cristiano Ronaldo (Portugal/Real Madrid), Kevin De Bruyne (Belgium/Manchester City), Eden Hazard (Belgium/Chelsea), Zlatan Ibrahimovic (Sweden/Paris St Germain), Andres Iniesta (Spain/Barcelona), Toni Kroos (Germany/Real Madrid), Robert Lewandowski (Poland/Bayern Munich), Javier Mascherano (Argentina/Barcelona), Lionel Messi (Argentina/Barcelona), Thomas Muller (Germany/Bayern Munich), Manuel Neuer (Germany/Bayern Munich), Neymar (Brazil/Barcelona), Paul Pogba (France/Juventus), Ivan Rakitic (Croatia/Barcelona), Arjen Robben (Holland/Bayern Munich), James Rodriguez (Colombia/Real Madrid), Alexis Sanchez (Chile/Arsenal), Luis Suarez (Uruguay/Barcelona), Yaya Toure (Ivory Coast/Manchester City), Arturo Vidal (Chile/Bayern Munich)

  33. non vedo kovacic

  34. Ma Medel che fine ha fatto? Ci speravo…

    Fabio1971:
    NOOOOOOOOOOOOHHHH

    hanno tolto Chiellini dalla lista finale per i candidati al Pallone d’Oro

    :-9 con il bianchetto :-), perché si sono accorti di averlo scritto per sbaglio, immagino….

    Ecco la lista finale dei 23

    Pallone d’oro 2015, la short list della Fifa: non ci sono italiani

    Il cerchio si stringe: dai 59 nomi annunciati il 2 ottobre, si passa ai 23 comunicati dalla Fifa questa notte.

    “Eliminati” Pirlo e Chiellini, gli unici due italiani presenti nella lista allargata. L’unico rappresentante della Serie A è Paul Pogba, il numero 10 della Juve.

    Ecco la lista ufficiale dei 23 calciatori in lizza:

    Sergio Aguero (Argentina/Manchester City), Gareth Bale (Wales/Real Madrid), Karim Benzema (France/Real Madrid), Cristiano Ronaldo (Portugal/Real Madrid), Kevin De Bruyne (Belgium/Manchester City), Eden Hazard (Belgium/Chelsea), Zlatan Ibrahimovic (Sweden/Paris St Germain), Andres Iniesta (Spain/Barcelona), Toni Kroos (Germany/Real Madrid), Robert Lewandowski (Poland/Bayern Munich), Javier Mascherano (Argentina/Barcelona), Lionel Messi (Argentina/Barcelona), Thomas Muller (Germany/Bayern Munich), Manuel Neuer (Germany/Bayern Munich), Neymar (Brazil/Barcelona), Paul Pogba (France/Juventus), Ivan Rakitic (Croatia/Barcelona), Arjen Robben (Holland/Bayern Munich), James Rodriguez (Colombia/Real Madrid), Alexis Sanchez (Chile/Arsenal), Luis Suarez (Uruguay/Barcelona), Yaya Toure (Ivory Coast/Manchester City), Arturo Vidal (Chile/Bayern Munich)

  35. Leggo tanta aria fritta ma nessuno ricorda che uno degli obiettivi primari della campagna acquisti era un’alternativa a Icardi per evitare di spremerlo come un limone nella fase di crescita. Adesso che il limone è spremuto si ritorna ad invocare il 10 magico dai piedi fatati che non esiste più al mondo e se esistesse costerebbe più dell’intero valore dell’Inter. Di palle al piede come Kova o il tanto rimpianto Cou ne abbiamo avuto abbastanza.
    La difesa, a parte qualche cappella, comincia a dare sicurezza. La mediana è rocciosa e concede poco e di Medel e di Melo ce ne vorrebbe un altro paio.
    Il pallone bisogna anche andarselo a cercare dialogando con i compagni, smarcandosi e, quando lo si ha tra i piedi, bisogna saperlo tenere. Non pretendo che Icardi salti l’uomo perchè non lo sa fare e non lo ha mai fatto ma un minimo di lucidità e un gran fiuto del gol ce l’aveva. Probabilmente è stanco anche di testa e dovrebbe rifiatare.
    Se invece di tanti terzini avessimo preso uina buona seconda punta forse avremmo tolto qualche castagna dal fuoco.
    Comunque non lamentiamoci troppo, oggi abbiamo un buco, ieri eravamo un groviera.

  36. Si, ma una cosa non esclude l’altra… Io ad esempio avrei preferito Eder all’etereo Ljajic e sarà pure aria fritta ma Kovacic all’ Inter garantiva un goal/assist ogni 3 partite. Non sto dando dei giudizi di valore su Kovacic, dico solo che a parte Guarin non abbiamo nessuno in quel ruolo e a volte quel tipo di giocatore serve maledettamente.

    l.b.:
    Leggo tanta aria fritta ma nessuno ricorda che uno degli obiettivi primari della campagna acquisti era un’alternativa a Icardi per evitare di spremerlo come un limone nella fase di crescita. Adesso che il limone è spremuto si ritorna ad invocare il 10 magico dai piedi fatati che non esiste più al mondo e se esistesse costerebbe più dell’intero valore dell’Inter. Di palle al piede come Kova o il tanto rimpianto Cou ne abbiamo avuto abbastanza.
    La difesa, a parte qualche cappella, comincia a dare sicurezza. La mediana è rocciosa e concede poco e di Medel e di Melo ce ne vorrebbe un altro paio.
    Il pallone bisogna anche andarselo a cercare dialogando con i compagni, smarcandosi e, quando lo si ha tra i piedi, bisogna saperlo tenere. Non pretendo che Icardi salti l’uomo perchè non lo sa fare e non lo ha mai fatto ma un minimo di lucidità e un gran fiuto del gol ce l’aveva. Probabilmente è stanco anche di testa e dovrebbe rifiatare.
    Se invece di tanti terzini avessimo preso uina buona seconda punta forse avremmo tolto qualche castagna dal fuoco.
    Comunque non lamentiamoci troppo, oggi abbiamo un buco, ieri eravamo un groviera.

  37. Io penso non sia mai cercata veramente una prima punta da sostituire a Icardi.
    I suoi sostituti saranno Jovetic, Perisic o Palacio. E penso che possano essere anche meglio ( sanno muoversi e dialogare a differenza di Icardi).
    Icardi è un grande attaccante d’area, non uno che dialoga. Spero riesca a trovare il suo spazio andando oltre ai suoi limiti evidenti.

    Non penso che come continua a dire Ze Mario ci siano incomprensioni con Ljaijc. Domenica era infortunato senno penso sarebbe stata la sua partita.
    Per me semplicemente il Mancio non vede applicazione in fase di ripiegamento, e allora a Genova gli ha preferito Biabiany. (scelta discutibile)

  38. In che ruolo Ze Mario? che ruolo è Guarin e che ruolo è Kovacic?

    Sono Mezzala? Brozovic è superiore a entrambi. Ed è il ruolo di Kondogbia.
    Sono trequartisti? Jovetic e Ljaijc sono superiori a entrambi
    Sono Registi? No. Ma è vero che non abbiamo registi

  39. In modo diverso Guarin e Kovacic sono dei centrocampisti che riescono a finalizzare l’azione : uno in maniera più muscolare (guarin) l’altro basandosi più sulla tecnica che sulla velocità e il dribbling (Kovacic). Kovacic per me era un regista in potenza anche se gli mancava ancora la personalità e la copertura, comunque mi sembrava più un centrale puro, Guarin più un interno, quindi dovrebbe essere più esterno cercando di fargli avere qualche bel mediano dietro perché con lui mediano ogni palla persa è una sofferenza. A Ljajic non è stato preferito solo Biabiany ma anche Manaj. Non fraintendermi io sicuramente lo avrei fatto giocare più dei 20 minuti che ha fatto e credo che debba essere la prima vera alternativa in avanti. Mi chiedo infatti che senso abbia prendere uno come Ljajic e schiaffarlo in panchina. A quel punto ti prendi l’Eder della situazione che ha 29 anni, non rompe, si allena benee fa pure gol. Io non so se Ljajic e Mancini hanno problemi ma i fatti dicono che ha giocato 20 minuti. Su Kondogbia sono sincero e ti dico che ancora non ho capito che giocatore è. Sicuramente ha potenza fisica e possesso palla ma non ho ancora capito se finalizzata al l’offesa, alla difesa o a entrambe le fasi…

    Nic!:
    In che ruolo Ze Mario? che ruolo è Guarin e che ruolo è Kovacic?

    Sono Mezzala? Brozovic è superiore a entrambi. Ed è il ruolo di Kondogbia.
    Sono trequartisti? Jovetic e Ljaijc sono superiori a entrambi
    Sono Registi? No. Ma è vero che non abbiamo registi

  40. Non voglio fare il saputello e rispetto il parere di tutti ma vorrei che qualcuno mi dicesse quale squadra italiana od europea gioca ancora col regista classico.
    Nel calcio veloce e muscolare di oggi il pensatore-distributore di palloni di centrocampo non ha vita facile (vedi Montolivo o Kova ) ed troppo facile da neutralizzare facendo inaridire il suo gioco e quello della squadra. Meglio puntare su attaccanti duttili che i palloni se li vanno a cercare e li sanno tenere e scambiare (vedi un Palacio giovane).
    Per non generare equivoci, penso che Icardi sia l’ultimo dei nostri che andrebbe ceduto ma non è un robot e qualche volta avrebbe il diritto di prendere fiato. Del resto me lo sono sognato o Perotti è saltato all’ultimo?

  41. Ho visto una buona partita fra due squadre solide come detto dal Mancio. Il pari sul piano del giuoco è giusto MA e ribadisco MA non ci hanno fischiato il rigore a Bonucci. Il rigore è enorme, netto e volontartio.
    Bonucci ,che non sa chi ha dietro , la mette giù col braccio facendo anche un evidente torsione per aiutarsi ad abbassarla per rinviare, il braccio è largo, non esiste interpretazione : è un rigore per fallo di mano in area ESEMPLARE.
    Considerando il rigore netto a Manaj contro la Samp e questo contro la juveMerd. noi saremmo a 21 punti primi in solitaria. SAREBBE ORA DI FINIRLA (compresa la stampa prezzolata o le moviole farsesche di G Cesari)
    Siamo solo noi che dobbiamo vincere le partite con pieno merito? Ma dove sta scritto!
    Le partite si vincono se la butti dentro più dell’avversario.
    Detto questo credo che faremo molta fatica per entrare nelle prime tre visto che Napoli e Roma mi sembrano più forti e la juvemerd. entro Natale troveranno il modo di farla rientrare.
    Per finire segnalo Murillo : ha potenzialità formidabili, credo che nel suo ruolo sia destinato a diventare un fuoriclasse assoluto, ad oggi fa ancora qualche cazzata dovuta all’età e alal sua strabordante superiorità fisica, ma credo siano difetti che entro breve scompariranno.
    Dei migliori che abbiamo non parlo troppo facile: JoJo e Icardi.

  42. non mi pare, a me sembra che eder sia saltato all’ultimo. poi perotti è un esterno.

    La verità è che, se l’obbiettivo è di giocare col 4-2-3-1, non servono necessariamente i pirlo, gli iniesta o i veron.
    Quello che serve sono centrocampisti che 1) coprano 2) sappiano far girare velocemente la palla 3) delle idee d’attacco o degli schemi un po’ più efficaci che “palla a jovetic” o “palla sull’esterno sx che fa il crossetto morbido dalla 3/4” 4) possibilmente dei terzini che supportino un po’ più l’azione offensiva.

    Quindi dove la coppia melo-medel fa la diga ma chiaramente ha tutti i limiti di questo mondo, una coppia interditore-kondogbia/brozovic (o magari in futuro anche kondocoso-brozovic) può essere (dovrebbe essere?) una soluzione efficace.

    In questo contesto nè i kovacic nè i guarin vanno bene, uno perde palla pericolosissimamente e fa il cazzo che vuole tatticamente, l’altro non copre, difetta di personalità e come il primo è troppo innamorato del pallone, entrambi sono scostanti ecc..

    Per quanto riguarda Ljajic, non so perchè non giochi. Però per quanto al momento del cambio abbia maledetto mancini bisogna anche dire che manaj e pippianì non han fatto male (pe quanto abbiano giocato 20 minuti).

  43. Ehm….scusate, ma me ne sono accorto adesso…. 😐 cosa sarebbe quel Milan – Inter domani alle 18?

  44. Lassa perde. Trofeo Perlushkone. Speriamo di perdere che porta una sfiga tremenda…

    mattoinh7:
    Ehm….scusate, ma me ne sono accorto adesso…. cosa sarebbe quel Milan – Inter domani alle 18?

  45. Beh, Borja Valero, Pjanic, Allan, Iniesta mi sembra che rispondano al ruolo di regista, poi certo, Er principe Giannini è un po’ passato di moda ma a modo loro (chi con propensione a difendere, chi ad offendere) penso che corrispondano a quel ruolo lì…

    l.b.:
    Non voglio fare il saputello e rispetto il parere di tutti ma vorrei che qualcuno mi dicesse quale squadra italiana od europea gioca ancora col regista classico.
    Nel calcio veloce e muscolare di oggi il pensatore-distributore di palloni di centrocampo non ha vita facile (vedi Montolivo o Kova ) ed troppo facile da neutralizzare facendo inaridire il suo gioco e quello della squadra. Meglio puntare su attaccanti duttili che i palloni se li vanno a cercare e li sanno tenere e scambiare (vedi un Palacio giovane).
    Per non generare equivoci, penso che Icardi sia l’ultimo dei nostri che andrebbe ceduto ma non è un robot e qualche volta avrebbe il diritto di prendere fiato. Del resto me lo sono sognato o Perotti è saltato all’ultimo?

  46. ZeMario:
    Lassa perde. Trofeo Perlushkone. Speriamo di perdere che porta una sfiga tremenda…

    Ma ci dovevamo invischiare in questo trofeo del cazz quando la stagione e’ in crescendo? Non era una partita che si facevano con i gobbi, storie tra retrocessi?

  47. Borja Valero e Pjanic sono 2 interni di centrocampo, all’occorrenza trequartisti… Infatti i registi di fiore e roma sono Badelj e De rossi, che registi in realtà non sono… Allan è uno che mena e si butta negli spazi, infatti il regista lo fa Jorginho…. Iniesta non vale nominarlo!!! :)

  48. Punti di vista, secondo me ai primi due sono affidate le geometrie di Fiore e Roma, per cui per me sono registi. de Rossi per me è un mediano così come Jorginho. Su Allan sarei stato d’accordo fino all’anno scorso all’Udinese, vero che non fa girare palla come i primi due ma gioca più avanti rispetto all’anno scorso e non disdegna di imbeccare e segnare. Su Iniesta siamo d’accordo

  49. Ma queste amichevoli di cazzo, a cosa servono? A parte fare figure di stronzi?
    Ho letto la lista dei convocati, e mi chiedo, ma qualcuno davvero butta soldi nel cesso per andare a queste partite?
    Mentre poco piu’ tardi ci sono partite vere. Vedere la Milano calcistica ridotta a questo stato fa veramente pena.
    Che tristezza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  50. cheeppalle.

    allora sappi anche che alla prossima pausa delle nazionali ci sarà n’amichevole col bari.

    io andrei sotto al sede a protestare.

  51. Gia’, non basta vederli trotterellare per il campo una volta alla settimana, servono anche le amichevoli inutili.
    Io non riesco a capire come questi calciatori si stanchino dopo appena 20-30 minuti.
    Negli altri campionati corrono come dannati per 120 min. Solo in Italia sono stanchi dopo nemmeno 20.
    E i tifosi ci cascano sempre.

  52. mattoinh7:
    Ehm….scusate, ma me ne sono accorto adesso…. cosa sarebbe quel Milan – Inter domani alle 18?

    Dopo Lecco e Chiasso……il Bilan.

    Un deCRESCENDO Rossiniano.

    ……basta non guardarla…..come le altre del resto…….anche se giocherà Montoya :)

  53. maigob: anche se giocherà Montoya

    non so se Mancini lo riterrà all’altezza della partita

  54. Piuttosto, come ci vorrebbe in squadra un PJANIC, che ogni tre punizioni dal limite ne mette una all’incrocio

    sono punti, ogni volta

    noi non ricordo l’ultima volta in questi anni che abbiano segnato su punizione, magari in bello stile

    speravo in Jovetic, ma contro la Juve ne abbiamo avuto mi sembra 4 punizioni dal limite e sono state tutte piuttosto inguardabili

  55. Fabio1971:
    Piuttosto, come ci vorrebbe in squadra un PJANIC, che ogni tre punizioni dal limite ne mette una all’incrocio

    sono punti, ogni volta

    noi non ricordo l’ultima volta in questi anni che abbiano segnato su punizione, magari in bello stile

    speravo in Jovetic, ma contro la Juve ne abbiamo avuto mi sembra 4 punizioni dal limite e sono state tutte piuttosto inguardabili

    Verissimo.
    Sacrosanto.

    Dopo Wes il nulla……….pensa un anno ci affidammo al cecchino Alvarez.

  56. ZeMario:
    Punti di vista, secondo me ai primi due sono affidate le geometrie di Fiore e Roma, per cui per me sono registi. de Rossi per me è un mediano così come Jorginho. Su Allan sarei stato d’accordo fino all’anno scorso all’Udinese, vero che non fa girare palla come i primi due ma gioca più avanti rispetto all’anno scorso e non disdegna di imbeccare e segnare. Su Iniesta siamo d’accordo

    Per me non è questione di opinioni.
    Sono d’accordo con te sul fatto che vorrei avere quei giocatori in rosa, ma per me non sono registi, se non forse solo Valero (sul quale concordo con te, possiamo chiamarlo regista, ma non so se andrebbe bene per una mediana a 2).
    Gli altri sono interni di grande qualità.

    La nostra Mediana dovrebbe essere composta da Kondogbia (visto l’investimento fatto) e un giocatore come il fu Thiago Motta.

  57. Verissimo, l’ultimo che segnava regolarmente oggi allena il Milan :(

    Fabio1971:
    Piuttosto, come ci vorrebbe in squadra un PJANIC, che ogni tre punizioni dal limite ne mette una all’incrocio

    sono punti, ogni volta

    noi non ricordo l’ultima volta in questi anni che abbiano segnato su punizione, magari in bello stile

    speravo in Jovetic, ma contro la Juve ne abbiamo avuto mi sembra 4 punizioni dal limite e sono state tutte piuttosto inguardabili

  58. Certo che oggi le due difese erano dei colabrodo, e meno male che Chicarito ha sbagliato due occasioni incredibili. Una a porta vuota e l’altra negli ultimi secondi sul 4-4.
    Quindi, anche per gli altri, non e’ tutt’oro quello che luccica

  59. Il povero Gianni Brera si sarà rivoltato nella tomba.

    pacific:
    Certo che oggi le due difese erano dei colabrodo, e meno male che Chicaritoha sbagliato due occasioni incredibili. Una a porta vuota e l’altra negli ultimi secondi sul 4-4.
    Quindi,anche per gli altri, non e’ tutt’oro quello che luccica

  60. bellins: Non mi sembra ci siano stati caroselli in piazza…

    intendevo più i giocatori che i tifosi, dalle facce con cui hanno salutato il pubblico a fine partita sembrava avessero compiuto l’impresa della vita

  61. maigob: Dopo Lecco e Chiasso……il Bilan.

    Un deCRESCENDO Rossiniano.

    ……basta non guardarla…..come le altre del resto…….anche se giocherà Montoya

    Serve continuità…dopo il match col Lecco, ci è toccato leccarci le ferite, dopo quello con il Chiasso la sconfitta ha fatto molto rumore…col Milan perdendo il terzo derby su 4 in pochi mesi i rossoneri potranno BBILANciare la delusione per aver perso l’unico derby che contava e onorare la memoria di re Luigi B