Dobro dosli, Brozovic!

Allora ci sono due sloveni, tre serbi e due croati…no, non è l’inizio di una barzelletta sull’ex Jugoslavia di Tito, ma una descrizione della rosa di questa nuova BalkanInter che stanno mettendo in piedi Roberto Mancini e Piero Ausilio.

La notizia era nell’aria da giorni, il giocatore aveva assistito anche a Inter-Torino andando a salutare i nuovi compagni prima della partita, ma da ieri è ufficiale: Marcelo Brozovic è un nuovo giocatore dell’Inter.

BROZOVIC

Come già successo con Kovacic, la stampa italiana non manca di farsi trovare sempre più imbarazzata e imbarazzante quando l’argomento si sposta dal Morris Carrozzieri di turno (di cui sanno vita, morte e miracoli) a uno dei maggiori prospetti del calcio europeo. Ne abbiamo lette di tutti i colori su di lui: è un trequartista, l’esterno d’attacco che cercava Mancini, un regista alla Pirlo. Mancavano solo il terzino sinistro e i due leocorni, poi sarebbe stato en plein. Eppure non più tardi di due mesi fa questo ragazzo scendeva in campo da titolare a San Siro con la maglia della Croazia, schierato di fianco a Modric nel 4231 di Niko Kovac. A San Siro eh, mica nella periferia di Caracas.

Il classico centrocampista che gli inglesi definirebbero box-to-box, che può essere descritto come “mediano dai piedi buoni” in virtù della povertà tecnica che ormai caratterizza la Serie A. Capace di coprire le spalle a chi deve creare il gioco o inserirsi da dietro per cercare la conclusione o l’ultimo passaggio (3 gol e 6 assist in stagione), ma anche di fornire appoggio al mediano per avviare la costruzione del gioco. Insomma il complemento ideale in un ipotetico centrocampo a 3 di fianco a Medel e Kovacic o anche -come forse ha intenzione di utilizzarlo Mancini- nel 4231 di fianco allo stesso Kovacic.

Classe 1992 e già 5 anni di carriera nella massima serie croata per Brozovic, tutti nella sua Zagabria: con il Hrvatski dragovoljac nel 2010, club in cui è cresciuto, con la Lokomotiva Zagabria nel 2011 e poi, nel 2012, il passaggio alla Dinamo Zagabria dove gioca per 6 mesi con Mateo Kovacic. In due anni e mezzo mette in fila 96 presenze condite da 13 gol e 15 assist, che lo portano all’attenzione degli osservatori di mezza Europa e soprattutto del ct della Nazionale Kovac: convocato per i Mondiali in Brasile esordisce con la maglia croata in amichevole contro l’Austria e viene poi buttato nella mischia all’esordio contro lo stesso Brasile. Resterà l’unica presenza ai Mondiali per lui, ma il posto in Nazionale non lo molla: da lì, negli ultimi sei mesi, altre 5 presenze e 1 gol.

27_info_Brozovic

Portato a Milano con un’altra -l’ennesima ormai- operazione capolavoro di Ausilio, Brozovic arriva in prestito biennale per tre milioni e obbligo di riscatto, dal 2016, fissato a 5 milioni. 8 milioni un cincinin alla volta per un giocatore sulle cui tracce pare ci fossero da mesi, oltre agli altri, Arsenal e Napoli e che -pare, si dice- avesse già un accordo di massima col Milan. Ma si trattava dei soliti metodi della Milano che retrocede: accordo con il giocatore, poi si prova a tirare con la società. A Zagabria non la mandano giù e nel giro di una notte il procuratore di Brozovic, il presidente della Dinamo e Piero Ausilio stravolgono tutto: l’interesse c’era da un anno, dirà un intermediario, ma Ausilio ha capito che non avrebbe potuto aspettare giugno per prenderlo.

E così, dopo Podolski e Shaqiri, anche Brozovic sbarca a Milano in un mercato che fino alla notte di Capodanno sembrava impensabile e che invece sembra non essere ancora finito, con il risultato iniziale di portare quantomeno i tifosi dell’Inter a vedere di nuovo la prima squadra di Milano come meta di arrivo di campioni affermati e giovani promesse, che preferiscono la nostra storia e il nostro progetto a quelli di tanti top club europei. Poco? Forse sì, fino a quando non arriveranno i risultati sul campo. Ma è impossibile non notare il salto di qualità, se è vero che un anno fa si parlava di Paolo Cannavaro.

All’allenatore il compito di assemblare una rosa che, ormai è chiaro, si muove lungo due direzioni: l’aumento del tasso tecnico e la riduzione dell’età media.
Lo avreste mai detto, un mese fa?

Pazza Inter, ju volim!

About Nk³

Il calcio è uno sport stupido, l'Inter è l'unico motivo per seguirlo. Fermamente convinto che mai nessun uomo abbia giocato a calcio come Ronaldo (ma anche Dalmat non scherzava). Vedovo di Ibrahimovic, ma con un Mourinho in panchina persino i Pandev e gli Sneijder possono sembrare campioni. Dategli un mojito e vi solleverà il mondo.

66 commenti

  1. I ragazzi si impegnano ma so ‘ de coccio

  2. Io voto perché Pippo rimanga!!!

  3. Cerci, bentornato nel calcio che non conta un cazzo, non solo in Europa, anche in Italia. ..

  4. BBilan eliminato! bene, bene. il 2015 continua a dare soddisfazioni.
    Scandalose le 4 giornate a mexes. oltre alla reazione da espulsione a cercato di picchiare l’avversario anche dopo l’espulsione. sarebbero state corrette almeno 10 giornate.

    per quanto concerne l’inter. è meglio non pensare più alla CL (a meno che non si vinca l’EL) tenendo conto che sarà complicato anche qualificarci per l’EL ( a meno di vincere la coppa italia).

  5. Arriva Rhodolfo, 28 anni, difensore centrale del gremio…qualcuno lo conosce ?

    Pozzo non vuole darci subito Murillo…strano.

  6. Pozzo li regala solo alla juve

  7. La cosa triste e che abbiamo gli stessi punti di questa robba qua ……destro al bbilan

  8. Io in virtù di quello che ho visto tra empoli e torino, sono molto preoccupato anche per la partita col sassuolo. magari mi sbaglio, ma non sono tranquillo.

  9. Avevo cominciato saltellando da M.- Lazio a Chelsea -Reds, ma dopo 5 min. non ne ho potuto piu’, tanto era la differenza in tutto. Comunque a quanto pare , anche con tutti gli aiuti del mondo, riescono lo stesso a perdere.

  10. Aiuti……non hai sentito super pippa lamentarsi di rocchi. Tacci sua la faccia come il culo

  11. bellins: Arriva Rhodolfo, 28 anni, difensore centrale del gremio…qualcuno lo conosce ?

    Tra l’altro non è morto nel 1926? :/

  12. Su Wikipedia c’è scritto che questo Rodholfo è MOLTO DOTATO FISICAMENTE.

    Quindi auguriamo buona doccia post allenamento e post partita ad Andrea Ranocchia.

  13. Dalla faccia che fa, sembra parecchio cattivo…

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/inter-scatenata-il-poker-e-servito-con-rhodolfo-murillo-arriva-a-giugno-ma-non-finisce-qui-cassano-lass-e-175492

    E’ stato preso su indicazione di Sylvinho…

    Cmq arriva a 500.000 € con diritto di riscatto a 2,8 ml…male che vada costa meno di Mudingayi.

  14. Nuovo post!

  15. acquisto da Udinese
    cazzo te ne fai di ‘sta gente io veramente

    qualcuno in Brasile deve avere delle foto compromettenti dell’ex dinamicoduo, altrimenti non si spiega

  16. tagnin:
    acquisto da Udinese
    cazzo te ne fai di ‘sta gente io veramente

    qualcuno in Brasile deve avere delle foto compromettenti dell’ex dinamicoduo, altrimenti non si spiega

    Sento dire in giro, che sia un upgrade rispetto a Ranocchia…dicono sia veloce e cattivo.

    Mancini lo voleva dai tempi del city…

    Solo una domanda mi sorge spontanea…ma se è o era così forte, come mai ha sempre giocato in brasile e mai una convocazione in nazionale ? Speriamo bene.