Saint Etienne-Inter: infografica

Preparando questa infografica mi imbatto in alcuni dati riguardanti i precedenti della Beneamata contro squadre francesi. Ebbene l’ultima partita europea giocata dalla Beneamata in Francia fu il recente 22 febbraio 2012 che sembra incredibilmente una vita fa soprattutto buttando un occhio sulla formazione di quell’Inter. J. Cesar Maicon Lucio Samuel Chivu Zanetti Stankovic Cambiasso Sneijder (a memoria) poi vabbè Forlan Zarate, allenatore Ranieri. Era l’Inter post Triplete, o meglio post post triplete. Si iniziava a intravedere una fase di quelle che “essere interisti” non “è facile” tanto per rievocare Giacinto. Controllo il tabellino della gara e ricordo il gol allo scadere su calcio d’angolo di Ayew con spaventosa marcatura di Chivu e impassibilità difensiva a cui ahimè tanto bene ci siamo abituati recentemente. Ma chissenefrega della tattica, non si vuole parlare di questo.

Butto un occhio sui commenti a quel tabellino. Leggo cose tipo “Toccato il fondo”.

Ebbene, 2 anni e mezzo dopo quel fondo sembra essere senza fine. Quel fondo che due settimane dopo avremmo toccato uscendo dalla competizione che due stagioni prima vincevamo. E da lì in poi sono state pochissime le occasioni in cui “essere interisti è facile” e tante quelle in cui “essere interisti è doveroso”.

Ridateci l’Inter, quella per cui “essere interisti è soprattutto un onore”

13_StEtienne-Inter

About MILO

Un giorno mi è stato chiesto: "cosa fai per vivere?", non ho saputo rispondere. Tra Rum e Whiskey scelgo il secondo, preferibilmente Irish. Convinto che un giorno queste frasi diventeranno citazioni. Interista designer.

302 commenti

  1. il ragionamento è si basico ma è questo:

    Oriali- consulente di mercato con compiti di tenere i collegamenti tra la squadra e l’allenatore, epurato all’arrivo di Benitez che ha preferito il suo Amedeo Carboni

    Branca- direttore sportivo

    non si è mai visto un subalterno prendere decisioni al posto del suo superiore, dare consigli si, sopratutto come vestirsi, ma pensare o credere che il deux ex machina fosse solo il Lele è pura fantasia.

    se invece si fa pura illazione vale tutto compreso considerare Branca l’esecutore materiale della pazzia post triplete di Moratti e dietro suo ordine ha dovuto mandare a remengo la squadra più forte del mondo per farla diventare quella che è adesso.

    non si capisce però perchè prendere il Rafa, avrebbero fatto prima prendendo Mazzarri subito…

  2. iosonointerista

    corso46: con lui arrivarono Cambiasso, Julio Cesar, Maicon, Samuel, Stankovic, Chivu, che insieme a Zanetti

    ah, giusto …

    ricordiamo l’intuizione di moratti che ha puntato tutto sull’arrivo di quello che lui già vedeva come il capitano storico della sua inter …

    poi quelli che non hanno i prosciutti interi sugli occhi ricorderanno che in realtà sanetti è arrivato a rimorchio di rambert (altro grandissimo campione che ha fatto la storia dell’inter) … un po’ come il limoncello offerto dalla casa dopo che hai già pagato una cena da 5 portate …