Amaro, ma non troppo

Quanti di voi erano convinti di uscire dall’Olimpico con almeno un punto alla vigilia di Roma-Inter?
Non vedo mani alzate.
Ed era effettivamente piuttosto scontato che una squadra in salute, a punteggio pieno e difesa imbattuta nelle partite casalinghe, più forte in tutti i reparti (riserve incluse), battesse la derelitta Inter post-mazzarriana, ancora in cerca di una identità tra interpreti fuori ruolo, assenze pesanti e stupidità calcistica mal distribuita.

La missione che Mancini ha accettato con sprezzo del pericolo è cominciata con un trittico di partite insidiose nelle quali certi problemi sono riemersi sistematicamente: gara dopo gara però l’Inter, malgrado le centinaia di bestemmie provocate tra i tifosi durante la visione, ha effettivamente mostrato qualcosa di diverso.
L’euforia paradossa che il Mancio ha diffuso nell’aere è coincisa con più cattiveria in campo, capacità di reagire con veemenza al solito, puntuale gol dello svantaggio e anche una certa dose di culo, che non guasta mai viste le ultime, nefaste stagioni, deficitarie anche in tal senso.

A Roma, facendo uno sforzo di ottimismo nonostante una classifica che ci vede mestamente undicesimi, nella famigerata parte destra del tabellone, ma comunque a “soli” sei punte dalla chimera chiamata terzo posto, non ho visto affatto una brutta Inter: piuttosto ho visto brutte cose, sciagure dei singoli che ci condannano all’affanno perpetuo.
Errori di comunicazione, interventi completamente fuori tempo e fuori luogo, movimenti imprecisi, diagonali mancate, falli non spesi o spesi malissimo, nella dabbenaggine calcistica che accompagna le nostre sconfitte non manca davvero niente.

Diciamo che non l'abbiamo vista moltissimo, dai.

Diciamo che non l’abbiamo vista moltissimo, dai.

Inutile stare qui a fare processi al Juan Jesus, Dodò, Ranocchia o Guarin di turno: nel calcio si vince e si perde in undici uomini, anche quando a sbagliare sono sempre gli stessi.
Mancini lo sa bene, come sa bene che insistere con i fuori ruolo sia un modo temporaneo per provare a cercare una soluzione, un surrogato di quel modulo che, con i giocatori adatti, lui vorrebbe proporre in modo continuativo. Non riesco a biasimarlo, ma forse sarebbe il caso di sospendere le richieste di mercato fatte “sul campo” fino a gennaio, pensando al modo migliore di fare nove punti nelle prossime tre partite, salvaguardando però quei progressi di mentalità, grinta e voglia di soffrire che si sono comunque visti nelle poche gare della sua gestione.

Pensare ai punti lasciati per strada finora, con un calendario più che favorevole e una classifica così corta, fa girare le palle in modo vorticoso: appena due vittorie in più ci avrebbero proiettati esattamente a pari punti con il Napoli. Per fare l’albero ci vuole il fiore, ma per recuperare posizioni servono i punti e per fare punti servono risultati e continuità, quella continuità che solo un undici consolidato, scevro il più possibile dalla clamorosa quantità di cazzate evitabili viste in questi mesi può garantire.

In attesa degli interventi (perché ci saranno, vero Thohir? VERO???) sul mercato di riparazione, a Mancini si chiede, ancora una volta e come al suo predecessore, di sfruttare quello che ha a disposizione per limitare i danni, strutturare al meglio l’idea di calcio che già si intravede e abbinare all’entusiasmo, piacevole quanto effimero, se non corroborato dalle vittorie, miglioramenti evidenti non solo nell’approccio, ma soprattutto nel gioco d’attacco e nella capacità di compensare, se non ridurre al minimo, gli atavici difetti di giocatori deboli, nei piedi come nel carattere.

A questa Inter mancano i leader in campo e un sacco di altre cose, ma è arrivato il momento di smetterla di nascondersi dietro a un dito per affrontare a testa alta le responsabilità che vestire una maglia come quella nerazzurra comporta. Chi non riuscirà a capirlo sarà pregato di accomodarsi in panchina, o altrove.
O almeno lo spero.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

196 commenti

  1. ZeMario:
    Perché ha detto qualcosa?

    …che non reagiva e che non reagisce che ancora sto aspettando la replica a “comportandosi allo stesso modo noi siamo andati in B , altri hanno intascato uno scudetto”

    Non te lo ricordi il comunicato stampa ?

    “La Juve cerca ancora di cambiare il corso della storia. Il nostro è stato uno scudetto legittimo e i bianconeri sono retrocessi in B con tutta la loro reputazione”

  2. @Linus
    tanti, in questo paese, sono interessati. A falsarla, farla sparire o, almeno, dimenticare.
    Fermandomi a moggi, attaccare l’Inter, oltre che “facile”, serviva a questo. Falsare, far sparire o, almeno, dimenticare, ogni verità processuale, compresa la SUA. Sarebbe bastato questo motivo per REAGIRE. Ma, forse, anche tra i possibili “reagenti” POCHI erano interessati…

  3. Amstaf:
    Esiste una logica per cui questa sera dovrei tifare juve? Non lo so e non mi interessa, io spero vinca la viola, della quale, per inciso, non mi importa nulla.
    Sul processo di Napoli, sarebbe interessante sapere se qualcuno lo abbia seguito, ma non sui resoconti dei giornali o tv, dico seguito veramente, magari ascoltandosi le udienze (pallose all’infinito ma utili per capire che la realtà non è quella riportata dai media). Perché leggo interpretazioni ardite…e le risalite su nel cielo aperto…

    Io ne ho seguite un po’ su radioradicale.
    E mi rimane sempre in mente lo scazzo fra Moggi e Zeman.
    Zeman diceva che dopo l’esonero di Napoli era colpa di Moggi se non riusciva piu’ a trovare un ingaggio e Moggi furioso diceva che Zeman doveva solo che ringraziarlo perchè al Napoli aveva beccato tipo 5 miliardi per sei mesi di lavoro.
    Lo mettevano pure nello stacchetto dopo il “dies irae”.

  4. No, quella rispondeva alla farneticazioni riguardo Moratti che aveva accettato uno scudetto che non ci spettava per troppo amore. Devono ribattere colpo su colpo possibilmente umiliandolo. ..

    bellins: Non te lo ricordi il comunicato stampa ?

    “La Juve cerca ancora di cambiare il corso della storia. Il nostro è stato uno scudetto legittimo e i bianconeri sono retrocessi in B con tutta la loro reputazione”

  5. Ausilio è in Inghilterra per ……lli!!

  6. @paolo
    anch’io ho usufruito di radioradicale. Anni fa, prima di calciopoli, intervistarono Alessandro Arrighi, noto terminator, che presentò i suoi libri (scudetti col verme e Juve il grande inganno). Ma ora credo abbia preso il sopravvento un redattore gobbo, hanno trasmesso incresciose interviste a difensori e “consulenti”, i peggiori, della difesa moggi, nonché presentato un libro del suo avvocato, diciamo “revisionista”. Va bene che i magistrati, per loro, hanno quasi sempre torto, ma veramente sembrano un sito gobbo dei peggiori. Però sentire le udienze mi fu utilissimo. Certo di sabato sera… ma tanto ho la bimba.

  7. ZeMario:
    No, quella rispondeva alla farneticazioni riguardo Moratti che aveva accettato uno scudetto che non ci spettava per troppo amore. Devono ribattere colpo su colpo possibilmente umiliandolo. ..

    Dopo anni di silenzio e battutine tra amici di famiglia (Es. “giacortone ? Era una battuta, era in un sms molto affettuoso…”), quella è stata una risposta che gli ha fatto abbassare la cresta, tant’è che si sono offesi per bocca di Marotta…

  8. Beh conunque questo sarebbe il mio 11 per i furlans:
    Handa
    naga ranocchia vidic jj
    guarin medel Dodo
    kova
    osvaldo Icardi

  9. Amstaf:
    @paolo
    anch’io ho usufruito di radioradicale. Anni fa, prima di calciopoli, intervistarono Alessandro Arrighi, noto terminator, che presentò i suoi libri (scudetti col verme e Juve il grande inganno). Ma ora credo abbia preso il sopravvento un redattore gobbo, hanno trasmesso incresciose interviste a difensori e “consulenti”, i peggiori, della difesa moggi, nonché presentato un libro del suo avvocato, diciamo “revisionista”. Va bene che i magistrati, per loro, hanno quasi sempre torto, ma veramente sembrano un sito gobbo dei peggiori. Però sentire le udienze mi fu utilissimo. Certo di sabato sera… ma tanto ho la bimba.

    Ho avuto spesso la stessa impressione. Secondo me Bordin è/era gobo.

  10. ammetto che il processo l’ho seguito dai resoconti, che io sappia una frase tipo io truccavo i campionati per difendermi o similare o che solo le si avvicini un pò non credo l”abbia mai detta in quanto sarebbe una confessione in piena regola che non ha mai reso.

    quello che so e che ho letto è che in quel processo ci fu una fila di testimoni chiamati a carico o a discarico e non ce ne fu uno che gli diede contro, mentre sotto la lente per questo ci fu messo solo il Mancio che non detrasse niente di quello che aveva affermato contro Rosetti ma diede una spiegazione che fece incazzare tutti gli Interisti e che rimasero incazzati con lui fintanto che non venne di nuovo assunto a fare il nostro allenatore di nuovo.

    il fatto che nessuno degli addetti ai lavori abbaiò contro moggi non mi sorprese più di tanto in quanto oramai erano passati cinque anni e la giuve era tornato più gobba e ladra che mai, sia in campionato che in federazione che si è sempre fatta mettere sotto i piedi da lei, figuriamoci cosa ci si poteva aspettare da un singolo addetto ai lavori che in quell’ambito ci avrebbe dovuto, o avrebbe voluto, lavorarci ancora.

    riguardo ai richiami sull’Inter vi ricordo che furono dettati anche da quello stronzo di Palazzi che avviò un’inchiesta nonostante fosse tutto prescritto e l’unico Testimone che avevamo era morto.

  11. bellins: non gli nominare Duncan

    i migliori auguri per il prosieguo della carriera, possibilmente da qualche altra parte

  12. il giorno in cui la juve perde è sempre un gran bel giorno
    non tiferò mai per quelli là, neanche per sbaglio

    son 3 anni che mangio merda, e prego che tutto questo finisca prima possibile

    la mossa mancini è la prima ventata di aria buona, ma adesso thohir deve svegliarsi

  13. alebianchi73: il giorno in cui la juve perde è sempre un gran bel giorno
    non tiferò mai per quelli là, neanche per sbaglio

    si

    ci ho pensato prima in macchina in fila, ma ero davvero molto annoiato

    per cui ci ho pensato per un intero secondo, di cui il 99,99999999999999% speso a considerare che neanche se dipendesse lo scudetto, da una vittoria juve, farei il tifo per loro, al limite accetterei passivamente il risultato

    stasera, qualsiasi risultato ci va bene; o la Fiorentina perde tre punti, o due punti entrambe, o se l fiorentina vince è comunque una goduria, tanto inutile rammaricarsi dei tre punti viola, se NOI non mettiamo insieme qualche vittoria di seguito

    eppoi, di pancia, una vittoria viola contro i gobbi, a Firenze, è una goduria, non sono mai sconfitte e vittorie normali, da quelle parti

  14. Fabio1971: si

    ci ho pensato prima in macchina in fila, ma ero davvero molto annoiato

    per cui ci ho pensato per un intero secondo, di cui il 99,99999999999999% speso a considerare che neanche se dipendesse lo scudetto, da una vittoria juve, farei il tifo per loro, al limite accetterei passivamente il risultato

    stasera, qualsiasi risultato ci va bene; o la Fiorentina perde tre punti, o due punti entrambe, o se l fiorentina vince è comunque una goduria, tanto inutile rammaricarsi dei tre punti viola, se NOI non mettiamo insieme qualche vittoria di seguito

    eppoi, di pancia, una vittoria viola contro i gobbi, a Firenze, è una goduria, non sono mai sconfitte e vittorie normali, da quelle parti

    Io non mi sono mai posto il problema di sapere chi fosse l’avversario della juve per tifare contro i gobbi…ad ogni partita tifo contro di loro sempre e comunque.

    A Firenze la considerano la partita dell’anno, vincere contro di loro è un obiettivo stagionale…

  15. Rumenigge Shingo Tamai

    @Amstaf: perfetta la tua disamina della condotta difensiva di moggiluciano.
    Del tutto sbagliata la condotta tenuta da noi, INTER. Se anche avessimo torto marcio e persino se fossere vere le castronerie dei retro-cessi, dalla costituzione come parte civile nel processo di Napoli noi potevamo solo ricevere benefici. L’essere rimasti in disparte non ha alcun senso.
    Posso capire la paura di qualche testimone di disturbare chi, ancora oggi, detiene il potere nel calcio italiano (non moggi, che era lo scemo mandato avanti a metterci la faccia e a pagare per tutti).
    Ma l’INTER aveva (ed ha sempre avuto) la forza per sbattere le scarpe sul tavolo.
    Il non averlo fatto in sede processuale non è sbagliato, è incomprensibile.
    In ogni caso, sul processo, io non mi facevo grosse illusioni e, fino ad ora, è andato meglio di quanto mi aspettassi.
    Le indagini sono state svolte malissimo (anche in conseguenza di fattori esterni, come la provvidenziale fuga di notizie del maggio 2006) e il processo di primo grado è stato condotto anche peggio.
    Il Tribunale ha emesso una sentenza superficiale, che ha confermato i dubbi sulla capacità-volontà del giudice di comprendere appieno la materia sottoposta al suo esame.
    La Corte d’appello, pur vincolata da un’istruttoria zoppa e spesso forviante, ha invece centrato le questioni essenziali ed ha emesso una sentenza-macigno, che sbatte in faccia una condanna agli imputati, anche al di là di quanto realmente emerso.
    Io ho una mia idea su quella che è stata (…) la situazione del calcio dalla fine degli anni 90 al 2006. Idea, peraltro, del tutto priva di riscontri.
    C’è un puzzle, composto da retrocessioni, fallimenti, ripescaggi, salti di categoria, presidenti federali di una certa estrazione, concordati fiscali, che fa pensare che il calcio professionistico italiano, per un lungo arco di tempo, sia stato una sorta di “camera di compensazione” per affari di altra natura.
    moggi è stato il capobastone di un gruppo che aveva altrove i veri cervelli; tutti quelli che sono rimasti in piedi e continuano a collezionare cariche, o dei quali non si è mai neppure parlato.

  16. si tutto giusto e condivisibile

    ma il punto del mio iniziale intervento non era cosa pensate di Calciooli, quello ormai è stato stra-discusso

    io chiedevo, cosa pensate del comportamento di Zanetti nei confronti di Gianfelice Facchetti, in relazione alla testimonianza resa per la causa intestata contro Moggi, in cui è stato sentito come testimone

  17. Rumenigge Shingo Tamai

    @Fabio: Zanetti è l’INTER. E come ho detto, io non capisco che stanno facendo.

  18. @Rumenigge
    condivido ed aggiungo che è tipico dei poteri in questo paese.
    Su Zanetti: lui sarà anche l’Inter ma è cresciuto in un ambiente (in Italia intendo) dove cane non morde cane, per snobismo, corporativismo, piccoli (se rapportati nel lungo periodo) interessi economici. Peccato che il cane che non morde è quello a cui hanno portato via, rubato, l’osso per anni…ma prevale un istinto innaturale. Zanetti, brava persona, è l’esempio di questo modo di “vivere”, un po’ servile senza saperlo. Forzando, ma non troppo, complici involontari a loro insaputa. Se quello di Mancini fu, o almeno si potrebbe considerare, modesto paraculismo (la carne è debole) questo è “forma mentis”. Senza offesa, molto morattiano. Bau bau sotto la Saras e basta. Non credo alla teoria di corso del grande complotto morattiano, ma capisco chi la pensa, l’illusione che Moratti abbia sconfitto i cattivi. No, indagavano su tutt’altro, è stato, in un certo senso, un colpo di culo, non per noi ma per una minima Giustizia.

  19. Cane non mangia cane(parliamo di famiglie di industriali)

    Le carezze all’amico andrea, contro le bordate viscide

    Zanetti è telecomandato da Moratti, quindi si muove di conseguenza

    Mancini si è sempre tenuto una porta aperta all’italiana, che non si sa mai, tipico all’Italiana

    ma di che parliamo?

  20. Ultima perla dei servi di turno. “Lotito salvato dalla FIGC”.
    La situazione attuale in Italia e’ peggio dei tempi del far west dove la giustizia e’ al servizio dei forti e prepotenti.
    I gobbi possono dire e fare a loro piacere, ma se qualcun’altro si permette di aprire bocca nei loro confronti dovrebbe finire subito in tribunale.
    Ma come fa’ una nazione intera a sopportare tanta arroganza???????????????

  21. @Pacific
    sopporta anche di peggio. Molto. Con rassegnazione mista ad indifferenza. Alla lunga complicità.

  22. @ Amstaf

    ok

    condivido

    @ Rumenigge Shingo Tamai

    ma nell’occasione della testimonianza, Zanetti è da capire se debba essere considerato il vicepresidente dell’Inter oppure la persona Zanetti

    ma sinceramente non so in quale caso ne esca peggio, e forse non c’è neppure una distinzione possibile di questo tipo

  23. Jerry: ma di che parliamo?

    dell’unico che l’ha preso in tasca, cioè Facchetti

  24. Comunque se confermasse quell’11 con Kuz, Dodo terzino , campagnaro terzino e senza Icardi firmerei per un pareggio…

  25. @Amstaf

    caro ita(g)lia e giustizia è oramai un ossimoro perfetto. E quella *sportiva* non può che essere ulteriore conferma…

    Il fatto è che oramai non ci si adira neppure più…al massimo si sopporta e si fanno spallucce. Eppure la cloaca sta tracimando. Gli ultimi eventi (e anche in quel contesto è cicciato fuori qualche pedatore ben conosciuto) sono emblematici. E rivoltanti.

    Quindi anche a me frigge il sangue leggere certe dichiarazioni da parte di Zanetti ma come avete già detto non mi attendo nulla di diverso. Ecco perchè quel comunicato è stato salutato con immensa gioia da parte degli Interisti…attendo comunque le azioni conseguenti…

  26. Non è che il Sassuolo è più forte di noi…è che la roma si impegna solo con le squadre di un certo livello

  27. Cavoli vien da piangere a pensare che qualcuno aveva visto del buono in una partita che poteva finire 6 2
    Ragazzi con la difesa che ci ritroviamo fare 5 punti fino alla fine del girone di andata sarà molto difficile
    e quando leggo affermazioni del tipo,questa non la sbagliamo,stavolta svoltiamo,il dubbio diventa certezza!!

  28. Eppoi loro puntano alla cempionze…

    nino44:
    Non è che il Sassuolo è più forte di noi…è che la roma si impegna solo con le squadre di un certo livello

  29. Ho come l’idea che se ci fosse ancora Mazzarri il blog sarebbe pieno di strali contro quell’imbecille che prende 4 pere da una squadra in crisi che -per ora- piglia 2 pere dal Sassuolo quando poteva invece rifarsi sotto alla Juve.
    Meno male che col Mancio ci risparmiamo certe litanie
    Tra l’altro speriamo la rimettano in sesto

  30. Ovviamente “in crisi” era una provocazione.
    Mazzarri l’anno scorso pareggia 0-0 con la Roma,e questa era in crisi.
    Il Mancio ne prende 4 ma la Roma è in salute.
    Grazie Thohir per aver riportato raziocinio nelle menti obnubilate dall’odio

  31. Sì ma anche questo la difesa se la va a scegliere lui. Secondo me dodo terzino non ha senso come ben sanno a Roma. Avrebbe senso a centrocampo con difesa a 4 e JJ terzino e vidic in mezzo con ranocchia …

    willerneroblu:
    Cavoli vien da piangere a pensare che qualcuno aveva visto del buono in una partita che poteva finire 6 2
    Ragazzi con la difesa che ci ritroviamo fare 5 punti fino alla fine del girone di andata sarà molto difficile
    e quando leggo affermazioni del tipo,questa non la sbagliamo,stavolta svoltiamo,il dubbio diventa certezza!!

  32. Io sto riscaldando i motori che Icardi in panca era da dementi prima e lo è pure adesso …

    Sandrex:
    Ho come l’idea che se ci fosse ancora Mazzarri il blog sarebbe pieno di strali contro quell’imbecille che prende 4 pere da una squadra in crisi che -per ora- piglia 2 pere dal Sassuolo quando poteva invece rifarsi sotto alla Juve.
    Meno male che col Mancio ci risparmiamo certe litanie
    Tra l’altro speriamo la rimettano in sesto

  33. Sesto posto.
    Nono posto.
    Quinto posto.
    Dopo 13 giornate undicesimo posto.
    A nessuno viene il dubbio che questa squadra (l’inter) valga oggettivamente i piazzamenti ottenuti?
    Quasi sempre la soluzione ad un problema è anche la spiegazione più semplice.

  34. Il problema è molto semplice non si doveva prendere Mazzarri,non lo si doveva riconfermare,però pensare
    che l’Inter è messa cosi male solo per colpa sua è ridicolo e poco intelligente.
    L’Inter ha giocato forse il peggior calcio che io ricordi ma con i giocatori che abbiamo lui aveva comunque capito
    che l’unico modo era difesa e contropiede poi hanno cominciato a menarla col brutto gioco e lui si è incartato,tra l’altro l’unico giocatore che aveva chiesto era Rolando il migliore dei difensori possibili considerando le due sciagure
    che giocano ora,se guardo gli attaccanti che dobbiamo affrontare nelle prossime partite temo che per vincerle
    dovremo segnare almeno 3 goal a partita!

  35. Willerneroblu
    Abbi pietà di noi!

  36. Adesso sono almeno due le squadre che hanno fatto due gol alla roma all’olimpico in campionato…

  37. Per noi altro competitor per la qualificazione all’EL del prossimo hanno: il Sassciuolo…

  38. Peccato per la squadra di Di Francesco, aveva fatto una gran bella partita di fatto annullando la roma.

  39. Tanto per cominciare, la Roma e’ come se non fosse nemmeno entrata in campo nella prima mezzora.
    Avendo sia la testa che le gambe alla prossima partita. Riguardo la pippagine dei giocatori dell’Inter. Per qualcuno
    e’ vero , ma i 90 min. giocati oggi dal tanto bistrattato Taider, dimostra che se messi in campo in modo solo decente, tanto pippe poi non sono. E’ non e’ il solo, ce’ ne’ sono anche altri che erano seppelliti da insulti continui, mentre adesso fanno bene altrove.

  40. il mancio ne ha presi 4 provando a giocare a calcio..

    ma come si fa a parificare?…
    nessuna litania.. profilo alto e non più basso..

    poi si vince e si perde…:)

  41. Abbiamo tutta la UEFA impegnata a far si che rispettiamo il FPF…
    Sembra che il controllo dei conti dell’inter impegni tutto il massimo organismo calcistico europeo…
    Minchia, hanno tanto da fare durante tutto il giorno questi dell’UEFA.

  42. Pare che Jonathan a giugno tolga le tende.
    Il saldo degli scarsi potrebbe recitare -1…
    Bene, bene la cura mancini inizia a dare i primi risultati.

  43. Mancini guarda alla premier, alla liga e alla ligue 1 per rinforzare l’inter a gennaio e pensa a Milner, Cerci, Lavezzi, Kolarov…
    Ausilio osserva la serie B e pensa a Victor Da Silva del Pescara…

  44. Buongiorno cialtroni, nuovo post!

  45. Amstaf:
    @Rumenigge
    condivido ed aggiungo che è tipico dei poteri in questo paese.
    Su Zanetti: lui sarà anche l’Inter ma è cresciuto in un ambiente (in Italia intendo) dove cane non morde cane, per snobismo, corporativismo, piccoli (se rapportati nel lungo periodo) interessi economici. Peccato che il cane che non morde è quello a cui hanno portato via, rubato, l’osso per anni…ma prevale un istinto innaturale. Zanetti, brava persona, è l’esempio di questo modo di “vivere”, un po’ servile senza saperlo. Forzando, ma non troppo, complici involontari a loro insaputa. Se quello di Mancini fu, o almeno si potrebbe considerare, modesto paraculismo (la carne è debole) questo è “forma mentis”. Senza offesa, molto morattiano. Bau bau sotto la Saras e basta. Non credo alla teoria di corso del grande complotto morattiano, ma capisco chi la pensa, l’illusione che Moratti abbia sconfitto i cattivi. No, indagavano su tutt’altro, è stato, in un certo senso, un colpo di culo, non per noi ma per una minima Giustizia.

    ripeto mi fa sommo piacere pensare che ci sia stata la nostra lunga mano, alzata però per legittima difesa e non per offesa come l’hanno alzata loro nei nostri confronti, ma capisco chi non ci crede , aggiungo però che non vedo il motivo di indagare, spiare Vieri se non per avere la scusa se scoperti, di avere messo sotto quelli di Tronchetti per lui, dal momento che non era lui che ci faceva perdere le partite visto che volendo lo potevi mettere in panchina e fare giocare un altro oppure venderlo, ma spiarlo cosa è servito?

    un’altra cosa diretta a quelli che la gobba non la tiferebbero mai cascasse il mondo:

    l’idea che fosse lei con una vittoria a favorire uno nostro scudo o in secondo piano un pass per la champion è una cosa che mi farebbe godere il doppio in quanto ci odiano come noi odiamo loro e la cosa li farebbe incazzare ancora di più, parlo dei tifosi perchè in alto nelle dirigenze e tra gli addetti ai lavori tutto questo odio è solo finto dal momento che lì quello che conta sono gli interessi economici prima di tutto e fare i bau bau con la stampa conta fino ad un certo punto, poi prevalgono le logiche più convenienti.

    da oggi anche il Mancio sotto le forche caudine…

    auguri Mancio! che ne avrai bisogno più di quanto ti aspetti.