Inter-Sampdoria: la partita

La Coppa Nazionale, si sa, è sempre stato il primo amore di Mancini (10 vittorie in Italia, 1 in Inghilterra, 1 in Turchia: la stella d’argento dovrebbe metterla lui, altro che Roma o Juve) e in questo esordio proprio non vuole steccare, tantomeno contro la sua Sampdoria allenata dal suo grande amico Mihajlovic.

In campo la formazione quasi titolare, con Medel e Kuzmanovic a coprire la coppia Andreolli-Juan Jesus e, soprattutto, il debutto di Shaqiri dal primo minuto a completare una linea d’attacco che non vedevamo almeno dal 2010: Shaqiri, Kovacic e Podolski alle spalle di Icardi. Anche se i quattro si specchiano troppo e mancano di incisività, non riuscendo a essere concreti contro una Samp in 10 dal 12esimo minuto proprio grazie a una loro azione.
Ma i campioni, lo sappiamo, risolvono anche le partite in cui sembra che la palla non voglia entrare neanche su rigore (sbagliato da Icardi). E così va: verticalizzazione di Shaqiri, boa di Podolski e triangolo sullo stesso Shaqiri, che con un tiro a incrocio sul secondo palo bagna il suo debutto con un gol decisivo. Poi la Samp fa in tempo a restare in 9 e Icardi ad approfittare di un disimpegno sbagliato di De Silvestri all’ultimo minuto: anticipa Romero e festeggia con il gol numero 15 in stagione (in 26 presenze) la nascita della sua primogenita Francesca.

Nello storify, tutta la partita raccontata da Nk, NicolinoBerti e Grappa. Con numerosi ospiti e costanti riferimenti a quello che è il vero faro di questa squadra e di tutto il calcio italiano: Zdravko Kuzmanovic.

About Twintercronache

Le #twintercronache di tutte le partite dell'Inter. Live su @Bausciacafe

79 commenti

  1. Fabio1971: Sembrerebbe brozovic e murillo

    Dopo The Wall, forse arriva Murillo…un nome, una garanzia.

  2. Pacific:
    Signori. Ormai e’ chiaro chei veri protagonisti nel calcio sono diventati gli arbitri. Altro che giocatori top, qua e top la’.Sono gli arbitri che decidono chi vince e chi perde.E’ ormai un “CALCIO WRESTLING”, dove tutto e’ deciso a priori.Una cosetta da aggiungere.Ma a questa coppa non frega un cacchio a nessuno ????????????
    Tutti in campo con le riserve e mollicci, mentre in Inghilterra si scannano anche per le amichevoli piu insignificanti.
    Per forza poi i giuocatori italiano fuori dal confino non valgono una cippa. Abituati come sono a certi andazzi!!!

    E’ una cosa ormai radicalizzata da un po’, anche quando arbitravo io era così. Alle basse categorie no, lì frega niente a nessuno, ma quando cominciano ad andarci di mezzo i tanti soldi di un’industria le cose cambiano.
    Poi gli errori ci stanno e di vedere male capita, soprattutto alle velocità a cui giocano oggi, ma ti posso assicurare che un arbitro di livello può metterti davvero in enorme difficoltà e se è abbastanza bravo non ha bisogno di episodi clamorosi come rigori o cose del genere. Non te ne accorgi nemmeno. Tagliavento è un ottimo esempio di come si può diventare internazionali, essere considerati “bravi”, ma avere un impatto sulla partita e sul risultato tutt’altro che neutro. Basta saper leggere una partita e applicare il regolamento più alla lettera o più interpretativi a seconda.

  3. Per Murillo dicono che è fatta, anche se dovrebbe arrivare a giugno…

    Ducan è stato riscattato dalla Samp per 3 ml e M’Baye verrà riscattato a giugno per circa 4 ml, se il Bologna ritorna in serie a.

  4. Nuovo post!