Mancini in nerazzurro: gli 11 momenti d’oro (sul campo)

1. Parma, maggio 2008
La doppietta di Ibra sotto la pioggia, un grande Balotelli e Nelson Rivas al centro della difesa.

Cattura

2. Torino, settembre 2005
Il gol di Veron nei supplementari porta alla Supercoppa in casa della Juve. E ancora piove.

3. San Siro, agosto 2006
Al minuto 34, la Roma sta 0-3, poi segna Vieira e comincia la rimonta per la Supercoppa, completata da Figo nei supplementari.

4. Firenze, settembre 2006
Doppietta di Cambiasso, poi Ibra, prima vittoria con lo scudetto sulle maglie, due giorni dopo la morte di Facchetti.

5. San Siro, gennaio 2005
Al minuto 85 Inter-Sampdoria sta 0-2: in 6 minuti segnano Martins, Vieri e Recoba, ci sta anche un palo, diventa un dvd.

6. San Siro, ottobre 2006
Milan-Inter 3-4, con Materazzi espulso dopo aver siglato di testa l’1-4 e gol di Crespo, Stankovic e Ibra.

7. Torino, gennaio 2008
Doppietta di Balotelli minorenne, l’Inter di Maniche, Pelè e Jimenez vince 2-3 ed elimina la Juve dalla Coppa Italia.

8. Roma, giugno 2005
La doppietta di Adriano all’Olimpico apparecchia la festa per la Coppa Italia a San Siro (“Galliani, portaci la Coppa!”).

9. San Siro, marzo 2005
Inter-Porto 3-1, nerazzurri in bianco e favolosa tripletta di Adriano, che porta ai Quarti di Champions.

10. San Siro, marzo 2007
La depressione per il gol di Ronaldo in rossonero si capovolge in cinque minuti grazie a Cruz e Ibra, e Moratti fa il gesto dell’ombrello.

11. Catania, marzo 2007
Clamoroso al Cibali: finisce 2-5 ed è la diciassettesima vittoria consecutiva in campionato.

About Taribo59

Rudi Ghedini, bolognese di provincia, interista dal gol sotto la pioggia di Jair al Benfica, di sinistra fin quando mi è parso ce ne fosse una.

40 commenti

  1. Piccola correzione: il campo di Catania era squalificato, quella vittoria arrivò al Manuzzi di Cesena. :)
    E se non ricordo male, pioveva anche la sera del 4-3 alla Roma.

  2. Sono tutti momenti estremamente belli e galvanizzanti.

    I miei preferiti sono il 3 ed il 5 : Amo le rimonte impossibili di questa folle squadra. AMALA!!!

  3. condensatore alfa

    Comunque il secondo di Mancini si chiama Andrea.

  4. all’85 a san siro metà stadio era già sulle scalette o sulla discesa, all’86 più di quella metà stava tornado indietro a sbutoni (spintoni) e improperi per essere stati così coglioni, alla fine quelli che non sono tornati indietro non sapevano se essere più contenti o incazzati e ci facevano raccontare quello che era successo per filo e per segno mentre si tornava a casa con il magone in gola.

    cosa si è inventato Martins sul gol del 2-2 di Vieri è una cosa che quando la rivedo ancora non ci credo…

  5. Questi sono ricordi meravigliosi. Quell’Inter , anche soffrendo di pareggite, non si arrendeva mai.

  6. Dal post precedente @Fabio ma ci mancherebbe. 😉 Si in effetti parrebbe scongiurato. Un altro che è stato visto in questi ultimi giorni a Milano in zone Inter è Chivu. E lui non mi dispiacerebbe per nulla. Anzi!

    Comunque attendiamo tra poco più di 48h la nostra curiosità avrà risposte!

    Ecco quello che vorrei vedere è proprio quello spirito indomito e indomabile. Poi ci sta di perdere ci stanno errori e papere. Ma rialzarsi sempre e mai ma proprio MAI smettere di lottare.

    Insomma….uno spirito da Inter. :)

  7. la sera del 4-3 con la Roma c’ero, non pioveva 😉
    e cmq emozione grandissima e che Luis Figo quella sera….

  8. Rumenigge Shingo Tamai

    Gli 11 di quella partita erano Toldo Zanetti Cordoba Materazzi Favalli Zanettino Cambiasso Stankovic Emre Vieri Adriano.
    Non proprio 11 campioni.
    Ma 3-4 di quelli lo erano sul serio.

    Ah, e poi c’era il Chino Recoba… aah, il Chino Recoba…
    Oggi sarebbe il miglior giocatore della serie A.

  9. Puntuali ecco le farneticazioni Pre domenicali del demente in cui asserisce che Moggi è una splendida pagina della storia gobba e noi avremmo fatto le stesse cose mettendo in tasca uno scudetto. Mi aspetto una puntuale replica della società dal sito ufficiale.

  10. Vengo in pace e ricambio il saluto pre Derby formulatoci da Sgrigna.

    Io aspetto ancora il caffè…

  11. Io ricordo con gran piacere anche le lezione a domicilio data alla Roma, il derby post-mondiale del Milan, il ritorno con la Roma con gol di Zanetti.

  12. Inter-Roma 4-3 nel secondo tempo e per tutto il supplementare è piovuto anche li e parecchio………..

  13. Rivedendo le immagini, mi rattrista il fatto che tanti giovani buttano nel cesso talento e carriera per la troppa fretta.
    Martins e’ uno di questi. Aveva ampi margini di migliorare, ma per la fretta di voler tutto, e volerlo ieri, si e’ ritrovato con un pugno di mosche in mano.

  14. momenti fantastici…ma nella galleria del mancio aggiungerei anche un Valencia-Inter 1 a 5 del 2004..una partita mostruosa contro quella che era una grande squadra all’epoca..inoltre in quella partita ricordo uno dei miglior Adriano di sempre con un Mestalla in piedi ad applaudirlo per un minuto per un gol da fantascienza sfiorato…che bei ricordi!!!
    sono sicuro che lo ricordate tutti…eventualmente……..

  15. Sicuramente anch’io aggiungerei quel Valencia Inter 1 a 5.
    Ma anche un Lazio Inter al riposo sullo 0 1 con Ibra espulso farloccamente da Rocchi e nel secondo tempo la Lazio non passa la metà campo e vinciamo 2 a 0.
    E un paio di Roma Inter che non gli facciamo vedere boccia? (0 1 e 1 4 mi pare).

    Insomma, a mio parere tanta roba

  16. tanti ricordi, ne menziono due…

    il giorno (di Inter-Samp)…ero a spasso a piedi per il quartiere (giri sul GRA iniziano nel 2006)…
    per non vedere e per non sentire…poi all’ora che pensavo vicina alla fine della partita entro in un bar…0-2
    mi avvio sconsolato verso casa…pochi minuti…arrivo alla porta…apro…la voce di mia figlia dall’interno mi accoglie “papà…ammazza che culo l Inter”…incredulo, sbigottito…gli highlights si scarpini urlante egolegolegolegolegolegol……….sono andati avanti per ore…

    maggio 2008
    la cerimonia del battesimo di Mattia in una chiesa di una borgata romana è stata per qualche attimo turbata dal suonare di un clacson impazzito al di fuori della chiesa… si guardano sbigottiti gli astanti, mi dirà poi mia moglie presente in chiesa…la Roma ha vinto lo scudetto?
    no, no…era il clacson dello zio interista (io) al secondo gol di Ibra…che al ricevimento del battesimo si presenta con un 16 neroazzurro “tatuato” sulla fronte…

  17. @Pacific

    Martins (che io già nel 2003 volevo sempre in campo, anziché comprare Bati dopo infortunio di Hernan) era senz’altro un buon giocatore e un giovane talento, ma molto assistito dalla velocità e purtroppo poco dalla testa e dalla tecnica.

    A mio parere negli ultimi nostri 20 anni di storia se penso a veri talenti sprecati del tutto o in buona parte penso ancor di più ad Adriano, Mutu e Recoba.

    Recoba se anziché 1 partita ogni 5 avesse timbrato la semplice presenza almeno il doppio delle volte, sarebbe stato un campione da pallone d’oro.

    Si faccia un filmato con tutti i gol e altrettanti assist del Chino con la nostra maglia e ditemi se non sarebbe secondo solo a Maradona…..poi però uno pensa alle bestemmie che ti faceva tirare nelle troppe domeniche MAI PERVENUTO (derby e Rube compresi ahimè) e ti cascano le palle.

  18. maigob: Ma anche un Lazio Inter al riposo sullo 0 1 con Ibra espulso farloccamente da Rocchi e nel secondo tempo la Lazio non passa la metà campo e vinciamo 2 a 0.

    e c’è ancora gente che dice che Rocchi…cioè, questo sono anni che ha licenza di uccidere…e la cosa è tollerata
    dal sistema dietro il dogma della buona fede arbitrale che nessuno deve osare di mettere in dubbio…
    ma che bisogno abbiamo anbcora di testimoni???

  19. Catania-inter 2-5 giocata a Cesena… quindi clamoroso al MANUZZI, semmai :)

  20. Nino

    Pensa che noi possiamo vantare un Ibra espulso 2 volte per allontanamento del pallone dopo fischio arbitrale.
    Lazio Inter e Parma Inter.
    La stessa stagione, con Mancio in panca, entrambe le volte in vantaggio e entrambe le volte portati a casa i 3 punti.
    Ebbene:
    1) eravamo una squadra con 2 palle così.
    2) chi dice che gli arbitri trattano tutti in egual modo….beh lasciamo stare.
    3) chi dice che in quegli anni abbiamo vinto perché godevano di potere…beh lasciamo stare.
    4) e ricordo i commenti: il coglione colpevole da punire era Ibra…..e Mancini che non sapeva guidarlo e gestirlo…e…e…e…

    …e questa è storia….sarebbe ora di ricominciare a scriverla.

  21. @Maigob.
    Adriano, Mutu, e specialmente Recoba erano di un’altro livello rispetto a Oba.
    Questo veniva su dal vivaio ed era destinato a tutt’altra carriera se solo ascoltava Mancini.
    Sugli arbitri; meglio lasciar perdere, perche’ sono sempre stati dei burattini in mano al potere.
    Anche in Europa il Milan ha sempre avuto un occhio di riguardo da parte loro , anche a nostre spese.

  22. Parole Agnelli? Credo che lui difenda la Juve, io sono fiero e orgoglioso di far parte della storia dell’Inter”

    Indovinate chi l’ha detto? Ma perché parla, perché non tace? :-(

    http://www.goal.com/it/news/2/serie-a/2014/11/21/6372201/calciopoli-zanetti-risponde-ad-agnelli-sono-orgoglioso-di

    così c’è già la rete (e le P.I.) in subbuglio….

    http://www.fcinternews.it/in-primo-piano/zanetti-agnelli-difende-storia-juve-io-fiero-di-far-parte-di-quella-dell-inter-rispetto-per-mazzarri-con-mancio-169493

    http://www.calciomercato.com/news/zanetti-ho-detto-due-volte-no-al-real-madrid-431649

    un semplice e saggio “Parla solo la Società di queste cose, io penso alla palla, quella cosa rotonda che si prende a calci…” era di sicuro una scelta migliore, tanto poi arriva la mannaia del nuovo comunicato sul sito ufficiale… fatto da chi queste cose le sa fare, tipo Bolingbroke, che secondo me ci prova anche piacere :-) nel farlo….

    ma non è un concetto particolarmente difficile, specie per uno che vuol fare il dirigente… bah…..

    PS. AGNELLI NON DIFENDE LA STORIA JUVE, DIFENDE UN RADIATO CONDANNATO DA UN NUMERO IMPRECISATO MA ALTISSIMO DI SENTENZE DI OGNI TIPO DI TRIBUNALE, manca giusto il Tribunale superiore delle acque pubbliche della Repubblica Italiana, ma ho fiducia che una sentenza la emetterà in tempi non lunghissimi…

    AGNELLI SPALA LETAME SULL’INTER, è vagamente DIVERSA LA COSA, EH…. sveglia Zanetti, sveglia !!!!!!! non occorre fare dichiarazioni SU OGNI COSA…

  23. “Luciano Moggi rappresenta comunque una parte importante della nostra storia – ha dichiarato il presidente dei bianconeri, commentando l’opportunità di rivedere allo stadio l’ex dg bianconero -. Siamo il Paese del cattolicesimo e del perdono. Lo possiamo anche perdonare”.

    “Lo juventino non può essere l’unico a pagare se tutti si sono comportati allo stesso modo. ‘Se sono stato l’unico a sbagliare è giusto pagare’ deve pensare lo juventino. Ma chi si è comportato allo stesso modo, non può uscire con uno scudetto in tasca. Non ci si può dimenticare di questo. A Napoli ci sono due procedimenti penali che stanno arrivando alla fine e le carte dei tribunali danno l’idea di quello che si può fare. Poi ci saranno la Cassazione ecc… A quel punto potremo prendere una prima decisione definitiva su cosa fare in base all’iter processuale”

    ecco.

  24. …sempre a proposito di un arbitro
    la verità è una sola, che la si conosca o meno, che la si neghi o no…
    è un farabuitto disonesto
    questa è la verità che traspare nitida dall’espressione dello sguardo e della sua mimica facciale quando arbitra l Inter…non ci sono cazzi…negarlo è inutile e dannoso…anche perchè gli episodi a sostegno di questa verità non mancano…solo gli orbi e gli stolti e i disonesti fingono di non sapere e di non vedere…
    è un tipico esempio dell italica gestione del potere…mafioso, prepotente, arrogante

    buon giorno

  25. Bisogna rispondere a questo signore:

    1 – Che l’Inter non si è comportata allo stesso modo della Juventus. Anche l’atto che ha comunicato la Figc a firma del Sig. Palazzi, richiesto a gran voce al Sig. Abete dal Sig. Agnelli e dal Sig. Marotta attesta che le colpe, qualora giudicate, sarebbero state di diversa entità.

    2 – Che il Tribunale Penale che ha giudicato a Napoli uno dei massimi dirigenti della Juventus, nonostante le ripetute istanze da parte dei difensori del sig. Moggi di prendere in considerazione anche le telefonate dell’Inter (del defunto signor Facchetti in particolare), ha ritenuto tali telefonate non rilevanti.

    3 – Da anni chiedo con quali elementi si sia potuto riaprire un’inchiesta su fatti prescritti e riguardanti una persona defunta, che non poteva difendersi come altri dirigenti. Tali dirigenti o hanno patteggiato o sono stati condannati. E se anche se in Appello, a vario titolo, vedessero le loro condanne attenuate, sarebbero sempre stati condannati. Gli elementi in questione, dicevo, da chi sono stati portati alla Figc? E’ stata fatta una scelta di quali telefonate portare? Se sì, da chi? Mi risultano giacenti in Tribunale decine di migliaia di telefonate. Sono state ascoltate tutte da Palazzi? Uno dei motivi per cui si ritenevano eventualmente punibili le telefonate dell’Inter non era per il tono delle stesse, ma per il numero, che poteva nascondere un sotterraneo tentativo di creare rapporti privilegiati. Tra le altre cose, all’epoca, tali telefonate ai dirigenti arbitrali erano ammesse, se lecite. Mi chiedo: essendo decine di migliaia e dividendo tali chiamate tra i 40 club di Serie A e B, siamo sicuri che quelle dell’Inter fossero state quelle in numero maggiore? Ho ascoltato “La madre delle intercettazioni” e non c’era nulla!

    4 – Ritengo che l’Inter debba richiedere l’intervento della Figc a tutela non dell’operato dell’Inter (che non si è presentata a nessun titolo a nessun processo) ma del proprio operato. Ripetere una menzogna una, dieci, mille volte, in questo paese, la può trasformare in verità, specialmente se chi la ripete è socio di maggioranza o di minoranza di giornali, televisioni, organizzazioni di Olimpiadi e quant’altro. Il mio comunicato tipo? Eccolo:

    L’Internazionale F.C. prende atto che, per l’ennesima volta, si intende mistificare la realtà. L’Internazionale F.C. invita la dirigenza FIGC a prendere provvedimenti contro chi, da anni, offende la lealtà e l’operato di tribunali sportivi (e penali) con affermazioni che, pur ridicole, alimentano sempre più odio e tensioni tra addetti ai lavori e tifosi. Chi ha emesso verdetti li difenda e non permetta a chi li ha subiti di offendere la verità.

  26. La voglia che hanno le istituzioni (sportive e non) di andare contro in qualche maniera a membri della famiglia degli ovini è pari alla voglia che posso avere io di devitalizzarmi un dente del giudizio senza anestesia… ( – fatto realmente :-( )

    inutile aspettarsi qualcosa

    l’unica cosa che possiamo fare, è difenderci autonomamente, come nel caso del famoso comunicato bastona-ovini della scorsa volta

    finché serve e per quel che serve…

  27. possono dire quello che vogliono, ma il fatto che siano scesi in B e siano stati sputtanati a livello interplanetario non lo potranno cancellare mai, anche se ci martelellassero i coglioni in eterno.

    il fatto che lo tirino in ballo quando possono mi fa capire la rabbia che hanno addosso nei nostri confronti e la cosa non mi dispiace per niente, anzi, mi fa godere ancora di più.

    il loro scopo è di farla venire anche a noi e se rispondessimo a tono ogni volta faremmo solo il loro gioco.

    l’unica è ridergli in faccia come hanno sempre fatto loro nei nostri confronti quando ci lamentavamo delle loro ruberie.

    io faccio così con qualsiasi gobbo di merda quando me la mena, gli dico sì, sì è vero, ti abbiamo inculato per bene, e rido.

    li manda in bestia ancora di più che tirargli fuori tutte le sentenze che hanno perso.

  28. “A Napoli ci sono due procedimenti penali che stanno arrivando alla fine e le carte dei tribunali danno l’idea di quello che si può fare”

    …La galera, voglia Iddio.

  29. corso46: li manda in bestia ancora di più che tirargli fuori tutte le sentenze che hanno perso.

    si e no

    Zanetti è vicepresidente, ha voluto a tutti i costi diventare dirigente

    allora deve anche mettersi in testa che quando parla non è un semplice tifoso distratto e conciliante, ma il vicepresidente di una società che si è già esplicitamente espressa sull’argomento con un duro comunicato.

    La linea societaria è tenuto a conoscerla e seguirla.

    Anche perché adesso un giornale qualsiasi potrebbe legittimamente titolare qualcosa tipo “Agnelli dice che anche l’Inter era coinvolta in Calciopoli ma ne è uscita pulita e con uno scudetto” e il Vice Presidente dell’Inter ribatte “Ma si, perché Agnelli difende la Juve, io invece sono felice di fare parte della Storia dell’Inter”

    OHOHH, ti stanno dando del ladro e disonesto impunito a mezzo Gazzetta e media vari, e tu che sei il Vicepresidente stai a dire che è OK e che sei felice di essere parte della Storia??? Ma sai chi se ne frega della tua gloria personale, stanno DI NUOVO infangando la società di cui sei parte della storia, al limite, ma soprattutto di cui sei VICEPRESIDENTE; ripeto VICEPRESIDENTE – e in contrasto con la linea societaria giù ribadita con il comunicato, altro che essere CONCILIANTI per farsi benvolere da tutti

    Spero Thohir lo mandi a gestire presto Inter Campus LAPPONIA

  30. Perché la federazione non punisce severamente questi atteggiamenti/dichiarazioni di quel demente dell’agnello? Perché si dà ancora peso mediatico a quell’insulso di Mr schede telefoniche? Perchè fa il figo quando sa bene che la merda zebrata doveva retrocedere in C ma hanno patteggiato la B?

    Qui siamo ancora ai livelli dell’asilo molto comuni in Italia in cui chi sbaglia non si prende mai le sue responsabilità ma cerca di giustificarsi spalando merda in testa ad un altro per sminuire la sua colpa? Prenditi le tue cazzo diresponsabilità ! Altro che scudetti sul campo…..siete senza vergogna!

    Siete una società formata da ladri e truffatori che fa del torbido il suo ambiente naturale: siete la vergogna dello sport, e il solo fatto che rosicate ancora mi fa solo godere nel tempo!! RADIATELI!

  31. Fabio1971

    se litighi o discuti animatamente con qualcuno cosa è che ti fa più incazzare, un insulto o che ti compatisca e ti lasci a discutere da solo?

    noi con quella gente là non abbiamo niente da spartire e non dobbiamo convincere nessuno della nostra innocenza che oramai quel che doveva essere fatto è stato fatto, per cui noi possiamo solo godere che siano stati puniti giustamente e loro possono solo incazzarsi per essere stati scoperti.

    la loro campagna denigratoria non li farà tornare indietro nel tempo ne potrà cancellare l’onta della loro retrocessione e comunque non riusciranno a convincere nessuno che erano innocenti se non loro stessi, mentre per quel che dicono su di noi e del nostro scudo alle altre tifoserie non frega un cazzo.

    freghiamocene anche noi e lasciamo macerare solo il loro di fegato.

  32. beh, Corso

    io ti direi di più, ma non spetta a me decidere

    non farei fossi Thohir un altro comunicato

    andrei direttamente per vie legali, l’avviso glielo hai già dato con il precedente comunicato

    danneggi il marchio, un marchio globale, con queste dichiarazioni
    quindi chiedi un risarcimento mostruoso, tipo 250 ml di euro, volutamente enorme anche per ottenere il più grande riscontro mediatico, una tempesta

    metti che magari ti ci paghi la maxirata finale del prestito

    ed inoltre, dato che ci sono sentenze, non è in dubbio chi possa avere ragione dal punto di vista legale.

    e stai sicuro che piuttosto che pagare, anche una parte, Elkann e Marchionne vendono o fanno fallire la società, piuttosto

    ma nonostante Thohir non sia Motori, non credo che egualmente accadrà.
    ma mi piacerebbe davvero tanto tanto tanto

  33. @Fabio

    Idea gustosa!

  34. e.c. “ma nonostante Thohir non sia Motori”

    è ovviamente “ma nonostante Thohir non sia Moratti”

  35. Ma infatti io credo che se continueranno così prima o poi Thohir qualche azione la farà. Non mi pare uno che non faccia seguire i fatti alle parole. Magari con una sua tempistica ma lo farà.

    Perchè se quella è la “storia” dei gobbi è una storia appunto di truffe doping e malversazioni punto. E tutti i dirigenti DEVONO fare riferimento a quell’ultimo comunicato. E basta. Senza se e senza ma.

    Anche oggi su specifiche domande Mancini si è smarcato ma vabbeh non mi aspetto molto da lui su questo (purtroppo). Direi che ha detto qualcosa di Interista più Sancho oggi in conferenza stampa…ma ribadisco mi basterebbe che almeno in dirigenza si trattasse la banda dei gobbi per quello che sono.

  36. scusa Narya

    prima hanno fatto un’osservazione a Zanetti che non spettava a lui rispondere ma alla società, il Mancio ha detto che alla giuve ha già risposto la società e quindi lui non aveva niente da aggiungere.

    si potrebbe sapere cosa devono fare i nostri allenatori dirigenti al riguardo?

    volete lo scontro frontale? poi non lamentatevi se ci andrà di mezzo qualche ragazzotto che ci lascia la pelle, perchè a quello si arriverà se i toni anzichè placarsi verranno di nuovo alzati.

    accontentiamoci di quello che abbiamo avuto nel 2006 e godiamo di quello, le lamentele lasciamole a loro, non mettiamoci in fila anche noi a fare casino perchè una maldicenza è una maldicenza e basta, ma una condanna è un’altra cosa e se la sono beccata loro.

  37. @corso

    No non sono d’accordo.

    Per quanto mi riguarda Si DEVE ribadire colpo su colpo ogni volta che questa gentaglia osa anche solo nominarci.

    E il tutto deve essere sancito da sentenze e da risarcimento danni. Punto. Quello che non è stato fatto a suo tempo.

    Per il resto su “ragazzotti che ci lasciano la pelle” poi…davvero pensi che far valere le proprie sacrosante ragioni essendo dalla parte del diritto e della ragione possa concernere anche solo lontanamente chi si mena o porta armi nei dintorni degli stadi?Ma davvero? Stiamo parlando di un altro universo nel contesto del “tifo” eh? Proprio un altro universo.

  38. corso46: si potrebbe sapere cosa devono fare i nostri allenatori dirigenti al riguardo?

    per me:

    L’ALLENATORE glissare e dire che non sono cose di sua competenza.

    Un DIRIGENTE come Zanetti (Vicepresidente) dovrebbe saperlo lui cosa rispondere; dato che non lo sa, glielo risuggerisco io: che non si commenta come se si parlasse del più e del meno, ma si dice che sull’argomento la società si è già espressa con un comunicato ufficiale sui canali ufficiali, cioè il sito. E che altre eventuali dichiarazioni saranno fatte dalla Società nella sua interezza, nei soliti canali ufficiali.

    STOP

  39. nuovo post!