Inter-Fiorentina: la partita

Atalanta, Celtic, Cagliari, Celtic. Fiorentina: 5 partite in 15 giorni e a ritmi a cui non eravamo più abituati da tempo come prevedibile si fanno sentire, e la prestazione sul campo inevitabilmente ne risente.

Non che Inter-Fiorentina sia stata una brutta partita in realtà, almeno a tratti. E’ stata una partita decisamente intensa, in cui però nessuna delle due squadre è riuscita a giocare come spesso ha fatto nelle ultime partite. Molta confusione in campo, poco ordine e gambe che spesso non seguono quello che la testa (per chi ce l’ha) suggerirebbe di fare. Meglio la Fiorentina in avvio di partita, con l’Inter un paio di volte in affatto e Handanovic costretto a qualche intervento leggermente al di fuori dell’ordinaria amministrazione. Nel corso del primo tempo cresce però l’Inter, che concluderà la prima metà di partita con il 60% di possesso palla ma zero tiri in porta. Ed è questa l’impressione che dà la squadra di Mancini: tanta voglia ma poca concretezza, poca capacità di trasformare in azioni pericolose la gran mole di gioco (o di confusione?) messa in campo.

Una partita così si risolve di solito in un solo modo: con azioni individuali, che siano grandi giocate o errori. Ed è quello che succede all’11 del secondo tempo in quella che resterà l’unica azione della Fiorentina nella seconda metà della partita: su un cross di Pasqual Handanovic respinge male, debole e verso il centro dell’area. Difesa immobile, arriva prima di tutti Salah che mette dentro lo 0-1. Da lì in poi la Fiorentina sparisce, ma l’Inter non riesce a essere particolarmente pericolosa almeno fino a quando Montella non commette il più clamoroso degli errori: con Tomovic a terra spreca l’ultimo cambio per sostituire Aquilani, costringendo i suoi a giocare prima in 10 e poi addirittura in 9 per un altro infortunio a Savic. E’ ovviamente un monologo nerazzurro ma senza costrutto, senza razionalità e senza troppo gioco. E’ qui che arriva il secondo madornale errore, stavolta di Palacio che sceglie di tirare anziché servire Icardi solissimo in mezzo all’area. Poi un paio di miracoli di Neto -inevitabili in 11 contro 9- e niente più.

Troppo stanchi per esere veri, è tutta qui Inter-Fiorentina. Si segnalano purtroppo alcune note negative, Podolski e Kovacic su tutti oltre ai due errori individuali appena citati che hanno di fatto deciso la partita, e ci si prendono alcune conferme: un’altra grande prestazione di Guarin e i “soliti noti” Santon e Medel, con la difesa che paradossalmente oggi sembra reggere meglio del solito anche grazie a un impeccabile Vidic. La settimana scorsa con la terza vittoria consecutiva avevamo fatto indubbiamente un primo piccolo salto di qualità: oggi scopriamo che è probabilmente ancora un po’ presto per pensare al successivo, almeno dal punto di vista dell’intensità di gioco e della capacità di giocare numerose partite ravvicinate.

Ecco qui in basso la #twintercronaca di Nk e Python per @BausciaCafe, con i vostri commenti e le dichiarazioni di Mancini!

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

311 commenti

  1. d’accordo che quello là diceva che mi farei ammazzare piuttosto che non farti parlare e che qualsiasi opinione vada rispettata, ma non bisognerebbe esagerare nello sparare cazzate.

    a proposito di pedigree:

    Palmarès di Mancini Roberto, detto Mancio:

    Giocatore
    Competizioni giovanili
    Campionato Allievi Nazionali: 1
    Bologna: 1981-1982

    Competizioni nazionali:
    Coppa Italia: 6 (record)
    Sampdoria: 1984-1985, 1987-1988, 1988-1989, 1993-1994
    Lazio: 1997-1998, 1999-2000

    Scudetto Campionato italiano: 2
    Sampdoria: 1990-1991
    Lazio: 1999-2000

    Supercoppa italiana: 2
    Sampdoria: 1991
    Lazio: 1998

    Competizioni internazionali:
    Coppa delle Coppe: 2
    Sampdoria: 1989-1990
    Lazio: 1998-1999
    Supercoppa UEFA: 1
    Lazio: 1999

    Riconoscimenti individuali:
    Guerin d’oro: 1987-88 e 1990-91
    Premio Nazionale Ciminiera d’Argento

    Oscar del calcio AIC: 2
    Miglior italiano: 1997
    Migliore assoluto: 1997

    Allenatore

    Coppa Italia: 4 (record a pari merito con Sven-Göran Eriksson)
    Fiorentina: 2000-2001
    Lazio: 2003-2004
    Inter: 2004-2005, 2005-2006

    Supercoppa italiana: 2
    Inter: 2005, 2006

    Scudetto Campionato italiano: 3
    Inter: 2005-2006[50], 2006-2007, 2007-2008

    FA Cup.png Coppa d’Inghilterra: 1
    Manchester City: 2010-2011

    Premier league Campionato inglese: 1
    Manchester City: 2011-2012

    CommunityShield.png Community Shield: 1
    Manchester City: 2012

    Coppa di Turchia: 1
    Galatasaray: 2013-2014

    Riconoscimenti individuali:
    Allenatore dei sogni: 1
    2003
    Panchina d’oro: 1
    2007-2008
    FA Premier League Manager of the Month: 2
    dicembre 2010, ottobre 2011

    adesso prendetevi la briga di andare a prendervi quelli di Mazzarri, Pioli, Montella o di chi cazzo vi possa venire in mente che a me viene da ridere…

  2. New Thoreau: per il bbilan il record stagionale di rigori a favore: 8!!!

    sei stato impreciso, però hanno anche il record di stagioni dove detengono il record di rigori

    l’arbitrame rende omaggio alla “liberazione” dell’ingiustamente condannato

  3. Se sono veri i rumors, il nano sta vendendo il 25% del bbilan per 250 milioni, quindi vale un miliardo. Mm ha venduto il 70% dell’Inter per 300 milioni, quindi più o meno ne vale 500. È reale? No, perché allora mi chiedo, o il nano e’ un affarista scaltro, o il petroliere e’ un idiota.

  4. Stasera vinciamo!
    E adesso toccatevi i maroni!

  5. Ah,dimenticavo,
    segna Podolsky!
    Ritoccate i i maroni.

  6. @Ss61.
    Domanda. hi controlla i media????????????????

  7. parlare di magnati babbei pronti a strapagare quote di minoranza del comitato elettorale in scarpette chiodate è un classico di questa stagione

  8. Non perdere questa sera sarebbe fondamentale per avere ancora qualche speranza di raggiungere il 6° posto, probabilmente l’ultimo utile per la qualificazione in EL.

  9. Potrebbero essere amici dei magnati arrivati per salvare il Parma.

  10. Kovacic parte ancora dalla panchina.

    #contestoorganizzato

    #SaveKovacic

  11. Forse piu giusto dire #SaveInter.
    Chiunque scende in campo, e’ ora che sia dia una mossa.