Non c’è due senza tr…ah no

Ce l’avevo davvero messa tutta. Nell’articolo precedente, intendo.
Mi ero ripromesso di non parlare più dell’allenatore e di attenermi ai risultati conscio dei limiti dei nostri ragazzi, della situazione economica sfavorevole, della disoccupazione in aumento, della scie chimiche e del mancato ritorno del Soldino sugli scaffali dei nostri supermarket.
Niente da fare. Mai una gioia.

Chiudevo con l’auspicio di andare a Parma per trovare quella terza vittoria consecutiva che Mazzarri, in un anno e mezzo di Inter (48 partite in campionati qualitativamente ridimensionati rispetto a quelli affrontati dai suoi immediati predecessori), non è mai riuscito a centrare e mi ritrovo con l’ennesima Figura di Merda, rimediata stavolta contro il derelitto Parma, reduce da sei sconfitte consecutive, con l’infermeria ancor più piena della nostra e apparentemente destinato al ruolo di vittima sacrificale.

E invece no. Dopo la tripletta di Ekdal ecco la doppietta di De Ceglie, una roba che a scriverla serve rileggerla una dozzina di volte per crederci.
Il primo gol arriva dopo addirittura quattro minuti, ennesimo segnale di una squadra (la nostra) che continua a scendere in campo senza la giusta tensione, con la svagatezza di chi si trova sul rettangolo di gioco quasi per caso.
Gli sguardi sono in effetti quelli di giocatori abbandonati al loro destino o, ancor peggio, rimescolati nelle posizioni con scelte cervellotiche per non dire grottesche. Scelte che somigliano tanto ad una presa di posizione dell’allenatore, come a sottolineare la mancanza di alternative. Un allargare le braccia figurato, molto simile a quella remissività che Mazzarri palesa durante la gara: la sua rassegnazione è la stessa del tifoso interista, che dopo sessanta secondi di questa Inter sa già che passerà l’ennesima pessima serata.

Lo vedi dalle facce dei titolari, da gambe mollicce e movimenti sfasati o assenti; lo vedi da un tecnico che per anni è stato e si è dipinto come battagliero e che sembra il primo a non credere nel proprio lavoro, se non a parole.
Lo vedi dall’inconsistenza di un attacco spuntato e mai supportato a dovere, che soffre la mancanza di una manovra qualsiasi e l’ostinata ricerca di sbocchi sulle fasce che chiunque ormai sa leggere tatticamente e che restano improduttivi di per sè per colpa di interpreti poco avvezzi al ruolo o ancora acerbi, o ancora semplicemente mediocri.
Fasce che, oltretutto, dovrebbero produrre cross per chi in area non c’è o non arriva mai: una doppia contraddizione.

Poi ci sono i Primavera, i giovani virgulti di Vecchi che stavolta hanno l’onore di poter dare una mano ai grandi della prima squadra: peccato che Mazzarri riesca a sistemare Bonazzoli nella zona a lui meno congeniale (non lo sapeva? lo ha fatto apposta? pensava fosse Emiliano Bonazzoli e di allenare la Reggina?)e, dopo aver reso ridicolo Ranocchia obbligandolo a fare il terzino, lasci uno scampolo di partita a Camara giusto per mandare un ulteriore sos alla società.
La stessa società che gli ha preso Hernanes, D’Ambrosio e due mediani, per inciso.
La stessa società che continua a difenderlo a spada tratta, novità assoluta per un club come il nostro, e che giusto ieri sera attraverso le parole di Piero Ausilio a TeleLombardia ha ribadito come Mazzarri sia stata una scelta ponderata e voluta con forza, il cui stacanovismo è sempre stato apprezzato e pagherà. Addirittura il buon Piero si è spinto ad affermare che l’attuale tecnico sia apprezzato dalla maggioranza dei tifosi: una bugia a fin di bene, se vogliamo…

Bonazzoli. Federico. Non ha mai giocato nella Reggina.

Bonazzoli. Federico.
Non ha mai giocato nella Reggina.

Un aziendalismo comprensibile, quello del Ds nerazzurro, perfettamente coerente con la linea scelta da Erick Thohir: Mazzarri costa, il FPF incalza, non ci sono margini per cambi in corsa e traghettatori vari, quindi si puntella la scelta del rinnovo fino al 2016 e si fa quadrato attorno al tecnico toscano.
Personalmente penso e spero sia un modo per togliere ulteriori alibi all’allenatore in carica, anche se certe frasi spaventano e portano a credere che l’Inter creda davvero che il fantomatico lavoro tanto sponsorizzato dallo stesso Mazzarri ad ogni conferenza stampa possa alla lunga pagare. Per me quel prolungamento di contratto resta il primo, grande e grave errore della gestione Thohir.

Ma quanto dovremo aspettare? Io, come molti altri, non amo i cambi in corsa. Un traghettatore, oltretutto di livello medio, non darebbe la scossa necessaria e probabilmente rischierebbe persino di peggiorare una situazione già molto delicata.
Vecchi potrebbe bruciarsi.
Ma è assurdo che dopo tutto questo tempo l’Inter non sappia ancora giocare a pallone.
Non sappia attaccare, non sappia difendere, non sappia reagire o ripartire dalle cose semplici.

Mi sembra che manchi umiltà, intesa come voglia di rimettersi in gioco, di analizzare davvero certi errori provando ad aggirarli se non a risolverli radicalmente.
Ausilio ha addirittura “giustificato” le difficoltà recenti facendo leva sull’assenza degli esterni titolari, come se in passato la loro presenza consentisse all’Inter di fare faville e di vincere ad occhi chiusi ogni partita: in realtà il 352 non ha mai funzionato e, cosa ancor più grave, serve soltanto ad agevolare la vita agli avversari e a forzare certi giocatori in ruoli o atteggiamenti tattici che non sanno gestire al meglio.

Mazzarri dice di fregarsene: se ne frega delle voci, dei fischi, delle critiche.
Lui lavora, lavora, lavora. E poi va a Parma e perde ancora una volta con l’ultima in classifica. Perde malissimo, senza mai tirare in porta o quasi. Il lavoro nobilita l’uomo, certo, ma solo se porta risultati tangibili.
Fregarsene e trincerarsi dietro un fantascientifico stacanovismo aumenta la scollatura tra l’allenatore e i tifosi, evidenziandone più che mai l’incapacità di immergersi e di sopportare la pressione dell’universo nerazzurro.
È un matrimonio destinato a finire, ma nel frattempo al buon Walter farebbe bene una sana dose di umanità e, tra tanto lavoro, qualche idea in più che possa giustificarne l’ingaggio stellare e la protezione assoluta, quasi cieca da parte della società.
Una protezione sulla quale Mazzarri sembra quasi gongolarsi.

Noi invece siamo incazzati neri. Per le troppe parole a vanvera, per i mea culpa fini a se stessi e perché un’Inter senza identità è ben diversa dalla Pazza Inter cui tutti siamo affezionati.
Questa Inter non solo vive di alti e bassi clamorosi, ma si regge soltanto sugli episodi ed è in costante balìa degli eventi. In una tale condizione gli eventi rischianod i precipitare in qualsiasi momento.
È un’Inter immersa nell’inerzia, che sembra non poter mai essere padrona del proprio destino: alle montagne russe ci siamo abituati, alla rassegnazione e all’improvvisazione non ci abitueremo mai. Fate qualcosa.

About NicolinoBerti

Nasco meritatamente in provincia di Livorno e capisco immediatamente di non voler fare nulla nella vita. Ci sono brillantemente riuscito fino ad ora. Amo l'Inter dal 1987. Walter Samuel mi ha lasciato senza neanche un bacio d'addio. Spalletti è più sopportabile di Mazzarri e Lippi come toscano. Odio il 352.

188 commenti

  1. Per completare il discorso, il FPF è, come tante altri aspetti relativi al funzionamento della vita pubblica in Europa nei quali non mi addentrerò, il risultato dell’applicazione cieca e pedissequa di teorie e ragionamenti razionali molto belli sul piano astratto e devastanti quando ci si mette dentro l’irrazionalità della vita di tutti i giorni: una stronzata.

    Pretendere il rispetto delle regole del FPF senza dare una regolamentazione ad altri aspetti gestionali significa all’atto pratico favorire sine die le squadre che i soldi li hanno già, perché hanno e avranno sempre un potenziale di spesa maggiore. Un po’ come pretendere l’apertura totale dei mercati e poi tollerare dei paradisi fiscali, cosa che in Europa avviene regolarmente senza che lo si trovi quantomeno singolare.

    Vogliamo il rispetto di norme di bilancio più o meno valide in campi in cui l’obiettivo delle imprese che competono è l’utile (mentre nel calcio, come ad esempio nelle arti, non è necessariamente così ed è giusto che non sia necessariamente così, perché per fortuna ci sono ambiti in cui non contano solo i soldi come fine ultimo)? Allora dotiamo il mercato di altri tipi di regole che comportino la possibilità a chi non ha il bacino di utenza del Real Madrid di competere con l’abilità gestionale e la programmazione. Il tetto al monte ingaggi mi sembra un ottimo punto di partenza. Lo applicano già quei comunistoni degli americani.

  2. @Rumenigge
    b) Mettere Ranocchia a terzino destro lo avresti potuto fare tu e due-tre altri, qui dentro. Un allenatore di calcio qualsiasi, che fosse anche onesto, non lo avrebbe mai dovuto fare.

    E perchè no, di grazia?

  3. formazione per domani?
    433
    Handa
    Jonathan Vidic Ranocchia JJesus
    Guarin Kovacich Dodo
    Camara Osvaldo Bonazzoli

    vi piace? io la trovo tatticamente perfetta
    e mo venitemi a dire che non capisco una mazza

  4. …poi ad un certo punto quando stiamo sul 0-3 per noi ovviamente mettiamo Hernanes al posto di Bonazzoli
    passando a un 442

  5. @Linus.
    Su roba come finanza e competivita’ gli “Americani” sono avanti anni luce.
    Per far parte di qualsiasi lega professionista devi dimostrare di essere sano finanziariamente .
    Poi “salary cup” ,(Tetto incaggi) , dove non puoi andare una certa percentuale del guadagno.
    Drafts. Recluta annuale di talenti disponibili. La compagine arrivata ultima ha le prime scelte e cosi’ via fino alla prima. Questo per cercare di rendere alto il grado di competivita’.
    C’e un limite di giocatori che puo’ cambiare solo per infortuni. Se un atleta e’ infortunato, finisce in (injury list)
    lista infortunati e puo’ essere rimpiazzato da uno di una squadra minore.
    Non ci sono promozioni e retrocessioni, ma tutti hanno le seconde e terze squadre da dove attingere e sviluppare i giovani.
    Infine , non esistono “Juve o Milan” che si spartono la torta e lasciano solo le bricciole agli altri.
    Tutti hanno gli stessi diritti e doveri.

  6. @Rumenigge

    visto? cosi in un colpo solo ti dimostro che ho le palle e tu sai a chi mi sto rivolgendo così non hai bisogno di sforzarti troppo.

    tralascio la prima parte un pò confusa ricordandoti solo che chi ha cominciato per primo a rompere il cazzo al sottoscritto siete stati tu e BigMama che io stavo parlando con Nicolino Berti e non vi avevo in mente per niente.

    passiamo al punto A:

    io non mai detto che Leonardo sia un ottimo, bravo, discreto o pessimo allenatore, ho solo detto che non è lui l’ultimo che avrebbe potuto vincere lo scudo perchè partendo con il fardello che gli ha lasciato il Rafa di -14 dalla vetta sarebbe stato un miracolo se ci fosse riuscito. adesso leggo che insisti nell’accusarlo prendendo in esame il derby dove ha sbagliato tutto lui, mentre nelle altre venti o più partite il merito di averle vinte è solo dei giocatori. già che c’erano non potevano prendersi il merito anche di vincere quel cazzo di derby?
    un bambino dell’asilo ragiona meglio…

    punto B:

    nello schema 3-5-2 che il nostro mister tanto ama i tre di dietro sono quasi sempre partendo da destra Ranocchia- Vidic- JJ . gli esterni Obi dalla parte di Ranocchia e Dodo’ dalla parte di JJ.
    ovviamente quando ci saranno gli infortunati dalla parte di Ranocchia ci sarà il Gabbiano o D’ambrosio.
    ora io chiedo quando i nostri avversari ci ciulano la palla a centrocampo o anche più avanti e inscenano una ripartenza tagliando fuori il nostro esterno destro, chi va o dovrebbe andare sul loro esterno sinistro o ala sinistra? ci vai tu, BigMama o Ranocchia? e chi va a tamponare il buco lasciato da Jonathan o d’Ambrosio in quel momento come si posiziona, da centrale o da terzino sinistro?

    punto C:

    come quale discorso? tu parlando del Balo hai detto che te lo ricordavi nitidamente nella famosa partita con la giuve dove lui a soli diciassette anni mise a segno un gran gol ai gobbi di merda.
    io ho solo corretto il tuo ricordo dicendo che di gol ne ha fatti due, il che mi sembra un pò più eclatante di uno solo, per cui nel tuo cazzo di discorso/ricordo c’entra, eccome se c’entra, perchè forse significa che quella partita manco l’hai vista, se no ricorderesti molto meglio.

  7. errata corrige:

    punto B

    da centrale o terzino destro?

    non rileggo mai…

  8. nino44:
    formazione per domani?
    433
    Handa
    Jonathan Vidic Ranocchia JJesus
    Guarin Kovacich Dodo
    Camara Osvaldo Bonazzoli

    vi piace? io la trovo tatticamente perfetta
    e mo venitemi a dire che non capisco una mazza

    Bella!

    Piace anche a me..peccato che Camara e Jhonny non siano nemmeno convocati….

  9. bellins: Bella!

    Piace anche a me..peccato che Camara e Jhonny non siano nemmeno convocati….

    Pero come terzino possiamo metterci Ranocchia…

  10. ma questa MERDA di uomo che ancora parla????…ma perchè nessuno ti elimina fisicamente????

    http://www.fcinternews.it/focus/moggi-attacca-et-deve-stare-zitto-su-facchetti-167975

  11. Rumenigge Shingo Tamai

    corso46:
    è che ci qui c’è gente, giusto per usare lo stesso frasario di certi “presuntuosetti” che non si ricorda un tubo e dice che l’ultimo allenatore a giocarsi lo scudetto è stato Leonardo.

    non credo proprio, l’ultimo a giocarselo e a comprometterlo del tutto è stato il Rafa che ha fatto partire Leonardo alle gabbie di partenza con un handicap di – 14 sul groppone a metà campionato, che se lo avesse vinto ugualmente, considerando anche i paletti messi per terra dai gonzi con la collaborazione degli arbitri, avrebbe compiuto un’impresa alla pari di un triplete.

    c’è anche gente che dice che Ranocchia terzino fa cagare visto che è un lungagnone e per questo non era il caso di metterlo in quella posizione.

    a parte che era un’emergenza e quindi lì non ci andrà più ugualmente, ma è la disamina tecnica che fa ridere considerando che il nostro migliore terzino che abbiamo avuto di cui è stata ritirata la maglia, non era propriamente un nano che i suoi 1.90 cm li raggiungeva anche lui e non è che se incontravamo delle alette lo mettevamo in panchina perchè gli sgusciavano da tutte le parti.

    riguardo al motivo finanziario che obbliga la dirigenza a tenere Mazzarri, anche questo è risibile in quanto se fosse davvero sfiduciato da tutti tenerlo in queste condizioni si potrebbe andare incontro ad un danno economico più grosso che non quello di pagare lui e l’altro che lo dovrebbe sostituire, perchè non fare le coppe un altro anno significherebbe mandare a rotoli tutto il progetto di risanamento, con ripercussioni su tutta la parte economica e di sviluppo nei mercati che Thoir vorrebbe conquistare, come avete sottolineato anche voi tra l’altro, per cui tenerlo stretto correndo questo rischio non ha senso.

    quindi se davvero fosse così come dite sarebbero dei pirla due volte e avrebbero dovuto dare retta a Moratti invece di dargli del mentecatto che rompeva l’equilibrio e destabilizzava l’ambiente quando ha detto che Mazzarri doveva darsi una mossa o altrimenti fuori dai coglioni.

    naturalmente voi eravate dalla parte di Thoir e di Ausilio…

    p.s

    il Balo in coppa Italia, alle merde ne fece due di gol mica uno, ed è da quel giorno che a legrottaglie vennero le crisi mistiche.

    Caro il mio anziano boccalone, quindi queste tue cazzate sparate a casaccio sarebbero una specie di ritorsione perché ti sfottevamo io e Big Mama?
    Sei fantastico.
    Quindi capisco che l’espressione “l’ultimo allenatore a giocarsi uno scudetto”, nella tua mente è diventata “l’ultimo allenatore colpevole di aver perso uno scudetto”. Sei fantastico.
    Su Ranocchia mi rimetto al giudizio del pubblico. Perché a commentare mi sembra francamente di perder tempo.
    Sulla c.d. “disamina finanziaria” non credo che ce l’avessi con me. Oddio… da come straparli… anche perché poi dici che saremmo stati “dalla parte di Tohir e Ausilio”… saremmo stati, immagino che saremmo sempre io e BigMama. Mah.
    Su Balotelli, di tutto quello che ho detto, tu hai capito solo “un gol” e hai pensato di fare il gradasso, alzando la mano per dire alla maestra che i gol erano due. Bravo, Corsino, dieci. Dieci e lode.
    Sei fantastico 😀
    P.s. come vedi mantengo le promesse come te.

  12. @Rumenigge

    cazzo ci sei arrivato adesso?

    certo che era una ritorsione, cosa cazzo credevi che fossero, complimenti?

    speriamo che in futuro il tuo intelletto migliori perchè se no sei messo maluccio…

    rimettiti a chi vuoi che a me del pubblico non me ne frega un tubo se mi approva o no, quello che ho da dire lo dico per me stesso e perchè a leggere certe puttanate non riesco a stare zitto anche se me lo riprometto di farlo tutte le volte.

    sulla disamina finanziaria ce l’avevo con BigMama che è da lì che lui ha preso lo spunto per sfottermi, ma vedo che fai fatica a stare dietro un pò a tutto per cui lascia perdere che è meglio.

    non ho voglia di fare il copia incolla di quello che tu hai detto in ordine sparso per cui adesso mi guardo le partite anche se non ho ancora deciso quale.

  13. Per la cronaca Garcia ha messo Naingolan fuori ruolo…

  14. Rumenigge sarebbe una questione di banalissima buona educazione astenersi dall usare il concetto di anzianità come offesa…anche perche sai…arrivarci bene non e’ da tutti…e comunque ti garantisco che ne vale assolutamente la pena…auguri a te

  15. nino44:
    Rumenigge sarebbe una questione di banalissima buona educazione astenersi dall usare il concetto di anzianità come offesa…anche perche sai…arrivarci bene non e’ da tutti…e comunque ti garantisco che ne vale assolutamente la pena…auguri a te

    te l’appoggio. E io sono uno “giovane”.

  16. quanto vuole il Bayern per Shaqiri?

  17. paolo: quanto vuole il Bayern per Shaqiri

    Tranquillo, troppo bravo. Non verrà mai all’inter.
    Noi ultimamente compriamo solo scarponi in saldo.

  18. New Thoreau: Noi ultimamente compriamo solo scarponi in saldo

    … Oppure qualche rottame tipo Vidic…

  19. nino44: E Alaba???

    Sono giocatori che potrebbero venire all’inter quando hanno una quarantina d’anni o quando hanno deciso di dedicarsi più ai piaceri della vita che al calcio, tipo M’Vilà.

  20. nino44: E Alaba???

    E comunque noi trattiamo Kranevitter, mica Sticazzi del Bayern München.

  21. Rumenigge Shingo Tamai

    Corso, attribuisco all’anzianità il fatto che non capisci e ti lascio perdere per stasera.
    Nino e Paolo, da oggi a voi vi chiamerò pirla, invece. Visto che vi sembra meno maleducato di “anziano”…

  22. Arrivare anziani col cuore in buone condizioni tifando inter e un grande risultato , oddio na pillola ogni tanto. Minchia che aggressivita su sto blog , ma siete cosi anche nella vita di tutti i giorni?

  23. il fatto che mi diano dell’anziano non mi offende perchè è un dato di fatto e io la mia età l’ho messa nel nick apposta in modo tale che uno si possa fare un’idea meno vaga del suo interlocutore proprio per dargli una fisionomia un pò più precisa.

    di là ho anche dato altri ragguagli di quello che sono e che ho fatto nella vita, sempre per lo stesso motivo, anche se nessuno mi ha chiesto di farlo, senza inventarmi niente di niente arrivando a dire anche quando sono andato in pensione, pur essendo consapevole che questo sarebbe stato usato contro di me, che un pensionato al giorno d’oggi è considerato poco più di un morto che cammina o uno che non ha un cazzo da fare tutto il giorno se non andare ai giardinetti a dare da mangiare ai piccioni o a guardare le buche dei cantieri.

    luoghi comuni triti e ritriti a cui non ho mai badato anche perchè non rientrerò mai in quella categoria in quanto ho ancora gli stessi interessi di prima e più tempo da dedicargli, compreso quello di scrivere su di un blog.

    quello che offende è l’uso improprio del termine usato come scusa per non interloquire, per compatimento o peggio ancora per il cosi detto rispetto che si deve agli anziani per cui uno evita di rispondere a tono perchè sei anziano sennò…

    ma di solito chi lo usa così già si qualifica da solo per cui non vale nemmeno la pena prendersela anche se apprezzo le parole di nino44 e di chi lo ha quotato.

    quello che ho capito in questo blog e nell’altro è che chiunque può spandere merda sull’Inter, i suoi giocatori presenti e passati, i suoi dirigenti e allenatori.

    se uno si permette di dire che non gli sembra giusto motivando in qualche modo il perchè automaticamente diventa un dispensatore di patenti o un moralizzatore o comunque uno che non capisce.

    cosa cazzo mai ci sarà di cosi difficile da capire è un mistero…

  24. Se Mazzarri voleva passare a 4 bastava togliere uno dei tre centrali e abbassare Obi. Ancora meglio sarebbe stato prevedere prima della partita l’eventualità di dover passare a 4 facendo giocare Mbaye al posto di Obi dall’inizio,che almeno è abituato al ruolo.
    Solo una piccola cosa sulla posizione di Bonazzoli. E’ possibile che l’abbia messo tanto per avere una scusa in più a disposizione, ma credo abbia messo lui e non Camara perchè non voleva uno che facesse i cross, ma uno che vedesse la porta,lo fa anche Mihailovic con Gabbiadini. Poi vabbè,la differenza tra un vincente vero e un vincente “in proporzione” è che il vincente vero mette Stevanovic terzino e Samuel centravanti e vince la partita con un suo gol,il vincente “in proporzione” mette un attaccante in più e becca gol da DeCeglie…
    La vera colpa di Mazzarri è non aver mai messo in campo Bonazzoli o Puscas o chiunque altro nelle partite che contano meno,tipo in EL o contro il Sassuolo o il Cagliari e la Fiorentina.Era scontato che prima o poi ne avresti avuto bisogno,quindi quando puoi devi buttarlo dentro nelle partite già chiuse,in modo da averlo meno in difficoltà quando devi recuperare come sabato…

  25. Rumenigge Shingo Tamai:
    Corso, attribuisco all’anzianità il fatto che non capisci e ti lascio perdere per stasera.
    Nino e Paolo, da oggi a voi vi chiamerò pirla, invece. Visto che vi sembra meno maleducato di “anziano”…

    Ah Rumenigge a me me puoi chiamà come te pare, mica m’offendo. Ce mancherebbe.

  26. Alaba è uno che gioca titolare nel Bayern e quindi non verrebbe mai a prescindere. Shaqiri invece pare se ne voglia proprio andare (non parte titolare neanche quando non gioca Thomas Mueller).
    Il Tottenham sembra lo stia trattando.

  27. I bambini dell’asilo stanno facendo casino !
    Ci vuole un giochino, ci vuole uno spino!
    Miii che lavur!!!
    Però siete divertenti :-)

  28. Corso, solo un appunto.

    Premetto che un po’ di sana ironia non ha mai ucciso nessuno, ma non mi pare francamente (almeno io) di averti né insultato né pesantemente sfottuto.
    Considero “bacate” (nel senso di mancanti di criteri di verità e assolutezza) determinate tue affermazioni, e fallaci determinati tuoi ragionamenti, in quanto mancanti (secondo me, almeno) di struttura logica corretta.
    Transeat.
    Tanto nessuno dei due recederà dalle proprie posizioni, quindi il confronto/scontro, per quanto appassionante dal punto di vista dialettico, resta quello che è. Un muro contro muro infruttuoso.

    Ribadisco comunque di non averti insultato. Menchemeno utilizzando l’età come “offesa”.
    Questo vorrei che sia ben chiaro.

    Buona giornata.

  29. Sia chiaro sig. giudice

    come offende(va) il multinick nessuno

    il primato del primate

  30. Corso: riguardo l’aspetto finanziatio, capisco che leggere tutti i commenti è difficile, ma se uno ha i soldi contingentati non può, almeno a livello contabile, spenderne una parte sulla base del fatto che le entrate POTREBBERO di conseguenza aumentare. Una cosa è farlo per scelta semplicemente imprenditoriale, altra con l’acqua alla gola e dovendo rimanere nei limiti di un piano presentato all’UEFA contenente cifre precise che devono essere sostenibili anche se va tutto per il verso sbagliato. I soldi del passaggio del turno di EL, per quanto questo possa essere probabile, non sono ancora a bilancio: se oggi cacciamo Mazzarri e poi il turno non lo passiamo per un’invasione di cavallette, siamo molto realisticamente fuori dal piano. E poi?

    Ma scusate, abbiamo istituzioni europee che in una crisi da calo di domanda chiedono di attuare politiche recessive di contrazione della domanda pubblica, e c’è gente che si sorprende che un’istituzione europea chieda di ridurre i costi invece di favorire gli investimenti quando calano i ricavi?

    Oppure negli ultimi 5 anni avete vissuto in una bolla di sapone?

  31. ma Shakiri ha firmato?

  32. @Linus

    perchè lo fai a me questo discorso?

    la contraddizione è vostra io l’ho solo messa in evidenza, e adesso me la girate contro?

    se sapete benissimo che Mazzarri non lo possono mandare via, perchè continuate ad invocare il suo licenziamento?

    perchè da una parte sfanculate Mazzarri e dall’altra parte elogiate la dirigenza che lo protegge?

    criticate Moratti per la sua uscita contro Mazzarri e voi avete fatto di peggio da che è arrivato sia sui blog che allo stadio.

    spiegatemi, che sono tutto orecchi…

  33. E quando ci sarà bisogno di cash basterà vendere Kovacic e Icardi così come la Roma ha venduto Marquinos e Lamela.

    Sempre ammesso e non concesso che Ausilio sappia vendere come Sabatini e che trovi una Società di “svegli” come il PSG.

    Magari gli rifiliamo pure Juan Jesus a 50 milioni così come il Mou gli ha rifilato David Luiz, soldi con cui è andato a prendersi Diego Costa.

    Sarà che funziona così.

    Intanto noi stiamo qui a pregare che il Sunderland si salvi perché ben 9 milioni degli 11 del riscatto di Alvarez ci servono per pagare uno che è appena retrocesso col Cardiff.

    E per fortuna che non mandano via Mazzarri perché ne prende 3,5.

  34. @BigMama

    bacate o no le mie posizioni non sempre le stesse e si possono riassumere brevemente:

    non trovo giusto l’atteggiamento preso da una buona parte del blog nei confronti di Moratti e da questo nessuno riuscirà a dissuadermi del contrario anche spiegandomi per filo e per segno i suoi cosi detti errori di gestione, perchè senza quelli saremmo alla pari dell’Udinese o poco più e il 2006/2011 ve lo potevate solo sognare.

    considerando che adesso i tempi sono cambiati e non li poteva più fare si è tirato indietro e con lui scompare l’ultima figura del Presidente mecenate e subentra quella del presidente manager che scalda i cuori come un iceberg.

    se nessuno la mena contro di lui io non lo vado a tirare dentro tirandolo per la giacchetta e me lo ricordo solo io come pare a me, se qualcuno lo tira in ballo nella maniera secondo me sbagliata lo attacco alla giugulare come ho fatto dopo il 2012 e cioè da quando, secondo voi, da miglior Presidente che l’Inter abbia mai avuto, titolo che non gli ho dato io ma che si leggeva in ogni commento dopo il triplete, è diventato il peggiore in assoluto.

    tutto il resto delle miei posizioni è conseguenziale a questa se ci fai caso, pur con qualche eccezione riguardo ai giocatori che io ritengo fondamentali più di un allenatore e non vedo il motivo di non criticarli se lo ritengo giusto, mentre qui la maggior parte propende a massacrare l’allenatore adducendo a lui la colpa della loro broccaggine, momentanea come quella che potrebbe essere di Palacio, o definitiva come io ritengo sia per qualcuno di loro.

    per cui a leggermi dentro non è difficile e le mie posizioni son sempre le stesse e di Mazzarri mi frega da zero tornando indietro, ma non credo che sia un cretino totale come viene dipinto ne che non sappia fare il suo mestiere nella maniera giusta.

    non è giusto per l’Inter a quanto pare e su questo non ci piove, ma direi che ha un mare di attenuanti per questo, che finora gli allenatori giusti per l’Inter li possiamo contare sulle dita di una mano, anche monca di un paio di dita…

    quanto agli insulti non mi sembra di averti accusato di avermeli fatti, ho solo scritto che mi hai sfottuto paragonandomi ad uno che va contromano e pensa che siano tutti gli altri quelli che stanno sbagliando direzione.

    c’è chi ci può leggere l’intenzione di definirmi come uno che va controcorrente e c’è chi può leggerci l’intenzione di darmi del deficiente…

    transeat.

    buona giornata anche a te e a tutti.

  35. Nuovo post!

  36. Pacific: Non ci sono promozioni e retrocessioni, ma tutti hanno le seconde e terze squadre da dove attingere e sviluppare i giovani.
    Infine , non esistono “Juve o Milan” che si spartono la torta e lasciano solo le bricciole agli altri.
    Tutti hanno gli stessi diritti e doveri.

    Sarebbe l’essenza stessa dello sport, inteso come pari opportunità di partecipazione e di possibilità di vittoria

    Ma da noi non funzionerebbe mai.

    L’italia è una (sorta di) nazione formata in realtà da Comuni, Signorie e Campanili… mancano giusto le guerre di conquista fra comuni vinci o rivali, ma a quello provvede appunto il calcio…

    Anni fa proposero da noi una cosa sensata, visto che anche territorialmente Pisa e Livorno (= cani e gatti) stanno di fatto confluendo in una unica macroarea, distano 15 km a volte non sai neppure (es quando vai al mare a Tirrenia e Calambrone) se sei a Pisa o a Livorno

    Proposero cioè di fondere le squadre per averne una sana e forte…

    Si è rischiato la rivoluzione civile

    Pochi anni dopo, la tanto misteriosa riforma delle Province dovrebbe aver accorpato entrambe le città in una unica amministrazione, insieme ad altri comuni.. vedremo…

    In ITALIA non si vuole capire che piccolo ormai è BRUTTO

    vale anche per le mille aziendine italiane, spazzate via, per le minuscole dimensioni, dal mercato globalizzato in cui competi sul tuo territorio contro i colossi mondiali, ma senza avere le possibilità di espanderti a tua volta sui mercati globali…

    scusate la digressione quasi OT

    Comunque bella idea, firmerei al volo, odio fra l’altro il meccanismo delle retrocessioni e di tutte le partite farlocche delle ultime 6/7 giornate…. puro marciume italico

    Tanto se non hai le “dimensioni” in serie A non ci dovresti stare, magari hai 3000 tifosi e un bacino di utenza di 4 paesini attaccati in croce, ma devi stare in serie A pur non avendo senso

  37. iosonointerista

    corso46: perchè da una parte sfanculate Mazzarri e dall’altra parte elogiate la dirigenza che lo protegge?

    elogiarla ???

    ma quando leggi gli occhiali te li metti ???

    no, perchè mi devi proprio dire dove hai trovato ELOGI alla dirigenza per il rinnovo al buttero …

    se invece intendi il fatto che la dirigenza non faccia il tiro al piccione (tanto caro al moratti) sull’allenatore, la questione riguarda semplicemente il non delegittimare PUBBLICAMENTE un elemento del proprio staff …

    e su questo non capisco quale sia il problema, soprattutto per uno come te per cui l’immagine pubblica sembra sia tutto: per la PRIMA VOLTA dopo anni abbiamo una società che si muove compatta, senza scossoni dovuti a malumori più o meno sussurrati o spifferi di rivolta dallo spogliatoio, una stampa che per spalare merda deve inventarsi le notizi o tradurle male a bella posta invece di riportare paripari le parole di un presidente che parlava giusto per dare aria alle gengive …

    corso46: criticate Moratti per la sua uscita contro Mazzarri e voi avete fatto di peggio da che è arrivato sia sui blog che allo stadio.

    moratti ha(aveva) un ruolo ufficiale (benchè onorifico) della società, oltre ad essere il PRIMO RESPONSABILE dell’arrivo di mazzarri sulla nostra panca: un MINIMO di coerenza suggerirebbe QUANTO MENO di tacere … mentre NOI siamo tifosi la cui opinione non viene chiesta o tenuta in considerazione da nessuno …

    o vorresti forse mettere sullo stesso piano le parole di un (allora) presidente onorario, nonchè possessore del 30% delle quote societarie, con quelle di un tifoso “qualunque” (senza offesa per qualcuno che si possa ritenere tifoso VIP con patente gold e inserti diamantati) ???