Inter-Torino: la partita

E alla fine arriva la beffa. Possibile che al termine di una sconfitta in casa contro il Torino l’allenatore dell’Inter si dichiari “soddisfatto per il gioco espresso”? Possibile, per una partita del genere: 70% di possesso palla, 2 soli tiri in porta concessi agli avversari, una supremazia territoriale ai limiti dell’inverosimile. E poi la dormita della difesa a 10 secondi dal termine, il gol di Moretti, la sconfitta decisamente immeritata.

Succede, soprattutto quando la supremazia nel gioco non si concretizza. “Dobbiamo essere più incisivi negli ultimi 25 metri” dirà Mancini alla fine, e il punto è tutto lì: come già contro la Sampdoria, in avanti finiamo con lo specchiarci troppo e perdiamo in lucidità e concretezza, risultando alla fine incapaci di avere la meglio contro una squadra che schiera spesso e volentieri 10 uomini dietro la linea della palla. La giocata individuale che aveva sbloccato la partita di Coppa Italia stavolta non arriva, e la casella “gol fatti” si inchioda per forza di cose sullo zero.

Un punto in più su cui dovrà lavorare Mancini, che pure da questa partita ha iniziato ad arretrare Kovacic tra i due di centrocampo continuando a inseguire la strada della tecnica e della qualità in ogni zona del campo. Qui la partita minuto per minuto, nella cronaca di BigMama.

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

62 commenti

  1. dall’altro post:

    allenatori come ventura e squadre come il torino ci sono sempre state, inutile stare a parlare del fatto che non è giusto difendere in 10, che all’estero ecc. ecc.

    il discorso da fare è: perchè le soffriamo tanto? cosa si può fare per batterle?
    secondo me il principale problema è (almeno per partite come quella di ieri) la totale assenza di iniziativa da parte dei giocatori più tecnici
    da palacio, kovacic podolski e shaqiri mi aspetto qualcosa in più di uno scarico indietro a 5 metri
    devono tentare qualcosa di diverso, devono rischiare

    se ieri pogba non si prende la responsabilità di quella giocata, la juve chiude 0-0 col chievo
    ok, pogba è di un altro livello, ma il discorso è quello

    l’unico che da noi si prende questi rischi è guarin, poi non azzecca mai un tiro (gli assist invece si), ma almeno ci prova
    tra l’altro anche ieri ho avuto conferme che in quel ruolo può fare bene

  2. Ieri non solo è mancata la giocata vincente…

    E’ mancata “l’intencità” (cit.) e cattiveria agonistica. Andando a 2 all’ora e giochicchiando con passaggetti della rava e della fava non crei una beata mazza neppure se avessero giocato per 180 minuti.Sulla beffa finale i gesti del cornutazzo e le parole post poi di quelli là aspetto una visitina di Nemesi.

    Comunque al di là di quanto possa bruciare sono e continuo ad essere fiduciosa di poter vedere qualcosa di completamente diverso che al momento si vede solo ancora troppo poco…

    Dell’innominabile inutile parlarne. Lo fanno già abbondantemente le pi e mi pare sia molto indicativo…

  3. Come ho già scritto sul mio blog ci sono degli equivoci che Mancini deve risolvere – e siccome lo reputo un tecnico capace, sono convinto che lo farà, mi auguro non troppo tardi.

    Il primo è che Icardi è al momento un’ottima prima punta, non una punta unica: non è Milito, non è Cruz, e quando la squadra è schierata sulla trequarti avversaria lui non fa movimenti che aprono gli spazi. Il secondo è che Kovacic ha come armi migliori la progressione e la verticalizzazione: trequartista può andare bene in campo aperto, contro squadre chiuse si ingolfa. Il terzo è che non abbiamo un tiratore da fuori credibile, il che non solo ci impedisce di risolvere partite bloccate con una sassata da 20-25 metri, ma lascia anche le linee avversarie compatte, perché nessuno deve uscire a contrastare. Il quarto è che siamo lenti a ripartire: potrebbe dipendere dal fatto che siamo imballati fisicamente, spero che sia dovuto a carichi di lavoro per recuperare una preparazione estiva deficitaria.

    Poi abbiamo Palacio e Podolski, che al momento fanno poco, un problema di terzini (D’Ambrosio ok, di Dodò Mancini non si fida, di Nagatomo poco, Jonathan è scomparso e comunque è scarso dietro, Campagnaro non spinge abbastanza per certe partite), d’altra parte il mercato è stato fatto per uno che non prevedeva il ruolo (diceva di prevederlo come alternativa, sappiamo che non era vero) e Ranocchia, che oltre ai problemi di concentrazione ha perfezionato l’uscita a cazzo.

  4. Partita sulla coscienza di mancini, stop

    Presidente quella del trucco e di Dossena è cattivissima //::)((;/-/

  5. Personalmente, ritengo la partita di ieri è stata sia una conferma, in positivo e in negativo.

    È piuttosto ovvio che il nostro più grande limite è il dinamismo negli spazi stretti: non siamo (più) abituati a dominare il campo fino agli ultimi venticinque metri, cincischiamo con il pallone fra i piedi e sembriamo sempre in attesa che un errore avversario lasci terreno fertile per un contropiede o un’accelerazione. Non sottovaluterei, però, l’incidenza dell’infrasettimanale: Icardi, Podolski, Kovacic, Kuzmanovic e Shaqiri hanno giocato mercoledì buona parte dei 90′ con la Samp mentre il Toro ha riposato. Oggi come oggi, non siamo in grado di tenere il ritmo e la lucidità per centottanta minuti in una settimana: questo, a mio avviso, è il problema più serio in ottica futura perché non facilmente risolvibile.

    Di positivo vedo la continuità: vogliamo approcciare la gara con piglio propositivo, vogliamo giocare alti e offensivi, vogliamo occupare in densità la metà campo degli avversari. Mentre negli anni scorsi troppo spesso oscillavamo fra catenaccio, contropiede e assalto all’arma bianca, in queste giornate sembra tornata un’idea di gioco ben precisa: noi siamo l’Inter, noi vogliamo vincere la partita e sono gli avversari a dover cambiare la strategia tattica per contrastarci. Purtroppo a breve termine questo non paga, perché è un cammino lungo che passa per inevitabili cadute: però vedo l’obiettivo alla fine del cammino.

    Riassumendo, non credo (a meno che Lazio, Napoli e Fiorentina concludano una stagione altalenante) sarà possibile arrivare al terzo posto quest’anno, anche se spero di essere smentito dai fatti. Credo però che a livello di carisma (sia societario che calcistico) si stiano facendo ottimi progressi che, se portati avanti nei prossimi anni, ci restituiranno al novero delle grandi squadre europee.

  6. Linus: Per me il tiratore perfetto è in generale, e nello specifico ieri sarebbe stato Hernanes, io l’avrei messo dall’inizio (e si, lo dicevo sin da prima della partita 😀 ), in ogni caso i due infortuni ci hanno limitato sotto questo punto di vista.

    Poi è chiaro che se i dribbling ieri cercava di farli solo Obi (dio mio…) qualche problema di tipo mentale ed incisivo c’è. A me ha dato fastidio anche l’assenza di rischio dei giocatori. Davvero l’unico che sbagliava facendo era Obi.

    ps. Kovacic per me non deve mai stare trequartista. Non vede la porta, non ha il tiro nel dna, c’è poco da fare. Non si può imparare tutto, certe cose ce le hai o non ce l’hai, io lo arretrerei alla Pirlo, pensate un po’ voi.

  7. Alla Pirlo e/o alla Verratti.

  8. Troppi. Troppi giocatori scarponi in campo. E quelli che dovrebbero rendere non rendono. Colpa di Mancini? Se c’era Mou avrebbero vinto? Lasciamo stare. Migliore in campo, Kuz, detto questo detto tutto. Palacio non è piu tra noi, la scorsa stagione aveva mascherato i disastri di gioco del vaccaro. Questa stagione è iniziata male, con la preparazione sbagliata, con un anno e mezzo di non gioco e di paure inculcate, di non movimenti senza palla. Mancini sta ripartendo da zero, i nuovi arrivi erano in panchina, e sono palesemente fuori forma. Lottiamo per la EL che è meglio. Anche se sarà dura.

  9. Prima o poi ci verrà spiegato quando potremo fare qualche considerazione tecnica invece di star lì a rivangare il passato a momenti alterni a seconda della comodità.

    Io personalmente rimango molto fiducioso, sia in Mancini che nel mercato. Siccome credo ancora in Guarin figuriamoci se non credo in Mancini. :)

    Detto questo però ancora ci vedo e il campo mi/ci dice cose molto chiare sulle quali mi sembra che ci soffermiamo poco persi come siamo a tirar fuori ex allenatori vari come se tal cosa avesse un senso e un’utilità.

    Poi perdiamo in casa col Torino e ci troviamo a fare i semi-offesi per lo scarso appeal della serie A dimostrato dal catenaccio di Ventura; non vedi là, doveva venire a fare lo splendido per poi magari raccogliere applausi mentre allo stesso tempo Padelli raccoglieva tre palloni dalla rete. Invece no: catenaccio, ripartenze e palle da fermo = 3 punti a Torino e noi in xxxx.

    Eh, ma l’appeal.

  10. Jerry il presi ne ha tirata fuori una dei tempi in cui l’allenatore” faceva meno danni” ( cit.)…non so se Brozo sia il ns Manicone o Giacomino Matteoli..però Mancio non deve avere paura a cambiare…quindi Brozo in mediana con Mateo, dietro Icardi o Palácio Shaq-Poldi e Hernanes o Guarin…il Guaro sta facendo bene ma meglio che i suoi tiri millimetrici li faccia da vicino la porta…e Mateo partendo da dietro può fare più male…

  11. Buongiorno, di solito mi limito a leggervi, stavolta mi gira di dire la mia.

    L’andamento del match di ieri non mi è parso diverso da altri. Nella gestione Mancini, le principali varianti in gioco non sono tecniche, ma psicologiche.
    Non a caso le partite migliori le abbiamo fatte con le squadre più forti, i risultati con squdre ostiche come le genovesi, e le cantonate con chi ci sta dietro.
    Il filo conduttore, invece, è quasi sempre stato un tentativo di conduzione del gioco tramite possesso palla e dominio territoriale. Sterilmente quando abbiamo camminato, produttivamente quando abbiamo corso e pressato.
    Nel caso di ieri, poi è anche mancata la trequarti. La mediana, così formata, poco di più poteva dare. Icardi dovrebbe fare di più la boa, ma se poi gli esterni non si sovrappongono la boa finisce lì immobile a galleggiare. La difese ha vanificato in 10 secondi gli altri 94 minuti in cui il toro non ha praticamente tirato in porta. È stata, quindi, proprio la trequarti a fare da anello debole della catena, con l’aggravante che nel gioco mancininano questa rappresenta il motore, tanto per creare il tuo gioco quanto per spezzare a monte il gioco avversario.

    Saluti a tutti

  12. se si pensa che il loro unico ammonito arriva all’85’ si capisce che non gli abbiamo nemmeno dato troppo fastidio

  13. tagnin: se si pensa che il loro unico ammonito arriva all’85’ si capisce che non gli abbiamo nemmeno dato troppo fastidio

    vero

  14. Vujen, d’accordo con parecchie cose. L’unico dubbio è che Hernanes il tiro da fuori ce l’ha (un po’ ad intermmitenza, veramente), ma per il resto finora è sempre stato molto discontinuo – e intendo proprio all’interno della stessa partita, sparisce per minuti ed anche per intere mezz’ore.

    Per quello che riguarda i dribbling, saltare l’uomo da fermo non lo sanno fare tutti, e ieri (così come con la Samp) giravamo intorno all’area con passaggi sempre sui piedi. Lanci nello spazio pochi, movimenti senza palla pochi, inserimenti da dietro pochissimi. Sarà che siamo imballati, sarà che non ci sono tutti gli automatismi, sarà un limite psicologico, ma se non ci provano nemmeno Palacio e Podolski qualche problema c’è.

  15. Daniele:
    Jerry il presi ne ha tirata fuori una dei tempi in cui l’allenatore” faceva meno danni” ( cit.)…non so se Brozo sia il ns Manicone o Giacomino Matteoli..peròMancio non deve avere paura a cambiare…quindi Brozo in mediana con Mateo, dietro Icardi o Palácio Shaq-Poldi e Hernanes o Guarin…il Guaro sta facendo bene ma meglio che i suoi tiri millimetrici li faccia da vicino la porta…e Mateo partendo da dietro può fare più male…

    sono d’accordo con la formazione
    il problema è che se ci avviciniamo all’area avversaria con mille passaggi, come fa kovacic a partire da dietro, se poi siamo in 8 tutti schierati a 30 metri dalla porta?
    l’unica squadra che poteva permettersi di giocare così era il barcellona di guardiola, con messi, iniesta, xavi, ecc.

  16. Interessante l’ultima intervista che sta girando di Thohir su fpf giocatori allenatore Inter in generale.

    Molto interessante.

  17. @ZeMario & altri. dall’altro post.
    Volelo dire entrambi grandi terzini allo stesso tempo.
    Come giustamente fa notare ZeMario, Bremhe- Bergomi,. Altrimenti siamo stati sempre latitanti o da un lato o l’altro.

  18. giocare in 8 a ridosso dell’area avversaria è difficoltoso (e anche pericoloso per le ripartenze avversarie). Se non hai l’uomo capace di dribblare per superare l’avversario sia sulla fascia ma anche centralmente, è complicato trovare soluzioni. L’unica cosa potrebbe essere fare a sportellate col difensore sulle fasce per cercare un varco per il cross (a rientrare), o un angolo, o una punizione…. ma devi avere esterni tosti, con i controcazzi e fisico da granatiere. Peccato che noi questi abbiamo

  19. Narya:
    Interessante l’ultima intervista che sta girando di Thohir su fpf giocatori allenatore Inter in generale.

    Molto interessante.

    Si traducendo liberamente, ha detto a quelli che ci stanno già dando per prossimi al fallimento che invece dovranno ingoiare tanta tanta melma… :-)

    lo ha detto gentilmente e all’orientale, ma l’ha detto.

    Nella stessa garbata maniera in cui, a precisa domanda, ha risposto che Zanetti essenzialmente è un grazioso soprammobile, portato in dote dalla vecchia zia romantica, un oggetto che non puoi evitare di esporre sul mobile, ma non useresti mai davvero :-)

    (leggete il passaggio dell’intervista, mi ha fatto morire dal ridere :-)

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/thohir-no-champions-no-problem-con-mancini-lavoriamo-insieme-per-175326

    http://www.fcinter1908.it/primo-piano/et-no-cl-no-problem-brand-da-200-mln-si-a-super-sponsor-e-lo-stadio-136801

  20. thohir si conferma perfetto nelle interviste (grande nel sottolineare che molti non hanno capito bene cosa sia iil fpf)
    e anche in tutto il resto, visto come sta conducendo la società
    management di alto livello
    allenatore da prima fascia
    acquisti in linea con quanto dichiarato (mirati, giovani, bravi, presi in accordo col mister)

    tra l’altro insiste nel portare l’età media a 26,5, vedrete se non sarà così il prossimo anno (giuro che farò il calcolo matematico)

    ancora non tornano i risultati sul campo (almeno nell’immediato), ma ci vuole tempo, con questa conduzione si può solo fare bene

  21. Anchi’io ho molta fiducia in questa dirigenza e nel Mancio!
    I risultati arriveranno !!!!
    E che venga il cagotto alle vedove di Mazzarri!!!

  22. Anch’io … Of course

  23. alebianchi73:
    thohir si conferma perfetto nelle interviste (grande nel sottolineare che molti non hanno capito bene cosa sia iil fpf)
    e anche in tutto il resto, visto come sta conducendo la società
    management di alto livello
    allenatore da prima fascia
    acquisti in linea con quanto dichiarato (mirati, giovani, bravi, presi in accordo col mister)

    tra l’altro insiste nel portare l’età media a 26,5, vedrete se non sarà così il prossimo anno (giuro che farò il calcolo matematico)

    ancora non tornano i risultati sul campo (almeno nell’immediato), ma ci vuole tempo, con questa conduzione si può solo fare bene

    perfetto!

  24. Le dichiarazioni di Et mettono a posto tante persone, netta cesura con il sotto- Saras, mi sembra che staff societario e tecnico siano realmente allineati e compatti…così ne usciamo e mettiamo a tacere le voci degli avvoltoi, tipo il buon Cerruti…

  25. Linus, il tiratore da fuori ce l’abbiamo e si chiama Hernanes, se poi anche questo si incaponisce con Kuzmanovic e i suoi fantastici passaggi a Ranocchia o nella migliore delle ipotesi a un terzino è un altro discorso. So solo che si parla di Duncan alla Samp per la bellezza di 3 milioni e Mancini che non vuole privarsi della risorsa Kuzmanovic per 5. Rasentiamo la follia.

    Linus:
    Come ho già scritto sul mio blog ci sono degli equivoci che Mancini deve risolvere – e siccome lo reputo un tecnico capace, sono convinto che lo farà, mi auguro non troppo tardi.

    Il primo è che Icardi è al momento un’ottima prima punta, non una punta unica: non è Milito, non è Cruz, e quando la squadra è schierata sulla trequarti avversaria lui non fa movimenti che aprono gli spazi. Il secondo è che Kovacic ha come armi migliori la progressione e la verticalizzazione: trequartista può andare bene in campo aperto, contro squadre chiuse si ingolfa. Il terzo è che non abbiamo un tiratore da fuori credibile, il che non solo ci impedisce di risolvere partite bloccate con una sassata da 20-25 metri, ma lascia anche le linee avversarie compatte, perché nessuno deve uscire a contrastare. Il quarto è che siamo lenti a ripartire: potrebbe dipendere dal fatto che siamo imballati fisicamente, spero che sia dovuto a carichi di lavoro per recuperare una preparazione estiva deficitaria.

    Poi abbiamo Palacio e Podolski, che al momento fanno poco, un problema di terzini (D’Ambrosio ok, di Dodò Mancini non si fida, di Nagatomo poco, Jonathan è scomparso e comunque è scarso dietro, Campagnaro non spinge abbastanza per certe partite), d’altra parte il mercato è stato fatto per uno che non prevedeva il ruolo (diceva di prevederlo come alternativa, sappiamo che non era vero) e Ranocchia, che oltre ai problemi di concentrazione ha perfezionato l’uscita a cazzo.

  26. Dimentichi anche Centofanti e Macellari. ..

    Pacific:
    @ZeMario& altri. dall’altro post.
    Volelo dire entrambigranditerziniallo stesso tempo.
    Come giustamente fa notare ZeMario, Bremhe- Bergomi,. Altrimenti siamo stati sempre latitanti o da un lato o l’altro.

  27. Non li ho visti personalmente…ma qualcuno ha parlato di giocatori sorridenti nel sottopassaggio mentre rientravano in campo…ecco…questa cosa proprio non mi piace…

  28. Rumenigge Shingo Tamai

    Aah, vedo che è finita l’antologia dei “ve l’avevo detto io che la rosa era scarsa”.
    Oggi, a mente fredda, si comprende che ci sono problemi di gioco e di intensità che possono essere tranquillamente risolti con gli stessi giocatori che abbiamo.
    Che 10-11 dei ragazzi in rosa possono tranquillamente competere con ogni squadra di questa serie A, nella partita singola. I problemi sono (e saranno per un po’) di continuità delle prestazioni ad alto livello, in conseguenza di un fattore essenziale ed ineliminabile: la giovanissima età dei giocatori che costituiscono l’ossatura della squadra.
    Uno dei centrali difensivi, il regista (in pectore), il centrattacco ed ora anche l’ala sinistra non superano i 23 anni.
    Come si fa a pretendere da loro esperienza e continuità ad alto livello?
    Lo vado dicendo da sempre e continuo a pensarlo, senza farmi troppo sconfortare da una media punti evidentemente negativa.
    Se così non fosse, e se fosse vero che schieriamo una rosa di giocatori da Frosinone, non si spiegherebbe come abbiamo fatto a mettere sotto la j*** per un tempo intero in casa loro, o come abbiamo fatto a ridicolizzare il Genoa. Tenendo presente che anche nella partita con la Lazio (una delle squadre più in forma del campionato), tolte le due puttanate sesquipedali sui gol (e anche un po’ di sfortuna), abbiamo concesso nulla o quasi nulla. La partita con la Samp non conta.
    C’è anche un problema di posizione dei giocatori in campo, ma io continuo a pensare che sia una questione marginale.
    In particolare, sulla posizione di Kovacic, io e qualcun altro diciamo da un po’ (io da due anni) che dovrebbe stare davanti alla difesa. Mancini (che ce l’ha davanti tutti i santi giorni) mi dice che lo pensa anche lui, ma che non è ancora pronto per giocare in quel ruolo: stop, mi fido.
    I ragazzi devono correre di più e devono prendersi le loro responsabilità: devono puntare l’avversario, devono infilarsi negli spazi e devono tirare. Tutte cose che facciamo soltanto quando siamo con l’acqua alla gola e/o quando abbiamo motivazioni fortissime.
    La partita di ieri è stata esemplare dei nostri limiti attuali. Quella del Cessum Stadium ha mostrato l’INTER nel bene e nel male.
    Quando i limiti saranno ulteriormente ridotti, saremo una bella squadra, indipendentemente dal fatto che arrivino acquisti che migliorino ulteriormente il tasso tecnico.
    Noi siamo l’INTER e da INTER dobbiamo giocare.
    Mancini e Tohir lo vanno ripetendo ad ogni intervista, come a volerlo inculcare nella testa dei ragazzi.
    Chissà perché…

  29. Esattamente come avete sottolineato le parole di ET sono state perfette. Sia sull’fpf sia sulla gestione della società sulla squadra e i suoi obiettivi.

    E io credo che torneremo eccome se torneremo. Dagli anni leggendari soltanto adesso- anche se tanto tanto in nuce- riesco a vedere una vera prospettiva. Speravo di avere meno bassi ma evidentemente il percorso è più complicato di quanto immaginassi.

    Gli schizzi delle pi nessuna esclusa sono molto indicativi.

  30. Adesso sta veramente diventando “IL FURORE DEI NEMICI” . Fuoco incessante da 360 gradi.
    Si vede che qualcosa di positivo sta’ prendendo corpo.
    Certo che mi manchera’ sempre il grande Mou. Che li caccia a calci in culo da Appiano.
    Quelli eran giorni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  31. Meno male che facciamo paura “fuori”. Ora speriamo di farne anche in campo

  32. @ZeMario.
    Probabilmente anche quelli erano meglio del duo di ieri.

  33. In campo vorrei vedere gente che quando è in campo si dimentica della figa..
    Ogni cosa a tempo debito come dissi a una mia ex che voleva scopare quando in TV c era l INTER…
    È durata poco…comunque

  34. Ho paura che se continueranno a comportarsi come ieri , cominceranno a vovare motorini dagli spalti.
    E’ meglio che si sveglino perche’ la pazienza e’ finita da un bel po.

  35. Volare, cacchio.

  36. Arbitri…
    Napoli in vantaggio con higuain in fuori gioco
    Diciamo che il regolamento è un optional…se ci szzeccano, bene…se no va bene lo stesso…
    E comunque c è da dire che Per in fa troppe respinte alla cazzo…

  37. E poi una cosa non la capisco…perche le squadrette di merda, eccezion fatta per il Sassuolo, usano il modulo a pullman solo contro di noi…

  38. @Nino.
    Perche’ sanno che te le tagli da solo, e prima o poi gli farai il regalino dei 3 punti.

  39. E’ poi, onestamente, se tu ci metti tutto quel tempo per arrivare all’area avversaria, quelli hanno il tempo di piazzare una portaerei, lascia perdere il pullman.

  40. Ah niente, quando trovi una squadra che difende in 10 sottopalla le strade sono 2: o fai girare la palla sugli esterni invertendoli spesso in modo che loro prima o poi cannino qualcosa con le diagonali e i movimenti o cerchi di abbassarti per tirarli fuori.
    Nel primo caso devi avere gente che da del tu al pallone e che lo faccia girare velocemente, e questo significa anche tempo e meccanismi rodati. Il secondo sistema non è detto che funzioni, perchè da una parte è più rischioso e dall’altra devi avere gente brava a fare contropiede e piazzamento anticipato.
    Ovviamente si può andare avanti continuamente sperando nella giocata del singolo che ti metta in superiorità numerica, ma quel giocatore lo devi avere e bisogna che in quel giorno riesca a farlo.

  41. Contro i pullman bisogna giocare alla inglese…agonismo caciara e palle in area…senza soste

  42. ZeMario, sul tiratore Hernanes ho già risposto a Vujen: in astratto sono anche d’accordo (anche se finora da noi non si è dimostrato questo cecchino), in pratica il Profeta è da un anno che gioca spezzoni e si assenta per intere mezz’ore. Siamo già lenti e prevedibili così, manca anche regalare un uomo all’avversario, a maggior ragione in mezzo al campo.

  43. Tanto per cambiare…rigore ridicolo per il Napoli…in aggiunta al gol in fuorigioco…
    Non c e che dire…sono i migliori arbitri d europa

  44. uno schifo…niente di nuovo.

    nino44:
    Tanto per cambiare…rigore ridicolo per il Napoli…in aggiunta al gol in fuorigioco…
    Non c e che dire…sono i migliori arbitri d europa

  45. Beh Mancini ha detto che andremo in Champions. Si, penso che lui il prossimo anno la giocherà in effetti.

  46. Bene…la squadra di peracottari ha vinto con gol in fuorigioco e rigore inventato…mai che ci capitano a noi ste fortune!

  47. Comunque il napule, pur non avendomi fatto una grande impressione, corre tre volte quello che facciamo noi con i nostri ritmi anni ’50.

  48. Si, scusa, ho visto la tua risposta dopo aver scritto il tuo messaggio…sta di fatto che anche nella partita di Empoli il pessimo Hernanes ha messo in testa a Palacio il gol del l’1 – 0 . Come ho detto in altre occasioni Kuz può essere utile a 20 minuti dalla fine quando vinci 2-0 in casa per addormentare la partita. Eviterei di addormentare la partita dal 1 o minuto col Torino. Poi Palacio mi sembra un altro pallino. Purtroppo segna molto poco rispetto a quanto gioca. Il secondo tempo con la Lazio o con la Juve con 4/5 tra punte,mezze punte e centrocampisti offensivi non ha insegnato nulla.

    Linus:
    ZeMario, sul tiratore Hernanes ho già risposto a Vujen: in astratto sono anche d’accordo (anche se finora da noi non si è dimostrato questo cecchino), in pratica il Profeta è da un anno che gioca spezzoni e si assenta per intere mezz’ore. Siamo già lenti e prevedibili così, manca anche regalare un uomo all’avversario, a maggior ragione in mezzo al campo.

  49. Pare che Pereira vada all’Estudiantes con obbligo di riscatto…

    Pepepepepepepepeppe- Brigitte Bardot , Bardot, A E I O U Y, Y mi amigo Charlie Brow…

  50. Pensa che ieri Donkor è stato l’ultimo a saltare l’uomo…Comunque non è che magari ci serve un terzino al posto del centrale?

    Pacific:
    @ZeMario.
    Probabilmente anche quelli erano meglio del duo di ieri.

  51. ZeMario: Pensa che ieri Donkor è stato l’ultimo a saltare l’uomo…Comunque non è che magari ci serve un terzino al posto del centrale?

    Fai anche un paio…

  52. ZeMario: non è che magari ci serve un terzino al posto del centrale?

    Ricordiamoci che il mercato estivo è stato fatto per un tecnico che non prevedeva il ruolo se non come alternativa (a parole, nei fatti abbiamo visto che non lo prevedeva proprio): prevedeva gli esterni di centrocampo, che non sono la stessa cosa.

  53. @ZeMario.
    Donkor ieri e’ stato meglio di tutti e 3 che lo hanno preceduto in partita.

  54. ..ok ok hanno messo il pullman ma perché gli altri fanno sempre gol?!
    mah,sembriamo sempre leziosi, confusi,sempre col taglio alla moda…gli altri intanto corrono.
    la fiducia rimane, sempre!
    anche se mi fanno così incazzare da perdere il sonno.
    a proposito, ho finito la grappa..mi tocca ricomparla per Sassuolo e Napoli. .

  55. -23 dal primo posto;
    -16 dal secondo posto;
    -10 dal terzo posto…

    Eppure sono convinto che si possa solo migliorare.

  56. Ci aggiungerei anche
    -8 dal 4° e 5° posto (qualificazione EL).

  57. IN questo periodo (anche se fossi un ex presidente dell’inter) eviterei di parlare di CL perché a me pare come se si volesse a tutti i costi suonare un allegro motivetto sul ponte di un transatlantico che si è appena squarciato lo scafo urtando contro un grosso iceberg.

  58. New Thoreau: Eppure sono convinto che si possa solo migliorare.

    io penso che potremmo infilare un filotto e a fine campionato rimango convinto che saremo verso il 5-6° posto.
    Certo che a -10 dalla CL a girone di ritorno iniziato credo che tutte le speranze siano ormai sfumate

  59. Quoto, come dicevo ieri almeno ha saltato l’uomo prendendo una punizione fuori area. In fase difensiva quando la devi buttare sulla fisicità si sono visti i limiti dati dall’età. ..

    Pacific:
    @ZeMario.
    Donkor ieri e’ stato meglio di tutti e 3 che lo hanno preceduto in partita.

  60. Sandrex: Meno male che facciamo paura “fuori”.

    si stanno cacando sotto
    (cit)

  61. New Thoreau: i nostri ritmi anni ’50

    negli anni ’50 però eravamo molto più forti

  62. Nuovo post!